Skip to content

Lettera aperta a Gilberto Perri, pastore della “chiesa pentecostale Gesù Cristo è il Signore” di Gallico (RC)

23 agosto 2009

Lettera aperta a Gilberto Perri, pastore della “chiesa pentecostale Gesù Cristo è il Signore” di Gallico (RC)

Pace a te, Gilberto Perri, dopo aver visto questo video in cui tu, a capo di diversi credenti della tua comunità vi siete incontrati con don Gelmini e i suoi, ho desiderato scriverti una lettera aperta, per domandarti alcune cose su cosa credi, cosa insegni e sulla tua condotta.

Le sacre Scritture dicono: “Non vi mettete con gl’infedeli sotto un giogo che non è per voi; perché qual comunanza v’è egli fra la giustizia e l’iniquità? O qual comunione fra la luce e le tenebre? E quale armonia fra Cristo e Beliar? O che v’è di comune tra il fedele e l’infedele? E quale accordo fra il tempio di Dio e gl’idoli? Poiché noi siamo il tempio dell’Iddio vivente, come disse Iddio: Io abiterò in mezzo a loro e camminerò fra loro; e sarò loro Dio, ed essi saranno mio popolo. Perciò Uscite di mezzo a loro e separatevene, dice il Signore, e non toccate nulla d’immondo; ed io v’accoglierò, e vi sarò per Padre e voi mi sarete per figliuoli e per figliuole, dice il Signore onnipotente” (2 Corinzi 6:14-18).

Alla luce di quei passi, ho voluto fare le mie rimostranze a Gilberto Perri, con le seguenti domande:

1. Desidero sapere da te, Gilberto Perri, come mai ti sei messo in comunione con la Chiesa Cattolica romana? Hai realmente comunione con i Cattolici romani, tu e tutti i fratelli da te condotti? Tu e don Gelmini comprendete ciò che dicono le sacre Scritture nello stesso modo e siete perciò in comunione spirituale?

2. Come mai, quando hai incontrato don Gelmini ed egli ha detto sulla fede: “… la fede è un modo di vivere, vero?” Tu hai risposto: “giusto!”? (La fede non è una religione come i cattolici intendono, ma la fede è definita dalla Bibbia: (Ebrei 11:1) “Or la fede è certezza di cose che si sperano, dimostrazione di cose che non si vedono.”) Tu, Gilberto Perri, rispondendogli: “giusto”, lo hai confermato nel suo errore. È egli così che si parla e si agisce per amore della verità?

3. Come mai hai rivolto queste parole a don Gelmini: “Abbiamo sentito il bisogno di conoscerla, abbiamo sentito le sue vicissitudini, e abbiamo sentito il bisogno di portarle la nostra solidarietà”? Tu sei sicuro che don Gelmini non sia colpevole? E se lo è ti sei fatto compagno di una persona colpevole di peccati orrendi approvando il suo operato. (Io non so se sia colpevole oppure no, non lo giudico, ma non posso neppure dire con certezza che certe cose non le abbia fatte. Dio lo sa!)

4. Come mai dici a don Gelmini, che sei vicino a lui, tu e tutti quelli che ti seguono? E poi, cosa significano le tue parole: “gli alberi si vedono dai frutti?” Può un cattolico romano, che è idolatra, che non ha mai conosciuto Cristo e non è stato mai purificato dai suoi peccati dal sangue di Gesù, fare opere gradite a Dio? Non lo hai così, incoraggiato a continuare nella stessa maniera? Chi gli dirà che dovrà convertirsi dagl’idoli all’Iddio vivente?

5. Come mai ritieni i cattolici romani vicini a te, e questi adorano gli idoli, bestemmiano contro Gesù Cristo quando fanno la loro messa e menano in perdizione milioni e milioni di persone? Non avresti dovuto dirgli, per amore dell’anima sua, che si sarebbe dovuto ravvedere dei suoi peccati e di tutta la sua idolatria, credere nell’evangelo per ricevere la remissione dei peccati? Ma tu, Gilberto Perri, come ritieni che una persona debba ricevere la salvezza? Con le opere? Mediante la fede? (Per molti non è chiara la tua posizione, ed è giusto che si faccia chiarezza, visto che ciò che dici e fai è pubblico).

6. Cosa ne hai fatto di quell’idolo che don Gelmini ti ha regalato (una croce dorata), lui l’ha chiamata “la santissima trinità”? L’hai conservata gelosamente, offendendo così il nostro Signore Gesù Cristo, o l’hai gettata via com’è giusto che sia? (Però se l’hai gettata via ti sei comportato in modo doppio con don Gelmini e non gli farà certo piacere sapere una cosa del genere. Non si può servire a due padroni).

7. Come mai dici a don Gelmini queste parole. “…io non posso dire che i cattolici non sono cristiani, …”? Cosa leggi nelle sacre Scritture? Quando si diventa veramente cristiani? Non è forse scritto che un uomo non può entrare nel regno dei cieli se non è nato di nuovo (Giovanni 3)?

8. Come mai dici di aver scelto la linea di non far chiamare la tua comunità evangelica pentecostale, ma solo chiesa cristiana? Forse per unirti ai cattolici come il video dà ad intendere? Hai rinnegato le parole: evangelico, protestante e pentecostale? Quindi, in conseguenza di ciò, dobbiamo pensare che nelle tue dottrine e nelle tue posizioni sei più vicino ai cattolici romani che agli evangelici? (Io non lo so, voglio capire, io e tutti gli evangelici chiedono chiarezza).

9. Come mai parli a don Gelmini dell’amore di Gesù e non insegni e non ti comporti secondo la volontà di Gesù che è scritta nella Bibbia? Non ti ricordi il passo: (1 Giovanni 3:18) “Figliuoletti, non amiamo a parole e con la lingua, ma a fatti e in verità.”? Dopo tutti i cambiamenti che hai fatto, consideri ancora la Bibbia come l’unica autorità e guida per i credenti? Può lo Spirito santo dare ai credenti “rivelazioni” che sono contrarie alle sacre Scritture?

10. Come mai dici a don Gelmini che vi siete tolti ogni preclusione denominazionale? Intendi dire che volete collaborare con tutte le religioni senza tener conto di ciò che dice la Bibbia? Un credente può forse collaborare con tutti? Non è forse scritto: (2 Corinzi 6:15) “E quale armonia fra Cristo e Beliar?” È un ordine di Gesù quella di collaborare con i cattolici romani che sono idolatri e perduti nei loro falli e nel loro peccato? Non credi che stai offendendo la memoria di tanti fratelli in Cristo del passato che essendosi ritirati dalla chiesa cattolica romana sono stati torturati e uccisi?

11. Come mai hai pronunciato queste parole: “…noi vogliamo interpretare lo Spirito di Cristo, … e il suo Spirito è con don Gelmini e con questa comunità, e chi può dire diversamente,”? Se don Gelmini è idolatra e perduto nei suoi peccati ed è nemico di Cristo, come fa lo Spirito di Cristo ad essere con don Gelmini? Ma da dove attingi il discernimento e la sapienza? (Ebbene, ti dico, che sono molti coloro che dicono “diversamente” di quello che dici tu, che crede che lo Spirito di Cristo non è vicino a don Gelmini, ma sopra don Gelmini pende l’ira di Dio e se non si converte dai suoi peccati, Iddio lo giudicherà prima su questa terra e poi lo getterà nel tormento eterno dello stagno di fuoco e di zolfo).

12. Come mai dici di stimare moltissimo Giovanni Paolo II per quell’apertura grande che ha dato alla cristianità? Quale apertura? Quella dell’ecumenismo? Ma sai cosa intendeva con ecumenismo? (Te lo rammento io, intendeva che tutti dovevano alla fine stare sottomessi al Papa. Questo è l’ecumenismo che professano i cattolici romani, che tutti dovranno essere sottomessi al Papa. Se a te questo non dispiace, a molti dei santi, invece, sì che dispiace). Non ritieni che alcune delle frasi che ti sono uscite dalla bocca siano dei giudizi ingiusti intrisi di disprezzo contro gli evangelici e i pentecostali? (Tra i quali vi sono pure io, e mi sono sentito disprezzato).

13. Come mai ritieni che basta presentarsi solo con la parola “cristiano”? Se i testimoni di Geova si presentassero a te come cristiani allora collaboreresti anche con loro?

14. Come mai hai detto in modo arrogante che hai trasformato il vostro statuto da “chiesa cristiana evangelica” in “chiesa cristiana”? Tu vedi i componenti della tua comunità, come fratelli con pari dignità alla tua o come persone che devono ubbidire a tutto quello che dici e fai? (Ti ho fatto questa domanda, perché mi sei sembrato molto arrogante nelle tue parole, come se tu fossi un capo indiscusso e nessuno della tua comunità potesse opporsi alla tua autorità). Inoltre, hai fatto gridare gloria a Gesù al tuo comando, due volte, per rendere spettacolo davanti a don Gelmini. Ti è sembrato onorevole verso Gesù quella cosa che hai fatto? Ti sembra onorevole far saltare i fratelli al tuo comando, nella tua comunità, durante i culti? Cosa siete allo stadio? Lo fai per provare la fedeltà di coloro che frequentano la tua comunità? E se qualcuno non salta al tuo comando, come lo consideri?

15. Come mai hai aderito e fatto aderire tutta la tua comunità alla ”teologia del dominio” (‘Dominion Theology’), la quale afferma che i Cristiani hanno ricevuto il mandato divino di assumere il dominio del mondo intero (mettendosi a occupare o controllare le istituzioni secolari delle nazioni) in attesa del o per preparare il ritorno di Cristo? Non ritieni che Gesù abbia lasciato detto che il regno di ‘Cesare’ è e deve rimanere separato dal ‘Regno di Dio’?

16. Come mai il tuo movimento sociopolitico “PA.C.E.” è in contatto con la Christian Coalition of America, fondata nel 1989 dall’evangelista americano Pat Robertson? Non sai che Pat è a favore della pena di morte? (Infatti nel 1988 quando era uno dei candidati Repubblicani alla presidenza degli Stati Uniti d’America affermò: “Non vedo francamente niente di sbagliato nella pena di morte contro i crimini federali’. Inoltre, questo Pat Robertson agli inizi del 2007, 2 gennaio, disse che mentre era in preghiera Dio gli aveva rivelato che gli Stati Uniti d’America avrebbero subito un attacco terroristico che avrebbe causato un massacro quantificato in milioni di vittime, e questo attacco si sarebbe verificato durante il 2007 dopo il mese di Settembre.). Siccome la profezia di Pat non si è avverata, non pensi che abbia parlato per presunzione e sia stato un falso profeta?

Per ora termino qui, ma sappiate che le cose non stanno come ha detto don Gelmini, cioè che tutte le vie portano allo stesso punto. Gesù ha detto: “Io sono la via, la verità e la vita”, quindi Gesù, che è la Parola di Dio, è l’unica via che dobbiamo seguire per ottenere gloria, onore e immortalità! A Dio sia la gloria in eterno! Amen.

AVVISO A TUTTI COLORO CHE INTENDONO PARTECIPARE A QUESTO ARGOMENTO INVIANDO COMMENTI!

Ricordatevi che quando il peccato è pubblico e le falsità sono pubbliche, bisogna usare la riprensione pubblica!

Qualcuno potrebbe sollevare l’obiezione e domandarci:
“Chi vi ha dato l’autorità di riprendere i servitori di Dio?”

Ebbene, anch’io voglio farvi una domanda, e dopo che voi avrete risposto alla mia, allora risponderò alla vostra domanda:
“Chi è che dà l’autorità ai servitori di Dio di dire tutte le falsità che dicono contrarie a ciò che insegna la Bibbia?
Chi è che dà l’autorità a Perri di disprezzare i fratelli evangelici e pentecostali?”

Non saranno pubblicati i commenti che:
1. Non sono attinenti all’argomento trattato in questo articolo;
2. Non entrano nel merito della questione;
3. Non contengono un linguaggio consono alla discussione tra fratelli in Cristo e non è ispirato da principi biblici (quindi gl’insulti).
Inoltre, è gradita la firma dei commentatori, come segno distintivo di responsabilità di ciò che si dice. La pubblicazione dei commenti senza firma avverrà a mia discrezione.

Salvato per grazia mediante la fede in Cristo Gesù: Giuseppe Piredda.


Aggiornamento:
Scaricate da qui i video che provano quanto è stato detto in questo e negli altri articoli.


Annunci
72 commenti leave one →
  1. Nardhy Manunta permalink
    26 agosto 2009 19:23

    Vi saluto nella pace pace del Signore,
    Io sono stata a Zervò da Don Gelmini,e sono andata con la comunità Gesù Cristo è il Signore a cura del Pastore Gilberto Perri, posso dire una sola cosa cari fratelli, l’amore che lui ci insegna è amare a tutti, come lo fece Gesù, non potete discriminare le persone perchè sono cattoliche, avventiste,ecc..non dobbiamo fare come i farisei che si mettevano dinanzi ai tempi a pregare e a far vedere a tutti che loro digiunavano e gli altri ebrei no..
    So che Alcuni di Voi non capirete tutto ciò che è successo a Zervò con Don Gelmini, ma io posso dire che c’era unzione sul Pastor Gliberto, si sentiva la presenza dello Spirito di Dio, e per chi non mi conosci ho frequentato per diversi anni e tutt’ora delle Chiese Evangeliche Pentecostali.Pace a tutti.

    Mi piace

  2. 26 agosto 2009 23:44

    Pace a te, sorella Nardhy.
    Ora, considerato che Gilberto Perri non si è condotto con dirittura inverso quell’anima perduta di don Gelmini, sono sicuro che non si è assolutamente sentita la presenza dello Spirito santo. Altrimenti lo Spirito avrebbe confermato la falsità e ciò non è possibile.
    Comprendo, tuttavia, che tu abbia sentito qualche emozione più o meno forte, questo non posso negarlo, ma delle emozioni si provano anche se uno guarda un film, una scena teatrale o anche soltanto una foto. Ma provare un’emozione non significa sentire la presenza dello Spirito santo, così come se si piange alla vista di un film drammatico non vuol dire che c’era la presenza dello Spirito nel regista.
    Solo chi veramente ha sperimentato la presenza dello Spirito santo poi riesce a discernerla in ogni momento.
    Comunque non penso che sia tutta colpa tua, perché così ti hanno insegnato e così tu ti comporti e parli, ed io ti capisco, non ho nulla contro di te, ma contro quelli che danneggiano la vigna del Signore permettimi di levare la mia voce, di suonare la tromba, visto che ormai non sono in molti a farlo.
    Come ai tempi dei profeti gli oppositori contro la verità erano molti, così anche oggi sono molti, ma io continuerò a levare sempre la mia voce contro il peccato del popolo di Dio, affinché almeno qualcuno si renda conto della via sbagliata che sta seguendo e torni alla Parola di Dio. Sì alla Parola, perché se tu ti mettessi a leggere almeno il Nuovo Testamento per intero, senza l’ausilio di nessuno ma solo dello Spirito di Dio, ti si apriranno altri due occhi e allora vedresti le cose con gli occhi di Dio.

    Mi piace

  3. neda permalink
    27 agosto 2009 18:47

    cara nel signore se sapessi……..solo qualche anno fa il sig perri parlava male dei cattolici romani

    Mi piace

  4. neda permalink
    28 agosto 2009 20:41

    cara nel singore tu non sai che il perri medesimo parla male di ogni denominazione che non sia la sua cosiddetta chiesa . A seconda dei suoniinteressi si schiera da una parte o da una altra……. non fidarti

    Mi piace

  5. CHIRICO CARMELO, figlio di GILBERTO PERRI, FIGLIO DI DIO. permalink
    28 agosto 2009 20:45

    Questo pastore, …brrr…ad alcuni crea la pelle d’oca, vero?

    Ma qualche anno fa, circa 2009 anni or sono, i farisei, gli scribi, i RELIGIOSI del tempo avevano la stessa reazione epidermica quando Gesù parlava…

    “Io sono Figlio di Dio”, diceva Gesù Cristo – benedetto il suo Nome –
    “Lapidiamolo!”, dicevano invece coloro i quali asserivano “Noi abbiamo un solo padre, cioè Dio”.

    Ma le cose non stavano come loro credevano, ma come Gesù diceva.

    Gesù diceva la Verità,e la dice tutt’ora attraverso i Suoi figli.

    Ma essi rimasero ingannati dal loro stesso inganno, perchè la verità non penetrava in loro.

    Farisei e scribi, IPOCRITI e RAZZA DI VIPERE, assomiglianti tanto al padre loro, cioè il diavolo. C’è una razza di vipere infatti che non potendo iniettare il veleno lo sputa….

    Gesù diceva: guardate il samaritano nel servizio al prossimo e imitatelo!

    …e i farisei, gli scribi, i DOTTORI DELLA LEGGE dicevano: “brrr, I
    S A M A R I T A N I! che pregano i tori! C I C O N T A M I N I A M O!”

    Gesù invece non aveva il problema di sporcarsi, ma il problema di salvare cio’ che era perduto.

    Cosi’ Gesù operava segni e prodigi, liberazioni e guarigioni, predicando e operando il Regno di Dio in mezzo a loro, era molto impegnato Gesù. …si, anche i farisei lo erano, preoccupati tutto il tempo a fare l’opera del padre loro, mandando i loro agenti, come dice la Scrittura, “a cercare di coglierlo in fallo davanti al popolo”, CERCANDO DI DISTRUGGERE L’OPERA DI DIO, e la Parola lo dice chiaramente che chi non raccoglie con Cristo, disperde.

    Ogniuno d’altronde fa l’opera del proprio padre.

    E io, figlio di Gilberto Perri, vedo come Gilberto si muove fin a dare la vita per le sue pecore…come il Figlio di Dio.
    Io voglio con tutta la mia vita imitarlo, per assomigliare a Gesù.

    Perchè “CHI RICEVE VOI – DICE GESU’ – RIVECE ME, E CHI RICEVE ME RICEVE COLUI CHE MI HA MANDATO – Sbaglio o Gesù mette nelle condizioni di credere in un mandato, fatto di carne e ossa?

    Io vedo come continuamente il suo interesse verso le cose di Cristo, animato dall’amore di Gesù, lo porta a pascere agnelli, pecorelle, pecore.
    h24, lui edifica.
    h24 qualcun’altro è impegnato nella missione di rubare e distruggere.

    Come allora, oggi. Ma non è l’opera di Cristo quella di distruggere l’Opera, la Scrittura dice che è del Diavolo, quindi ciascuno guardi la sua propria opera, e che il suo vanto sia non a danno delaltrui ma in relazione alla sua propria opera.

    Io glorifico Gesù Cristo,e rendo onore al figlio, affinchè il Padre non si adiri. Io onoro Gesù e anche colui che mi ha mandato,Gilberto, e mi rallegro in Cristo della sua opera.
    “Venite e vedrete”… perchè le opere stesse parlano dello Spirito Santo in lui. Se non credete a motivo della Parola, credete a motivo delle opere.

    Circa 20.000 anime hanno ricevuto la salvezza dalla sua predicazione
    – anch’io –

    poi i segni che accompagnano la Parola:guarigioni, liberazioni, doni dello Spirito Santo, attraverso il suo mandato.

    Quando parla c’è la salvezza nelle sue parole, parola di grazia, un balsamo per l’anima, per il cuore, per lo spirito, per il corpo.

    E’ l’unzione dello Spirito Santo!

    Ed ancora una moltitudine di opere sociali di ogni tipo in ogni campo, per l’affermazione del Regno di Dio, COME NEL CIELO, COSI’ SULLA TERRA.

    e Gesù disse:”Per quale buona opera mi volete uccidere?” e i Giudei gli risposero: “N O I A B B I A M O U N A L E G G E, e secondo questa legge egli deve morire, perché si è fatto Figlio di Dio».

    e Gesù disse: Sta quindi attento che la luce che è in te non sia tenebre e ancora: non giudicate nulla prima del tempo, finché sia venuto il Signore, il quale metterà in luce quello che è nascosto nelle tenebre e manifesterà i pensieri dei cuori; allora ciascuno avrà la sua lode da Dio.

    Io reco la dottrina di Cristo, che Cristo è venuto in carne.
    Nella carne del mio papà spirituale io vedo Cristo incarnato. Non dice infatti la Scritura che noi siamo il tempio dello Spirito, e che se dimoriamo in Lui il Suo Spirito dimora in Noi?

    Dio benedica la mia famiglia, la famiglia di Dio in Gallico, con nostro papà spirituale Gilberto, e così chi ha una famiglia in Cristo e sta sottomesso al mandato. Dio lo benedica.

    Mi piace

  6. 29 agosto 2009 00:40

    Che pappardella d’elogio a Perri che hai fatto. Ma ti stai dimenticando una cosa, che quello che ho “domandato” a Perri l’ho fatto perché c’è un video che è visibile a tutti, quindi possono tutti verificare di persona che Perri con don Gelmini ha disprezzato i pentecostali e gli evangelici tutti, e non contento ha chiamato fratelli i cattolici romani. Ora mi viene da domandarmi, i “numeri” dei “figlioli” di Perri sono come Gelmini e i cattolici? Tu stesso sei come i cattolici romani? Sono tutti quei numeri stati rigenerati da Dio? Tu sei stato rigenerato da Dio? E se pure sei stato rigenerato da Dio, don Gelmini siamo sicuri che non lo è, quindi, E’ SBAGLIATO CHIAMARLO FRATELLO e collaborare con lui. Ammettiamo pure che Perri sia un servitore di Dio, chi gli dà l’autorità di fare comunella con i perduti? Perché non gli ha detto che deve ravvedersi e credere nell’evangelo? Perché l’ha chiamato fratello? Don Gelmini è suo fratello in Cristo? Hai fatto tante chiacchiere ma non hai risposto a nessuna domanda, hai sfoderato i numeri come è vostro solito, ma se la verità dipende dai numeri allora hanno ragione i cattolici che sono molti di più di voi. E poi Gesù ha evangelizzato ma ha anche confutato gli errori dottrinali e di comportamento dei farisei e degli scribi, ed è quello che sto facendo anch’io. Che ti piaccia o no, ci sono fratelli che hanno intendimento e comprendono i limiti del tuo amato padre Gilberto Perri, e non lo imitano dove sbaglia.

    Mi piace

  7. Palmina Moscato permalink
    31 agosto 2009 14:51

    Gent.mo Sig. Piredda, non la chiamo fratello perchè di cristiano, da ciò che leggo, dai suoi toni e dal suo inescusabile comportamento, a mio avviso,ha solo il nome ma ne ha rinnegato la potenza.
    E questo affermo con forza in considerazione del giudizio superficiale che porta avanti con una indegna propaganda nei riguardi del mio pastore, Gilberto Perri.
    Se fossi in lei mi vergognerei di continuare questa bieca e deplorevole azione, di cui dovrà rendere conto a Dio e che nulla porta dell’immagine del nostro Signore Gesu’ Cristo, ma che al contrario molto assomiglia all’atteggiamento degli scribi e dei farisei che lo opponevano.
    Il mio pastore, e mi permetta di dire, al contrario di lei,quando si presenta a Dio può dire a testa alta “Ecco me ed i figli che tu mi hai dato”, perchè se di fatti vogliamo parlare e non di vane disquisizioni, la lettera scritta che lui può vantare siamo noi, una chiesa numerosa e benedetta, in cui ognuno sperimenta ancora oggi quello che in molte chiese è rimasta purtroppo solo teoria: miracoli, liberazioni, battesimi di Spirito Santo ed i frutti del Regno di Dio che sono pace, gioia e giustizia. La testimonianza di Gesu’ per mezzo del nostro pastore si spande, senza che la sua opera denigratoria possa fare alcunchè, potentemente in tutta Italia. Sappiamo che, se dai frutti possiamo giudicare l’albero, a testa alta posso affermare che non sarei potuta nascere in una chiesa più santa e da un pastore più sottomesso alla Parola di Dio. Grazie alla sua dedizione io posso vivere tutti i giorni il regno di Dio e la sua potenza su questa terra, un intenso amore fraterno, frutto dell’esempio di vita e di donazione al prossimo che vedo nel mio pastore. Simile cosa non traspare dal suo atteggiamento, ma tanta amarezza ed asprezza che a mio avviso avrebbe rivolto anche a Gesù stesso se ne avesse avuto occasione, il quale frequentava ( anatema!!)ben volentieri con coloro che lei definisce peccatori, con solo un fine, piacere al Padre celeste ed operare affinche il suo Regno venga e si spanda. Ora, invece di gettare fango su ciò che non conosce, parlando male delle autorità che Dio ha posto, pensi ai suoi di frutti, ai figli spirituali che la sua testimonianza ha prodotto, a ciò che viene vissuto delle promesse di Dio nella sua di chiesa, alla sua personale posizione e smetta, insieme ai suoi 4 compari, di combattere contro lo Spirito Santo, adoperandosi piuttosto alla pace ed all’edificazione, al servizio, glorificando Dio con le sue opere. Cessi di essere una nuvola errante, senza acqua da chissà quanto tempo, perchè se fosse davvero impegnato con Dio non sprecherebbe il suo tempo a infamare i Suoi servi, ma curerebbe le anime e servirebbe in chiesa 24h su 24 come fa il mio pastore. Segua la sua strada senza occuparsi di giudicare a destra e a manca, sarà Dio a dare ad ognuno il premio in relazione alla fatica ed al frutto.

    Mi piace

  8. 31 agosto 2009 15:38

    Sorella Palmina, se pure sei nata da Dio, ti rammento che se siamo fratelli lo siamo perché Dio ci ha rigenerati e non per opere.
    Io ho parlato di ciò che è pubblico, il video lo dimostra, quindi ho parlato di cose che ho visto e sentito con le mie orecchie, non ho parlato di cose che non ho visto personalmente, quindi non ho gettato fango a nessuno, piuttosto io il fango sto cercando di pulirlo, ma se uno non distingue il fango dall’abito, comprendo che si trovi in grave difficoltà nel comprender perchè il fango debba essere lavato.
    Se io sto combattendo contro lo Spirito santo, come mai sono io che dimostro con le Scritture che certi comportamenti tenuti “dal tuo pastore Perri” non sono biblici? Mi riferisco all’ecumenismo e al ritenere don Gelmini fratello. Tu sai quando è possibile chiamare qualcuno fratello? Eppure all’inizio del tuo commento pare che tu lo sappia, ma evidentemente hai dei riguardi personali contro di me.
    Don Gelmini è tuo fratello? E se sì, per quale motivo?
    Ci sono stati nella storia del cristianesimo molti falsi cristi che hanno avuto numerosi seguaci, quindi, a parer tuo, cosa dovremmo pensare che siccome hanno avuto molti seguaci non erano falsi cristi ma servitori di Dio? La tua difesa di Perri legata al numero mi sembra molto debole.
    Le mie domande e rimostranze non sono infamanti, perché sono fondate e basate sul video che sta su internet, quindi non sono false accuse, pertanto ti devi riprendere anche l’accusa di infamatore che tu mi hai lanciato, senza comprenderne il significato si comprende, ma è difficile lanciare insulti senza che si veda che lo siano, ci vuole uno sforzo maggiore da parte tua.
    Sicuramente il tuo pastore Perri non te l’ha detto, ma tra i compiti che i servitori di Dio hanno, c’è anche quello di distruggere le false dottrine e i comportamenti scandalosi che i credenti pongono in essere. E poi, dai commenti che si leggono sopra, mi pare che Perri non si sia risparmiato di parlare male a convenienza sia dei cattolici romani sia degli evangelici.
    Comunque, che vi piaccia o no, quando ci saranno documenti pubblici che scandalizzano il mondo e i credenti, io lo farò notare manifestando il mio dissenso e mostrando quale sia il giusto comportamento da tenere secondo la Bibbia.
    Ma secondo voi, prendere a braccetto don Gelmini, chiamarlo fratello, dargli ragione in alcune frasi completamente sbagliate che ha detto, può mai essere un’opera che ha fatto lo Spirito santo? Se fosse stato presente lo Spirito santo non gli avrebbe detto che doveva convertirsi dagl’idoli all’Iddio vivente? Invece, il pastore Perri, ha preso con grande cura l’idolo che Gelmini gli ha donato senza dire niente.
    Chi ha orecchie da udire oda.

    Mi piace

  9. Giovanni permalink
    31 agosto 2009 22:06

    Signor Piredda legga meglio ciò che mia sorella, non tua sorella, ha scritto e troverai che le sue affermazioni sull’unzione del suo Pastore, mio Pastore e padre Spirituale e carnale, non si basano solo sui numeri ma sulle giornaliere manifestazioni di Dio attraverso di lui.
    ogni giorno si possono vedere nella nosra chiesa guarigioni, liberazione dai demoni ( può il diavolo cacciare il diavolo, può un regno essere contro se stesso?), conversioni dal regno del diavolo al Regno di Dio, battesimi con lo Spirito Santo e ancora di più c’è la Santa predicazione della Parola di Dio con sempre nuove rivelazioni.
    quindi PIREDDA lascia stare il mio pastore e pensa alla tua chiesa e segui il tuo pastore che certamente ti insegnerà che il giudice dei fratelli è satana mentre noi abbiamo un avvocato presso il Padre che è GESù Cristo.
    inoltre dalla tua posizione tu non puoi giudicare un Pastore ne dare consigli altrimenti tra un pò sentirai di dare consigli anche a Gesù se sei una pecora fai la pecora, ma se ti comporti da lupo attenzione….
    Piredda lascia stare il mio Pastore e poi se vuoi conoscere la sua missione e vedere nell’intero ciò che si sta realizzando per il Regno di Dio fatti una passegiata qui a Reggio Calabria e vieni a chiedere chiarimenti direttamente a Lui.
    Ma smettila di fare l’opera di satana dicendo male di un Unto di Dio perchè un giorno ci sarà Chi te ne chiederà conto

    Mi piace

  10. 31 agosto 2009 23:06

    Se sia mia sorella non dipende nè da me nè da lei nè da nessun uomo, perché chi fa nascere dall’alto è Dio. Io sono certo di essere nato da Dio e presumo che anche quella sorella sia nata da Dio, quindi avendo lo stesso Padre siamo anche noi, per forza di cose, non per scelta nostra, fratello e sorella, l’opera l’ha fatta Dio e tu non ci puoi fare niente. Così, forse, comprendi quando due persone diventano fratello e sorella.
    Forse volevi dire che tra la sorella Palmina e me non c’è comunione, in questo caso sì, hai ragione.
    Per tornare all’oggetto principale dell’argomento, ti ricordo, che anche l’apostolo Paolo ha dovuto riprendere l’apostolo Pietro perché aveva ricominciato a insegnare ai gentili a giudaizzare, e in Galati è scritto che Pietro era da condannare. Eppure Pietro era ripieno di Spirito santo, eppure Dio tramite le mani di Pietro aveva guarito, aveva risuscitato dai morti Tabita, per le sue predicazioni si sono convertiti in migliaia; tuttavia, quando ha sbagliato, Paolo lo ha giustamente ripreso.
    Ora, qualcuno che ha compreso la figura, può dirmi: “ma tu non sei Paolo”! Questo è vero, ma Perri non è Pietro, ogni cosa è alla sua giusta misura.
    Il fatto che Dio si sia servito e si serva di Perri, non lo autorizza a fare ciò che gli piace e sovvertire la verità dell’evangelo, chiamando fratelli i cattolici che non sono stati rigenerati da Dio, e siccome questo argomento non viene compreso bene, quello, cioé della rigenerazione, mi fa pensare un po’ riguardo ai vostri numeri che sono stati presentati.
    Per quanto riguarda invece le minacce, velate ma sempre minacce sono, Iddio provvederà anche per quelle come ha provveduto in passato per tante altre cose.
    Avete fatto, tu e gli altri, tante chiacchiere in difesa del vostro beneamato pastore, ma non avete dimostrato nulla nel merito della questione sollevata col mio scritto.
    Se io sto facendo l’opera di Satana, allora sto mentendo e voi state dicendo la verità. Ma perché non siete entrati nel merito dei passi della Bibbia? Perché avete solo difeso il vostro pastore con ciance varie condite con numeri? E’ la Parola di Dio quella che convince di peccato l’uomo. E finisco, citandoti le parole di Gesù: “Se ho parlato male, dimostra il male che ho detto; ma se ho parlato bene, perché mi percuoti?”

    Mi piace

  11. Gianluca permalink
    31 agosto 2009 23:38

    salve,
    vorrei dire la mia su questo caso.
    Non me la sento di giudicare male il pastore Perri,
    però devo ammettere che quando ho visto il video
    sono rimasto un po’ male nel vedere un pastore evangelico
    che se la intende così bene con un prete cattolico,
    peraltro ammirandolo per i suoi buoni frutti!
    Ma ne siamo sicuri che siano buoni?
    Ho letto un libro nel quale c’è la testimonianza
    di un certo Zanin, che da ragazzino ha recitato nel famosissimo film Amarcord,
    dove dice di aver subito Abusi (e non solo lui) da questo prete,
    questi sarebbero i buoni frutti??

    Mi piace

  12. Nunzia permalink
    1 settembre 2009 00:17

    A coloro che difendono con tanta animosità il loro pastore, dico di andarsi a rileggere la seconda lettera ai Corinzi, cap 6, versetti da 14 a 18 e chiedo: “E’ meglio difendere la Parola di Dio o un uomo?”.

    Mi piace

  13. Giovanni permalink
    1 settembre 2009 07:43

    Piredda io non ti minaccio chi ti minaccia è la Parola di Dio.
    comunque io ti ho anche invitato a prendere le valige e a venire a Reggio Calabria e a chiarire direttamente con lui senza usare questo blog.
    Fai il Cristano e confrontati e chiarisci ma sappi una cosa che il mio Pastore è un servo di Dio e questo non lo dico io ma lo dice Dio che gli fà partorire figli e figlie spirituali.
    sta scritto dai frutti conoscerete l’albero (è una citazione Bibblica questa vero?).
    Sappi una cosa che anche io so chi sono e sono un Figlio di Dio nato dall’acqua e dallo Spirito e lavoro per edificare il Regno di Dio su questa terra e sappi un’altra cosa che ne tu ne io possiamo dire chi è salvato e chi no ma solo il Padre.

    Mi piace

  14. 1 settembre 2009 08:55

    Non mi è stato dimostrato niente di sbagliato ancora, con la Parola di Dio, quindi come fa a minacciarmi Essa?
    Per il fatto di andare a Reggio, ebbene ti dico che là direi le stesse cose che scrivo, non è che il vostro numero mi farebbe cambiare modo di parlare.
    Una delle opere del cristiano è appunto questa: (Colossesi 3:16)”La parola di Cristo abiti in voi doviziosamente; ammaestrandovi ed ammonendovi gli uni gli altri con ogni sapienza, ..”, vedi, anche ammonire chi sbaglia è un’opera del cristiano, ed io mi sono trovato a doverlo fare.
    Tra le opere del cristiano c’è anche quella di leggere la Parola di Dio e analizzare per mezzo d’essa ciò che dice il tuo pastore, perché non lo fai questo? Perché segui l’uomo e ti confidi in esso anziché in Dio? Perché difendi i comportamenti sbagliati del tuo pastore? Cosa intendi tu per essere nato dall’acqua? Perché dici che non possiamo dire chi è salvato oppure o no? Se hai detto in un tuo commento precedente che grazie al tuo pastore sono stati salvati in migliaia e adesso dici che non puoi dire se sono salvati?
    Ascolta, Giovanni, devi studiare le sacre Scritture, mettere i tuoi pensieri e il tuo credo in ordine, e poi comprenderai cose che adesso vedo che non comprendi, perché così Iddio ti darà intendimento.

    Mi piace

  15. gio1976 permalink
    1 settembre 2009 14:57

    pace a tutti. inutile dire che quanto leggo mi fa capire che a difesa di un pastore che si è mischiato con i pagani,un pastore che si è mischiato con gli idolatri,coloro che adorano le statue di maria e praticano la messa che è una bestemmia, inutile dire che in difesa di questo sedicente pastore alcuni fratelli non conoscono le scritture! altrimenti si sarebbero resi conto di quanto hanno scritto! anche i testimoni di geova sono fratelli di gilberto perri? certo! perchè anc he loro parlano di gesù! quali frutti può dare un prete? ma voi siete veramente convertiti? perchè ho i miei dubbi! prima di essere convertiti eravate cattolici poi vi siete convertiti e vi siete giustamente allontanati dal cattolicesimo ora vi riavvicinate perchè un pastore è caduto siete caduti anche voi? ravvedetevi! e vergognatevi! perchè disprezzate gli insegnamenti di gesù per non dare dispiacere ad un pastore che ha sbagliato! riprendetelo e quando si risveglierà vi ringrazierà! invece voi lo seguite come dei ciechi senza guida! non mi sorprenderei di vedervi inginocchiati a baciare l’anello del papà! che prima era un nazista e oggi si fa chiamare santo padre! sapete chi è il santo padre? avreste il coraggio di chiamare don gelmini padre? SI PERCHè questi eretici si fanno chiamare padre! questi preti,questi papi sono veri e propri peccatori! sono dei pagani! non conoscono Gèsù e non sono mai rinati! gilberto perri avrebbe dovuto fare il suo lavoro da cristiano! avrebbe dovuto evangelizzare don gelmini affinchè si penta dei suoi peccati abbandoni il peccato,l’idolatria i voti fatti alla madonna ecc. invece si sono abbracciati chiamandolo fratello! ravvedetevi! e leggete le scritture invece di perdervi dietro le eresie dei preti! difendete gli uomini non curandovi della parola di Dio! ravvedetevi! ravvedetevi! ravvedetevi! un prete di torino ha violentato sessualmente dei ragazzi dell’oratorio anni fa quello e vostro fratello?! sono vostri fratelli coloro che s’inginocchiano davanti alla statua di padre pio? vi sentite fratelli con costoro? io no! io a coloro che s’inginocchiano davanti alle statue a pregare dico ravvedetevi! chiedete perdono a Gesù cristo e se vi convertirete all’evangelo allora vi chiamerò fratelli! io non mi sono mai inginocchiato davanti ad una statua di gesso fatta da mano di uomo neanche quando ero inconvertito! e se vedo un prete che sia don gelmini o don camillo sapete cosa gli dico? pentiti dei tuoi peccati abbandona le eresie e le bestemmie e ravvediti! quello che avrebbe dovuto dire perri a don gelmini! voi cosa direste a un prete che s’inginocchia davanti ad una statua? rispondete! cosa direste? lo chiamereste fratello?!

    Mi piace

  16. Palmina permalink
    1 settembre 2009 17:27

    Egregio signore, chiamandomi sorella non fa altro che alimentare la confusione che regna sua vita, perché con tale affermazione ammette suo malgrado che io ho un padre, essendo nata di nuovo tramite la parola ministeriale predicata da un unto di Dio. Paolo diceva in I Corinzi 4,15: “Poiché anche se aveste diecimila precettori in Cristo, non avete però molti padri; perché sono io che vi ho generati in Cristo Gesù, mediante il Vangelo.”
    Ammette allora che mio padre, capace di generare figli predicando la sana dottrina è il mio pastore e comunque lo giudica ancora. Parliamo invece del suo di padre. A quale chiesa appartiene, da quale progenie spirituale discende? O è forse una stella errante che non sa stare nell’ordine in nessuna chiesa e per questo se ne distacca, rinnegando la cava da cui è stato tratto? O se invece ha un santo pastore che la cura, è lui d’accordo che lei perpetri quest’azione contro un mandato di Dio? Se lei avesse un padre che l’ha generata in Cristo, un pastore santo come il mio, le avrebbe già spiegato che i pastori sono degni di doppio onore e rispondono direttamente a Dio del loro operato. Rimarrebbe allora nell’ordine stabilito da Dio e all’interno della chiesa alla quale appartiene svolgerebbe il suo compito, senza andare a giudicare abitudini e cibo delle altre famiglie.
    Quando lei accusa il mio pastore di essere contro la parola di Dio mi ricorda tanto questo versetto in Matteo 9,10: “10 Mentre Gesù era a tavola in casa di Matteo, molti pubblicani e «peccatori» vennero e si misero a tavola con Gesù e con i suoi discepoli. 11 I farisei, veduto ciò, dicevano ai suoi discepoli: «Perché il vostro maestro mangia con i pubblicani e con i peccatori?» 12 Ma Gesù, avendoli uditi, disse: «Non sono i sani che hanno bisogno del medico, ma i malati. 13 Ora andate e imparate che cosa significhi: “Voglio misericordia e non sacrificio”; poiché io non sono venuto a chiamare dei giusti, ma dei peccatori».
    Aveva perso Gesù la Sua identità di Figlio di Dio, si era forse sporcato o si era lasciato confondere dalle frequentazioni? O, come il mio pastore, si lasciava condurre dalla volontà di Dio e dallo Spirito Santo che soffia dove vuole e nessuno lo può costringere in schemi religiosi?
    Il mio pastore mai ha rinnegato o disubbidito alla Parola, piegandosi all’idolatria.
    Tuttavia, se ha amore per la verità e non spirito di giudizio, legga invece il suo ultimo libro scaricabile on line al seguente link:

    http://www.peace.it/LIBRI/REGNODIDIO_ITALIA_2009_4.doc

    e le sue ultime prediche sul sito

    http://www.peace.it cliccando su PREDICHE CHIESA

    Chissà che Dio non le apra la mente, le scaglie le cadano dagli occhi, e non sia lei a ravvedersi e a capire che sta opponendosi, con scarsi risultati grazie a Gesu’, all’opera dello Spirito Santo.

    Mi piace

  17. 1 settembre 2009 20:14

    SCARICA LA CONFUTAZIONE AUDIO CONTRO LA TEOLOGIA DEL DOMINIO citata nel commento sopra.
    Per quanto riguarda la tua rigenerazione, in tutte le tue parole, non hai detto la cosa più importante, cioè che sei “nata da Dio”. Hai solo citato il tuo pastore carnale, ma hai tralasciato di parlare di Colui che compie l’opera della rigenerazione, che è Dio e Lui soltanto. Sta scritto, infatti: (1 Corinzi 3:4-7) “Quando uno dice: Io son di Paolo; e un altro: Io son d’Apollo; non siete voi uomini carnali? Che cos’è dunque Apollo? E che cos’è Paolo? Son dei ministri, per mezzo dei quali voi avete creduto; e lo sono secondo che il Signore ha dato a ciascuno di loro. Io ho piantato, Apollo ha annaffiato, ma è Dio che ha fatto crescere; talché né colui che pianta né colui che annaffia sono alcun che, ma Iddio che fa crescere, è tutto.” Ti stai dimostrando carnale a dire che appartieni ad un uomo e confidare in lui.Io dico solo che sono nato da Dio, che “Dio è mio padre”, perché è Lui che mi ha rigenerato.
    Certo che un caro fratello mi ha evangelizzato, e Dio gli e ne renda merito, ma è Dio che mi ha comprato non il fratello, ed io devo obbedienza e fiducia maggiormente in Dio e nella sua Parola che in un uomo, qualsiasi opera l’uomo compia.

    Ti faccio una domanda specifica, per capirci meglio, tu, Palmina, sei nata da Dio? Sei stata rigenerata da Dio come dice la Parola di Dio in Giovanni al capitolo 3?Tu stai travisando la verità, perché è Cristo che ti ha comprata, se pure sei stata rigenerata da Lui, è Cristo che ha pagato il prezzo e tu devi prima di tutto obbedire a Lui e alla Sua Parola. Se tu preferisci obbedire agli uomini anziché a Dio, allora, non ti stai conducendo dirittamente verso Colui che è morto per te.

    Comunque, torniamo al punto, il fatto che Paolo, Pietro, Giovanni ed anche i pastori e ministri di Dio di oggi, dalla cui predica Iddio ha salvato molte persone, non dà loro il diritto di trasgredire la Parola di Dio.

    Te lo ripeto ancora, che ti entri bene nelle orecchie, chi annunzia la Parola non è nulla, quello che è tutto e che va obbedito è solo Cristo.

    Il tuo pastore Gilberto Perri, ha sbagliato, ha peccato nel mettersi in comunione con i cattolici, e lo ha fatto non perché gli siano simpatici o abbia veramente comunione, ma lo ha fatto semplicemente per ottenere dei voti politici anche dai cattolici romani. Che tu lo voglia o no, il tuo amato pastore ha peccato davanti a Dio, davanti ai perduti cattolici e davanti al mondo intero, quindi, è degno di essere ripreso pubblicamente, di essere severamente ammonito, affinché si penta dei propri peccati e chieda perdono a tutti gli evangelici e i pentecostali che ha offeso.
    E tu con lui, ti devi ravvedere, perché lo difendi nel suo peccato.

    E se non lo sai, te lo dico io, tu appartieni a Cristo e non ad un uomo, seppure sei nata da Dio!

    Mi piace

  18. gio1976 permalink
    1 settembre 2009 23:22

    io non accuso il tuo pastore. è la bibbia stessa che accusa il tuo pastore! l’apostolo paolo non ha mai detto di voler essere chiamato paolo e con le tue parole mi fai capire che tu chiami padre il tuo pastore?! è lui che ti ha fatta rinascere?! ravvediti! come ti permetti di chiamare padre un pastore?! tu con questo modo di fare offendi Gesù! ti ostini a difendere e giustificare il peccato! tu difendi il peccato! perchè se uno pecca chiunque egli sia non va difeso,perchè chi lo difende si rende complice di un peccato. ti senti figlia di un uomo invece che di gesù! siete succubi di questi uomini eretici! gilberto perri è un peccatore è tutti coloro che lo digendono e lo chiamano padre peccano insieme a lui. sono i malati è vero che hanno bisogno del medico ma il problema è che questo sedicente medico invece di curare don gelmini si è ammalato insieme a lui! ravvedetevi! vavvedetevi! perchè stasera stessa la vostra anima vi verrà ridomandata e comparirete davanti a Dio e cosa direte? e colpa di perri? eh no! troppo facile! Dio ha lasciato la bibbia per istruirci! ricordati che Dio e il padre! io anche sono rinato per grazia di Dio attraverso la predica di un pastore inglese,ma non lo chiamo padre e non ringrazio lui! ringrazio il mio signore Gesù cristo! è lui che salva non i pastori!

    Mi piace

  19. Giovanni permalink
    2 settembre 2009 00:25

    gio 76 leggi I° Corinzi 4/15. Gilberto Perri è un santo Figlio di Dio e tu non sei tenuto a giudicarlo i veri cristiani non giudicano ma salvano.
    va be questo lo fanno i Figli di Dio ma tu e tuo compare usate la Parola di Dio per giudicare condannare crocifiggere…. “Crocifiggilo Crocifiggilo” anche voi eravate sotto la Croce vero?
    complimenti avete avuto un bravo maestro il re dei giudici satana.
    gli angeli della Chiesa sono le stelle che Gesù ha nelle sue manie voi non li potete toccare.
    voi condannate e giudicate come fa il padre vostro e del giudizio che voi avete usato contro il mio padre spirituale che è il mio Pastore ( voi non avete questa rivelazione da parte di Dio voi siete degli embrioni che non si sono mai voluti sviluppare)
    mi avete stancato non abbiamo bisogno di voi e voi non avete bisogno di noi se rietenete vi prego di smetterla di parlare di Gilberto Perri che è mio padre Spirituale e carnale. Io lo difendo perchè sono il figlio e perchè ho visto come il mio Padre Celeste Gesù Cristo si usa di lui per salavre le anime e per fare Crescere il suo regno nel mondo.
    Mio padre non ha bisogno dei voti dei Cattolici ne dei testimoni di Geova ne degli Evangelici come voi ( Grazie a Dio non sono tutti come voi).
    voi non conoscete mio padre non conoscete la mia chiesa non conoscete ciò che stiamo cercando di realizzare per dareGloria al Nome del Signore e non sapete neanche come il Signore Gesù ci stà sostenendo vuoi vedere che Gesù h sbagliato e invece di aiutare voi sta aiutando un gruppo di falsi profeti? dategli qualche consiglio)
    voi non parlate di Gilberto Perri e non ci vedrete e ne sentirete su questo blog.

    Mi piace

  20. 2 settembre 2009 00:54

    Non hai mai letto le parole di Paolo: “parlino due o tre profeti, e gli altri giudichino? Non hai mai letto queste altre parole di Paolo: (1 Corinzi 6:3) “Non sapete voi che giudicheremo gli angeli? Quanto più possiamo giudicare delle cose di questa vita!”

    Ebbene, io secondo questi versetti, e considerato che sta scritto che i fedeli non devono mettersi con gli infedeli, ho giudicato che Perri ha peccato, e non è un peccato da poco, perché si è messo in comunione con uno accusato di pedofilia, e Perri dice pure che conosce i suoi buoni frutti.

    Ma vergognati, tu che lo difendi, vergognati tu, Gilberto Perri per gli scandali che potrebbero cadere addosso alla tua chiesa per il tuo comportamento sbagliato. Smettila di fare politica e cercare voti a destra e sinistra dove si possono racimolare, cura solo la chiesa e annunzia l’evangelo e lascia stare la politica. Pensa al Regno dei cieli che è dentro i santi, e non ti occupare del regno di questa terra.

    Ma il potere è una cosa che attira e vince gli arroganti e i superbi, questi non possono trattenersi davanti al potere, e devono mettere in campo tutte le cose che possono fare per appropriarsi del potere.
    VERGOGNA! E’ una vergogna per tutti i santi e per coloro che amano Dio e la verità.

    Mi piace

  21. gio1976 permalink
    2 settembre 2009 15:15

    il mio capo,il mio padre spirituale è gesù per questo sono un cristiano. se qualcuno pensa che il suo padre spirituale sia gilberto perri allora non è un cristiano ma bensì un perriano! ma ricordate fratelli e sorelle che colui che regna in eterno è gesù non perri. io non giudico perri per l’uomo che è ma lo giudico con le sacre scritture! e voi non siete stati capaci di difender perri con le sacre scritture il vostro padre peccatore! perchè la bibbia ammonisce quelli come lui.non ho mai letto una parola di elogio a favore di gesù nei vostri scritti! siete degli apostati! elogiate perri più di gesù! fate pure io non posso obbligarvi ad adorare Gesù! ma sappiate che risponderete delle vostre azioni davanti a Dio! continuo a dirvi,ravvedetevi! ravvedetevi! ravvedetevi! anche a te gilberto perri! se sei un vero cristiano vai da don gelmini ad annunciargli il vangelo! non stringere fratellanza con gli infedeli e i pagani peccatori! non potete servire due padroni! siete voi che giudicate le persone! dandoci dei figli di satana senza poter provare biblicamente queste parole! state attenti perchè state bestemmiando contro lo spirito santo! ritiratevi dalle vie del maligno finchè c’è tempo! Dio vi perdoni per le vostre parole insensate nei nostri confronti. ravvediti donna! perchè i tempi sono ormai finiti! il fuoco eterno arde con potenza verso chi disprezza Gesù e elogia uomini peccatori. è una vergogna vedere che un pastore invece di annunciare l’evangelo cerca il potere di questo mondo che appartiene a satana! vergogna! vergogna! vergogna! vergognatevi! leggi quello che scrivi donna! e nel nome di Gesù ti invito a ravvederti!

    Mi piace

  22. Giovanni permalink
    3 settembre 2009 12:48

    gloria a Gesù Cristo

    Mi piace

  23. 3 settembre 2009 13:40

    Pensate che un cattolico romano, dopo aver visto questo video su Facebook, era contento ed ha commentato che Gilberto Perri si sta ravvedendo. Voleva sicuramente intendere che il prete don Gelmini era nella verità e Gilberto Perri, che prima era nell’errore più profondo, adesso si sta avvicinando alla verità della chiesa cattolica romana per tornare sotto il papato.
    Non ha forse scandalizzato Perri con un tale comportamento? Sì che scandalizza e noi disapproviamo il suo comportamento sconveniente e peccaminoso.

    Mi piace

  24. gio1976 permalink
    3 settembre 2009 14:50

    Non ti è venuto spontaneo però ho dovuto fartelo notare io che fin ora la gloria l’avete data solo a perri.
    perchè egli vi ha salvati,egli è il vostro padre spirituale ecc. Gilberto Perri comparirà davanti a Dio e sarà giudicato per le sue azioni e voi non comparirete davanti a Gilberto Perri ma anche voi davanti a Dio. che direte dunque? che non sapevate? avete la bibbia e dei fratelli che vi stanno aprendo gli occhi! ravvedetevi! ravvedetevi! nominate Gesù Cristo come vostro padre spirituale in quanto egli vi ha salvati! egli si è manifestato a voi!

    Mi piace

  25. StarLionPS permalink
    10 settembre 2009 22:37

    Messaggio riferito a coloro i quali giudicano il pastore Perri…

    Sono un cristiano nato dal ministerio del pastore citato in giudizio per eresia.
    Grazie a Dio che son nato sotto lui, altrimenti, avrei perso il mio tempo ad andare a cercare e a vedere dove i pastori vari sbagliano nel condurre un gregge per screditarli.Mi domando come mai al posto di prodigarvi per l’avanzamento del regno di Dio su questa terra in tutti i settori e ovunque, state in casa chiusi soli soletti a santificarvi sempre più leggendo e pregando.

    Dopo aver letto le varie esposizioni fatte mi domandavo una cosa soltanto dato che lo accusate di aver dato fratello ad un idolatra…

    Avete avuto la fortuna di nascere in una famiglia cristiana o vi siete convertiti dopo???

    Mi domando…se siete nati in una famiglia cristiana, avete mai mangiato con un non fratello spirituale, siete andati mai a votare, o a far qualsiasi cosa che non centra con la chiesa??? No perché se così fosse siete allo stesso livello del pastore…ne più ne meno!!!

    Se vi siete convertiti dopo…fate attenzione… magari x il duro di cuore di qualcuno ci son voluti giorni e così ha provocato la contaminazione e il giudizio da parte di Dio sul portatore della parola….

    Io son nato in una famiglia cristiana, mangio e bevo con xsone che nn sono convertite, cattolici sfegatati , bestemmiatori ecc…

    Quindi il mio caro Gesù nn ha fatto nulla x me e nn sono un suo figlio come dite voi, xkè x come accusate voi con la scrittura stessa non dobbiamo mangiare con costoro…

    E mi dite come faccio a portare la parola??? Ad annunziarla a codeste xsone??? Quindi il caro buon pastore Gesù dopo aver portato la salvezza ha fallito il resto…

    Mi rallegro sapendo che ho trovato xsone che sanno rispondere come voi…

    Quindi, voi che parlate, avete mangiato, mangiate, o in casa avete un familiare che non è convertito e non vuole sentir parlare affatto di salvezza, e state con lui, fate attenzione…

    x nn essere giudicati davanti a Dio come il pastore Perri andate via da casa, magari in qualche albergo …o che dico, no aspetta magari nn è di un fratello e quindi è immondo…

    2 sono le cose o scavate una buca sotto terra grande grande e vi chiudete lì altrimenti tocchereste qualcosa di immondo e perdereste la santità…o si và a fare gli eremiti…

    Ma voi forse siete rimasti ai tempi del caro Mosè, siete ancora sotto la legge forse???
    Il perdono, l’amore, la carità su questa terra sapete dove stanno di casa???

    Eppure credo che il padre nostro lo dite o no??? Recitate sia fatta la tua volontà come in cielo così in terra…in cielo c’è un regno…quindi va fatta la sua volontà su questa terra…e qual’è mi domando??? Leggere e pregare??? Dire tu sei di questa chiesa e quindi sei giallo, tu di quella e quindi sei rosso??? Aspettare con le mani in mano il ritorno di Gesù???
    Non credo proprio…Gesù ha portato il suo amore su questa terra x tutti coloro che si accostano e lo ricevono, salvandoli e dandogli il diritto di diventar suoi figli, iniziando la sua missione col parlare del regno di Dio e finendo con le cose del regno…e lui ha dato un mandato : andate nel mio nome… e così si stà prodigando a far il pastore Perri mediante lo spirito santo nel nome di esù Cristo…

    Come i discepoli andavano e si formavano le chiese, così è…andavano e guarivano, così è…andavano e battezzavano in acqua e con spirito, e così è…andavano a scacciar demoni, e così è…resuscitavano i morti,e così è…

    Da un albero buono non esce frutto cattivo e se non era da Dio, credo che a quest’ora l’opera di Gallico si sarebbe disintegrata…e invece??? Cresce di giorno in giorno in numero e in spirito e in ogni cosa che serve per l’avanzamento del regno, nel nome di Gesù Cristo.

    Ma che faceva Gesù??? Che cosa??? Me lo dite??? Andava a pregare chiuso in casa e nel tempio, o prima operava e poi predicava??? Mangiava coi sani o con i malati??? Me lo dite??? Xkè se voi da quando è iniziato il discorso vi basate sul perché ha chiamato fratello un cattolico mi fate ridere… e x questo dovremmo andare all’inferno???
    Avete proprio capito l’amore di Gesù…
    Dite: dovevi dirgli che si deve convertire…mi domando perché nn andate voi…o avete forse paura di sporcarvi toccando le cose immonde???
    E che sapete voi se quell’incontro è servito affinchè inizi un parlare delle cose relative al regno di Dio e magari vedremo la conversione sua…avete voi la misurazione del tempo di Dio e delle sue cose o dei suoi piani su ogni singola xsona??? Sapevate il piano che aveva x voi?? no…

    Dio solo conosce i cuori…sa se quel che fa il pastore è buono o meno…ai vostri occhi sarà negativo…ma mi rallegro di farne parte del suo ministerio xkè dinanzi agli occhi di Dio è un suo figlio santo unto e benedetto da Lui e nn dà mano d’uomo…

    Ma dove vivete???In questo mondo??? E Cristo che è venuto a fare in questo mondo??? A dirci di stare in casa a girarci i pollici pregando e leggendo???

    Un comandamento ha lasciato Gesù di amare il prossimo come Lui ha amato noi…e io posso attestare che dalla mattina alla notte fonda il pastore ama e serve i fratelli per primo lui…non si fa servire come ho visto ad altre parti…i fratelli li ama e li serve…non li giudica e li disprezza come fanno altri…e la chiesa è unita sotto il medesimo spirito e non escono liti e contese come ho visto ad altre parti…

    Questo forse vuol dire che regna lo spirito di Gesù Cristo ed è Lui a stabilire i mandati e a regnare su tutta l’opera !!!

    Dimenticavo…dato che riuscite a guardare nei cuori delle xsone e stabilire chi è salvato o meno come fa Dio…guardate prima i vostri di cuori…e lasciate xdere chi si adopera in prima xsona all’avanzamento del regno di Dio.

    Mi piace

  26. 11 settembre 2009 10:06

    Ascolta ora quello che ho da dirti.
    Innanzi tutto mi dovete spiegare come mai dite quasi tutti che siete stati generati da Perri e non dite mai che siete stati RIGENERATI DALLA PAROLA DI DIO, da Cristo Gesù e dallo Spirito santo. Se non lo dite, forse, non lo avete sperimentato, chissà, Dio lo sa. Certa è questa parola che ha detto Gesù, che dall’abbondanza del cuore la bocca parla, quindi, ciò che dimora nel cuore si rende manifesto esteriormente anche con le parole (questo risponde al fatto che noi vediamo nei cuori degli uomini: non noi vediamo nei cuori, ma la Parola di Dio sì).
    Quando regna lo Spirito di Cristo, che è verità, non possono uscire dalla bocca delle ERESIE ENORMI come sono uscite dalla bocca di quest’uomo.
    Quello che ho voluto dire nel mio scritto, che dalle vostre risposte mi sembra che non mi sono fatto capire, è che non dico che i santi non devono mangiare con i cattolici romani o non devono frequentarli, ma quello che dico è che non devono chiamare fratello uno che fratello non è, cioé non è nato di nuovo, dall’alto, perchè si deve ancora convertire dagl’idoli all’Iddio vivente e vero. Siano essi cattolici, testimoni di Geova, musulmani.
    Quindi, mangiate pure liberamente con i perduti e malati di questa terra, ma ricordatevi che il vostro compito è quello di dire loro che rimanendo in quello stato d’animo, non vedranno il regno dei cieli ma saranno scaraventati all’inferno, dovete perciò annunziare loro la salvezza, non chiamarli “FRATELLI”.
    Il vostro padre Perri (tralaltro Gesù ha detto anche di non chiamare nessuno padre su questa terra) non solo ha sbagliato nel fare legami con i pagani (il che non vuol dire che non deve mangiare con loro come ho detto sopra), ma non deve ritenerli fratelli, perchè se no così li inganna, credono di essere a posto così e non si convertiranno mai a Cristo e non saranno mai compunti nel cuore sentendosi peccatori perduti come devono sentirsi.
    Il vosrtro padre Perri, ha disprezzato gli evangelici e i pentecostali, quindi, lui non risparmia il suo disprezzo e le sue offese contro chi non la pensa come lui.
    Il vostro padre Perri è più simile ai cattolici romani, si fa persino il segno della croce, di cristiano ormai mostra che gli rimane ben poco (guarda il video e i commenti in proposito).
    Il vostro padre Perri ha insegnato che chi si suicida, se era cristiano, viene salvato lo stesso, e questo non condannare il suicidio equivale a incoraggiarlo, ed è una cosa GRAVISSIMA, che neppure tra quelli del mondo passa per la testa (guarda il video e i commenti in proposito). In proposito leggi il passo di Apocalisse 22:15 : “Fuori i cani, gli stregoni, i fornicatori, gli omicidi, gli idolatri e chiunque ama e pratica la menzogna.” Il suicida è un omicida di se stesso, quindi, come ha detto Gesù, gli omicidi (e anche i suicidi) non entrano nella nuova Gerusalemme. Tu, credi alle parole di Gesù? O preferisci credere alle parole di Perri? O credi a uno e rinneghi l’altro, o viceversa, ma non puoi credere a tutti e due, perché hanno insegnato due cose opposte l’una dall’altra.
    Il vostro padre Perri ha insegnato che i morti pregano per i vivi, e questo non è vero, perchè l’unico intercessore tra Dio e gli uomini è Gesù Cristo, anche qui ha pronunziato UNA ERESIA, sempre dimostrando che è ormai filo-cattolico romano (guarda il video e i commenti in proposito).
    Mi dispiace per lui, ma soprattutto mi dispiace per te e per quelli che lo difendono quando insegna delle eresie, perché così facendo dimostrate di non amare Gesù, di non amare la verità della Parola, perché nella menzogna non c’è amore. Nella falsità non c’è amore. Nella eresie non c’è verità, quindi non c’è amore, perché amore e verità vanno a braccetto.
    Mi accusate tutti di non avere amore nei vostri confronti, ma intanto le menzogne ve le sta insegnando il vostro “PADRE PERRI” e non io, anzi, io attirandomi i vostri insulti e le vostre imprecazioni, vi sto annunziando parole di verità e di “buon senno”, cose che il vostro padre non sta più facendo, e da questo farete bene a guardarvi e abbandonare tutte le pratiche ANTIBIBLICHE che quest’uomo traviato di mente e di cuore ha introdotto nella chiesa dei santi. Poi, se la difesa di quell’uomo ha altri significati, come ad esempio lavoro, voto e altro, beh, allora posso dire che avete rinnegato la vostra primogenitura per un piatto di lenticchie.
    La mia esortazione per voi è che vi RICONCILIATE CON DIO, semmai lo avete conosciuto, perché dalle vostre parole sento dire soprattutto che siete stati generati da Perri, mentre i santi, quelli veri, vengono RIGENERATI DALLA PAROLA DI DIO E DALLO SPIRITO SANTO.
    E’ per amor vostro che noi ci esponiamo e vi esortiamo a tornare a Dio, vostro vero Padre, perchè è Lui che vi ha rigenerato in Cristo, non il vostro beneamato Perri. Che vi piaccia o no, sta scritto così, e il vostro Perri non può nulla contro la verità.

    Mi piace

  27. StarLionPS permalink
    11 settembre 2009 14:55

    dunque…
    che siamo stati rigenerati dalla parola di Dio, da Gesù Cristo e dallo Spirito Santo è ovvio…altrimenti non avremmo confessato il nome di Gesù Cristo entrando nelle acque e al posto di aver creduto nel Suo nome avremmo creduto in quello di Perri come insinuate…
    è stata la parola di Dio portatami dal pastore Perri tramite Dio, quindi Gesù Cristo, a farmi nascere di nuovo…
    quindi il tuo amore nel riprenderci x evitare la perdizione col voler saper xkè diciamo di esser di Perri è questo…
    io sono stato generato dalla parola di Dio e quindi ho un padre che è Dio Gesù Cristo…
    ho una mamma che mi ha partorito ed è la santa chiesa di gallico di cui l’angelo e l’unto è Gilberto Perri…
    e mi nutro col cibo di essa che è dato dallo Spirito Santo per mezzo della parola di Dio data all’angelo della chiesa…dunque ti è chiaro adesso???
    quando mi debbo presentare da qualche parte dico sono figlio di tizio e caio…
    quando debbo parlare dello spirituale mi presento come cristiano e quindi figlio di Dio (PADRE) e appartenente al ministerio (MADRE) che mi ha fatto sorgere x mezzo della parola di Dio …e siccome sono un figlio, la madre mi nutre mediante la parola del padre…è chiaro adesso??? Se mi presento in un qualsiasi posto e dico sono figlio di Peppe e basta…vengo preso x un bastardo…xkè dicono ok…a Peppe lo conosciamo ma chi è la madre???
    Quindi ovunque vada nella vita carnale mi presento con nome e cognome e quando dico il nome di mio padre sanno con chi è coniugato e mi riconoscono…
    nello spirituale ho una posizione che è quella citata sopra…non sono un bastardo che và di chiesa in chiesa e vedo dove è migliore quindi faccio le discriminazioni tu sei giallo o rosso e quindi sei migliore…o ancor più non vado a sedurre i fratelli e a rubarli dalle altre chiese e dico guardate si è aggiunta una nuova anima…ma dove??? le anime sono come hai ben detto tu quelle rigenerate dalla parola di Dio…e chi te la porta ti fà partorire…dunque il pastore perchè cura le anime??? xkè sono sue… quando Gesù ha pregato a Dio che cosa diceva??? i MIEI, quelli che TU mi hai dati…!!! dunque??? Gesù chi era??? il pastore di quelle anime…era colui il quale li aveva fatti nascere mediante la parola di Dio…ed era quello che si curava di loro…altrimenti xkè si sarebbe definito pastore??? per giocarsi i discepoli e venderli ad un altro pastore??? non credo proprio…
    Guarda…ti dico una cosa soltanto…sono nel commercio e ho avuto modo a che fare con più cristiani PASTORI che nel momento di dire gloria a Dio lo dicono, poi nel momento in cui c’è dà rispondere personalmente su cose terrene vanno a cercare magagne diaboliche ma grosse che poi si ritrovano loro dentro e non sanno uscirne…che vanno a rubare le anime di chiesa in chiesa e le portano nelle loro…che non sanno nemmeno cosa vuol dire Spirito Santo durante la predicazione della parola…di frateli loro ed anziani e diaconi che si mettono contro il pastore xkè si sentono di fare i pastori loro xkè hanno STUDIATO, e poi non sanno stare sottomessi al loro mandato (pastore)…di pastori che promettono ad altri se vieni da me ti faccio diventare anziano…e che porcherie sono quste??? (ovviamente nn è x tutti così) ma dalle mie esperienza la maggioranza di ciò che ho visto è così… me li chiami pastori??? e cosa conducono??? al posto di dar cibo al proprio gregge, si procurano il loro, si fanno vedere agli occhi degli altri pastori pieni di pecore, non rendendosi conto che il lupo intanto glieli stà mangiando e tramutando in altri lupi…e davanti agli occhi di Dio come si presentano se poi non hano frutto permanente??? gli dicono sono il pastore di….di….di..aspetta ma avevo 1000 anime che fine hanno fatto??? e vuoi che gli risponda Dio???
    io se debbo parlare da terza xsona una volta visti i due lati preferisco chi opera e predica come faceva Gesù…che se c’è da dar un bicchier d’acqua ad un bisognoso si dà x non ricever da lui ma da Dio…
    parlando nella posizione in cui mi trovo fino ad ora chi predica e razzola male non è Gilberto…
    Xkè lui ha realizzato appieno la missione di Gesù x noi relativa al suo regno…e da pastore che è, ti posso dire che appieno mantiene il compito di farci crescere e di difenderci a costo di rimetterci del suo…
    ha una lupara spirituale (parola di Dio) carica, e quando arriva il lupo è pronto a difendermi…anche gli altri (i vari pastori) l’hanno con sè…ma magari non sanno caricarla o premere il grilletto (capisci il paragone usato)…
    quindi resto del parere che ciò che ho vissuto e che sto vivendo e allo stesso modo in cui l’hanno vissuto i discepoli…avevano fame??? gli veniva dato loro del cibo…sete??? acqua??? lavoro???…raccoglievano le reti piene di pesci…e quasiasi altra cosa…spirituale e terrena…
    dunque se il vostro giudizio è da Dio renderemo conto a Lui…e Gli dirò sono stato io a voler restare sotto il suo mandato…non lui che mi ha sedotto…

    so stare al mio posto e riconosco i vari mandati che dà Gesù Cristo…

    ma credo che se mi ha reso Suo figlio (riferito a Dio)…sono Suo figlio e cerco di adoperarmi di essere come Lui…

    ti domando una cosa…sempre a mio parere riguardo al video citatomi…

    che cosa ha detto di male??? xkè generalizzate??? era o no una figlia di Dio??? ha chi ha creduto??? a Gesù Cristo e al suo vangelo di grazia…e che ha detto Gesù Cristo??? ogni peccato vi sarà perdonato tranne la bestemmia contro lo Spirito Santo…e l’uccidere non è un peccato??? (con questo non stò approvando l’ammazzarsi o l’ammazzare gli altri) allora se era una Sua figlia, mi domando: xkè non deve essere xdonata??? è meglio pensare che vada all’inferno o pensare che c’è un Dio potente a tal punto da perdonare come ha detto qualsiasi peccato a chi ha creduto in Lui??? O per esser perdonati bisogna commettere il peccato prima di diventar Suoi figli???
    Allora mi domando…tutti quelli che sono stati prima di Cristo…e hanno ucciso e commesso peccati e giustamente non hanno mai sentito parlare di Dio e di Gesù Cristo…sono condannati??? quindi siamo solo noi suoi figli??? Quindi è un Dio ingiusto??? Non credo proprio…Non è forse a Dio che sta il potere di rendere l’impossibile possibile di ciò che i nostri occhi vedono e le menti pensano???

    Ti torno a ribadire il CUORE, lo conosce SOLO Dio e solo a Lui stà il potere di decidere su ogni cosa…

    xkè è lui il Re de Re…

    e con questo ho concluso!!!

    Mi piace

  28. StarLionPS permalink
    11 settembre 2009 15:09

    …dimenticavo…

    …a differnza di altri, forse, ha reso publico il tutto proprio xkè non ha nulla da nascondere come altri…

    …parla in libertà nel nome di Gesù Cristo e non nel suo o di altri…

    …lui lavora x noi portandoci la parola e x il regno e ci ripaga il nostro Signore Gesù Cristo…

    …con questa resa publica del suo operare, ha dato lavoro anche a voi a quanto ho capito fino ad ora…dato che passate il tempo a guardare il pastore e a trovare ciò che x voi è sbagliato…

    …solo che poi chi vi ripagherà???

    GLORIA A GESù CRISTO!!!

    …Bo???

    CORREGGO:

    …Bo???

    GLORIA A GESù CRISTO!!!

    Mi piace

  29. giovanni permalink
    11 settembre 2009 18:58

    ma cosa stai farneticando? non credo ai miei occhi! tu sei sviato! ravvediti! chiami chiesa un luogo di culto? la chiesa sono i credenti! come ti permetti di chiamare unto un eretico?!!! ma ti rendi conto di quello che dici??!! spero per il tuo bene di no!! tu non conosci la bibbia mi spiace per te, ma se vuoi evitare il fuoco eterno ti devi ravvedere e leggere la bibbia! non hai le idee chiare sulle leggi della bibbia tu ti affidi cecamente a perri che vi insegna eresie cattoliche romane. quando uno si toglie la vita va in perdizione! mi spiace dirtelo ma la donna che si è suicidata anche lei è nelle fiamme dell’inferno. voi navigate contro la bibbia vi fate il segno della croce e come i cattolici credete che i morti pregano…ravvedetevi! oppure convertitevi nel nome di gesù! mettiti in ginocchio e chiedi a gesù di liberarti!

    Mi piace

  30. luigi campisi permalink
    28 settembre 2009 12:38

    Io conosco personalmente Gilberto Perri, non voglio entrare nel merito della questione, Dio è giusto giudice, non gli uomini, voglio solo dire che quando nessuno mi voleva, oltre 10 anni fa, il Pastore Perri mi accolse, mi diete un tetto e del cibo! Poi se siete così certi di quello che dite, sarebbe più corretto pregare per lui anzichè accusarlo, perkè chi accusa è il nemico delle anime nostre. Dio vi benedica!!!!!!!!
    Luigi Campisi!!!!

    Mi piace

  31. 28 settembre 2009 14:00

    La Bibbia insegna, anzi obbliga a giudicare i fratelli, altrimenti come faranno i credenti a proteggersi dalle false dottrine se non possono giudicare di nulla? Infatti la Bibbia insegna che i santi devono giudicare, con giusto giudizio basato sulla Parola di Dio, non sull’apparenza.
    Ho pubblicato i video, appunto per far vedere a tutti che le cose sbagliate che Perri ha detto, le ha dette lui con la sua bocca, e in taluni casi era anche consapevole di dire cose sbagliate che avrebbero fatto irritare gli evangelici, ed ha avuto ragione, noi gli abbiamo risposto come si meritava.
    Per quanto riguarda le opere buone che ha fatto “10 anni fa”, sono contento che ti sia potuto essere d’aiuto, ma come facilmente comprenderai, il bene fatto anni fa non giustifica che se “oggi” insegna false dottrine deve essere tollerato. Le eresie vanno riprese e confutate. Siccome sono pubbliche, anche la riprensione è pubblica.
    Anche Samuele facevo cordoglio per Saul, che prima era stato unto re, e poi Iddio lo ha rigettato, Samuele era dispiaciuto, ma Iddio gli disse che lo aveva rigettato. Il fatto che Dio unse prima Saul, non giustificava che quando sbagliò Samuele doveva fargliela passare senza dirgli niente. Quindi, pregare va bene, ma non è sufficiente, bisogna avvisare i fratelli che Perri sta insegnando cose sbagliate e sta riportando la comunità all’interno della madre chiesa cattolica romana.
    Le cose che dico, le dico perché ho un tornaconto personale? Non le dico forse per il bene del popolo di Dio? Mi considerato vostro nemico perchè vi ho detto la verità e vi ho messo in guardia dalle eresie insegnate “oggi” da Perri?
    Tuttavia comprendo le vostre parole di sdegno, perché avete imparato tante cose sbagliate da quell’uomo, e tu, Luigi, il fatto che ti ha aiutato non vuol dire che sei stato comprato da lui e gli devi obbedienza cieca, tu sei stato comprato da Dio, seppure hai gustato che il Signore è buono.

    Mi piace

  32. luigi campisi permalink
    28 settembre 2009 16:06

    Mi sembra superfluo commentare la tua risposta, usi termini che non appartengono a chi ha Gesù nel cuore in te v’è solamente odio verso tutto, A.D.I. avventisti etc., forse tu miri solamente alla visibilità, alla gloria, al prestigio, la tua arroganza è tale da non accorgerti neppure di offendere le persone, parli di comprare, ti paragoni addirittura a Samuele.

    Mi piace

  33. luigi campisi permalink
    28 settembre 2009 16:14

    “24 Ora un servo del Signore non deve
    contendere, ma deve essere mite verso
    tutti, atto ad insegnare e paziente,
    ammaestrando con mansuetudine gli
    oppositori, nella speranza che Dio conceda
    loro di ravvedersi perché giungano
    a riconoscere la verità, e ritornino
    in sé, sottraendosi dal laccio del
    diavolo, che li aveva fatti prigionieri,
    perché facessero la sua
    volontà.” (2Tim 2:24-26)

    Mi piace

  34. 28 settembre 2009 20:04

    Strano che un difensore di Perri faccia la considerazione sulla rassomiglianza con Samuele, e non vede che il suo padre Perri si è fatto Cristo, che è di gran lunga cosa nettamente più sbagliata.
    Se tu avessi ragione allora quando Gesù confutava “TUTTI”, farisei, sadducei, erodiani, greci, odiava tutti?
    Se tu avessi ragione allora quando Paolo, Pietro e altri confutavano false dottrine odiavano tutti?
    Più parli e più la tua stoltezza sarà nota a tutti, così la tua ignoranza nella Parola di Dio e la tua mancanza di conoscenza della volontà di Dio.
    D’altronde, chi è cieco non vede.
    Hai fatto bene a citare quel passo di Timoteo, infatti io attendo che Perri, tu e tutti i seguaci di Perri che lo seguono come dei burattini vi dovete ravvedere delle ENORMI falsità in cui credete e le difendete.
    Ma Dio ha cominciato con i suoi giudizi, infatti quando Perri ha insegnato ai suoi seguaci che possono mentire è stato prontamente giudicato da Dio. Ma voi siete ciechi, e Perri è cieco che guida altri ciechi.
    Ancora una cosa, ho visto dei video dove Perri fa saltare “AL SUO COMANDO” tutta la chiesa, sono soggiogati come dei burattini, è una vergogna vedere come il popolo di Dio si può ridurre nelle mani di un dittatore che insegna eresie.

    Mi viene in mente un’altra cosa.
    Perri che pubblica le sue eresie e le sue parole folli ha disprezzato i fratelli evangelici tutti e i pentecostali. Questo molto prima che io iniziassi a far notare ai fratelli le eresie che escono dal cuore di un tale uomo.
    Il tuo padre Perri può offendere e dire ciò che vuole e le dice in TV davanti a chissà quante persone, e noi non possiamo rendere pubbliche le sue eresie sul web?
    Luigi, ti sei venduto per un piatto di lenticchie, sì, siccome ti ha aiutato ora tu dovresti essere il suo schiavo personale?

    Mi piace

  35. pino permalink
    1 ottobre 2009 11:57

    1 ottobre 2009

    Caro Piredda & company, visto che, come dite voi, si può giudicare, purchè ciò sia fatto con giustizia,mi permetto anch’io di farlo, dopo aver letto ciò che scrivete contro il pastore Perri. Preciso subito che non userò paroloni e “vedute bibbliche” particolari, anzi sarò breve, ma estremamente conciso!
    Infatti, faccio appello alla vostra umanità, più che alla vostra spiritualità, visto che quest’ultima è estremamente scarsa e cadente in voi, a giudicare da quel che vedo dai vostri discorsi,ovviamente!!
    Quindi, spero che almeno la prima virtù sia piùnobile della seconda!
    Leggendo la lettera del pastore Perri a voi indirizzata, ho visto che lui vi aveva invitato quì a Reggio Calabria, così da poter parlare DIRETTAMENTE con lui e quindi poter avere la possibilità di dimostrare biblicamente quel che fà!
    Non sarebbe meglio, più saggio ed anche più coraggioso da parte vostra accettare l’invito? D’altronde, se voi pensate di essere nel giusto, perchè nascondersi dietro internet?
    Personalmente credo che il faccia a faccia sia la cosa migliore in casi come questo, non vi pare?
    Infine vi rammento che anche la bibbia esorta ad essere coraggiosi, perchè se una persona si comporta altrimenti, la stessa bibbia, la definisce con un solo termine: CODARDO!! E i codardi non entreranno nel Regno di DIO!! (apocalisse 21;8). Infatti li menziona per primi!
    Voglio sperare che voi siate coraggiosi!! Vi aspettiamo!!

    Mi piace

  36. 1 ottobre 2009 12:31

    Tu fai riferimento ad una lettera che io non ho mai ricevuto.
    Tuttavia, per quanto riguarda l’invito di cui parli, se per iscritto ci avete coperti di insulti e talvolta anche di minacce, è facile pensare che di persona non sarebbe meglio, e, considerato che ciò che dico per iscritto lo dico anche a voce personalmente, ritengo che ci sia ben poco da chiarire personalmente, per me è chiara la vostra posizione, così come è chiara anche la mia di posizione.

    Per quanto riguarda la codardia, ebbene dimentichi una cosa molto importante, “IO MI FIRMO“, nome e cognome, quando scrivo, mi assumo così ogni responsabilità di ciò che dico, mi espongo pubblicamente, quindi, la codardia è una cosa che non mi può essere addebitata. Ma voi, che non vi firmate, che avete scritto cambiando sempre nomi, mettendo indirizzi mail fantasiosi, che avete fatto di tutto per rendervi irriconoscibili, perché lo avete fatto? Di che cosa avete paura? Perché avete paura di essere ben riconosciuti? Non credete neppure da voi stessi che ciò che dite può essere credibile?

    Riprenditi pure l’accusa di codardia, mettitela al collo come un monile, guardala ogni tanto e ricordati del passo di Apocalisse che hai citato, perché quello è RIVOLTO PROPRIO A TE.

    Mi piace

  37. pino velardo permalink
    1 ottobre 2009 18:05

    PINO VELARDO 01/10/2009 BAGNARA CALABRA,VIA MELAROSA,32. TEL. 339/5961611

    Caro Piredda, ho letto la tua risposta alla mia e-mail, mi dispiace che tu abbia capito il contrario di ciò che io avrei voluto trasmettere!
    Intanto lungi da me anche solo l’idea di offendere le persone!
    La mia idea era quella di farti capire che quando ci sono vedute diverse sulle cose, il modo migliore per stabilire chi ha ragione rimane quello di confrontarsi faccia a faccia serenamente e fraternamente e non quello di usare internet, semplicemente perchè internet non consente di dire le cose proprio in faccia!……O sbaglio, forse?
    In secondo luogo, asserisci di essere stato insultato e minacciato, ma prima di dire questo, ti sei mai chiesto se il tuo modo di fare sia sempre stato impeccabile? Da quello che ho letto mi sembra di capire che tutti gli altri sono perduti e voi soltanto siete a posto tant’è che provate piacere a sbandierare i “difetti” degli altri via internet!
    Ora, capisco benissimo, caro Piredda, che tu puoi avere una visione biblica diversa dagli altri, ma non pensi che sia più giusto presentarsi e DIMOSTRARE, CON LA BIBBIA IN MANO, l’ errore degli altri? Per il resto, stai in pace, perchè qual’ora tu verresti quì, nessuno, lo ripeto,NESSUNO ti sfiorerebbe nemmeno con un dito!!
    PS.Come puoi notare mi firmo anch’io, e vado anche oltre lasciandoti i miei recapiti affinchè, se vuoi, puoi venire tu in persona a mettermi sul collo l’accusa di codardia! Ti concedo anche questa gioia! Nel caso tu non te la senta di venire quì, puoi fare come me, lasciami i tuoi recapiti, verrò io da te! D’altronde quando mi riprende un giusto come te è un onore per me!……..o no?

    Mi piace

  38. 1 ottobre 2009 20:07

    Beh, siamo vicini, considerato che ho parenti a Cittanova, che è vicino a Melicuccio, quando mi troverò da quella parti, piacendo a Dio, ci possiamo vedere.

    Mi piace

  39. sarah permalink
    5 ottobre 2009 18:15

    Ora le opere della carne sono manifeste, e sono: fornicazione, impurità, dissolutezza, idolatria, stregoneria, inimicizie, discordia, gelosia, ire, contese, divisioni, sètte, 21 invidie, ubriachezze, orge e altre simili cose; circa le quali, come vi ho già detto, vi preavviso: chi fa tali cose non erediterà il regno di Dio.
    Il frutto dello Spirito invece è amore, gioia, pace, pazienza, benevolenza, bontà, fedeltà, mansuetudine, autocontrollo; contro queste cose non c’è legge.
    Quelli che sono di Cristo hanno crocifisso la carne con le sue passioni e i suoi desideri. Se viviamo dello Spirito, camminiamo anche guidati dallo Spirito.
    Non siamo vanagloriosi, provocandoci e invidiandoci gli uni gli altri.
    Galati 5:19,23

    Mi piace

  40. Maria permalink
    8 dicembre 2009 19:05

    Gesù disse: “Non giudicate, affinché non siate giudicati; perché con il giudizio con il quale giudicate, sarete giudicati; e con la misura con la quale misurate, sarà misurato a voi.
    Perché guardi la pagliuzza che è nell’occhio di tuo fratello, mentre non scorgi la trave che è nell’occhio tuo? O, come potrai tu dire a tuo fratello: “Lascia che io ti tolga dall’occhio la pagliuzza”, mentre la trave è nell’occhio tuo? Ipocrita, togli prima dal tuo occhio la trave, e allora ci vedrai bene per trarre la pagliuzza dall’occhio di tuo fratello.”
    (Matteo 7:1-5)

    “Ciascuno di noi renderà conto di se stesso a Dio. Smettiamo dunque di giudicarci gli uni gli altri; decidetevi piuttosto a non porre inciampo sulla via del fratello, né a essere per lui un’occasione di caduta.”
    (Romani 14:12,13)

    “Non sparlate gli uni degli altri, fratelli.”
    (Giacomo 4:11)

    Mi piace

  41. 8 dicembre 2009 23:52

    (Giovanni 7:24) “Non giudicate secondo l’apparenza, ma giudicate con giusto giudizio.”
    La volontà di Gesù è che i credenti non devono giudicare ingiustamente, ma con giusto giudizio, non basandosi sull’apparenza, ma essendo sicuri delle cose e basandosi sulla Parola di Dio.

    (1 Corinzi 6:2,3) “Non sapete voi che i santi giudicheranno il mondo? E se il mondo è giudicato da voi, siete voi indegni di giudicar delle cose minime?
    Non sapete voi che giudicheremo gli angeli? Quanto più possiamo giudicare delle cose di questa vita!”

    Queste parole di Paolo sono così chiare che non hanno bisogno di commenti.

    (1 Corinzi 14:29) Parlino due o tre profeti, e gli altri giudichino;
    Anche queste parole indicano che i santi devono giudicare, anzi è obbligatorio.

    Ma se i santi non possono giudicare delle cose che succedono e che si dicono, come faranno a riprovare e rigettare le false dottrine e i comportamenti scandalosi?
    Maria devi cambiare insegnante della Parola di Dio, perchè colui che ti ha insegnato tali cose non è certamente lo Spirito santo, perchè lo Spirito santo nelle sacre Scritture ha lasciato detto che ci sono casi in cui NON SI DEVE GIUDICARE E ALTRI CASI CHE INVECE SI DEVE GIUDICARE, e le false dottrine devono essere OBBLIGATORIAMENTE ESAMINATE, GIUDICATE E RIGETTATE.
    La FALSA DOTTRINA CHE DICE DI NON GIUDICARE MAI PER NESSUNA RAGIONE, è una delle false dottrine più dannose che la chiesa abbia potuto accettare, perchè APRE LE PORTE A TUTTE LE ALTRE FALSE DOTTRINE CHE CIRCOLANO.
    Chi ha orecchie da udire oda!

    Mi piace

  42. Maria permalink
    12 dicembre 2009 21:01

    Sicuramente non sono una eccellente esegeta, ma le citazioni che hai riportato non parlano del giudizio che i credenti sono chiamati a fare dei loro fratelli in fede, io leggo del “mondo” e delle cose di questa vita terrena, ma non dei miei fratelli in fede.
    Se leggo le citazioni di Gesù e tutto il Nuovo Testamento, leggo di amare i fratelli in Cristo, non di giudicarli, altrimenti dovrei credere che la Bibbia ha citazioni che si contraddicono tra di loro ed io invece credo che la Bibbia è il libro di Dio e come tale è perfetto.
    “Se qualcuno vede suo fratello commettere un peccato che non conduca a morte, PREGHI, e Dio gli darà la vita” (I lett. Giovanni)
    Se secondo voi il pastore Perri sta peccando, questa citazione vi invita a pregare e non a giudicare.
    Sempre nella prima lett- di Giovanni:
    “Chiunque odia suo fratello è omicida; e voi sapete che nessun omicida possiede in sé stesso la vita eterna”. Lo stesso ns Signore afferma: “chiunque si adira con il suo fratello sarà sottoposto al giudizio. Chi dice al suo fratello: stupido, sarà sottoposto al sinedrio. Chi dice: pazzo, sarà sottoposto al fuoco della Geenna.” (Mt 5,21-22).
    Io non so se voi avete fratelli o sorelle nella carne e se per amore loro siente pronti a creare dei blog per giudicare i loro errori. Forse, per amore loro, avreste chiarito personalmente i vostri punti di vista e pregato per loro.
    Ecco l’amore fraterno… il vero amore, non di parole, ma di fatti e verità!
    Se il comandamento che il Signore nostro ci ha lasciato e di amarci gli uni con gli altri, non credo proprio che sarebbe contento se ci giudicassimo tra di noi e soprattutto con la cattiveria con la quale sono riportati!
    Sono contenta degli insegnamenti che ho ricevuto perchè sono quelli contenuti nella Bibbia, di amare i miei fratelli e di servirli, anche se sbagliano, perchè io per prima sbaglio e ho bisogno del perdono e della comprensione di Dio. Quando tornerà ns Signore voglio farmi trovare a compiere opere di amore e servizio fraterno e non di giudizio! Poi ognuno faccia come crede, chi giudicherà le ns opere sarà Dio!

    Mi piace

  43. 12 dicembre 2009 23:05

    Vedi Maria gli errori dottrinali che Perri sta portando avanti sono tanti e devi credermi che sono molto dannosi per i santi, prima per quelli della comunità di Gallico e poi per tutti i santi del mondo che comprendono l’italiano, perchè le sue prediche sono pubbliche nel web. Quindi, se il peccato è pubblico, anche la riprensione deve essere pubblica, e così avviene.
    Le sacre Scritture parlano di amore, ma l’amore va sempre a braccetto con la verità e dove non c’è verità non c’è neppure amore.
    Entriamo per un attimo nella sostanza delle cose, prendiamo ad esempio la purificazione che insegna Perri, ebbene è chiaro a tutto il mondo evangelico che LA SOLA COSA CHE PURIFICA GLI UOMINI DALLE CONTAMINAZIONI E’ IL SANGUE DI GESU’, niente altro può purificare.
    Se leggi l’epistola agli ebrei ti renderai conto che tutte quelle pratiche del vecchio testamento erano inefficaci a compiere la puruficazione delle coscienze dai peccati.
    Ormai da diversi anni Perri sta facendo un gran minestrone della dottrina, non so cosa sia successo, ma prima non era così, non predicava queste cose.
    Io posso anche credere che tu e molti altri lì dentro siate sinceri, ma se voi seguite le falsità di quell’uomo il giudizio cadrà su lui ma cadrà anche su di voi, come al giardino dell’Eden, non fu punito solo il serpente che sedusse ma anche coloro che sono stati sedotti.
    Che Dio ti benedica e ti faccia veramente comprendere cosa è bene per l’anima tua e di tutta la tua famiglia.

    Mi piace

  44. Maria permalink
    13 dicembre 2009 00:01

    Il pastore Perri mi ha insegnato che il sangue di Gesù Cristo ci purifica da ogni peccato.
    Quello che mi dispiace è che voi pensiate che il pastore ci porti a praticare una falsa dottrina, ma non è così e noi che viviamo con lui il servizio cristiano e lo sentiamo predicare ed insegnare tutti i giorni, nonchè servire i fratelli anche nella malattia e nella sofferenza, sappiamo che non è così.
    Chi ha parlato a me e alla mia famiglia del Signore Gesù Cristo è stato il pastore Perri.
    Eravamo cattolici praticanti ma quando ci ha parlato dell’opera della croce, che Gesù Cristo è morto sulla croce per me e mi ha fatto comprendere quanto potente e grande è l’amore di Dio per me, ho accettato subito la fede cristiana, rinunciando alla chiesa cattolica, così come ha fatto tutta la mia famiglia. Ancora oggi, quando assisto agli incontri delle nuove anime che vengono da noi per sapere della ns fede, come dieci anni fa, sento il pastore Perri parlare solo di Gesù Cristo e dell’opera della croce. Sono convinta che queste anime non avrebbero accettato Gesù Cristo come loro Salvatore se la parola predicata dal pastore Gilberto non fosse quella di Dio, non avrebbe toccato il cuore.
    In merito alla purificazione che pratichiamo nella vasca, anch’io l’ho fatta e ne ho ricevuto beneficio. Non pratichiamo questo per il perdono dei peccati, assolutamento no. Gesù Cristo è morto sulla croce per i nostri peccati ed il Suo sangue ci purifica dai peccati. Si tratta di un’ubbidienza che pratichiamo ad un servo di Dio, il ns pastore, prendendo come riferimento la purificazione del siro Naman. Così come anche la bacinella con l’acqua e le sette gocce di olio, non è certo la bacinella che ci guarisce ma l’ubbidienza al mandato nel fare ciò che lui ci chiede di fare. Se i miracoli avvengono, se nell’ubbidienza riceviamo guarigione e liberazione nel nome di Gesù Cristo, perchè dobbiamo parlare di falsa dottrina? Sono certa che non è praticata da altri, ma non per questo bisogna giudicarla negativamente in quanto tutto viene fatto sempre nel nome di Gesù Cristo, ns Signore e Salvatore e se fosse antibiblico o anticristiano non ci sarebbero state guarigioni o liberazioni da demoni.
    “Giovanni gli disse: «Maestro, abbiamo visto uno che scacciava i
    demòni nel tuo nome e glielo abbiamo vietato, perché non era dei nostri».
    Ma Gesù disse: «Non glielo proibite, perché non c’è nessuno che faccia
    un miracolo nel mio nome e subito dopo possa parlare male di me. Chi
    non è contro di noi è per noi”.
    Ora se il pastore Perri scaccia i demoni e quando prega sulle anime queste guariscono, sempre e solo nel nome di Gesù Cristo, cosa significa? Che è con Gesù Cristo o contro? Che Dio risponde o non risponde alle sue preghiere, operando attraverso il suo miniesterio? Secondo me, sarebbe stato meglio prima di giudicare, verificare con i vostri occhi e di persona perchè le operano testimoniano se Dio è o non è con il pastore Perri e chiedere a lui personalmente le motivazioni bibliche del suo operare. Conoscio il cuore del mio pastore e so che avrebbe avuto gioia a ricevervi e a chiarire con voi tutti questi aspetti.
    Io sono una figlia spirituale del Pastore e da lui ho imparato ad amare i fratelli e a servire Gesù Cristo, mettendo il Signore al primo posto. Non sarei oggi una serva di Dio se non avessi creduto alla sua predicazione e non avessi visto come dà la sua vita per servire.
    Gloria a Gesù Cristo.

    Mi piace

  45. 13 dicembre 2009 10:15

    Ascolta Maria, rifletti su queste parole della Bibbia:

    (Deuteronomio 13:1-3) “Quando sorgerà in mezzo a te un profeta o un sognatore che ti mostri un segno o un prodigio, e il segno o il prodigio di cui t’avrà parlato succeda, ed egli ti dica: “Andiamo dietro a dèi stranieri (che tu non hai mai conosciuto) e ad essi serviamo”, tu non darai retta alle parole di quel profeta o di quel sognatore; perché l’Eterno, il vostro Dio, vi mette alla prova per sapere se amate l’Eterno, il vostro Dio, con tutto il vostro cuore e con tutta l’anima vostra.”

    Il fatto che qualche segna succeda ciò non vuol dire che tutto il resto va bene, pure Pietro con tutti i segni ha sbagliato e Paolo lo ha ripreso (vgs Galati).
    Il fatto che Perri compia buone opere non è indice di INFALLIBILITA’ dottrinale, ma bisogna esaminare ogni cosa con la Parola.

    Questo perché IDDIO mette alla prova i suoi figlioli per vedere se si ama di più colui che porta la Parola che la Parola stessa.
    Per farti comprendere ti faccio un esempio, quando Gesù entrava in Gerusalemme e il popolo gridava “osanna! osanna!”, ed entrava seduto sopra un asino, cosa deve fare l’asino, credersi qualcosa di importante perché porta GESU’ (LA PAROLA DI DIO), il popolo ha il diritto di osannare l’asino perché porta GESU’, o solo GESU’ E’ DEGNO DI ESSERE OSANNATO?

    Il fatto è che Perri si è sviato dalla verità della Parola, anche se in passato era un uomo di Dio, ribadisco in passato, ora vi sta insegnando cose non vere, come hai detto tu nessun altro insegna quelle cose sulla bacinella e sulla vasca, ci sarà pure un motivo se non vengono insegnate. Cosa pensate che Dio dia illuminazione solo a Gilberto Perri? Se fosse una pratica utile alla chiesa non ci sarebbero scritti dei passi biblici a tale sostegno? i passi che usa Perri non portano assolutamente a quelle conclusioni a cui giunge lui.

    Ci sono dei punti fermi nella Parola di Dio, tra cui ci sono questi due, di cui Perri sembra non credere più:
    1) la purificazione avviene solo per mezzo della fede in Cristo Gesù, e nessun altro sistema può purificare le coscienze, nessuna pratica, nessuna acqua, niente!
    2) I demoni sono esseri spirituali e non possono essere cacciati da pratiche varie, da acqua, da olio nè niente altro, ma è lo Spirito di Dio soltanto che può cacciarli, e anche qui bisogna pregare con fede a Dio che col suo Spirito cacci i demoni.

    Ogni insegnamento che contrasta con questi principi ha il solo scopo di DISTOGLIERE I SANTI DALLA REALE OPERA DI DIO.

    Il fatto che anch’io ho annunziato l’evangelo a delle persone e queste si sono convertite, non vuol dire che queste ora debbano ubbidire a tutto quello che dico io, anzi, devono sempre obbedire a COLUI CHE LI HA GENERATI, cioé a Gesù, noi siamo solo strumenti disutili, E’ IL MESSAGGIO CHE SALVA NON IL MESSAGGERO. Noi come messaggeri di Cristo dobbiamo ringraziare Dio che si è servito di noi, ma nulla di più.

    Tu non sai come soffre il nostro cuore a vedere come la comunità di Perri viene sempre più sviata e allontanata dalla verità.
    Ricordati questo passo, perché è sempre attuale:

    (Atti 20:30) “…e di fra voi stessi sorgeranno uomini che insegneranno cose perverse per trarre i discepoli dietro a sé.

    Perri sta facendo proprio questo, infatti i suoi seguaci lo innalzano più di Cristo, più di Dio. E tu comprendi che ciò non va bene, perché i servitori di Dio sono inutili, Dio è tutto!

    Sento dalle sue predicazioni che diverse volte afferma che lui è il pastore e quindi va creduto obbligatoriamente, così vuole far intendere, ma le cose non stanno proprio così, perché quando va fuori dottrina non bisogna credergli, il mondo non GIRA ATTORNO A LUI, a GILBERTO PERRI, tutto gira sempre ATTORNO A CRISTO GESU’.

    Mi dispiace veramente tanto, perché so che là in quella comunità ci sono dei fratelli sinceramente rigenerati da Dio, ma molti ormai hanno preso le sembianze di Perri, insultano come lui, minacciano come lui, mandano maledizioni come lui, e soprattutto non discernono più le cose della Parola di Dio come dovrebbero fare, ed hanno fatto UN MINESTRONE TRA IL VECCHIO ED IL NUOVO TESTAMENTO.
    Sono sinceramente dispiaciuto! Il mio cuore è sincero, ama sinceramente i fratelli in Cristo, in qualsiasi città si trovino.

    Pensa pure a quello che è successo a Perri, il giorno che ha predicato che i santi possono mentire, Iddio lo ha punit immediatamente, nel pulpito stesso, e gli è accaduto quel male. Riflettete bene alle comunicazioni di Dio a vostro favore, quando siete ancora in tempo.
    Iddio giudica il seduttore ma anche le persone sedotte. Ecco perché ci ha lasciato l’avvertimento di Deuter. 13.

    Che Iddio ti faccia comprendere la sua perfetta volontà e ti faccia prosperare spiritualmente.

    Mi piace

  46. Maria permalink
    13 dicembre 2009 12:17

    Non pensiamo assolutamente che solo il ns pastore abbia le rivelazioni. Crediamo che esistano altri pastori, altri conduttori guidati dallo SS e molti hanno predicato nella ns Chiesa.
    Il mio pastore non mi ha mai invitato ad andare dietro dei stranieri, né mai ci ha detto che dobbiamo venerare lui anziché Gesù Cristo: quello che egli predica e ci insegna ha sempre come riferimento Gesù Cristo Signore e Salvatore, non altri dei, idoli né tanto meno ci ha invitato ad amare lui più di Dio. Sono una figlia spirituale di Gilberto Perri e dico ciò che lui mi ha insegnato da anni e m’insegna continuamente e cioè ad amare Gesù Cristo e a mettere Gesù Cristo al primo posto.
    Per quanto riguarda il ns rispetto verso il conduttore è biblico:
    “Ubbidite ai vostri conduttori e sottomettetevi a loro, perchè essi vegliano per le vostre anime, come chi ha da renderne conto; affinchè facciano questo con allegrezza e non sospirando; perchè ciò non vi sarebbe d’alcun utile” (Ebr. 13:17).
    “Ricordatevi dei vostri capi, i quali vi hanno annunziato la parola di Dio; considerando attentamente l’esito del loro tenore di vita, imitatene la fede. Gesù Cristo è lo stesso ieri, oggi e sempre!”(lett. Ebrei).
    Anch’io ho portato anime a Cristo, ma non sono un conduttore di chiesa.
    Noi ubbidiamo e ci sottomettiamo al pastore Gilberto in quanto è scritto che dobbiamo farlo, per l’utile nostro.
    Nell’Apocalisse sono riportate le lettere che il Signore ha fatto scrivere a Giovanni agli angeli delle sette chiese (i loro conduttori). Il Signore non ha ordinato a Giovanni di andare nelle piazze e di dire pubblicamente in cosa sbagliavano questi conduttori, né tanto meno ha rivolto le lettere alle anime di quelle Chiese. Dio è lo stesso oggi come era ieri e sarà sempre e non muta.
    In tutte le lettere il Signore si rivolge direttamente ai conduttori di quelle chiese ed alcuni di questi li riprende lui direttamente. Sono convinta che i conduttori delle chiese, quelli appunto che partoriscono anime a Cristo e le curano predicando loro la Parola di Dio, devono dare conto direttamente a Dio del loro operato e Dio stesso parla a loro.
    In merito alla riprensione che ritieni si debba fare pubblicamente:
    Matteo 18:15-18: “Se il tuo fratello commette una colpa, va’ e ammoniscilo fra te e lui solo; se ti ascolterà, avrai guadagnato il tuo fratello; se non ti ascolterà, prendi con te una o due persone, perché ogni cosa sia risolta sulla parola di due o tre testimoni. Se poi non ascolterà neppure costoro, dillo all’assemblea; e se non ascolterà neanche l’assemblea, sia per te come un pagano o un pubblicano. In verità, vi dico, tutto quello che legherete sopra la terra sarà legato anche in cielo e tutto quello che scioglierete sopra la terra sarà sciolto anche in cielo.”
    Il Signore non invita a dirlo al mondo intero, ma alla propria Chiesa se non ti ascolta prima personalmente. La prima via della riprensione cristiana è il chiarimento personale non pubblico. Almeno questa è la volontà di Dio che comprendo da questa citazione e credo fermamente che non ci siano citazioni bibliche contrarie a queste ma conformi.
    “Conoscere Gesù Cristo e Lui crocifisso”, questa è la dottrina cristiana e quella che il ns Pastore insegna.
    Il ns Pastore ha subito molte prove, ma il Signore lo ha liberato da tutte. Non c’è infatti malattia o problema dal quale non è stato guarito e liberato per miracolo di Dio.
    Amo e adoro Gesù Cristo, mio unico Signore e Salvatore; amo e rispetto il mio conduttore al quale ubbidisco e mi sottometto per come è scritto nella Bibbia.
    “Credete in Dio e sarete salvati; credete nei suoi profeti e vincerete”.

    Mi piace

  47. 13 dicembre 2009 12:48

    Riflettevo in questi giorni sulla BIBBIA DI GILBERTO PERRI pubblicata nel vostro sito.
    Una delle caratteristiche delle sette è quella di farsi una propria BIBBIA, come hanno fatto i cattolici e i testimoni di Geova, questo per avere conferma delle FALSE DOTTRINE CHE VENGONO INSEGNATE.

    Dalla tua risposta e dalle citazioni dei passi della Bibbia ho notate queste differenze, che sono molto importanti, e FANNO ESATTAMENTE AL CASO DI CUI STIAMO DISCUTENDO SU PERRI.
    Tu riporti questo passo, non so da quale Bibbia, presumo da quella modificata da Perri:

    “Ricordatevi dei vostri capi, i quali vi hanno annunziato la parola di Dio; considerando attentamente l’esito del loro tenore di vita, imitatene la fede. Gesù Cristo è lo stesso ieri, oggi e sempre!”(lett. Ebrei). (EBREI 13:7)

    Lo stesso passo con la traduzione LUZZI:

    (Ebrei 13:7) “Ricordatevi dei vostri conduttori, i quali v’hanno annunziato la parola di Dio; e considerando com’hanno finito la loro carriera, imitate la loro fede.”

    Traduzione del Diodati:

    (Ebrei 13:7) “Ricordatevi de’ vostri conduttori, i quali vi hanno annunziata la parola di Dio; la cui fede imitate, considerando la fine della loro condotta.”

    Traduzione NUOVA RIVEDUTA:

    (Ebrei 13:7) “Ricordatevi dei vostri conduttori, i quali vi hanno annunziato la parola di Dio; e considerando quale sia stata la fine della loro vita, imitate la loro fede.”

    Tutte le versioni della Bibbia adottate dagli EVANGELICI fanno comprendere che gli anziani VANNO IMITATI ad una condizione: QUELLA DI CONSIDERARE LA FINE DELLA LORO VITA, cioè come hanno terminato la loro vita, la loro carriera cristiana.
    Questo vuole intendere che non NECESSARIAMENTE SI DEVE IMITARE I PASTORI E GLI ANZIANI, se questi alla fine della loro carriera non si stanno conducendo secondo la Parola di Dio.

    Gilberto Perri ALLA FINE DELLA SUA CARRIERA NON SI STA CONDUCENDO IN MODO FEDELE ALLA PAROLA DI DIO, QUINDI NON VA IMITATO.
    Ora, è necessario anche comprendere, è necessario che voi comprendiate che STATE LEGGENDO DEI PASSI DELLA BIBBIA CHE NON SONO COME DEVONO ESSERE, QUALCUNO LI HA MODIFICATI, NON SO CHI.
    VOI VI STATE SVIANDO NEL SEGUIRE QUELL’UOMO, PENSATE DI TROVARE RISPOSTE IN QUELLA BIBBIA, INVECE E’ STATA MODIFICATA ANCH’ESSA.

    Badate bene, che TENORE DI VITA ha un significato diverso da quello che dicono le VERSIONI UFFICIALI DELLA BIBBIA. E’ più legato alla qualità della vita, monetariamente, invece le VERSIONI UFFICIALI DELLA BIBBIA FANNO RIFERIMENTO ALLA SPIRITUALITA’, ALLA FEDE.

    A questo punto è perfettamente chiaro ogni cosa, SE PERRI HA ADOTTATO LA SUA BIBBIA, DA LUI STESSO RITOCCATA, AVETE TUTTE LE CARATTERISTICHE PER ESSERE UNA SETTA LONTANA DALLA VERITA’, e si comprende come mai non intendete le cose bibliche COME LE INTENDONO TUTTI GLI EVANGELICI, NATI DA DIO COME DITE DI ESSERE VOI.

    Gilberto Perri sta facendo dei gran danni tra voi in Reggio Calabria e me dispiace tanto, ma se voi non reagite, non vi liberate di una tal uomo e di tali uomini CORROTTI DI MENTE E DOTTRINALMENTE, significa che avete QUELLO CHE DESIDERATE AVERE, ma non dovete pretendere che gli EVANGELICI APPROVINO TALI CONDOTTE ANTIBIBLICHE, MA LE RIPROVANO, E NON SIAMO SOLO NOI.

    Ormai non so più cosa dirvi, se vi dicessi studiate la Bibbia, voi studiate quella CORROTTA, quindi vi dico di STUDIARE LA BIBBIA DIODATI E LUZZI INSIEME, PER NON FARVI INGANNARE DA PERRI.

    Mi piace

  48. Maria permalink
    13 dicembre 2009 14:24

    A dire il vero i passi che ho riportato li ho presi dalla versione della Bibbia riportata su internet e precisamente su un sito del pastore evangelico americano Wilkerson. Il pastore Perri non ha assolutamente modificato alcun termine ma solo messo in evidenza con colori le citazioni di Gesù ed altre citazioni della Bibbia per permettere a chi legge di soffermarsi su alcuni passi di particolare rilevanza. La Bibbia che noi portiamo ai culti per leggere insieme al ns pastore le Sacre Scritture, durante le predicazioni, sono la Luzzi e la Diodati e proprio queste versioni diamo anche alle anime nuove che si convertono. Come ti dicevo, dovreste venire a trovarci per capire meglio perchè come vedi hai subito dedotto il male quando io non ho riportato alcuna citazione “copiandola” dalla Bibbia riportata sul ns sito. Vedi come è più facile sospettare il male per voi che praticare la carità?
    Poi credo sia importante non soffermarci all’apparenza ma alla sostanza, al significato della citazione nel suo contesto, altrimenti si crea confusione e si usano citazioni in modo scorretto solo per confermare le proprie logiche e non quelle dello SS.
    Io ti parlo da figlia spirituale del pastore Perri. Voi cercate attraverso questi blog di farci capire che non dovremmo seguire il ns pastore perchè deviato. Ora come posso io credere alle vostre affermazioni quando ho dieci anni di testimonianze e di prove che quanto il pastore Perri sta facendo è corretto? Voi come vedi valutate secondo apparenza, sospettando il male e non ricercando la verità secondo la volontà di Dio. Io so che ero una posseduta dal diavolo, morta nei peccati e che dopo che il pastore Perri mi ha predicato Gesù Cristo ho capito che Gesù Cristo aveva pagato per i miei peccati, che mi ha salvata e che nel Suo nome, nel nome di Gesù Cristo, posso cacciare i demoni che per anni hanno afflitto la mia vita. Posso testimoniare di fatti reali, di bene ricevuto perchè dovrei lasciare una Chiesa da Dio benedetta in quanto cresce e prospera ed un pastore che ha fatto e fa del bene a tutti i suoi figli spirituali. Noi che viviamo il servizio nella Chiesa e con il pastore Perri, testimoniano che le sue preghiere sono esaudite, che quello che lui profetizza avviene, non una volta, non per un solo giorno, ma sono anni che vediamo e viviamo questo.
    Personalmente, ringrazio Dio per il mio pastore Gilberto e per la mia Chiesa.
    Quanto sto scrivendo non vuole assolutamente farvi cambiare idea, ma ho la gioia di testimoniare quello che il Signore Gesù Cristo ha fatto per me tramite il pastore Perri, guarigioni, liberazioni dai demoni, risoluzione di problemi che mi affliggevano. Il mio amore per Gesù Cristo cresce ogni giorno di più, non sento che la mia fede è sviata attraverso le prediche, la sento invece fortificata. Sento sempre di più il bisogno di avere un rapporto diretto con Gesù Cristo, pregandolo sempre e servendolo sempre. Credo che se ci fosse una falsa dottrina, avrei dovuto credere in altro e non in Gesù Cristo! Questo è quello che io testimonio, non sono parole, ma sono fatti.
    E come me molti altri possono testimoniarlo (come già stanno facendo).
    Dove sono queste anime che si stanno perdendo, che non credono più a Gesù Cristo e non si rivolgono più a lui? Io nella mia chiesa vedo anime che continuano a crede in Gesù Cristo morto per noi e risorto, unico nostro intercessore.
    “Vi è infatti un solo Dio, ed anche un solo mediatore tra Dio e gli uomini: Cristo Gesù” (1 Timoteo 2:5).
    “Egli (Gesù) può salvare perfettamente quelli che per mezzo di lui si avvicinano a Dio, dal momento che vive sempre per intercedere per loro” (Ebrei 7:25).
    Citazioni bibliche copiate da sito evangelico!

    Mi piace

  49. 13 dicembre 2009 16:22

    Ascolta, Maria i BUGIARDI NON ENTRERANNO NEL REGNO DEI CIELI.

    Ecco cosa è scritto nella BIBBIA DI GILBERTO PERRI:

    EBREI 13:7
    [LLEB][CC013] APPENDICE
    Ultime raccomandazioni

    [7] Ricordatevi dei vostri capi, i quali vi hanno annunziato la parola di Dio; considerando attentamente l’esito del loro tenore di vita, imitatene la fede.

    Questo della Bibbia di Perri, come vedi, è lo stesso passo che hai citato tu, quindi NON MI SONO ASSOLUTAMENTE SBAGLIATO.

    TU HAI MENTITO, MARIA!

    Non si può parlare di Gesù, che è VERITA’, con voi che siete BUGIARDI, e tutti sanno chi è il padre della menzogna: IL DIAVOLO!

    Non posso perdere tempo con gente settaria e bugiarda.

    La mia richiesta a Dio è che abbia pietà di voi!


    Per coloro che vogliono verificare di persona la BIBBIA DI PERRI, eccovi il link:
    http://www.pacetv.it/bibbia/index_lamiabibbia.htm

    Mi piace

  50. 13 dicembre 2009 17:12

    Una ulteriore ricerca sul passo biblico di Ebrei 13:7 ha portato al risultato che Gilberto Perri nel riportare NELLA SUA BIBBIA tale versetto, ha messo quello della VERSIONE C.E.I., la Bibbia cattolica, che sappiamo essere una traduzione di parte, NON ATTENDIBILE, che si rifa alla VULGATA LATINA (per un commento sulla vulgata latina visita questa pagina: http://bibbia.sentieriantichi.org/varie/volgata.html

    Ho provato a trovare la Bibbia nel sito di David Wilkerson (http://www.tscpulpitseries.org/italian.html), ma il link riporta al sito La Parola.net, dove ci sono varie versioni, tra cui quella della CEI.

    In inglese dal sito di David Wilkerson, il passo è riportato in questa maniera:
    Hebrews 13
    “7 Remember your leaders, who spoke the word of God to you. Consider the outcome of their way of life and imitate their faith. 8Jesus Christ is the same yesterday and today and forever.”

    Comunque sia, Gilberto Perri nella sua Bibbia ha fatto un gran MINESTRONE di versioni, mettendo i passi come meglio gli è parso bene. Addirittura ha usato la traduzione traviata dei CATTOLICI ROMANI (C.E.I.).

    Mi piace

  51. Maria permalink
    15 dicembre 2009 13:22

    Spero di riuscire a pubblicare la mia risposta… è da giorni che ci provo ma niente.
    Non sono una bugiarda perchè ho realmente copiato il passo in questione dal seguente sito:
    http://digilander.libero.it/gbe/presenza.htm
    Come vedi, un’altra volta, hai sospettato il male, giudicandomi e accusandomi.
    Ho detto in tutta sincerità quello che io ho fatto, una ricerca su google del passo che ricordavo ma non sapevo dove fosse scritto, ritrovandomi una predica tradotta del pastore Wilkerson che troverai al link sopra indicato, con la citazione di Ebrei in questione.
    Non ho assolutamente detto che la Bibbia sul ns sito non la contenga uguale, ho solo detto quello che io ho fatto visto che tu mi dicevi di averla presa dal ns sito, mentre io l’ho copiata da altro sito e come vedi altri pastori utilizzano la stessa citazione.
    Tu stesso mi hai riportato la citazione di diverse versioni (Luzzi, Diodati e Nuova Riveduta), dove cambiano alcune parole ma credo fermamente che il senso è identico. Come credo che chi ha lo SS comprende il significato anche della citazione contenuta sia nel ns sito che nel link della predica di Wilkerson.
    Pazienza! Ripeto, è più facile per voi dedurre il male che il bene.
    Grazie per la richiesta a Dio, ho bisogno della Sua pietà perchè sono una peccatrice salvata per grazia (non opere) mendiante la fede in Gesù Cristo. Ricambio la preghiera.

    Mi piace

  52. 9 gennaio 2010 00:15

    Fino a due settimane fa avevo pure io una certa stima nei confronti del vostro pastore per i resoconti del passato da oltre 15 anni. Da quanto ho scoperto i video del vostro pastore sono rimasto allibito, senza parole e con il sangue congelato.
    A) Come fa ad insegnare che i santi pregano per noi, Usando come spunto Luca 16:24? Sappiate che il ricco Epulone non pregò Abraamo ma esclamò e in altre versioni dice gridò. Quindi non allude in nessun modo che il ricco stessi pregando Abraamo. Oltre a ciò il versetto successivo la risposta è stata categorica, HANNO LA LEGGE E I PROFETI! Dove sta scritto che Lazzaro ha pregato….? L’unica intercessione fatta dai santi di Dio è riportata solo in Apocalisse 6:10 Essi gridarono a gran voce: «Fino a quando aspetterai, o Signore santo e veritiero, per fare giustizia e vendicare il nostro sangue su quelli che abitano sopra la terra?» ma questo non ha nulla a che vedere con quello che allude il vostro pastore. In nessuna parte della Bibbia e in modo particolare nel nuovo testamento da testimonianza che un cristiano dopo la morte continua a pregare per quelli che restano sulla terra. Per concludere questo argomento mi rifaccio alle ultime parole di Paolo. 2Timoteo 4:7 Ho combattuto il buon combattimento, ho finito la corsa, ho conservato la fede. 2Timoteo 4:8 Ormai mi è riservata la corona di giustizia che il Signore, il giusto giudice, mi assegnerà in quel giorno; e non solo a me, ma anche a tutti quelli che avranno amato la sua apparizione. Neanche Paolo allude di continuare dopo la sua dipartita dalla terra a pregare per quelli che restano sulla terra. Quindi questa è eresia!
    B) Dove sta scritto che un credente deve battezzarsi per conto di un congiunto che è morto senza essere stato battezzato? I vari versetti che trovo nella Bibbia affermano che si battezzavano solo coloro che credevano in altre parole coloro che erano nella facoltà di intendere e volere. Vi cito solo due versetti Marco 1:5 E tutto il paese della Giudea e tutti quelli di Gerusalemme accorrevano a lui ed erano da lui battezzati nel fiume Giordano, confessando i loro peccati. Atti 18:8 Ma Crispo, capo della sinagoga, credette nel Signore insieme a tutta la sua famiglia. Molti Corinzi, udendo, credevano e venivano battezzati. Marco 16:16 Chi avrà creduto e sarà stato battezzato sarà salvato; ma chi non avrà creduto sarà condannato. Quindi da dove è sbucata questa nuova ed eretica dottrina che insegna il vostro pastore?
    C) Come fa a dire il vostro pastore che chi si toglie la vita se è un cristiano andrà ugualmente in cielo? Luca 12:25 E chi di voi può con la sua preoccupazione aggiungere un’ora sola alla durata della sua vita? Ne non abbiamo questo potere o autorità di aggiungere non ci è concesso di sopprimerla 1Corinzi 3:17 Se uno guasta il tempio di Dio, Dio guasterà lui; poiché il tempio di Dio è santo; e questo tempio siete voi. Il suicidio è pure guastare il tempio perché il nostro corpo è il tempio dello Spirito Santo. Quindi oltre al fatto che questo messaggio o teoria del vostro pastore è blasfeme inoltre va pure considerato o ritenuto come messaggio subliminale e incoraggiamento al suicidio.
    Se devo commentare altri video agghiaccianti non basterebbe questa pagina. In conclusione vi invito a finirla di parlare come dei robot programmati, tutti avete il medesimo linguaggio come per esempio: farisei, maiale e altro parlare ingiurioso offensivo minaccioso e volgare. Se siete veramente cristiani rispondete con la Bibbia anziché con espressioni velenosi e ingiuriosi. Certo immagino che mi annoverate tra i farisei come voi li definite, ma poco m’importa. Da parte mia come cristiano sto dimostrando il mio disappunto con toni pacati e non ingiurioso.
    Inoltre se ci tenete che tutti devono fare le valigie per andare a parlare con il vostro pastore, io voglio fare un’altra sfida se così può essere considerata, se avrò dei collaboratori vorrei organizzare una conferenza con riprese video e mi permetterò personalmente d’invitare il vostro pastore. Voglio vedere se si presenterà così si vedrà chi saranno i codardi.

    Mi piace

  53. 10 gennaio 2010 15:53

    Ho ricevuto una risposta da un componente del group Perri dove si sottofirma Pacetvblog. Leggete cosa mi ha scritto.
    A ELISEO PATERNITI
    Premesso che non è assolutamente corretto nemmeno per un non cristiano chiamare “eretici o robot
    programmati” altre persone basandosi sulla sola visione di filmati infamanti e malevolmente montati da una
    delle parti senza minimamente richiedere un confronto ed un chiarimento dalla controparte.
    Questo è il tipico atteggiamento dettato dalla cultura evangelica moderna pronta al giudizio e alla condanna
    basata solo sull’apparenza e giustificata da una propria presunta santità.
    Considerato che ogni cosa insegnata dal pastore Perri ha come unico fondamento la Parola di Gesù Cristo, in
    perfetta ubbidienza alla Bibbia (come dimostreremo), ma in contrasto solo con le dottrina sia cattolica che
    evangelica, è farneticante da parte sua pretendere di imporre la propria visione solo perché fa parte di usanze
    legate ad una denominazione.
    Spero che dimostrata con la Bibbia la verità e la giustezza degli insegnamenti del pastore Gilberto Perri, lei caro
    Eliseo, possa quantomeno tacere e pentirsi del giudizio emesso nei confronti di un giusto.
    Se, al contrario, una volta preso atto di una visione perfettamente scritturale ma diversa dalla sua, si sente
    ugualmente di confermare le accuse infamanti di ereticità allora lei è un giudice e non un cristiano.
    Giacomo 4:11 Non sparlate gli uni degli altri, fratelli. Chi dice male del fratello, o chi giudica il fratello, parla male
    della legge e giudica la legge. Ora, se tu giudichi la legge, non sei uno che la mette in pratica, ma un giudice
    Rispondiamo analiticamente alle sue illazioni:
    “Fino a due settimane fa avevo pure io una certa stima nei confronti del vostro pastore per i resoconti del passato da
    oltre 15 anni. Da quanto ho scoperto i video del vostro pastore sono rimasto allibito, senza parole e con il sangue
    congelato.”
    Quindi lei è così integro e cristiano che 35 anni (non 15) di ministerio (oltre 20.000 anime convertite; comunità
    nate in tutta Italia; 1200 famiglie convertite censite solo nella comunità di Gallico; fondatore della più
    importante associazione di volontariato del meridione premio fivol per la solidarietà; decine di liberazioni,
    guarigioni dai demoni giornaliere; ecc. ecc.) possono essere inficiati da qualche spezzone di video montato ad
    arte e pubblicato sul web al solo scopo di denigrare e accusare.
    Anche lei quindi amico e sostenitore dei farisei moderni che tentano di uccidere Gilberto Perri solo perché
    pratica ciò che è scritto ma che va contro la dottrina evangelica. A questi tali Gesù disse, quando lo accusavano
    di avere guarito in giorno di Sabato,: “Giovanni 7:24 Non giudicate secondo l’apparenza, ma giudicate secondo
    giustizia”. Se lei fosse vissuto ai tempi di Gesù, che di fatto trasgredì un comandamento di Mosè, ma ubbidì al
    Padre facendo la Sua volontà, allora lo avrebbe accusato definendolo eretico? A quanto pare SI.
    “A Come fa ad insegnare che i santi pregano per noi, Usando come spunto Luca 16:24? Sappiate che il ricco Epulone
    non pregò Abraamo ma esclamò e in altre versioni dice gridò. Quindi non allude in nessun modo che il ricco stessi
    pregando Abraamo. Oltre a ciò il versetto successivo la risposta è stata categorica, HANNO LA LEGGE E I PROFETI!
    Dove sta scritto che Lazzaro ha pregato….?”
    Io non la conosco ma sembra che o non ha imparato bene la lingua italiana oppure è così impegnato a cercare a
    tutti i costi l’errore che non si accorge di scrivere cose prive di ogni senso e logica.
    Significato di “pregare” (Garzanti): “chiedere umilmente con parole o atti” . Sinonimi di “preghiera” :
    “richiesta,supplica,domanda,istanza, ecc.” esclamare invece significa “pronunciare ad alta voce e con forza”
    Il ricco dunque pregò con tutta la forza e con tutto il cuore.
    FECE O NON FECE EPULONE UNA RICHIESTA AD ABRAMO (PREGHIERA)
    ESCLAMARE O GRIDARE INDICA L’INTENSITA’ DELLA PREGHIERA (PREGHIERA CON TUTTO IL
    CUORE).
    SPERO TANTO CHE LO CAPISCA.
    Luca 16:22 Avvenne che il povero morì e fu portato dagli angeli nel seno di Abraamo; morì anche il ricco, e fu
    sepolto.23 E nell’Ades, essendo nei tormenti, alzò gli occhi e vide da lontano Abraamo, e Lazzaro nel suo seno;24 ed
    esclamò: “Padre Abraamo, abbi pietà di me, e manda Lazzaro a intingere la punta del dito nell’acqua per rinfrescarmi
    la lingua, perché sono tormentato in questa fiamma”.
    Ora lei afferma che il ricco non pregò ma esclamò oppure gridò!
    Ma si rende conto della sciocchezza (mi perdoni) che ha scritto?
    Esclamando o gridando il ricco fece umilmente delle richieste ad Abramo invocando pietà, per cui fece una
    preghiera secondo la lingua italiana.
    E poi al versetto 27 disse proprio “ti prego…”.
    Dalla lingua italiana risulta che il ricco Epulone non fece una preghiera normale ma fece una preghiera CON
    TUTTO IL CUORE.
    Luca 16:27 Ed egli disse: “Ti prego, dunque, o padre, che tu lo mandi a casa di mio padre,28 perché ho cinque fratelli,
    affinché attesti loro queste cose, e non vengano anche loro in questo luogo di tormento”.
    Quindi il ricco pregò. Cito adesso quanto scritto dal pastore Gilberto Perri in merito:
    “non ho mai voluto dire che i vivi pregano i morti quali intercessori, visto che insegno che c’è solo un mediatore
    tra Dio e gli uomini, Gesù Cristo uomo.
    Ho voluto solo sfatare un dogma evangelico assolutamente antibiblico, non per dire agli evangelici di cambiare la
    loro dottrina, ma per dire a coloro che mi seguono di vederla in maniera biblica per rispettare “il non oltre ciò
    che è scritto”. Ovvero, come l’anima del ricco apulone pregò verso il cielo per i suoi cinque fratelli e per la loro
    salvezza, perchè non lo devono fare le anime dei santi che vivono nel cielo, dopo che il loro corpo si è
    addormentato? Vediamo in Apocalisse capitolo 6 quinto sigillo che queste care anime pregano Dio e sono viventi.
    Inoltre noi siamo seduti con Cristo in cielo e mentre lui prega per noi, i santi che stanno seduti con Lui fanno
    altro. Ti sembra corretto?”
    “L’unica intercessione fatta dai santi di Dio è riportata solo in Apocalisse 6:10 Essi gridarono a gran voce: «Fino a
    quando aspetterai, o Signore santo e veritiero, per fare giustizia e vendicare il nostro sangue su quelli che abitano
    sopra la terra?» ma questo non ha nulla a che vedere con quello che allude il vostro pastore. In nessuna parte della
    Bibbia e in modo particolare nel nuovo testamento da testimonianza che un cristiano dopo la morte continua a pregare
    per quelli che restano sulla terra.
    Lei afferma appunto che i santi intercedono in Apocalisse. E perché questo non ha niente a che vedere con
    quanto dice il nostro pastore? Se i santi nel cielo pregano per avere giustizia, vuoi vedere che allo stesso modo
    non pregano per i viventi sulla terra?
    E poi i profumi, che sono le preghiere di “tutti” i santi, di cui parla in apocalisse 5:8 e Apocalisse 8:3, non sono
    anche le preghiere dei santi il cui corpo si è addormentato ma che sono in cielo con il ?
    TALI PREGHIERE NON SONO APPUNTO SCRITTE IN MODO PARTICOLARE NEL NUOVO
    TESTAMENTO DI CUI FA PARTE L’APOCALISSE???
    Per quanto riguarda il fatto che non ci sia scritto chiaramente nella Bibbia le faccio alcune domande: c’è scritto
    chiaramente nella Bibbia di pubblicare un sito evangelico, mandare mail, suonare canzoni cristiane con la
    chitarra elettrica, usare i microfoni per predicare o altro simile che noi cristiani facciamo pur non essendo
    indicato espressamente nella Bibbia?
    C’era scritto chiaramente nella Bibbia che Gesù doveva guarire il cieco sputando sulla terra e ponendo il fango
    nei suoi occhi invitandolo ad andare a lavarsi nella vasca di Siloe?
    C’era scritto chiaramente nella Bibbia che Gesù doveva perdonate l’adultera colta in fragrante adulterio o del
    fatto che guarì in giorno di sabato?
    E poi …
    C’è scritto espressamente nella Bibbia che coloro che credono in Gesù Cristo si devono chiamare “evangelici
    pentecostali”?NO! E allora perché vi chiamate così anziché “cristiani” per come è scritto espressamente in Atti
    11?
    C’è scritto espressamente nella Bibbia che prima di battezzarsi un anima deve fare un corso biblico e aspettare
    almeno 3 mesi? NO! E allora perché voi evangelici usate fare ciò?
    Ecc. Ecc.
    Per concludere questo argomento mi rifaccio alle ultime parole di Paolo. 2Timoteo 4:7 Ho combattuto il buon
    combattimento, ho finito la corsa, ho conservato la fede. 2Timoteo 4:8 Ormai mi è riservata la corona di giustizia che il
    Signore, il giusto giudice, mi assegnerà in quel giorno; e non solo a me, ma anche a tutti quelli che avranno amato la
    sua apparizione. Neanche Paolo allude di continuare dopo la sua dipartita dalla terra a pregare per quelli che restano
    sulla terra. Quindi questa è eresia.
    Cosa c’entra il fatto che Paolo alludendo alla sua dipartita non fece riferimento alla preghiera che eventualmente
    avrebbe fatto per quelli che rimangono sulla terra? NULLA !!! Se eresia significa andare contro la dottrina
    ufficiale evangelica questo non ci offende anzi ci rallegra poiché preferiamo fare la volontà di Dio piuttosto che
    seguire una dottrina o un opinione comune.
    SAREI CURIOSO DI SAPERE LEI CHE SI PONE COME CERTIFICATORE DELLE ERESIE ALTRUI,
    SBAGLIANDO COME AMPIAMENTE DIMOSTRANO TUTTI I RIFERIMENTI BIBBLICI A CONFERMA
    DELLA SUA TESI, QUANTI E QUALI FRUTTI HA PORTATO AL SIGNORE ?
    POTREBBE ELENCARCELI COSI’ COME NOI ABBIAMO FATTO PER IL PASTORE GILBERTO
    PERRI???
    HA DETTO IL NOSTRO AMATO SIGNORE GESU’ CRISTO CHE L’ALBERO SI VEDE DAI FRUTTI.
    B Dove sta scritto che un credente deve battezzarsi per conto di un congiunto che è morto senza essere stato
    battezzato? I vari versetti che trovo nella Bibbia affermano che si battezzavano solo coloro che credevano in altre
    parole coloro che erano nella facoltà di intendere e volere. Vi cito solo due versetti Marco 1:5 E tutto il paese della
    Giudea e tutti quelli di Gerusalemme accorrevano a lui ed erano da lui battezzati nel fiume Giordano, confessando i
    loro peccati. Atti 18:8 Ma Crispo, capo della sinagoga, credette nel Signore insieme a tutta la sua famiglia. Molti
    Corinzi, udendo, credevano e venivano battezzati. Marco 16:16 Chi avrà creduto e sarà stato battezzato sarà salvato;
    ma chi non avrà creduto sarà condannato. Quindi da dove è sbucata questa nuova ed eretica dottrina che insegna il
    vostro pastore?
    Anche qui dimostra di essere arrogante e presuntuoso oltre che mal conoscitore delle Scritture.
    Quanto insegna il nostro pastore Gilberto Perri è perfettamente scritturale.
    Legga il blog: http://pacetv.wordpress.com/2009/12/09/confusione-fariseo-butindaro-accusare-pastore-perri/
    E poi non è scritto che l’apostolo Paolo citava e quindi approvava il battesimo dei vivi per i morti?
    1Corinzi 15:29 “Altrimenti, che faranno quelli che sono battezzati per i morti? Se i morti non risuscitano affatto,
    perché dunque sono battezzati per loro?” (QUINDI I VIVI SI FACEVANO BATTEZZARE PER I MORTI)
    Infatti il nostro pastore, in ordine alle Scritture, permette il battesimo dei vivi per i morti quando si verificano
    casi di credenti che chiedono di essere battezzati per un proprio congiunto che ha creduto in Gesù Cristo ed ha
    accettato l’opera della croce ma non ha fatto in tempo a battezzarsi prima della sua dipartita.
    COME VEDE IL SUO APPARATO DI CERTIFICAZIONE DELLE ERESIE ALTRUI HA FALLITO
    UN’ALTRA VOLTA.
    C Come fa a dire il vostro pastore che chi si toglie la vita se è un cristiano andrà ugualmente in cielo? Luca 12:25 E
    chi di voi può con la sua preoccupazione aggiungere un’ora sola alla durata della sua vita? Ne non abbiamo questo
    potere o autorità di aggiungere non ci è concesso di sopprimerla 1Corinzi 3:17 Se uno guasta il tempio di Dio, Dio
    guasterà lui; poiché il tempio di Dio è santo; e questo tempio siete voi. Il suicidio è pure guastare il tempio perché il
    nostro corpo è il tempio dello Spirito Santo. Quindi oltre al fatto che questo messaggio o teoria del vostro pastore è
    blasfeme ma potrebbe è visto pure come messaggio subliminale per incoraggiamento al suicidio.
    Cito quanto scritto dal nostro pastore :
    “Questo è l’unico caso che è successo e si riferisce alla sorella Tota, madre della sorella Anna.
    Noi tutti sappiamo della sua fede e del suo amore per Cristo e la Chiesa,
    come sappiamo pure che era sottomessa ai consigli ed allo spirito dei suoi parenti.
    Ella era presa dai due affetti e spesso preferiva quello che non rispettava la Parola;
    si suicidò mentre era combattuta e prevalsero in lei le spiritualità non cristiane.
    Ora io so che per la sua fede nell’opera della croce e per il suo battesimo nelle acque Tota è salva, sebbene il suo
    gesto è stato indotto dalle spiritualità nemiche.
    Quindi cosa fare?
    Non farLe il funerale, oppure accogliere nelle mani della Chiesa questa cara anima e consegnarla a Cristo ed al suo
    amore per confessare che la vita vince la morte e che il cristianesimo salva mentre il farisaismo uccide: e noi siamo
    cristiani.
    Solo il Pastore conosce le sue pecore e le ama.”
    Quindi nel video che i farisei hanno proposto il pastore Perri celebrava il funerale di una santa sorella che aveva
    accettato Gesù, si era battezzata, aveva frequentato la chiesa, aveva servito i santi e praticato la carità, ma poiché
    oppressa da uno spirito brutto in un momento specifico della sua vita nel quale pensava di essere di peso ai suoi
    cari un demone l’ha spinta a suicidarsi.
    Se per questo lei, caro Eliseo, che è così santo e senza peccato, si sente di condannare una tale anima all’inferno
    allora le posso assicurare che, secondo le scritture, anche lei andrà all’inferno perché con il metro con il quale ha
    giudicato (mandando all’inferno questa anima) le sarà giudicato; e poiché è scritto in Romanio 3:23 “Tutti
    hanno peccato e sono privi della Gloria di Dio” e in Romani 6:23 “il salario del peccato è la morte”, quindi,
    secondo il suo metro, se quell’anima a motivo del peccato del suicidio è all’inferno anche lei (caro Eliseo) se ha
    commesso un solo peccato andrà all’inferno.
    LE CHIEDO QUINDI SE LEI CHE E’ IL PIU’ PERFETTO DI TUTTI GLI UOMINI CON I SUOI SETTE
    PECCATI COMMESSI OGGI, SE HA GUASTATO O NO IL TEMPIO DI DIO CHE E’ IL SUO CORPO E SE
    LO HA GUASTATO, DOVE VA LEI ???
    SPERO PER LEI CHE LA SUA TEORIA NON SIA QUELLA GIUSTA.
    Noi invece non crediamo ciò perché crediamo fermamente nella continuazione dei versetti citati e cioè:
    Romani 3:23 difatti, tutti hanno peccato e son privi della gloria di Dio,24 e son giustificati gratuitamente per la sua
    grazia, mediante la redenzione che è in Cristo Gesù, 25 il quale Iddio ha prestabilito come propiziazione mediante la
    fede nel sangue d’esso, per dimostrare la sua giustizia, avendo Egli usato tolleranza verso i peccati commessi in
    passato, al tempo della sua divina pazienza;
    Romani 6:23 perché il salario del peccato è la morte, ma il dono di Dio è la vita eterna in Cristo Gesù, nostro
    Signore.
    Se devo commentare altri video agghiaccianti non basterebbe questa pagina. In conclusione vi invito a finirla di
    parlare come dei robot programmati, tutti avete il medesimo linguaggio come per esempio: farisei, maiale e altro
    parlare ingiurioso offensivo e volgare. Se siete veramente cristiani rispondete con la Bibbia anziché con espressioni
    velenosi e ingiuriosi. Certo immagino che mi annoverate tra i farisei come voi li definite, ma poco m’importa. Da parte
    mia come cristiano sto dimostrando il mio disappunto con toni pacati e non ingiurioso.
    Commenti pure altri video con lo spirito del giudizio e della condanna che noi le dimostreremo la verità
    attraverso le Scritture. Lei ci accusa di essere dei robot programmati! E questa non è una ingiuria violenta
    contro la nostra dignità di persone LIBERE?.
    La informo che molte delle persone che lei chiama robot in modo così offensivo e cattivo sono umanamente
    “decorate” di lauree a pieni voti e occupanti alte posizioni sociali (dirigenti, medici, professionisti, carabinieri,
    finanzieri, poliziotti ecc.).
    Come vede da buon evangelico pretende di mostrarsi come un sepolcro imbiancato poiché vorrebbe apparire
    bianco e santo dicendo di dimostrare solo il suo disappunto ma poi non si accorge di offendere e denigrare la
    dignità e l’intelligenza delle persone.
    Le espressioni che lei chiama velenose e ingiuriose sono citate da Gesù nella Bibbia: “farisei, ipocriti,razza di
    vipere, cani, figli del diavolo, porci (non date le perle ai porci…cosa voleva dire Gesù quando nominò i porci… a
    chi si riferiva in Matteo 7:6 ? …. Legga i versetti precedenti e capirà cha cani e porci sono coloro giudicano e
    guardano la pagliuzza avendo essi stessi una trave).
    LEI HA DIMOSTRATO DI ESSERE UNA VERA VIPERA (termine usato da Gesù quindi se lo ritiene offensivo
    se la prenda con Gesù se ne ha il coraggio) PERCHE’ SILENSIOSAMENTE E PACATAMENTE SENZA DIRE
    PAROLE OFFENSIVE(MA PRETESTUOSE), HA SPRUZZATO VELENO, HA MORSO PER OFFENDERE,
    DENIGRARE ED UCCIDERE UN VERO APOSTOLO DI GESU’ CRISTO ED I SUOI FIGLI.
    COMPLIMENTI LEI E’ UN VERO KILLER PACATO, EDUCATO MA SOPRATTUTTO EVANGELICO.
    I SUOI FRATELLI FARISEI, COME LEI, PACATAMENTE ED EDUCATAMENTE FECERO UCCIDERE
    GESU’ CRISTO IL SIGNORE.
    Sperando di essere stati esaurienti.
    Pacetvblog

    Mi piace

  54. 10 gennaio 2010 15:54

    Ho risposto al seguace di Perri:
    Rispondo alla persona anonima sottofirmata solo con il PACETVblog
    1. Desidero precisare carissimo/a ?.. Che con il mio commento non mi sono eretto come giudice, se per lei e da interpretare così peggio per lei.
    2. Non mi sono presentato come il perfezionista infallibile ma una persona obiettiva sulla base degl’insegnamenti ricevute a traverso le scritture.
    3. Non mi sono presentato con una etichetta denominazionale benché ne facessi parte, bensì come cristiano che desidera procacciare la verità della parola di Dio e non da invenzioni e novità frutto di fantasie umani solo per fare dei proseliti.
    4. Personalmente non mi sono presentato da accusatore ma da osservatore obiettando no sulla persona del suo pastore ma sugli insegnamenti che vi sta trasmettendo. Quindi poiché sulla
    base dottrinale che accomuna la cristianità evangelica troviamo degli sviamenti dottrinali basandosi solo su alcuni versetti non identificabili alla dottrina del suo pastore per forza
    maggiore è considerato eretico quello che il suo pastore insegna. Nessuno sta volendo intaccare la possibile vita sociale e morale della persona del suo pastore, quindi bagnarsi prima di piovere non ha alcun senso.
    5. Come è vero che nessun giudice può condannare senza i codici della legge a secondo della materia da giudicare così nessuno si permetterebbe di giudicare spiritualmente senza la
    parola di Dio. In altre parole non è il giudice che condanna ma la legge esso si limita solo a farla rispettare così, come cristiano non sto io a giudicare ma la parola di Dio giudica, a me
    sta solo di metterla in evidenza ciò che è contrario alla Bibbia.
    6. Se ho menzionato la frase robot perché questo è quello che ho potuto notare perché tutti rispondete con lo stesso fraseggio e molto spesso con toni volgari e offensivi senza nessuna delicatezza. Poiché sono al di sopra delle parti, io condanno come cristiano e come persona
    civile ogni parola oziosa, se per lei potrà essere di testimonianza ho pure personalmente richiamato all’attenzione anche coloro che hanno usato parole molto pesanti e volgari contro di voi. Come vede non sono perfetto ma sono un Cristiano. Che nella vostra realtà ci siano avvocati, poliziotti, carabinieri e altre persone colte, questo non vuol dire che conoscete la parola di Dio. Pure io ho conoscenze di persone socialmente colte nel ramo cattolico ma sono ignoranti della parola di Dio, tanto è vero che ripetono i dogmi cattolici come pappagalli senza accertarsi se quello che ripetono sono in
    armonia con la parola di Dio.
    7. Ho guardato alcuni video integrali pubblicati da voi e ho notato che i culti e le predicazioni che fa il vostro pastore è solo elogi per le prontezze e obiettivi che ha raggiunto usando parole spesso spavalde come dire che solo lui ha potuto raggiungere certi obiettivi e che nessun ministro di culto ci riuscirebbe a fare. Se lei e il suo pastore non lo sapete ve dico io, se ne lei e il suo pastore non lo ricordate ve lo ricordo io l’espressine di Salomone in
    Proverbi 27:2 Altri ti lodi, non la tua bocca; un estraneo, non le tue labbra. Voglio
    aggiungere che l’ Apostolo Paolo era la persona più colta e preparata che poteva esistere nella chiesa di quell’epoca ma, lui ebbe a dire Filippesi 3:4 benché io avessi motivo di confidarmi anche nella carne. Se qualcun altro pensa di aver motivo di confidarsi nella carne, io posso farlo molto di più; Filippesi 3:5 io, circonciso l’ottavo giorno, della razza d’Israele, della tribù di Beniamino, ebreo figlio d’Ebrei; quanto alla legge, fariseo; Filippesi3:6 quanto allo zelo, persecutore della chiesa; quanto alla giustizia che è nella legge,
    irreprensibile. Filippesi 3:7 Ma ciò che per me era un guadagno, l’ho considerato come un danno, a causa di Cristo. Filippesi 3:8 Anzi, a dire il vero, ritengo che ogni cosa sia un danno di fronte all’eccellenza della conoscenza di Cristo Gesù, mio Signore, per il quale ho rinunciato a tutto; io considero queste cose come tanta spazzatura al fine di guadagnare Cristo. Sappi che ci sono ministri di culto che hanno fatto e stanno facendo cose ancora più
    ardui del suo pastore ma non ho mai sentito dalla loro bocca tanta spavalderia. Lei vuole sapere cosa ho fatto o sto facendo, le dico con franchezza che non ho amato mai elencare le virtù e capacita che Dio mi ha dato perché non sono stato mai appassionato di confrontare le
    mie abilità con altri, perché? Perché questo è DIABBOLICO!
    8. In conclusione lei mi definisce una vipera, bhe! Ci rido sopra, lo sa perché? Perché diversi anni fa lo stesso attributo me lo ha dato uno dei maggiori esponenti della torre di guardia quanto su una sua espression,e l’ho messo davanti a un versetto biblico di cui non mi ha
    saputo rispondere. Adesso entriamo negli argomenti:
    Il primo è riguardo alla preghiera dei morti per i vivi.
    Anche se lei vorrebbe la ragione che il ricco Epulone abbia pregato padre Abramo spero che ha letto la risposta di Abraamo. HANNO LA LEGGE DI MOSE’ E I PROFETI = CARO SIGNOR RICCO EPULONE LA SUA RICHIESTA (o preghiera come l’intendete voi) VIENE BOCCIATA!
    Comunque in nessun versetto successivo parla che il povero Lazzaro stava pregando per qualcuno.
    Inoltre quando Gesù raccontò la parabola, non c’era ancora la grazia ma la legge. Va inoltre precisato che si può ritenere un dogma o dottrina, quando viene confermata da almeno tre passi biblici. In quel caso Gesù stava spiegando con parabola che a secondo la vita vissuta sulla terra si sceglie la destinazione quindi, le destinazioni sono: la morte eterna e la vita eterna. Quindi questa tesi da voi evidenziata non azzecca per niente.
    Dalle sue domande successive rivolte a me è evidente che lei vuole arrampicarsi sugli specchi, se no non mi avrebbe fatto le domande sotto riportate prive di senso e logica. Lei mi ha scritto: [Per quanto riguarda il fatto che non ci sia scritto chiaramente nella Bibbia le faccio alcune domande: c’è scritto chiaramente nella Bibbia di pubblicare un sito evangelico, mandare mail, suonare canzoni cristiane con la chitarra elettrica, usare i microfoni per predicare o altro simile che noi cristiani facciamo pur non essendo indicato espressamente nella Bibbia?
    C’era scritto chiaramente nella Bibbia che Gesù doveva guarire il cieco sputando sulla terra e ponendo il fango nei suoi occhi invitandolo ad andare a lavarsi nella vasca di Siloe?
    C’era scritto chiaramente nella Bibbia che Gesù doveva perdonate l’adultera colta in fragrante adulterio o del fatto che guarì in giorno di sabato?
    E poi …
    C’è scritto espressamente nella Bibbia che coloro che credono in Gesù Cristo si devono chiamare “evangelici pentecostali”?NO! E allora perché vi chiamate così anziché “cristiani” per come è scritto espressamente in Atti 11?
    C’è scritto espressamente nella Bibbia che prima di battezzarsi un anima deve fare un corso biblico e aspettare
    almeno 3 mesi? NO! E allora perché voi evangelici usate fare ciò? Ecc. Ecc]
    Lei aggiunge ancora:
    [Cosa c’entra il fatto che Paolo alludendo alla sua dipartita non fece riferimento alla preghiera che eventualmente
    avrebbe fatto per quelli che rimangono sulla terra? NULLA !!! Se eresia significa andare contro la dottrina ufficiale evangelica questo non ci offende anzi ci rallegra poiché preferiamo fare la volontà di Dio piuttosto che seguire una dottrina o un opinione comune].
    Le rispondo dicendogli,Voi non state andando contro la dottrina ufficiale evangelica ma contro la dottrina ufficiale della
    Bibbia. Ha capito dove sta la gravita? Comunque lo so che sto parlando contro un muro di cemento armato, ma non posso farci nulla.
    Riguardo al fatto che l’apostolo Paolo come dice lei approvasse il battesimo dei vivi peri i morti la citazione che lei mi pone in 1 Corinzi 15:29 Non allude minimamente a quello che il suo pastore vorrebe insegnare.
    Si legga attentamente e con serietà tutto il capitolo 15 di 1° Corinzi e noterà che Paolo non sta approvando il battesimo dei vivi per i morti.
    Carissimo/a ?… Riguardo al funerale fatto alla vostra sorella Tota, lei mi riporta le parole del suo pastore dove dice: Ella era presa dai due affetti e spesso preferiva quello che non rispettava la
    Parola; si suicidò mentre era combattuta e prevalsero in lei le spiritualità non cristiane.
    Vuole rendersi conto che il suo pastore si sta contraddicendo? 1) Ella era presa dai due affetti e spesso
    preferiva quello che non rispettava la Parola; Se Tota spesso non rispettava la parola (da intendersi credo la parola di Dio) ha preferito la parola del diavolo che gli diceva falla finita. 2) Si suicidò mentre era combattuta e prevalsero in lei le spiritualità non cristiane. Se in Tota non prevalsero le spiritualità cristiane cosa ha prevalso? Io rispondo è prevalso l’azione diabolica del diavolo. Gesù a
    me e tanti altri cristiani come me c’insegna in Giovanni 10:10 Il ladro non viene se non per rubare, ammazzare e distruggere; io son venuto perché abbiano la vita e l’abbiano in abbondanza. Se Tota ha
    preferito dare ascolto al diavolo anziché alla parola di Dio, ha fatto si che si è fatta corrompere e ingannare dal diavolo di farsi rubare la vita. Quindi con il suo gesto ha preferito disubbidire e
    rifiutare la vita offerta da Cristo accettando l’incanno del diavolo preferendo la morte. Quindi non giudico io ma la parola di Dio confermando che lei è andata dritta all’inferno. Ribadisco che il
    vostro pastore approvando un gesto del genere sta prestando la mente e la lingua al nemico per fare dire questa madornale bugia facendo si di lanciare un messaggio subliminale e questo si chiama ISTICAZIONE AL SUICIDIO!
    A differenza di lei cordialmente mi sotto firmo.
    Eliseo Paterniti cristiano salvato per grazia mediante Gesù Cristo.

    Mi piace

  55. 11 gennaio 2010 19:27

    Ho ricevuto l’ultima risposta da pacetvblog. Ecco cosa mi mi è stato risposto:
    Pacetvblog è gestito da alcuni membri della comunità cristiana di Gallico per questo ci firmiamo come gruppo e non come persona.
    Nella sua risposta non è comunque riuscito a citare le Scritture per dimostrare che ciò che insegna il pastore Gilberto Perri non è conforme alla Bibbia.
    Continua invece ad appellarsi alla dottrina evangelica, di cui il pastore Perri non fa più parte, per giustificare le sue posizioni antiscritturali.
    Noi invece abbiamo citato molti passi biblici quindi non è normale che lei ancora dica che sono invenzioni per fare proseliti (non si rende nemmeno conto di quello che dice).
    Del fatto che una dottrina deve essere confermata da almeno 3 scritture è una sua invenzione (come vede è lei che inventa le cose senza citare versetti biblici); anzi in Matteo 8:8 il centurione disse a Gesù ” di soltanto una parola e il mio servo sarà salvato”.
    A questo proposito le potremo citare decine di usanze evangeliche che non hanno nemmeno un riscontro nemmeno interpretativo tratto dalle scritture ( e lo faremo).
    Da quanto letto nella sua risposta (alla quale risponderemo a nostra volta) si capisce che lei forse non è italiano o comunque non comprende bene i termini della lingua italiana.
    Se così è ce lo dica subito così potremo spiegare il significato di parole che lei usa impropriamente.
    Speriamo che insieme alle sue illazioni pubblichi anche le nostre risposte nei suoi blog.
    Roberto Ripepi (diacono della Chiesa Cristiana di Gallico)

    Carissimi amici e fratelli come avete potuto leggere nelle righe soprastanti apertamente il seguace di Perri cioè Roberto Ripepi ha confermato di essere dei fuori usciti dalla chiesa evangelica quindi non sono evangelici. Quindi invito il fratello Piredda e anche il fratello Butindaro di cancellare la scritta chiesa “pentecostale” Gesù Cristo è il Signore di Gallico perchè oltre a non essere più evangelici non sono neanche pentecostali. Dopo tutto dobbiamo apprezzare il Dott. Gilberto Perri e i suoi seguaci che hanno tolto questo disonore dottrinale alla chiesa pentecostale. Magari lo farebbero altri pseudo pastori quello che ha fatto Perri! Sappiate che ci sono realtà che si definiscono pentecostali e con le loro dottrine e sinistre attitudini stanno continuando a intaccare la reputazione dell’opera pentecostale. Posso dire un’ultima affermazione? Dott. Perri dopo tutto grazie per aver affrancato il movimento pentecostale dove prima ne facevi parte, dissociantoti. Grazie Perri ti apprezzo per questo! spero che altri possono seguire il tuo esempio affrancando il buon nome del movimento pentecostale. FATEVI CHIAMARE COME VOLETE A NOI NON C’IMPORTA! Personalmente io non voglio più parlare e controbbatermi con nessuno del group Perri. Una cosa però faccio, informerò più cristiani possibili di guardarsi da questo nuovo movimento religioso perchè esso non cammina secondo i precetti della parola di Dio. Non mi meraviglierebbe se nei prossimi gomizi che farà nella sua “chiesa” Perri farà pure il mio nome tramite la sua webtv come ha fatto nei confronti di Butindaro e Piredda. E’ buono che il Dott. Perri sappi che personalmente non conosco ne Piredda ne Bitindaro, quindi se mi associo alla loro disapprovazione in merito non è per spirito di parte ma perchè come cristiano non tollero l’eresia e la falsa dottrina. Contrasterei pure se fosse un mio parente (come ho già fatto in altre occasioni) La verità della parola di Dio per me è al di sopra delle amicizie, della parentela, insomma NON ACCETTO COMPROMESSI!

    Mi piace

  56. Lino-Ambrogio permalink
    12 settembre 2011 19:51

    Sono pienamente d’accordo con il Piredda e col Butindaro. L’uomo spirituale può giudicare ogni cosa…….certamente alla luce della Parola di Dio. Bisogna essere certamente fermi nel giudizio….possibilmente non duri…sta anche scritto che come giudichiamo saremo giudicati. Certo nessuno è perfetto, chissà quante volte sbaglierò anche senza rendermene conto. Ho fiducia però che lo Spirito di Dio avendo iniziato un’opera in me come in tanti altri, la porterà certamente a termine. Comunque queste dispute sono poco edificanti fanno stare solamente male.

    Mi piace

  57. 12 settembre 2011 20:24

    Sono meno edificanti le falsità e le condotte scandalose, e noi dobbiamo riprendere le opere infruttuose delle tenebre e dissociarci dai comportamenti scandalosi. Se tutti tacciono, i falsi ministri si fortificano e i fratelli saranno sempre più guidati verso il baratro. Poi ricordiamoci che nelle Scritture sta scritto che Paolo riprese Pietro davanti a tutti e ancora che Paolo ha ordinato a Timoteo di riprendere gli anziani che peccano davanti a tutti, affinché anche gli altri imparino.
    pace

    Mi piace

  58. salvatore permalink
    11 febbraio 2012 17:56

    da questo capiranno che siete miei discepoli che vi amerete gli uni con gli altri ,,,,,,,,,,(tra noi cattolici non esistono queste divisioni siamo un tuttuno come ci comandò nostro signore e DIO GESU CRISTO.. spero che il PADRE vi permetta un giorno di ritornare alla vera chiesa

    Mi piace

  59. 11 febbraio 2012 19:09

    Pace a te.
    In verità voi cattolici romani non siete nessuna chiesa, ma la più grande setta del demonio che possa esserci.
    Ora ci vogliono le prove e i fatti. Ecco qui sotto qualche link che dimostra chi sono i preti della chiesa cattolica romana:
    1) Suore violentate dai sacerdoti (dal sito de “La Repubblica”)
    2) La sconvolgente confessione di una ex suora di clausura
    3) Misteri del Chiostro napoletano, memorie di Enrichetta Caracciolo
    4) Confutazione delle dottrine della Chiesa Cattolica Romana
    5) La7 – Affari del Vaticano: chi sono i custodi dei bilanci della Chiesa?
    6) Scandalo dei preti pedofili sul fronte olandese: identificati 800 presunti responsabili
    7) Elenco di articoli su questo blog che mostra chi è realmente la Chiesa Cattolica Romana

    Noi cristiani evangelici ci riprendiamo e ci esortiamo a vicenda a stare fermi nella fede in Dio e a continuare a santificarsi. Chi non si conduce come sta scritto nella Parola di Dio è necessario notarlo quel tale e ammonirlo severamente, come abbiamo fatto con Perri e la sua comunità che stavano camminando in modo non conforme alla Parola di Dio.

    Voi cattolici romani, idolatri e perduti nei vostri peccati, che siete guidati da un uomo e ne assencondate le voglie, dovete solo ravvedervi e credere nell’evangelo, in tal modo i vostri peccati saranno perdonati da Dio, il solo che può perdonarvi e solo dopo potrete vedere le cose di questo mondo in modo spirituale.

    Badate alle vostre di immondizie, che sono già tante e molto gravi, che noi evangelici badiamo alle nostre.

    Inoltre, per finire, ricordate al vostro papa che ci sono ancora oggi i poveri e che Pietro era povero, non aveva argento e non aveva oro per sè, il vostro papa non può di certo dire che è povero, ma è vestito di abiti morbidi e possiede palazzi come quelli dei re.

    Mi piace

  60. Pietro Marasco permalink
    2 maggio 2012 07:27

    FRATELLO GIUSEPPE PIREDDA. IL NOSTRO SIGNOR GESU’ TI BENEDICA GRANDEMENTE PER IL TUO L’AVORO. AMEN.

    Mi piace

  61. 2 maggio 2012 11:23

    Grazie per il tuo incoraggiamento. A Dio sia la gloria, l’onore e la lode, nei secoli dei secoli.

    Mi piace

  62. giuseppe permalink
    29 agosto 2012 15:08

    si, o che lavoro che fa!!! Uno splendore davvero! Ma quando sbaglia il piredda chi è che lo corregge, visto che sembra detenere l’infallibilità?

    Mi piace

  63. 29 agosto 2012 15:30

    Pace a te, io non detengo l’infallibiità, pertanto, quando sbaglio devo essere ripreso anche io. Aspetta, quindi, e tieniti pronto per quando sbaglio o mi svio dalla verità, per potermi riprendere; ma finora sono stato io ed altri che abbiamo ammonito, ripreso ed esortato te e gli altri di Gallico a camminare nella verità della Parola di Dio, abbandonando ogni falsità e superstizione, che nulla giovano alla salvezza della vostra anima.
    La mia speranza verso di voi è che torniate alla verità della Parola di Dio, senza credenze e pratiche superstiziose.
    Dicendovi la verità sono diventato vostro nemico? Così non sia, è per amore verso la verità e verso di voi che noi vi abbiamo fatto notare certe cose, affinché abbandonandole e tornando alla verità, voi godeste di benedizioni, pace e allegrezza dal Signore.

    Mi piace

  64. giuseppe permalink
    30 agosto 2012 17:35

    appunto……..questo è il tuo sbaglio: accusare gli altri solo perchè non riesci a vedere ciò ch e magari gli altri vedono, e vorresti convincerli di peccato!

    Mi piace

  65. 30 agosto 2012 17:44

    Semmai è il contrario, io vedo e quindi RIPRENDO ciò che gli altri non vedono, o meglio, non vogliono vedere o hanno interesse a fare in quella maniera.
    Se non sono a posto biblicamente, ed io li riprendo con passi della Bibbia, non è più a me che devono rendere conto, ma al Signore, perché diventano DEBITORI nei confronti della Parola di Dio, come sta scritto:
    «Chi sprezza la parola si costituisce, di fronte ad essa, debitore, ma chi rispetta il comandamento sarà ricompensato.» (Proverbi 13:13)
    Non è tanto importante ciò che vedono o pensano gli uomini, ma ciò che sta scritto nella Bibbia, va accettato, creduto e messo in pratica, e chi non lo fa, disprezza la Parola e diventa debitore nei confronti di essa.
    Le cose di cui voi di Gallico siete debitori col Signore sono molte, ed alcune, solo alcune ve le abbiamo messe davanti alla faccia, affinché vi ravvediate e ritorniate alla verità della Parola di Dio.

    Mi piace

  66. giuseppe permalink
    31 agosto 2012 15:45

    Punto 1: Tu pensi di vedere, ma in realtà non vedi neanche a un palmo dal tuo naso! Figuriamoci se puoi vedere o capire quel che fanno gli altri!

    Punto 2: Chi sei tu che giudichi il domestico altrui? Stia egli in piedi o cada, ciò riguarda il suo Padrone. (Romani 12;4) Sei tu forse il padrone degli altri? Sicuramente no, visto che anche tu hai su di te lo stesso Padrone al quale devi rendere conto. Quindi se non sei padrone,allora sei servo anche tu e allo stesso tempo dovresti essere conservo anche degli altri che ti diverti a denigrare sul web, giusto? Ma se è vero che sei servo, allora non sta a te giudicare gli altri servi, dal momento che il Padrone è uno ed è comune a tutti!……….o no?

    Punto 3: Noi sicuramente siamo debitori col Signore, e lo saremo sempre, lo sappiamo benissimo, e umilmente lo ammettiamo se è per questo, contrariamente a te, che stando a quel che scrivi, sicuramente non lo sei………………sei perfetto!! Ma a questo punto non so se la tua ipocrisia è maggiore della tua arroganza o viceversa, poichè da ciò che scrivi, questo risulta!

    Punto 4: Dal momento che Il Signore stesso dà la ricompensa per l’operato di ognuno (sia in bene che in male!) e che TUTTI ci presenteremo davanti al tribunale di Dio, te compreso (Romani 14; 10, 12.), non credi sia molto meglio per te badare molto di più ai fatti tuoi e curare il tuo gregge, ammesso che tu ne abbia qualcuno?

    Punto 5: Se ci tieni davvero tanto ad essere perfetto nella realtà, cosi come lo sei nella tua mente, comincia col chiedere perdono a Dio prima, e poi a tutti i servitori e ministri della Sua Parola che tu e gli altri farisei (perchè tali siete!) avete denigrato e oltraggiato sul web!! Questo per te sarebbe già un passo da gigante verso la perfezione!

    Punto 6: Questo è l’unico consiglio che mi sento di darti! Punto.

    Mi piace

  67. 31 agosto 2012 16:53

    1) Io vedo, e commento le cose che vedo. In questo blog si possono notare le cose che vedo, le ho argomentate biblicamente, e le ho pure riprese, come dice la Scrittura: «E non partecipate alle opere infruttuose delle tenebre; anzi, piuttosto riprendetele;» (Efesini 5:11). Voi siete infuriati contro di me perché siete stati ripresi, in quato insegnate delle falsità e credete e praticate delle cose che non sono bibliche e che sono solo pratiche superstiziose. Per il bene della fratellanza che potrebbe avere contatti con voi e per il bene dei vostri stessi membri, abbiamo dovuto RIPRENDERVI PUBBLICAMENTE, perché le cose che fate le fate PUBBLICAMENTE, quindi c’era bisogno di RIPRENDERVI E CONFUTARVI PUBBLICAMENTE, per neutralizzare il vostro veleno lanciato nell’etere a danno della Chiesa di Cristo.
    Io vedo molto bene, ed ho visto che voi siete FUORI DALLA SANA DOTTRINA E L’HO CHIARAMENTE PUBBLICATO e ampiamente spiegato negli articoli.
    Se voi dite che io ho dei peccati, allora mostrateli e pubblicateli, anche perché voi mi avete insultato in diverse maniere, ma NON AVETE PROVATO NIENTE, NIENTE!
    Qui sta la differenza tra i FARISEI e GESU. Si accusavano a vicenda, ma i FARISEI accusavano Gesù calunniandolo, di cose che non aveva fatto, mentre Gesù li accusava provando e spiegando con le Scritture dove sbagliavano.

    2) Per quanto riguarda il NON GIUDICARE, e relativamente al passo di Romani cap. 14 che hai citato, ebbene in quel capitolo Paolo insegna che non bisogna GIUDICARE le persone riugardo ai CIBI E AI GIORNI. Quindi, ti faccio sapere questo, e spero che tu lo impari insieme a tutti gli altri di GALLICO, e non solo, che per quanto riguarda i cibi e i giorni NON SI DEVONO GIUDICARE I CREDENTI. Se uno vuole mangiare solo legumi per il Signore, fa bene, e chi vuole mangiare anche carne fa bene. Attenzione non sto scoprendo niente con questi concetti, perché sono così chiari da MILLENNI che su tutti i commentari e manuali potrai leggere le medesime cose che ti sto dicendo, perché sono cose chiare.

    Ma ci sono altri passi, che permettono di giudicare, e che non riguardano I CIBI E I GIORNI. Lo stesso Gesù ha detto:
    «Non giudicate secondo l’apparenza, ma giudicate con giusto giudizio.» (Giovanni 7:24)
    Vedete, dunque, che Gesù non ha ordinato PERENTORIAMENTE di NON GIUDICARE MAI, ma ha posto la condizione di giudicare CON GIUSTO GIUDIZIO, cioé non basandosi SULL’APPARENZA, ma andando a fondo delle cose, accertandosi diligentemente se le cose stanno proprio in tale maniera. Quindi, una volta accertati che certe dottrine SONO FALSE e sono insegnate da certe persone, come FATE VOI A GALLICO, ecco che vi confutiamo, ma non basandoci sull’apparenza o sul sentito dire, ma SU COSE CERTE che voi stessi avete detto. E per le condotte sconvenienti e peccaminose vale la stessa cosa.

    L’apostolo Paolo scrive ai Corinzi:
    «Ma l’uomo spirituale giudica d’ogni cosa, ed egli stesso non è giudicato da alcuno.» (1 Corinzi 2:15)
    Certo, è vero, che per giudicare rettamente, non basandosi sull’apparenza, con i passi biblici si deve essere spirituali, non oltraggiatori. Voi ci avete oltraggiati ingiustamente senza provare niente, mentre noi vi abbiamo ripresi con tanto di video che provano ciò che dite e ciò che fate. Chi ha parlato con le prove alla mano? Siamo stati noi, e voi ci avete solo oltraggiati senza alcuna prova.

    «Io parlo come a persone intelligenti; giudicate voi di quello che dico.» (1 Corinzi 10:15)

    «Non sapete voi che i santi giudicheranno il mondo? E se il mondo è giudicato da voi, siete voi indegni di giudicar delle cose minime?
    Non sapete voi che giudicheremo gli angeli? Quanto più possiamo giudicare delle cose di questa vita!
    Quando dunque avete da giudicar di cose di questa vita, costituitene giudici quelli che sono i meno stimati nella chiesa.» (1 Corinzi 6:2-4)

    «Parlino due o tre profeti, e gli altri giudichino;» (1 Corinzi 14:29)

    3) Non bisogna essere PERFETTI per RIPRENDERE CHI SBAGLIA o chi insegna delle falsità, altrimenti solo Gesù avrebbe potuto farlo, e come leggiamo nella Bibbia, anche gli apostoli hanno ripreso e insegnato a riprendere LE OPERE INFRUTTUOSE DELLE TENEBRE. Bisogna stare attenti a non riprendere qualcuno e nello stesso tempo fare lo stesso peccato, perchè in quel caso si viene giudicati duramente da Dio (vgs Romani 2:3).

    4) Tutti noi, è vero, ci presenteremo davanti al tribunale di Cristo per ottenere il premio delle azioni fatte, ma appunto per questo noi vi abbiamo corretto e vi correggiamo ancora, affinchè VOI VI RAVVEDIATE E RITORNIATE NELLA VIA DELLA VERITA’ e dell’UMILTA’, chiedendo perdono a noi che vi abbiamo voluto bene e vi abbiamo fatto notare da parte di Dio ciò che sbagliavate e ciò che di errato stavate insegnando.
    Noi, correggendovi, vi abbiamo voluto bene, e le nostre parole non vi hanno fatto male, ma bene, perchè vi hanno indotto a riflettere, a ravvedervi, ma voi non avete voluto, e di questo me ne rammarico. A questo punto, non resta che intervenire al Signore, perhcè noi non possiamo fare più nulla, a parole vi abbiamo esortato a tornare a Lui e ad attenervi solo a Lui.

    5) Se i ministri della Parola di Dio si sentono offesi da qualcosa che io ho fatto contro di loro per aver fatto loro un torto, contro la verità, allora chiedo loro perdono, e non ho alcun problema, l’ho fatto sempre e mi toccherà farlo ancora. Ma per quanto riguarda le persone che io ho ammonito, ripreso ed esortato nella sana dottrina, non ho niente da chiedere perdono, perchè li ho ripresi con la Parola di Dio, ho scritto io sul web, ma la Parola di Dio ed il fondamento del messaggio sono di Cristo, quindi è Cristo, la Parola di Dio che vi ha ammonito, e voi state combattendo non contro di me, che sono solo lo strumento, ma voi state combattendo e resistendo proprio a Dio. Guardate che Dio non vi chiami subito a rendere conto di quello che state facendo, siate umili e savi, inginocchiatevi davanti a Lui e domandategli se le cose per cui siete stati ripresi sono bibliche oppure no. Temete Iddio e fuggite il male, questo è il tutto che dovete fare.

    6) Le cose che vi abbiamo detto e le cose di cui siete stati RIPRESI, le abbiamo dette per il vostro bene e non per il vostro male, come molti servitori di Dio sono stati mandati a riprendere il popolo di Dio che si era sviato dalla retta via e dalla verità. Ecco, voi avete ricevuto gli ammonimenti di Dio, e badate bene che dopo gli ammonimenti degli uomini Iddio interviene direttamente, ed allora sono guai seri, altro che le mie parole. I giudizi dell’Iddio vivente e vero sono terribili, potenti, e nessuno potrà scampare all’ira di Dio, quando Egli la lascerà andare.
    Spero di non aver parlato invano, e che voi veramente vi ravvediate di tutte le cose di cui vi abbiamo ripreso e ritorniate alla verità.

    Mi piace

  68. giuseppe permalink
    1 settembre 2012 08:49

    La confusione è grande dentro di te, figliolo!! Si adempie in te ciò che dice l’apostolo Paolo: …………………………….”essi stessi non capiscono nè quello che dicono, nè ciò di cui sono tanto sicuri” (1 Timoteo 1; 7).

    Vai pure per la tua strada. In me non cè nulla di te, e in te non cè nulla di me.Per quanto mi riguarda io mi rimetto nelle mani di colui che giudica giustamente secondo l’opera di ognuno e del tuo giudizio, sinceramente non me ne importa nulla, perchè tu stesso sei nulla,cosi come lo sono io, con la sola e unica differenza: Io l’ho capito, tu ancora no!! Spero che col tempo tu lo possa capire!! Pace e bene!

    Mi piace

  69. 1 settembre 2012 13:16

    Lascerò giudicare i fratelli che leggono chi è confuso e chi invece non lo è. Io quello che dico lo capisco molto bene, e pure tu hai capito quello che ti ho detto e le ammonizioni che ti ho rivolto, a te e a tutti quelli di Gallico. Se le mie parole non avessero ottenuto risultati nel tuo cuore e nella tua mente, tu non mi avresti dedicato tutto questo tempo per cercare di rappezzare quanto è manifesto di voi.
    Io vado per LA BUONA STRADA, per la via maestra, come sta scritto nella Bibbia.
    Bisogna condursi ONESTAMENTE prima di tutto davanti a Dio e poi anche davanti agli uomini, appunto perchè bisogna interessarsi anche del giudizio di tutti gli uomini, anche di quelli di fuori, altrimenti non avrebbero senso le esortazioni degli apostoli ad avere una buona reputazione verso tutti.
    Pace a te.

    Mi piace

  70. zedde angelo permalink
    2 settembre 2012 20:35

    E’ incredibile leggere il parlare, i ragionamenti (….se così si possono chiamare) di alcuni. Sono nelle nebbie più fitte, nelle tenebre più oscure, è veramente incredibile, veramente da non credere.
    E’ sconsolante sentire come rispondono alcuni dopo avere sentito la vera sapienza di Dio, in un attimo buttano via le perle, un immenso tesoro…..solo un attimo ci mettono.
    Possono attingere a questo tesoro,ed essere ricchi, e invece vivono da poveracci !!
    Per alcuni la vera sapienza di Dio è come un raggio di luce che li colpisce, talmente son abituati alle tenebre che quando vedono la luce chiudono gli occhi perchè gli infastidisce.
    Quando leggo questo parlare, mi rendo conto che se il Signore non apre la mente, non c’è niente da fare, si possono cercare le parole migliori, prendere migliaia di versi biblici, ma per questi c’è solamente tenebre……buio….notte fonda !!

    Mi piace

  71. 1 novembre 2013 03:47

    come evangelizzare non è divertimento?????Gesù è entrato nelle nostre vite e ha interrotto la depressione il cattivo divertimento,ed è ora di far capire ai giovani che divertirsi con Gesù è possibile…”il mio giogo è dolce e leggero”…biblico!!!ma sapete che Rosleen ha evangelizzato personaggi della politica, dello spettacolo? scherzate questa è una critica maldicente….forza pastora che dio ti infuochi e ti benedica sempre più. P.S. sono meridionale e vivo a bari, quindi Rosleen non è il mio pastore

    Mi piace

  72. 1 novembre 2013 14:23

    Pace a te, mi dispiace ma devo contraddirti, in quanto evangelizzare presuppone una serietà ed una gravità nel parlare come niente altro nella vita di un cristiano. Infatti, il cristiano, quello nel senso biblico, e non quello nominale, sa bene che l’anima che sta evangelizzando può andare all’inferno o può essere salvato da Dio in seguito al messaggio ricevuto.
    Davanti ad una situazione del genere, di gravità e di serietà, in rispetto alle anime da evangelizzare, non ci può essere spazio ai divertimenti e alle buffonerie, alle filosofie e azioni di persone dedite alle arti e agli spettacoli.
    Il divertimento, chiamati nella Bibbia i piaceri della vita, fanno diventare il sale del credente insipido, senza sapore, senza efficacia. Può darsi che col divertimento si attirino più persone in una comunità, più giovani, ma il fatto è che alla fine è necessario vedere quante di queste sono veramente convertite a Dio e non alla religione e alla comunità.
    Per quanto riguarda l’evangelizzazione di persone importanti, faccio presente che anche Ornella Vanoni ha fatto parte di quella comunità, ma alla fine se n’è uscita in malo modo, scandalizzata dai modi di fare di Roselen Faccio. Ecco qua un articolo dove si parla della divisione che c’è stata tra Ornella Vanoni e la Chiesa di Roselen Boerner Faccio:
    «Ornella Vanoni e la pastoressa Roselen Boerner Faccio»
    Il fatto che non sia la tua pastoressa e sia lontana da te, non ti giustifica dal fatto che hai parlato in modo sbagliato facendo capire che non hai discernimento spirituale in senso biblico.
    Spero tanto, e ne faccio una richiesta a Dio, che tu apra gli occhi e veda la realtà delle cose, seppur un giorno il Signore ti ha salvata e purificata dai peccati, perché se sei solo una delle tante religiose che seguono la Roselen, allora sappi che ti aspetta una eternità nel fuoco eterno, se non ti ravvedi e non credi nell’evangelo, in quello che è scritto nella Bibbia e non quello che presenta la Roselen.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

No Temas Sino Habla

Entonces él Señor dijo de noche en visión á Pablo: No temas, sino habla, y no calles: Porque yo estoy contigo, y ninguno te podrá hacer mal (Hechos 18:9-10)

Blog di Aldo Prendi

Per la diffusione e la difesa delle dottrine bibliche

Acordai-vos

Tocai a trombeta em Sião, e dai o alarma no meu santo monte.

Egli è altresì scritto...

Blog di Nicola Iannazzo

Destatevi

"Suonate la tromba in Sion e date l'allarme sul mio santo monte" (Gioele 2:1)

Il Buon Deposito

Dottrine della Bibbia

La Massoneria Smascherata

"non v'è niente di nascosto che non abbia ad essere scoperto" (Matteo 10:26)

SALVATI per GRAZIA

Blog Di Giuseppe Palamara

La verità rende liberi!

Sito di attualità e informazione cristiana

Listen to the sound of the sword

«Stand in the ways and see, and ask for the old paths, where the good way is, and walk in it» (Jeremiah 6:16)

Non tollero Jezabel

Il blog di Gian Michele Tinnirello

Sana Dottrina

Perché verrà il tempo che non sopporteranno la sana dottrina; ma per prurito d'udire si accumuleranno dottori secondo le loro proprie voglie e distoglieranno le orecchie dalla verità e si volgeranno alle favole.(2Timoteo 4:3-4)

La Buona Strada

Blog di Giuseppe Piredda, cristiano evangelico pentecostale trinitariano fondamentalista

He who has ears let him hear

A voice crying in the wilderness