Vai al contenuto

Gilberto Perri insegna che un Cristiano che si suicida andrà ugualmente in paradiso!

16 settembre 2009

Gilberto Perri insegna che un Cristiano che si suicida andrà ugualmente in paradiso!

Ciò che dice quest’uomo in questo video è contrario alle sacre Scritture, le quali insegnano che gli omicidi non entrano nel regno dei cieli, infatti sta scritto: (Apocalisse 22:15) “Fuori i cani, gli stregoni, i fornicatori, GLI OMICIDI, gli idolatri e chiunque ama e pratica la menzogna.”
Le persone elencate in quel passo biblico, non entreranno nel paradiso di Dio, tra i quali si legge che ci sono anche gli omicidi. Il suicida è colui che toglie la vita a sè stesso, omicida di sè stesso. Tutti i cristiani sanno che sta scritto nella Parola di Dio di non uccidere.

Il suicidio è peccato, e non dichiararlo tale può essere dannoso per taluni che sono attaccati nella loro mente dal maligno. Non capite che con una tale menzogna si arma la mano del diavolo? Lo comprendete o no?

Quest’uomo è pericoloso e per colpa sua il nome di Dio viene bestemmiato tra i senza Dio e tra i santi. (Giuseppe Piredda)

Commento di Giacinto Butindaro:
Gilberto Perri, pastore della Chiesa Pentecostale ‘Gesù Cristo è il Signore’ di Gallico (RC), insegna che un Cristiano che si ammazza andrà ugualmente in paradiso!

Lo ha detto con molta chiarezza in occasione del funerale di una certa Tota, morta suicida. Ascoltate da voi stessi quello che Perri afferma.

Guardatevi da questo uomo, perché insegna eresie di perdizione. La Scrittura dice che la parte assegnata agli omicidi (e chi si ammazza è un omicida perché uccide sé stesso), è IL FUOCO ETERNO (Apocalisse 21:8).

Nessuno dunque vi seduca con vani ragionamenti!


Aggiornamento:
Scaricate i video che provano quanto è stato detto in questo e negli altri articoli.


Share

15 commenti leave one →
  1. Krasimira permalink
    25 settembre 2009 12:18

    ”Chi accuserà gli eletti di Dio? Dio giustifica. Chi condannerà? Cristo Gesù, che è morto, anzi, che è risuscitato, sta alla destra di Dio e intercede per noi! Chi ci separerà dunque dall’amore di Cristo? Forse la tribolazione, l’angoscia, la persecuzione, la fame, la nudità, il pericolo, la spada? Proprio come sta scritto:
    Per causa tua siamo messi a morte tutto il giorno,
    siamo trattati come pecore da macello.
    Ma in tutte queste cose noi siamo più che vincitori in virtù di colui che ci ha amati. Infatti io sono persuaso che NE MORTE, NE VITA, NE ANGELI, NE PRINCIPATI, NE POTENZE, NE COSE PRESENTI, NE COSE FUTURE, NE ALTEZZE, NE PROFONDITà, NE ALCUN ‘ ALTRA CREATURA POTRà SEPARARCI DALL’AMORE DI DIO CHE è IN CRISTO GESù, NOSTRO SIGNORE!” (Romani 8:33-39)
    ALLELUIA!!! GLORIA A GESU’ CRISTO!!!!

    Ed ancora è scritto:”Egli dice infatti a Mosè:IO AVRO’ MISERICORDIA DI CHI AVRO’ MISERICORDIA, E AVRO’ COMPASSIONE DI CHI AVRO’ COMPASSIONE. NON DIPENDE DUNQUE NE’ DA CHI VUOLE NE’ DA CHI CORRE, MA DA DIO CHE FA MISERICORDIA!” (Romani 9:15,16)

    BENEDETTO SIA IL NOSTRO SIGNORE E SALVATORE IN ETERNO!!! GLORIA A GESU’ CRISTO!!!!!!!

    "Mi piace"

  2. 25 settembre 2009 13:46

    Ascolta, non si entra in cielo con peccati non perdonati. Se un credente commette un peccato, ad esempio uccide un’altra persona, poi si pente, confessa il proprio peccato a Dio, Egli è fedele e giusto da purificarlo da ogni iniquità e trasgressione.
    Per quanto riguarda il suicidio, la persona commette il peccato di “omicidio” (di se stesso) e dopo morto non può più pentirsi e chiedere perdono, quindi, non può avverarsi ciò che Dio ci ha detto nella Sua Parola, e Dio non è un uomo che possa aver mentito.
    La Parola di Dio non l’ho scritta io, ma Dio ha voluto che degli uomini scrivessero tali parole, ed Egli non viene meno alla sua Parola, altrimenti si può dire che Dio ha mentito, e ciò non può essere assolutamente.

    Quindi, il passo di Apocalisse 22:15 che afferma: “Fuori i cani, gli stregoni, i fornicatori, GLI OMICIDI, gli idolatri e chiunque ama e pratica la menzogna.” dice chiaramente che chi fa tali cose e non è perdonato da tali cose, non entra nella città celeste, che è la Nuova Gerusalemme.

    Mi dispiace che il vostro padre Perri abbia fallito così miseramente in quell’insegnaemento, ma soprattutto mi dispiace che non si sia trovato nessun credente in mezzo a voi che lo abbia ripreso severamente riportandolo alla verità della Parola di Dio.

    Per quanto riguarda i versetti da te citati sopra, non c’entrano nulla col caso specifico, ma capisco che voi siete abituati alla confusione e sparate dei versetti così tanto per citare le sacre Scritture.

    In te come in tanti altri figlioli di Perri, regna la confusione per quanto riguarda le dottrine bibliche, siete come accecati, avete un velo nella vostra mente e non intendete nè quello che fate nè quello che dite e date per certo.

    "Mi piace"

  3. Krasimira permalink
    25 settembre 2009 16:33

    Mi stupisci…..come fai a sapere se quest’anima non si è pentita e non ha chiesto perdono proprio nel ultimo momento??!?!?? Sei stato lì,hai sentito,hai visto?????? Vi fa proprio piecere mandare l’anime al inferno, nascondendovi dietro le Scritture!!!!!!! Per fortuna non rappresentate i fratelli evangelici!!!!! Bisogna stare lontano dai pseudo cristiani come voi!!!!!
    La parola di Dio la conosciamo benissimo e non magnipoliamo le persone come fatte voi…..perchè abbiamo timore del nostro Signore !!!!!!!
    Ma che spece di uomo è il vostro pastore c’è l’ha con tutto e tutti?!?! L’insegnamenti del vostro pastore che cosa sono…..una nuova forma di integralismo religioso?!? Le vostre donne come vanno in giro…..con le burche?!?!?! E dite di essere generati in Cristo Gesù?!?!?!?!?!?!?!….Come vi chiamate i confutisti?!?!
    ”ORA A ME IMPORTA BEN POCO DI ESSERE GIUDICATO DA VOI O DA UN TRIBUNALE UMANO; ANZI NON GIUDICO NEPPURE ME STESSO. NON SONO INFATTI CONSAPEVOLE DI COLPA ALCUNA;NON PER QUESTO PERO’ SONO GIUSTIFICATO, MA COLUI CHE MI GIUDICA E’ IL SIGNORE!” (1COR. 4:3,4)

    "Mi piace"

  4. 25 settembre 2009 17:50

    Non sono io a mandare nessuno né all’inferno nè in paradiso. Il mio vuole essere più un discorso generale, tenendo conto di ciò che insegna la Scrittura; il vostro, invece, vuole essere per forza un giudizio di assoluzione per quell’anima, ma non tenete conto di ciò che dice la Bibbia, voi vi fate gli insegnamenti come vi pare a voi per i vostri scopi e non per dare gloria a Dio.

    Il passo di 1 Cor. 4:3.. non può essere per il motivo per il quale l’avete citato. Infatti, a Corinto, che erano carnali, vi erano alcuni che consideravano, quindi giudicavano, un ministro di Cristo migliore di un altro. In questo caso non bisogna giudicare i ministri, se uno è meglio di un altro, se è più bravo o meno.

    Diverso è per ciò che riguarda la dottrina, non considerando un ministro superiore ad un altro, ma si può giudicare secondo la Bibbia se un ministro insegna la sana dottrina o una dottrina malsana.

    Il vostro padre Perri, e voi che lo seguite, insegnate false dottrine, mostrate ignoranza nella conoscenza della Parola di Dio, ogni volta che la citate la citate male e non porta a ciò che voi volete arrivare. E di ciò mi dispiaccio notevolmente, infatti, sta scritto che “il popolo di Dio perisce per mancanza di conoscenza”, e voi, grazie anche agli insegnamenti traviati del vostro padre Perri, siete ignoranti della volontà di Dio rivelata attraverso la Bibbia.

    Vi nascondete dietro la parola “amore a tutti i costi”, anche sopprimendo la parola verità, che nella parola amore deve essere compresa, e ciò non è veramente amore.

    L’Eterno è il mio pastore. Io mi attengo strettamente alla Parola di Dio e nessuno mi potrà distogliere da essa, neppure se venissero persone che compissero dei segni e dei prodigi, come dice l’Eterno al capitolo 13 di Deuteronomio, Iddio ci mette alla prova, ma noi dobbiamo stare attaccati alla Parola di Dio.

    Non vi rendete conto che giudicando me in quello che dico, voi state giudicando la Parola di Dio, voi state dicendo a Dio che si sta sbagliando.

    Se non ti ricordi, o informati pure, dopo una predica fatta da Perri, nella quale insegnava che i credenti potevano mentire, Iddio subito lo ha punito con un suo giudizio, ed ha avuto un incidente dal pulpito direttamente e per diverso tempo è andato in giro con la sedia a rotelle. Io vorrei scamparvi dai giudizi di Dio, perchè se leggete il nuovo testamento, tutto, vi sono anche i giudizi di Dio sui disubbidienti, ma il vostro padre Perri si guarda bene da insegnarvi a stare attenti a ciò che vi viene insegnato; si guarda bene da dirvi di studiare le sacre Scritture da soli con la guida dello Spirito santo; si guarda bene dall’insegnarvi la vera santificazione; egli è traviato e chi lo segue farà la sua stessa fine, se non vi convertite alla Parola di Dio.

    Quello che io sono o dico, non giustifica le falsità che il vostro padre Perri insegna, e ne insegna parecchie, i video pubblicati nel mio blog lo dimostrano, sono alla portata di vista e di udito di tutti, non sono nascosti, io ho solo aggiunto il mio dissenso, ma le falsità insegnate da Perri sono note e a tutta Italia ormai, e voi andate contro Dio pur di difendere il vostro padre Perri, ma facendo così voi fate come i Corinti, dimostrate di preferire Perri a ciò che dice l’apostolo Paolo, a ciò che dice la Parola di Dio, ecco voi giudicate ingiustamente come avete indicato col passo di Corinto.

    "Mi piace"

  5. Krasimira permalink
    25 settembre 2009 19:20

    ”Non vi rendete conto che giudicando me in quello che dico, voi state giudicando la Parola di Dio, voi state dicendo a Dio che si sta sbagliando”……………………………MA E’ ASSURDO!!!!!!!!!!! NON SEI MICA LA PAROLA DI DIO….O PEGGIO DIO??????
    SEI UN SEMPLICE PECCATORE SALVATO E CHE VIVE PER GRAZIA!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    Che cosa vi ha fatto il vostro amatissimo pastore, vi ha fatto lavaggio ai cervelli?????????????

    IL MIO PADRE NON SI CHIAMA PERRI!!!!! SI CHIAMA IL SIGNORE DEGLI ESERCITI!!!!!!!!!!!!!!!!! OK!!!!!

    Non hai risposto neanche a una delle domande che ti ho fatto,come mai???????
    Vi da proprio fastidio quando si parla del amore di Dio!!!!
    Ho avuto il modo di sentire le prediche di Giacinto Butindaro……………….questo uomo è completamente accecato dal odio verso il prossimo e non ha niente che vedere con l’amore di Cristo!!!! E’ poco ma sicuro!!!!!! Mi dispiace per voi!!!!!!!!!!! Le vostre parole non hanno peso…..non hanno la potenza dello Spirito Santo!!!!!! Sono soltano citazioni,citazioni,citazioni…..e basta!!!!!

    Non ha senso spreccare il tempo…..in questo caso solo Dio vi puo liberare!!!!!!
    pace

    "Mi piace"

  6. 25 settembre 2009 19:50

    Ho scritto in “… quello che dico…, intendendo le citazioni della Parola di Dio. Però hai fatto bene a notare questo fatto, questo dimostra che siete pronti a gridare alla falsa dottrina contro gli altri, quindi abbandondando il vostro presunto amore, ma nello stesso tempo siete pronti a giustificare tutte le false dottrine che il vostro padre Perri (dico così perché molti di voi si vantano di questo ed io non voglio togliervi questo vanto).

    Un’altra cosa, le risposte alle tue domande le ho date, ma evidentemente non ti sono piaciute, hai preferito cercare il difetto nelle mie parole, e finalmente hai potuto trovare “qualcosa che potrebbe sembrare sbagliato”, se inteso in modo sbagliato, e di questo mi scuso con te, non volevo assolutamente farmi più grande di quello che sono, perchè io sono carne e polvere, e mi dispiace.

    Vedi comunque che è una cosa buona far notare che un altro ha sbagliato a parlare? Tu mi hai giustamente corretto, io mi sono espresso male, non volevo assolutamente intendere ciò che tu hai compreso.

    Ora, considerato ciò, non ti pare che se Perri sbaglia a parlare, e lo sta facendo spesso, e lo sta facendo in modo grossolano, e non sta chiedendo assolutamente scusa a nessuno, anzi, si sta indurendo nella sua posizione eretica, andrebbe corretto da qualcuno? Se non lo fate voi, ci tocca farlo a noi, o a qualcun altro.

    Voglio dire un’ultima cosa a riguardo delle parole di Perri sul suicidio: non ti pare che il discorso di Perri possa armare il braccio del diavolo, il quale può sussurrare alle orecchie di qualcuno della vostra comunità le parole: “ucciditi! ucciditi! tanto anche l’uomo di Dio Perri dice che andrai in paradiso!” Non ti pare che tali errate parole possano portare un gran male ai tuoi stessi fratelli? Non ti pare che se ci fosse qualche suicidio nella tua comunità il tuo pastore Perri possa aver fatto da stimolo nell’affermare quelle parole? Mi vengono solo i brividi a pensare a tali parole, sono parole così malvage per l’anima delle persone che non si trovano neanche tra i “senza dio” tali ragionamenti.

    "Mi piace"

  7. peppe permalink
    26 settembre 2009 09:56

    piredda tu cosi’ invalidi o limiti l’opera della croce che è perfetta a salvare chiunque,ora vorrei dirti una cosa ,ok tu hai la tua posizione e visione che non condivido e nella tua posizione da credente agisci nella parte di difensore della sana dottrina citando e pubblicando dottrine che tu non reputi bibbliche,ora lasciando questa parte voglio vedere di te quella parte che comunque è una caratteristica di un cristiano che è quella di guardare i pregi di una persona con tutte le sue cose onorabili,sante ecc. ecc.la mia domanda ad invito è questa :puoi ora mettere nel tuo blog tutto quello che di buono cè in gilberto perri ?tutto quello che lui predica e condividi?vuoi guardare ora solo al bene che cè in questa persona?ti invito a farlo e se sei un vero figlio di DIO lo devi fare perche’ cosi’ fa gesu’che guarda ai nostri pregi e devi superare la falsa cultura evangelica che porta a non dire quello che cè di buono in un altra religione anche se non facente parte del mondo evangelico un esempio estremo? :i testimoni di geova (che sono anticristiani) non adorano maria,questo è scritturale ed io in tutta onesta’ devo dire che fanno bene in questo punto anche se poi …conosci la loro dottrina…ma in questo punto fanno bene.io ti ho fatto un caso estremo ti potrei citare divere cose .il cristiano deve sapere guardare il bene che cè negli altri sia a livello personale che dottrinale,chi si è battuto quando è stata costituita l’unione europea che ha voluto lasciare ? fuori i principi cristiani? è come aver voluto dire ok noi ora siamo una europa unita ma DIO con noi non lo vogliamo!!ebbene il papa si è battuto per una europa con DIO ,dov’erano gli evangelici?forse trattando quest’argomento si contaminavano?la conclusione è questa in mezzo a tutto quello che non condividi metti pure cio’ che condividi e che edifica e non fare solo il ruolo di accusatore dei santi di DIO perche’ lo sai benissimo chi accusa i figli di DIo giorno e notte….

    "Mi piace"

  8. Krasimira permalink
    26 settembre 2009 10:50

    Voi che accusate noi di aver parlato dalla nostra ignoranza….però fatte lo stesso errore!!! Parli dalla tua ignoranza…..perchè ti sei aggrappato di queste quattro,cinque parole senza neanche di aver visto tutte le registrazioni di Perri!!!!!! Veramente, mi viene da piangere per voi…..perchè dite delle cose proprio insensate!!!! Io cosa devo fare adesso….prendere la tua frase:
    ”Non vi rendete conto che giudicando me in quello che dico, voi state giudicando la Parola di Dio, voi state dicendo a Dio che si sta sbagliando” , metterla su tutti i blog su internet e dire a tutti di stare attenti di questa nuova eresia sostenuta dal pastore Giacinto Butindaro???
    Sarei la più stupida del mondo, facendo una cosa del genere!!!! Perchè non mi posso basare solo su una frase……ma dovrei guardare tutto il contenuto!!!
    E poi mi chiedo…..il vostro pastore che è contro le nuove tecniche di evangelizzazione….come mai sta usando internet?!?!?!?!?! Il vostro pastore che vi insegna che non dovete andare al mare, come mai approva il fatto che le sue pecore si trovano su facebook…..il sito in cui regna la concupiscenza?!?!?!
    Dici di essere un uomo spirituale….allora comportati come tale,per favore!!!!
    Che Dio ti benedica!!!!
    pace

    "Mi piace"

  9. Krasimira permalink
    27 settembre 2009 10:14

    DIMENTICAVO…….GILBERTO PERRI NON HA BISOGNO DI ESSERE DIFESO DA NESSUNO DI NOI….PERCHè LUI HA IL SUO AVVOCATO PRESSO DIO……….SI CHIAMA GESU’ CRISTO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    "Mi piace"

  10. 27 settembre 2009 11:13

    Se non ha bisogno di essere difeso come mai lo avete difeso voi? Tuttavia non lo avete difeso dimostrando che ciò che ha detto è conforme alla Parola di Dio, anzi, accusando me di essere imperfetto, cosa vera naturalmente, avete voluto intendere implicitamente che Perri ha sbagliato.

    Dunque, il Signore Gesù Cristo non può difendere qualcuno che ha insegnato ERESIE ai suoi figlioli, anzi, come già detto in altri commenti, quando ha insegnato ai credenti che potevano mentire, i suoi giudizi si sono abbattuti su Perri IMMEDIATAMENTE. E questo è un dato di fatto, non è un’ invenzione.

    Riassumendo voi avete difeso Perri per le eresie che ha detto, si è fatto Cristo, ha detto che gli OMICIDI entrano nel Regno dei cieli, ha chiamato fratello don Gelmini e tutti i cattolici, che i morti pregano per i vivi, il segno della croce, e chissà cosa uscirà fuori ancora, aspettiamo e vedremo, perché un abisso chiama un altro abisso.

    "Mi piace"

  11. giovanni permalink
    3 ottobre 2009 10:28

    certo che una persona prima di commettere un omicidio chieda perdono per poi essere salvata mi sembra eretico da parte tua. anche i talebani che si fanno scoppiare uccidere molte persone gridano a dio credi che vadano in paradiso? chi commette omicidio viene punito col fuoco eterno. certo il sognore può anche perdonare un omicidio ma l’omicida deve essere vivo sulla terra per potersi pentire. se uno commette l’omicidio di se stesso non potrà mai essere perdonato perchè subito dopo aver commesso questo atto la sua anima va direttamente all’inferno. inoltre le parole di perri incoraggiano il suicidio perchè qualsiasi fedele che si sente depresso può credere di chiedere perdono a dio e poi uccidersi. e perri diventa responsabile dei prossimi suicidi.

    "Mi piace"

  12. paolo permalink
    3 ottobre 2009 13:25

    IL SUICIDIO
    Post n°97 pubblicato il 09 Marzo 2009 da ociatt0
    Tag: Il Suicidio

    “Il carceriere si svegliò e, vedute tutte le porte del carcere spalancate, sguainò la spada per uccidersi, pensando che i prigionieri fossero fuggiti. Ma Paolo gli gridò ad alta voce: “Non farti del male…”

    (Atti 16:27,28)

    Non sempre coloro che tentano il suicidio e che magari riescono nel loro intento, lanciano coi loro atteggiamenti segnali premonitori circa le loro intenzioni. Infatti, non esiste un comportamento standard, ossia rintracciabile in tutti questi soggetti, e non è semplice neppure individuare le cause reali di un simile gesto. Secondo un famoso psichiatra psicoterapeuta, esistono vari atteggiamenti suicida, cioè: il Suicidio, autodistruzione intenzionale e volontaria; il Tentato suicidio o parasuicidio, sostenuto da una scarsa intenzionalità autodistruttiva, come richiesta di attenzione, attuato sovente con mezzi poco lesivi; e, infine, il Mancato suicidio, che si verifica quando il soggetto sopravvive a gesti autolesivi, altrimenti capaci di causare la morte. Secondo una ricerca scientifica, inoltre, scopriamo che i maggiori fattori di esposizione al suicidio sono: l’età avanzata, la vedovanza, la depressione, la disoccupazione, la tossicomania, l’isolamento e i deliri di persecuzione. È possibile, inoltre, secondo la classificazione di un famoso sociologo francese, elencare tre tipi di suicidio: egoistico, quando l’individuo non ha o perde la capacità di integrarsi nella società; altruistico, come nei suicidi di massa; e, infine, anomico, nel caso in cui si perdono punti di riferimento e valori.Attualmente, il suicidio è la seconda causa di morte tra i giovani. Le statistiche attestano che per ogni suicidio portato a termine vi sono da 10 a 100 tentativi. Il passo della nostra meditazione narra la conversione del carceriere di Filippi. La causa che spinse quest’uomo a sguainare la spada per togliersi la vita fu il vedere le porte del carcere spalancate. Subito suppose, a buon motivo, che i prigionieri fossero fuggiti e, come unica soluzione a questa disfatta, trovò il suicidio. Che ne sarebbe stato di lui? Quale sarebbe stata la sua fine, quando i suoi superiori gli avrebbero chiesto spiegazioni riguardo l’accaduto? Allora, in una manciata di secondi, pensò che la soluzione perfetta fosse farla finita. Anche i filosofi contemplano l’auto-omicidio: Seneca, ad esempio, lo prescrive come l’ultimo rimedio per coloro che soffrono. Ma, proprio mentre egli pensava di togliersi la vita, Paolo gli stava offrendo la possibilità di una nuova vita in Cristo. “Il carceriere, chiesto un lume, balzò dentro e, tutto tremante, si gettò ai piedi di Paolo e di Sila; poi li condusse fuori e disse: “Signori, che debbo fare per essere salvato?”. Ed essi risposero: “Credi nel Signore Gesù, e sarai salvato tu e la tua famiglia”. Poi annunziarono la Parola del Signore a lui e a tutti quelli che erano in casa sua…e si rallegrava con tutta la sua famiglia, perché aveva creduto in Dio” (vv.29-34).Ecco alcuni sprazzi di luce provenienti dalla gloriosa Parola di Dio capaci di dissuadere gli uomini dal compiere gesti inconsulti.- Innanzitutto, consideriamo la Verità della Parola di Dio che avverte l’uomo senza Cristo. “Ma Paolo gli gridò ad alta voce: “Non farti del male…” (v.27). Dio sia ringraziato perché Egli ancora oggi avverte gli uomini con il Messaggio potente della Sua Parola. “Non farti del male” sono le parole amorevoli di Dio per quanti probabilmente hanno deciso o tentato di porre fine alla loro vita. La vita secondo la Bibbia è un dono di Dio: infatti “ogni cosa buona e ogni dono perfetto vengono dall’alto dal Padre degli astri luminosi presso il quale non c’è variazione né ombra di mutamento” (Giac. 1:17), perciò la nostra vita non va rovinata col peccato, tanto meno deve essere danneggiata dando spazio ai desideri del cuore, ma bisogna permettere alla Persona gloriosa del Cristo di entrarvi e di prenderne pieno possesso. Non solo la vita biologica è un dono, ma anche la salvezza è un dono di Dio: “infatti è per grazia che siete stati salvati, mediante la fede; e ciò non viene da voi; è il dono di Dio” (Ef.2:8). Dio è il donatore della vita fisica e spirituale ed Egli desidera che ogni uomo rispetti questo dono difendendolo dagli attacchi dell’avversario e rimettendolo ogni giorno con gioia nelle Sue benedette mani. Infatti, la Scrittura afferma che questa verità, cioè “Cristo in noi”, coincide con la nuova nascita, con la rigenerazione. L’anima, morta nei falli e nei peccati, ha bisogno di una nuova vita, la quale viene impartita per un divino atto di rigenerazione. In tal modo l’individuo che, un momento prima era lontano dalla grazia del Signore, diviene un momento dopo un figliuolo di Dio, membro della Sua famiglia: infatti, è scritto che “Se dunque uno è in Cristo, egli è una nuova creatura; le cose vecchie sono passate: ecco, sono diventate nuove” (II Cor.5:17).- In secondo luogo, notiamo la Verità della Parola di Dio che tranquillizza: “Non farti del male, perché siamo tutti qui” (v.27). Poiché il carceriere sarebbe stato il responsabile della fuga dei prigionieri, preso dalla disperazione, sguainò la spada per uccidersi, ma Paolo, guidato da Dio, lo rassicurò dicendogli che i prigionieri non erano fuggiti. È bello sapere che l’Evangelo non soltanto avverte, ma ristora e rassicura circa l’aiuto e l’amore che Dio ha per ognuno di noi: “Poiché Dio ha tanto amato il mondo, che ha dato il suo unigenito Figlio, affinché chiunque crede in lui non perisca, ma abbia vita eterna” (Giov.3:16). Oh anima desiderosa di essere ristorata dalla potenza gloriosa di Cristo, apri il tuo cuore e permetti al Santo Evangelo di consolare e ristorare la tua anima bisognosa di grazia! Soltanto la Buona Novella dell’Evangelo di Gesù Cristo può distogliere la tua vita dal compiere azioni che potrebbero danneggiarti per l’eternità.- Infine, scopriamo la Verità della Parola di Dio che illumina. “Il carceriere…tutto tremante…disse: “Signori, che debbo fare per essere salvato?” (v.29). Quell’uomo, scosso nell’intimo, aveva ben compreso che quanto accaduto era opera dell’Iddio vivente che Paolo e Sila servivano. Senza ombra di dubbio aveva udito della conversione di Lidia, aveva probabilmente visto con i suoi occhi la liberazione di quella ragazza posseduta da uno spirito di divinazione e, quella sera verso la mezzanotte, udì anche i canti e le preghiere che Paolo e Sila innalzavano al Signore. Il terremoto non aveva soltanto spalancato le porte del carcere, ma aveva anche scosso ed aperto il suo cuore tanto che, condotti fuori gli apostoli, chiese loro quale fosse la via della salvezza.Caro amico che leggi queste pagine, permetti alla Parola di Dio di illuminare il tuo sentiero. Forse ti trovi dentro un tunnel, non riesci ad uscirne fuori, attendi l’aiuto, ma questo tarda; hai pensato forse che l’unica soluzione sia quella di farla finita: te ne prego, vai alla Parola, alla Bibbia. Essa ti avvertirà, ti rassicurerà dell’amore di Dio per te e, infine, illuminerà il tuo cammino. Da quel momento in poi non ci saranno più pensieri di morte, ma di vita e di vita eterna con Cristo, perché “ciò che brama la carne è morte, mentre ciò che brama lo Spirito è vita e pace” (Rom.8:6). Gioacchino Caltagirone

    "Mi piace"

  13. giovanni permalink
    3 ottobre 2009 14:40

    ricordati che ogni accusa è la bibbia che ve la rivolge. siete accusati dalla bibbia non da noi. se voi iniziaste a leggerla forse eviteremo discussioni senza fine. perchè non leggete la bibbia?

    "Mi piace"

  14. giovanni permalink
    3 ottobre 2009 14:43

    sembrate dei bambini che difendono il loro calciatore preferito…perchè non iniziate a leggere le scrittute e confrontare le parole le parole di dio con quelle di perri con la bibbia? domostrate con le scritture la veridicità delle parole di perri!!! fatelo ora!! così potremmo azzittirci!!! avanti chi è il primo? bibbia alla mano forza!!!! ci siete? dai citate versetti che dicono che il suicidio è gradito a dio!!! avanti!!! dai!!! sto aspettando!!!!

    "Mi piace"

  15. giovanni permalink
    7 ottobre 2009 13:24

    Gilberto Perri, mi rivolgo a te.
    Ravvediti e pentiti delle tue atrocità! il signore è grande chiedi il suo perdono finchè sei in tempo per farlo!! col tuo ravvedimento potresti salvare molte anime che ora stanno camminando nella strada buia che percorri tu!

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...