Skip to content

Lettera aperta alla ‘pastora’ Roselen Boerner Faccio, della Chiesa evangelica “Ministero Sabaoth” di Milano

6 ottobre 2009

Lettera aperta alla ‘pastora’ Roselen Boerner Faccio, della Chiesa evangelica “Ministero Sabaoth” di Milano

Ma tutte le cose, quando sono riprese dalla luce, diventano manifeste; poiché tutto ciò che è manifesto, è luce. (Efes. 5:13)

La ‘pastora’ Roselen Boerner Faccio ha portato i giovani della comunità in discoteca, per ‘evangelizzare’!

Pace a te, sorella, perdonami se ti distolgo per qualche tempo dalle tue molteplici attività più importanti della lettura di questa lettera, ma voglio lo stesso presentarti le mie domande e le mie rimostranze, a riguardo dell’insegnamento delle donne, delle cose che hai fatto e detto nei video pubblicati in questo blog, infine, a riguardo dell’incontro ecumenico tra membri di diverse religioni, tenutosi l’11 aprile 2009.

Premessa
Sorella Roselen, il primo argomento che voglio porti davanti, analizzandolo con le sacre Scritture, in particolare con i passi che ho citato sotto, è quello che alla donna è fatto divieto di insegnare la Parola di Dio.
Su tale soggettto, io e molti altri credenti, leggendo i passi sottocitati, riteniamo che vogliano significare esattamente quello che dicono. Non sono riuscito a interpretarli in nessun altro modo, sono giunto, perciò, alla conclusione che essi significano esattamente ciò che dicono, cioé che la donna non può insegnare la Parola di Dio e non può essere pastora. Così leggo, così credo e così insegno.
Considerato che tu ti sei fatta insegnante della Parola di Dio, saprai certamente che la stessa Parola che tu insegni, vieta a te e a tutte le donne d’ insegnare la Parola di Dio, quindi, sarebbe bene che tu spiegassi alle pecore della tua comunità con quale autorità rivesti la posizione di “pastora”, se la Parola di Dio lo viete a tutte le donne.

La tua risposta è importante sia per noi, sia per tutti quelli che ti ascoltano e sono da te ammaestrati, così tutti sapranno da dove prendi l’autorità per stare sul pulpito della chiesa.
Tale chiara dimostrazione biblica è importante perché la Parola di Dio non solo va insegnata ma soprattutto deve essere messa in “pratica”.

Ora, avuto riguardo al fatto che lo Spirito santo ha ispirato le sacre Scritture ed è Lui che guida coloro che predicano la Parola di Dio, sorge la necessità per te di dimostrare a tutti, quali sono i passi biblici che ti conferiscono l’autorità per poter insegnare e fare la “pastora”.

Aspetto di sapere come interpreti i passi che ora ti citerò e quali giustificazioni bibliche hai trovato per annullare il significato letterale dei passi di seguito riportati:

Paolo ispirato dallo Spirito santo, ha scritto a Timoteo le dottrine che egli doveva insegnare nella chiesa di Efeso, cose utili, tra le quali cose sta scritto:

(1 Timoteo 2:11-15)
“La donna impari in silenzio con ogni sottomissione.
Poiché non permetto alla donna d’insegnare, né d’usare autorità sul marito, ma stia in silenzio.
Perché Adamo fu formato il primo, e poi Eva; e Adamo non fu sedotto; ma la donna, essendo stata sedotta, cadde in trasgressione; nondimeno sarà salvata partorendo figliuoli, se persevererà nella fede, nell’amore e nella santificazione con modestia.”

Ancora, Paolo ha scritto le seguenti parole alla chiesa di Corinto, per mettere ordine, perché tale chiesa si stava conducendo in modo disordinato, nel culto come pure in altre cose:

(1 Corinzi 14:34-37)
“Come si fa in tutte le chiese de’ santi, tacciansi le donne nelle assemblee, perché non è loro permesso di parlare, ma debbon star soggette, come dice anche la legge.
E se vogliono imparar qualcosa, interroghino i loro mariti a casa; perché è cosa indecorosa per una donna parlare in assemblea.
La parola di Dio è forse proceduta da voi? O è dessa forse pervenuta a voi soli?
Se qualcuno si stima esser profeta o spirituale, riconosca che le cose che io vi scrivo son comandamenti del Signore.”

Poi, in Apocalisse, Gesù (voglio rimarcare ancora che è Gesù che parla) sgrida il pastore della chiesa di Tiatiri con queste parole:

(Apocalisse 2:20,21)
“Ma ho questo contro a te: che tu tolleri quella donna Jezabel, che si dice profetessa e insegna e seduce i miei servitori perché commettano fornicazione e mangino cose sacrificate agl’idoli.
E io le ho dato tempo per ravvedersi, ed ella non vuol ravvedersi della sua fornicazione.”

Leggendo tali passi, è lecito domandarsi se è conforme alla volontà di Dio che le donne insegnino la Parola di Dio e, quindi, che possano ricevere da Dio il ministerio di pastora?
I passi letti sono molto chiari, quindi, se non si osservano quei passi, bisogna citare altri versetti biblici, più forti di essi, che li annullino e dimostrino per quale motivo l’apostolo Paolo ha ordinato che le donne delle chiese non possono insegnare, ma devono stare in silenzio e imparare.

Dico già da ora che fare appello alla tradizione, alla cultura del tempo, e ai ragionamenti che oggi è diverso da quei tempi e che bisogna conoscere correttamente il pensiero dell’apostolo Paolo, non sono sufficienti per trasgredire e insegnare il contrario di quello che è scritto nella Bibbia.
Perché se si adottano tali ragionamenti, per forza di cose si potrebbero adottare anche su altri passi, creando confusione nell’interpretare le sacre Scritture, si aprirebbero le porte ad ogni tipo di setta e di credenza personale di tutti i passi biblici.

Tra le giustificazioni addotte, non può far parte neppure quella che asserisce che per comprender quei passi ci vuole la guida dello Spirito santo. Perchè anche in tale caso ognuno adducendo come scusante quella di essere guidato dallo Spirito santo può insegnare tutto il contrario di quello che è scritto nella Parola di Dio.

Domande.
Alla luce delle considerazioni sopra esposte e dei video da voi pubblicati, ti porgo alcune domande, a cui faresti bene a rispondere prima di tutto alla tua coscienza e al Signore, e poi anche ai fratelli e sorelle tutti, che vengono da te ammaestrati, per mostrare loro di avere l’autorità in Cristo conformemente alla Parola di Dio.

1. È stato lo Spirito santo a ispirarti di portare i credenti in discoteca, o è una semplice idea che è venuta da te? Se lo Spirito santo guida i giovani lontani da certi luoghi per non contaminarsi, perché tu li hai portati in questi luoghi dove ci si contamina?

2. I credenti devono vivere nel mondo, parlare con i pagani che non conoscono Dio e annunziare loro l’evangelo; ma secondo te ciò può giustificare che i santi possono contaminarsi comportandosi nella stessa maniera loro, frequentando gli stessi locali dove regna la dissolutezza e la perversione?

3. Perché sta scritto nella Bibbia di non seguire l’andazzo di questo mondo? Andare in discoteca non ti sembra seguire l’andazzo di questo mondo e contaminarsi nelle braccia d’esso?

4. Tu ritieni che la discoteca sia un luogo che un credente può o non può frequentare? Se un credente non può frequentarlo, come mai hai portato i giovani in tale locale pieno di perversione e dissolutezza?

5. Come si fa ad evangelizzare con la musica ad alto volume? Gesù ci ha lasciato detto che dovevamo evangelizzare contaminandoci con i pagani, facendo le loro medesime cose?

6. Se è lecito evangelizzare in discoteca, allora si dovrebbe andare ad evangelizzare anche dentro le “case chiuse” (in Europa ci sono)? Se i pagani vedessero i santi che entrano o escono da tali luoghi cosa penserebbero, che sono andati lì per evangelizzare?

7. Secondo te, coerentemente al ragionamento che hai fatto tu, per evangelizzare i tossicodipendenti bisognerebbe drogarsi, i credenti dovrebbero anche loro far uso di quelle sostanze?

8. Perché dalle tue parole col quale ricordavi quella serata, si evince che implicitamente che tu riconosca che quel luogo è un luogo dissoluto, dal quale i credenti farebbero bene a guardarsi dal frequentare, eppure hai portato i giovani in tale luogo?

9. Non credi che il tuo comportamento e la tua giustificazione potrebbe far scaturire nella mente dei giovani credenti il pensiero che è lecito frequentare le discoteche e qualsiasi altro posto perverso e dissoluto?

10. Dopo la tua giustificazione e aver portato i giovani in discoteca, non pensi che tale condotta possa aver messo in difficoltà molti genitori impegnati costantemente ad insegnare ai propri figli ciò che possono fare e i locali che devono o non devono frequentare?

11. Non hai pensato alle figlie diciottenni dei genitori credenti che potranno citare il tuo esempio e dire ai genitori che vanno in discoteca “per evangelizzare” e rincasare così la mattina presto?

12. Ma i santi cosa ci starebbero a fare tutta la notte in tali locali? Non pensi che sia di cattiva testimonianza?

13. E’ vero che l’11 aprile 2009 hai partecipato alla “consueta preghiera multireligiosa“, ed hai pregato insieme, tenendosi per mano, con le seguenti persone:
– Don Mauro Inzoli, presidente del Banco Alimentare e vicepresidente della Compagnia delle opere;
– il gran califfo dell’Islam Gabriele Mandel e l’imam Mohsen Mouheli;
– l’esponente della comunità ebraica Franco Fiorentini;
– il vescovo greco-ortodosso Abondius;-
– il vescovo assiro-caldeo Adeodato Mancini;-
– il pastore evangelico pentecostale Rosalen Boerner Faccio;-
– il monaco buddista Lopsan Sanghe.
[Fonte: http://lastrategiadellacipolla.wordpress.com/2009/04/08/milano-preghiera-multietnica-per-pasqua/%5D

14. Come hai fatto a pregare con tali persone, che sono perduti nei falli e nei peccati?

15. Li hai evangelizzati? Hai detto loro che se non si convertono e non credono nell’evangelo vanno a finire all’inferno?

16. Non ti pare che se tu non li hai messi in guardia dal non andare a finire all’inferno, ma accettandoli così secondo la loro religione, è come se tu li avessi incitati a rimanere così come sono, continuando a rendere un culto al diavolo?

17. Il Signore Gesù ha ordinato di fare “comunella” (ecumenismo) e camminare secondo la carne, o di annunziare loro l’evangelo?

18. Se sei andata ad annunziare l’evangelo in discoteca a notte fonda, dobbiamo credere che tu abbia annunziato l’evangelo in pieno giorno anche a coloro col quale tu hai incontrato per “pregare con loro”? Hai ricordato loro che devono ravvedersi e credere nell’evangelo?

19. Ritieni che si possa evangelizzare in piazza e per le strade utilizzando giochi e spettacoli da circo? Non ha Iddio costituito i doni spirituali per evangelizzare, e non certo spettacoli e scenette teatrali da circo?

Io credo che tutti questi comportamenti sconvenienti, tutte quelle parole insipide, siano frutto della disubbidienza alla Parola di Dio, a cominciare dal fatto che la Bibbia vieta alle donne di assumere il ministerio di pastore e dell’insegnamento in genere.
Penso che tu debba rivedere la tua posizione e lasciare posto ad un pastore uomo veramente costituito da Dio, che insegni seriamente la Parola di Dio e non presentare sè stesso.
(Giuseppe Piredda)


[Aggiunta del 28.11.2009]
Ho visto che la pastoressa Roselen non porta le sue pecore solo in discoteca ma pure al mare. Guardate da voi stessi il video: Tour giallo con la pastoressa Roselen.

[Aggiornamento del 31.01.2010]
Questo video era così scandaloso, nel quale si vedevano i giovani ballare in costume, come qualsiasi pagano, che hanno pensato bene di toglierlo da youtube, quindi non è più visibile.

E qui sorge spontanea un’altra domanda a Roselen Boerner Faccio: Se non c’era niente di scandaloso in quel video, ma si mostrava come tu e i giovani avete evangelizzato nelle “spiagge”, perché lo avete RIMOSSO?

Io l’ho visto e vi era poco di evangelizzazione, piuttosto c’era divertimento e dedicazione ai piaceri della vita.

Evidentemente è preferibile NASCONDERE gli scandali che giustificarli, vero Roselen?

Giuseppe Piredda

Annunci
90 commenti leave one →
  1. giovanni permalink
    21 ottobre 2009 23:47

    CARA DONNA, PENTITI E TORNA A FARE LA DONNA! IL TUO RUOLO E’ SCRITTO CHIARAMENTE NELLA BIBBIA, SE VUOI UBBIDIRE A DIO TORNA A FARE LA DONNA.

    Mi piace

  2. Terry permalink
    11 novembre 2009 12:32

    QUANDO UN UOMO PERCORRE UNA VIA CHE NON PORTA ONORI
    COSÌ E’ :……….. DIO DARA’ IL NEMICO IN MANO AD UNA DONNA”
    gd 4:9
    EGLI E’ LO STESSO IERI OGGI IN ETERNO
    l’uomo interiore è uomo????
    la crescita interiore con lo scopo della glorificazione di Cristo in noi
    è una prerogrativa maschile??
    ………”in verità comprendo che Dio non ha riguardi personali ma che
    in qualunque nazione chi lo teme e opera GIUSTAMENTE gli e’ gradito”
    ……….. Non c’e’ qui nè Giudeo nè Greco
    non c’e’ nè schiavo nè libero
    non c’è nè machio nè femmina
    perchè voi tutti siete uno IN Cristo Gesù”
    CONCLUDO………
    Il discernimento su cio che e’ eretico blasfemo errore
    mi e’ stato insegnato così
    ………. si raccoglie forse uva dalle spine, o fichi dai rovi?
    ed ancora ………. li riconoscerete dai loro frutti!
    in Cristo il seme e’ seme incorruttibile non machile o femminile
    si semina nella pace cioe ordine

    “Ecco la tua serva sia fatto a me secondo la volontà di te”

    Mi piace

  3. 11 novembre 2009 13:41

    Pace Terry,
    giustamente hai citato la Parola di Dio, perché così i santi devono fare.
    Tuttavia, sempre la Parola di Dio dice che alla donna è fatto divieto di non insegnare.
    Questo divieto c’era già nella legge di Mosè e Paolo lo riprende e lo insegna anche per le chiese dei santi.
    Ora, se noi non osserviamo quel comandamento, perché è un comandamento, ci costituiamo trasgressori davanti alla Parola di Dio.
    Ci sono credenti, come me, che non vogliono trasgredire la Parola di Dio e osservano anche quel comandamento, ce ne sono altri, invece, che non lo osservano.

    Se dei santi non osservano quel comandamento, adducendo le loro motivazioni, e tutti gli altri lo fanno passare senza opporsi, potrebbero venire altri e non osservare altri comandamenti, adducendo altre giustificazioni, e altri ancora, e ancora, cosa succederebbe?

    Quindi, la soluzione per tutti i comandamenti è questa, “questo è il tutto dell’uomo temere Iddio e osservare i suoi comandamenti”, ripeto i SUOI, non tradizioni umane ma comandamenti di Dio.

    Nella Parola di Dio è pieno di cose che la donna può fare per l’opera del Signore, e sinceramente non comprendo come mai se uno vi presenta davanti il comandamento che la donna non può insegnare, lo si vuole far passare come se la donna non deve e non può fare nulla per l’opera. Ma questo non è assolutamente vero, vale per tutte le donne ciò che è valido anche per molti uomini, cioè che non tutti gli uomini possono insegnare la Parola di Dio, ma solo a quelli a chi è dato.

    I frutti? Chi salva è Dio e non di certo il messaggero, sia esso uomo o donna, chi salva è semplicemente Dio, il messaggio, e talvolta si compie il passo che dice che Dio cambia il male in bene.

    Anche il figliolo della perdizione quando verrà farà dei segni, ma non per questo gli eletti sono tenuti ad andargli dietro, e questi si difenderanno attenendosi scrupolosamente alla Parola di Dio.
    Perché non dovremo farlo anche oggi in tutta la Parola quello di attenerci ad essa fedelmente?
    Paolo ha detto che c’è chi annunzia Cristo per invidia e per contenzione, e di questo si rallegrava perchè Cristo è annunziato, infatti coloro che ascoltano possono convertirsi, anche se a parlare di Cristo non è un vero ministro di Cristo, questo perchè è Dio che salva e non colui che porta il messaggio.
    Quindi, se uno è costituito da Dio oppure no, non lo si può decidere da quante anime lo seguono, è una cosa fuorviante.

    In definitiva, rimane il fatto che lo Spirito santo ha ispirato Paolo affinché scrivesse quelle parole che vietano alla donna di insegnare la Parola di Dio, o lo si accetta oppure no, chi non lo accetta si rende trasgressore della Parola, e se cerca giustificazioni e sotterfugi vari, allora disprezza ancor di più Iddio che ha voluto tale comandamento.

    Mi piace

  4. Terry permalink
    11 novembre 2009 15:48

    pace
    ……….un versetto tolto da un contesto mi diventa un
    pretesto
    primi standard imparati per potemi accingere
    all’interpretazione delle scritture
    ….. un altro modo interessante e’ l’ermeneutica contestuale………..
    di ogni brano o versetto (sopratutto quelli difficili)
    non voglio dilungarmi
    pero’ una cosa
    i segni sono una cosa
    il frutto un’altra
    (attento………..cambiare una parola per un’altra si attribuiscono
    spiegazioni e significati non detti)
    ma come posso forse considerare sei daccordo
    …… Cristo e’ annunciato (ed io sia uomo o donna diminuisco)
    quindi il vangelo è annunciato e sei daccordo anche tu con ………
    ……….. non giudico il servo altrui …. se sta in piedi o se cade è
    cosa che riguarda il suo Signore ………. ma egli sarà tenuto in piedi
    perche’ il Signore è potente ………
    carissimo un abbraccio
    e che Dio ti dia la sua benedizione
    pigiata traboccante scossa

    Mi piace

  5. 11 novembre 2009 19:47

    Una parola sul luogo comune del testo, contesto e pretesto.

    L’apostolo dice agli anziani di Efeso:
    “…come io non mi son tratto indietro dall’annunziarvi e dall’insegnarvi in pubblico e per le case, cosa alcuna di quelle che vi fossero utili,…” (Atti 20:20)

    E ancora l’apostolo Paolo dice a Timoteo:
    “Ogni scrittura è ispirata da Dio e utile a insegnare, a riprendere, a correggere, a educare alla giustizia, affinché l’uomo di Dio sia compiuto, appieno fornito per ogni opera buona.” (2 Timoteo 3:16,17)

    Possiamo tranquillamente assumere come dimostrato il fatto che Paolo scrisse e insegnò solo cose che fossero utili.

    Tra le cose utili che che Paolo insegnò nelle chiese vi è pure questo:
    “La donna impari in silenzio con ogni sottomissione. Poiché non permetto alla donna d’insegnare, né d’usare autorità sul marito, ma stia in silenzio. Perché Adamo fu formato il primo, e poi Eva; e Adamo non fu sedotto; ma la donna, essendo stata sedotta, cadde in trasgressione;” (1 Timoteo 2:11-14)

    Ancora Paolo scrive:
    “Come si fa in tutte le chiese de’ santi, tacciansi le donne nelle assemblee, perché non è loro permesso di parlare, ma debbon star soggette, come dice anche la legge.
    E se vogliono imparar qualcosa, interroghino i loro mariti a casa; perché è cosa indecorosa per una donna parlare in assemblea.
    La parola di Dio è forse proceduta da voi? O è dessa forse pervenuta a voi soli?
    Se qualcuno si stima esser profeta o spirituale, riconosca che le cose che io vi scrivo son comandamenti del Signore.” (1 Corinzi 14:34-37)

    Per quanto riguarda i contesti, Paolo ha dato istruzioni a Timoteo sulle cose che doveva insegnare ad Efeso, e la chiesa di Corinto, che non difettava di nessun dono spirituale, difettava però nell’ordine, nel culto e in altre cose, pertanto Paolo ha scritto per mettere ordine in ogni cosa.

    Vorrei farti notare le seguenti parti del passo citato di Corinto:
    1) “COME SI FA IN TUTTE LE CHIESE DEI SANTI…”
    Si comprende quindi che la donna non poteva insegnare era un insegnamento che riguardava tutte le chiese dei santi, e non solo qualcuna, MA TUTTE;

    2) “COME DICE ANCHE LA LEGGE”;
    Questo passo ci ricorda che la legge non permetteva alle donne di insegnare, e citandola in questa maniera vuole chiaramente intendere che NEPPURE NEL TEMPO DELLA GRAZIA DI GESU’ CRISTO LE DONNE POTEVANO E NON POSSONO INSEGNARE;

    3) “SE QUALCUNO SI STIMA ESSER PROFETA O SPIRITUALE, RICONOSCA CHE LE COSE CHE IO VI SCRIVO SONO COMANDAMENTI DEL SIGNORE”;
    Questa parte ci informa che ciò che Paolo ha detto non sono sue opinioni, bensì COMANDAMENTI DEL SIGNORE.

    Ora vorrei anche far notare a te e a tutti coloro che leggono, anche queste parole che Paolo ha scritto, che spiegano i motivi per i quali alla donna non è permesso di insegnare la Parola di Dio:
    “Perché Adamo fu formato il primo, e poi Eva; e Adamo non fu sedotto; ma la donna, essendo stata sedotta, cadde in trasgressione;… .

    Iddio ha ci ha lasciato quel comandamento perchè conosce la natura della donna, Egli è il CREATORE, non è un uomo, se ci ha dato un determinato comandamento, vuole che SIA OSSERVATO, NON TRASGREDITO.

    Una parola anche sull’ERMENEUTICA.
    E’ [l’arte del], traduzione, chiarimento e spiegazione. Essa nasce in ambito religioso con lo scopo di spiegare la corretta interpretazione dei testi sacri.

    “Le questioni suscitate dall’ermeneutica non sono affatto facili…. Tuttavia, su quest’unica cosa ci deve per lo meno essere un punto di accordo:
    Un testo non può significare quel che non ha mai significato. Per dirla più positivamente: il vero significato del testo della Parola di Dio per noi è quel che Dio intendeva che significasse all’origine, quando fu dapprima pronunciata. Ecco il punto di partenza. (G. Fee e D. Stuart)”

    Ora, alla luce anche dell’ermeneutica, COME SI FA A DIRE OGGI CHE LA DONNA PUO’ INSEGNARE?
    Dire una tale cosa significa sia trasgredire i comandamenti di Dio, sia non TENERE CONTO DELL’ERMENEUTICA, tanta cara, quest’ultima, a coloro che CERCANO IN TUTTE LE MANIERE DI ANNULLARE LA PAROLA DI DIO.

    Sappi che la VERITA’ della Parola di Dio, non può essere annullata, si può tagliare la testa a Giovanni Battista, ma IDDIO susciterà altri che annunzieranno la verità.

    Che Dio veramente ti dia di intendere la SUA PAROLA, ti riempia di intelligenza e di sapienza spirituale per comprendere quale è la VOLONTA’ perfetta di Dio.

    Mi piace

  6. Terry permalink
    12 novembre 2009 16:20

    pace
    solo questo…….
    “Iddio ha ci ha lasciato quel comandamento perchè conosc natura della donna,” (tue parole)
    quale differenza passa tra natura della della donna e natura dell’uomo ?
    la natura umana uomo o donna è pirva della gloria di Dio in egual misura
    infatti Cristo ha dato alcuni come apostoli profeti evangelisti pastori dottori……..

    Attraverso un asina muta Dio riprese la prevaricazione di un profeta……..
    un giorno io ho detto “Dio ogni cosa ti e’ possibile se non avrai altri possa io essere
    quell’asina muta…….. manifesta ancora misericordia chiama ancora a ravvedimento
    a tornare a te in questa generazione……”

    ……..come ho detto dall’inizio ……. (e concludo)
    QUANDO UN UOMO PERCORRE UNA VIA CHE NON PORTA ONORI
    COSÌ E’ :……….. DIO DARA’ IL NEMICO IN MANO AD UNA DONNA” Gd 4:9
    Non intendo dibattere non lo era gia da principio
    ……SO che la sua Chiesa e’ sotto il suo controllo
    come So che Dio benedirà quata nazione a cominciare dalla sua casa
    Dio ti benedica

    Mi piace

  7. 12 novembre 2009 18:41

    Ci tengo a confermare che l’uomo è diverso dalla donna, non sono assolutamente uguali, fisicamente e interiormente, sono due cose diverse.
    La Parola di Dio dice: (1 Pietro 3:7) “Parimente, voi, mariti, convivete con esse colla discrezione dovuta al vaso più debole ch’è il femminile. Portate loro onore, poiché sono anch’esse eredi con voi della grazia della vita, onde le vostre preghiere non siano impedite.”

    Mi piace

  8. lara permalink
    13 novembre 2009 18:13

    ti invito a parlare personalmente con il <pastore Roselen, scrivere una letterra è da un uomo???
    ma.. dubbito.
    Lara

    Mi piace

  9. Paola permalink
    13 novembre 2009 20:22

    Solo 2 cose (ma ce ne sono molte di più):

    1-Galati 3:28
    Non c’è né Giudeo né Greco, non c’è né schiavo né libero, non c’è né maschio né femmina, perché tutti siete uno in Cristo Gesù.
    2-L’albero si riconosce dal frutto.
    E il pastore Roselen ha una cifra di frutti che possono testimoniare.

    Dio ti benedica

    Mi piace

  10. 13 novembre 2009 20:56

    In questa maniera citate il passo per fargli dire ciò che vi fa comodo. D’altronde, non potete fare altrimenti, perché non ce ne sono passi che confermano che la donna può insegnare.

    Comunque, voglio spiegarvi anche questo passo, visto che non lo avete inteso nella maniera giusta.
    Sta scritto: (Galati 3:25-29) “Ma ora che la fede è venuta, noi non siamo più sotto pedagogo; perché siete tutti figliuoli di Dio, per la fede in Cristo Gesù.
    Poiché voi tutti che siete stati battezzati in Cristo vi siete rivestiti di Cristo.
    Non c’è qui né Giudeo né Greco; non c’è né schiavo né libero; non c’è né maschio né femmina; poiché voi tutti siete uno in Cristo Gesù.
    E se siete di Cristo, siete dunque progenie d’Abramo; eredi, secondo la promessa.”

    Significato: C’è una medesima salvezza per tutti i popoli, per i giudei e per i greci, per gli schiavi e per i liberi, per l’uomo e per la donna.
    Badate bene, qui sta parlando della salvezza che viene largita da Dio agli uomini, e Dio non ha riguardo alle persone.

    Il comandamento di Dio che vieta alla donna di insegnare la Parola non concerne il tipo di salvezza, ma IL SERVIZIO NELLA CHIESA DI DIO. La chiesa è il Corpo di Cristo ed ogni membro deve svolgere l’incarico che Dio vuole, non quello che vogliono gli uomini.

    Inoltre, se si prende quel passo per fargli dire quello che non dice, si potrebbe anche usare per GIUSTIFICARE l’omosessualità, per farvi un esempio. Infatti, gli omosessuali potrebbero fare questo ragionamento: se non c’è differenza tra uomo e donna allora potrebbero dire che l’unione omosessuale è scritta anche nella Bibbia. COSI’ NON SIA!
    (Questo ragionamento per farvi capire che ERRANDO NELLA CITAZIONE DEI PASSI, SI POSSONO APRIRE LE PORTE A MOLTE ALTRE DOTTRINE ERRATE ED ERETICHE)

    Quel passo non può essere usato per lo scopo per il quale lo citate voi. Non annulla assolutamente il comandamento di Dio che la donna non può insegnare.

    Voi vi accostate alle Scritture per trovarvi ciò che vi piace, e le cose piacevoli le VEDETE ANCHE DOVE NON CI SONO.

    Per quanto riguarda i frutti, possiamo rispondere facendo due considerazioni: la prima è una domanda: Se è scritto che la donna non può insegnare, come si fa a dire che lo Spirito santo guida le persone contro le sue stesse ispirazioni? No, non è così!
    La seconda è questa, se voi vi riferite ai frutti delle persone che la seguono, che sono aumentate di numero, ebbene, i testimoni di Geova aumentano di numero molto più di voi, MA CIO’ NON VUOL DIRE CHE ANNUNZIANO LA VERITA’.

    Dovete attenervi alla PAROLA DI DIO e non confidare negli uomini, siano essi maschi o femmine.
    Perchè vi rifiutate di credere in tutta la Parola di Dio? Perché non osservate i comandamenti di Dio? Se siete pieni di amore e di verità perché non osservate i comandamenti di Dio?
    Qui, si vede che voi rigettate delle parti DELLA PAROLA DI DIO, e ve le mettete sotto i piedi, è AMORE NELLA PAROLA QUESTO?
    No, non è così, bisogna amare Iddio con tutte le nostre forze, con tutto il nostro cuore, con tutta l’anima!

    Voi siete CONTENZIOSI, ignorate le sacre Scritture, quello che conoscete lo state contorcendo, VEDETE DA VOI STESSI DOVE STATE ANDANDO A FINIRE.
    Iddio vuole riportarvi dentro la sana dottrina, dentro la sua Parola, perchè ve ne siete allontanati.
    Voi state errando grandemente! MA QUANDO VI SVEGLIERETE DAL SONNO SPIRITUALE IN CUI SIETE PIOMBATI?

    Mi piace

  11. luigi permalink
    13 novembre 2009 22:54

    MASCHILISTA!!!! VERGOGNATI NEI CONFRONTI DI DIO CHE E’ UN PADRE CHE NON FA’ DIFFERENZE ALCUNE.
    DA UN CRISTIANO SPOSATO!

    Mi piace

  12. luigi permalink
    13 novembre 2009 23:24

    Sono esterefatto del tuo parlare che in questa nazione post-cristiana mi rendo conto che devo abituarmi a tollerare. Caro Piredda un giorno quando saremo di fronte a Lui vedremo cosa veramente contava fare in questa terra piuttosto che denigrare e cotestare sorelle che hanno ricevuto benedizione dallo Spirito. Io no la conosco la sorella Faccio, ma non mi pongo neanche il problema perchè annuncia Gesù ed è Lui il suo Signore a cui deve dare conto come ognui uomo e hops anche donna di questa terra. Tu, così come quelli che sono come te, se fossi vissuto ai tempi del giudice Debora sono sicuro che avresti detto e fatto le stesse cose che sotieni e fai oggi….. eppure è parola di Dio ed ella viveva ai tempi della legge Mosaica alla quale TU credi Paolo si rifaceva…. Vuoi sapere cosa sono quei versi e pochi altri nella Bibbia?
    AGGIUNTE E NOTE DI COPISTI EMANUENSI!!! SI MIO CARO A MENO CHE TU MI DIMOSTRI CHE SONO PRESENTI ANCHE NEI PIU’ ANTICHI MANOSCRITTI RINVENUTI.
    SEI TU E QUELLI COME TE CHE SONO IN UN PROFONDO SONNO SPIRITUALE, LETTERA MORTA CHE UCCIDE MA LO SPIRITO VIVIFICA.
    LO SPIRITO CONOSCE LA TUA VITA E CHI PENSA DI STARE IN PIEDI GUARDI DI NON CADERE IMPROVVISAMENTE… CHI E’ SENZA PECCATO SCAGLI ….

    TI CONSIGLIO DI PREOCCUPARTI DI RICERCARE DELL’ACQUA FRESCA CHE SOLO GESU’ TI PUO’ DONARE.
    OCCUPIAMOCI DI STRAPPARE ANIME AL DIAVOLO E NON SCONTRARCI CON CRISTIANI CHE ANNUNCIANO CRISTO!!
    SALUTI.

    Mi piace

  13. 13 novembre 2009 23:50

    Scusami Luigi, ma io sono rimasto sbalordito e sconcertato dalle tue parole: “Vuoi sapere cosa sono quei versi e pochi altri nella Bibbia?
    AGGIUNTE E NOTE DI COPISTI EMANUENSI!!! SI MIO CARO A MENO CHE TU MI DIMOSTRI CHE SONO PRESENTI ANCHE NEI PIU’ ANTICHI MANOSCRITTI RINVENUTI.”

    Veramente ciò dimostra che ti sei fatto una Bibbia tua tutta personale, hai strappato le pagine che non ti piacciono e oscurato i passi che non ti aggradano.

    Tu cammini in piena oscurità nella conoscenza biblica e anche nel cuore, quelle tue parole lo dimostrano con certezza, tu sei riuscito a disprezzare la Parola di Dio come pochi altri ci sono riusciti.
    Ma la vostra pastoressa Roselen, se è così unta e guidata da Dio, perché coloro che la seguono sono così ignoranti nella conoscenza della sacre Scritture? Siete tutti, forse, cattivi studenti? o …

    A me pare che state facendo a gara intervenendo con i vostri commenti a chi più è ignorante nelle sacre Scritture, per ora tu ti sei aggiudicato il primo posto pienamente meritato, senza imparzialità.

    Mi piace

  14. 14 novembre 2009 13:34

    Senti Mattia, Giorgio o come ti chiami realmente, sappi che non stiamo giocando a nascondino, ci vuole correttezza, chiarezza e sincerità nel difendere qualcuno e qualcosa, quindi vai a comprare le cose che ti mancano e poi torna, la porta non la troverai chiusa, ma devi mostrare di aver acquistato quello che ti manca.

    Mi piace

  15. mattia permalink
    14 novembre 2009 15:57

    mattia,giorgio?????vai a comprare quello che mi manca????poi nn troverai la porta chiusa????ma devi mostrare daver acquistato quello che ti manca????ci vuole correttezza nel difendere qualcuno e qualcosa????….MA COSA STAI DICENDO????stai bene? ma hai capito quello che ho scritto???mi sa che sei piu attento a quello che devi scrivere per offendere le persone che a leggere quello che le persone ti scrivono!!!
    ti ho risposto …..ma tu sapientemente hai cancellato quello che ti avevo scritto.come mai??
    e proprio tu mi parli di correttezza ,sincerita?come mai hai cancellato le mie risposte.cosa fai lasci segnate e in bella vista solo risposte dove fai bella figura rispondendo con le tue tesi di parte?comunque…….questa è l ultima cosa che volevo fare!darti importanza e fare discussione senza edificazione.comunque quando avrai finito di fare lo show su siti che tutti possono vedere(soprattutto i giovani nella fede) e scandalizzare le persone e vorrai fare chiacchierate costruttive o parlare/rispondere DIRETTAMENTE(cosa che nn hai fatto con nessuno dei pastori hai quali hai gettato fango pubblicamente!!!!)puoi contattarmi su mattia4@hotmail.com
    anche perchè nn ho piu intenzione di perdere il mio tempo a risponderti.gli esibizionisti nn mi sono mai piaciuti!
    spero che lo spirito santo possa farti capire quello che stai facendo e il modo!!!COMPLIMENTI!!
    p.s.come tu saprai sicuramente…….la bibbia è altresi chiara su chi offende o calunnia i ministri di dio!!!leggiti bene questo versetto.o questo nn deve essere preso in considerazione!!!!!io da fratello vedendo il tuo blog e tutto quello che hai scritto di cattivo e calunniatorio su tutti quei pastori e altro……….nn vorrei essere proprio nel tuo posto!!!rischi tanto agli occhi di dio!!!!e se tu nn avessi la ragione?????????quante calunnie………….offese…………critiche………..cattiverie……giudizi………….etc
    spero dio abbia misericordia anche di te!ma stai tranquillo dio è buono hai comunque buone speranze!RS

    Mi piace

  16. 14 novembre 2009 16:31

    Ma tu conosci il significato di calunnia, prima di citare tale parola non dovresti andare a leggere cosa significa?
    Questo ancora una volta dimostra che l’ignoranza (non in modo offensivo ma parola che indica mancanza di conoscenza) della Parola di Dio è veramente abissale.
    Ma è meglio non perdere tempo nè tu nè io.

    Per quanto riguarda i nomi di Giorgio e Mattia, sappi che io mi accorgo quando i commenti arrivano dalla stessa persona, ed è inutile che fai finta di niente.
    E’ carità e coraggio spacciarsi per persone diverse? Ecco perchè gli insulti e le cose inutili non le faccio passare nel mio blog, e come si può chiaramente leggere in tanti articoli, ci sono commenti soprattutto contrari.

    Mi piace

  17. carla permalink
    14 novembre 2009 19:28

    che assurdo!
    dovresti stare un po di piu alla presenza di Dio che stare a scrivere tutto questo in questo blog.. ci sono tante anime che hanno bisogno di Cristo e te fai sempre polemiche.. vergognati!!!
    per curiosita, ma che Chiesa frequenti?? se per caso sei cristiano.. ne dubbito..
    chi è il tuo pastore?? se caso ne hai uno..

    Mi piace

  18. luigi permalink
    14 novembre 2009 20:30

    Scusi Piredda, preferisco darle del lei e non per offenderla, io le chiedo scusa per ever partecipato a questo blog e non è mio solito farlo e mi creda è la prima volta e sicuramente l’ultima. Ho sempre odiato dibattere a suon di versetti dalla Santa parola di Dio CHE IO ACCETTO NELLA SUA INTEREZZA E PER LA QUALE HO ESPRESSO UN PARERE DEL QUALE SU POCHISSIMI VERSI SONO CONCORDI MOLTI COMMENTATORI MONDIALI.
    Comunque lei non si rende conto che offende il Corpo di Cristo e quindi il Signore stesso che lei dimostra di non discernere. Le garantisco di fronte a Dio che io non faccio parte della chiesa di Milano e vivo in tutt’altra parte d’Italia, ma lei dimostra di avere uno spitito contenzioso come altri tipo Butindaro Giacinto che butta melma su tutti.
    Ma crede veramente che questo sia atteggiamento Cristiano? Lei crede veramente di essere guidato dallo Spirito di Gesù?
    Crede di possedere in esclusiva tutta la sana dottrina dando dell’ignorante agli altri?
    Io mi prendo l’ignorante e conservo la pace di Dio nel mio cuore, ma la prego non ferisca ulteriormente altre persone con parole come quelle che ha saputo usare nei miei riguardi:
    “Tu cammini in piena oscurità nella conoscenza biblica e anche nel cuore, quelle tue parole lo dimostrano con certezza, tu sei riuscito a disprezzare la Parola di Dio come pochi altri ci sono riusciti.” PROPRIO DALLE SUE PAROLE CHE HA SAPUTO USARE VERSO DI ME SI LEGGE DA COSA E’ ANIMATO IL SUO sPIRITO.
    Saluti e spero possa spendere energie per un lavoro più costruttivo in futuro.

    Mi piace

  19. 14 novembre 2009 23:17

    La cosa che mi dispiace di più è che non ti sei reso conto delle assurdità che hai detto nell’altro commento che hai fatto al quale io mi sono riferito.
    In particolare mi riferivo a queste tue parole:

    “Vuoi sapere cosa sono quei versi e pochi altri nella Bibbia?
    AGGIUNTE E NOTE DI COPISTI EMANUENSI!!! SI MIO CARO A MENO CHE TU MI DIMOSTRI CHE SONO PRESENTI ANCHE NEI PIU’ ANTICHI MANOSCRITTI RINVENUTI.”

    Mentre Paolo dice di riconoscere le sue parole come comandamenti del Signore, tu esci fuori con questa frase che è devastante per le anime deboli, ma tu non te ne rendi neppure conto, ed io ho parlato duramente con te affinché rifletessi e ti rendessi conto di ciò che hai creduto e affermato, ma non è servito a nulla.
    Io ti consiglio di cambiare commentari e letture in genere, perchè quelle attuali vedo con dispiacere che non hanno portato buoni frutti.

    Fratelli, non preoccupatevi, ciò che è scritto nella Parola di Dio non è assolutamente frutto di errori o di commenti di qualcuno che ha aggiunto frasi nella Bibbia.
    State sereni e tranquilli, ciò che è scritto è Parola di Dio, e non ci sono le buccie come se fosse frutta, non ci sono scarti, ma è tutta Parola di Dio, farete bene a studiarla e pregare Iddio per intenderla secondo la Sua Volontà.

    Mi piace

  20. 14 novembre 2009 23:33

    Allora secondo te quando Gesù riprendeva i farisei che avevano sostituito i comandamenti di Dio con le loro tradizioni faceva polemiche?
    Quando Paolo ha ripreso davanti a tutti Pietro, faceva polemiche?
    E poi in tutte le epistole di Paolo quando metteva in guardia dalle false dottrine e dai cattivi operai era polemico?

    Ma se non conosci le scritture perchè parli? Non ti conviene stare zitta e passare da donna savia? Invece parlando manifesti tutta l’ignoranza che hai nella conoscenza della Parola di Dio. Dicono ignoranza nel senso che non conosci, non è una parola offensiva, ma descrive solo una carenza di conoscenza.

    E volevo anche dirti che non è accusando me di “non essere salvato” che ti farà avere ragione a riguardo dei passi biblici sotto esame. Eppoi dicendo che non sono convertito non fai altro che disprezzare l’opera che Dio ha fatto in me, non disprezzi certamente me, ma Dio.

    Appunto perché molte anime hanno bisogno di Cristo, hanno bisogno DELLA VERITA’ DELLA PAROLA DI DIO, che io parlo, e se le vuoi chiamare polemiche, va bene lo stesso, perché la PAROLA DI DIO VA OSSERVATA, non solo dove vi piace, ma TUTTA, non è come la frutta che si deve togliere la buccia.

    Qui, chi si sta mostrando assurdo, siete voi che difendete LA MENZOGNA, non avete citato un passo in vostro favore, neppure uno.
    Posso solo dire a te e a tutti quelli come te che dovete COMINCIARE A FARE SUL SERIO COL SIGNORE, dovete obbedire a ciò che è scritto, e non dovete scartare niente della Parola di Dio, perchè prendendo i passi solo che vi piacciono VOI STATE DISPREZZANDO CRISTO, che è LA PAROLA DI DIO.

    Mi piace

  21. giovanni permalink
    16 novembre 2009 12:29

    coloro che difendono una pastoressa, si mettono contro le sacre scritture, contro Dio, non accettano un Dio, non accettano di avere qualcuno che li comanda. Vivono nell’ignoranza e vogliono credere in quello che gli conviene. ma non vipreoccupate perchè Dio sà, Dio conosce il vostro comportamento e conosce il vostri errori a cui vi date! cara pastoressa, pentiti e torna alle sacre scritture! torna hai comandamenti! nel nome di Gesù ti chiedo di ravvederti e di chiedere perdono a Dio per il tuo comportamento stolto nei confronti della bibbia, nei confronti di Gesù e nei confronti di tutti coloro che con te si sono sviati!””1Timoteo 2:12 Poiché non permetto alla donna d’insegnare, né di usare autorità sul marito, ma stia in silenzio.!!!!””””la donna deve stare zitta per ordine di Dio, chiunque è contro Dio e le sacre scritture non seguirà mai questo comandamento! e chi non è con Dio e contro Dio! e chi è contro Dio favoreggia il lavoro del maligno! ogni vostro studio di ermeneutica è vano. perchè le sole leggi e i soli libri che Dio ci ordina di studiare sono all’interno della bibbia! ravvedetevi!!!””” Apocalisse 2:20 Ma ho questo contro di te: che tu tolleri Iezabel, quella donna che si dice profetessa e insegna e induce i miei servi a commettere fornicazione, e a mangiare carni sacrificate agli idoli.”””questa pastoressa non solo insegna! ma ha condotto e continua a condurre i giovani nei luoghi di perdizione quali discoteche ecc. tornate a cristo finchè ne avete la possibilità!!

    Mi piace

  22. giovanni permalink
    16 novembre 2009 15:48

    il discernimento non ti deve essere insegnato ma deve essere Dio a donartelo. se poi inizierai a leggere le sacre scritture ti renderai conto che Gesù è il capo dell’uomo e l’uomo è il capo della donna. per questo la deve mettere il velo ogni qualvolta che prega! perchè deve portare rispetto al suo capo, cioè l’uomo. la donna deve stare in silenzio nelle adunanze, se vuole chiedere qualcosa la chieda al marito ho all’anziano della chiesa. la donna non deve insegnare ma deve sottomettersi come ordina Dio! ma se voi giudicate Dio un maschilista, allora io vi dico che Dio e potente è glorioso! Dio e così grande che ci ha dato la vita e ci ha dato del comandamenti a cui dobbiamo ubbidire se vogliamo un giorno gustare la sua gloria in cielo, Dio fà quello che vuole e nessuno si deve permettere di obbiettare al suo operato! nessuno! sia chiaro che se non vi sta bene io non posso obbligarvi a seguire le sacre scritture! posso solo dirvi ravvedetevi! perchè vi mettete contro Dio! e nulla potete contro la sua potenza! ricordate che comunque sia la vostra coscienza vi riprenderà sempre per quello che fate ma sopratutto alla vostra pastora! che porta i fedeli nelle discoteche a divertirsi in nome di Gesù!! seguite gli insegnamenti della bibbia! le riforme lasciatele fare in politica, voi attenetevi a ciò che è scritto.

    Mi piace

  23. giovanni permalink
    16 novembre 2009 15:53

    sei molto ignorante caro fratello riguardo le sacre scritture, ti invito a leggere con più attenzione e di chiedere l’intendimento delle stesse a Dio.

    Mi piace

  24. giovanni permalink
    16 novembre 2009 15:57

    “”Ho sempre odiato dibattere a suon di versetti dalla Santa parola di Dio”” queste sono le parole di luigi. una persona che odia citare i versetti della bibbia per difendere l’evangelo. a questo punto mi sembra chiaro che questi sono i frutti della pastoressa roselen.

    Mi piace

  25. giovanni permalink
    16 novembre 2009 15:58

    Il sale?

    Mi piace

  26. giovanni permalink
    16 novembre 2009 16:03

    è vergognoso ma dico io come si fa ad essere così ostinati contro le sacre scritture? ecco i frutti di una chiesa dove non si ubbidisce ai comandamenti di Dio. ancora una volta cara roselen ti chiedo di abbandonare la carica che ti sei data e di chiedere perdono a tutti.

    Mi piace

  27. lara permalink
    16 novembre 2009 20:01

    sai, io frequento la chiesa sabaoth e conosco il pastore roselen da molti anni, è una donna meravigliosa.ma credo non abbia bisogno che io la diffenda. podarsi pure che abbia fato degli errori come lo facciamo ogni giorno essendo umani.
    io non riusciro nemmeno a fare una discussione teologica con voi. ma sono stanca di parlare di Dio, delle sue leggi come dei bambini della scuola domeniicale. mi domando a Cristo.. ma Signore quando apparirai??
    Dio sta aspettando di essere afferrato da qualcuno la cui fame supera la sua stessa comprensione. vorrei inseguirlo finche non afferro la Sua presenza.
    Cerchiamo spesso la verita dove Dio è stato. La rivelazione pero è dove Dio è.
    La verità è la traccia di Dio, il suo profumo, la sua scia, il Suo sentiero, ma cosa porta?? Conduce a LUi. FORSE la massa è contenta di sapere dove è stato Dio, ma glli inseguitori di Dio non si accontentano solo di studiare la via di Dio, le Sue verità; essi vogliono CONOSCERLO. Vogliono sapere dov’è e cosa sta faccendo proprio ora.
    Dio mi fecci questa domanda: non ti sto chiedendo quanto sai SU di me..Voglio chiederti: Mi conosci veramente?? Mi vuoi veramente??
    Non basta semplicemente sapere di Dio. Abbiamo chiese piene di persone che possono vincere gare di quix biblici ma che nonLo conoscono. Magari alcuni di noi siano stati sviati o intralciati da ogni cosa, dalla prosperita alla poverta, e siamo diventati una societa talmente immatura nella nostra pretesa di auto-giustizia che i nostri desider, i nostri bisogni e quelli dello Spirito Santo sono ben diversi.
    dimentichiamo quelle migliai de persone scontente, ferite, morenti che passano daventi alla nostra comoda chiesa ogni giorno. discuttiamo su di Lui senza magari conoscerLo veramente.
    anch’io credevo come te di conoscere Dio, ma non sapevo molto di Lui.. ho lavorato tanto nel sociale della mia chiesa ed è stato molto bello. ma veramente Dio non importa cio che tu puoi fare per Lui, Gli importa solo la tua risposta ad una domanda: MI VUOI??
    è da un po che prego…Signore rompi i nostri schemi, e distruggi cio che non viene da Te!!
    Abbiamo tante chiese, teologia, ecc… ma per quanto io ne sapia, vi è una sola cosa che Lo ferma. Egli non versera il Suo Spirito laddove non trova fame. Egli cerca gli affamati. Fame vuol dire che non sei soddistfatto dello stato delle cosek perche cio ti ha costretto a vivere senza di Lui, senza la Sua pienezza. Egli arrivera quando sarai,saremmo pronti a rivolgere tutto verso di Lui. Dobbiamo avere fame di Lui. di Lui.
    Quanto tempo è passato da quando hai avuto cosi tanta fame di Dio che ti ha consumato al punto che non ti importava cosa pensasse la gente di te???
    la Chiesa ha vissuto cosi a lungo nel proprio compiacimento che, alle narici di Dio, puzziamo. Egli non puo neanche guardarci in questo stato. Allo stesso modo quando vediamo i bambini degli altri comportarsi male in un luogo publico e poi passare liscia. cosi Dio si sente daventi alla nostra AUTO-GIUSTIZIA. Dio si sente a disagio con il nosttro proprio compiacimento.
    dobbiamo proprio ravvedersi,
    Quando è l’ultima volta che te hai detto ..Sto andando da Dio? Quando è l’ultima volta che hai messo da parte tutto cio che ti teneva occupato per percorrere il ssentiero del ravvedimento, per seguire Dio??
    Ti dico, come una sorella in Cristo devo amare anche te, amo la mia Pastore, amo i miei fratelli ma amo di piu a Lui. non potrebbe interessarmi di meno cosa possano pensare di me le altre persone o ii ministri. VOGLIO inseguire Dio. Questa non è una questione di orgoglio: è una questione dii FAME. Quando cerchi Dio con tutto il cuore, tutta la tua anima e tutto il tuo corpo, Egli si voltera per incontrarti e tu ne uscirai rovinato per il mondo.
    smetti di guardare cio che prima guardavi, smettii di leggere cio che prima leggevi, se lo leggevi piu della Sua Parola. Egli deve essere la tua prima e piu grande FAME.
    nella nostra mente teologica siamo diventati un panificio aperto, ma non abbiamo PANE.
    Sappiamo almeno se Egli è qui o no, e se è qui, cosa sta facendo?? Dove sta andando?? o siamo troppo occupati a spazzare le briciole immaginarie dal panificio senza pane???
    Abbiamo bisogno della sua presenza, della presenza del nostro Cristo
    La nostra ricerca principale e obiettivo e ragione di essere dopo la salvezza deve essere afferrarlo, conoscerlo.
    le verite ci confondono, ci distruggono,
    ma io voglio inseguire il cammino della fame, ho fame di Dio ed è per questo che voglio vivere, questa è la mia ragione.
    e la tua????

    Mi piace

  28. 16 novembre 2009 20:29

    Belle parole, ma in tutto questo tuo parlare, la Parola di Dio che posto ha?
    Come può un credente dire che ama Dio e non ama la Parola di Dio? Perché se la trasgredisce non dimostra certo amore e rispetto verso la Parola.
    Tutto questo tuo bel discorso non mi fa assolutamente dimenticare ciò che sta scritto nella Parola di Dio, è forse così che vi ha insegnato di fare la vostra pastoressa?
    Non si deve amare Dio a parole soltanto, ma in fatti e verità, e ciò che fate contrasta con quanto affermate con la bocca.
    Amare Dio vuol dire credere in Lui e nella sua Parola e rispettarla osservandola.

    Mi piace

  29. 28 novembre 2009 10:55

    Pace a voi tutti,
    Ho visto che la pastoressa Roselen non porta le sue pecore solo in discoteca ma pure al mare. Guardate da voi stessi il video: Tour giallo con la pastoressa Roselen.
    E’ questo ciò che Gesù vuole che la sua chiesa faccia?
    Giudicate da voi stessi, fratelli, esaminate ogni cosa e ritenete il bene.

    Mi piace

  30. David permalink
    19 dicembre 2009 14:00

    La Bibbia come avete potuto leggere è chiarissima. Se voi accettate i pastori donne, allora dovete prendere le pagine della Bibbia (che il fratello Piredda, ci ha citato) e le dovete STRAPPARE.

    Questo non è un argomento di maschilismo o discriminazione. È un problema d’interpretazione biblica.
    In 1 Timoteo 2:11-12 (ND) è scritto: “La donna impari in silenzio, con ogni sottomissione. Non permetto alla donna d’insegnare, né di usare autorità sull’uomo, ma ordino che stia in silenzio”. Nella chiesa, Dio ha assegnato diversi ruoli agli uomini e alle donne. Questo è un risultato del modo in cui è stata creata l’umanità (1 Timoteo 2:13) e del modo in cui il peccato è entrato nel mondo (2 Timoteo 2:14). Dio, mediante questo scritto dell’apostolo Paolo, impedisce alle donne di prestare servizio nei ruoli di insegnamento spirituale autorevole sugli uomini. Questo preclude le donne dal prestare servizio come pastore, il che include certamente predicare, insegnare e avere autorità spirituale sugli uomini.

    Ci sono molte “obiezioni” a questa concezione delle donne nel ministero o come pastore. Una comune è che Paolo impedisce alle donne d’insegnare perché, nel I sec., esse erano solitamente ignoranti. Tuttavia, 1 Timoteo 2:11-14 non menziona mai la condizione culturale. Se la cultura fosse una qualifica per il ministero, la maggior parte dei discepoli di Gesù sarebbe stata probabilmente squalificata. Una seconda obiezione comune è che Paolo impedì d’insegnare solo alle donne efesine (1 Timoteo fu scritta a Timoteo, che era il pastore della chiesa di Efeso). La città di Efeso era nota per il suo tempio di Artemide, una falsa dèa greco-romana. La donne avevano autorità nel culto di Artemide. Tuttavia, la lettera di 1 Timoteo non menziona mai Artemide, né Paolo menziona il culto di Artemide come motivo per le restrizioni di 1 Timoteo 2:11-12.

    Una terza obiezione comune è che Paolo sta facendo riferimento solo ai mariti e alle mogli, non agli uomini e alle donne in generale. I termini greci di 1 Timoteo 2:11-14 potrebbero riferirsi ai mariti e alle mogli. Tuttavia, il significato primario delle parole è uomini e donne. Inoltre, queste stesse parole greche sono impiegate ai versetti 8-10. Solo i mariti devono alzare mani pure in preghiera senza ira e senza dispute (v. 8)? Solo le mogli devono vestirsi in modo decoroso, avere opere buone e fare professione di pietà (vv. 9-10)? Naturalmente no. I versetti 8-10 fanno chiaramente riferimento agli uomini e alle donne in generale, non solo ai mariti e alle mogli. Non c’è nulla nel contesto che indichi un cambiamento verso i mariti e le mogli nei versetti 11-14.

    Eppure, un’altra frequente obiezione a questa interpretazione delle donne pastore o predicatrici è in relazione a Maria, Debora, Culda, Priscilla, Febe, ecc., donne che detennero posizioni di guida nella Bibbia. Questa obiezione non tiene conto di alcuni fattori significativi. In relazione a Debora, costei fu l’unico giudice donna fra 13 giudici uomini. In relazione a Culda, costei fu l’unica profetessa fra decine di profeti maschi menzionati nella Bibbia. L’unico collegamento di Maria con la conduzione fu dovuto al fatto che era la sorella di Mosè e Aaronne. Le due donne più importanti ai tempi dei Re furono Atalia e Izebel, che non furono affatto degli esempi di sante donne al comando.

    Nel libro degli Atti, al capitolo 18, Priscilla e Aquila sono presentati come fedeli ministri di Cristo. Il nome di Priscilla viene menzionato per primo, indicando probabilmente che ella “si distingueva maggiormente” nel ministero rispetto al marito. Tuttavia, Priscilla non è mai descritta come se partecipasse all’attività ministeriale, il che sarebbe in contraddizione con 1 Timoteo 2:11-14. Priscilla e Aquila portarono Apollo in casa loro e lo discepolarono entrambi, spiegandogli la Parola di Dio più accuratamente (Atti 18:26).

    In Romani 16:1, anche Febe è considerata una “diaconessa”, ossia una “serva”, il che non indica che Febe fosse un’insegnante della chiesa. “Capace di insegnare” è una qualifica richiesta agli anziani, ma non ai diaconi (1 Timoteo 3:1-13; Tito 1:6-9). Gli anziani, i vescovi o i diaconi sono descritti come “marito di una sola moglie”, “che abbia figli fedeli” e “irreprensibile”. Inoltre, in 1 Timoteo 3:1-13 e Tito 1:6-9, sono impiegati esclusivamente i pronomi maschili per far riferimento agli anziani, ai vescovi e ai diaconi.

    La struttura di 1 Timoteo 2:11-14 ne chiarisce perfettamente il “motivo”. Il versetto 13 comincia con “infatti” e dà la “motivazione” di quanto Paolo ha affermato ai versetti 11-12. Perché le donne non dovrebbero insegnare o avere autorità sull’uomo? Perché “Adamo fu formato per primo, e poi Eva; e Adamo non fu sedotto; ma la donna, essendo stata sedotta, cadde in trasgressione”. Ecco il motivo. Dio ha creato Adamo per primo e, poi, Eva come suo “aiuto”. Qust’ordine della Creazione trova un’applicazione universale all’umanità nella famiglia (Efesini 5:22-33) e nella chiesa. Come motivazione per cui le donne non possano prestare servizio come pastore o avere autorità spirituale sugli uomini è dato anche il fatto che fu sedotta Eva. Questo porta alcuni a credere che le donne non dovrebbero insegnare perché vengono sedotte più facilmente. Tale concetto è discutibile… ma se le donne fossero sedotte più facilmente, perché dovrebbe essere consentito loro di insegnare ai figli (che vengono facilmente ingannati) e ad altre donne (che, presumibilmente, vengono sedotte più facilmente)? Non è quello che dice il testo. Le donne non devono insegnare o avere autorità spirituale sugli uomini perché fu sedotta Eva. Ne risulta che Dio ha dato agli uomini la principale autorità d’insegnamento nella chiesa.

    Le donne eccellono nei doni di ospitalità, misericordia, insegnamento e assistenza. Buona parte del ministero della chiesa dipende dalle donne. Alle donne della chiesa non viene proibito di pregare o profetizzare pubblicamente (1 Corinzi 11:5), ma solo di avere un’autorità d’insegnamento spirituale sugli uomini. La Bibbia non vieta mai alle donne di esercitare i doni dello Spirito Santo (1 Corinzi 12). Le donne, proprio come gli uomini, sono chiamate a ministrare agli altri, per mostrare il frutto dello Spirito (Galati 5:22-23) e annunciare il Vangelo ai perduti (Matteo 28:18-20; Atti 1:8; 1 Pietro 3:15).

    Dio ha stabilito che solo gli uomini prestino servizio nelle posizioni di autorità spirituale d’insegnamento nella chiesa. Questo non perché gli uomini siano necessariamente insegnanti migliori o perché le donne siano inferiori o meno intelligenti (il che non è vero). È semplicemente il modo in cui Dio ha stabilito che funzioni la chiesa. Gli uomini devono dare l’esempio nella guida spirituale: nella loro vita e attraverso le loro parole. Le donne devono avere un ruolo di minore autorità. Le donne vengono incoraggiate a insegnare ad altre donne (Tito 2:3-5). La Bibbia non vieta nemmeno alle donne d’insegnare ai figli. L’unica attività che venga loro vietata è di insegnare o di avere autorità spirituale sugli uomini. Questo comprende logicamente le donne che prestano servizio come pastore o predicatrici. Tutto ciò non rende le donne meno importanti, in alcun modo, quanto piuttosto dà loro una messa a fuoco ministeriale più in armonia con i doni fatti loro da Dio.

    Mi piace

  31. 19 dicembre 2009 14:33

    Grazie David per il tuo intervento, chiarificatorio in molte parti, sul quale sono fondamentalmente d’accordo, soltanto vorrei specificare due cose:
    la prima è che le donne non devono insegnare neppure se non ci sono uomini ad ascoltare, seppur ci fossero comunità composte da sole donne, queste non dovrebbero ugualmente insegnare; la seconda è che al ministerio di profeta hanno accesso anche le donne, perché nel ministerio di profeta non è compreso l’insegnamento, ma si riferiscono, si riportano le parole e le rivelazioni che Dio dà al profeta, e ciò non riguarda assolutamente l’insegnamento.
    Che Dio ti benedica, David, e continui a fortificarti nella fede e nella conoscenza della Parola di Dio.

    Mi piace

  32. Davide permalink
    1 febbraio 2010 10:41

    Pace a tutti. Questo e’ sempre stato un argomento spigoloso anche se mi sorprende l’astio che vedo in alcuni commenti. Come detto da alcuni, faremmo tutti meglio a usare le nostre energie per far avanzare il Regno di Dio invece si scannarci a colpi di versetti.

    Mi sembra anche che qui si dimentica di guardare alla traiettoria teologica, al quadro meraviglioso che la Scrittura cerca di dipingere. La Bibbia ci dice che Dio ha creato un mondo che, a causa della disubbidienza, si trova sotto il dominio del peccato. Il peccato ha distorto tutto, incluso il rapporto uomo-donna. Entrambi creati ad immagine e somiglianza di Dio (Gen 1:27), entrambi creati a riflettere la Sua gloria, due creature eguali [l’espressione “un aiuto conveniente” letteralmente significa “un aiuto simile e complementare” e la parola “ezer” (aiuto, aiutante) non implica subordinazione, infatti e’ spessissimo usata in relazione a Dio (l’ aiuto di Israele)] si trovano in competizione e subordinazione l’un l’altro (Gen 3:16). Questa situazione e’ il risultato del peccato e non fa parte del piano originale di Dio.
    La Scrittura ci dice che il desiderio di Dio e’ di rinnovare il mondo (“Ecco io faccio nuove tutte le cose” Apoc. 21:5) e di liberarlo dal dominio del peccato, cosa che Egli compie mediante il sacrificio del Figlio. All’ inizio della Bibbia troviamo la creazione; alla fine la nuova creazione, la nuova Gerusalemme, nuovi cieli e nuova terra, (la creazione intera beneficera’ della risurrezione di Cristo) dove Dio vivra’ con i suoi fedeli nella stessa armonia che esisteva nel giardino dell’ Eden. In un certo senso il cerchio si chiude.
    Sebbene la pienezza di questa visione si realizzera’ soltanto in conseguenza al ritorno di Cristo, i segni della nuova e futura vita sono (o dovrebbero essere) gia’ evidenti nella vita della Chiesa, che e’ l’esempio visibile della redenzione che Dio vuole effettuare in tutto ed in tutti.
    La vita della Chiesa, quindi, deve riflettere non principi ispirati o conseguenti al peccato ma i principi della nuova creazione. (Se dunque uno è in Cristo è diventato una nuova creatura; le cose vecchie sono passate: ecco, sono diventate nuove! – 2 Cor 5:17). In perspettiva quindi, le parole di Paolo diventano piu’ chiare, “Difatti, voi tutti che siete stati battezzati in Cristo, vi siete rivestiti di lui. Non siete più Ebrei, né pagani, schiavi o liberi e neppure uomo o donna, perché siete tutti uniti in Cristo. E se appartenete a Cristo, siete discendenti di Abramo e come tali, eredi, come Dio ha promesso. ” (Gal 3:27-29) Nella nuova vita in Cristo le divisioni create dal peccato non esistono piu’. Il mantenerle significa perpetuarne l’effetto distruttivo.

    Non voglio dilungarmi oltre. Invece di elencare versetti ho voluto soltanto brevemente creare una narrativa che possa aiutare a comprendere la direzione del mondo e della storia. E’ soltanto se abbiamo una visione dell’ intero che possiamo collocare i vari pezzi al posto giusto (avete mai provato ad assemblare un puzzle senza sapere quale debba essere il risultato finale?)

    Per coloro che capiscono l’inglese, Ben Witherington – uno dei maggiori studiosi evangelici (e non solo) del Nuovo Testamento – ha scritto un articolo sul suo blog su questo tema – http://blog.beliefnet.com/bibleandculture/2009/10/why-arguments-against-women-in-ministry-arent-biblical.html

    Buona lettura a tutti e Dio vi benedica!

    Mi piace

  33. 1 febbraio 2010 13:37

    Pace a te, Davide,
    ritengo che il tuo commento sia un modello di discorso filosofico che nulla ha a che fare con quanto insegnano le sacre Scritture.
    Per quanto riguarda i passi citati, voglio ricordare a te e a tutti i lettori, che la spiegazione libera che si danno a certe parole scritte dall’apostolo Paolo devono essere viste in funzione anche di altre, infatti se Paolo volesse intendere che ormai tra uomo e donna non c’è più differenza dal momento in cui si viene rigenerati, come mai poi sempre Paolo scrive che alla donna non è permesso di insegnare?
    Quindi, per opportuna conciliazione dei passi, le sue parole non portano certamente a nessuna eliminazione tra le differenze tra uomo e donna.
    Non c’è differenza soltanto per quanto riguarda la nuova nascita, infatti non importa se uno è gentile o giudeo, libero o schiavo, bianco o nero, maschio o femmina, Iddio salva indistintamente tutti quelli che Lui nel suo proponimento ha eletto.
    Quindi, ribadisco le parole di Paolo, che sono LA SOLA VERA DIREZIONE DA INTRAPRENDERE, che dice di praticare il NON OLTRE A QUELLO CHE E’ SCRITTO. Il di più non viene da Dio, e serve solo a gonfiarsi d’orgoglio come se il tale avesse ricevuto chissà quale rivelazione. Se i concetti, le rivelazioni e le deduzioni e i pensieri, non sono confermati dalle Scritture sacre, non devono essere accettati dalla chiesa dei santi.
    Ci vuole meno filosofia e più studio della Parola di Dio.

    Mi piace

  34. Andrea permalink
    6 marzo 2010 01:30

    Mi raccomando, continuate a ignorare come sono stati scelti i testi del Nuovo Testamento e quelli del Vecchio. Non preoccupatevi di studiare la teologia, di capire il contesto storico, la mentalità e soprattutto le modalità che hanno portato alla costituzione di quei testi religiosi.

    Un po’ di storia delle religioni non farebbe male a nessuno.

    Preoccupatevi di leggere le diatribe tra cristiani e pagani, tra gli stessi cristiani, di leggere cosa facevano quelli che oggi sono considerati santi nei primi secoli del cristianesimo perché alcuni furono davvero vittime, altri invece ne crearono a iosa.

    Se solo sapeste distinguere la parola dei Santi, da quella di Dio… perché Dio si è fatto Uomo ma i Santi erano solo uomini illuminati dallo Spirito Santo e non erano Dio. Strumenti di Cristo, ma ancora fallibili in quanto uomini, soggetti a tentazioni e tensioni del tutto umane.

    Riflettete su quello che è stato insegnato dagli Uomini, sulle interpretazioni fallaci che sono state date e le parole avulse dal loro vero significato.

    E quello che leggo qui non è altro che una prova di ciò.

    Mi piace

  35. 6 marzo 2010 10:31

    Pace a te,
    quello che leggo dal tuo commento è una prova che ciò che diceva Gesù agli scribi e ai farisei: (Marco 7:9) “E diceva loro ancora: Come ben sapete annullare il comandamento di Dio per osservare la tradizione vostra!”, è valido e attuale ancora oggi, perché continuano ad esistere, anzi sono proliferati, coloro che vogliono annullare, che lasciano i comandamenti di Dio per per seguire le tradizioni degli uomini.

    Il tuo commento dimostra a tutti chiaramente che non avendo passi biblici da presentare per giustificare i comportamenti e gli insegnamenti falsi della Roselen, fate ricorso alle tradizioni degli uomini, a discorsi pieni di sapienza umana, a discorsi infarciti di filosofia, ma che non possono in alcuna maniera distruggere quanto lasciatoci scritto dall’Iddio vivente che ha fatto i cieli e la terra.

    Gesù ha detto che i cieli e la terra passeranno, ma le sue parole non passeranno mai. Se uno segue il vostro parere, dovrebbe credere che certe parole di Gesù sono già passate, invecchiate e andrebbero cancellate dalla Bibbia.

    Voi non dovete praticare la religione con la Bibbia in mano, voi, per essere coerenti, dovreste praticarla solo con i vostri manuali, con i vostri libri storici, con la vostra filosofia, e giammai con la Bibbia, voi non dovreste dire di essere discepoli di Cristo, perché non seguite e non avete intenzione di seguire i suoi precetti, voi non volete rinunziare a voi stessi per seguire Gesù. Nel caso in cui non direste più di essere cristiani, io non potrei più dirvi nulla.

    Ma se voi dite pubblicamente delle cose, facendole passare per cose provenienti dalla bocca di Dio, Padre del nostro Signore Gesù Cristo, ebbene, allora in questo caso io e tanti altri non possiamo tacere, e vi riprendiamo pubblicamente, perché le vostre falsità sono pubbliche e pubbliche devono essere le riprensioni. Se noi non lo facessimo, saremmo reputati al pari vostro, perché chi si tace conoscendo la verità è da paragonare ai malvagi.

    Voi siete stati sedotti da una donna, come Eva sedusse Adamo, così ancora il diavolo si serve di donne oggi per sedurre il popolo di Dio (leggi anche in Apoc. 2:18-29).

    Voi dormite, anzi, non vedendo frutti degni di ravvedimenti nel vostro mezzo, ma solo spettacolo e divertimento, cose sconvenienti e insegnamenti contrari alla Parola di Dio, molti potrebbero dubitare che sia operante in mezzo a voi lo Spirito santo.

    Prima devi studiare e conoscere quanto è scritto nella Parola di Dio, poi, come contorno e come cultura, puoi studiare anche altri libri, ma GIAMMAI, ripeto MAI, quanto è stato scritto nei libri NON ISPIRATI DA DIO possono ANNULLARE quanto è scritto nella Bibbia. Questo è un sacrilegio!

    Il tuo è un discorso da apostata, affermare che bisogna lasciare i comandamenti e la Parola di Dio per seguire vedute umane e filosofiche, per me il tuo è un discorso apostata, infatti l’apostasia quando arriva non è che dice. “io sono un discorso apostata”, no, cercheranno di farlo passare come un discorso proveniente da Dio, e i deboli che non conoscono appieno, saranno sedotti.
    Faresti bene a studiare le Scritture e ad osservarle, anziché ergerti ad accusatore e annullatore della Parola di Dio; nello studiare inizia da questo capitolo, da Deuteronomio 13, con la quale Iddio ci ammonisce a stare attenti a coloro che vengono con pretese rivelazioni e segni e discorsi di sapienza umana per non seguire più Iddio e apostatare dal Signore.
    (Deuteronomio 13:1-5) “Quando sorgerà in mezzo a te un profeta o un sognatore che ti mostri un segno o un prodigio, e il segno o il prodigio di cui t’avrà parlato succeda, ed egli ti dica: “Andiamo dietro a dèi stranieri (che tu non hai mai conosciuto) e ad essi serviamo”, tu non darai retta alle parole di quel profeta o di quel sognatore; perché l’Eterno, il vostro Dio, vi mette alla prova per sapere se amate l’Eterno, il vostro Dio, con tutto il vostro cuore e con tutta l’anima vostra.
    Seguirete l’Eterno, l’Iddio vostro, temerete lui, osserverete i suoi comandamenti, ubbidirete alla sua voce, a lui servirete e vi terrete stretti.
    E quel profeta o quel sognatore sarà messo a morte, perché avrà predicato l’apostasia dall’Eterno, dal vostro Dio, che vi ha tratti dal paese d’Egitto e vi ha redenti dalla casa di schiavitù, per spingerti fuori della via per la quale l’Eterno, il tuo Dio, t’ha ordinato di camminare. Così toglierai il male di mezzo a te.”

    Fratelli, voi che avete conosciuto la salvezza di Dio, che temete Iddio e volete piacerGli in ogni cosa, conducetevi in modo savio e secondo le sacre Scritture, attenetevi ad esse, perché l’IDDIO della gloria vi mette alla prova attraverso i falsi profeti e i falsi dottori, per vedere se voi amate il Signore che vi ha riscattati dal vano modo di vivere dei pagani, più delle vanità di questa terra.
    Il Signore vi mette alla prova, fratelli, rimanete fermi nella Parola di Dio e rigettate tutti quei segni, tutti quei discorsi di sapienza umana che hanno come unico scopo quello di annullare i comandamenti di Dio e portarvi a ritrarvi dall’unico Iddio vivente e vero.

    Io ve l’ho annunziato, sono netto del vostro sangue.

    Sono diventato vostro nemico dicendovi la verità?

    Salvato per grazia mediante la fede in Cristo Gesù: Giuseppe Piredda

    Mi piace

  36. joe permalink
    13 luglio 2010 18:22

    dopo aver letto i diversi commenti intervenire nel contesto, vedo che l’emancipazione femminile è entrata nella chiesa del Signore, la Parola di Dio è diventata antiquata, deve tenere il passo coi tempi moderni. E’ vergognoso che si annulli la preziosa Parola di Dio con le varie interpetrazioni. La Parola è chiara, quì non si tratta di essere maschilisti come qualcuno scrive, quì si tratta di mettere in pratica ciò che la Parola dice lasciandola così com’è, senza nulla togliere o aggiungere. Vorrei evidenziare che al principio in Atti sono stati scelti solamente 7 diaconi uomini non c’era nessuna donna, essi servivano nella chiesa e evangelizzavano per le strade, vedi Filippo e stefano,priscilla la moglie di aquila appariva sempre in compagnia di suo marito, non è scritto da nessuna parte che una donna sola abbia predicato nelle sinagoghe o per le strade.

    Atti 18:2
    Qui trovò un ebreo, di nome Aquila, oriundo del Ponto, giunto di recente dall’Italia insieme con sua moglie Priscilla, perché Claudio aveva ordinato a tutti i Giudei di lasciare Roma. Egli si unì a loro.Perchè il Signore non ha scelto una donna quale apostolo?
    Atti 18:18

    Quanto a Paolo, dopo essersi trattenuto ancora molti giorni, prese commiato dai fratelli e, dopo essersi fatto radere il capo a Cencrea, perché aveva fatto un voto, s’imbarcò per la Siria con Priscilla e Aquila.

    Atti 18:26

    Egli cominciò pure a parlare con franchezza nella sinagoga. Ma Priscilla e Aquila, dopo averlo udito, lo presero con loro e gli esposero con più esattezza la via di Dio.

    queste donne non erano mai sole ma in compagnia di uomini, è certo che una moglie o una sorella può accompagnare un fratello ma mai insegnare.

    1Timoteo 2

    8 Io voglio dunque che gli uomini preghino in ogni luogo, alzando mani pure, senza ira e senza dispute.
    9 Allo stesso modo, le donne si vestano in modo decoroso, con pudore e modestia: non di trecce e d’oro o di perle o di vesti lussuose, 10 ma di opere buone, come si addice a donne che fanno professione di pietà. 11 La donna impari in silenzio con ogni sottomissione. 12 Poiché non permetto alla donna d’insegnare, né di usare autorità sul marito, ma stia in silenzio. 13 Infatti Adamo fu formato per primo, e poi Eva; 14 e Adamo non fu sedotto; ma la donna, essendo stata sedotta, cadde in trasgressione; 15 tuttavia sarà salvata partorendo figli, se persevererà nella fede, nell’amore e nella santificazione con modestia.

    Dei vescovi i diaconi, è scritto che devono essere mariti di una sola moglie, non è scritto delle vescove e diaconesse che devono essere mogli di un solo marito. La Parola è chiara.

    Ogni i nterpretazione è dal diavolo, L’APOSTASIA è entrata in tante chiese, siamo proprio alla fine . Che il Signore vi apra gli occhi e la comprensione alla Sua Parola.

    Mi piace

  37. joe permalink
    13 luglio 2010 18:34

    Andrea lascia stare la teologia o la filosofia, la Parola di Dio è perfetta ed eterna, non ha bisogno di rettifiche. Studiare la teologia non serve a nulla, Dio non si studia, ma si rivela, Dio è nella Sua Parola e chi meglio di Lui può interpetrare la Sua Parola? Egli è colui che apre l’intendimento, ne carne ne sangue…… ma è rivelazione, la lettera (teologia, filosofie, tradizioni umane) uccide, ma lo Spirito vivifica; La parola viene ai profeti, essi erano la bocca di Dio, paolo era un profeta, un dottore, un apostolo, ispirato dallo Spirito Santo, egli poteva dire:
    Galati 1:8

    Ma anche se noi o un angelo dal cielo vi annunciasse un vangelo diverso da quello che vi abbiamo annunciato, sia anatema.

    oppure:

    Atti 20:27

    perché non mi sono tirato indietro dall’annunciarvi tutto il consiglio di Dio.

    come poteva esprimere queste parole con certezza se non fosse stato lo Spirito Santo a rivelargli tutto il consiglio di Dio? infatti Egli dice che l’Evangelo non l’ha ricevuto da un uomo( cioè da una scuola di teologia o di filosofia) ma dal Signore stesso, per rivelazione, potrei divulgarmi ancora per molto su questo argomento, ma questo mi sembra sufficente. Una cosa Andrea, metti da parte la teologia e gli studi filosofici e lascia parlare Dio attraverso la Sua Parola. I tempi moderni lasciamoli al mondo, e ritorniamo alla pienezza della Parola.
    dio ti benedica

    Mi piace

  38. 13 luglio 2010 18:53

    Ascolta Giuseppe Costa, il tuo ragionamento è solo parzialmente corretto, perché la Parola di Dio afferma che l’ufficio di diacono può essere assunto anche dalle donne, infatti l’apostolo Paolo, nello scrivere a Timoteo per dargli dei comandamenti a cui si doveva attenere, scrive:
    Parimente siano le donne dignitose, non maldicenti, sobrie, fedeli in ogni cosa.
    I diaconi siano mariti di una sola moglie, e governino bene i loro figliuoli e le loro famiglie.
    Perché quelli che hanno ben fatto l’ufficio di diaconi, si acquistano un buon grado e una gran franchezza nella fede che è in Cristo Gesù.
    ” (1 Timoteo 3:11-13)

    E ancora Paolo scrive:
    Vi raccomando Febe, nostra sorella, che è diaconessa della chiesa di Cencrea, …” (Romani 16:1)

    Quindi, è dimostrato biblicamente che l’ufficio di diacono è aperto anche alle donne.
    Un’altra cosa che è concessa alle donne è il ministerio di profeta, perché profetizzare e ricevere rivelazioni e poi raccontarle non sono “insegnamento”, ciò che è vietato alla donna è insegnare la Parola di Dio, ponete mente, insegnare la Parola di Dio, ma non “insegnamento in genere”, ma solo la Parola di Dio.

    Quindi, sorelle, potete desiderare e pregare Iddio di ricevere l’ufficio di diaconesse e il ministerio di profetesse, domandate con fede e se ciò sarà secondo la volontà di Dio, voi riceverete quanto avete domandato.

    Pace del Signore a tutti i lettori e visitatori di questo blog e a tutti i santi che temono e amano il Signore Gesù Cristo con un cuore puro e una buona coscienza.

    Mi piace

  39. 13 luglio 2010 19:00

    Vero è che non è buono studiare dai manuali, dai commentari e altri libri e cose attinenti alla Bibbia, ma altrettanto vero e biblico è che bisogna studiare le sacre Scritture, con impegno, con metodo, con tutte le nostre forze e Iddio ci darà di intenderle.
    Quindi, quando si parla di rivelazioni secondo la Parola di Dio bisogna fare attenzione, perché è appunto con PRESUNTE rivelazioni che sono entrate molte false dottrine nelle chiese dell’Iddio vivente e vero.

    Mi piace

  40. 30 novembre 2011 22:35

    Che stress ste polemiche! Sei amico di butindaro? Stesso stile di polemica inutile e controproducente mamma mia che nervi!

    Mi piace

  41. 2 dicembre 2011 13:23

    Per quale motivo ti devi innervosire? perché venite maltrattati ingiustamente v’innervosite? Dovreste rallegrarvene a motivo di giustizia e non innvervosirvi e agitarvi, facendo scendere il vostro sfogo nelle mani e battendo nella tastiera per scrivere cose insensate.
    A mio parere v’innervosite, stridete i denti e vi date tanta pena solo perché sapete bene che ciò che viene detto contro di voi e i vostri conduttori corrisponde a verità e, come tutti sanno, la verità fa male e fa arrabbiare.
    È inutile discutere e soffermarsi sulle forme della comunicazione usata, la cosa che conta è se viene detta la verità, perché è questo ciò che ha maggiore importanza. Voi siete ribelli, non volete sottomettervi ai comandamenti della Parola di Dio, né tu né la tua pastoressa Roselen, e non volete obbedire a Dio perché avete il vostro tornaconto personale, avete come dio il vostro stesso ventre, il quale vi guida e vi dice cosa dovete fare e cosa dire.
    Non avete mosso nessuna rimostranza biblica, niente è stato dimostrato, nulla di ciò di cui vi riprendiamo sia stato dimostrato falso o contrario alle Scritture; non avete dimostrato niente con sostanza di argomentazioni, non avete fatto validi ragionamenti biblici e neppure avete portato delle prove certe che dimostrano che voi avete ragione in ciò che dite e fate.
    Perciò, non avendo nulla di concreto e di sostanzioso con cui ribattere, ma provando un enorme fastidio per essere stati SMASCHERATI, vi attaccate ai fili di lana caprina, al nulla, alle forme della comunicazione, cercando, se fosse possibile, di confondere i lettori e gettare delle ombre sul nostro operato e far sembrare le nostre riprensioni rivolte a voi che siete ribelli, come se non fossero da Dio.
    Solo che dimenticate che i vostri ragionamenti insensati possono andar bene dentro la comunità di Roselen, di cui i membri possono avere qualche timore reverenziale, ma verso di noi che riconosciamo solo i discorsi che entrano nel merito delle questioni e che siano fatti basandosi su passi delle sacre Scritture, con noi le vostre ciance non funzionano, non attaccano, perché non dimostrano nulla, senon un certo vostro senso di fastidio per essere stati smascherati.
    Infatti, a coloro che hanno la maschera, che si nascondono dietro una maschera, come anche ad un nickname sul web, quando vengono scoperti dà tremendamente fastidio. Questi non si agitano contro la menzogna, non si agitano per le ingiustizie che subiscono i santi e neppure quando viene annullata la Parola di Dio con certi insegnamenti insensati e vani, ma si agitano solo quando vengono scoperti.

    Facciamo polemica inutile? A me non pare proprio che le nostre polemiche contro la Roselen Boerner Faccio siano inutili, infatti abbiamo dimostrato che ella non è un pastore costituito da Dio per due motivi principali: il primo è che è vietato dalla Bibbia che una donna insegni la Parola e che faccia di conseguenza il pastore; il secondo riguarda ciò che insegna tale donna, perchè si permette pure di insegnare delle cose contrarie alla Parola di Dio, parla in modo da annullare ciò che Dio ha detto e vuole che i suoi santi pratichino.
    Quindi, dimostrato che la Roselen non è un pastore costituito da Dio, dimostrato che fa comunella con i cattolici romani, dimostrato che non insegna la sana dottrina, si deve giungere per forza di cose al risultato che Roselen Boerner Faccio, alla luce delle sacre Scritture è un falso ministro, da cui tutti i santi devono guardarsi.
    Non mi pare che dimostrando tutto ciò con vari articoli, abbiamo prodotto polemiche sterili, anzi, i fratelli ci ringraziano, i santi che temono Dio imparano da queste cose e si guardano da una tale persona; altro che polemiche sterili, qui le polemiche, come le chiamate voi, riprensioni e confutazioni le chiamiamo noi, stanno portando tanto frutto, anche maggiore di quelleo che ci aspettavamo.
    Qui, di sterile, ci sono solo le tue parole, signor SCONOSCIUTO, ripeto, ci sono solo le tue parole di sterile, le tue e di altri che hanno fatto discorsi insensati senza che siano state portate la ben che minima prova biblica valida a sostegno dei vostri divertimenti e insegnamenti contrari alle Scritture.
    Chiunque tu sia, acquista la verità e non la vendere, acquista coraggio e firmati; acquista conoscenza nelle Scritture e dopo parla; acquista sapienza e intelligenza per fare la volontà di Dio e vedrai che te ne troverai bene, altrimenti, tutto ciò che crederai e farai sarà sempre qualcosa di sterile, e in tal caso, pure i tuoi nervi ne risentiranno, ed io non voglio che tu arrivi ad un passo di una crisi di nervi, non è salutare per il tuo corpo.
    La nostra polemica è controproducente, è vero, ma lo è per i falsi ministri, per i cianciatori e per i ribelli, altrimenti per quale motivo dovremmo mai parlare contro le false dottrine e i falsi fratelli?

    Che Dio abbia pietà di te e di tutti coloro che realmente sono stati salvati da Cristo Gesù e frequentano la comunità della Roselen, chiedo a Dio che la loro mente sia aperta per comprendere la verità della Parola di Dio.

    Mi piace

  42. terry permalink
    13 ottobre 2012 11:28

    ho letto tutti i tuoi commenti è sono molto disgustata che una persona che proclama di essere pastore abbia tutto questo tempo…. di stare tutto il tempo davanti al pc non si mette in ginocchio a pregare..sè tu temi tanto la pastore rosolen ..noi tutti non predichiamo sempre di pregare x il nemico? affinchè si ravveda?forse non puoi?xchè hai paura che Dio ti bastona xil tuo comportamento da super uomo è no da pastore? sei vergognoso. prostati hai piedi di Dio affinchè ti ullumina è ti perdona del tuo meschino comportamento .che non hai capito niente ……la carne non ha niente a che vedere con lo spirito.. uomo o donna che sia ma è evidente che tu sei solo corpo pregherò x te

    Mi piace

  43. 13 ottobre 2012 11:37

    Camminare per lo Spirito santo significa obbedire ai comandamenti di Dio, tra cui c’è quello che la donna non può fare il pastore, non può insegnare. Quindi, tutte le tue parole in difesa della tua pastoressa, non sono altro che parole contro LA PAROLA DI DIO, contro Dio.
    Pertanto, se Dio deve punire qualcuno, non punirà coloro che fanno ciò che è scritto, ma appunto coloro che CONTRASTANO la Parola e disubbidiscono ad essa.
    Pregare sì, ma anche parlare e dissentire da tutti quei comportamenti sconvenienti e peccaminosi, affinché non pensino i pagani che tutti i cristiani SIANO CARNALI come la Roselen e i suoi seguaci.
    Continuate a divertirvi al mare, a fare spettacolini, a diffamare la via della Verità, perchè verrà il tempo che Dio stesso riprenderà coloro che camminano nelle vie laterali, quelle della carne.
    L’uomo carnale è colui che si diverte, che vive per la carne, che mostra il suo corpo al mare, che si imbelletta gli occhi, che si trucca e fa tante altre cose per mostrare il proprio corpo, non è di certo colui che riprende, sgrida ed esorta a santificarsi e a possedere il proprio corpo in santità ed onore.
    Se non fossi stato chiaro, i carnali sei tu, la tua pastoressa Roselen e tutti quei giovani che state traviando e li state portando nel baratro.
    Devi pregare, sì, ma prega prima di tutto affinché Dio ti faccia intendere la Parola e la via che devi seguire, perché dalle tue parole, ti sento che sei in mezzo al fiele amaro e in legami d’iniquità.

    Mi piace

  44. terry permalink
    13 ottobre 2012 16:22

    mi fai solo tanto pena ….sono convinta che sia tu che tutti quelli che parlano come te vanno al mare o in piscina con lo scafandro ……anzi
    meglio in anonimato così nessuno si accorge chi siete

    Mi piace

  45. 13 ottobre 2012 18:30

    Posso farti anche pena, ma io non vado al mare a mettermi in costume, a far vedere l’ombelico e altro, come fate voi. Conservatela per te stessa la pena, perchè la porterete a motivo della vostra iniquità e carnalità.
    Quando ero appena convertito, ed ero ignorante nelle cose del Signore, ci sono andato anche io al mare, in costume, in mezzo a tutta la gente mezza nuda, ma poi il Signore mi ha fatto capire che ciò non è buono, e che bisogna possedere il proprio corpo in santità ed onore, e non ci sono andato più mezzo nudo. Ecco cosa sta scritto nella Bibbia
    «Perché questa è la volontà di Dio: che vi santifichiate, che v’asteniate dalla fornicazione, che ciascun di voi sappia possedere il proprio corpo in santità ed onore, non dandosi a passioni di concupiscenza come fanno i pagani i quali non conoscono Iddio;» (1 Tessalonicesi 4:3-5)
    Non ti dispiacere per le mie rinunce, devi dispiacerti e rammaricarti per il tuo peccato e la tua concupiscenza, quando vai al mare mezza nuda, ricordati di questo passo che ti ho citato, perchè lo stai trasgredendo.

    Mi piace

  46. terry permalink
    17 ottobre 2012 09:57

    caro giuseppe anche quecta volta sei caduto in errore non sono una ragazzina ma una donna di 64 anni …..anche io ho visto il video ma non ho visto niente di scandaloso ma delle ragazze che con allegria evangelizzavano ad altri giovani… è questo credimi è fantastico …ogni pecorella che si riesce a salvare da questo mondo di cattiveria droga alcol e quant,alrto è una grazia diDio i nosrtri cuori di fede dovrebbe vedere solo questo …è ringraziare Dio che usa questi ragazzi per salvare più anime possibile …io personalmente amo tutti questi giovani …perchè non lo fai anche tu?????? guarda più lontano non fermarti alle apparenze ….Dio ci parla tutti i giorni e ti posso assicurare che stà cooperando per tutto questo….Ma Tu sei ancora capace di sentire la sua voce??

    Mi piace

  47. 17 ottobre 2012 18:54

    Sono caduto in errore? Forse non hai letto bene, io non ti ho detto che sei giovane di età, ma ho fatto intendere sicuramente che ti stai conducendo come una novella nella fede, seppure sei stata rigenerata spiritualmente e perdonata da Dio e sei stata purificata dai tuoi peccati.
    La tua devianza si manifesta anche nella carenza nella comprensione di ciò che leggi e di ciò che vedi. Questo tuo ultimo commento mi pare scritto da una donna cattolica di 64 anni.
    Annunziare l’evangelo non ha lo scopo di liberare le persone dalla droga, dall’alcol, o dalla prostituzione, o dalla fornicazione o altro, per farli diventare più buoni, o MENO PECCATORI, ma l’evangelo viene annunziato PER CAMBIARE I CUORI E LE MENTI DELLE PERSONE perdute nei loro falli e nei loro peccati. Molti sono perduti anche se non vivono una vita completamente nel peccato, ma sono lo stesso peccatori.
    Questo evangelo sociale che porti avanti tu e la Roselen, è come il messaggio predicato dai cattolici romani, dai testimoni di geova, i quali vogliono che i loro adepti siano più buoni, MIGLIORI di prima.
    Il vero evangelo della Bibbia è quello che cambia le persone completamente, e queste devono soffrire per il buon nome del Signore, saranno perseguitati, saranno cacciati via da tutti quelli del mondo, perché il MONDO HA ODIATO GESU’, e ODIERA’ SEMPRE anche i veri discepoli di Gesù. Tu e la Roselene e anche altri, non fate altro che presentare un VOSTRO MESSAGGIO DI GESU’, non quello biblico, il quale può anche portare miglioramenti nelle persone, che poi non sono duraturi perché falsi, ma non portano un cambiamento di cuore e di mente, una RIGENERAZIONE SPIRITUALE COMPLETA, no, questa esperienza il vostro evangelo ANNACQUATO non lo produce.
    E’ vero che non dobbiamo giudicare dalle apparenze, ma voi di CATTIVE APPARENZE ne avete mostrate veramente tante, ma tante tante, che è difficile non credere che quelle apparenze, alla fine, non siano proprio la vostra realtà personale. E’ difficile credere che quelle persone che ballano e cantano in spiaggia, che si divertono mezzi nudi, che fanno scenette teatrali e altri spettacolini per intrattenere le capre, siano discepoli di Cristo, che digiunano, che passano delle ore in preghiera in ginocchio, che studiano la Parola di Dio a casa loro, che abbiano un cuore come Dio vuole che abbiano, è proprio difficile credere una tale cosa.
    Facciamo un esempio, tanto per renderci conto che anche le apparenze esteriori contano in questo mondo; tutti sanno che le prostitute si vestono in una determinata maniera, come i monaci e le suore devono vestire in un’altra, ora, una donna, che dice di essere cristiana, ma va in giro mezza nuda, con la minigonna, scollata, tutta truccata e imbelletata e profumatissima, non parrebbe che sia anch’essa una prostituta? Gli uomini chi guarderanno con occhi pieni di concupiscenza carnale, queste donne che ho appena descritte, o le suore, che sono coperte completamente? Cito le suore perché tutti sanno come sono vestite, non voglio intendere che siano giuste o salvate o che il loro vestito devono metterle tutte le donne cristiane, ma le ho citate solo per far pensare ai lettori come bisogna che una donna sia coperta, da capo a piedi.
    Io la sento e la leggo la voce di Dio, ma tu, ma voi, che la PAROLA DI DIo non la leggete e la trasgredite quella che è scritta, con quale coraggio dite di sentire la voce di Dio? Ma con quale coraggio vi permettete di dire tali cose? Avete proprio una faccia di bronzo!
    Se voi non sentite le parole scritte di Dio, tantomeno sentite la voce audibile di Dio, che se veramente vi dovesse parlare, vi ammonirebbe severamente e vi direbbe che dovete ravvedervi.
    Io credo pure che né tu né altri crediate che veramente Dio può parlare a delle persone, con la sua voce MAESTOSA E POTENTE, come un rumore di molte acque, come un rumore di tuono.
    Mi hai stancato, mi stancano coloro che difendono il peccato con quel sorrisino da superiori e da persone che hanno ricevuto un livello spirituale superione, quando invece non hanno ricevuto proprio niente, e la ignoranza nella conoscenza delle Scritture lo dimostra, e la condotta dissoluta ne è la conferma.
    L’uomo e la donna devono santificarsi, lo dico ancora una volta, e devono praticar questa Parola di Dio:
    «Perché questa è la volontà di Dio: che vi santifichiate, che v’asteniate dalla fornicazione, che ciascun di voi sappia possedere il proprio corpo in santità ed onore, non dandosi a passioni di concupiscenza come fanno i pagani i quali non conoscono Iddio;» (1 Tessalonicesi 4:3-5)
    Anche contro la vostra volontà, questo passo lo dovete IMPARARE A MEMORIA.
    E con te ho finito, non ho più tempo da perdere con i sordi, con i ciechi e che credono pure di essere vivi e invece sono morti spiritualmente.

    Mi piace

  48. laruccia permalink
    17 ottobre 2012 19:15

    Sei ancora qui.. dopo tanti anni.. a discutere di PASTORE ROSELEN. sei veramente malato. ti consiglio di cercare un psicologo, un medico perché hai bisogno di cure. non scherzo, dico sul serio. Mentre te stai discutendo di Lei, intanto sono aperte ventine di chiese nuove, anime salvate, giovani cambiate, insomma. tante cose è accaduto. ma te, sei sempre rimasto lo stesso. amaro e vile. ti consiglio di riflettere se non è il caso di un medico.
    lara

    Mi piace

  49. 17 ottobre 2012 19:47

    E quelle chiese aperte da Roselen sono piene di persone come te? Insultano e chiamano pazzi coloro che non la pensano come loro?
    A tutti quelli che non sono d’accordo con voi li accusate di essere dei pazzi bisognosi degli psicologi?
    Il paradosso di tutto, è poi che andate in giro a dire che NON SI DEVE GIUDICARE IL PROSSIMO.

    Gesù ha parlato di un piccolo gregge, non di un grande gregge. I mussulmani e i cattolici sono molto più numerosi di voi, e cosa faremo, per questo, crederemo che loro sono nella verità e i cristiani evangelici si sbagliano? No, così non sia.

    Comunque sia, se l’esempio e la qualità delle persone che va a formare le chiese fondate da Roselen, se questi parlano e insultano le persone dicendogli pazzo come hai fatto tu, ebbene, allora invito tutti i fratelli in Cristo a guardarsi da queste comunità e da queste persone, perché vi condurranno verso la dissoluzione e lo sviamento dalla santità e dalla verità di Cristo.

    Ti ringrazio per il tuo intervento, ci voleva proprio una conferma di ciò che hanno nel cuore i seguaci di Roselen Boerner Faccio, che dimostra chiaramente il lavoro che sta svolgendo nei cuori degli uomini e delle donne che la seguono.

    Mi piace

  50. Antonella permalink
    18 dicembre 2012 01:13

    …Una domanda…Signor Giuseppe Piredda è mai venuto al gospel nella nostra chiesa Sabaoth?…Sarà il benvenuto…NOI AMIAMO DIO. DIO E’ NELLA NOSTRA VITA. DIO LEGGE I NOSTRI CUORI. CHI AMA DIO NON HA NIENTE E NESSUNO DA TEMERE, TANTO MENO I GIUDIZI.

    Mi piace

  51. 18 dicembre 2012 08:38

    Pace a te, Antonella.
    No, non sono andato alla vostra tenda, e sono certo che, a vedere quello che fate e che dite, a cominciare dalla vostra pastoressa che non è costituita da Dio, non mi sono di certo perso nessuna benedizione di Dio.
    La questione per quanto riguarda i giudizi è molto delicata, perché se i nostri giudizi sono “nostri”, cioé partoriti dalla nostra mente e da nostre vedute particolari, allora certo, avete ragione a non temere, ma se in nostri giudizi sono supportati dalla Parola di Dio, allora sì che dovete temere, ma non noi, ma Dio, che ha scritto la Sua Parola e siccome Egli non può mentire, non muta, allora voi siete fuori dalla sua Volontà e dovete temere, perché dai giudizi a parole, vi potrà arrivare sul capo un giudizio direttamente da Dio, e non saranno parole, ma ben altro.
    È per evitarvi i giudizi di Dio, che noi a parole giudichiamo le vostre false dottrine e le vostre condotte scellerate e carnali.
    Spero tanto che vi ravvediate e che torniate al Signore per fare tutta la sua volontà, e cessiate immediatamente di seguire e servire l’uomo e i precetti e tradizioni umane.

    Mi piace

  52. teo permalink
    18 dicembre 2012 16:46

    E SCRITTO MOLTO CHIARAMENTE CHE LA DONNA NON PUO’ ESERCITARE AUTORITA’ SULL’UOMO, MA PUO’ ASSISTERLO NEL MINISTERO. LA DONNA PUO’ ESPRIMERE TUTTI I DONI CHE LO SPIRITO SANTO GLI CONCEDE, MA NON PUO’ ATTENDERE AL MINISTERO: APOSTOLO, PROFETA, EVANGELISTA, PASTORE E DOTTORE. LE RARE ECCEZIONI CHE CI SONO STATE NEL VECCHIO TESTAMENTO, SONO AVVENUTE PERCHE’ NON VI ERANO UOMINI CHE FOSSERO IN COMUNIONE CON DIO PER RICEVERNE L’ISPIRAZIONE PER GUIDARE IL POPOLO. CONSIDERANDO I COMMENTI DEI DIFENSORI DI ROSELEN, HO POTUTO COSTATARE CHE IN EFFETTI SONO BEN LONTANI DA AVERE L’ISPIRAZIONE PER INTENDERE LA PAROLA DI DIO. CI FU UNA SORELLA IN CALABRIA CHE DIO SI USO’ PER EVANGELIZZARE E PORTO’ DIVERSE ANIME AL SIGNORE FORMANDO COSI’ UNA COMUNITA’, MA QUANDO POI GLI UOMINI PRESENTI NELLA COMUNITA’ PRESERO CONOSCENZA DELLA PAROLA DI DIO E SORSE UN MINISTRO, QUESTA SORELLA NON VOLEVA FARSI DA PARTE RITENENDO CHE L’OPERA FOSSE SUA. DOPO UN PO MORI’, E DI CONSEGUENZA IL FRATELLO CHIAMATO AL MINISTERO PRESE LA GUIDA DELLA CHIESA CHE SI MOLTIPLICO’ SEMPRE PIU’.

    Mi piace

  53. 18 dicembre 2012 21:16

    Concordo con quasi tutto ciò che hai detto, ma devo dissentire sul ministerio di profeta, perché la Bibbia insegna che la donna può sia profetizzare che assumenre il ministerio di PROFETA. Così è scritto, e così bisogna che noi insegnamo.
    Alla donna è vietato insegnare la Parola di Dio, ma il ministerio di profeta non include in sè l’insegnamento, ma solo la ricezione da Dio delle rivelazioni e raccontarle alla Chiesa.
    Sorelle nel Signore, se volete un ministerio pregate per ricevere da Dio il ministerio di PROFETA, e se è secondo la sua volontà, Egli ve lo darà, ma lasciate assolutamente e immediatamente ogni incarico che comprende l’insegnamento della Parola di Dio.

    Mi piace

  54. francesco permalink
    31 marzo 2013 23:21

    pace.leggendo tutti questi commenti.o il desiderio di raccontarvi due fatti.il primo e questo. un giorno si e preso un maialino si e lavato improfumato si ci e messo un fiocchetto rosa elabbiamo messo nel salotto ma alla prima occasione e ritornato di nuovo nella pozzanghera.il secondo e questo un gruppo di barbieri ha voluto dimostrare la loro bravura.anno preso un barbone l`anno vestito elegante gli anno tagliato icapelli el`anno improfumato ma l`indomani era di nuovo sotto i ponti.che cosa voglio dire con questo .sono stati cambiati esteriormente ma loro vecchia natura non e stata cambiata quella solo DIO lo puo fare.io ringrazio ogni giorno il SIGNORE per come ha cambiato la mia vita il mio modo di pensare e di agire di come ogni giorno mi ha portato ad amare la sua PAROLA .molti fratelli prendono tutto per scondato che e`DIO che fa tutto ma la parola ci dice santificatevi rinnovate le vostre menti studiamo ogni giorno cio che e` accettevole al SIGNORE io chiedo sembre al SIGNORE cio che e` importante per te lo sia anche per me cio che e` insignificante per te lo sia anche per me affinche possa piacerti. GESU` ha detto conoscerete la verita e` la verita vi fara liberi la liberta e`rinunciare il peccato ogni giorno senza soffrire. le persone quardano come noi ci comportiamo i nostri modi di vivere gridano di piu` delle nostre parole.io lavoro in un supermercato faccio il banconista ho da fare con tante persone tutti conoscono e sanno che sono evangelico perche non mi sono mai nascosto e sanno che amo il SIGNORE .cosa voglio dire con questo tutto quello che ci serve per la nostra salvezza e` nella PAROLA. DIO ha scelto la salvezza attraverso la predicazione con la potenza delloSPIRITO SANTO quando si fanno questi evangelizazioni ho non si crede ha quello che sa fare lo SPIRITO SANTO ho che non si e` quidati dallo SPIRITO SANTO se qualcuno manca di sapienza la chieda con cuore sincero e vedra cosa e` capace di fare nostroSIGNORE. non voglio dire altro,desidero con cuore sincero che IDDIO PADRE delSIGNORE GESU` possa strabenedire quelli che amano la sua PAROLA.pace

    Mi piace

  55. marco permalink
    10 settembre 2013 12:06

    Mentre noi siamo schiavi di giudizio Dio sta benedicendo migliaia di giovani attraverso il ministero sabaoth .
    Vi consigio di leggere più attentamente la bibbia e di valutare ogni frase in base al contesto in cui si trova scritta..

    Mi piace

  56. 13 settembre 2013 13:12

    Grazie per il consiglio, ma non credo che la benedizione di Dio scenda sui giovani che ballano e cantano al mare mezzi nudi. Il fatto è che molti non si rendono conto che i giovani sono attirati da questa donna con le attrazioni delle passioni carnali, e si sa che la mancanza di predicazione della santificazione, senza la quale nessuno vedrà il Signore, porta a riempire i locali di persone piene di concupiscenza carnale, e sono certo che molti di costoro non si sono mai neanche convertiti, ma frequentano la Roselen perché si divertono. Ebbene, anche quando non ero convertito avrei frequentato quella donna e i giovani della comunità, ma non per seguire il Signore Iddio che è tre volte santo.
    Termino col dire che dovresti a parer mio fare uno studio più attento sul giudizio e su quando lo si può dare, perché devi sapere che è scritto che i santi possono giudicare di ogni cosa, non basandosi sull’apparenza ma con giusto giudizio.

    Mi piace

  57. anna permalink
    19 ottobre 2013 12:31

    Cari nel Signore, volevo solo dirvi che Paolo ha detto tante altre cose, oltre ai passi da voi citati e cioè anche che è meglio non sposarsi e rimanere nella stessa condizione nella quale Cristo ci ha chiamati, eppure non esiste un servo di Dio single neppure a pagarlo a peso d’oro. Tutti appena so convertono non fanno altro che cercar subito moglie e in questo caso i passi dell’apostolo Paolo che dice di non cercar moglie se ci si è convertiti da single non sono proprio presi in considerazione. Al contrario si è bene attenti a prendere alla lettera i passi sul velo e sul fatto che le donne devono tacere. Vi ricordo che la chiesa di Palmi era guidata da una donna, una santa sorella, da cui poi è nato il ministero del pastore Armando Mauro, dunque alla sua regola il Signore stesso a volte può applicare la sia eccezione.

    Mi piace

  58. 19 ottobre 2013 15:00

    Si intravede dalle tue parole nel commento tanta confusione per quanto riguarda la Parola di Dio, e per questo voglio mettere un po’ d’ordine, per te e per quelli che la pensano come te.
    Per quanto riguarda il ministerio di pastore, egli è uno degli anziani della Chiesa, quindi per essere pastore deve avere le caratteristiche che Paolo si è raccomandato sia a Tito che a Timoteo che gli anziani devono avere, cioè devono essere obbligatoriamente sposati e devono avere anche figli (vgs 1 Tim. 3:1-13 e Tito 1:5-16).
    Ci sono ministeri in cui non è richiesto di essere sposati, come l’apostolato, il ministerio di profeta, di Evangelista, di Dottore, ma per quanto riguarda il ministerio di PASTORE e l’ufficio di anziano, bisogna essere sposati e avere dei figli.
    E questa è la prima cosa che si nota nella ROSELEN, il fatto che si dice pastoressa e non è sposata.
    Ma questo non basta, perché le sante SCRITTURE dicono pure che la donna non deve insegnare (vgs 1 Tim. 1:11 e 1 Cor. 14.34-35).
    Poi la donna deve avere quando prega o profetizza il capo coperto da un velo, come segno di sottomissione ai comandamenti di Dio, che in questo caso riguarda il comandamento che la donna deve essere sottomessa all’uomo (vgs 1 Cor. 11:2-16).

    Inoltre, un pastore che ci tiene alle sue pecore non le spinge a soddisfare la propria carne, e in questo sappiamo cosa succede d’estate, 30 giorni, 15 spiagge (vgs i video sul tour giallo, i vari balletti, i costumi, i bagni etc.).

    Tenete conto che quella pastoressa NON OSSERVA quei passi che sono nel NUOVO TESTAMENTO e sono comandamenti d Dio per tutti e ancora validi per oggi, mentre INSEGNA e guai a chi non osserva il suo insegnamento SUL PAGAMENTO DELLA DECIMA. Voglio ancora una volta ripetere che la decima non va imposta sotto la grazia ai santi, perché era un comandamento legato ai LEVITI e al servizio del TEMPIO, e oggi tra noi non ci sono i leviti e non c’è il Tempio di Gerusalemme. Gesù ai suoi tempi ha detto di pagare la decima AI LEVITI, e non a sè stesso o ai suoi discepoli.

    È sempre bene non fare delle ECCEZIONI DELLE REGOLE FISSE, prima di tutto si cerchi di osservare la Parola chiaramente scritta nella Bibbia, poi Iddio provvederà anche per tutti gli altri casi speciali e particolari.

    Mi piace

  59. claudio Valsecchi (Pucho) permalink
    23 gennaio 2014 17:31

    Mia moglie è una predicatrice e ne sono molto fiero,parla di Gesù anche nel mezzo della strada alle pietre se possibile quando migliaia di “pastori”,uso le virgolette come tu hai fatto con Roselen,se ne stanno a specchiarsi nelle loro belle chiese (o tombe?) criticando gli altri.Io non sono così ferrato come te fratello,ma una domanda te la faccio:pure che Roselen stesse sbagliando e io non penso,cosa farebbe Gesù? Andrebbe a parlare con lei con amore o pubblicherebbe una “lettera aperta” alla vista di tutti per umiliarla e metterla in difficoltà? A prescindere che tu abbia ragione o no io vedo in questa lettera che hai pubblicato solo una sfida e niente di edificante,e soprattutto la mancanza dell’elemento basico che Gesù è venuto ad insegnarci e a farne esempio con la Sua stessa vita….L’AMORE!!! Pace a te e che Dio ti benedica.

    Mi piace

  60. 23 gennaio 2014 20:32

    Pace a te.
    Tu hai detto che tua moglie è una predicatrice di che cosa? Su quale libro si basa tua moglie quando predica? Forse non predica la Parola di Dio, perché ti ricordo che la Parola di Dio non dà mandato alle donne di predicare, quindi, tua moglie sicuramente credo che parli, anche la pietre, ma credo altrettanto che non stia facendo la volontà di Dio, perché la volontà di Dio è proprio quella che la donna non insegni.
    La donna può testimoniare, cantare, pregare, raccontare i sogni e le visioni e le rivelazioni che Dio le ha dato, ma non può assolutamente predicare la Parola di Dio. Così è scritto nella Bibbia e così io credo e così insegno, checché ne diciate tu e tanti altri TRASGRESSORI DELLA PAROLA DI DIO.
    Chi trasgredisce la Parola, non deve assolutamente nascondersi dietro la parola “AMORE”, perché così dimostra anche di essere un ipocrita.
    Quindi, basta leggere le Scritture sacre, ISPIRATE DA DIO, e se in tali scritture è scritto che le donne non possono insegnare, allora è chiaro che la volontà di Dio è quella che le donne non insegnino. Non è un discorso molto difficile da capire, basta leggere semplicemente quello che è scritto nella Bibbia e il DIVIETO che è posto, ed è posto FIN DALLA LEGGE DI MOSE’, e a questa fa appello Paolo, pertanto, non capisco perché tu e tanti altri vi dimeniate contro LA PAROLA DI DIO. Non mi importa che voi parliate contro di me, tanto io non sono nulla e non faccio testo, ma quello che dovete badare è che se parlate contro la Parola di Dio voi state parlando contro DIO, ed è questo che dovete temere.
    Ora passiamo a parlare del fatto che si riprende pubblicamente.
    La prima cosa da dire è che siccome questa e tante altre persone fanno il male e trasgrediscono la Parola pubblicamente, sempre pubblicamente vanno riprese e ammonite.
    Poi, sta anche scritto questo che dimostra che in taluni casi, non sempre, ma ci sono i casi in cui bisogna riprendere chi pecca e sbaglia PUBBLICAMENTE, davanti a tutti, e così noi facciamo:
    «Quelli che peccano, riprendili in presenza di tutti, onde anche gli altri abbian timore.» (1 Timoteo 5:20)
    Quindi, si comprende che Paolo esorta la riprensione degli ANZIANI che peccano affinché ciò AVVENGA IN PRESENZA DI TUTTI, per il motivo che gli altri così devono avere timore, e si guardino bene dal peccare.

    Paolo riprese davanti a tutti l’apostolo Pietro quando fu da condannare, come è scritto in Galati.

    E Gesù disse queste parole alla donna peccatrice di nome Jezabel, e lo disse affinché non solo tutti quelli del suo tempo lo sapessero, ma PURE TUTTI QUELLI DI TUTTE LE GENERAZIONI FUTURE.
    Ecco come Gesù RIPRESE DURAMENTE QUELLA DONNA MALVAGIA, che tra gli altri mali, INSEGNAVA:
    «Ma ho questo contro a te: che tu tolleri quella donna Jezabel, che si dice profetessa e insegna e seduce i miei servitori perché commettano fornicazione e mangino cose sacrificate agl’idoli.
    E io le ho dato tempo per ravvedersi, ed ella non vuol ravvedersi della sua fornicazione.
    Ecco, io getto lei sopra un letto di dolore, e quelli che commettono adulterio con lei in una gran tribolazione, se non si ravvedono delle opere d’essa.
    E metterò a morte i suoi figliuoli; e tutte le chiese conosceranno che io son colui che investigo le reni ed i cuori; e darò a ciascun di voi secondo le opere vostre.» (Apocalisse 2:20)

    Purtroppo oggi molti nascondono dietro la parola AMORE tanta di quella malvagità e abominazioni, che la parola stessa sta perdendo il suo corretto significato, ed è proprio per questo, pure, che sta scritto che sarebbero venuti dei tempi in cui la carità dei più si sarebbe raffreddata, e si capisce perché, in quanto dietro la parola AMORE stanno nascondendo il loro peccato, la loro trasgressione, la loro ribellione contro la Parola di Dio.
    Pace a te, e che Dio ti apra gli occhi e ti faccia riprendere tua moglie affinchè OSSERVI veramente la Parola di Dio e la smetta di predicare.

    Mi piace

  61. claudio Valsecchi (Pucho) permalink
    24 gennaio 2014 04:30

    Spero tanto che un giorno Dio apra a te gli occhi e ti renda libero spiegandoti cosa è la parola GRAZIA,attento fratello ad estrapolare i versetti usando quelli che più ti aggradano per sostenere le tue tesi,è anche scritto col metro con cui giudicate sarete giudicati,troppi come te nascondendosi dietro la scusa di difendere la Parola in verità giudicano come i farisei,penso ti saresti trovato benissimo nella casa del fariseo di Luca 7:36-47 e in altre situazioni simili,in quanto alle evangelizzazioni i ragazzi in costume è come li vede il nostro occhio se limpido o con la sporcizia che ci porta a pensare certe cose,ma tu certamente avresti censurato anche Pietro che levatosi le vesti si gettò in acqua per raggiungere il Signore,quindi…spero che la tua crociata di moralizzatore prosegua bene e che Dio ti dia quella sapienza che manca a molti di noi, Dio ti benedica grandemente.

    Mi piace

  62. 24 gennaio 2014 13:36

    «Allora il discepolo che Gesù amava disse a Pietro: È il Signore! E Simon Pietro, udito ch’era il Signore, si cinse il camiciotto, perché era nudo, e si gettò nel mare.» (Giovanni 21:7)
    Come si legge, Pietro era ignudo, e appena vide che era alla presenza del Signore, si cinse il camiciotto, cioé se lo sistemò, si VESTI’, e si gettò nell’acqua del mare per andare incontro a Gesù sulla riva.
    Vedi Claudio, tu hai detto il contrario di quello che sta scritto, ESATTAMENTE IL CONTRARIO, ed è questo che tu e molti altri fate, avete CAPOVOLTO le Scritture e le fate dire ciò che voi volete. Tu forse non ti sei neanche curato di andare a leggere quel passo, te lo ha riferito tua moglie o la pastoressa, e tu ci hai creduto, ma ti ha mentito SPUDORATAMENTE. Tu sei una vittima di queste pastoresse, e le tue parole dimostrano chiaramente quello che tu hai imparato sotto di loro e ciò che loro insegnano.
    Mi dispiace veramente tanto che tu non discerna chi ti dice la verità per il tuo bene e chi invece ti ha mentito con gran pericolo per la tua anima. Non posso salvarti io, io posso solo avvertirti, e l’ho fatto, più di così non posso fare.
    Pace a te.

    Mi piace

  63. claudio Valsecchi (Pucho) permalink
    24 gennaio 2014 16:01

    è vero,ho sbagliato a scrivere,…era nudo,LO ERA,malgrado avesse passato così tanto tempo con Gesù faceva ancora cose così scandalose come lo stare nudo davanti ai fratelli,era sicuramente destinato alla perdizione e se Gesù non fosse apparso sarebbe andato all’inferno…grazie a Dio che tu e la tua famiglia state ben coperti e se qualcuno fa vedere l’ombelico è perso,a proposito,quando andrai dal Signore ricordati la cravatta altrimenti non entri…e con questo finisco ora e per sempre questo ping pong senza costrutto ma per favore,non parlare a qualcuno che Dio guarda al cuore delle persone e poi lo imprigioni nelle tue gabbie mentali,ma un ultima domanda te la voglio fare…ma vivi bene con tutte queste leggi da rispettare,non senti il bisogno di vivere la libertà in Cristo? Solo a parlare con te mi da un senso di cupezza e angoscia che stento a credere che tu viva felice nel Signore ma tant’è….e grazie a Dio che mia moglie parla e porta così tante anime al Signore,sono onorato di essere suo marito…stammi bene…

    Mi piace

  64. 24 gennaio 2014 18:30

    Hai sbagliato, e si è visto chiaramente ed è stato chiaramente dimostrato CON LA BIBBIA e con I VERSETTI BIBLICI, cosa che tu ed altri non fate. Mi domando a volte per quale motivo avete, forse, acquistato una Bibbia, per farne cosa non si sa. Eppure vi riempite la bocca di tante parole, ma non provengono dalla Parola di Dio.
    Vivo la mia vita in Cristo serenamente, cercando in ogni cosa di piacere a Lui, perché ora non vivo più per me stesso ma per il Signore Gesù Cristo che è morto per me, e siccome Egli mi chiede, come lo chiede a tutti, di portare la mia croce, la porto, ma è leggera. Io sono schiavo di Cristo, perché Cristo è sia il mio Signore che il mio Salvatore, e desidero vivere in modo da non offenderlo mai, benché neppure io sia perfetto, ma almeno non annullo le Scritture e non disprezzo il Signore dicendo che certi passi della BIBBIA non servono più a niente oggi.
    Comunque, sappi, che tu non mi hai lasciato gran che su cui io possa costruire il mio futuro in Cristo, mentre io ti ho insegnato il significato vero di un passo della Scrittura, io ti fatto crescere nella conoscenza del Signore, questo è il vero resoconto di questa nostra discussione.
    Pace a te.

    Mi piace

  65. claudio Valsecchi (Pucho) permalink
    25 gennaio 2014 13:18

    Sì sì,credici pure e apri le tue penne a ruota come un pavone,senz’altro la modestia è la parte migliore del tuo bagaglio quindi pensa le altre…come dicono a Milano… te saludi … 🙂

    Mi piace

  66. 25 gennaio 2014 13:24

    Ecco, come parlano coloro che dicono di avere amore, che hanno il cuore puro, che non giudicano, che sono ammaestrati dalla Roselen, proprio come parli tu.
    Da quando in qua dire la verità vuol dire inorgoglirsi? Non mi risulta, tanto più che ho detto quello che è scritto nella Bibbia, non mi sono inventato nulla, niente è venuto da me, quindi non capisco di cosa io mi dovevo inorgoglire se ho semplicemente riportato quello che è scritto da numerosi secoli? Di nulla, proprio di nulla.
    Come sta scritto nella Bibbia, ti saluto con la pace del Signore.

    Mi piace

  67. francesca permalink
    7 maggio 2014 11:08

    caro fatello Giuseppe,e’ da circa 32 anni che frquento la chiesa evangelica,e mai come adesso ho potuto vedere la piena manifestazione di Dio,seguo il pastore Roselin nel silenzio di casa mia,bibbia alla mano non ho mai trovato niente di anomalo,faccio parte di una comunita’,bersagliata anche lei solo perche’il pastore che ritengo sia una splendida persona riesce a mettere insieme tutte le altre cofessioni di fede che abbiano Gesu Cristo cattolici compresi,demandando a Dio il compito di giudicare,lavorando piu’ sulle relazioni personali con Dio e con il mondo che ci circonda,di cui facciamo parte,faccio tesoro di queste meravigliose liberta’ che annientano tutte le frustrazioni inutili e distruttive”,e se le pietre parlranno”perche no le DONNE!!!!!!

    Mi piace

  68. 7 maggio 2014 12:21

    Ascolta, tu con la Roselen potete fare quello che volete, ecumenismo, far insegnare le donne, divertirvi in spiaggia, vendere costumini e altro. Tutte cose che per il mondo possono essere definite splendide, ma secondo le sacre Scritture sono TRASGRESSIONE dei comandamenti di Dio. Iddio non c’entra con voi, con la carnalità e le feste e i teatrini vari, come con i costumini e altro, e per le donne IDDIO ha ordinato che non debbano insegnare. Per me Iddio non si è sbagliato quando ha fatto scrivere certe cose nella Bibbia, ma evidentemente voi SIETE PIU’ SAVI di Dio e potete correggerlo, io assolutamente no.
    Le frustrazioni ce le hanno quelle donne che vogliono usurpare incarichi che non le competono e non ci riescono, ma le donne sante che sanno bene qual è il loro compito nella Chiesa e si attengono ad esse, non sono di certo frustrate.
    Vi esorto a ravvedervi e a smettere immediatamente di insultare Iddio parlando contro le sue parole, come fece anche il diavolo con Eva, e attenetevi strettamente a quanto è scritto nella Bibbia, ve ne troverete molto bene spiritualmente.

    Mi piace

  69. FRANCESCA permalink
    7 maggio 2014 19:32

    SONO SEMPLICEMENTE STREPITOSAMENTE FELICE DI ESSERE PARAGONATA A UNA DONNA COME IL PASTORE ROSELIN,NUTRO X LEI UNA PROFONDA AMMIRAZIONE,TRASMETTE BUON’UMORE E BUONA VOLONTA’,E’ RIUSCITA A COMUNICARE UN VANGELO FRESCO E SVECCHIATO,DA SOLA E’ RIUSCITA A FARE PIU’ DI QUELLO CHE DIECI UOMINI PUNTIGLIOSI E METICOLOSI NON RIUSCIREBBERO A FARE,CONVINCERE I GIOVANI DI QUESTA GENERAZIONE A SEGUIRE GESU’ NON E’ FACILE,MA LEI CI RIESCE.CREARE LUOGHI SICURI X I NOSTRI FIGLI,DOVE IMPARARE A VIVERE IN MODO SANO,,MA COSA IMPORTA SE TUTTO E’ FINALIZZATO X PORTARE SALVEZZA ,X INDICARE IL MODO PIU’ SANO DI VIVERE.E SOPRATTUTTO FARLI INNAMORE DI UN DIO ACCOGLIENTE E AMOREVOLE,,SPERO TU ABBIA COMPRESO CHE E’ VERAMENTE ASSURDO ATTACCARE UNA PERSONA CHE IN FONDO PORTA AVANTI LA TUA STESSA BATTAGLIA”,LA SALVEZZA DI OGNI UOMO”POSSO PERO’ FARTI UNA DOMANDA……MA ADAMO QUANDO EVA DIEDE RETTA AL DIAVOLO DOVE SI TROVAVA????VOGLIO DIRTI CHE SONO RIMASTA MALE DEL TUO MODO ARROGANTE E MALEDUCATO TUTTAVIA PROPRIO PERCHE’ LA DONNA E’ NOBILE TI STRINGO LA MANO IDEALMENTE E SPERO CHE TU POSSA CURARE LE FERITE CHE SICURAMENTE UNA DONNA TI HA LASCIATO!!!

    Mi piace

  70. 7 maggio 2014 19:55

    Non vorrei deluderti, ma nessuna donna ha lasciato in me ferite, né ho mai avuto problemi con il genere femminile, quindi questa tuo tentativo di far comprendere che io parlo in questa maniera perché ho avuto problemi con qualche donna non ha proprio motivo di esistere. Io dico le cose che dico verso le donne perché così è scritto nella Bibbia e quelle parole sono state ispirate dallo Spirito santo.
    Secondo me è il contrario, sei tu forse che sei stata delusa dagli uomini ed ora ti sei aggrappata a quella donna e vivi la tua rivincita attraverso la sua figura.
    Ma lasciamo queste cose, e veniamo al tuo linguaggio. Mentre prima hai scritto minuscolo in modo ordinato, questo tuo altro commento, invece, tutto maiuscolo, a voce grossa, gridando, come voler significare che alzando la voce tu hai ragione, e questo non è un modo nobile per avere ragione. Tu devi dimostrare che hai ragione citando le Scritture, non URLANDO le tue teorie. Nobiltà, educazione, buona creanza, non fanno parte del tuo essere, ed hai fatto uno sforzo terribile a non insultarmi, si capisce dalle tue urla, altro che nobile.
    I giovani sono attratti dalla tua pastoressa per i divertimenti, non per la verità del messaggio. Gesù non attirava a sè perché portava messaggi freschi o divertenti, ma annunziava la verità e i comandamenti di Dio, e chi era da Dio lo ascoltava.
    Dalle tue parole si capisce che non avete un gran che imparato le verità che sono scritte nella Bibbia, il divertimento e il teatro vi ha chiuso la porta alla Parola di Dio.
    Non ho altro tempo da perdere con chi urla, e vuole avere ragione con la violenza e non per il contenuto degli argomenti.

    Mi piace

  71. Emmanuel Santoro permalink
    1 giugno 2015 02:33

    Ragazzi ma voi avete un’idea sbagliata di Dio….pensate davvero che Dio sia così piccolo che nel 2015 non si possa usare di una donna????Poi non voglio fare polemica ma davvero Giuseppe piredda io prego per te affinché tu possa capire che Dio è al di scopre di ogni cosa e se ha deciso di proclamare una donna pastore non vedo dove sia il problema…tanto alla fine solo il tempo dirà chi avrà ragione..ti ricordo anche di guardare i frutti……davvero Giuseppe proclamo ogni tipo di benedizione sulla tua vita nel nome di Gesù…..

    Mi piace

  72. 1 giugno 2015 12:40

    Non è il tempo che ci dice chi ha ragione ma la Bibbia, e in essa è scritto che una donna non può insegnare, quindi non può avere incarichi di anziano o pastore. Io ho una idea di Dio secondo quanto è insegnato nella Bibbia, né più né meno. Iddio non muta, e questo lo dicono tutti, ma vedo che non lo credono tutti. Se Dio non muta, se ai tempi della prima Chiesa ha stabilito che la donna non doveva insegnare, e così ha lasciato scritto nella Bibbia, Egli RINNEGHEREBBE sè stesso se oggi CAMBIASSE IDEA e volesse che le donne predichino la Parola. No, Iddio veramente non muta, e quello che ci ha lasciato scritto nella Bibbia è esattamente quello che corrisponde al suo pensiero e alla sua volontà, ed io mi sottometto alla volontà di Dio, non LO FACCIO PASSARE PER BUGIARDO.
    Prima di proclamare benedizioni agli altri, è bene che ti SOTTOMETTI A DIO E ALLA SUA PAROLA, perché è inutile che tu invochi Iddio che nello stesso tempo ne disprezzi LA SUA PAROLA E LA SUA VOLONTA’ scritta.
    Pace a te.

    Mi piace

  73. Emmanuel Santoro permalink
    1 giugno 2015 20:16

    Stai seminando zizzannia Giuseppe….
    Ti chiedo una cosa:se una donna si mette a predicare davanti a una folla di persone e tutta quella folla so converte ed accetta gesù come signore e salvatore,tu pensi che Dio punirebbe quella donna?che la punirebbe perchè ha compiuto il grande mandato?e poi se Dio si può usare di una pietra per predicare la parola,non vedo il perché non si possa usare di una donna…

    Mi piace

  74. 1 giugno 2015 21:31

    Tu fai discorsi insensati Emmanuel, che sono contrari alla Parola di Dio. Chi salva è il Signore, non quella donna, e seppure salvasse per la sua predicazione, ciò non toglie il fatto che Iddio ha vietato alle donne di insegnare la Parola di Dio.
    Io sto dicendo quello che dice la Parola, e non mi pare che dire ciò che dicono Gesù e gli apostoli sia zizzania, ma bensì la BUONA SEMENZA DELLA PAROLA DI DIO. Chi semina seme non buono sei tu e quella donna che tu difendi, siete voi a seminare cose contrarie a quello che sta scritto.
    Ci sono state persone che si sono convertite perché un prete gli ha parlato di Gesù Cristo, ma questo non vuol dire che il prete è nella verità.
    Tu sei ottenebrato nei pensieri e nei ragionamenti, e per questo ti permetti pure di parlare contro la Parola di Dio, bada bene, che tu stai parlando contro la Bibbia e non contro di me. Se tu sapessi realmente chi sia L’IDDIO VIVENTE E VERO, gli porteresti il rispetto di cui è degno e non ti permetteresti di CONTRADDIRE LE SUE PAROLE.
    Iddio ha stabilito nella sua Parola quali sono i compiti delle donne, e sono molto importanti, ma tra di essi non cè assolutamente l’insegnamento delle dottrine della Bibbia. Ripeto, tu e tanti altri combattete contro Dio, e a suo tempo riceverete quello che vi meritate.
    E con questo abbiamo terminato.

    Mi piace

  75. Massimo permalink
    9 giugno 2015 09:42

    Giuseppe pace. Roselen Boerner Faccio sarà anche un ottima conoscitrice ed espositrice della Parola di Dio, ma non mi meraviglio affatto, perchè Satana lo è parimenti! Roselen potrà fare anche miracoli, ma che c’è da meravigliarsi?… Satana anch’egli li sa fare eccome!! Roselen sarà la migliore “pastora” in Italia, magari in Europa o anche nel mondo intero, ma che c’è da stupirsi? Noi invece che ci consideriamo “cristiani”, dopo che ci siamo veramente convertiti al Signore ed alla sua Parola “abbiamo la mente di Cristo (1° Corinzi 2:16) sappiamo in CHI abbiamo creduto (2° Timoteo 1:12), siamo stati arruolati quali fedeli soldati all’esercito del nostro amatissimo Capo e Signore nostro Gesù Cristo, (2° Timoteo 2:4) la “Parola di Dio fatta carne”. Ci siamo sottomessi ed obbediamo alla Verità (1° Pietro 1:22-25). Ben sappiamo che siamo in piena guerra spirituale e la Parola di Dio è il nostro Codice Penale Militare di Guerra al quale dobbiamo attenerci ed obbedire e non è mai cambiato! Pertanto, il Vangelo vieta alla donna d’insegnare e di esercitare autorità sul marito, e di stare in silenzio (1° Timoteo 2:12-14) perchè una volta sedotta, cadde in trasgressione, se Il Vangelo della Grazia vieta alle donne di parlare in assemblea, perchè non è loro permesso di parlare; ma devono stare sottomesse, come dice anche la legge….perchè è vergognoso per una donna parlare in assemblea (1° Corinzi 14:34-35).
    E’ scritto altresì : “La donna non si vestirà da uomo…” (Deuteronomio 22:5) ma in certe chiese come quelle del Ministero Sabaoth lo fanno sistematicamente. L’apostolo Paolo ordina alla donna in assemblea di portare un velo in testa (1° Corinzi 11:5-10). Pertanto che c’è da meravigliarsi se molti recalcitrano e disprezzano questi ordini scritturali, e sono disobbedienti? Satana è tale in quanto pur conoscendo la Parola di Dio si è rifiutato di obbedirla e di sottomettersi ad essa, di riflesso anche i suoi fedeli servitori fanno altrettanto! Che alcuni di quelli che sono intervenuti commentando senza dimostrare amore, attaccamento e sottomissione al Vangelo della Grazia riflettano perchè certamente loro praticano un altro vangelo, benchè non ce ne sia un’altro! Che tengano ben a mente e leggano attentamente quanto Gesù afferma in Matteo 12:48-50 : ” Chi è mia madre e chi sono i miei fratelli?…Poichè chiunque avrà fatto la volontà del Padre mio, che è nei cieli, mi è fratello sorella e madre”. Si, sì…questo è il Vangelo che conosco, la voce del Sommo Pastore che ogni pecora deve saper riconoscere, altrimenti appartiene ad un altro gregge e seguirà un altro pastore.
    Da ultimo vorrei ricordare ad alcuni che sono intervenuti quanto è altresì scritto : “Ma lo spirito maligno rispose loro : ” Conosco Gesù, e so chi è Paolo; ma voi chi siete?” (Atti 19:15). Pertanto, chi è Roselen Boerner Faccio e da quale spirito sarà mai mossa?
    Paolo parla del “discernimento degli spiriti” quale dono di Dio (1° Corinzi 12:10) e non lo percepisco nelle parole qui scritte da alcuni che hanno commentato…. ma ancora una volta non mi meraviglio affatto!
    Pace Giuseppe e che il Signore continui a benedire la sua vera chiesa sparsa nel mondo!

    Mi piace

  76. scienziato di fede permalink
    2 marzo 2016 18:20

    Vorrei tanto scrivere a questa chiesa,qualcuno saprebbe come fare per cortesia?vorrei solo mandargli delle scritture,in modo che lo Spirito Santo li esorti nel Signore

    Mi piace

  77. 2 marzo 2016 18:50

    Cerca su internet la chiesa di Boerner Faccio e troverai tutto quello che ti serve.

    Mi piace

  78. Amos permalink
    21 marzo 2016 14:57

    Caro fr. Giuseppe, qualche altra volta ti ho espresso il mio disappunto su alcune questioni in cui non mi sono ritrovato d’accordo, ma non per questo non ticonsidero un fratello in Cristo, in quanto testimoni di essere stato rigenerato da Lui.
    Questa volta devo esprimerti il mio apprezzamento per la pazienza e lo zelo che hai di rispondere anche agli interventi più insensati che si palesano da se stessi.
    E’ vero, a volte il tuo modo diretto, schietto e crudo, potrebbe essere scambiato per fariseismo arido, invece credo che senza vero amore per la Verità, non si potrebbe avere la passione che hai tu. In un certo senso, per questo, ti invidio (nell’accezzione buona dell’espressione).
    Pace!

    Mi piace

  79. 21 marzo 2016 18:14

    Pace a te, ci tengo a dire che sono miei fratelli tutti coloro che sono stati rigenerati dallo Spirito santo, che sono nati di nuovo. Poi, se non si può camminare assieme e si hanno vedute diverse, questa è un’altra cosa, ma ciò non toglie che si è lo stesso fratelli in Cristo.

    Mi piace

  80. Matteo permalink
    12 settembre 2016 12:36

    io da teologo, che ho studiato negli stati uniti, londra e Italia. Posso dire solo una cosa.
    Sicuramente il signore Giuseppe ha bisogno di un cane, almeno cosi la smette di scrivere stupidate, meglio sarebbe se lei leggesse la bibbia, perché ci sono tanti versetti dove Dio non fa differenza tra uomo e donna e se l’ha fatto prima, era per insegnare nel contesto dove lui era vissuto. Inizia a riflettere che le cose più importanti della bibbia sono state fate da donne, ti do solo un esempio, quando è risorto, è stato un uomo o una donna a trovarlo per dare la notizia ?
    e per ultimo, se lei avesse solo po di preparazione, saprebbe che le cose che ha scritto prima facendo riferimento ” Timoteo e Corinzi ” sono solo lettere che lui inviava a un preciso popolo, non è una parola per tutti i credenti SOLO per loro, dato che lui inviava lettere secondo il contesto di quell’epoca.

    e quando nella bibbia dice i credenti parla di uomini e donne. Quindi un altro esempio dove Dio non fa differenze.

    Mi piace

  81. 12 settembre 2016 18:27

    Pace a te. Ora dimostrerò a te e a tutti quelli che a loro dànno ti ascoltano e ti dànno credito. Leggiamo nelle Scritture:
    «Come si fa in tutte le chiese de’ santi, tacciansi le donne nelle assemblee, perché non è loro permesso di parlare, ma debbono star soggette, come dice anche la legge.» (1 Corinzi 14:34)
    Che tutte le donne di tutte le comunità e città devono tacere e non possono insegnare le verità della Parola di Dio, lo dice l’apostolo Paolo, infatti quando dice “COME SI FA IN TUTTE LE CHIESE DE’ SANTI”, si capisce che questo divieto per la donna era insegnato in tutte le città, non solo a Corinto come tu, che falsamente ti dichiari teologo, che lo sarai certamente ma secondo la carne, ma non certo costituito dallo Spirito santo, perché chi è dallo Spirito di Dio non CONTRASTA QUANTO lo Spirito santo ha provveduto a ispirare per iscritto nella Bibbia.
    Dimostrato ciò, Paolo ha scritto poi anche a Timoteo di insegnare quel medesimo divieto agli Efesini, e questo è perfettamente coerente con tutte le Scritture. Sono i ribelli e i cianciatori che oggi insegnano il contrario dell’apostolo Paolo spingendo le donne a insegnare la Parola.
    Voglio terminare dicendo che il passo citato sopra termina così: “come dice anche la legge”, volendo significare con questo che anche sotto la legge di Mosè le cose stavano nella stessa maniera e le donne non potevano insegnare la legge, e questo dimostra ancora una grande coerenza nella SOMMA DELLA PAROLA, quelli che non sono coerenti sono i sedicenti TEOLOGI che insegnano IL CONTRARIO di quanto è scritto nella Bibbia.
    Niente di strano, perché proprio questo facevano anche ai tempi di Gesù Cristo, lo facevano i farisei secondo quanto è riportato nelle sacre Scritture:
    «Ma egli rispose loro: E voi, perché trasgredite il comandamento di Dio a motivo della vostra tradizione? Dio, infatti, ha detto: Onora tuo padre e tua madre; e: Chi maledice padre o madre sia punito di morte; voi, invece, dite: Se uno dice a suo padre o a sua madre: ‘Quello con cui potrei assisterti è offerta a Dio’, egli non è più obbligato ad onorar suo padre o sua madre. E avete annullata la parola di Dio a cagion della vostra tradizione. Ipocriti, ben profetò Isaia di voi quando disse: Questo popolo mi onora con le labbra, ma il cuor loro è lontano da me. Ma invano mi rendono il loro culto, insegnando dottrine che son precetti d’uomini.»(Matteo 15:3-9)
    Oggi, come facevano i farisei, ci sono molti che insegnano cose INVENTATE DAGLI UOMINI che sono contrarie a quanto è scritto nella Bibbia, sono insegnamenti OPPOSTI a quello che insegnavano gli apostoli.
    Esorto, dunque, tutti coloro che leggono ad attenersi strettamente a quanto è scritto nella Bibbia, perché essa è PAROLA DI DIO non d’uomo, e rigettate e fuggite da coloro che si fanno portatori di insegnamenti contrari a quelli di Gesù e degli apostoli, i quali hanno imparato da Gesù.

    Mi piace

  82. stefania ausino permalink
    13 settembre 2016 01:21

    E’ bene ricordare che
    – la somma della Parola di Dio è verità (Salmo 119)
    – con Gesù, grazie a lui e per mezzo di lui siamo salvati, i cristiani sono sotto la Grazia e
    no sotto la legge(Galati 5:4; Romani 3:28; Galati 2:21; 3:21)
    – il gran comandamento recita che bisogna AMARE Dio e noi stessi quanto gli altri
    (Marco 12,28-34)
    – l’Apostolo Paolo incoraggia i cristiani a proclamare la Buona Notizia ovunque, a tempo
    e fuor di tempo (2 Timoteo4:2-12)
    – incoraggiati a dare da bere a chi ha sete, da mangiare a chi ha fame, di ospitare
    il forestiero, vestire chi è nudo, visitare chi è in carcere, di combattere il male col bene
    (Matteo 25)
    Quanto sono belli sui monti i piedi del messaggero di buone novelle, che annunzia la pace, che reca belle notizie di cose buone, che annuncia la salvezza, che dice a Sion: «Il tuo DIO regna!».(Isaia 52,7)
    I Cristiani, cioè seguaci di Cristo per scelta, sono chiamati a essere Messaggeri di Buone notizie e della salvezza, la buona notizia per eccellenza. grazie!

    Mi piace

  83. 13 settembre 2016 11:55

    @Stefania Ausino
    Tutto vero, ma come sono veri quei passi che tu hai citato per quanto riguarda la salvezza e la testimonianza della salvezza che Dio concede e può concedere anche agli altri, è pur vero anche il fatto che l’insegnamento è VIETATO alla donna. Voi agite e credete a convenienza personale, quello che vi piace lo prendete e quello che non vi piace lo tralasciate, come se steste mangiando il pesce, la lisca la lasciate. Ma la Parola di Dio non ha degli scarti, e come sono veri quei passi, sono altresì veri quelli vietano alla donna di insegnare le verità della Bibbia.
    È tutta Parola di Dio, tutta, quello che vi manca è la buona coscienza nell’approcciare i passi della Bibbia, voi siete come i farisei che sostituiscono gli insegnamenti della Parola di Dio con i precetti d’uomini.

    Mi piace

  84. angelo permalink
    2 ottobre 2016 20:38

    Bastererebbe avere intelligenza edascoltare le parole. Ottuso.
    Rinasci e poi parli e scrivi.
    Ubbidisci al Signore che ha detto chi non è contro di noi è per noi.

    Bla bla bla usa la tua eloquenza in umiltà ed in sobrietà cose che tu e quelli come te capestano . Anche questi sono conandi della Scrittura perche punti il dito condanbando e non scorgi la trave che è nel tuo occhio scriba?

    Mi piace

  85. 3 ottobre 2016 06:48

    È ancora più semplice di quello che dici, basta leggere le Scritture e credere a quello che è scritto. E sta scritto che la donna non può insegnare la Parola di Dio è non può, quindi, fare il pastore. Non è intelligenza quella di disubbidire ai comandamenti del Signore. Io sono già nato di nuovo, com’è scritto nella Bibbia e credo a tutto quello che vi è scritto. Inoltre, chi disubbidisce ai comandamenti non è dalla parte del Signore, ma contro di Lui, perché lo fa bugiardo, quindi dovresti tu e tutti gli altri che parlate contro la Parola dell’Iddio vivente e vero, incominciare ad ubbidire a Dio e alla Sua Parola. Siete figlioli disubbidienti, se pure siete veramente nati di nuovo. Io parlo secondo quello che è scritto, voi parlate in base alla vostra sapienza e i vostri piaceri, quindi il bla bla inutile lo fate voi, perché parlate contro i comandamenti di Dio, proprio come facevano gli scribi e i farisei. Poi, se tu parli di una trave nel mio occhio, dovresti specificare di cosa si tratta, perché se non specifichi, significa che hai solo calunniato, hai proferito accuse false, il tuo è un parlare per luoghi comuni ripetuto a pappagallo, sentito da altri ribelli. Ravvediti dunque e inizia ad osservare i comandamenti di Dio, tralasciando le dottrine di uomini, te ne troverai bene.

    Mi piace

  86. Luca permalink
    1 novembre 2016 10:15

    Se aveste investito tutto questo tempo invece che scrivere certe cose, ad andare a parlare di Cristo a chi non lo conosce, magari oggi l’inferno sarebbe meno contento!
    Dio vi benedica!

    Mi piace

  87. 1 novembre 2016 12:06

    Il tuo ragionamento sarebbe giusto se all’inferno ci fossero solo gente che non ha mai creduto in Gesù Cristo, ma visto che all’inferno ci sono e continueranno ad andarci anche quelli che hanno conosciuto il Signore e poi lo rinnegano con le loro opere, noi abbiamo il dovere di strappare anche loro dal fuoco, non abbiamo il dovere di parlare soltanto ai non credenti. Chi ha orecchi oda.

    Mi piace

  88. Laura Pia permalink
    23 novembre 2016 17:42

    Giacinto Butindaro… sono anni che m’imbatto nelle tue critiche a tutti: cattolici, evangelici… chi piu’ ne ha piu’ ne metta…. Su alcune cose certo ti do’ ragione, tipo sul male dell’aborto ma oggi è troppo: mannaggia Butindaro, criticando il pastore Roselen hai veramente toccato il fondo…. esaminati bene dentro, non è che sei un po’ invidioso di quelli che hanno tanto amore dentro…. ??? Come fai a paragonare Roselen, che ho avuto modo di conoscere personalmente a Milano 11 anni fa… con quella infame di Jezebel .. oltre alla comprensione e attenzione alle Scritture occorre tanto, tanto amore, perché è quello che colpisce la gente e fa venire voglia di conoscere il nostro Salvatore… il tuo rimbeccare continuo e vedere il male anche dove non c’è ho paura che faccia l’effetto contrario! A proposito ma le donne che hanno parlato della loro esperienza con Gesu’, tipo quelle che hanno visto l’angelo al Sepolcro e ancora prima quella li’ al pozzo, non hanno forse insegnato qualcosa ..?? Paolo evidentemente si riferiva a donne diverse, polemiche, senza amore o comunque discrezione. Bisogna essere elastici e soprattutto coltivare il vero Amore, perché come diceva Sant’Agostino, chi ama davvero non sbaglia (se ama il Signore Gesu’ naturalmente, i il nostro Modello Unico… che grazie a Dio non è né come me, né come te). Dio continui a benedirci

    Mi piace

  89. 23 novembre 2016 19:00

    È evidente che tu non conosci le Scritture e quel poco che conosci non ne hai inteso il significato. Le donne al sepolcro non insegnarono la Parola di Dio, ma riportarono quanto fu loro detto e quello che videro, resero cioé TESTIMONIANZA, e questo le donne lo possono fare. Per quanto riguarda la donna samaritana al pozzo, sta scritto:
    «La donna lasciò dunque la sua secchia, se ne andò in città e disse alla gente: Venite a vedere un uomo che m’ha detto tutto quello che ho fatto; non sarebb’egli il Cristo? La gente uscì dalla città e veniva a lui. …
    Or molti de’ Samaritani di quella città credettero in lui a motivo della TESTIMONIANZA resa da quella donna: Egli m’ha detto tutte le cose che ho fatte.» (Giovanni 4:28-30; 39)

    Come si vede, anche qui si tratta di testimonianza resa da quella donna agli abitanti della città di Samaria, non ha insegnato la Parola di Dio.
    Non ci può essere amore se non c’è verità, quindi le donne che insegnano nelle Chiese disprezzano la Parola di Dio, non osservano e non credono a quello che Dio ha ordinato, mentono contro la verità, quindi, non possono avere amore, perché sono nella menzogna.
    L’amore gioisce con la Verità, non con la menzogna (cfr 1 Corinzi 13:6).
    Mi pare sia tutto chiaro, come pure diventa chiaro che tu, Laura, non itendi le sacre Scritture, ti hanno insegnato male, ma c’è sempre tempo per imparare studiando più attentamente quello che è scritto nella Bibbia.
    Impegnati di più, con più attenzione, perché finora è evidente che i risultati non sono sufficienti, hai imparato e cercato di trasmettere agli altri delle cose false, e nella menzogna non c’è CARITA’.

    Mi piace

  90. Piero Orlando Conti permalink
    29 novembre 2016 21:37

    pace sono piero
    se mi è permesso vorrei esprimermi in merito.
    Sicuramente potrebbe sembrare in alcuni casi che questi fratelli Butindaro, Piredda e tutti gli altri stiano a criticare ma veramente voglio ringraziare il SIGNORE che ha messo queste sentinelle a vigilare perché la situazione attuale è veramente preoccupante ,le chiese nella maggior parte dei casi hanno delle dottrine non bibliche e questi fratelli ripeto non fanno altro che suonare la tromba.
    E’ facile avere una chiesa dove si permette tutto e dove le cose vecchie non sono”passate” ma fanno parte ancora di noi,dove il pastore ti fa sempre dei sorrisi a 50 denti tanto anche se pecchi l’importante è che paghi la decima e non manchi mai per dare le offerte.
    provate voi a fare le cose che fanno questi fratelli,provate a confutare la massoneria,provate a dire le cose come stanno secondo le scritture,provate a riprendere chi sbaglia,provate e poi vediamo quanti amici avrete,infatti loro sono nemici del mondo e amici di Dio e voi di chi siete amici?
    concludendo il vero problema sta nel fatto che si legge poco la parola di DIO e che si fa più affidamento a questi falsi profeti, si prega poco ma si fanno invece tutte le pagliacciate possibili e inimmaginabili.
    Dio vi benedica fratelli

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...