Skip to content

Intervento di Salvatore Frischetto, diacono della comuntà ADI di Bergamo, in difesa del suo pastore Antonio Rozzini

10 ottobre 2009

Come i conduttori della chiesa ADI di Bergamo hanno annullato un passo delle Scritture!

logo adi

ADI

Il fratello Salvatore Frischetto, diacono della comunità ADI di Bergamo, interviene in questo blog per difendere l’operato del suo pastore Antonio Rozzini (Vgs il mio articolo: “Lettera aperta ad Antonio Rozzini…”, sempre in questo blog).

Fratelli, leggete da voi stessi il commento che ha lasciato, così comprenderete con quali sofismi un passo della Parola di Dio è stato ANNULLATO e viene disatteso in quella comunità.

Riflettete attentamente, se ciò che questo diacono dice fosse vero, allora si potrebbe insegnare tutto il contrario di quello che è scritto nella Bibbia, con la pretesa conoscenza carnale della cultura del tempo. Come si farebbe poi a dimostrare che tali affermazioni non sono vere?

È proprio in questa maniera che si aprono le porte alla proliferazione delle false dottrine, perché se uno si attiene strettamente a quanto scritto nella Bibbia, rischia molto meno di cadere vittima di una falsa dottrina, naturalmente si deve prendere la totalità della Parola di Dio, perché sta scritto che ‘la somma della tua Parola è verità‘.

Infatti, se nella Parola di Dio stanno scritti dei comandamenti così chiari, perché taluni si applicano ad annullarli, con il pretesto della cultura del tempo, con la scusa della lingua originale, e con tanti altri sofismi?

Il motivo per cui riporto questi commenti è per difendere la verità, per difendere i santi di Bergamo dalla menzogna, affinché non perdano fiducia nella Parola di Dio e credano che la volontà di Dio che noi dobbiamo conoscere è scritta nella sua Parola, senza aggiungere null’altro. Per comprendere le sacre Scritture non si ha bisogno di altri studi sulla società e la cultura del tempo (così dicono anche i cattolici romani e guardate dove sono arrivati), ma si ha bisogno solo della presenza dello Spirito santo e di preghiera.
Diletti nel Signore, non avete bisogno di niente altro nella vostra libreria, avete bisogno solo di pregare e di studiare la Bibbia.
Se non parlassero coloro che sono fuori dalle comunità, come farebbero i fratelli a sapere che dai pulpiti vengono insegnate delle false dottrine? Chi li avvertirebbe? Quelli di dentro non parlano per paura di subire delle ritorsioni dal pastore e dagli anziani, così accade in quasi tutte le comunità, quando qualcuno contrasta il pastore, di qualsiasi denominazione.
In conseguenza di ciò, dobbiamo farlo noi, e lo stiamo facendo secondo la grazia che Dio ci ha dato.

Eccovi il suo primo intervento:

“Io ritengo che il fratello Piredda, come anche il Butindaro non sanno cosa è l’Ermeneutica. Quando si estrapolano versi della parola di Dio trascurando il contesto storico, sociale, culturale, e il motivo per cui sono state scritte certe cose, si commettono gravi errori di interpretazione. Forse sarebbe utile studiare quale era la situazione a Corinto e a Efeso in quel tempo. Come figliuolo di Dio, invece, sono preoccupato per le anime semplici che potrebbero essere scandalizzate da un sito che ha come unico obbiettivo, quello di infangare l’Evangelo e la Chiesa di Cristo. Mi ripugna di leggere giudizi su fratelli o chiese tale violenza verbale o con falsa umiltà e senza conoscenza vera della Parola di Dio, basati solo su interpretazioni devozionali e dogmatiche della Parola, nonchè personali. Probabilmente alla base del bisogno di aggredire il prossimo, vi è una notevole frustrazione personale, e una mancata realizzazione nella vita secolare. Consiglierei i responsabili del sito, di cestinare le MAIL di pseudo-fratelli che non hanno il coraggio di parlare con i diretti interessati per avere chiarimenti, come ordina la Parola di Dio. Pregherei inoltre di usare il tempo e l’occasione di questo grande mezzo tecnologico, per annunciare con umiltà, Cristo e di non giudicare nessuno(Matteo 7:1-5). “Da questo conosceranno che voi siete miei discepoli, dall’amore che vi portate gli uni con gli altri”.”

Ed ora eccovi la mia risposta:

“È vero che io non conosco cosa significhi la parola ermeneutica, però conosco cosa significano altre parole, ad esempio quando Paolo dice: “Come si fa in tutte le chiese de’ santi, tacciansi le donne nelle assemblee, …”, capisco che Paolo dice che tali cose si insegnavano IN TUTTE LE CHIESE DEI SANTI, e non solo a Corinto e ad Efeso, come tu, Salvatore, hai scritto.
Solo questo basta a dimostrarti che tu, con tutta la tua sapienza carnale, non hai capito ciò che è scritto. Perché questo? Perché tu dalle sacre Scritture ci vai a pescare solo quello che ti fa comodo e che ti piace.
Non comprendere le Scritture, ritengo che possa essere una cosa anche normale, ma pretendere di averle comprese e andare così tanto fuor di strada, no questa la ritengo mala fede, non sono parole che avvicinano i santi alla Parola di Dio, anzi li allontanano. Perchè con la vostra sapienza umana state facendo morire di fame spirituale i credenti, il vostro cibo pieno del vostro sapere e del vostro orgoglio non ciba, anzi avvelena le persone, sia i credenti che i non credenti, voi avete nome di vivere ma siete morti, perché Paolo insegnava quelle cose, in tutte le chiese, e diceva a Timoteo di insegnarle anche lui, e voi non insegnate quello che Paolo riteneva buono e santo, voi insegnate le VOSTRE DOTTRINE, quelle che non si leggono nelle sacre Scritture, ma si leggono solo nei vostri manuali DI ERMENEUTICA, o PNEUMATOLOGIA, o altro. Voi quando volete andare contro un passo della Bibbia, siete capaci di parlare ai poveri fratelli, in greco, in ebraico, e insegnate così il contrario di quello che hanno detto gli apostoli.
Ma dimmi un po, a chi devo credere io, di più a te, con la tua ermeneutica, con il tuo greco, con il tuo ebraico, con la tua storia e cultura del luogo; o devo meglio credere a ciò che è scritto?
Ma se è scritto che quella dottrina veniva insegnata in TUTTE LE CHIESE (tu che capisci il greco lo capisci anche l’italiano o no?), lo vedi o no che nel passo sta scritto: “Come si fa in tutte le chiese de’ santi, tacciansi le donne nelle assemblee, …”,.
Se lo leggi anche tu, perché hai detto che tali cose valevano solo per Corinto e per Efeso?
Ti esorto a tornare alla Parola di Dio, alla semplice e chiara Parola di Dio. Ti esorto a bruciare i tuoi manuali di ERMENEUTICA, di PNEUMATOLOGIA, e qualsivoglia altro manuale tu abbia, perché ti hanno riempito la testo di cose sbagliate e ti hanno accecato la mente. Lasciati solo la Bibbia nella tua libreria, studiala, prendine una senza commenti, studia studia e studia, e poi la tua mente si aprirà e vedrai la luce della verità di Dio.
Ciò non verrà dai manuali, o da uomini, ma da Dio, perché Dio è luce e tu stai dimorando nelle tenebre dottrinali, seguendo appunto la tua ERMENEUTICA.
Io nella mia ignoranza, sto seguendo solo la Parola di Dio, e non mi sono di certo smarrito; anzi, quando ho seguito la vostra ermeneutica, i vostri manuali, mi sono smarrito, ma quando li ho gettati via ed ho preso in mano solo la Bibbia, la luce DIVINA ha illuminato il mio cuore, tutta la mia vita, ed ho ripreso a fiorire e a portare frutto a Dio, nella verità, non per mia sapienza, ma per illuminazione dello Spirito santo.
Mi dispiace, ma io sono contro il vostro “GREEK BOMBING”, io sono per la semplicità della Parola di Dio.
La mia più grande soddisfazione la ottengo quando parlo a persone, tra cui ci sono bambini di 8 anni e anziani di 70, e quando mi dicono che hanno capito tutti la Parola che volevo trasmettere, dico tutti, sia il bambino che l’anziano, allora so di aver parlato da parte di Dio, solo allora.”

Di seguito la sua risposta alla mia:

“Nella tua replica si percepisce tutta la sana ignoranza che hai dentro, che è peggio della cattiveria. Ho capito solo una cosa: è meglio lasciarvi nelle mani del Signore e che non vale la pena replicare,perchè sto sprecando del tempo prezioso.”

Ed ora la mia ultima risposta al suo commento:

“Che stai sprecando tempo questo è vero, un poco qui e molto tempo lo stai sprecando studiando i tuoi manuali di ermeneutica, visto che sei rimasto ignorante nelle sacre Scritture, cosa dimostrata già nel mio commento precedente alle tue parole.
Nella mia replica ti ho DIMOSTRATO CHE I TUOI MANUALI SI SBAGLIANO, e lo voglio ripetere ancora, sta scritto: “Come si fa in tutte le chiese de’ santi, tacciansi le donne nelle assemblee, …”, quindi, come ben puoi leggere, tale insegnamento non era legato soltanto alla città di Corinto e di Efeso.
Ma quando insegni questa tua falsità ai fratelli, non ti viene in mente questo passo che distrugge tali falsità? Non ti viene neppure per un momento il dubbio che ti stai sbagliando?
Ora te lo dico e voglio che tutti lo sappiano, qui, chi si è mostrato ignorante nella conoscenza delle sacre Scritture SEI STATO SOLO TU, e l’ho ben dimostrato.
Qui certo che perdi tempo, quelli PIENI DI CONOSCENZA E SAPIENZA CARNALE come te hanno poco credito.
Dammi retta, non perdere più tempo e studia solo le sacre Scritture, e vedrai come ti si apriranno gli occhi spirituali.”

Fratelli, la debolezza nella difesa di una certa dottrina, anzi l’inesistenza della difesa di una dottrina insegnata in una comunità, è prova certa che tale dottrina è falsa.

Mi rivolgo a voi, fratelli della comunità ADI di Bergamo, fate attenzione a quello che vi viene insegnato, perché con il pretesto della cultura del tempo e altre cose insensate, vogliono annullare ciò che sta scritto chiaramente nella Parola di Dio.

A voi, sorelle della comunità di Bergamo, vi esorto nell’amore del Signore, ad usare il velo quando pregate, profetizzate ed anche cantate durante il culto in comunità, perché ciò è accettevole a Dio, ed è una cosa buona, tanto più che lo avete sempre fatto, cosa vi ha distolto dal continuare a farlo? Ricordatevi della moglie di Lot!

La mia richiesta a Dio per voi è che vi dia sapienza ed intelligenza spirituale per intendere le Scritture sacre e vi preservi da tutti quei ragionamenti pieni di sapienza umana, che annullano la Parola di Dio.

Salvato per grazia mediante la fede in Cristo Gesù: Giuseppe Piredda

Annunci
27 commenti leave one →
  1. giovanni permalink
    10 ottobre 2009 14:21

    ma come mai questo sedicente diacono non è riuscito a fare tacere Piredda con la sua ermeneutica? se questo sedicente diacono dice di conoscere la verità, come mai ha rinunciato a rispondere con la sua ermeneutica? caro diacono, inutile risponderti perchè a mio parere il fratello Giuseppe piredda con una frase scritta sulla bibbia ti ha dato una bella lezione spirituale. spero che tu abbia compreso che con la tua ermeneutica puoi solamente distruggere dei fedeli che cercano la verità. Caro diacono, mi rendo conto che sei una persona a cui piace studiare e applicarsi a ricercare la verità! ma ti rammento che l’unico libro che Dio ha lasciato per ricercare la verità è la bibbia composta da 66 libri scritti sotto la guida dello spirito santo di Dio!!!!!!!!!!!!! ora mi chiedo come fai a metterti contro le sacre scritture e cercare in tutti i modi di annularle? con l’ermeneutica? chissà da quanti anni perdi tempo a studiare l’ermeneutica! o altri saggi scritti da mente umana! torna alla bibbia! torna alle sacre scritture! “IN TUTTE LE CHIESE DEI SANTI”!!!1Corinzi 14:34 Come si fa in tutte le chiese de’ santi, tacciansi le donne nelle assemblee, perché non è loro permesso di parlare, ma debbono star soggette, come dice anche la legge.
    vergognati diacono!!! hai cercato di fare passare l’apostolo paolo per bugiardo!! e hai accusati noi di giudicare ingiustamente!! vediamo se sei capace di dare a noi una giusta risposta pubblica a difesa del tuo gravissimo errore!! stiamo aspettando! ma se chiedi scusa pubblicamente a Dio farai una bella figura. non devi andare contro le scritture per difendere il tuo pastore! devi esortare il tuo pastore a pentirsi! che Dio ti benedica! ti lascio nelle mani del signore affinche apra i tuoi occhi e il tuo cuore alla verità non solo a te ma anche al tuo pastore, a sua figlia, al vostro presidente e a tutti coloro che smentiscono le sacre scritture.

    Mi piace

  2. giovanni permalink
    10 ottobre 2009 14:34

    ERMENEUTICA:Essa nasce in ambito religioso con lo scopo di spiegare la corretta interpretazione dei testi sacri. ecco perchè un pastore adi tempo addietro mi disse “stai attento, leggere la bibbia da soli è pericoloso è meglio che chiedi a noi pastori” vergognatevi!!!!! volete fare come i cattolici quando vietavano ai popolani di imparare a leggere per paura che iniziassero a leggere la bibbia e magari a capire che sono nell’errore! e voi fate lo stesso! vi inventate false interpretazioni bibliche facendo credere che solo a voi è dato di capire certe cose? ma non vi vergognate? a che scopo fate ciò? cosa ci guadagnate? ve lo dico io! non ci guadagnate niente a comportarvi così! anzi avete solo da perderci! perchè forse lo avete dimenticato ma un giorno morirete! lascerete il vostro corpo carnale per presentarvi davanti a Dio!! e poi cosa direte? cosa risponderete quando Dio vi chiederà: “come vi siete permessi di vietare ai fedeli di leggere le sacre scritture?” cosa risponderete? vergognatevi!

    Mi piace

  3. giovanni permalink
    10 ottobre 2009 14:41

    CARO DIACONO! VISTO CHE TU CAPISCI DI ERMENAUTICA, SPIEGAMI QUESTO PASSO CHE COSI’ COME E’ SCRITTO VA LETTO:1Corinzi 14:34 Come si fa in tutte le chiese de’ santi, tacciansi le donne nelle assemblee, perché non è loro permesso di parlare, ma debbono star soggette, come dice anche la legge. SPIEGACI A TUTTI NOI CHE NON STUDIAMO L’ERMENAUTICA E CI LIMITIAMO DI LEGGERE LE SACRE SCRITTURE SOTTO LA GUIDA DELLO SPIRITO SANTO DI CUI NOSTRO SIGNORE GESU’ CRISTO CI HA DATO QUANDO SIAMO STATI SALVATI, COSA VUOL DIRE:1Corinzi 14:34 Come si fa in tutte le chiese de’ santi, tacciansi le donne nelle assemblee, perché non è loro permesso di parlare, ma debbono star soggette, come dice anche la legge. ORA TE LO SPIEGO IO COSA VUOLE DIRE QUESTO PASSO. IL SIGNOFICATO DI QUESTO PASSO E’:Come si fa in tutte le chiese de’ santi, tacciansi le donne nelle assemblee, perché non è loro permesso di parlare, ma debbono star soggette, come dice anche la legge. PIU’ CHIARO DI COSI’ NON POSSO ESSERE.

    Mi piace

  4. Salvatore permalink
    13 ottobre 2009 21:18

    Preciso a Giovanni che non sono un sedicente diacono, in quanto io non ho mai detto di esserlo in questa “conversazione”. Non c’è dubbio invece, che colui che ci ha tenuto a precisarlo, è uno di quei maldicenti che preferisce stare nell’anonimato. Mi domando se questo è un comportamento biblico…Consiglio inoltre a Giovanni di cercare su un qualsiasi dizionario, il significato della parola SEDICENTE.

    Mi piace

  5. zedde angelo permalink
    17 ottobre 2009 11:37

    Fratello Salvatore, la verità è che il fratello Giuseppe Piredda t’ha turato la bocca, ed anche il fratello Giovanni nella maniera più semplice e che consiglio ad ogni credente di fare, cioè con le Sacre Scritture, io vedo solo nelle tue parole l’arroganza e la cattiveria, per non dire dell’ignoranza, prendi anche tu dei passi dalla Parola come hanno fatto loro e difenditi, ma non credo che tu riesca a farlo…forse sei troppo impegnato a studiare ermeneutica , ricordati che la Parola di Dio è luce, e che come è scritto nei Proverbi:”Chi sprezza la parola si costituisce, di fronte ad essa, debitore, ma chi rispetta il comandamento sarà ricompensato.”Tu ed il tuo pastore state sprezzando la Parola di Dio, quindi vi esorto a rispettare i comandamenti.

    Mi piace

  6. Angela permalink
    17 ottobre 2009 18:05

    Fratello Salvatore, tu parli di contesto storico, sociale e culturale e del motivo per cui sono state scritte certe cose: Nella bibbia è scritto che non dobbiamo camminare seguendo la via delle nazioni, non dobbiamo conformarci al presente secolo malvagio anzi dobbiamo essere rinnovati dalla parola di Dio, poi se vogliamo parlare di cultura, di tradizioni, usi e costumi del nostro tempo o dei tempi passati non bisogna essere dei grandi esperti per capire che il mondo giace nel maligno per cui i suoi costumi , le sue usanze e la sua cultura è corrotta oltre ogni limite. Il figlio di Dio è esortato a guardare a Gesù al modello perfetto e ad attenersi strettamente alla parola di Dio. Il motivo per cui sono state scritte certe cose “come tu scrivi” invece è per nostro ammaestramento così dice la bibbia e così credo. La scrittura dice pure esaminate ogni cosa e ritenete il bene; Quindi io mi chiedo : E’ cosa giusta e decorosa che una donna predichi in una comunità? ovvero dia un messaggio di consolazione , di esortazione di conforto ecc… ?E’ scritto altresì che dobbiamo giudicare con giusto giudizio, e poi noi giudicheremo gli angeli! Siamo così insensati a non saper giudicare le cose di questa vita? Quando dunque avete da giudicare di cose di questa vita costituitene giudici quelli che sono i meno stimati nella chiesa. Adesso se pur dicessi che non è lecito che una donna debba predicare pur non direi nulla di mio perchè io trovo scritto che nella chiesa tacciansi le donne perchè non è loro permesso di insegnare ,quindi ubbidiamo alla parola.! Perchè vogliamo complicare un insegnamento semplice?
    Per cui esamina attentamente se i fratelli che hanno ripreso hanno infangato l’evangelo e la chiesa di Cristo oppure le loro riprensioni sono state dirette affinchè possiate ravvedervi e camminare nella santità perchè se questo è stato il loro intento ,hai usato parole false contro di loro . Il Signore conosce ogni cosa e retribuirà ognuno con giusto giudizio teniamolo bene in mente e sopratutto smettiamo di essere così orgogliosi ma con grazia ed umiltà apprezziamo, le riprensioni quando ci vengono rivolte e dimostrate con tanta scrittura! Impariamo a camminare nella santità ringraziando i fratelli che durante il cammino ci fanno notare i nostri errori! Fortifichiamoci nella preghiera, nella scrittura e nella forza della Sua potenza e poi se occorrerà riprendete anche voi,con la parola, quando ne avrete occasione, dal mio punto di vista io vi ringrazierei di cuore, e sapete perchè ? Perchè niente per me è più importante del piacere, servire amare il mio Signore. Dio benedica ogni figlio suo.

    Mi piace

  7. giovanni permalink
    20 ottobre 2009 23:49

    purtroppo come i cattolici anche molti evangelici abbandonano la bibbia per studiare libri che non portano a nulla…anzi portano al distaccarsi da ciò che gesù ci ha lasciato! si lasciano trascinare da certi anziani o sedicenti pastori! che insegnano ai fedeli che non bisogna leggere la bibbia se non si ha il dono di capirla! e a me tempo addietro mi è stato raccomandato di non leggere la bibbia senza la presenza di un anziano o un pastore altrimenti il maligno mi avrebbe fatto capire male le scritture! vi rendete conto che fine fanno i fedeli che credono a queste menzogne? se io avessi ascoltato le parole di questo sedicente pastore ora chiamerei fratelli i cattolici, darei credito alla terza venuta di cristo, pagherei la decima e starei ad ascoltare una pastoressa che predica e impone le mani…caro salvatore, torna a leggere solo la bibbia.

    Mi piace

  8. GIANCARLO permalink
    21 ottobre 2009 22:08

    PACE FRATELLO GIOVANNI VOLEVO DIRTI UNA COSA…SPIEGAMI COME MAI NELLE NOSTRE CHIESE ADI E NON ADI SI PERMETTE ALLE DONNE DI INSEGNARE NELLA SCUOLE DOMENICALE? SE ALLE DONNE NON E’ PERMESSO INSEGNARE ALLA CHIESA NON E’ PERMESSO NE ANCHE CHE INSEGNINO NELLE SCUOLE DOMENICALI PENSO CHE DOVREBBE ESSEE COSì.E’POI APPOSTA DI STARE QUI A CRITICARE PERCHE’ NON USCITE PER LE STRADE A PREDICARE LA PAROLA DI DIO CHE FRESTE DI SICURO LA COSA MIGLIORE!!!!

    E disse loro: «Andate per tutto il mondo, predicate il vangelo a ogni creatura.

    DIO VI BENEDICA

    Mi piace

  9. giovanni permalink
    22 ottobre 2009 13:52

    caro giancarlo. in realtà la donna non dovrebbe neanche insegnare nelle scuole domenicali, se leggi la bibbia ti renderai conto che se paolo dice “non permetto alla donna di insegnare” il significato è proprio quello! difatti una sorella che frequenta la comunità che io non frequento più, mi ha confidato di sentirsi in colpa, di non sentirsi giusta d’avanti a Dio proprio perchè deve insegnare hai bambini. gli ho detto di lasciare ma ha paura del pastore, molte sorelle anche di altre comunità mi hanno confidato di avere paura del pastore! ma chi sta con dio di chi deve temere? purtroppo usano una pressione verso le sorelle da imporgli quello che vogliono! caro giancarlo, ti sembra una critica questa?:1Timoteo 2:12 Poiché non permetto alla donna d’insegnare, né di usare autorità sul marito, ma stia in silenzio. queste parole ti sembrano critiche nei confronti delle adi? ecco il vostro peggior difetto: siete ripieni d’orgoglio al punto da definire critiche le parole di Dio! siete ripieni d’orgoglio al punto da nonj accettare i comandamenti della bibbia! scacciate l’orgoglio dal vostro cuore e date ragione alla bibbia! perchè l’argomento in questione non è un mio pensiero ma bensì un comandamento che il nostro Dio e nostro creatore ci ha comandato! ricordati Giancarlo che tu e tutti i buoni cristiani devono difendere le scritture non dei fratelli gonfi d’orgoglio! perchè alla fine e Dio che ti da la vita eterna quando sarai morto non certi personaggi. “”E disse loro: «Andate per tutto il mondo, predicate il vangelo a ogni creatura.””ecco lo stiamo facendo con voi! vi stiamo annunziando la verità! stiamo combattendo la buona guerra contro chi vuole cambiare gli insegnamenti del signore! perchè se nessuno avrebbe difeso ciò che sta scritto forse ci sarebbero già le pastoresse! caro fratello Giancarlo non dobbiamo accettare certi falsi insegnamenti per piacere agli uomini, noi dobbiamo piacere a Dio! perchè oggi stesso la nostra anima ci potrebbe essere ridomandata e dobbiamo sempre essere pronti! riprendi coloro che offuscano o cambiano le sacre scritture a loro piacimento, è vero che potresti metterti contro uno dieci cento pastori. ma è meglio essere giusti con le sacre scritture e d’avanti a Dio, poichè le anime di tutti noi dipendono solo da Dio! finchè vivrò e finchè il signore lo consentirà combatterò gli ipocriti e coloro che vogliono cambiare ciò che sta scritto! al costo della mia stessa vità! “””Marco 8:35 Perché chi vorrà salvare la sua vita, la perderà; ma chi perderà la sua vita per amor mio e del vangelo, la salverà.”””tu giancarlo vuoi perdere la tua vita a difesa del vangelo? pace a te

    Mi piace

  10. Jimmi permalink
    23 ottobre 2009 12:05

    Ma perchè non la piantate di criticarvi a vicenda e pensate ad uscire per le strade, le paizze, a parlare di Gesù, andate in mezzo ai tossicodipendenti, alle prostitute, ai senza tetto, ai detenuti in un carcere, fate questo, perchè la gente ha bisogno di fatti e non di chiacchere, il mondo aspetta solo che la Parola di Dio, la buona novella venga data, prima con un sorriso ed una carezza, e poi con parole di speranza! Smettetela, fate solo ridere, ve lo dice uno che ne ha passati di guai nella sua vita, e da quando Gesù mi ha salvato, io guardo a Lui e lui soltanto, cercando di andare dove c’è bisogno e di parlare di Gesù a gente che come me sa cosa vuol dire essere un peccatore!!!

    Mi piace

  11. 23 ottobre 2009 13:08

    Certamente bisogna SEMINARE LA PAROLA DI DIO, come il contadino semina il proprio terreno, ma come il contadino semina affinché le piantine portino frutto, così anche chi evangelizza deve fare in modo che coloro che si convertono devono crescere spiritualmente e portino frutto, e lo portino in abbondanza.
    Quindi, come il contadino semina, protegge le piantine dal sole o dal gelo, innaffia, concima, protegge le piantine dagli insetti e animali nocivi e toglie le erbacce, così è per quanto riguarda la chiesa di Dio, bisogna annunziare l’evangelo, ma poi coloro che si convertono devono essere portati a maturità spirituale, non si possono abbandonare i fratelli a se stessi una volta che si sono convertiti, bisogna cibarli e dare loro tutto ciò di cui hanno bisogno.

    Ricordati che il popolo di Israele uscì dall’Egitto per fede, ma per mancanza di fede quella generazione non entrò nella terra promessa.
    Similmente, coloro che si convertono escono dall’Egitto spirituale e devono terminare la loro corsa mantenendosi fermi nella fede e nella VERITA’, ed è qui che nel lavorare per il SIGNORE ci inseriamo, vegliamo affinché il popolo giunga fino alla fine!
    Infatti, a cosa servirebbe se si evangelizzassero tutti gli uomini e questi si convertissero in massa, ma non fossero ammaestrati per arrivare a maturità e a portare frutto per il Signore. Essi si svierebbero e il lavoro precedente andrebbe perso.
    Noi non vogliamo che si perda nessuno, tutti coloro che sono nati da Dio sono nostri fratelli e noi ci sentiamo di metterli in guardia contro le false dottrine e gli scandali.
    Bisogna porre mente al fatto che a scandalizzare non siamo di certo noi che riproviamo le false dottrine e i comportamenti sconvenienti, ma a scandalizzare sono coloro che “COMPIONO GLI SCANDALI”.
    Ci sarebbero tante altr cose da dire, ma piano piano saranno affrontate e scritte, qui in questo blog, in alcuni siti web, di persona e dovunque Iddio ci guida nell’opera.
    I frutti di quest’opera ci stanno dando ragione, molti fratelli sono incoraggiati, fortificati, sono tornati ALLA PAROLA DI DIO CHE AVEVANO ABBANDONATO PER SEGUIRE direttive del pastore, sono ricreati nel loro cuore, sono anche perseguitati, ma questo avviene a tutti coloro che vogliono vivere piamente in Cristo.
    Abbi pazienza con me, e credimi: c’è bisogno anche di ammaestrare con la Parola coloro che si convertono, non c’è bisogno soltanto di evangelizzare.
    Se ti può confortare, comunque, sono impegnato anche ad evangelizzare per le strade, in piazza e nei parchi, quando ce n’è l’occasione con la chiesa.

    Mi piace

  12. Jimmi permalink
    23 ottobre 2009 13:37

    Se le vostre reciproche accuse e chiacchere sono dei buoni frutti allora o non sono ancora maturi o peggio, sono andati a male! Non ho mai sentito Gesù parlare così come voi, salvo quando si rivolgeva ai Farisei ed alla loro tradizione! ATTENTI A NON ESSERE COME LORO, CHE CONOSCONO I CAPITOLI E VERSETTI, ma poi non mettono in pratica la carità e l’amore

    Mi piace

  13. 23 ottobre 2009 13:45

    Ti ringrazio per l’avertimento.
    Anch’io voglio fartene uno: Svegliati! Apri gli occhi e guarda quello che c’è attorno a te e confrontalo con le sacre Scritture! Corrispondono le due cose?
    Se corrispondono continua pure come stai facendo e vivendo l’evangelo, ma se non corrispondono, sappi che sei inescusabile, perché avrai chiuso gli occhi e le orecchie alla verità.
    Che Dio continui ad aiutarci a RISVEGLIARE LA SUA CHIESA CHE SI è ADDORMENTATA!

    Mi piace

  14. giovanni permalink
    23 ottobre 2009 14:02

    @Jimmi
    le sacre scritture non sono chiacchere! ti ammonisco per queste parole! quando si difende Gesù non è un gioco o un passatempo! vergognati! è ricordati che la salvezza puoi anche perderla! una volta salvati non si è sempre salvati! caro fratello ci sono delle leggi che Dio ci ordina di osservare! se ciò non ti sta bene è un tuo problema!

    che il signore possa aprire i tuoi occhi jimmi!

    Mi piace

  15. jimmi permalink
    23 ottobre 2009 20:05

    Caro Giovanni, usi troppi punti esclamativi, stai attento perchè non è con l’arroganza che si difende Gesù, ma con l’amore….le chiacchere non è la Bibbia, ma le vostre sono chiacchere Per quanto riguarda il discorso salvezza, stai attento a metterti al posto di Gesù!!!

    Mi piace

  16. 23 ottobre 2009 20:16

    @Jimmi
    Ascolta, per quanto riguarda i farisei, devi sapere che Gesù ha dimostrato biblicamente che ciò in cui credevano e insegnavano non era secondo la legge di Dio.
    Ora, se siamo noi che abbiamo dimostrato che ciò che ha detto Salvatore Frischetto in difesa del pastore Antonio Rozzini, non è biblico, tra noi e loro chi sono i farisei?
    Noi siamo dalla parte della Parola di Dio, quindi, la odierna personificazione dei farisei la vedete quando vi guardate allo specchio.

    Per quanto riguarda le chiacchiere da te citate, ebbene dimostriamo anche queste: se noi abbiamo citato la Parola di Dio e Salvatore ha citato l’ermeneutica e ha fatto discorsi di sapienza umana, chi è che ha fatto delle chiacchiere inutili? Chi ha dimostrato secondo la PAROLA DI DIO che le donne non possono insegnare, noi o coloro che vogliono fare insegnare le donne nelle loro assemblee e per giustificare ciò usano un linguaggio filosofico infarcito di sapienza umana senza ricorrere alle sacre Scritture?

    Su, fai uno sforzo, strappa il velo nella mente e l’orgoglio che hai nel tuo cuore, e riconosci che ciò che conta è SOLTANTO quello che afferma la PAROLA DI DIO, attento, non ho detto di riconoscere noi, ho detto che devi RICONOSCERE che è la PAROLA DI DIO ad insegnare queste cose.

    Noi siamo carne e polvere, ma vogliamo e ci applichiamo affinché la Parola di Dio torni a riprendere il posto che le spetta nelle comunità, cioé: IL PULPITO!
    Vogliamo che i pastori scendano e che la BIBBIA salga nel pulpito, come ha detto Giovanni Battista: “bisogna che egli cresca, e che io diminuisca“.
    Molti pastori di oggi, invece, mostrano se stessi e nascondono la Parola di Dio, se la gettano dietro le spalle, con grande danno per i membri che li ascoltano.

    Che Iddio ti dia sapienza per comprendere la verità della Parola di Dio.

    Mi piace

  17. giovanni permalink
    23 ottobre 2009 22:59

    se ti scrivo che la donna non deve insegnare ma deve imparare in silenzio, con o senza punto esclamativo il significato è sempre lo stesso. antonio rozzini ha permesso a sua figlia di predicare da un pulpito! ha trasgredito le leggi di Dio, si è messo contro un insegnamento di Dio! e voi con lui! perchè ne rozzini e neanche voi avete avuto l’umiltà di affermare di aver sbagliato. non fate altro che giudicare ingiustamente noi perchè cerchiamo di far tornare rozzini nella retta via. a mio parere rozzini non dovrebbe più pasturare. e voi o chi frequenta la sua comunità è in dovere di riprenderlo altrimenti si rende complice. perchè vi accanite contro di noi? è rozzini che ha trasgredito le leggi non noi. ma cosa credete che le leggi e i comandamenti delle sacre scritture si possano cambiare? noi abbiamo reso noto un verso di paolo e voi gli avete puntato il dito contro! cercando di giustificare Rozzini e la figlia. caro jimmi siete voi che credete di poter cambiare ciò che sta scritto! ma questo può farlo solo Dio!ecco caro jimmi, leggi cosa dice paolo: “””1Timoteo 2:12 Poiché non permetto alla donna d’insegnare, né di usare autorità sul marito, ma stia in silenzio.””” queste sono chiacchere? Rozzini non ha reso pubbliche scuse per aver concesso alla figlia di predicare, voi lo difendete. jimmi io ti invito a prendere una posizione e lo faccio con amore, non puoi prendere le difese di un pastore che ha sbagliato è per orgoglio non si è ritratto da ciò che ha fatto. so che prima o poi arriveranno le pastoresse perchè non è stato un caso se questa ragazza ha predicato. ma noi combattiamo la buona guerra! a difesa della parola! con o senza punti esclamativi la parola va difesa!!!!!

    Mi piace

  18. GIANCARLO permalink
    27 ottobre 2009 23:02

    PACE FRATELLO GIOVANNI TI RINGRAZIO PER LE TUE PAROLE MA VOLEVO DIRTI CHE DO RAGIONE A JIMMI SU QUELLO CHE DICE.
    POI PRIM DI GIUDICARE IL FRATELLO ANTONIO CHE è UN CARO SERVO DI DIO VIENI IN CHIESA A DIRGLI TUTTO QUELLO CHE PENSATE SU DI LUI.
    POI SE TU NON CONOSCI SARAEVA NON PUOI GIUDICARE è VERA MENTE UNA SERVA DI DIO UMILE E MANSUETA A DIFFERENZA D VOI CHE GUDICATE.
    DIO VI BENEDICA

    Mi piace

  19. giovanni permalink
    12 novembre 2009 14:04

    caro giancarlo. per l’ennesima volta ribadisco che chi giudica non siamo noi, il vostro comportamento e giudicato dalle sacre scritture: 1Timoteo 2:12 Poiché non permetto alla donna d’insegnare, né di usare autorità sul marito, ma stia in silenzio…..ma forse a te non interessa per niente la bibbia e i suoi insegnamenti se ti permetti di accusarmi di giudicare ingiustamente. tu stai puntando il dito contro le sacre scritture, punti le tue accuse contro l’apostolo paolo che sotto la guida dello spirito santo ha ordinato alla donna di non in segnare! io non metto in dubbio che sara eva sia una brava ragazza. non metto in dubbio che antonio rozzini sia una brava persona, ma se un uomo non ammette che la donna non deve insegnare, non è un uomo di dio! se un pastore fa predicare una donna dal pulpito, pur conoscendo quanto è stato detto dall’apostolo paolo nella lettera a timoteo, non è un uomo di dio! chi va contro le scritture non è con dio! mi dispiace giancarlo! ma da parte mia, difendo le sacre scritture non un bravo uomo, di persone buone di cuore ne conosco, ma se non si convertono a Gesù non saranno salvate. il buon pastore si vede da quello che insegna non dai sorrisi e dagli abbracci che ti da! allora giancarlo da buon cristiano quale dici di essere ti invito oggi a rispondere alla mia domanda! la donna deve insegnare da un pulpito? alla luce delle sacre scritture? se non risponderai allora vuol dire che non t’interessano gli insegnamenti di dio.

    Mi piace

  20. giovanni permalink
    12 novembre 2009 14:11

    voi vi improvvisate giudici! che dite:POI SE TU NON CONOSCI SARAEVA NON PUOI GIUDICARE è VERA MENTE UNA SERVA DI DIO UMILE E MANSUETA A DIFFERENZA D VOI CHE GUDICATE…..voi adiate la sana dottrina e amate i baci di chi vi odia!Proverbi 27:6 Chi ama ferisce, ma rimane fedele;
    chi odia dà abbondanza di baci. può darsi che i versi della bibbia vi feriscano ma sicuramente vi riportano all’ordine! voi amate chi vi lascia fare e vi fa credere di essere perdonati per tutti gli errori che fate! ma in realtà colui che perdona e Gesù! non i vostri sedicenti pastori diaconi ecc. sara eva deve stare in silenzi dentro la comunità questi sono gli ordini di Dio! volete trasgredire? fate pure! ma sappiate che siete stati avvisati.

    Mi piace

  21. giovanni permalink
    12 novembre 2009 14:19

    certo voi dai vostri pulpiti non sentite mai citare questi passi della bibbia vero? voi sentite la vocina carina senza punti esclamativi del vostro antonio rozzini che l’unica sua preoccupazione e quella di non spaventare i fedeli perchè altrimenti non vengono più in comunità vero? vi bacia vi dice che il signore vi perdona tutti i vostri errori vero? con delle predichè senza sale vero? preferisco un pastore che parla duro! ma che dice la verità! uno che con il suo tono di voce vi sveglia dentro le comunità! invece di usare la vocina dolce che poi vi addormenta! state attenti! perchè Dio vede tutto e sente tutto chello che diciamo e quello che pensiamo! potete sembrare carini davanti agli altri ma non potete nascondervi davanti a DIO! per cui se volete veramente ottenere benedizione da Dio seguite gli insegnamenti e i comandamenti che ci ha lasciato! perchè i comandamenti non sono solo 10! sono molti di più! anche pettere il velo per la donna è un comandamento! che la donna non debba predicare è un comandamento di Dio! non è una richiesta a cui l’adesione è facoltativa!

    Mi piace

  22. GIANCARLO permalink
    12 novembre 2009 22:08

    GIOVANNI APPOSTA DI DIRE STUPIDATE SU ANTONIO IL NOSTRO CARO PASTORE ABBI IL CORAGGIO DI VENIRE I ADUNANZA E RICHIAMARE IL PASTORE DAVANTI A TUTTI SE AI CORAGGIO, MA IO PENSO CHE TU NON AI IL CORAGGIO. QUELLO CHE TI POSSO DIRE RAVVEDITI DALLE TUE MENZOGNE E CHIEDI PERDONO A DIO.
    DIO TI BENEDICA

    Mi piace

  23. giovanni permalink
    13 novembre 2009 15:14

    sei arrivato ad offendere. caro silvio quelle che tu chiami stupidate sono scritte nella bibbia. mi spiace che sei arrivato a questo punto ma mi vedo costretto a chiederti di ravvederti e chiedere perdono a Dio per queste cose gravi che hai dette. io ho citato dei passi bibblici e tu le hai chiamate stupidate. Giancarlo vergognati, vergognati. ravvediti immediatamente giancarlo, non ti puoi permettere di giudicare stupidate i passi bibblici che io ho citato quale insegnamento per il signor rozzini e figli. E’ gravissimo quello che hai detto. che vergogna, a che punto sono arrivati, addirittura i passi bibblici contro la donna che predica li chiamano stupidate. che Dio ti perdoni giancarlo per quello che hai detto e spero che tu non eri cosciente mentre scrivevi certe offese nei riguardi delle sacre scritture. io ho citato dei passi bibblici e tu mi dici di non dire stupidate?

    Mi piace

  24. GIANCARLO permalink
    13 novembre 2009 19:38

    AI FRAINTESO IO NON INTENDEVO I PASSI DELLA SCRITTURA….MA VOI PRIMA DI GIUDICARE ECC FATE UNO STUDIO BIBBLICO APPROFONDITO DELLE SCRITTURE POI POTRETE CAPIRE XCHè PAOLO A SCRITTO QUELLE COSE….NON FATE COME CERTI GRUPPI RELIGIOSI CHE PRENDONO UN VERSO ELLA SCRITTURA E TE LO BUTTONO COSI.
    POI NELLA SCRITTURA C’E’ SCRITTO DI NON GIUDICARE….QUELLO CHE FATE VOI.
    GRAZIE X IL TUO CONSIGLIO MA QUELLO CHE DEVE RAVVEDERSI SIETE PRIMA VOI.
    DIO TI BENEDICA

    Mi piace

  25. 13 novembre 2009 19:53

    Ascolta Giancarlo, per quanto riguarda il non giudicare troverai la risposta sempre in questo blog alla pagina AVVISI.

    Tu parlando in questo modo manifesti che sei ignorante nella conoscenza delle sacre Scritture. E se non conosci la Parola di Dio come potrai discernere ciò che è secondo la volontà di Dio e quale no?

    Dammi retta, prendi la Parola di Dio e studiala, non dare riposo agli occhi tuoi fino a quando non la conosci realmente, prega in ginocchio, piangi davanti a Dio invocandolo con tutto il cuore, e vedrai che l’Iddio di gloria ti aprirà la mente per intendere la sua volontà.

    Mi piace

  26. GIANCARLO permalink
    14 novembre 2009 19:37

    GRAZIE….PER IL CONSIGLIO MA PER L’ENNESIMA VOLTA TI DICO CHE CHI HA BISOGNO DI RAVVEDERSI SIETE VOI.
    DIO VI BENEDICA

    Mi piace

  27. mirko permalink
    12 ottobre 2017 16:54

    Un noto predicatore ADI di Milano affermò davanti ad un fratello che in Italia siamo indietro in quanto a discorso donne/ministero. Quindi non è l’unico nelle adi che incoraggia a far predicare donne.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

No Temas Sino Habla

Entonces él Señor dijo de noche en visión á Pablo: No temas, sino habla, y no calles: Porque yo estoy contigo, y ninguno te podrá hacer mal (Hechos 18:9-10)

Blog di Aldo Prendi

Per la diffusione e la difesa delle dottrine bibliche

Acordai-vos

Tocai a trombeta em Sião, e dai o alarma no meu santo monte.

Egli è altresì scritto...

Blog di Nicola Iannazzo

Destatevi

"Suonate la tromba in Sion e date l'allarme sul mio santo monte" (Gioele 2:1)

Il Buon Deposito

Dottrine della Bibbia

La Massoneria Smascherata

"non v'è niente di nascosto che non abbia ad essere scoperto" (Matteo 10:26)

SALVATI per GRAZIA

Blog Di Giuseppe Palamara

La verità rende liberi!

Sito di attualità e informazione cristiana

Listen to the sound of the sword

«Stand in the ways and see, and ask for the old paths, where the good way is, and walk in it» (Jeremiah 6:16)

Non tollero Jezabel

Il blog di Gian Michele Tinnirello

Sana Dottrina

Perché verrà il tempo che non sopporteranno la sana dottrina; ma per prurito d'udire si accumuleranno dottori secondo le loro proprie voglie e distoglieranno le orecchie dalla verità e si volgeranno alle favole.(2Timoteo 4:3-4)

La Buona Strada

Blog di Giuseppe Piredda, cristiano evangelico pentecostale trinitariano fondamentalista

He who has ears let him hear

A voice crying in the wilderness

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: