Skip to content

Davide Di Iorio, pastore della comunità ADI (RC), si inventa il “battesimo di luce” ministrato da Elia e Mosè a Gesù sul monte santo

12 ottobre 2009

Davide Di Iorio, pastore della comunità ADI (RC), si inventa il “battesimo di luce” ministrato da Elia e Mosè a Gesù sul monte santo

Il battesimo di luce ministrato da Elia e Mosè a Gesù sul monte santo ovvero quando si fa dire alla Bibbia quello che si vuole

Tutta la predicazione è scaricabile da qua: Sito abbiate fede in Dio, dal titolo: ‘Una voce dalla magnifica gloria‘ (min. 34)
Giudicate voi stessi, fratelli delle ADI e non, ascoltate con le vostre orecchie cosa insegna quest’uomo, che cosa si è inventato. La Bibbia in nessun luogo afferma che vi sia un “battesimo di luce” di cui Gesù è stato battezzato.
La Parola di Dio insegna che ci sono sei tipi di battesimi diversi l’uno dall’altro, ma non vi è da nessuna parte il ben che minimo accenno di un battesimo di luce.
Paolo ha insegnato che non bisogna andare “oltre a quello che è scritto“, ma quest’uomo, evidentemente, non ha piacere di obbedire alle parole dell’apostolo Paolo.
Inoltre, leggete cosa dice la Parola di Dio:

«Vi fu un uomo mandato da Dio, il cui nome era Giovanni.
Egli venne come testimone per render testimonianza alla luce, affinché tutti credessero per mezzo di lui.
Egli stesso non era la luce, ma venne per render testimonianza alla luce.
La vera luce che illumina ogni uomo, era per venire nel mondo.» (Giovanni 1:6-9)

Ora, se Gesù era la luce che illumina ogni uomo, Egli non aveva bisogno di nessun battesimo di luce, ministrato da Elia e Mosè.

Ditemi, fratelli, come facciamo a stare zitti dopo aver sentito tali invenzioni! Perdonatemi fratelli, ma a sentire le cose inventate, le eresie in genere, si accende un fuoco dentro di me, una indignazione contro la menzogne e le falsità, che devo esternare per mettere in guardia tutti i figlioli di Dio che amano la Parola di Dio. Diletti nel Signore, guardatevi da ogni falsità e menzogna! (Giuseppe Piredda)


Eccovi, fratelli, come di consueto, il commento del fratello Giacinto Butindaro:

“Durante la sua predica dal titolo ‘Una voce dalla magnifica gloria’, dell’8 Febbraio 2009, Davide Di Iorio, pastore della Chiesa ADI di Reggio Calabria, ha affermato che Gesù sul monte santo, quando fu trasfigurato, fu battezzato nella luce da Elia e Mosè. Ecco le sue parole: ‘Ma Gesù non è stato battezzato in acqua? Sì, è stato battezzato in acqua per il ministero che doveva fare, ma ora ha un battesimo di luce per la sua imminente passione; è stato battezzato in acqua nel fiume Giordano, ma ora ha un battesimo di luce nella nuvola di gloria; è stato battezzato in acqua da Giovanni il Battista, ma adesso riceve il battesimo di luce da Mosè ed Elia; è stato battezzato in acqua davanti al popolo, ma adesso riceve il battesimo di luce davanti ai suoi tre apostoli; è stato battezzato in acqua al Giordano come Signore della Chiesa, ma adesso è battezzato di luce sul monte come Supremo Profeta, come Maestà, come la Somma Autorità. Ed ecco una voce dal cielo che disse: Questi è il mio diletto Figlio nel quale mi sono compiaciuto. Dio sia lodato per questa maestà spiegata dal Padre’

Ci troviamo per l’ennesima volta davanti ad affermazioni che non hanno nulla a che fare con la verità. Questo battesimo di luce ricevuto da Gesù per mano di Elia e Mosè, si può paragonare alla consacrazione di Pietro come capo della Chiesa che ricevette Pietro da Gesù, di cui parla la Chiesa Cattolica Romana, nel senso che come non accadde mai che Pietro fu costituito capo della Chiesa così anche Gesù non ricevette mai nessun battesimo di luce sul monte santo per mano di Elia e Mosè. Parlare di questo battesimo significa far dire alla Parola di Dio cose che essa non dice e a cui neppure allude, e quindi andare al di là di quello che è scritto.

Non importa con quale enfasi si possa parlare di questo battesimo di luce, non importa quali ragionamenti vengano fatti per sostenerlo, esso non avvenne. Su quel monte avvenne semplicemente la trasfigurazione del nostro Signore Gesù Cristo, e apparvero Elia e Mosè che parlarono con Gesù della dipartenza che egli stava per compiere in Gerusalemme, e ad un certo punto venne dalla magnifica gloria la voce del Padre che disse: “Questo è il mio diletto Figliuolo, nel quale mi sono compiaciuto; ascoltatelo” (Matteo 17:5). E a proposito di quell’evento, va ricordato che Pietro, uno di quegli apostoli che erano là presenti, disse poi che Gesù “ricevette da Dio Padre onore e gloria quando giunse a lui quella voce dalla magnifica gloria: Questo è il mio diletto Figliuolo, nel quale mi son compiaciuto” (2 Pietro 1:17). Da come parla il Di Iorio invece pare che Gesù ricevette onore e gloria quando Elia e Mosè gli ministrarono questo cosiddetto battesimo di luce. Ma è così chiaro e semplice quello che ha detto l’apostolo Pietro; ma perché fare tutti questi ragionamenti facendo saltare fuori un battesimo di luce ministrato da Elia e Mosè a Gesù?

Devo dire che rimango sconcertato nel constatare come proprio le ADI che ripetutamente affermano di non volere andare al di là di quello che è scritto, non sono per nulla da meno di tante altre Chiese Pentecostali e non Pentecostali che vanno al di là di quello che è scritto.”

Advertisements
12 commenti leave one →
  1. giovanni permalink
    13 ottobre 2009 15:27

    il pastore Davide di Iorio non è unico colpevole delle menzogne proferite da egli stesso,probabilmente ci sono altri insieme a lui. Si nota dal fatto che lui non sta predicando sotto la guida dello spirito santo ma bensì, sta leggendo uno scritto! questo scritto può essere frutto d’immaginazione di altri pastori, oppure peggio ancora lo ha scritto la sera prima per poi predicarlo in pubblico. caro di Iorio, chi predica sotto la guida dello spirito santo non ha bisogno di leggere fogliettini con la predica già scritta, perchè lo spirito guida le parole e non va oltre ciò che è scritto! senza contare che è umiliante predicare senza poter guardare dritto negli occhi i fedeli che ascoltano. certo che ho leggi i fogliettini già preparati o guardi i fedeli….

    Mi piace

  2. Marco permalink
    24 marzo 2010 23:49

    Chi conosce bene la parola di Dio e predica tali sermoni, é evidente che lo fa sapendo quello che dice e insegna. Detto questo, solo uno stolto potrebbe asserire certe cose attribuendogli il significato che l’autore di questo articolo nella persona di Giuseppe Piredda, gli conferisce e il pastore Davide Di Iorio certamente non lo é.

    Chi si pone con spirito critico e col desiderio ardente di prendere in fallo colui che predica, anche se non troverà nulla di inesatto e contestabile nelle parole del predicatore, in qualsiasi caso avrà qualcosa da confutare con astuzia e con inganno. Una frase e/o un concetto isolato, estirpato, estrapolato dal suo contesto originario, e presentato fuori dal suo ambito appunto, assume un valore e un significato il più delle volte differente e variegato. Detto questo, é lampante il senso metaforico, simbolico, letterale, figurato, del battesimo di luce che il Pastore Davide Di Iorio menziona durante la sua predica.

    Nella vita di ogni essere umano e soprattutto di un buon cristiano dovrebbero essere presenti qualità insostituibili, alcune delle quali, l’onestà, la saggezza, il buon senso, la bontà, la rettitudine, la correttezza, i buoni propositi e per finire, palesemente assente nel Piredda, il discernimento, ovvero la facoltà della mente di giudicare, valutare e distinguere rettamente. Che Iddio ci “battezzi”, “illuminandoci” in tal senso!

    Mi piace

  3. 25 marzo 2010 07:19

    Le tue parole, fratello Marco, sono dei discorsi che esaltano la follia e non il senso delle cose di Dio, ed ora ti confermo anche perché.
    Il fratello Giacinto in una comunicazione telefonica diretta con Davide Di Iorio gli ha dimostrato che biblicamente che non esiste nessun battesimo di luce ed Di Iorio non ha risposto nulla a difesa di tale dottrina, trane quella che tale insegnamento era scritto in un certo manuale di Dottrina, che ora non ricordo il nome.
    Quindi, Di Iorio non ha ricevuto nessuna illuminazione da parte di Dio perché ha portato uno studio non suo; questo studio non è biblico, e tu, Marco, con queste tue parole hai cercato di difendere l’indifendibile mostrando quanta sapienza e quanta profondità hai nella conoscenza delle cose di Dio.
    Ripredere le opere infruttuose delle tenebre, confutare le false dottrine che danneggiano la chiesa, ti pare forse che non siano buone opere ma cattive?
    Siete voi delle ADI che state facendo dire a certi versetti della Parola ciò che non dice, e noi vi stiamo dimostrando che siete fuori dottrina, e non solo in questo articolo, ma in tanti altri, e molti altri dovranno ancora venire confutati.
    A parer mio tu ti devi svegliare perché spiritualmente stai dormendo, bisogna comprendere la Parola secondo il “senso delle cose di Dio” e non secondo il senso degli uomini, coma stai facendo tu seguendo i dettami di una organizzazione e di Di Iorio.

    Le allegorie e le metafore sono da utilizzare secondo il senso delle cose di Dio e non a piacere di chi parla; inoltre, le FAVOLETTE non devono proprio essere usate, o ritieni giusto predicare anche le FAVOLETTE come ha fatto Di Iorio in un’altra occasione, sempre ripresa e confutata?

    Il fatto che si usino figure non autorizza a dire cose insensate, ma proprio su queste figure si poggia la maggior parte del sistema predicativo delle ADI, in modo da non far capire nulla ai fedeli.
    Dovete insegnare le cose che sono scritte e non dedicarvi sempre a parlare di quello che non è scritto, i fratelli devono imparare ciò che è scritto e non ciò che pensa il pastore.
    I fratelli devono sentire dal pulpito quello che devono fare e quello che non devono fare che è scritto nella Bibbia, ma voi queste cose le saltate, o dite solo quello che va a vostro vantaggio.

    Temino qui, ma avrei tante e tante cose da dire.
    SVEGLIATI! SVEGLIATEVI TUTTI! LA VOSTRA ORGANIZZAZIONE HA TRACIMATO, STA SEGUENDO SENTIERI TORTUOSI E DEVE TORNARE SUI SENTIERI ANTICHI, LASCIARE I SENTIERI LATERALI E SEGUIRE NUOVAMENTE LA BUONA STRADA.

    Mi piace

  4. Davide permalink
    29 maggio 2012 00:18

    nn sono delle a.d.i. sn un simpatizzante ma nn ho capito perche’ se voi chiese libere siete nella perfezione cosa vi interessa e quale curiosita’ vi spinge a sentire le prediche delle chiese a.d.i….a me delle altre religioni nn mi interessa niente perche credo di essere nel giusto
    .

    Mi piace

  5. 29 maggio 2012 11:19

    Scusa, ma uso il tuo ragionamento, ma se tu sei nella religione giusta, cosa t’interessa cosa scriviamo noi sulla tua? Se vieni a leggere ti contraddici, e vuol dire che qualcosa t’interessa di sapere cosa gli altri dicono della comunità che segui.
    Comunque sappi questo, che stai seguendo l’uomo, e non ti meravigliare se ti troverai dopo qualche tempo dentro una basilica cattolica a fare il culto insieme ai cattolici romani, perché così stanno andando le cose.
    Spero tanto che tu apra gli occhi e ti concentri sulla Parola di Dio e non sull’uomo, altrimenti stai perdendo solo tempo.
    Pace a te.

    Mi piace

  6. francesco permalink
    26 marzo 2013 23:44

    PACE DEL SIGNORE VORREI SOLO DARE UN CONSIGLIO HA TUTTI QUEI FRATELLI CHE INTERVE NGONO SENZA CONOSCERE LA PAROLA .IO NON SONO SIMPATIZZANTE DINESSUNO.MA ONORO CHI ONORA LA PAROLA ,E IN PIREDDA E IN GIACINTO VEDO IL SERVIZIO DI SENTINELLA CHE CONSISTE DI VEGLIARE SUL POPOLO DI DIO.VORREI ANCHE RICORDARE CHE PER DIO NON E IMPORTANTE COME SI INCOMINCIA MA COME SI FINISCE .PURTROPPO MOLTE CHIESE ANNO INCOMINCIATO BENE E STANNO ANDANTO FUORI DALLA PAROLA MA DIO STA PARLANDO IN TUTTI I MODI CHI HA IL SUO SPIRITO IN COMUNIONE CON DIO LO ASCOLTA.CHE IL SIGNORE CI POSSA BENEDIRE.

    Mi piace

  7. mazza assunta permalink
    11 dicembre 2013 15:19

    è giusto essere sentinelle e denunciare cio che nn è vero,ma dobbiamo anke capire cosa voleva dire il fratello con questa affermazione…..ma chi giudica vorrei dire ma voi non avete mai sbagliato nel dire una cosa ed esprimere un altra?DIO protegga ogni cosa che diciamo e che facciamo pace

    Mi piace

  8. 11 dicembre 2013 19:48

    Qui non si tratta di errori banali, di voler dire una cosa anziché un’altra, qui si tratta proprio di insegnamenti completamente SBAGLIATI, eretici, che se non vengono corretti possono provocare dei danni spirituali alla Chiesa. Noi siamo sentinelle, Iddio ci ha costituiti come sentinelle, come pure dovrebbero esserlo i pastori e gli anziani, ed invece sono proprio questi ultimi che stanno portando danno e distruzione NELLE ADI, e di conseguenza bisogna mettere in guardia i fratelli e le sorelle delle ADI affinché stiano attenti a ciò che ascoltano e nel momento che scoprono che gli è stato detto qualcosa di sbagliato devono riprenderlo subito loro stessi, e così non ci sarà bisogno che intervengano da fuori.
    È perché voi state zitti per paura degli uomini, che noi siamo obbligati a parlare. Pace.

    Mi piace

  9. Salvatore permalink
    1 febbraio 2014 17:39

    Questo Piredda un giorno si svegliò e disse a se stesso ” Oggi mi sento Paolo di Tarso ” ed inciminciò a srivere lettere lettere poi aperta la sua bibbia cancellò ” Matteo 7 verso 1 a 5 ”
    che dio abbia pietà di te

    Mi piace

  10. 3 febbraio 2014 19:54

    Che Dio abbia pietà di me del continuo, perché sono carne e polvere, sono sicuramente mancante, fallisco in molte cose. Ma io non rubo i soldi ai fratelli, questo no, con il pretesto della decima né sbatto in faccia ai fratelli al culto il cestino delle offerte, che non è assolutamente biblico. Io non insegno falsità, non insegno di certo che la salvezza dipende dagli uomini, offendendo in tale modo il Signore Iddio e il sacrificio compiuto dal Signore nostro Gesù Cristo. Non ho MANIPOLATO libri di Spurgeon, quello sulle dottrine della Bibbia e neppure il commentario di Hunger, per ingannare i fratelli e far loro credere che LE FALSE DOTTRINE INSEGNATE NELLE ADI erano dottrine insegnate anche nell’antichità. Io sono fallace, ma non faccio le cose per interesse personale, per arricchirmi, anzi io dico sempre ai fratelli di usare i loro soldi per donarli ai poveri che hanno vicino a loro, e non ai ricchi, e non per costruire locali di culto che sono le moderne torri di babele.
    Abbi pietà di me, Signore, tutte le volte che non parlo e non denuncio tutte le falsità e i peccati del tuo popolo.
    Abbia pietà di me, Signore Iddio, per tutte quelle volte che non scrivo contro tutti questi lupi rapaci che stanno spolpando il tuo gregge, per il quale Gesù Cristo è morto.
    Abbi pietà di me, Signore, abbi pietà di me per ogni mia mancanza.
    Signore, ti chiedo anche di avere pietà del tuo popolo, per il quale Cristo Gesù è morto, ed è stato acquistato, e liberalo da tutti quei lupi rapaci delle ADI che stanno dietro al pulpito e ingannano i fratelli e li uccidono spiritualmente.
    Abbi pietà, Signore, abbi pietà.

    Mi piace

  11. Domenico permalink
    11 dicembre 2016 09:52

    Concordo che non bisogna in nessun modo deviare la Parola Di Dio comunque chi crede deve solo guardare a Cristo e non agli uomini anche se pastori chiamati al ministero possono essere avvolte in momenti di debolezza spirituale preda di manipolazioni del nemico pace del Signore .

    Mi piace

  12. 11 dicembre 2016 10:50

    Pace a te, il fatto che bisogna determinare con certezza è se un tal uomo è stato chiamato da Dio al ministerio. Bisogna domandarsi se è stato chiamato da Dio e come, e se ha tutte quelle caratteristiche richieste dalla Parola di Dio che deve avere un ministro e anziano della Chiesa. Se un uomo manca di queste caratteristiche e della chiamata di Dio è un impostore, ed ecco così spiegato come le sue prediche siano prive di potenza, di sapienza e di ogni intelligenza spirituale.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog di Aldo Prendi

Per la diffusione e la difesa delle dottrine bibliche

Acordai-vos

Tocai a trombeta em Sião, e dai o alarma no meu santo monte.

Egli è altresì scritto...

Blog di Nicola Iannazzo

Destatevi

"Suonate la tromba in Sion e date l'allarme sul mio santo monte" (Gioele 2:1)

Il Buon Deposito

Dottrine della Bibbia

prendialdo.wordpress.com/

Il blog di Aldo Prendi

La sana doctrina bíblica

Quien tiene oídos para oír, oiga

Chiesa Evangelica Pentecostale di Augusta

Gesù disse: Io son la risurrezione e la vita; chi crede in me, anche se muoia, vivrà (cfr. Giovanni 11:25)

La Massoneria Smascherata

"non v'è niente di nascosto che non abbia ad essere scoperto" (Matteo 10:26)

SALVATI per GRAZIA

Blog Di Giuseppe Palamara

La verità rende liberi!

Sito di attualità e informazione cristiana

Listen to the sound of the sword

«Stand in the ways and see, and ask for the old paths, where the good way is, and walk in it» (Jeremiah 6:16)

Non tollero Jezabel

Il blog di Gian Michele Tinnirello

Sana Dottrina

Perché verrà il tempo che non sopporteranno la sana dottrina; ma per prurito d'udire si accumuleranno dottori secondo le loro proprie voglie e distoglieranno le orecchie dalla verità e si volgeranno alle favole.(2Timoteo 4:3-4)

La Buona Strada

Il blog di Giuseppe Piredda, cristiano evangelico pentecostale trinitariano

He who has ears let him hear

A voice crying in the wilderness

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: