Vai al contenuto

Perchè il Signore ha salvato Saulo da Tarso, secondo Paolo Lombardo, pastore delle Assemblee di Dio in Italia

31 ottobre 2009

Perchè il Signore ha salvato Saulo da Tarso, secondo Paolo Lombardo, pastore delle Assemblee di Dio in Italia

Logo delle ADIPaolo Lombardo, pastore di una Chiesa ADI di Catania e membro del Consiglio Generale delle Chiese ADI, nel corso della sua predicazione dal titolo ‘L’incontro di Saulo con Gesù’ ha affermato quanto segue:

Saulo era contrario al Vangelo, ed era una persona preparata, era una persona di grande cultura, conosceva almeno tre lingue, l’ebraico, il latino e il greco. Era un uomo che conosceva anche la letteratura, i filosofi, un uomo di un elevata cultura, ma soprattutto conosceva bene l’Antico Testamento. Era pienamente convinto che i Cristiani sbagliavano, che Gesù era un impostore, che non fosse il Figlio di Dio, quindi nessuno può dire che è stato debole o chissà s’è fatto convincere pure lui. Era completamente contrario a Cristo Gesù, ma il miracolo venne dall’alto, e quando arriva il Signore non c’è cultura, non c’è preparazione che possa reggere. Il Signore è il più forte, ma il Signore è il più forte non perché ci prende a forza, perché Egli è amore. Il Signore sapeva che Saulo era sincero, anche se era contrario a Cristo, alla fede di Cristo, era sincero, era onesto, lui amava Dio con sincerità, con integrità di cuore, per questo il Signore lo ha salvato.

Sentitelo da voi stessi con le vostre orecchie.

Dunque, secondo Paolo Lombardo, il Signore ha salvato Saulo da Tarso perché questi era sincero, onesto, e amava Dio con sincerità.

Ma le cose non stanno affatto così come dice lui, perché fare una simile affermazione sulla conversione a Cristo di Saulo, equivale a dire che Saulo fu salvato per dei suoi meriti e non per la grazia di Dio. Se io infatti dicessi: ‘Il Signore mi ha salvato perché, quantunque non lo conoscessi e vivessi nel peccato, ero sincero, onesto, ed amavo Dio con sincerità’, non farei altro che sostenere che Dio mi ha salvato per opere, e quindi non per grazia. L’apostolo Paolo dice: “Ma se è per grazia, non è più per opere; altrimenti, grazia non è più grazia” (Romani 11:6), dunque non si può dire che siamo stati salvati per grazia e contemporaneamente dire che siamo stati salvati perché eravamo sinceri, onesti e amavamo Dio con sincerità. Purtroppo Paolo Lombardo con questa affermazione è andato ad intaccare la dottrina cardine del Cristianesimo, che siamo salvati per grazia. Se fosse così come dice lui, avremmo veramente qualcosa di cui gloriarci davanti a Dio!

E poi come si fa a dire di un peccatore, come lo era Saulo prima della sua conversione, che egli era sincero, onesto e amava Dio? Ma allora, sicuramente la stessa cosa si può dire degli Ebrei Ortodossi (ma mettiamoci pure anche Mussulmani, Indù ecc.) che come Saulo oggigiorno perseguitano i santi, e magari anche di altri peccatori che però non perseguitano i santi! Ma non dice forse la Scrittura: “Che dunque? Abbiam noi qualche superiorità? Affatto; perché abbiamo dianzi provato che tutti, Giudei e Greci, sono sotto il peccato, siccome è scritto: Non v’è alcun giusto, neppur uno. Non v’è alcuno che abbia intendimento, non v’è alcuno che ricerchi Dio. Tutti si sono sviati, tutti quanti son divenuti inutili. Non v’è alcuno che pratichi la bontà, no, neppur uno. La loro gola è un sepolcro aperto; con le loro lingue hanno usato frode; v’è un veleno di aspidi sotto le loro labbra. La loro bocca è piena di maledizione e d’amarezza. I loro piedi son veloci a spargere il sangue. Sulle lor vie è rovina e calamità, e non hanno conosciuto la via della pace. Non c’è timor di Dio dinanzi agli occhi loro” (Romani 3:9-18)? Ma dove si vede in queste parole la sincerità, l’onestà e l’amore di Dio di Saulo, o di qualche altro persecutore della Chiesa, o di qualche altro peccatore, prima della sua conversione? Si rimane veramente indignati nel sentire parlare dei pastori contro la Parola di Dio.

E poi come si fa a dire che Saulo amava Dio quando Gesù nei giorni della sua carne affermò: “Chi odia me, odia anche il Padre mio” (Giovanni 15:23)? Tu dirai: ‘Saulo odiava Gesù allora?’ Certo, infatti egli stesso disse un giorno: “Quant’è a me, avevo sì pensato anch’io di dover fare molte cose contro il nome di Gesù il Nazareno. E questo difatti feci a Gerusalemme; e avutane facoltà dai capi sacerdoti serrai nelle prigioni molti de’ santi; e quando erano messi a morte, io detti il mio voto. E spesse volte, per tutte le sinagoghe, li costrinsi con pene a bestemmiare; e infuriato oltremodo contro di loro, li perseguitai fino nelle città straniere” (Atti 26:9-11). Quale era il nome contro il quale Saulo incitava i santi a bestemmiare? Il nome di Gesù il Nazareno, Figlio di Dio. E poi si consideri che nei giorni della sua carne, Gesù rimproverò quei Giudei che lo odiavano e lo volevano mettere a morte, chiamandoli “progenie del diavolo” (Giovanni 8:44). Quindi, non si può dire di qualcuno che odia il nome di Gesù che egli ama Dio! Dire una cosa del genere, è come dire che i Giudei (e tra di essi c’erano molti Farisei come lo era Saulo) che odiarono senza ragione Gesù Cristo, fino al punto da arrestarlo e darlo in mano a Pilato per farlo crocifiggere, in definitiva amavano Dio con sincerità!! Giudicate voi, fratelli, da persone intelligenti quello che dico!

Ma le cose non stanno affatto così come dice Paolo Lombardo, anche perché Dio ha salvato Saulo per la semplice ragione che Egli ha voluto fargli grazia, infatti Dio afferma in maniera inequivocabile a Mosè: “Farò grazia a chi vorrò far grazia, e avrò pietà di chi vorrò aver pietà” (Esodo 33:19), parole queste che Paolo riprende nella sua epistola ai santi di Roma per spiegare che non c’è ingiustizia in Dio se ha deciso di fare grazia solo ad alcuni (Cfr. Romani 9:14-18), e vi ricordo che sempre l’apostolo afferma che questa grazia Dio l’ha fatta loro in Cristo Gesù avanti i secoli (Cfr. 2 Timoteo 1:9). Dunque la ragione per cui il Signore ha salvato Saulo si trova nel proponimento dell’elezione di Dio, che dipende non dalle opere ma dalla volontà di Colui che chiama. D’altronde non disse forse Gesù ad Anania, quando gli apparve in visione per mandarlo da Saulo: “Va’, perché egli è uno strumento che ho eletto per portare il mio nome davanti ai Gentili, ed ai re, ed ai figliuoli d’Israele” (Atti 9:15)? E quando era stato eletto Saulo da Gesù? Prima della fondazione del mondo (cfr. Efesini 1:4-6)! E a conferma di ciò c’è l’affermazione di Paolo secondo cui Dio lo aveva appartato sin dal seno di sua madre (cfr. Galati 1:15).

Ma le Assemblee di Dio in Italia hanno dichiarato guerra al proponimento dell’elezione di Dio infatti lo hanno annullato con vari sofismi! Per questa ragione, anche quando parlano della conversione di Saulo non possono attribuirla alla decisione di Dio presa avanti la fondazione del mondo di salvare Saulo! Ed ecco che si sentono menzogne come quelle proferite da Paolo Lombardo.

Ma c’è un’altra cosa da dire, e cioè che è falso anche che ‘il Signore è il più forte non perché ci prende a forza, perché Egli è amore’, perché il profeta dice: “Tu m’hai persuaso, o Eterno, e io mi son lasciato persuadere, tu m’hai fatto forza, e m’hai vinto” (Geremia 20:7). Il Signore ci ha fatto forza, dunque, eccome se ci ha fatto forza. Anzi dobbiamo ringraziarlo per averci fatto forza, altrimenti non ci saremmo mai convertiti a Cristo! La nostra volontà infatti era così corrotta che non sarebbe stata mai in grado di volgersi verso le cose di Dio se non fosse stata assistita dalla grazia e dalla potenza di Dio. Non disse forse Gesù che nessuno può andare a lui se non che il Padre lo attiri a Lui (Cfr. Giovanni 6:44,65)? Dunque, l’opera di attrazione verso Cristo è indispensabile per convertirsi a Cristo, e questa opera la compie Dio, e solo Dio; e se la compie Dio, ciò vuol dire che l’uomo che vive lontano da Dio è incapace da solo di andare a Cristo!

Come sono chiare le cose, eppure i pastori delle ADI le hanno offuscate!

Il mio desiderio e la mia preghiera è che questa mia ennesima confutazione pubblica contribuisca a fare rientrare in sé stessi i pastori delle ADI e riconoscere la verità che è in Cristo Gesù, perché sul perché siamo stati salvati essi sono in totale confusione, e naturalmente questa loro confusione viene trasmessa alle pecore che sono loro affidate.

Giacinto Butindaro.

[Tratto dal blog “Chi ha orecchie da udire oda”, curato dal dottore della Parola di Dio: Giacinto Butindaro]

Annunci
17 commenti leave one →
  1. giovanni permalink
    31 ottobre 2009 13:28

    evidentemente il Pastore Paolo Lombardo ha commesso questo errore perchè non conosce le sacre scritture. ha predicato su un argomento che non ha letto.
    Oppure ha voluto di proposito dire quelle cose per non ammettere che e Gesù che decide la salvezza degli uomini e le donne.
    Forse ha voluto minimizzare la potenza di Dio. se così fosse sarebbe meglio che si ravveda al più presto per il bene suo e dei fedeli che lo ascoltano.
    se invece ha commesso un errore veniale semplicemente perchè ha predicato su di un argomento che non ha mai letto, allora deve chiedere scusa ai fedeli che lo hanno ascoltato e ritrarsi da quello che ha detto. non vedo altri quesiti..
    Devo ammettere che rimango esterrefatto dall’ignoranza che hanno certi pastori.
    Personalmente proverei vergogna nel dire fesserie riguardo le sacre scritture o peggio nel divulgare chiacchere a proprio piacimento.
    Chissà se anche Lombardo ha studiato “”l’ermenautica””
    Un altra cosa abbastanza inquetante e vedere nella Chiesa di via Spalato a Torino, una libreria molto fornita di libri che riguardano pensieri umani, studi biblici che non portano a nulla e costano anche molto cari. Saranno questi libri che mettono confusione nella chiesa. ricordo che una sorella un giorno mi ha donato un libro intitolato “cristologia”, non voglio neanche entrare nel merito perchè non è l’argomento trattato qui, ma vi assicuro che sono dei veleni per lo spirito questi libri…

    Mi piace

  2. GIANCARLO permalink
    31 ottobre 2009 20:18

    MA AVETE SEMPRE DA GIUDICARE…….NON SAPETE CHE CHI METTE ZIZZAGNE TRA FRATELLI NON EREDITERA’ IL REGNO DI DIO?
    DIO VI BENEDICA

    Mi piace

  3. 31 ottobre 2009 23:40

    Ascolta Giancarlo, in questo blog si seguono SOLO LE DOTTRINE che sono scritte nella Bibbia, non sono validi regolamenti adi, nè tradizioni, nè ermeneutica, nè minacce, né mobbing pastorali, né valgono gli ammonimenti dei pastori dichiarandoci malati spirituali, né altro che non sia BIBLICO.
    Devi sapere che ri riprende un dottore della Parola per aver dato un insegnamento sbagliato fa del bene alla chiesa e a tutti i fratelli, non mette assolutamente zizzania come ritieni tu.
    Un falso insegnamento deve essere fermato, posto davanti agli occhi di tutti i fratelli, i quali con giusto giudizio basato sulla Bibbia devono giudicare se ciò che è stato detto è conforme alle sacre Scritture.
    Ritengo che questo blog non sia un posto per te che segui i regolamenti delle adi e ti sei gettato dietro le spalle la Parola di Dio, ripeto questo luogo di riunione non è cosa per te, ti conviene frequentare quei salotti dove raccontano barzellette religiose, dove ti fanno ridere e non ti fanno assolutamente pensare con la tua testa. Tu devi frequentare quei luoghi dove il pastore e gli anziani pensano anche per te, ti rendono più leggera la vita, tu non devi pensare da te stesso, ci pensano loro a pensare.
    Ma tanto cosa mi sforzo a fare a trovare delle parole per scuotere la tua coscienza dal torpore spirituale e il tuo cuore dall’ignoranza della Parola di Dio, cosa mi sforzo a fare se tu credi solo a quello che dice il tuo pastore e non credi a quello che c’è scritto nella Bibbia, cosa ti parlo a fare se hai la mente ottenebrata, cosa ti parloa fare.

    Mi piace

  4. angelo permalink
    1 novembre 2009 18:27

    Pace del Signore, ho letto il tuo commento ed ho ascoltato la registrazione del Pastore LOMBARDO; considero il tuo commento arbitrario ed azzardato, per una semplice ragione:
    1. La registrazione che tu proponi dura due minuti e quaranta secondi; una predicazione della Parola di Dio è molto più lunga, se no poveri noi!
    2. La parte che tu proponi è stata estrapolata da un discorso molto più complesso ed articolato, così e molto semplice fare dire quel che si vuole.
    3. Manca il riferimento biblico che il Fratello LOMBARDO ha preso a riferimento per esporre la sua predicazione.
    4. Come tu sai l’esposizione della Parola di Dio serve per l’edificazione, l’esortazione, la correzione del Popolo di DIO; un servo del Signore qualunque esso sia, quando porta un pensiero a un fine, dare gloria a Dio (perché prima di parlare agli altri, Dio parla a lui non so se questo vale anche per te?); questa parte è stata tagliata intenzionalmente e impropriamente.
    5. Non ho capito cosa vuoi dimostrare con questi pochissimi elementi che hai ha tua disposizione? Ti mancano molti elementi per poter giudicare e mettere in cattiva luce in questo modo un conservo del Signore (se anche tu ti reputi un servo del Signore?).
    Sono semplici osservazioni di una persona che non a titoli da mettere in piazza; ma che chiunque ti obietterebbe in base a tutto ciò che tu hai scritto.

    Mi piace

  5. 1 novembre 2009 20:17

    Pace a te Angelo, grazie per aver apportato i tuoi commenti secondo come ti sei sentito.
    Adesso entriamo nel merito della questione, Paolo Lombardo dice tra le altre cose: “Il Signore sapeva che Saulo era sincero, anche se era contrario a Cristo, alla fede di Cristo, era sincero, era onesto, lui amava Dio con sincerità, con integrità di cuore, per questo il Signore lo ha salvato.”
    Ciò significa che Paolo meritava di essere salvato, se era integro di cuore e amava Dio con sincerità, allora meritava di essere salvato; questo però secondo Lombardo, secondo le sacre Scritture, invece, nessuno viene salvato per i propri meriti, ma solo per la grazia di Dio, che è gratutita e dipende ESCLUSIVAMENTE dal suo proponimento.
    Premesso ciò, il cui argomento è stato sviluppata maggiormente nell’articolo soprascritto, veniamo ora alle tue rimostranze:
    1. Esiste la registrazione intera, e chi vuole può andare a cercarsela perché è pubblica;

    2. La parte estrapolata è corretta, manifesta il cuore del discorso di Lombardo con la sua conclusione, tanto era dovuto per affrontare anche qui tale argomento per mostrare che le cose in cui “CREDE” Paolo Lombardo non sono confermate dalla Bibbia. Benchè abbiamo citato solo pochi minuti il pensiero che sviluppa utilizzando più tempo è volto a dimostrare quanto noi abbiamo citato in due minuti. Non c’è nessun artifizio, ciò lo puoi dimostrare solo se con tutta la predica Paolo Lombardo giunge a concludere che Paolo è stato salvato “NON PER I SUOI MERITI” ma solo per la grazia di Dio. Solo che in questo caso, Paolo Lombardo, dovrebbe dimostrare come mai ha asserito in questi due minuti di credere che Paolo è stato salvato per i suoi meriti.
    Io comprendo che tu, Angelo, vuoi difendere uno che la pensa come te, ma dovresti farlo entrando nella sostanza e non nell’esaminare le forme con cui è stato ripreso pubblicamente per le cose ANTIBIBLICHE che ha detto.
    Come ho già scritto anche ad altri, questo blog non è una comunità delle adi DOVE IL PASTORE HA SEMPRE RAGIONE ANCHE QUANDO VA CONTRO LA PAROLA DI DIO.

    3. Gesù, citando il vecchio testamento una volta ha citato “il passo del pruno”, volendo ricordare ciò che diceva la Bibbia sulla chiamata di Mosè; in questo articolo si parla della “CHIAMATA DI SAULO DA TARSO”, a te scoprire di quale passo si tratta. Anche questa rimostranza te la puoi riprendere, era del tutto superflua e ti è servita solo a ingigantire rimostranze senza sostanza e non conformi alla Parola di Dio.

    4. Questo punto non l’ho capito gran che, devo ammetterlo, mi è sembrato molto confuso, tuttavia risponderò in base alle due diverse argomentazioni che emergono da esso; la prima è che tutti i ministri di Dio parlare per edificare, consolare ed esortare la chiesa, ma quando dalla bocca di un ministro escono delle cose che SONO CONTRARIE ALLA PAROLA DI DIO, allora gli anziani ed i fratelli tutti devono sollevarsi e ribattere a tale uomo che ciò che ha detto non è biblico. Ma questo non avviene nelle comunità ADI, e quando è avvenuto (conosco un caso concreto), è intervenuto il comitato di zona per ammonire 60 fratelli (contro i 40 favorevoli) che avevano udito parlare di cose sbagliate il pastore e si sono sollevati contro di lui. Insomma, contro i pastori delle ADI, che si credono INFALLIBILI, nessuno della comunità può riprenderlo. E qui entriamo in campo noi, che nessuno può farci tacere, né con minacce, né con mobbing pastorali e altro, interveniamo noi per mostrare a tutti CHE CIO’ CHE HA DETTO TALE PASTORE E’ FALSO, dimostrandolo per le Scritture. Sì, per le SCRITTURE, quelle che i pastori non riescono a prendere ed usare per difendere le loro dottrine, RIESCONO SOLO A GRIDARE COME DELLE FEMINUCCE: AL GIUDIZIO! AL GIUDIZIO! NON SI DEVE GIUDICARE! Ma manifestando anche in ciò ignoranza. Per quanto riguarda il giudizio ho accennato qualcosa su questo blogo leggibile a destra, su AVVISO AI CREDENTI.
    L’altra, sulla parte tagliata, in parte ho già risposto, ma voglio lo stesso ribadire che IL TAGLIO VIDEO O AUDIO è CALUNNIA SOLO SE SI FA DIRE A QUALCUNO QUALCOSA CHE NON HA DETTO, e purtroppo ciò che ha detto PAOLO Lombardo l’ha detto e come se l’ha detto, e dovrebbe chiedere perdono a tutti coloro a cui ha insegnato delle falsità.
    TU ANGELO, se sei mosso da sincerità, DOVRESTI AMMONIRE PAOLO LOMBARDO DICENDOGLI che deve annunziare la salvezza per grazia soltanto e non METTERE CONFUSIONE NEI FRATELLI, che dopo ci tocca a noi lavorare per rimettere al suo posto la VERITA’

    5. Se non hai capito cosa si vuole dimostrare con questo articolo perché non hai letto, ti direi: cosa fai commenti e fai domande senza leggere tutto ciò che è stato detto nell’articolo? Ciò non mi sembrerebbe un comportamento poco saggio da parte tua, quindi, presumo che tu abbia letto tutto e se non l’hai capito, non mi sorprende che I PASTORI DAL PULPITO DICANO CIO’ CHE VOGLIONO E LE PERSONE COME TE SI BEVONO E SI MANGIANO TUTTO, il pane insieme alle pietre.
    Non siamo noi che mettiamo in cattiva luce PAOLO LOMBARDO o altri pastori, perché CI PENSANO DA LORO STESSI, o pensate che coloro che conoscono le sacre SCRITTURE non comprendano che sta dicendo delle COSE FALSE?
    Lo scandalo lo fate da soli, noi interveniamo SOLO DOPO CHE LO SCANDALO E’ AVVENUTO E cerchiamo di porre rimedio nei cuori e nelle coscienze dei fratelli affinché non rimangano vittime della falsità.

    Le tue obiezioni sono solo obiezioni di UNO DELLE ADI che vuole difendere l’organizzazione e non gli interessa nulla del senso del discorso, e Paolo Lombardo ha parlato veramente male, veramente fuori dottrina.
    Angelo quando è che incomincerai a prendere la Bibbia ed a studiarla, non leggerla, studiarla, e poi metti alla prova ciò che dicono i pastori dal pulpito?
    Se farai ciò, sono certo che arriverai a pensarla come noi, ma se tu continui ad accettare L’INFALLIBILITA’ PASTORALE DELLE ADI e continuerai a leggere maggiormente i manuali anziché la Bibbia, rimarrai quello che sei, una persona a cui sono stati trasmessi degli insegnamenti poco corretti biblicamente.
    Io l’ho fatto, ed eccomi qui.

    Mi piace

  6. angelo permalink
    1 novembre 2009 21:08

    Pace del Signore, mi dispiace per te che non mi hai compreso, io ti ho detto in base ha quello che tu hai pubblicato due minuti e quaranta secondi di registrazione sono insufficienti per esprime tali giudizi. Io non mi sono fatto paladino delle ADI, non usato nei tuoi confronti giudizi affrettati e fuori luogo perché non ti conosco, dal tono che usi sei prevenuto e presuntuoso per non dire altezzoso. Il Signore ti benedica. Angelo

    Mi piace

  7. 1 novembre 2009 21:28

    Ti sei offeso per così poco, se tu sapessi gli insulti, le minacce, le cose assurde che mi giungono, capiresti che un po sono preparato a quello che mi possono domandare, e quando ritengo che le cose siano domandate lecitamente le faccio passare.
    Poi ti ho risposto in base a quello alle tue rimostranze, punto per punto, e adesso passo per altezzoso. Va bene mi prendo anche questo.
    Ma una cosa ci tengo a precisare a te e a tutti coloro che leggeranno: Su tutte le cose false che sono state dette dai pastori delle adi, compreso il presidente, nessuno è riuscito a dimostrare che hanno parlato secondo la Bibbia, NESSUNO!
    Io sarò pure, come dite voi, altezzoso, ma non mi permetto di INGANNARE I FRATELLI insegnando loro ciò che pare a me per mio interesse, al contrario dei PASTORI UMILISSIMI DELLE ADI, che insegnano seguendo il loro cuore e i loro interessi.
    Pace Angelo, non voglio offenderti, ma credimi quello che faccio lo faccio per scuotere dal torpore spirituale in cui molti delle adi sono caduti. Quello che faccio lo faccio per il loro bene, per svegliarli! Non dovrei essere io da fuori a riprendere i pastori che insegnano cose false, ma gli anziani stessi che sono dentro le adi.
    Domandati a cosa servono più anziani nella comunità? Non è solo una disposizione prevista dallo statuo, ma è una cosa necessaria affinché se qualcuno degli altri si svia dalla verità e insegna cose sbagliate allora gli altri lo fermano.
    La pluralità di anziani servono a controllarsi a vicenda e non a fare comunella insieme per insegnare falsità alla chiesa.
    Come paesano spero che tu tiri fuori quella diffidenza che è tipica della nostra terra, e la applichi biblicamente e te ne troverai bene.
    Perdonami se ti sono sembrato altezzoso, non è proprio quello che voglio apparire.

    Mi piace

  8. Marco permalink
    3 novembre 2009 13:17

    Carissimo Giuseppe Piredda detta così la cosa, sembrerebbe che avresti ragione! Premetto che non sono un membro delle ADI, ma mi sono interessato alla cosa. Riflettendoci mi è venuto da chiedere: “le parole pronunciate da Paolo Lombardo non sono state mica pronunciate durante uno studio biblico (che è prettamente dottrinale)?” Leggendo gli articoli di fede delle ADI, risulta che sono evangelici e quindi credono alla salvezza per grazia e non per opere, come la Bibbia insegna, come mai questo accanimento a voler dire una cosa che in fondo non è? Perchè mai insistere su una frase pronunciata, probabilmente avulsa dal contesto? Insomma Paolo Lombardo, insegnante IBI (così ho letto) vuoi vedere che non conosce la vera dottrina biblica sulla salvezza? Io, questa sua frase, la vedo come una scivolata che può capitare a tutti. Errare è umano. Un pò di elasticità su certe cose, basta riflettere!
    Un saluto.

    Mi piace

  9. 3 novembre 2009 13:40

    Pace Marco, bisogna considerare che quello che ha detto Lombardo è stato registrato e poi reso pubblico, quindi, qualsiasi cosa sia stato, insegnamento, commento, lezione alla scuola biblica, è diventato un discorso pubblico.
    Ora, considerando il discorso pubblico, cioé accessibile a tutti, credenti e non credenti, se è conforme alle sacre Scritture, tutti ne avranno beneficio, ma se NON E’ CONFORME ALLA PAROLA DI DIO, allora tutti ne avranno maleficio.
    Qui siamo intervenuti noi, per riportare luce dove Lombardo ha portato oscurità, si perché le falsità sono opere infruttuose delle tenebre, mentre le opere buone sono luce.
    Noi siamo intervenuti per riportare luce e verità, perché è ora ormai che tutti, per ogni dove, abbiano a svegliarsi e stiano attenti a cosa ascoltano dai pulpiti, o alle scuole bibliche.
    Tu Marco, concedimi questa riflessione, prendo di esempio te, sei arrivato alla conclusione che siccome Lombardo insegna alla scuola biblica NON PUO’ AVER MENTITO, O ERRATO VOLONTARIAMENTE nel trasmettere un tale insegnamento, appunto perché è insegnante nella scuola biblica IBI.
    Purtroppo, a questa conclusione giungono quasi tutti i fedeli nelle chiese, siccome parla il pastore non è possibile che si sbagli. Ma questo è un pensiero DANNOSO per la chiesa tutta, perché ciò significa che la guardia viene abbassata e dal pulpito, piano piano, passa ogni tipo di falsa dottrina.
    Ed oggi, di false dottrine dai pulpiti ne sono state insegnate moltissime.
    Quello che mi preme trasmettere, a te e a tutti, è che Gesù ha insegnato ai suoi discepoli a stare attenti a ciò che ascoltavano, a non avere riguardi personali, se è pastore, insegnante di scuola biblica o altro, NON E’ COSA CERTA CHE CIO’ che dica SIA LA VERITA’, ma ognuno dovrà andare ad accertarsi DI PERSONA, BIBBIA ALLA MANO.
    Marco, tu credi che Dio possa illuminarti direttamente mentre studi la Parola di Dio? Io ritengo che se sei nato di nuovo ed hai lo Spirito di Cristo, e cominci a studiare la Bibbia, tralasciando i manuali vari, Iddio ti illuminerà e ti renderai conto di quanta ignoranza BIBLICA regna nei pulpiti e nelle cattedre della scuola biblica.

    Mi piace

  10. Marco permalink
    3 novembre 2009 14:34

    Caro Giuseppe, che dai pulpiti vengano dette baggianate è fuor di dubbio. Troppo spesso oggi vengono messe dietro al pulpito persone che non hanno niente di spirituale, sembra che il nepotismo ecclesiastico stia comparendo anche nelle chiese evangeliche, purtroppo!

    Ad ogni modo io non sono arrivato alla conclusione che Lombardo non abbia errato perchè è insegnante all’IBI. Tutt’altro!Anzi ho detto che quella di Lombardo è stata una scivolata e ho poi affermato che errare è umano. Quindi Lombardo ha sbagliato a dire quella cosa, è fuori di dubbio. Ma da qui a farne un clamore mettendo in dubbio se Lombardo conosca o meno la dottrina biblica mi sembra esagerato. Ho voluto solamente porre in essere il fatto che Lombardo, essendo membro delle ADI, e dal momento che le ADI insegnano la salvezza non per meriti personali, ma per quelli di Cristo sappia bene e conosca bene la dottrina biblica della soteriologia. Probabilmente mi dirai “come mai allora ha detto quella cosa”? Ti rispondo: “non lo so, è stata una scivolata un errore umano”…d’altra parte anche Pietro secoli fa commise un errore e fu ripreso da Paolo. Nessuno è perfetto. Non trovi? Quindi va bene avere delle opinioni personali a proposito del dire certe cose da parte di altri, ma da qui a farne dei clamori e sentenziare no per giungere a delle conclusioni imprecise (non si può giudicare una persona da una sola frase)…ripeto…è esagerato. Tutto qui. Saluti.

    Mi piace

  11. giovanni permalink
    4 novembre 2009 13:28

    Caro marco.
    Quando si sbaglia chi si è reso conto di aver sbagliato o errato sono convinto al 100% che la prima cosa che fa è quella di chiedere scusa per l’errore veniale pronunciato pubblicamente, con tutti coloro che l’hanno ascoltato. perchè se ancora non l’ho hai capito, Lombardo ha predicato a un bel po di fedeli, vuoi che la metà era in catalessi e neanche si sono resi conto dell’errore, ma chi ha ascoltato ciò che Lombardo ha detto, essendo uscito dalla bocca di un soggetto che deve essere per forza attendibile tutto ciò che dice, i fedeli si convincono che Paolo essendosi comportato bene ha meritato la salvezza.
    Non è che ci si impunta su un errore per fare dispetto a Paolo Lombardo, ma semplicemente questo è un invito ad ammettere di aver sbagliato o errato questo pezzo di discorso.
    Nessuno vuole imputar peccato a Lombardo, è ovvio che ancora nessuno si è fatto vivo per comunicare che ha commesso un errore e ritira ciò che ha detto in merito, perchè? perchè in certe persone prevale l’orgoglio.
    Non ho mai letto o sentito un pastore che umilmente chiede scusa per un errore veniale, piuttosto passano per oltraggiatori delle sacre scritture ma non si umiliano ad ammettere l’errore.
    Questo comportamento mi fa credere che vogliano sembrare giusti e infallibili. ma chi è giusto è infallibile? solo Gesù! Per questo penso che lombardo abbia di proposito cambiato una versione delle sacre scritture, quando dirà o scriverà ho sbagliato scusate allora tutto tornerà come prima. Tu sei l’unico che ha ammesso che lombardo ha errato.
    Visto tutti gli altri errori dottrinali che vengono insistentemente insegnati senza pietà ai fedeli, difficilmente Lombardo dichiarerà di aver commesso un errore.

    Mi piace

  12. Chiesa Regno di DIO+Pastore:GIAMMONA GIUSEPPE permalink
    15 gennaio 2010 05:51

    Io da siciliano leggendo il testo del pastore paolo lombardo,mi sono reso conto che nella dialettica siciliana il senso e’ molto diverso dal significato che viene fuori nella scrittura italiana.Secondo la cultura locale siciliana il significato tradotto nella nostra lingua(il siciliano)vuol dire che per quanto lui abbia fatto opere contro la chiesa di cristo,opere fatte nell’ignoranza della grazia e nella conoscenza farisaica delle scritture,in questo annebbiamento della ragione,paolo amava comunque Dio che rimanava Dio sconosciuto a lui,cosicche’ Paolo amava con sincerita cieca l’Iddio d’Israele ma perseguitava le chiese di Cristo per tutto l’impero romano;questo amore per Dio e’ stato comunque motivo per cui Gesu’ il figlio di Dio gli apparì per manifestarsi a lui a fine di correggerlo.Dal discorso(fatto in siciliano)si deduce che non i meriti di Paolo lo salvarono ma l’amore che riponeva in Dio fu leva di compassione presso Dio affinche gli venne concessa la GRAZIA della salvezza.Comunque il pastore Paolo Lombardo(e qualunque altro pastore evangelico)non deve esprimere nelle predicazioni delle frasi con una così esplicita terminologia di una cultura locale(specificatamente:siciliana ),oltretutto nella lingua italiana che e’ limitata(a differenza del siciliano che ha molti piu’ termini e parole con svariati significati),dice l’apostolo Paolo così:preferisco dire cinque parole ma comprensibili a TUTTI,e in altro luogo dice di essere il piu’ intelleggibili possibile.Chiarendo comunque a tutti che non faccio parte delle ADI e non conosco il pastore p.lombardo,non difendo nessuno e non accuso nessuno,ma nella mia esperienza di missionario prima di evangelista dopo e di pastore attualmente,ho riscontrato che malgrado l’uso di terminologie linguistiche locali porta a tali confusionamenti di chi legge ho non conosce il significato della lingua e delle usanze del luogo,sempre piu’ pastori(in particolare tra i pentecostali in sicilia)usano detti locali e dialetti durante la predicazione,ne e’ prova il testo del past.p.lombardo che sto’ commentando.Invito tutti i pastori ad usare una lingua comune(l’italiano)in tutta la nazione italiana,e in particolare di ATTENERSI ai significati che sudetta lingua italina ha,sensa fare nessuna SPECULAZIONE dialettale.PACE.(pastore:GIAMMONA GIUSEPPE)

    Mi piace

  13. alessia permalink
    25 ottobre 2010 17:51

    Amiamo di piu’ il nostro prossimo e cerchiamo di essere piu’ umili, uno solo è il Maestro. Se Dio ci giudicasse per quello che siamo, ahime’che dolori, ma meno male che la Sua bontà e misericordia sono infinite. Caro Giacinto, per riprendere così pubblicamente il fratello Paolo deduco che tu sei irreprensibile, io grazie a Dio voglio sempre imparare dal mio Signore che illumina il mio cammino spirituale. Ti do un utile consiglio: prendi quello che ti serve e tralascia quello che giudichi errato o sconvenevole, senza cadere piu’ così in basso nel giudicare una persona che Dio ha voluto nel posto che ricopre. Non fare piccolo Dio e limitata la Sua volontà, se quel posto che occupa Lombardo non fosse per volere di Dio sapessi da quanto tempo Paolo sarebbe andato a casa?! Inoltre non ti aspettare la perfezione negli uomini, non la troverai mai.Dio ti benedica

    Mi piace

  14. 25 ottobre 2010 18:53

    Pace a te,
    prima di tutto vorrei col tuo permesso insegnarti cosa è l’amore, che pare che molti non lo sappiano, riempiono la bocca della parola “amore” ma da come parlano si capisce che non ne conoscono il vero significato secondo il senso di Dio.
    Ecco come definisce la parola amore la Scrittura: “E questo è l’amore: che camminiamo secondo i suoi comandamenti.” (2 Giovanni 1:6)
    Desidero che tu non vada via da questo blog senza aver imparato qualcosa, tra le cui cose voglio che tu impari queste due: la prima è che i credenti possono e devono giudicare ogni cosa, non basandosi sull’apparenza ma con giusto giudizio; la seconda cosa è, collegata alla prima, che le false dottrine e le condotte sconvenienti devono essere riprese e mostrate alla fratellanza, affinché si guardino anche loro da tali falsi insegnamenti e dai comportamenti scandalosi.

    Veniamo al giudizio, che se vuoi documentarti sappi che in questo blog sono presenti diversi scritti che mostrano dal punto di vista biblico che i santi possono e devono giudicare con giusto giudizio, comunque, riporto direttamente qui un estratto, in modo che tu non ti perda nel cercarli.
    Ecco:
    “”””” Ora vediamo alcuni passi che stanno scritti:
    Gesù ha detto queste parole (Giovanni 7:24) “Non giudicate secondo l’apparenza, ma giudicate con giusto giudizio.”;

    L’apostolo Paolo ha scritto: (1 Corinzi 6:2,3) “Non sapete voi che i santi giudicheranno il mondo? E se il mondo è giudicato da voi, siete voi indegni di giudicar delle cose minime? Non sapete voi che giudicheremo gli angeli? Quanto più possiamo giudicare delle cose di questa vita!“;

    E ancora Paolo scrive: (1 Corinzi 14:29) “Parlino due o tre profeti, e gli altri giudichino;“;

    Gesù dice ancora: (Apocalisse 2:2) “Io conosco le tue opere e la tua fatica e la tua costanza e che non puoi sopportare i malvagi e hai messo alla prova quelli che si chiamano apostoli e non lo sono, e li hai trovati mendaci;“.

    Alla luce dei passi sopracitati, la Parola di Dio ci insegna che i santi possono e devono GIUDICARE, solo che devono farlo con GIUSTO GIUDIZIO, non basandosi sull’apparenza.

    Infatti sta anche scritto: (Matteo 7:1,3) “Non giudicate acciocché non siate giudicati; perché col giudicio col quale giudicate, sarete giudicati; e con la misura onde misurate, sarà misurato a voi. E perché guardi tu il bruscolo che è nell’occhio del tuo fratello, mentre non iscorgi la trave che è nell’occhio tuo?”

    E ancora: (Romani 2:1,3) “Perciò, o uomo, chiunque tu sii che giudichi, sei inescusabile; poiché nel giudicare gli altri, tu condanni te stesso; poiché tu che giudichi, fai le medesime cose. …
    E pensi tu, o uomo che giudichi quelli che fanno tali cose e le fai tu stesso, di scampare al giudizio di Dio?”

    Quindi, coloro che giudicano le false dottrine e le opere infruttuose delle tenebre, non devono commetterli a loro volta, altrimenti mentre si giudicano gli altri si sta condannando sè stessi, perché fanno le medesime cose che riprovano negli altri.

    Per quanto riguarda la tolleranza, leggiamo cosa dice Gesù:
    (Apocalisse 2:20) “Ma ho questo contro a te: che tu tolleri quella donna Jezabel, che si dice profetessa e insegna e seduce i miei servitori perché commettano fornicazione e mangino cose sacrificate agl’idoli.”
    Gesù era contro al pastore della chiesa di Tiatiri perché TOLLERAVA il peccato!””””””

    Per quanto riguarda il riprendere pubblicamente, ebbene la Parola ci ammaestra anche su quello, eccoti cosa dicono le Scritture:
    “Quelli che peccano, riprendili in presenza di tutti, onde anche gli altri abbian timore.” (1 Timoteo 5:20)

    “Ma quando Cefa fu venuto ad Antiochia, io gli resistei in faccia perch’egli era da condannare.
    Difatti, prima che fossero venuti certuni provenienti da Giacomo, egli mangiava coi Gentili; ma quando costoro furono arrivati, egli prese a ritrarsi e a separarsi per timor di quelli della circoncisione.
    E gli altri Giudei si misero a simulare anch’essi con lui; talché perfino Barnaba fu trascinato dalla loro simulazione.
    Ma quando vidi che non procedevano con dirittura rispetto alla verità del Vangelo, io dissi a Cefa in presenza di tutti: se tu, che sei Giudeo, vivi alla Gentile e non alla giudaica, come mai costringi i Gentili a giudaizzare?” (Galati 2:11-14)

    Vedi, Paolo dà ordine a Timoteo di riprendere davanti a tutti gli anziani che peccano, e lui stesso ha ripreso Pietro in faccia a tutti perché era da condannare, quindi non è così fuori dottrina riprendere chi sbaglia, tanto più che Paolo dice: “E non partecipate alle opere infruttuose delle tenebre; anzi, piuttosto riprendetele;” (Efesini 5:11)

    Ora, alla luce di ciò che abbiamo detto, bisogna domandarsi leggendo l’articolo confutatorio contro le parole di Paolo Lombardo, se Lombardo ha mentito, ha insegnato una cosa falsa, perché io non dovrei riprenderlo e mostrare a tutta i santi che ha insegnato una cosa falsa?

    Ancora, se ADI-MEDIA ha MANIPOLATO I LIBRI di Spurgeon ingannando TUTTI I MEMBRI DELLE ADI, tra cui anche te (o sei stata ingannata o sei tra gli ingannatori, non ci sono altre posizioni dove tu possa metterti), non dobbiamo forse dirlo e farlo notare ai fratelli affinché SI METTANO IN GUARDIA DA OGNI FALSITA’?
    Benché tu e gli altri non ci crediate noi vi amiamo e quello che facciamo lo stiamo facendo per voi, per svegliarvi dal sonno spirituale in cui siete caduti, vi stiamo tendendo una fune d’amore intrecciata con la verità della Parola di Dio per farvi uscire dalla fossa dove siete stati gettati dai vostri conduttori.
    Sì, perché siete proprio voi membri delle ADI che siete le vittime dei vostri conduttori, siete voi che siete stati ingannati, siete voi che vi state bevendo tutte quelle false dottrine che vi insegnano, e non sono poche, eccoti qui una piccola lista destinata a crescere: http://nicolaiannazzo.wordpress.com/2010/10/20/%E2%97%8F-elenco-di-errori-dottrinali-o-cose-da-biasimare-nelle-assemblee-di-dio-in-italia-adi/

    Io mi domando perché ancora vi ostinate a difendere coloro che vi stanno insegnando cose false? Perché? Avete forse degli interessi personali anche voi? Comincio a pensarlo.

    Per quanto riguarda il fatto che Lombardo sia pastore e Dio non lo abbia ancora rimosso, ebbene lo è perché la chiesa di Cristo, quella vera, quella dentro l’organizzazione ADI, viene tramite lui messo alla prova, come dice la Scrittura:
    “… tu non darai retta alle parole di quel profeta o di quel sognatore; perché l’Eterno, il vostro Dio, vi mette alla prova per sapere se amate l’Eterno, il vostro Dio, con tutto il vostro cuore e con tutta l’anima vostra.” (Deuteronomio 13:3)

    Iddio permette anche l’esistenza dei falsi profeti, come dei falsi pastori, per mettere alla PROVA VOI, PER VEDERE SE PREFERITE SEGUIRE LE ORME DI UN UOMO, di una organizzazione anziché ciò che è scritto nella Parola di Dio.

    Poi, rifletti anche su questo, sappiamo bene che i testimoni di Geova sono falsi, eppure hanno i loro anziani e i loro pastori, non sono mica scomparsi ancora; i cattolici romani hanno il papa e i cardinali e i preti, eppure durano da tanto tempo, quindi, possiamo con certezza dire che se una persona dura in carica in una chiesa, non è certezza che egli stia insegnando secondo verità.
    Anche Saul durò fino ad un certo punto, durò fino a quando Iddio non ha stabilito che fosse venuto il momento di sostituirlo con Davide.
    Lombardo durerà fino a quando Dio vorrà, ma una cosa ormai è certa, non sta insegnando da parte di Dio, perché se così fosse insegnerebbe ciò che è scritto nella Bibbia e non ciò che è scritto nei regolamenti, nello statuto e negli articoli di fede delle ADI.

    Ci sarebbero tante e tante cose altre da dire, ma mi fermo qui.
    Chi ha orecchie oda.
    Giuseppe Piredda
    [P.S.: Purtroppo ho scoperto che Alessia in realtà è Giovanni G…., e che cose nefande ha messo nella sua bacheca di facebook. Mah, che gente, d’altronde non c’è da stupirsi se difendono la menzogna, è normale che ci siano nefandezze in fondo]

    Mi piace

  15. laveritadellabibbia permalink
    20 giugno 2011 13:59

    Caro fratellio Giuseppe,
    Gesù Cristo ha detto che bisogna riprendere i fratelli in privato e non di dire a quattro venti l’errore dei fratelli (Matteo 18:15)

    Mi piace

  16. 20 giugno 2011 19:45

    Pace a te, Alessio Rando, sono certo che tu abbia scritto il tuo commento in tutta sincerità, e sempre sinceramente ti dico che sei stato ammaestrato male su questo punto che hai citato, e te lo voglio dimostrare biblicamente, entrando in profondità nella Parola, per cercare il vero significato dei passi e studiarne anche gli effetti nei casi pratici. Altro che nickname veritadellabibbia, dovresti firmarti VERITADELLEADI se vuoi rimanere anonimo, ti si addice di più.
    Riportiamo prima il passo da te citato ed esaminiamolo:
    “Se poi il tuo fratello ha peccato contro di te, va’ e riprendilo fra te e lui solo. Se t’ascolta, avrai guadagnato il tuo fratello;” (Matteo 18:15)
    Ci sono peccati che possono essere commessi contro un fratello, una sola persona. In questo caso, la persona che ha subito il torto, senza sbandierarlo ai quattro venti, va e riprende chi ha sbagliato, tra lui e l’altro soltanto, salvaguardando così l’amor proprio, la dignità e la buona testimonianza del fratello, perché così è giusto che si faccia. Questo nell’ipotesi che colui che ha sbagliato capisca subito e chieda perdono al fratello a cui ha fatto il torto. Invece, se non accetta la riprensione, la cosa va avanti, e anche altri devono venire a conoscenza di tale torto, fino a farlo sapere a tutta la chiesa.
    Il punto fondamentale da cui partire con il passo citato è questo: UN CREDENTE CHE FA UN TORTO SOLTANTO AD UN ALTRO FRATELLO.

    Ma per quanto riguarda la riprensione le sacre Scritture ci insegnano anche altre cose, non è finita lì. Bisogna considerare la somma della Parola, non soltanto i passi che ci fanno comodo in quel momento specifico.
    Stanno anche scritti questi altri passi, su cui bisogna riflettere attentamente, perché sono anch’essi Parola dell’Iddio vivente, alla pari del passo di Matteo citato sopra.
    Sta scritto:
    “Ma quando Cefa fu venuto ad Antiochia, io gli resistei in faccia perch’egli era da condannare. Difatti, prima che fossero venuti certuni provenienti da Giacomo, egli mangiava coi Gentili; ma quando costoro furono arrivati, egli prese a ritrarsi e a separarsi per timor di quelli della circoncisione. E gli altri Giudei si misero a simulare anch’essi con lui; talché perfino Barnaba fu trascinato dalla loro simulazione. Ma quando vidi che non procedevano con dirittura rispetto alla verità del Vangelo, io dissi a Cefa in presenza di tutti: se tu, che sei Giudeo, vivi alla Gentile e non alla giudaica, come mai costringi i Gentili a giudaizzare? ” (Galati 2:11-14)
    E ancora Paolo dice a Timoteo, riferendosi agli anziani:
    “Quelli che peccano, riprendili in presenza di tutti, onde anche gli altri abbian timore.” (1 Timoteo 5:20)
    Quindi, come abbiamo appena letto, nelle sacre Scritture sta scritto che in certi casi, in casi particolari si parla di anziani e di ministri che peccano e che sono da condannare per ciò che hanno fatto (la parola condannare non la metto di mio ma la usa la Parola di Dio), e vengono RIPRESI DAVANTI A TUTTI, IN PRESENZA DI TUTTI, affinché anche gli altri che sentono abbiano timore e non commettano le stesse cose. Ma bada bene, per sapere cosa non bisogna fare è necessario dire anche cosa è stato fatto e chi lo ha fatto, questo fa si che tutti i ministri di Cristo stiano ancora più attenti a ciò che dicono e a ciò che fanno, sono, insomma, delle figure pubbliche e se sbagliano o insegnano delle falsità contaminano tanti altri fratelli, e la loro condotta o il loro parlare sviato deve essere ripreso davanti a tutti, affinché anche chi è stato contaminato da discorsi insensati o falsi abbia la possibilità di riflettere e di studiare la verità nella Parola di Dio.

    In pratica cosa succede, che ci sono delle false dottrine che vengono predicate dai pulpiti, che vengono registrate, o che vengono stampate nei libri ed hanno una divulgazione nel seno della Chiesa di Dio, contaminando nella eresia e nella falsità tutti i santi che hanno ascoltato e creduto a tali fandonie, quindi, si rende necessaria la RIPRENSIONE PUBBLICA, in modo che la persona che ha sbagliato si ravveda, e coloro che sono stati contaminati dalle false dottrine sappiano che erano false dottrine e le abbandonino.
    Che senso avrebbe se un pastore predica dal pulpito e contamina con una falsità tutti e 100, 200 o quanti sono i membri della chiesa, ed io telefonasi a questo pastore per dirgli che ha sbagliato? Se io avvisassi solo lui che senso avrebbe? Nessuno, non porterebbe nessun effetto, perché tutte le volte che l’abbiamo fatto in passato, ci hanno riso in faccia e si sono scagliati contro di noi maledicendoci e insultandoci. Oltre a ciò, i credenti sviati dalla verità non verrebbero avvisati che sono nell’errore, quindi la riprensione privata in determinati casi non serve, non è utile, come anche le sacre Scritture lo hanno fatto comprendere.

    In questo articolo il dottor Butindaro ha dimostrato che Lombardo ha detto una cosa completamente contraria a ciò che sta scritto nella Bibbia con l’intento preciso di ANNULLARE la dottrina della predestinazione. Lombardo ha sbagliato, ma attenzione, ha sbagliato nei confronti di tutti i membri della sua comunità, li ha ingannati e li ha deviati dalla sana dottrina e dalla retta via, quindi MERITAVA TUTTA LA RIPRENSIONE E LA CONFUTAZIONE CHE SI E’ PRESO, e non sono per questo, ma si meritava anche le altre e si meriterà anche le PROSSIME CHE VERRANNO.
    Io se fossi un membro della comunità di LOMBARDO vorrei sentire le sue scuse PUBBLICHE dal pulpito, perchè ha sbagliato nei confronti di tutti i membri e questi sono meritevoli di RICEVERE LA RICHIESTA DI PERDONO, insieme alla promessa che in futuro si impegnerà di più a studiare le sacre Scritture per non sbagliare più.

    Invece, tu ed altri cosa fate, VI SCAGLIATE CONTRO chi RIPRENDE LA FALSA DOTTRINA in difesa di colui che ha INSEGNATO DELLE FALSITA’ alla chiesa.
    Voi, se foste ai tempi di Paolo, vi sareste scagliati contro PAOLO che ha ripreso PIETRO davanti a tutti perché così si meritava, in quanto era da condannare.
    Tu con queste tue poche parole hai mostrato di non avere il giusto discernimento della Parola di Dio e della sapienza di Dio, ed hai mostrato di posizionarti in difesa di un pastore che ha SBAGLIATO, di una organizzazione che mente ai suoi membri, basti considerare i libri MANIPOLATI, tu ti schieri con i lupi che sbranano le pecore del Signore, ma quale interesse hai in questo? Io non lo so, DIo lo sa.
    Considerate, voi tutti lettori, voi tutti della comunità di LOMBARDO, chi è che vi sta guidando nella retta via, noi o LOMBARDO? Chi è che vi ha insegnato qualcosa sulle Scritture, e non CONTRO LE SCRITTURE, LOMBARDO O BUTINDARO? A me non pare che Butindaro stia facendo il vostro male gridandovi nelle orecchie di andare ad esaminare meglio le Scritture, tanto più che non vi sta mettendo le mani in tasca e non vi prende assolutamente niente di materiale, anzi, sta offrendo tutto GRATUITAMENTE, cosa che non possono dire altri.

    Ti consiglio di non esprimere ulteriori commenti insensati in questo mio blog, perché non li farò più passare, o comprendi e accetti ciò che ti ho INSEGNATO in questo commento/sermone, o è meglio che giri alla larga da qui, perché significa che con te ho perso tempo e non ne ho altro da perdere, sai, lavoro, ho famiglia, e sto poco tempo al PC, e quel poco che sto lo voglio sfruttare nel modo migliore possibile.
    Pace fratello Alessio.
    Salvato per grazia mediante la fede in Cristo Gesù, rigenerato per mezzo dello Spirito santo, PER LA SOLA VOLONTA’ DI DIO: Giuseppe Piredda.

    Mi piace

  17. Vince permalink
    11 settembre 2013 22:00

    Solo un pensiero per tutti coloro che non sono daccordo con l’avvertimento publico .
    Ditevi la verita` ? Non siete daccordo quando il Frat. Giacinto – Piredda – ci avvertono delle cose non-cristiane della chiesa cattolica e del Papa stesso ? Oppure , quando ci avvertono di certi pastori ciarlatani Americani insegnano per danaro ? o dei falsi risvegli di gente che bela- rugge – raglia- ride…ecc. ? Credo che siete tutti daccordo in questi “giudizi” avvertimenti . Allora ! Se tra noi, nelle nostre denominazioni – nelle nostre chiese – ci sono I falsi ministri che predicano falsita` che possono portare dei membri (deboli) alla perdizione , perche` siete contrari ? Perche` , un giudizio – un discernimento – un rimprovero e` fatto ai nostril ? Che differenza c’e` , se uno va a finire all’inferno per aver seguito una religione non Cristiana , oppure per aver seguito falsi pastori che si considerano cristiani e son sui pulpiti delle nostre chiese ? C’e` forse un inferno a 100gradi , ed un’altro solo tiepido ? Certo ! Non e` bello che tanti non membri della nostra comunita` Cristiana conoscono queste falsita` , Ma e` importante che anche loro che devono essere salvati , siano salvati nella verita` di Cristo , e non nei sogni di falsi pastori .
    Coloro che sono attirati all’evangelo con dei cioccolatini , non resteranno a lungo salvati quando il vero evangelo gli e` presentato , perche` cercheranno sempre dei messaggi avvolti di cioccolato. Difendere quelli che sbagliano , non e` Cristiano . Riprenderli nell’amore del Signore, e` un ordine di Dio . Punto, e basta . God bless ….. Vince

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

No Temas Sino Habla

Entonces él Señor dijo de noche en visión á Pablo: No temas, sino habla, y no calles: Porque yo estoy contigo, y ninguno te podrá hacer mal (Hechos 18:9-10)

Blog di Aldo Prendi

Per la diffusione e la difesa delle dottrine bibliche

Acordai-vos

Tocai a trombeta em Sião, e dai o alarma no meu santo monte.

Egli è altresì scritto...

Blog di Nicola Iannazzo

Destatevi

"Suonate la tromba in Sion e date l'allarme sul mio santo monte" (Gioele 2:1)

Il Buon Deposito

Dottrine della Bibbia

La Massoneria Smascherata

"non v'è niente di nascosto che non abbia ad essere scoperto" (Matteo 10:26)

Listen to the sound of the sword

«Stand in the ways and see, and ask for the old paths, where the good way is, and walk in it» (Jeremiah 6:16)

Sana Dottrina

Perché verrà il tempo che non sopporteranno la sana dottrina; ma per prurito d'udire si accumuleranno dottori secondo le loro proprie voglie e distoglieranno le orecchie dalla verità e si volgeranno alle favole.(2Timoteo 4:3-4)

La Buona Strada

Blog di Giuseppe Piredda, cristiano evangelico pentecostale trinitariano fondamentalista

He who has ears let him hear

A voice crying in the wilderness

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: