Skip to content

Lirio Porrello parla in una conferenza politica, incoraggiando il coinvolgimento dei santi in essa. Nello sfondo del video si vede Gilberto Perri

17 novembre 2009

Lirio Porrello parla in una conferenza politica, incoraggiando il coinvolgimento dei santi in essa. Nello sfondo del video si vede Gilberto Perri

Lirio Porrello, pastore della Parola della Grazia della comunità di Palermo, durante una conferenza politica afferma che il Vangelo incoraggia il coinvolgimento nella politica (ascoltatelo con le vostre orecchie in questo video).

Domando a te, Lirio Porrello, ti sei associato a Gilberto Perri? Che comunione c’è tra te e Gilberto Perri?
Conosci tutte le eresie e stranezze che insegna Gilberto Perri? Sono queste le rivelazioni che Dio ti ha dato? Rivelazioni contrarie alla Parola di Dio?

A queste domande non dovrai rispondere a me, ma a tutti i santi che tu pasturi, i quali se si documentano su cosa insegna Gilberto Perri, troveranno cose sconcertanti. Inoltre, se leggono le sacre Scritture non vi troveranno assolutamente scritto nessun tipo di coinvolgimento politico da parte dei credenti (Giuseppe Piredda).


Eccovi, fratelli, anche il commento del fratello Giacinto Butindaro:
“Lirio Porrello, pastore della Chiesa ‘La Parola della Grazia’ di Palermo, ha affermato che il Vangelo incoraggia il coinvolgimento nella politica.Sì, ma quale Vangelo incoraggia una simile cosa? Quello della prosperità, e non certo quello di Cristo, perché Cristo disse:

“Il mio regno non è di questo mondo; se il mio regno fosse di questo mondo, i miei servitori combatterebbero perch’io non fossi dato in man de’ Giudei; ma ora il mio regno non è di qui” (Giovanni 18:36)

e difatti un giorno, Gesù,

“sapendo che stavan per venire a rapirlo per farlo re, si ritirò di nuovo sul monte, tutto solo” (Giovanni 6:15).

Inoltre, l’apostolo Paolo, che imitava Cristo, ha detto:

“Uno che va alla guerra non s’impaccia delle faccende della vita; e ciò, affin di piacere a colui che l’ha arruolato” (2 Timoteo 2:4).

Fratelli, state dunque attenti e non vi lasciate sedurre dai suoi vani ragionamenti.

Leggete la mia confutazione della teologia del dominio, per capire bene cosa insegna Porrello

Giacinto Butindaro

Annunci
56 commenti leave one →
  1. giovanni permalink
    17 novembre 2009 23:49

    incredibile! VERGOGNA! VERGOGNA! non ho parole! vergognatevi! ecco l’unico termine adatto a chi infanga l’evangelo! vergogna! vergognatevi perchè siete divenuti nani!

    Mi piace

  2. giovanna caracci permalink
    20 novembre 2009 14:02

    Ma vergognatevi voi Giacinto Butindaro,Giuseppe Piredda!!!!!!!!!!!!!!

    Mi piace

  3. 21 novembre 2009 10:46

    A me pare che si debba vergognare chi dice di vedere nell’evangelo il coinvolgimento politico dei santi, perché è falso.
    Si deve vergognare Porrello per quello che ha detto e lo deve fare verso i santi della sua comunità perché sta insegnando loro delle falsità, è lui che si deve vergognare.
    Ma orami la gente come te, Giovanna, chiama il male bene e il bene male, e non ha quel discernimento spirituale che debbono avere i santi in Cristo.

    Mi piace

  4. pierluigi permalink
    21 novembre 2009 15:01

    quindi cari amici nella fede voi non andate mai a votare! dato che “le faccende” della vita non vi interessano voi non scegliete i vostri rappresentanti. la deriva etica cui va incontro l’Italia non è di vostro interesse. la nazione dove crescono i vostri figli ed il suo destino non vi riguarda. le scelte politiche che vi toccano da vicino e determinano la qualità della vostra vita non sono affar vostro. non è questo il modo di affrontare le cose. se un credente sente la missione di fare la differenza in politica lo deve fare. la politica è l’unico strumento che si ha per decidere per una collettività se è sporca è colpa degli uomini e gli uomini possono operare per ripulirla. ma se nessuno ha il coraggio. non rintanatevi! se sentite questa missione venite allo scoperto! c’è bisogno di gente coraggiosa! che abbia a cuore le cose giuste. Dio ha sempre benedetto i Re che operavano per il bene di Israele e soprattutto che amministravano la giustizia con giusta misura. Ben venga l’impegno politico. non sarà per tutti ma per alcuni si. dobbiamo sentire questa responsabilità soprattutto quando votiamo. l’Italia è in una profonda deriva etica anche a causa delle scelte fatte al voto. e noi siamo corresponsabili con altri delle scelte fatte. rispetto la vostra opinione ma no n fondatela su vostre interpretazioni più che discutibii della Parola di Dio. siate rispettosi dell’impegno dei cristiani che credono onestamente nel loro impegno politico. se falliranno risponderanno a Dio.

    Mi piace

  5. pierluigi permalink
    21 novembre 2009 15:11

    Grazie Pastore Lirio per la tua onestà e per credere che anche in politica si può fare la differenza. se pensate che la politica è sporca sappiate che il mondo in cui viviamo lo è di più. allora che fare? ritirarci da tutto. MA COMBATTIAMO IL BUON COMBATTIMENTO DELLA FEDE. ciascuno dove si sente chiamato!! e non siate così feroci nelle critiche verso i fratelli…cercate di comprendere…sforzatevi almeno di ascoltare in modo riflessivo. non attaccate! questo è ispetto per l’altro. così amate come voi stessi gli altri? se criticassero voi così aspramente vi dispiacerebbe. dite:”fratelli, rispettiamo le vostre opinioni ma non siamo in sintonia con voi perchè crediamo che la Bibbia dice diversamente”. Non attaccate! rispettate e poi fate quello che volete. Mio padre dopo aver letto le vostre critiche aspre ha deciso di non venire più in chiesa chiedendosi giustamente perchè tra fratelli ci sia attacca così! comprendete il danno che causate? riprendete, con spirito di mansuetudine..non di denigrazione. questo è quel che penso. vi benedico

    Mi piace

  6. 21 novembre 2009 15:13

    Per farti capire quanto il tuo richiamo alla politica sia sbagliato ti faccio notare alcune parole che hai detto:

    “la politica è l’unico strumento che si ha per decidere per una collettività”.

    In queste tue parole Iddio è rimasto fuori, la politica è questo, confidare in quello che l’uomo può fare. I santi, invece, che credono che l’Eterno Regna e ogni cosa dipende da Lui, devono pregare per i politici e per tutte le autorità, questo devono fare.

    Inoltre, consideriamo i santi che si trovano in uno stato dove vige un dittatore, cosa devono fare prendere le armi e combattere per rovesciare il governo, facendo anche tanti morti?

    No, non è così, per te che sei caduto trappola di questi nefandi ragionamenti, dannosi per i credenti e per la chiesa tutta. Chi entra in politica ha bramosia di comandare di imporsi con la forza sugli altri, è una persona superba e orgogliosa.

    A voi santi vi esorto a fare come faceve Gesù, il quale non si impicciava delle faccende politiche di “Cesare”, perché il regno di Dio non è di questo mondo.

    La politica affonda chi la pratica nell’immondizia, nei compromessi con il mondo, nell’ingiustizia e in tante altre nefande concupiscenze.

    Mi piace

  7. 21 novembre 2009 15:28

    Mi dispiace per tuo padre, ma lo scandalo lo ha provocato il tuo pastore Porrello, non noi. Sappiamo anche che tanti altri sono usciti e non vanno più in quella comunità di Porrello, quindi se le informazioni che mi sono giunte sono giuste, ebbene, credo chi in Porrella e in quella comunità ci siano dei problemi che dobbiate risolvere.
    Ricordati che essendo i peccati pubblici anche la riprensione è giusto che sia pubblica, e se tutti si tacciono e non riprendono le falsità e gli errori dei pastori, questi continuano senza interruzione nelle loro falsità.
    Siete voi tra i santi che dovete mettere un freno ai vostri anziani e pastori, non siete lì solo per riempire il cestino delle offerte, voi dovete fare da guardiani e da sentinelle della verità.
    Per fare ciò dovete pregare e studiare le sacre Scritture, e vedrete che non c’è bisogno di nessun intervento da fuori. Ma se voi vi tacete il Signore suscita uomini da fuori per riprendere coloro che disprezzano la Sua Parola, come avveniva anticamente ai tempi dei profeti.
    In una parola, fratelli che frequentate la comunità di Porrello: SVEGLIATEVI! è giunto il tempo che voi vi svegliate dal sonno in cui siete piombati profondamente; è tempo di tornare al Signore e alla SUA PAROLA.
    Ti chiedo per cortesia di non pensare che noi facciamo le cose che facciamo per un interesse personale o altro, è piangendo che facciamo queste cose, e preghiamo che i santi finalmente escano dal laccio dell’ignoranza e della falsità per donarsi nuovamente completamente al Signore e alla sua Parola.
    Comprendo che sia difficile, ma noi non possiamo fare altrimenti, dove i pastori fanno le vie tortuose noi le addrizzeremo finché avremo vita in noi, per il bene dei fratelli in Cristo Gesù.

    Mi piace

  8. pierluigi permalink
    21 novembre 2009 16:48

    grazie per aver espresso la tua opinione perchè tale rimane. Non ha nessun fondamento scrittuarale se non quello che credi di dargli. La politica è l’unico strumento che c’è..ed è verissimo e la mia affermazione non escludeva Dio, anzi. proprio la presenza di credenti in politica può far vedere agli altri che ci sono uomini che si muovono secondo i principi di Dio. sareste disposti a pregare per le autorità, secondo quanto Dio comanda, anche se sono contrarie a Dio ma non a pregare per politici credenti. questo è molto curioso e contradittorio.
    Hai aggiunto altresi:” Chi entra in politica ha bramosia di comandare di imporsi con la forza sugli altri, è una persona superba e orgogliosa”. E’ vero quanto al mondo. Ma perchè deve esserlo per fratelli che amano Dio? e poi non c’è bisogno della politica per imbattersi in persone che si comportano nel modo da te descritto. Ma poi chi ha mai detto che dove c’è un dittatore i santi devono prender le armi e combattere per rovesciare il governo facendo tanti morti?? questa è l’interpretazione che hai dato alle mie parole?? vedi come siete facili nel dare alle parole un significato che non hanno? ti posso garantire che nei paesi sotto tirannia la gente bramerebbe avere capi di governo che si comportassero in modo degno e solidale. chi meglio di un figlio di Dio potrebbe essere capace di questo?? l’impegno sociale non è una chiamata per la chiesa ma può esserlo per dei credenti.
    Ma poi scandali, peccati pubblici, essere lì solo per riempire il cestino delle offerte, piombati nel sonno?? ma che modo di parlare è questo? parli di informazioni che ti sono giunte dalla comunita di palermo e scrivi sentenze…ma sai che queste cose le fanno i giudici?? semplici informazioni che non hai riscontrato personalente…che ti sono pervenute indirettamente!! devi parlare di ciò che vedi e senti non di ciò che ti viene riferito! ti invito a venire nella nostra comunità..sei il benvenuto! non troverai dei mostri! ma gente che ama Dio. Non abbiate paura dei fratelli! lo so che scrivi in buona fede ma con questo tenore di frasi, a mio modestissimo avviso, non fai del bene. Grazie per avermi ascoltato.

    Mi piace

  9. pierluigi permalink
    21 novembre 2009 17:22

    se dovessi credere in Gesù ascoltando le tue parole verso i tuoi fratelli in Cristo lavati con lo stesso sangue con cui sei stato lavato tu avrei mille riserve. Meno male che Gesù non è rappresentato dalle tue parole fratello mio. smettila di giudicare e impara ad esprimere una opinione inoffensiva e corretta. certe persone nel mondo hanno più correttezza nel parlare dei propri simili. quindi, va bene l’opinione non il giudizio.

    Mi piace

  10. 21 novembre 2009 19:39

    Noi preghiamo per le autorità, sia se sono atei, sia se sono cattolici e sia se sono credenti, preghiamo semplicemente per le autorità.
    Quindi la tua congettura (“…sareste disposti a pregare per le autorità, secondo quanto Dio comanda, anche se sono contrarie a Dio ma non a pregare per politici credenti. questo è molto curioso e contradittorio”) è errata, completamente errata.

    Per quanto riguarda il giudizio, ebbene, senza che scrivo di nuovo tutto sull’argomento CHE PER I CREDENTI E’ LECITO GIUDICARE, ed è assolutamente falso l’insegnamento che certuni danno nelle chiese che i credenti NON DEVONO GIUDICARE MAI, vai pure a leggere al fianco destro del blog c’è un accenno a questo insegnamento, tra gli AVVISI AI CREDENTI, oppure lo trovi anche nella pagina degli AVVISI in cima al blog.

    L’impiccio nella politica non è riportato nell’evangelo, nè in tutto in nuovo testamento, questo lo voglio ribadire perché è così, comprendo le tue buone intenzioni, ma non sono le buone intenzioni che sanano le ferite dei santi, né li ammaestrano nè li fortificano, ma quello che è utile e buono per i santi è solo la Parola di Dio, e in essa è scritto che non dobbiamo andare oltre a ciò che è scritto. Sta scritto che dobbiamo governare questo mondo? no che non è scritto, quindi acquetiamoci serenamente e preghiamo.

    Le opinioni di coloro che mi scrivono per me sono importantissime, perchè io tengo conto di ciò che dici tu e tutti gli altri, naturalmente non permetto gli insulti, le minacce e le chiacchiere inutili e a volte anche fuori contesto.

    Quello che mi preme di più di tutto è che alla fine di ogni discussione, si sappia che quello che diciamo sia confermato con le Scritture, perché se è volontà di Dio che gli uomini si occupino di politica, ci devono essere pure dei passi che facciano sapere ai fratelli che devono impegnarsi in politica.

    Il mio parlare comprendo che sia duro, ma vi pare ancora più duro perchè non siete abituati a questi discorsi, alle confutazioni, alla riprensione all’ammonimento e alla disciplina, questo non dipende da me, ma dai tuoi e dai conduttori di molte chiese.

    Ora ti svelo il segreto di tutti i discorsi che faccio, il mio lavoro trova buona riuscita se la persona che è dall’altra parte comprende che per avere ragione su un dato discorso deve prendere la Bibbia e cercare in essa cosa dice il Signore in proposito per sapere quale è la Sua volontà. Se i lettori imparano a fare questo, non solo con me ma con tutti, pastori compresi, ho insegnato al fratello che il centro di tutto è la Parola di Dio. Se ciò viene fatto con sincerità di cuore, il buon risultato è assicurato.

    Per farti comprendere questo concetto meglio voglio prendere ad esempio te, tutte le volte che il tuo pastore insegna qualcosa tu vai a casa e riprendi i passi, preghi Iddio chiedendogli se le cose stanno proprio così come ha detto? Non devi rispondere a me, ma a te stesso.

    Purtroppo, in tutte le denominazioni e chiese, i fratelli sono stati annullati nella loro volontà, sono stati allontanati dalla Parola di Dio, e il nostro compito è riportare più credenti possibili alla santa Parola di DIo.

    Secondo te, se un pastore insegna una, due, tre e più eresie, se io ne vengo a conoscenza, dovrei stare zitto o sarebbe giovevole per i fratelli conoscere che tali sono eresie e quali sono le verità scritte nella Bibbia? Io non riesco a stare zitto, per il bene dei fratelli, perché non ci sono altre motivazioni, per amore della verità e della giustizia.

    Mi piace

  11. 21 novembre 2009 19:46

    Le tue parole sono provenienti da imparzialità, interesse e da ignoranza nella conoscenza della Parola di Dio, sia per quanto riguarda il giudizio, perchè Gesù ha detto che non dobbiamo giudicare ingiustamente, MA CON GIUSTO GIUDIZIO, e poi anche gli apostoli ne parlano, ma bisogna conosere la Parola di Dio.
    I pastori hanno avuto convenienza ad insegnare ai propri membri di chiesa che gli sono toccati in sorte, così hanno potuto dire ciò che volevano e nessuno poteva ribattere loro. Ma le cose non stanno così! Anche quella è una falsa, dannosa falsa dottrina che gira di bocca in bocca di quasi tutti i fratelli, ma non è vero, ho scritto in proposito e tu potrai accertarti biblicamente anche da solo.

    Io sono abituato a chiamare le cose come si chiamano, se uno è un falso profeta, lo chiamo falso profeta, così se uno è un falso dottore, falso apostolo etc. Se un insegnamento è una falsa dottrina, io la chiamo così, è finito il tempo in cui ognuno curava il suo orticello, e le denominazioni vicine non intervenivano, facevano finta di non sapere nè vedere niente. Adesso noi avvisiamo tutti i fratelli, tutti devono sapere le eresie che tanti insegnano, e noi le faremo sapere, poi ognuno deciderà da sè cosa fare, ma noi saremo netti del sangue di tutti.

    Mi piace

  12. 21 novembre 2009 19:54

    Pierlugi volevo invitarti a rivedere il video su Claudia Koll, ad un certo punto parla Porrello e fa una battuta e si mette a ridere, la battuta era un giudizio contro persone che lui ha incontrato nella sua vita. Tale cosa l’ho trovata molto antipatica ed espressa nel posto sbagliato, senza spiegarne le motivazioni, ed è pure accompagnata dal riso compiaciuto di Porrello.

    Il sale, manca il sale in quell’uomo, sia dottrinalmente che nel sapersi comportare.

    Su questa faccenda, che ce l’ho nel groppo della gola prima o poi ne parlerò più approfonditamente, non mi è proprio piaciuto quello che ha detto.

    Mi piace

  13. pierluigi permalink
    21 novembre 2009 20:21

    fratello, può non piacerti quello che dice un ministro di Dio…ma non è giusto pubblicare documenti su di lui e commentarlo aspramente…se non sei d’accordo non ne parli e non fai riferimento a lui nei tuoi insegnamenti. se non ti piace quel che predica non va demonizzato. devi solo passare avanti e predicare quel che senti più giusto. puoi non essere d’accordo e dunque non lo ascoltare e non parlare contro lui.
    se credi che pecchi contro la sana dottrina abbi l’onesta intellettuale di chiamarlo e discutere tra te e lui senza rendere pubblica la cosa.
    a me, caro nella grazia, è capitato di ascoltare pastori che accusavano pubblicamente membri di chiesa dal pulpito o altri conservi solo perchè non erano d’accordo con loro. NON SI FA. NON E’ GIUSTO. riprendilo, se lo ritieni opportuno privatamente. contattalo. ma non trafiggerlo pubblicamente. avete pubblicato un video del mio pastore di un minuto e venti circa. in questo tempo brevissimo si sente parlare lui appena meno di un minuto. ma come credete di esservi fatti una idea di quel che il pastore pensa intorno all’argomento. non sapete
    nulla di come è nato in lui questo pensiero. di come si è sviluppato. Di come si è evoluto. non sapete queste cose e come potete giudicare?? QUESTO NON VA BENE. una persona si ascolta…ci si confronta…si cerca di scambiare i propri punti di vista e poi si fa un bilancio. E tutto può farsi alla luce della Prola. Ora dimmi anche tu fratello, dove la Bibbia dice: “non occupatevi della politica”…trovi questa frase?? le sorti di una nazione, l’amministrazione della giustizia, l’etica…sono costantemente oggetto del desiderio di Dio in tutto l’antico testamento. Il suo desiderio per Israele era quello di avere un popolo che lo ubbidisse e che si conducesse con giustizia. Guarda l’importanza che i re avevano. Il libro dei proverbi è stracolmo di riferimenti al governo saggio di una nazione che qui sarebbe possibile menzionare tutti i versi. non ho bisogno che la Bibbia dica ” occupatevi di politica” …per me la Bibbia non è un codice civile…è il consiglio di Dio dove io mi accorgo, nel contesto, che la gestione sana, corretta, etica, giusta, trasparente di una nazione sta nel cuore del Signore.
    grazie per la tua risposta precedente.

    Mi piace

  14. pierluigi permalink
    21 novembre 2009 20:28

    neanche io sono in sintonia col gesù in cui crede claudia koll…ma non per questo pubblico cose sul suo conto. la sua esperienza personale va rispettata. può darsi che col tempo lei stessa comprenda. può darsi che la sua fede cresca e maturi. una cosa è certa: questa donna cerca Dio e Dio si farà trovare da lei. forse dovremmo ricordare che tutti noi siamo stati salvati e che prima della salvezza eravamo perduti e nell’inganno ma che Dio ci amava. e ha avuto pietà di noi. quindi perchè pubblicare il video di C koll? se non vi piace tenetevelo per voi. ma non sbugiardatela. dite che non siete d’accordo e basta. senza rincarare la dose. tutto qui. Gesù si sedeva a tavola con i pubblicani. con i peccatori. con zaccheo. perdonava le prostitute. e venne per salvare le anime dei figli degli uomini…non per distruggerele.

    Mi piace

  15. pierluigi permalink
    21 novembre 2009 20:35

    e concludo fratello…pregandoti di non dire pubblicamente che il pastore porrello manca di sale nel sapersi comportare. questo non è giusto. è scorretto. non lo conosci neanche. non sai nulla di lui.della sua vita. della sua esperienza. della sua storia. come puoi dare una etichetta ad un uomo solo perchè non ne approvi una battuta o cos’altro non so. prima la gente si conosce..poi viene il resto. io ho avuto il piacere di scambiare con te qualche battuta ma non ti conosco…non so chi sei..come potrei darti una etichetta sempre che ciò sia giusto. e per me non lo è. spero di non avere il dispiacere di leggere qualcos’altro di brutto. E’ veramente sconfortante. grazie comunque.

    Mi piace

  16. 21 novembre 2009 22:17

    Il mio discorso non va contro le parole di Claudia Koll, essa è libera di credere e seguire chi vuole. Il problema sta nel fatto che se un pastore accetta la sua testimonianza come verace, la fa parlare nella sua comunità, crea confusione nei credenti di quella comunità a riguardo della salvezza.

    Quindi, se tu stesso hai capito che la testimonianza di Claudai Koll non è verace, nel senso che non si è convertita a Cristo ma al cattolicesimo, come mai il pastore Porrello non l’ha capito?

    Gesù parlava francamente, e quando ha dovuto parlare duramente lo ha fatto. Leggi anche le parole che Gesù pronuncia in Apocalisse, e i discorsi che noi facciamo non ti sembreranno più tanto strani.

    (2 Corinzi 10:5) “poiché distruggiamo i ragionamenti ed ogni altezza che si eleva contro alla conoscenza di Dio,…”

    Mi piace

  17. 21 novembre 2009 22:23

    Quella buffoneria che è uscita dalla bocca di Porrello, quel riso, era o non era privo di sale?
    Sì che era privo di sale, io non mi riferivo a tutto quello che fa, ma a quella battuta che era priva di sale.

    Così come è privo di verità il discorso che ha fatto in difesa della politica.

    Gesù dicendo le parole date a Cesare quel che è di Cesare, e a Dio quel che è di Dio, riteneva le due cose completamente separate, perchè noi dobbiamo unire la politica con la religione se Gesù le ha separate?

    Mi piace

  18. 21 novembre 2009 22:35

    Queste tue affermazioni necessitano di alcune spiegazioni, a cominciare dal fatto che non stiamo parlando di semplici fratelli, perché nei casi che tu hai citato è sbagliato, anch’io ritengo che un semplice fratello che sbaglia va ripreso a parte, da solo, per salvaguardare la sua dignità e il rispetto di tutti i membri della comunità.

    Ma non bisogna dimenticare che la Parola di Dio a riguardo degli anziani dice queste parole: (1 Timoteo 5:20) “Quelli che peccano, riprendili in presenza di tutti, onde anche gli altri abbian timore.”

    Perchè c’è differenza tra un peccato di un semplice fratello da quelli commessi dagli anziani. Ma chi li riprende davanti a tutti gli anziani che peccano nelle comunità? Chi li riprende quando insegnano delle falsità? Ebbene, Iddio ha incaricato qualcuno che lo faccia, e la sua Parola è adempiuta anche in questo.
    Riprendiamo un anziano affinché lui si ravveda e gli altri non commettano lo stesso errore, la riprensione deve essere un deterrente per tutti.

    Per quanto riguarda il video è già pubblico, noi abbiamo solo evidenziato la parte che interessa per far riflettere i fratelli.

    La teologia del dominio, l’entrata in politica dei cristiani, è confutata qui: Contro la teologia del dominio.

    Io credo che se tu leggi la Parola di Dio con sincerità, Iddio ti darà di intendere, perché avverto dalle tue parole che sei sincero, se non avessi avuto questa sensazione non ti avrei dedicato del tempo per risponderti. Perché parlare con persone che non sono sincere nel loro operare non porta a nulla.

    Mi piace

  19. pierluigi permalink
    21 novembre 2009 22:49

    Grazie per il confronto. Iddio vi benedica.

    Mi piace

  20. 21 novembre 2009 23:29

    Anch’io ti ringrazio per aver arricchito il mio blog con i tuoi commenti e la tua presenza.
    Che l’Eterno ti preservi da ogni male e ti dia sempre ciò che il tuo cuore desidera nel Signore.

    Mi piace

  21. giovanni permalink
    22 novembre 2009 11:51

    caro pierluigi, io non giudico, ma se lo faccio lo faccio bibblicamente. in questo caso sei tu che hai giudicato me ingiustamente, anzi mi hai accusato che è peggio. giudicare è biblicamente corretto caro fratello mi spiace per te che forse non lo sai, ma ad ogni modo sarebbe meglio che iniziate a capire cosa significa giudicare. le adi ne hanno fatto una priorità sul passo che dice di non giudicare, perchè così pensano che nessuno può riprenderli per le loro eresie, per le loro scempiaggini. infatti si raccomandano sempre: “non giudicate! non giudicate! fratello non devi giudicare!” bisogna prima capire cosa significa è in che modo si deve giudicare””1Corinzi 6:3 Non sapete che giudicheremo gli angeli? Quanto più possiamo giudicare le cose di questa vita!1Corinzi 6:2 Non sapete che i santi giudicheranno il mondo? Se dunque il mondo è giudicato da voi, siete voi indegni di giudicare delle cose minime?”””caro pierluigi, io non ho nessuna paura di di alzarmi in piedi nelle chiese e riprendere un pastore se sta sbagliando, perchè dobbiamo difendere la parola di Dio, se qualcuno annulla ciò che sta scritto o lo cambia tu non lo correggi? perchè la correzzione per voi è giudizio. secondo te dire ad un fratello che dice bugie “ergognati” è un giudizio? oppure perchè gli ho detto che sono dei nani? lo dico ancora! sono dei nani! sono dei nani spiritualmente! questo non è un giudizio ma è verità! perchè un pastore quando dice che il vangelo insegna che si deve fare politica, o è ignorante sulle scritture oppure è un gran bugiardo! uno che si vende per un piatto di lenticchie e usa il vangelo per convincere i fedeli a votare un partito. vergogna! vergogna! vergogna!

    Mi piace

  22. giovanni permalink
    22 novembre 2009 11:57

    pierluigi dedicati a Gesù e basta..lascia stare la politica che sono cose sdi questo mondo..dillo a porrello che i tesori so fanno in cielo non sulla terra! e sopratutto è disgustoso usare il nome di Gesù per scopo di lucro. si perchè la politica è lucro!

    Mi piace

  23. pierluigi permalink
    22 novembre 2009 14:39

    la politica non è lucro, giovanni . gli uomini la fanno diventare quel che vedi. leggi l’esempio di Giorgio La Pira. la politica è strumento per fare del bene. non del male. se on ci sono uomini capaci di usarla a fin di bene ciò non significa che lo strumento non sia valido. ma poi che significa che sono cose di questo mondo? una cosa è il mondo come sistema ribelle a Dio e siamo d’accorso di doverci stare lontani altra e servire le persone viventi nel mondo anche con una politica giusta, retta e trasparente. ribadisco, leggi l’esempio politico di giorgio la pira. e poi, se vuoi, commentalo pure. Dio ti benedica! buona domenica!!

    Mi piace

  24. pierluigi permalink
    22 novembre 2009 15:00

    per giovanni
    grazie tante per le parole che più sopra nel blog hai speso per me e il pastore della mia comunità! ti benedico fratello! e anche se ci sei andato giù pesante ti voglio bene nell’amore del Signore! quando si dialoga, comunque, sappi che dall’altra parte ci sono persone come te e una discussione deve avvenire su un piano di parità onde evitare che il tuo interlocutore sia da te posto in una posizione di inferiorità sol perchè tu appari come colui che è depositario del vero. questa è correttezza. e per averla non c’è bisogno di nascere di nuovo. i contenuti spirituali poi sono un’altra cosa. prima di essere un credente in cristo sei una persona come me e come altri. non dimenticarlo mai nei tuoi messaggi. riprendere e correggere, se ce n’è bisogno, si, è doveroso nella vita ma mai con la convinzione di chi pensa che starà sempre ritto. grazie.

    Mi piace

  25. Salvuccio permalink
    22 novembre 2009 16:22

    Questo sito è del tutto sconcertante… Giudica te stesso e non le persone che neanche conosci! Parla con il Past.Lirio faccia a faccia invece di giudicare virtualmente

    Mi piace

  26. pierluigi permalink
    23 novembre 2009 11:55

    se, dunque, come anche io credo si può giudicare con giusto giudizio circa i fatti concreti, lasciate che anche le vostre affermazioni possano essere confutate e criticate dagli altri…senza per questo etichettare chi vi critica coma ignoranti della Parola di Dio o come nani spirituali…..disprezzando fratelli lavati con lo stesso sangue con cui siete stati lavati voi. Certo non siete superiori a nessuno e non occupate alcuna cattedra dall’alto della quale parlare contro altri. I contenuti potete liberamente argomentarli, chi può dirvi nulla? sono i vostri modi che non vanno…amici, non vanno!!!!!!!!

    Mi piace

  27. giovanni permalink
    23 novembre 2009 13:51

    sei libero di giudicare biblicamente ogni nostro commento, come noi facciamo con gli eretici riportati su questo blog. ogni discussione riportata in questo blog e confermata da delle prove, io e penso qualsiasi cristiano non mi permetterei mai di giudicare qualcuno di aver sbagliato senza averne le prove. per il 99% non sono errori veniali ma bensì errori fatti di proposito. Caro pierluigi, io la politica l’ho sempre seguita e studiata, ma dopo aver conosciuto Gesù l’ho abbandonata. Dovresti sapere bene che la politica è una fede, devi credere in un partito e avere degli idoli umani come fonte d’ispirazione.
    Prima di convertirmi avevo una fede politica, e dei politici come esempio di vita, oggi l’esempio di vita per me è Gesù, la mia fede è in Gesù! perchè la mia vita è Gesù, la mia salute è Gesù, il mio cibo me lo dona Gesù, la mia felicità è Gesù, la mia fonte d’ispirazione è Gesù, quando prego mi rivolgo a Gesù, quando sto male mi rivolgo a Gesù, quando sbaglio chiedo perdono a Gesù. ogni cosa sulla terra è decisa e preposta da Dio.
    Io sponsorizzo il nome di Gesù! votate Gesù! sia lui il vostro governatore, il vostro punto di riferimento, il vostro condottiero! perchè la vita eterna la dà Gesù, non berlusconi, prodi, fini piuttosto che bertinotti ecc. questi sono personaggi che pensano soltanto a valorizzare loro stessi e i loro partiti! non possiamo mischiare la politica con il vangelo! per un semplice motivo, che noi cristiani siamo morti per il mondo e siamo rinati per Cristo Gesù! come posso lodare o amare un politico? può egli donarmi quello che mi dona Gesù? che vinca la sinistra, che vinca la destra o il centro, noi cristiani abbiamo già vinto! perchè Gesù è il nostro re! qualcuno può dire di aver bisogno di un altro re sulla terra? io no! il mondo un giorno sarà completamente distrutto dal mio re! che serve fare politica? non si possono servire due padroni. I pastori pensino a studiare la bibbia invece di studiare la politica…le pecore hanno bisogno di conforto spirituale non di votare pannella o antonio di pietro. io parlerei volentieri con il pastore lirio, per commentare le parole da lui dette in pubblico per quanto riguarda la politica e il vangelo e gli direi di vergognarsi! e voi pure che avendo sentito con le vostre orecchie le fesserie che lirio ha detto ancora lo difendete! vergognatevi anche voi! andate a leggere il vangelo e pregate Gesù che vi allontani da questi che plagiano la fede altrui con la politica, con l’unzione della bara ecc.

    Mi piace

  28. pierluigi permalink
    23 novembre 2009 16:06

    beh! vieni a palermo a parlare col pastore Lirio. Così, conoscendolo, avresti modo di capire la meravigliosa persona che è e avresti modo di scusarti con lui per come lo hai calpestato prima di tutto come UOMO.

    Mi piace

  29. 23 novembre 2009 17:32

    Io l’ho sentito predicare sulle lingue e l’interpretazione delle lingue, ed ha detto e fatto delle cose false; ho visto quello che ha detto in questo video e con chi ha fatto alleanza, se lo incontrassi personalmente dovrei AMMONIRLO SEVERAMENTE per tutte le falsità che ha insegnato ai suoi membri, non credo che la prenderebbe bene.
    Non credo che finirebbe a baci e abbracci.

    Mi piace

  30. pierluigi permalink
    23 novembre 2009 17:43

    mi avete dato molto molto dolore con i vostri modi. molto dolore

    Mi piace

  31. 23 novembre 2009 18:05

    Il risveglio spirituale passa sempre attraverso molto dolore, mi ricordo che quando Iddio mi ha risvegliato ho provato molta sofferenza.
    Il pericolo più grande che fa morire i credenti è l’apatia, L’INDIFFERENZA!
    Pace a te, Pierluigi, Iddio lo sa se stiamo lavorando per il bene della chiesa oppure no. Iddio sa come soffriamo a vedere i conduttori distruggere un grande bene.

    Mi piace

  32. giovanni permalink
    23 novembre 2009 22:35

    Pierluigi, a questo punto mi sembra che ci siamo detti tutto.
    Io difficilmente potrei venire a Palermo, ma ti chiedo di dire a Porrello di intervenire personalmente lui in questo blog per smentire ciò che egli stesso a proferito.
    Io non ho calpestato Porrello ma calpesto il peccato, se poi il peccatore è parte integrante di quel peccato allora si sentirà calpestato.
    Porrello sicuramente sarà un uomo dolce e squisito ma ricorda una cosa caro fratello, Proverbi 27:6 Chi ama ferisce, ma rimane fedele;
    chi odia dà abbondanza di baci.

    Mi piace

  33. 23 novembre 2009 23:00

    Nella Luzzi il versetto è più chiaro: (Proverbi 27:6) Fedeli son le ferite di chi ama; frequenti i baci di chi odia.

    Mi piace

  34. pierluigi permalink
    26 novembre 2009 19:59

    riguardo agli anziani c’è scritto di riprenderli pubblicamente affinchè gli altri abbian timore. quindi l’interessato deve essere presente. ergo il vostro modo di riprendere è sbagliato. e comunque si riprende per un peccato. qua il pastore non ne ha commesso alcuno, quindi la vostra riprensione telematica in assenza dell’interessato che non ha peccato è doppiamente sbagliata. pensateci!

    Mi piace

  35. 26 novembre 2009 20:48

    Il primo punto da considerare è che il fratello Lirio Porrello ha detto una cosa falsa, cioé che nel vangelo sta scritto che i credenti possono entrare in politica. Perché il regno di Dio è dentro di noi, non di fuori. Perchè il regno di Cristo non è di questo mondo.
    Con questo voglio dire che il messaggio che Liro ha dato è sbagliato, quindi necessita di una riprensione, una riprensione fatta davanti a tutti coloro che hanno sentito tale falsità che non è biblica.
    Considera che tale messaggio falso Lirio lo ha datto nel web, quindi potenzialmente tutto il mondo è la chiesa, il suo peccato, il suo insegnamento errato è stato dato al mondo, quindi è giusto che la riprensione avvenga davanti al mondo, affinchè (potenzialmente) chi lo ha sentito dire le cose sbagliate, senta pure che vi sono persone che non sono d’accordo e che condannano le falsità.
    Insomma, peccato pubblico (sul web) riprensione pubblica (sempre sul web).
    Vedi fratello Pierluigi, devi sapere che le false dottrine noi le stiamo riprendendo da tanti anni; io personalmente ho parlato direttaemnte con dei pastori e degli anziani, e la conseguenza non è stata quella di discutere la dottrina ma quella che dovevo stare zitto e non dire niente; poi i pastori hanno messo in guardia i fratelli dal non frequentarmi perché ero pericoloso per il loro pulpito. Ho persino mandato lettere e scritti direttamente ai pastori di mezza Italia, e il risultato è stato: “il silenzio più totale!”. Forse a quegli scritti non hanno dato neanche uno sguardo.
    Poi è venuto il tempo di internet ed abbiamo messo lì gli studi biblici, molti fratelli hanno potuto leggerli personalmente, sì dico questo perchè sicuramente i pastori che li hanno ricevuti via posta sicuramente non li avranno fatti leggere ai fratelli, ma ora, attraverso il web, i fratelli sono liberi di leggere quello che vogliono, senza che nessuno gli impedisca di farlo.
    Per quanto riguarda la reazione è stata violenta e offensiva da parte dei nemici della verità, ma molti fratelli sono stati fortificati, sono stati liberati dalla menzogna, e soprattutto hanno trovato qualcuno a cui fare domande liberamente ricevendo delle risposte bibliche. Ti consiglio di visitare il sito LA NUOVA VIA ed anche il mio Sentieri antichi, e leggi le sezioni domande e risposte, vedraai quanto lavoro è stato fatto. Poi ci sono stati i contatti telefonici, quelli via skype, con diversi fratelli che volevano abbandonare Cristo Gesù perchè ormai scoraggiati e abbattuti da un cristianesimo spento, rumoroso alle orecchie, ma silenzioso ai cuori.
    Non so perchè ti dico queste cose, dimenticandomi quasi che non sei di comune accordo con noi, ma ormai ho scritto, così mi sono sentito, e così stanno le cose.
    Ci sono tante altre cose che si potrebbero dire, ad esempio i maltrattamenti continui dei pastori ai fratelli che hanno azzardato anche un minimo disaccordo, tentativi di combinare matrimoni mal riusciti che spezzano delle vite, e tante altre cose spiacevoli, che a sentirle mi fanno deprimere; accettazione dell’omosessualità, la mancanza di condanna dell’aborto, i divorziati che possono risposarsi, etc. Tutti questi insegnamenti falsi e dannosi per la chiesa la stanno menando fuori dalla strada MAESTRA, i pastori badano maggiormente ad ingrandire il loro potere temporale, ad ingrandire le chiese, a riempirle di persone anche se non si sono ravvedute, più che ad ammaestrare la chiesa e portarla fino alla fine del cammino mantenendoli fermi nella fede.
    Ora, devi comprendere, che per intervenire ci è rimasto solo il web, se i fratelli non si svegliano neppur così, se i pastori continuano a insegnare falsità e cose non utili alla chiesa, non ci sarà più niente da fare, e non rimarrà che la cattività come ai tempi di israele, l’intervento di Dio per punire il suo popolo. E questo, noi volevamo risparmiarlo alla chiesa.
    Grazie dell’attenzione, per me è stato anche uno sfogo, fatto come ad un amico che si conosce da tanto tempo.

    Mi piace

  36. pierluigi permalink
    27 novembre 2009 00:21

    è verò, non c’è pari sentimento fra noi su molte cose…ma ti ringrazio ugualmente per la tua risposta! le nostre vedute divergono sotto molti aspetti..ma comunque rispetto la tua posizione. e non metto in dubbio la vostra, ne la tua, buona fede! grazie ancora per il tuo ultimo messaggio e per l’interessamento! spero, quando vorrai, se vorrai, tu possa venirci a visitare! e con l’occasione assaggiare anche la buona cucina siciliana…..! e anche la pasticceria..che è grandiosa! vale anche per il fratello Giovanni che saluto! Dio vi benedica

    Mi piace

  37. 27 novembre 2009 12:29

    Le tue parole mi sono molto gradite, soprattutto l’invito che sento che è sincero. E pensare che tra il 1989 e il 1990 ero a Palermo a lavorare, e dopo che sono andato via da lì, il Signore mi ha salvato.
    Conosco la buona cucina siciliana, ma quello che ricordo più volentieri erano le colazioni con i buoni pasticcini, che non ho trovato da nessun’altra parte.
    Pace a te dal nostro Signore Gesù Cristo.

    Mi piace

  38. santo permalink
    6 gennaio 2010 10:23

    io credo che pierluigi sia in buona fede, ma voglio fargli una domanda: sei sicuro che il pastore lirio sia in buona fede e lo scopo sia santo quando parla del coinvolgimento dei SANTI in POLITICA guardati bene attorno e forse i tuoi occhi si apriranno p.s gesù mi ha salvato 16 anni fà nella comunità la parola della grazia palermo pasturata allora da un grande uomo porrello liborio assistito da due meravigliosi uomini di DIO beniamino cascio e d’anna mike quando i due pastori d’anna e cascio sono stati mandati in (MISSIONE) qualcosa è cambiato ho qualcosa è cambiato e per questo i due pastori sono stati mandati in “MISSIONE” perchè?sei mai stato a partinico nel regno del pastore. SELA.

    Mi piace

  39. santo permalink
    6 gennaio 2010 11:13

    pierluigi ma tu lo conosci il pastore lirio porrello?da quanto tempo sei nella sua chiesa?

    Mi piace

  40. pier luigi permalink
    24 gennaio 2010 23:48

    lo conosco da tempo ed è una persona meravigliosa. l’argomento è chiuso. grazie

    Mi piace

  41. Maria permalink
    18 maggio 2010 17:39

    Cari fratelli è davvero sconcertante nel vedere come si giudica ricordate che è solo Gesù che che bisogna guardare e non gli uomini e smettiamola di giudicare perchè ricordatevi che con la stessa misura in cui giudichi sarai giudicato.Comunque vi amo tutti nell’amore del Signore.Che Dio vi benedica.

    Mi piace

  42. 18 maggio 2010 18:29

    Pace a te, Maria.
    Mi domando perché non studi più approfonditamente le Scritture sacre anziché parlare in modo vano e insensato? Dicendo cose contrarie alla Parola di Dio?
    Quando la misura per esprimere un giudizio, una valutazione, è la Parola di Dio, allora va bene, e sempre secondo la Parola di Dio saremo TUTTI giudicati.
    Gesù non ha insegnato che i credenti non devono mai giudicare di nulla, anzi, nella Bibbia si trovano molti passi che esortano i fratelli a giudicare le cose di questa vita, solo che lo devono fare ad una condizione, cioé non basandosi sull’apparenza ma con giusto giudizio.
    Infatti sta scritto:
    Giovanni 7:24 “Non giudicate secondo l’apparenza, ma giudicate con giusto giudizio.” Vedete, fratelli, qui Gesù non dice che non DOBBIAMO MAI GIUDICARE, ma che lo dobbiamo fare con GIUSTO GIUDIZIO non basandoci sull’apparenza. Infatti, se noi non potessimo GIUDICARE DI NULLA, come faremmo a discernere un messaggio conforme alla Bibbbia da uno falso? Noi non potremmo neppure contrastare un testimone di Geova che ci dice che Gesù non è Dio.

    Ma le cose non stanno così, infatti sta anche scritto:
    1 Corinzi 6:2,3 “Non sapete voi che i santi giudicheranno il mondo? E se il mondo è giudicato da voi, siete voi indegni di giudicar delle cose minime? Non sapete voi che giudicheremo gli angeli? Quanto più possiamo giudicare delle cose di questa vita!”

    Certamente chi giudica un fratello ed egli fa la medesima cosa non deve pensare che scamperà alla punizione di Dio, perché lo commette egli stesso.

    Ma a chi giova questo insegnamento FALSO, ANTIBIBLICO, che oggi si sente passare di bocca in bocca?
    Giova a coloro che non vogliono OBBEDIRE AI COMANDAMENTI di Dio, che non vogliono osservare ciò che è scritto, ma trovano dei sofismi per trasgredire i comandamenti di Dio e non assoggettarsi ad essi.
    Poi queste parole NON GIUDICARE, le troviamo in bocca ai falsi profeti e ai falsi dottori, ai conduttori corrotti, così nessuno può esprimere un giudizio a quegli studi privi di sapienza che portano ai fratelli.
    Insomma, è una frase quella di NON GIUDICARE usata per tappare la bocca agli uomini di Dio che vogliono riprendere le false dottrine, l’ipocrisia e le opere infruttuose delel tenebre.

    Ah, Maria, Maria, come le hai imparate bene quelle parole NON GIUDICARE, anziché imparare ad ubbidire ai comandamenti di Dio e assoggettarti ad essi, hai imparato dalle persone corrotte come fare per tappare la bocca a chi annunzia la verità, come facevano i profeti antichi quando il popolo di Israele si sviava dalla verità.
    Maria, tu quelle parole non le hai intese, non hai capito cosa insegna la Parola di Dio su tale argomento, e ti invito a studiare TUTTI I PASSI in proposito, ce ne sono anche molti altri, e ti esorto a non farti SVIARE dalla Parola di Dio, e di tornare a percorrere i SENTIERI ANTICHI DI DIO, indicati nella Parola di Dio.
    Pace e che Dio ti benedica e ti dia di aprire i tuoi occhi che si comprende che sono chiusi e non conoscono le sacre Scritture.

    Mi piace

  43. Maria permalink
    18 maggio 2010 20:01

    Caro fratello penso proprio che non solo mi dici che non conosco la Bibbia ma hai un modo di dire le cose da fare male tu hai ragione nel dire che nella chiesa e nella Parola di Dio non ci deve essere la politica ed è per questo che io me ne sono andata dalla Parola della Grazia e soprattutto me ne sono andata perchè non c’era quell’amore di cui avevo di bisogno.Adesso sono in un altra comunità e ci sto bene.
    Io volevo solo dire che il giudizio spetta solo a Dio.Noi possiamo si giudicare ma l’ultimo giudizio spetta a Lui.Ed è per questo che noi dobbiamo solo guardare l’opera che ha fatto Dio mandanoci il suo Figliolo a morire per noi.E’ pure vero che noi dobbiamo riprendere il fratello quando sbaglia è dobbiamo annunciare la Parola di Dio con franchezza e mi dispiace che certi fratelli non lo fanno.Ti abbraccio e ti voglio bene nell’amore del Signore.

    Mi piace

  44. 18 maggio 2010 20:11

    Bene, qui sei stata più chiara sorella.
    Mi dispiace che le mie parole ti abbiano ferito, ma oggi purtroppo molti cuori sono diventati duri e servono parole forti per passare attraverso la pietra che avvolge i cuori.
    Ti saluto con la pace del nostro Signore Gesù Cristo e che l’Iddio d’Abramo, d’Isacco e di Giacobbe ti conceda ciò che il tuo cuore desidera nel Signore.

    Mi piace

  45. Maria permalink
    19 maggio 2010 20:15

    Caro Giuseppe grazie per essere stato duro con me.All’inizio mi ero offesa ma poi ho capito.Ti saluto nell’amore del Signore.

    Mi piace

  46. 19 maggio 2010 21:10

    Ringraziato sia Iddio per ogni cosa. Sono contento di poter parlare diversamente, meno duramente di come ho fatto nel principio della nostra discussione, lo preferisco, ma molte volte ci vogliono le parole dure, perché vedi le nostre parole sono il SUONO DELLA TROMBA che deve far preparare i soldati di Cristo alla battaglia, quando una sentinella vede il nemico avvicinarsi deve suonare la tromba. Così alcuni credenti, tra cui io, AVVERTONO i fratelli dei vari pericoli che ci sono in giro nelle chise, e quando si vedono dei pericoli, che possono danneggiare la tua vita, la vita di altri fratelli, non si può parlare morbidamente, ma si deve URLARE forte, si devono usare parole forti.
    Pace a te sorella e che Dio continui a benedirti e a guidarti nella conoscenza della Sua Parola.

    Mi piace

  47. fabio permalink
    22 luglio 2010 08:42

    per pierluigi:

    sai la venuta dell’anticristo avverrà per opera di Satana.

    e qualè: riunire tutti i popoli in una sola politica economica, molti acclameranno il falso, come liberatore del mondo, poiche lui vorrà fare una politica giusta e corretta, proclamerà la pace, l’uguaglianza, e sarà il salvatore di una politica economica corrotta.

    Vegliate

    Mi piace

  48. Piero permalink
    2 marzo 2011 19:19

    Pace a tutti voi fratelli, che Dio vi benedica, ho letto alcuni dei commenti ad un certo punto xo’ mi sono fermato, e devo dire che mi sono un po’ rattristato.Tutti noi anche se “santificati” dal prezioso sangue di Gesu’, dobbiamo ricordarci che finche viviamo la vita terrena, ci portiamo addosso la nostra carne, e nella nostra carne e’ propensa a farci cadere in errore molte volte, la parola non ci insegna da nessuna parte che siamo perfetti, ci esorta ad esserlo, ma non lo siamo! e non vi e’ forse scritto che se qualcuno cade noi siamo chiamati a rialzarlo??? non credo che se vediamo qualcuno fare un tonfo a terra, sia tanto d’aiuto puntare il dito e sindacare sul perche’ sia caduto, beh non sarebbe di nessun ausilio! la bibbia ci insegna che se qualcuno cade per prima cosa ,da credenti dobbiamo offrirgli il nostro sostegno!!!! confrontandoci, consigliandoci…….ma senza cadere nell’errore del giudizio!!! PERCHE’ CHI GIUDICA SARA’ GIUDICATO!!!! trovo la rete piena di blog, siti, filmati che non fanno altro che setacciare chiunque alla ricerca di chi commette errori……..cose del tipo…….ATTENZIONE QUELLI HANNO CAMBIATO IL TESTO DI ALCUNI LIBRI…….ATTENZIONE QUELLI PORTANO IL VELO E NON E’ DOTTRINA……QUELLI OLTRE A PREDICARE L’EVANGELO FANNO PROPAGANDA POLITICA……………………..e BASTAAAAAAAAAA!!!!! e via una guerra spietata in molte pagine a suon di versetti!!!!!!! cari fratelli miei premetto che non nutro nessun sentimento contrario su nessuno di voi…….xo’ mi chiedo………..se invece di spendere tempo per vane dispute tra di noi……unissimo le nostre forze per strappare piu’ anime possibili dagli artigli di satana??????? mentre “noi” litighiamo il nostro caro amico satana fa’ manbassa di anime!!!!
    cosa ne pensate???? Dio ci ha scelti siamo abbastanza numerosi da formare l’esercito di DIO e muovere guerra contro il nemico!!!!!

    n.b. se le mie parole vi hanno arrecato fastidio in qualche modo, vi porgo umilmente le mie scuse, e vi ricordo che in quanto fratelli vi amo nell’amore del Signore!!!!

    che Dio vi benedica

    Piero da Palermo

    Mi piace

  49. 2 marzo 2011 20:45

    Pace a te, quello che dici è giusto, ma la Parola di Dio ci insegna che i credenti non devono solo seminare come hai fatto intendere tu, ma c’è anche bisogno di concimare le piantine, bisogna innaffiarle e zappettarle per rendere morbida la terra; bisogna allontanare le talpe, le lumache, gli afidi, e tutti quegli insetti che succhiano l’energia vitale alle piantine portandole a seccarsi.
    Per usare ancora un’altra figura, il popolo d’Israele è uscito per fede dall’Egitto, ma nel deserto, durante il tragitto verso la terra promessa si è sviato di cuore, indurendosi, abbandonando quella fede che aveva al principio, ed infatti la conseguenza è stata che il Signore NON LI HA FATTI ENTRARE NELLA TERRA PROMESSA.
    Ora, la Parola di Dio ci insegna che ciò che è stato scritto per l’addietro fu scritto per nostro ammaestramento, e per analogia noi riteniamo che oggi c’è bisogno oltre che evangelizzare per strappare anime inconvertite dalle grinfie di Satana, c’è bisogno anche di agire e proclamare la verità e la santità in mezzo al popolo di Dio, che sono caduti prigionieri di false dottrine e di pratiche demoniache, ed a cagione di ciò c’è bisogno di liberarli dal laccio dell’uccellatore.
    Infatti, Satana non tiene prigionieri solo coloro che ancora non hanno conosciuto il Signore, ma anche i santi che in modo sprovveduto danno retta a spiriti seduttori e si sviano dalla verità, come è scritto:
    “Or il servitore del Signore non deve contendere, ma dev’essere mite inverso tutti, atto ad insegnare, paziente, correggendo con dolcezza quelli che contradicono, se mai avvenga che Dio conceda loro di ravvedersi per riconoscere la verità; in guisa che, tornati in sé, escano dal laccio del diavolo, che li avea presi prigionieri perché facessero la sua volontà.” (2 Timoteo 2:24-26)
    Inoltre, fratelli, considerate che deve ancora venire la grande apostasia, che è abbandonare il Signore per seguire degli uomini.
    Ecco, quindi, brevemente abbiamo spiegato perché agiamo così, semplicemente perché crediamo che molti fratelli sono vittime di molti falsi predicatori e sono stati fatti prigionieri dal diavolo ed hanno dato retta a false dottrine e a favole. Noi stiamo combattendo contro il diavolo e contro le false dottrine, e non importa se le false dottrine le insegna Toppi o Porrello, noi combattiamo e dimostriamo per le Scritture le cose che sono sbagliate, e i santi faranno bene ad ascoltare ed esprimere UN GIUSTO GIUDIZIO, perché le Scritture esortano ad esaminare ogni cosa e a ritenere il bene.
    Siamo tutti imperfetti, è vero, ma non tutti quanti stiamo seguendo le orme di Cristo e la verità della Parola di Dio, perchè ci sono molti predicatori oggi che SFRUTTANO i fratelli solo per prelevare loro del denaro e non si curano delle loro anime e della loro crescita spirituale, e qui entriamo noi, per dare conoscenza al popolo di Dio affinché si guardi dai cattivi operai e dai falsi ministri, da tutti quei pastori che pascono se stessi, usando anche LA PSICOLOGIA.

    Mi piace

  50. maria mac permalink
    28 ottobre 2012 22:34

    Dio ti benedica fratello Piero ,condivido appieno il tuo commento ,

    Mi piace

  51. francesco permalink
    5 febbraio 2013 02:15

    non voglio fare nessun commento ma voglio dirvi la mia esperienza da QUando o capito quello che sta succedendo nella chiesa aquistata col sangue di Gesu.ho chiesto a Dio di essere sentinella e avere lo spirito di giovanni battista. e cambiata la mia preghiera e il modo di vedere le cose alla luce della parola di Dio .tutti possiamo essere sentinelle di noi stessi e della chiesa IDDio del Signore Gesu Cristo vi benedica.

    Mi piace

  52. 5 febbraio 2013 13:14

    Gloria a Dio, se tu sei così maturo da essere sentinella di te stesso, va bene, ma ora devi anche capire che tutti i santi sono chiamati ad essere sentinelle dei loro fratelli, della verità, della Parola di Dio.
    Tutti devono vedere la luce e gustare il sale, se siamo luce del mondo, e sale della terra dovrà vedersi, sia nel mondo che nella Chiesa. Non bisogna solo parlare, dire di amare la Chiesa e Dio, se poi promuoviamo delle azioni che possono danneggiare la verità e coloro che la professano.
    Noi continueremo ad essere sentinelle di Dio in mezzo alla Chiesa, continueremo a suonare la tromba, e chi ha orecchie da udire udrà, chi invece non ha orecchie, continuerà a fare ciò che gli piace, ciò che dispiace a Dio.

    Mi piace

  53. francesco permalink
    13 febbraio 2013 00:02

    caro fratellogiuseppe forse non ai letto bene il mio commento anchio combatto affinche la chiesa che io frequento si santifichi sempre di piu .ma non tutti vogliuono fare questo sacrificio ma io continuero a combattere perche amo ilSIGNORE e non rinneghero la sua parola.che il SIGNORE ti possa benedire grandemente e continui ad essere strumento nelle sue mani pace nelSIGNORE……

    Mi piace

  54. Giovanni permalink
    9 dicembre 2013 22:25

    Pace a tutti quanti….
    Io ho conosciuto il signore quando la chiesa del pastore Lirio si era appena trasferita da sanlorenzo, in via C. De Grossis.
    Dalle testimonianze sentite a sanlorenzo era presente una comunità SANA e dove si guardava solo a Gesu’, e non alle cose di questo mondo!
    Ho frequentato la chiesa per circa 10 anni, poi un bel giorno e’ entrata la politica, e la visione, e piano piano, nelle riunioni fatte in chiesa, mi edificavo di politica!!!!
    Vi racconto cosa successe un giorno: eravamo in chiesa (dove si effettuava la riunione dei giovani), ed arrivo un ragazzo che non veniva da diverse settimane… a fine riunione sconcertato mi disse:”ero venuto per edificarmi, e cercare parole di conforto, invece parlate solo di politica, che schifo, non verro’ mai piu?!!
    Caro Pierluigi, se sei chi penso, dovresti ricordarti di questo episodio, lo abbiamo vissuto insieme!!!

    Mi piace

  55. Salvatore Mazzurco permalink
    20 ottobre 2017 01:59

    Leggendo e studiando la Bibbia in modo approfondito, mi piacerebbe capire il ruolo che dareste a Giuseppe e ad Ester (per citarne solo 2).

    Dal mio punto di vista hanno ricoperto dei ruoli chiave, usati potentemente da Dio, e con il loro incarico hanno deciso la politica della nazione straniera in cui si sono trovati.

    Credo che quando si parla di politica (realtà/ambiente/persone/strumenti in cui si decide cosa è giusto per legge e cosa no) lo si fa solo con il medesimo animo con cui Ester rischiò la sua stessa vita per portare avanti ciò in cui credeva, e ciò in cui credeva salvò il destino di un popolo e ciò è ben evidente nella Parola di Dio.
    La sua prova è stata così importante che è stata tramandata a noi attraverso la Bibbia.

    Per citare un esempio, oggi in politica si sta dicendo che per legge va benissimo l’omosessualità, coppie di fatto e così via discorrendo.
    Dio ha tutt’altra idea della famiglia.
    E se staremo zitti noi … le pietre parleranno.

    Ora dico, non aspettiamo che Dio usi le pietre

    Ma come sta scritto il Luca 11:28
    Beati piuttosto quelli che ascoltano la parola di Dio e la mettono in pratica!

    rendiamoci strumenti di Dio mettendo dunque in pratica la sua Parola

    Mi piace

  56. 23 ottobre 2017 19:12

    Gesù non ha fatto politica, anzi ha detto che il Regno di Dio non è di questo mondo, quindi, per quale motivo dovremmo lavorare per costituire un regno di Dio in questo mondo. La Chiesa ha l’obbligo di annunziare l’Evangelo a tutte le genti, e di predicare tutta la sana dottrina, cosa che non ha niente a che fare con votazioni, politica, leggi, e altro ancora. Inoltre, tutte le volte che si è verificato che un cristiano è stato eletto in Parlamento, non si è sentito nessun effetto benefico per la Chiesa e per la Parola di Dio.
    Quindi, sono solo chiacchiere, la politica è un centro di potere che non va d’accordo con il cristianesimo. Cominciate a parlare contro le leggi del divorzio, dell’aborto, contro le unioni civili che sono peccato davanti a Dio, e poi vedrete quello che succede. No, niente politica, i cristiani non devono fare nessuna politica, devono essere APOLITICI e non devono parteggiare per nessuno. I cristiani pensino ad annunziare tutto il consiglio di Dio e a praticarlo, che già è sufficiente, per tutto il resto ci pensa il Signore Iddio che ha fatto i cieli e la terra.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

No Temas Sino Habla

Entonces él Señor dijo de noche en visión á Pablo: No temas, sino habla, y no calles: Porque yo estoy contigo, y ninguno te podrá hacer mal (Hechos 18:9-10)

Blog di Aldo Prendi

Per la diffusione e la difesa delle dottrine bibliche

Acordai-vos

Tocai a trombeta em Sião, e dai o alarma no meu santo monte.

Egli è altresì scritto...

Blog di Nicola Iannazzo

Destatevi

"Suonate la tromba in Sion e date l'allarme sul mio santo monte" (Gioele 2:1)

Il Buon Deposito

Dottrine della Bibbia

La Massoneria Smascherata

"non v'è niente di nascosto che non abbia ad essere scoperto" (Matteo 10:26)

SALVATI per GRAZIA

Blog Di Giuseppe Palamara

La verità rende liberi!

Sito di attualità e informazione cristiana

Listen to the sound of the sword

«Stand in the ways and see, and ask for the old paths, where the good way is, and walk in it» (Jeremiah 6:16)

Non tollero Jezabel

Il blog di Gian Michele Tinnirello

Sana Dottrina

Perché verrà il tempo che non sopporteranno la sana dottrina; ma per prurito d'udire si accumuleranno dottori secondo le loro proprie voglie e distoglieranno le orecchie dalla verità e si volgeranno alle favole.(2Timoteo 4:3-4)

La Buona Strada

Blog di Giuseppe Piredda, cristiano evangelico pentecostale trinitariano fondamentalista

He who has ears let him hear

A voice crying in the wilderness

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: