Vai al contenuto

Contro l’eresia ‘il sangue di Gesù Cristo non era umano’ (insegnata, tra gli altri, anche da Benny Hinn)

15 marzo 2010

Contro l’eresia: ‘il sangue di Gesù Cristo non era umano’

(insegnata, tra gli altri, anche da Benny Hinn)

Guarda il video dove Benny Hinn insegna questa eresia:

E’ da secoli che in seno alla Chiesa di Dio circola una dottrina sul sangue di Cristo che afferma che il sangue di Gesù non era umano ma divino, in quanto Gesù Cristo lo ricevette direttamente da Dio Padre e non da Maria sua madre. Il principale verso della Scrittura preso dai sostenitori di questa dottrina è il seguente: “Badate a voi stessi e a tutto il gregge, in mezzo al quale lo Spirito Santo vi ha costituiti vescovi, per pascere la chiesa di Dio, la quale egli ha acquistata col proprio sangue” (Atti 20:28). Basandosi sulle ultime parole di questo verso, costoro concludono che il sangue di Cristo era il sangue di Dio, cioè il sangue del Padre, e perciò esso non era affatto sangue umano.

Secondo questa dottrina, dunque, Cristo non prese il suo sangue da Maria nel suo seno. Non lo prese da ella perché altrimenti esso sarebbe stato impuro, e quindi Dio Padre diede al Figlio un sangue divino.

Uno di quelli che sostengono questa dottrina è Benny Hinn, pastore dell’Orlando Christian Center in Orlando, Florida, predicatore della prosperità conosciuto e seguito da tanti anche qui in Italia. Durante una sua predicazione, Benny Hinn infatti ha affermato: ‘Non esiste l’immacolata concezione. Non voglio offendere i Cattolici, c’è solo un Agnello, perfetto Agnello. La Bibbia dice che noi siamo comprati con il sangue di Dio. Nel libro degli Atti Paolo scrive: “la quale egli ha acquistata col proprio sangue”. Ed egli dice: ‘Pascete la Chiesa di Dio, la quale egli ha acquistata col proprio sangue’. Quindi il sangue di Gesù è perfetto, il sangue di Gesù non venne da sua madre, non poteva venire (da sua madre). Se fosse venuto da sua madre, esso sarebbe stato contaminato, perché ella era una peccatrice, ella era una peccatrice quando nel Magnificat chiamò Dio ‘Mio Salvatore’. Non dimenticate questo: ‘L’anima mia magnifica il Signore, e lo spirito mio ha esultato in Dio mio Salvatore’. Quando lei entrò in casa di sua cugina Elisabetta, ella profetizzò; Maria disse: ‘L’anima mia magnifica il Signore, e lo spirito mio ha esultato in Dio mio Salvatore’. Nel momento in cui ella entrò in casa di Elisabetta, ella dichiarò: ‘Io sono una peccatrice ed ho bisogno di un salvatore’. … se il sangue di Maria era contaminato, allora il sangue di Gesù non venne da essa. Devo insegnare questo nelle chiese cattoliche. E quando ella disse: ‘Mio Salvatore’ ella dichiarò al mondo: ‘Ho bisogno di un Salvatore’. Quindi tutto quello che ella fu, fu colei che portò (nel suo seno) il Figlio di Dio. Quindi il sangue che scorreva attraverso le sue vene, non venne da Maria; venne direttamente da Dio. Perché? Perché il sangue del primo Adamo non venne da sua madre, egli non aveva una madre. Come il sangue del primo Adamo venne da Dio, così anche il sangue del secondo Adamo venne direttamente da Dio, non da una donna, non da un uomo di nome Giuseppe. Qualcuno gridi: ‘Alleluia!’ Noi siamo redenti dal sangue di Dio’.

Confutazione di questa falsa dottrina

Innanzi tutto diciamo che l’espressione ‘Chiesa di Dio’ di Atti 20:28 non significa ‘la Chiesa del Padre’, in quanto alcune volte nel Nuovo Testamento il termine ‘Dio’ si riferisce anche al Figliuolo di Dio, come per esempio quando Paolo dice: “Dei quali (Israeliti) sono i padri, e dai quali è venuto, secondo la carne, il Cristo, che è sopra tutte le cose Dio benedetto in eterno. Amen.” (Romani 9:5). In questo caso dunque bisogna dire che ‘Dio’ si riferisce al Figliuolo e non al Padre.

In secondo luogo, diciamo che affermare che il sangue di Cristo era divino e non umano significa negare la vera umanità di Cristo. Gesù era perfettamente umano, il che significa che lui ricevette sia la sua carne che il suo sangue da sua madre Maria. Egli fu fatto in ogni cosa simile a noi, secondo che è scritto: “Laonde egli doveva esser fatto in ogni cosa simile ai suoi fratelli, affinché diventasse un misericordioso e fedel sommo sacerdote nelle cose appartenenti a Dio, per compiere l’espiazione de’ peccati del popolo” (Ebrei 2:17), e difatti è scritto anche: “Poiché dunque i figliuoli partecipano del sangue e della carne, anch’egli vi ha similmente partecipato” (Ebrei 2:14). Come potete vedere, le parole ‘fatto in ogni cosa simile ai suoi fratelli’ e ‘anch’egli ha partecipato del sangue e della carne dei figliuoli di Dio, cioè noi’ indicano che il corpo di Gesù Cristo era fatto di carne umana e di sangue umano, e difatti per questo la Scrittura lo chiama ‘uomo’. Giovanni il Battista lo chiamò uomo quando disse: “Dietro a me viene un uomo che mi ha preceduto, perché egli era prima di me” (Giovanni 1:30), e Gesù Cristo stesso si definì un uomo quando disse ai Giudei: “Ma ora cercate d’uccider me, uomo che v’ho detta la verità che ho udita da Dio; così non fece Abramo” (Giovanni 8:40). E in virtù di ciò quindi Egli potè offrire sia la sua carne che il suo sangue per riconciliarci con Dio. Ecco perché Paolo attribuisce la nostra riconciliazione con Dio Padre all’offerta sia della carne che del sangue di Cristo, quando dice: “Poiché in lui si compiacque il Padre di far abitare tutta la pienezza e di riconciliare con sé tutte le cose per mezzo di lui, avendo fatto la pace mediante il sangue della croce d’esso; per mezzo di lui, dico, tanto le cose che sono sulla terra, quanto quelle che sono nei cieli. E voi, che già eravate estranei e nemici nella vostra mente e nelle vostre opere malvage, ora Iddio vi ha riconciliati nel corpo della carne di lui, per mezzo della morte d’esso” (Colossesi 1:19-22). Come potete vedere, secondo Paolo, ambedue le cose tramite cui siamo stati riconciliati con Dio, vale a dire la carne e il sangue di Cristo, erano umani. Se invece dicessimo che il sangue di Cristo era divino mentre la sua carne era umana, allora bisognerebbe dire che Cristo per redimerci offrì un sacrificio, cioè il suo corpo, che aveva una parte umana (la carne) e una parte divina (il sangue), e quindi che non era interamente umano, e perciò che sulla croce non morì un vero uomo come noi per riconciliarci con Dio. E’ del tutto antibiblico quindi dire che la carne di Cristo era umana mentre il suo sangue era divino. Coloro che dicono una simile cosa per enfatizzare la divinità di Cristo, fanno un grave errore che va ad intaccare la Sua umanità e quindi le loro parole sono da rigettare.

In merito al discorso secondo cui se Cristo avesse ricevuto il suo sangue da Maria il suo sangue sarebbe stato contaminato, esso è fallace e vano, in quanto allora potremmo dire la stessa cosa anche riguardo ad altre parti del suo corpo fisico. In altre parole, potremmo e dovremmo dire pure che se Gesù avesse ricevuto la sua carne da Maria, allora la carne di Gesù sarebbe stata contaminata, e quindi la sua carne non era umana ma celeste, e così via. E allora dovremmo concludere che Gesù era un essere celeste, e non un essere umano, cioè un vero uomo come noi. Ma questo significherebbe annullare la natura umana di Cristo. Cosa che comunque si fa anche se si afferma che solo una singola parte del suo corpo era celeste mentre le altre erano umane. In altre parole, basta negare la natura umana di un solo componente del corpo di Cristo, per negare la natura umana di Cristo nella sua interezza.

In merito poi alla seguente affermazione di Benny Hinn ‘Come il sangue del primo Adamo venne da Dio, così anche il sangue del secondo Adamo venne direttamente da Dio, non da una donna, non da un uomo di nome Giuseppe’, dico questo. Paolo quando parla del primo Adamo e dell’ultimo Adamo, del primo uomo e del secondo uomo, sta parlando della resurrezione corporale in quanto dice che prima viene il corpo naturale (quello dalla terra), e dopo viene il corpo spirituale (quello dal cielo), secondo che egli dice: “Così pure della risurrezione de’ morti. Il corpo è seminato corruttibile, e risuscita incorruttibile; è seminato ignobile, e risuscita glorioso; è seminato debole, e risuscita potente; è seminato corpo naturale, e risuscita corpo spirituale. Se c’è un corpo naturale, c’è anche un corpo spirituale. Così anche sta scritto: Il primo uomo, Adamo, fu fatto anima vivente; l’ultimo Adamo è spirito vivificante. Però, ciò che è spirituale non vien prima; ma prima, ciò che è naturale; poi vien ciò che è spirituale. Il primo uomo, tratto dalla terra, è terreno; il secondo uomo è dal cielo. Quale è il terreno, tali sono anche i terreni; e quale è il celeste, tali saranno anche i celesti. E come abbiam portato l’immagine del terreno, così porteremo anche l’immagine del celeste” (1 Corinzi 15:42-49). Quindi mettersi a citare ‘il primo uomo e il secondo uomo’ per cercare di spiegare l’origine divina del sangue di Cristo è a dir poco assurdo.

Ma allora come facciamo a dire che Gesù prese anche il suo sangue da Maria, e nello stesso tempo che il suo sangue era perfetto, senza alcuna contaminazione? Possiamo dirlo perché il concepimento di Gesù fu opera dello Spirito Santo, secondo che l’angelo Gabriele disse a Maria: “Lo Spirito Santo verrà su di te e la potenza dell’Altissimo ti coprirà dell’ombra sua; perciò ancora il santo che nascerà, sarà chiamato Figliuolo di Dio” (Luca 1:35), e secondo che dice Matteo: “Maria, sua madre, era stata promessa sposa a Giuseppe; e prima che fossero venuti a stare insieme, si trovò incinta per virtù dello Spirito Santo” (Matteo 1:18). E quindi quando Maria rimase incinta per lo Spirito Santo, lo Spirito e la potenza di Dio fecero sì da impedire che il sangue del bambino nel suo grembo ricevesse una qualsiasi contaminazione. Quindi, il sangue di Cristo era puro e perfetto, ma non perché era il sangue di Dio Padre, cioè perché era un sangue celeste, ma in virtù dell’opera dello Spirito Santo e della potenza di Dio nel grembo di Maria, che impedirono che il fanciullo contraesse la sia pur minima impurità o contaminazione da sua madre. Che cosa impedisce di credere che lo Spirito di Dio e la potenza di Dio abbiano fatto una simile cosa? A noi niente. E poi se lo Spirito di Dio e la potenza di Dio fecero sì che la carne di Cristo non fosse contaminata dal peccato che era in Maria, che cosa ci impedisce di credere che poterono anche evitare che il sangue di Cristo ricevesse una qualche contaminazione da Maria? Se lo Spirito e la potenza di Dio ci sono riusciti con la carne di Cristo per forza di cose devono esserci riusciti anche con il suo sangue. Non vi pare?

Quindi, la verità è che Gesù Cristo, il Figlio di Dio, coeterno con il Padre, diventò un vero essere umano con un corpo quindi come il nostro, ma preservato da qualsiasi contaminazione spirituale in ogni suo componente. Egli era un vero uomo, e fu quindi in virtù del suo perfetto corpo umano (simile al nostro e non uguale, in quanto la sua carne non era contaminata dal peccato come lo è la nostra) che Egli poté diventare un misericordioso e fedel Sommo Sacerdote e redimerci dai nostri peccati mediante il Suo prezioso sangue.

A Lui sia la gloria ora e in eterno. Amen.

Nessuno dunque, fratelli, vi seduca con vani ragionamenti. Rigettate questa dottrina del sangue non umano di Cristo, perché va ad intaccare la natura umana di Cristo, e può condurre ad un’altra eresia che è quella della carne celeste di Cristo, anche questa una vecchia eresia.

La grazia del nostro Signore Gesù Cristo sia con tutti coloro che lo amano con purità incorrotta. Amen.

Giacinto Butindaro

4 commenti leave one →
  1. giuseppe permalink
    15 marzo 2010 20:48

    vorrei far presente al fratello Butindaro che prima di parlare di un argomento è bene consultarsi con uno che di biologia se ne intende. Chieda ad un biologo se un feto prende il sangue da sua madre oppure lo si forma da se. La cellula sanguigna proviene dall’uomo non dalla donna questo è provato scientificamente, quindi il sangue la progenie è dal l’uomo. Gesù è nato da seme umano o da Dio? se il concepimento di Gesù è stato per mezzo dello Spirito Santo , chi ha creato questa cellula? E’ seme umano? o è stata una creazione? Maria era un vaso terreno che ha nutrito questa cellula quale seme di Dio. In genesi è scritto che è il seme che avrebbe schiacciato la testa al serpente, il seme di Dio la semenza di Dio non di Maria. Alla mia prossima lettera vi allegherò un’interessante articolo di medico biologo che spiega scientificamente questo. Il sangue proviene dall’uomo, dunque Gesù non essndo nato da un seme d’uomo non aveva un sangue umano, ma divino creato da Dio. Ecco l’agnello perfetto, non più un sangue di un agnello (animale) ma un sangue divino che ci ha lavato una volta per sempre dai peccati. Caro f.llo Butindaro dovresti studiare un po di biologia.
    Dio ti benedica

    "Mi piace"

  2. 15 marzo 2010 22:00

    Pace a te, il fratello Butindaro nel suo scritto ha parlato bene ed ha ampiamente spiegato biblicamente che Gesù era oltre che vero Dio anche vero uomo, come è scritto: “Poiché dunque i figliuoli partecipano del SANGUE E DELLA CARNE, ANCH’EGLI vi ha similmente partecipato” (Ebrei 2:14).

    La Parola di Dio è sufficiente a dimostrare la tua errata posizione a riguardo di ciò che stai dicendo ed è perfettamente inutile che porti studi ed altre cose che sono vanità e non dimostrano proprio niente, ti è stato permesso di commentare il tuo dissenso, ma non ti è permesso di riempire il blog con delle cose insensate.

    [Tuttavia, vero è che il sangue della madre non si mischia con il sangue del figlio, come erroneamente credevo pure io]

    Il fratello nel suo studio ha risposto ampiamente ed ha spiegato perché tale dottrina è falsa, di conseguenza, o si dimostra che tali asserzioni biblicamente sono sbagliate o si tace, ma assolutamente la filosofia, la scienza ed altra sapienza umana non possono giammai sostituire la Parola di Dio.

    "Mi piace"

  3. giuseppe permalink
    17 marzo 2010 10:59

    fratello come ti avevo detto ti rimando la testimonianza di questo fratello medico l’ho avuta attraverso la rivista ” L’Araldo della Sua venuta”
    Il sangue di Gesù
    Quale medico sono sempre stato interessato alla cosiddetta genetica, vale a dire alla scienza che si cura dell’origine delle varie specie e razze ed alle leggi dell’ereditarietà. Considero il fatto di aver praticato la professione di medico per tanti anni un gran privilegio Dopo aver ottenuto il mio diploma di [ medicina m’immersi completamente nella mia professione. Più tardi nella mia vita però feci un’esperienza spirituale che mi trasformò perché riconobbi Gesù Cristo quale mio Salvatore e cominciai a seguirlo. In un secondo tempo Egli mi chiamò a proclamare la Sua parola malgrado la mia età avanzata. Non persi il mio grande interesse per la genetica ed i meravigliosi segreti della scienza intorno alla vita umana e continuai a studiare. Oggi, dopo tanti anni di studio devo constatare che la scienza, incluso la medicina ha fatto dei progressi straordinari. Quando poi considero la mia Bibbia, che contiene un messaggio compilato più di duemila anni fa, e che non è in alcun modo retrogrado, mi sembra quasi che la Bibbia addirittura aspetta i progressi della medicina. Le scoperte mediche hanno buttato una luce nuova sul significato del sangue nelle Sacre Scritture.
    -Il medico viennese, Dott. Karl Landsteiner, scoprì nel 1901 i quattro gruppo di sangue che si definiscono O,A, B e AB. Egli osservò che mischiando due gruppi diversi, per esempio A e B, il sangue si dissolve in modo più o meno accelerato e forma grumi di globuli rossi, un processo che normalmente finisce con la morte. Gli antigeni A e B, che provocano la formazione di grumi, si attaccano ai globuli rossi. Sono loro a dare il nome al gruppi di sangue. Una madre del gruppo A può senz’altro mettere al mondo un bambino sano che ha il gruppo B. Sotto condizioni normali non c’è trasferimento del sangue dalla circolazione della madre a quella del embrione o viceversa. Questa affermazione è importantissima,quando consideriamo la nascita da una vergine. il sangue del feto viene prodotto nell’ embrione stesso e non deriva dalla circolazione della. mamma. L’ovulo della donna che, unito allo sperma dell’uomo genera un embrione dal quale si sviluppa ogni essere umano,non è in grado a produrre da solo una nuova vita. Ciò è possibile solo grazie all’unione con lo sperma maschile, solo da quel momento in poi comincia una nuova vita. La Bibbia c’insegna che la vita è nel sangue. L’unione tra cellula femminile e quella maschile crea un nuovo essere che in grado di produrre il proprio sangue. La madre fornisce. al bambino nel grembo tutte ciò che è necessario per la vita e per lo sviluppo. Il processo si chìama diffusione, per mezzo del quale il nutrimento liquido penetra le pareti sottili della placenta Durante la gravidanza Maria contribuì alla crescita del bambino fornendo gli alimenti come le proteine, i carboìdrati, i grassi, le sostanze attive ed i minerali. I genitori trasferiscono secondo la legge d’ereditarietà i dati genetici del sangue con tutti i suoi attributi, ma il sangue materno non viene trasmesso al feto. Gesù era proprio un essere umano di carne ed ossa che grazie alla concezione per mezzo dello Spirito Santo era ed è vero Dio e senza peccato. «La Parola», la parola eterna, «si è fatta carne ed ha abitato fra noi». È naturale credere che quando nasce un bambino sia procreato da un padre umano e concepito da una madre urnana. Gesù, nato dalla vergine, ha una madre umana, ma non un padre umano.
    Dal momento della concenzione, per mezzo dello Spirito Santo,fino alla fine dello sviluppo nel grembo materno e fino al momento della nascita neanche una goccia del sangue della Vergine Maria entrò nella circolazione sanguinea del figlio Santo, Gesù. Ciò è possibile grazie alla strutturazione meravigliosa dell’organo misterioso che unisce la madre ed il bambino nei mesi di sviluppo.Si tratta dunque della placenta che durante la gravidanza collega il nascituro con la mamma. In condizioni normali la placenta impedisce che cellule materne si trasferiscano nel corpo del bimbo. Una parte di quest’organo mostra delle protuberanze slanciate, i villì, che sisporgono nel tessuto della placenta. La superficie totale dei villi è considerevole e comporta circa 15 m2• I villi permettono l’assorbimento dell’ossigeno e .delle sostanze nutritive, nonché lo scarto del biossido di carbonio e delle sostanze fecali, processi che si svolgono tra il sangue materno e fetale. La circolazione del nasci turo e quella della madre sono divise da almeno tre strati di tessuto. È comprensibile quindi se Davide esclama meravigliato: «… sono stato fatto in modo stupendo» Non ci rimane altro che essere d’accordo con Davide. Le scoperte scientifiche ci comunicano anche un’altra cosa. Ci procura il coraggio di testimoniare che anche dal punto di vista scientifico i cristiani possono essere orgogliosi della loro Bibbia.
    Abbiamo un Dio che possiamo rappresentare a testa alta, che non dobbiamo nascondere, Abbiamo un Salvatore che
    non ha bisogno di essere difeso. Abbiamo un vangelo che non ha bisogno di una scusa. L’elite degli intelligenti forse
    ci considera stupidi e incolti perché crediamo ancora a questo “libro antiquato”, la Bibbia. Particolarmente i cristiani
    che insistono a credere che tutte le Sante Scritture, sia I’Antico sia il Nuovo Testamento, sono la Parola di Dio, sono
    messi in ridicolo. Prego affinché il Signore si serve, di queste parole per aiutare a chi è sinceramente alla ricerca per mezzo del Suoì Spirito Santo di giungere alla conoscenza della fede, dunque a Lui stesso.
    È eccezionalmente importante ed interessante considerare ciò che le Sacre scritture affermano a riguardo del sangue
    Gesù Cristo:
    1. E sangue innocente. Anche Giuda Iscariota lo afferma (Matteo 27: 4)dopo aver tradito il Salvatore.
    2. Si tratta di sangue prezioso (1 Pietro 1: ] 9) perché era un prezzo enorme che Gesù pagò per ottenere la nostra salvezza.
    Questa è la testimonianza di un fratello medico che attraverso lo studio afferma che vi sono delle leggi nel corpo umano che Dio ha stabilito. Quindi sono in accordo con la Sacra Scrittura, la scienza da ragione alla Bibbia. Vorrei aggiungere un qualcosa che ho copiato da un testo scolastico di mio figlio che fa la terza media inferiore e si legge:

    L’amnios, o sacco amniotico, è un sacchetto pieno di liquido( liquido amniotico) che protegge l’embrione da urti e sbalzi di temperatura.

    La placenta che si origina dall’unione del corion con la parete uterina, ha il compito di nutrire l’embrione, permettendo il continuo scambio di sostanze tra il sangue materno e quello del figlio senza però che vi sia mescolanza di sangue. Ecc…
    Fratello non voglio contendere con nessuno ma nell’amore del Signore bisogna rettificare se una cosa è sbagliata, Dio ha stabilito delle leggi fisiche, chimiche biologiche sono parte della Sua creazione, quindi Gesù quale uomo (umano) è stato sottoposto alle leggi della biologia perché Lui stesso ne è l’artefice.
    Dio vi benedica

    "Mi piace"

  4. Battista permalink
    18 marzo 2010 10:51

    Amen fratello Giuseppe, infatti la parola di Dio c’è lo ricorda anche in: 1Tm 6:20 “O Timoteo, custodisci il deposito che ti è stato affidato, evitando i discorsi vani e profani e le argomentazioni contrastanti di quella che è falsamente chiamata scienza”, la Gloria sia solamente al Nostro Padre che ci ha donato il suo Figliuolo vero Uomo e vero Dio e che ha adempiuto secondo la sua Promessa e la sua Volontà. Eppoi, intorno alle cose di Dio bisogna argomentare secondo il consiglio e l’autorità della Parola Dio che legifera sopra ogni ragionamento e scienza umana. Dio vi Benedica

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

No Temas Sino Habla

Entonces él Señor dijo de noche en visión á Pablo: No temas, sino habla, y no calles: Porque yo estoy contigo, y ninguno te podrá hacer mal (Hechos 18:9-10)

Blog di Aldo Prendi

Per la diffusione e la difesa delle dottrine bibliche

Acordai-vos

Tocai a trombeta em Sião, e dai o alarma no meu santo monte.

Egli è altresì scritto...

Blog di Nicola Iannazzo

Destatevi

"Suonate la tromba in Sion e date l'allarme sul mio santo monte" (Gioele 2:1)

Il Buon Deposito

Dottrine della Bibbia

La Massoneria Smascherata

"non v'è niente di nascosto che non abbia ad essere scoperto" (Matteo 10:26)

Listen to the sound of the sword

«Stand in the ways and see, and ask for the old paths, where the good way is, and walk in it» (Jeremiah 6:16)

Sana Dottrina

Perché verrà il tempo che non sopporteranno la sana dottrina; ma per prurito d'udire si accumuleranno dottori secondo le loro proprie voglie e distoglieranno le orecchie dalla verità e si volgeranno alle favole.(2Timoteo 4:3-4)

La Buona Strada

Blog di Giuseppe Piredda, cristiano evangelico pentecostale trinitariano fondamentalista

He who has ears let him hear

A voice crying in the wilderness

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: