Vai al contenuto

Ci sono conduttori che dicono ai divorziati: E’ meglio sposarsi che ardere!

30 aprile 2010

Ci sono conduttori che dicono ai divorziati: E’ meglio sposarsi che ardere!

divorzio e il risposarsi

divorzio e il risposarsi

Fratelli nel Signore, la Parola di Dio insegna che chiunque sia divorziato non può assolutamente risposarsi, altrimenti commette adulterio.

La Bibbia non ammette eccezioni!

Tuttavia, ahimè, ci sono conduttori che insegnano che i divorziati possono risposarsi e citano il passo di Paolo: è meglio sposarsi che ardere, per cercare di convincere i contradditori.

Leggiamo il passo in esame in modo più completo per cercare di capire se il significato è quello che gli danno costoro oppure no.

Sta scritto nella Parola della verità:
1 Corinzi 7:8,9 “Ai celibi e alle vedove, però, dico che è bene per loro che se ne stiano come sto anch’io.
Ma se non si contengono, sposino; perché è meglio sposarsi che ardere.”

Come avete letto, quelle parole l’apostolo Paolo le rivolge ai CELIBI E ALLE VEDOVE, non ai CONIUGI, quindi, non possono essere rivolte ai divorziati le parole che è ‘meglio sposarsi che ardere’.

Ecco, quindi, con la semplice lettura del passo sono emerse due cose: una è la chiara identificazione delle persone a cui Paolo ha rivolto tali parole, cioé ai celibi e alle vedove; la seconda è che i conduttori che citano tale passo con uno scopo non conforme allo scopo per cui Paolo le ha dette, manifestano ignoranza nella conoscenza della Parola di Dio, se non addirittura furbizia.
Fratelli, di tali conduttori come potrete fidarvi quando insegnano qualcos’altro? Io non mi fiderei di costoro, perchè non mettono particolare attenzione allo studio della Parola, manifestano di essere incapaci di assumere l’incarico di insegnamento della Bibbia.

Diletti nel Signore, guardatevi dai falsi dottori, che usano un parlare dolce, ma le loro parole vi conducono alla morte spirituale!

Giuseppe Piredda

Per un maggior approfondimento sull’argomento del divorzio e sul risposarsi, leggete il seguente scritto:
Confutazione della dottrina: “Oltre la morte, anche l’adulterio e la decisione del non credente di non volere piu’ abitare con il credente puo’ consentire all’altro coniuge il passaggio a nuove nozze”.

Share

No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...