Vai al contenuto

Come devono essere interpretate le parole: «credi nel Signor Gesù, e sarai salvato tu e la casa tua?»

16 ottobre 2010

Come devono essere interpretate le parole: «credi nel Signor Gesù, e sarai salvato tu e la casa tua?»

Il noto versetto biblico: “Credi nel Signor Gesù, e sarai salvato tu e la casa tua” (Atti 16:31), significa che quando uno crede in Gesù anche tutta la sua famiglia sarà salvata con lui?

Spiegazione passi della BibbiaIn alcuni casi sì infatti nel libro degli Atti troviamo scritto che quando a Cornelio apparve un angelo di Dio che gli disse di mandare a chiamare Simon Pietro, quest’ultimo gli avrebbe parlato di cose, per le quali sarebbe stato salvato Cornelio e tutta la casa sua. Ecco le parole di questo santo angelo: “Manda a Ioppe, e fa’ chiamare Simone, soprannominato Pietro; il quale ti parlerà di cose, per le quali sarai salvato tu e tutta la casa tua” (Atti 11:13-14).

Anche nel caso di Lidia di Tiatiri, il libro degli Atti dice che credette con tutti quelli di casa sua secondo che è scritto: “E una certa donna, di nome Lidia, negoziante di porpora, della città di Tiatiri, che temeva Dio, ci stava ad ascoltare; e il Signore le aprì il cuore, per renderla attenta alle cose dette da Paolo. E dopo che fu battezzata con quei di casa, ci pregò dicendo: Se mi avete giudicata fedele al Signore, entrate in casa mia, e dimoratevi. E ci fece forza” (Atti 16:14-15).

E la stessa cosa ci viene detto nel caso del carceriere di Filippi secondo che è scritto: “Poi annunziarono la parola del Signore a lui e a tutti coloro che erano in casa sua. Ed egli, presili in quell’istessa ora della notte, lavò loro le piaghe; e subito fu battezzato lui con tutti i suoi. E menatili su in casa sua, apparecchiò loro la tavola, e giubilava con tutta la sua casa, perché avea creduto in Dio” (Atti 16:32-34).

C’è un altro credente di cui si dice che credette con tutta la sua casa ed è Crispo: “E Crispo, il capo della sinagoga, credette nel Signore con tutta la sua casa” (Atti 18:8).

In altri casi invece queste parole non si adempiranno, perchè Dio non ha deciso di salvare tutta la famiglia. Vediamo di dimostrarlo con le Scritture.

Gesù ha detto: “Non pensate ch’io sia venuto a metter pace sulla terra; non son venuto a metter pace, ma spada. Perché son venuto a dividere il figlio da suo padre, e la figlia da sua madre, e la nuora dalla suocera; e i nemici dell’uomo saranno quelli stessi di casa sua” (Matt. 10:34-36); è evidente quindi che in questo caso siccome i nemici di un discepolo di Cristo saranno quelli stessi di casa sua, non tutti nella sua famiglia crederanno in Gesù e saranno salvati.

Gesù ha anche detto che “il fratello darà il fratello alla morte, e il padre il figliuolo; e i figliuoli si leveranno contro i genitori e li faranno morire” (Mar. 13:12), e perciò è evidente anche in questo caso che ci saranno casi di famiglie divise al suo ritorno.

Anche il fatto che Gesù abbia detto che in quella notte “due saranno in un letto; l’uno sarà preso, e l’altro lasciato” (Luca 17:34) depone a questo favore perché è evidente che qui egli si sta riferendo principalmente a persone sposate. Come depone a favore di ciò il fatto che Paolo abbia detto a chi ha un coniuge non credente: “Ma agli altri dico io, non il Signore: Se un fratello ha una moglie non credente ed ella è contenta di abitar con lui, non la lasci; e la donna che ha un marito non credente, s’egli consente ad abitar con lei, non lasci il marito; perché il marito non credente è santificato nella moglie, e la moglie non credente è santificata nel marito credente; altrimenti i vostri figliuoli sarebbero impuri, mentre ora sono santi. Però, se il non credente si separa, si separi pure; in tali casi, il fratello o la sorella non sono vincolati; ma Dio ci ha chiamati a vivere in pace; perché, o moglie, che sai tu se salverai il marito? Ovvero tu, marito, che sai tu se salverai la moglie?” (1 Cor. 7:12-16).

Per quanto ho visto, posso dire che interpretare quel versetto di atti 16:31 nella maniera da far capire che la salvezza della propria famiglia sarà automatica, significa ILLUDERE TANTI CREDENTI che magari hanno perso i figli giovani, che erano perduti e sono andati all’inferno, perchè gli si fa credere che essi sono andati in cielo il che non è vero. Annunciamo il vangelo, preghiamo per tutti i peccatori, famigliari e parenti compresi, ma ricordiamoci che Dio fa misericordia a chi vuole, e che andranno a Cristo solo quelli che il Padre gli dona.

[Commenti di Giacinto Butindaro su facebook in merito al passo di Atti 16:31]

Annunci
3 commenti leave one →
  1. Elisabetta permalink
    12 marzo 2013 16:57

    Una sorella in Cristo mi ha detto che è giusto credere in questa promessa del Signore “credi e sarai salvato tu e la tua famiglia”,ma non dobbiamo prenderla alla lettera nel senso che devo pregare per la conversione dei miei familiari ma ciò non deve diventare un fatto meccanico;ci possono essere dei momenti in cui lo Spirito santo ci fa comprendere che non è giunto ancora il momento per la conversione e perciò smetto di pregare.Io non sono pienamente convinta e penso che se non vediamo i frutti è perchè “molliamo la presa”.Vorrei sapere cosa si deve fare per vedere questa promessa realizzata?Credere solo;non basta.Si deve sempre pregare?PACE

    Mi piace

  2. 12 marzo 2013 20:28

    Pace, certo, è obbligatorio pregare per la propria famiglia affinché Dio li salvi, ma quello che non bisogna credere è che è una cosa che avviene AUTOMATICAMENTE dopo che un credente viene salvato da Dio. Quando uno si converte, no nè automatico che anche tutta la famiglia sarà salvata.
    È Dio che salva chi vuole, tuttavia io ti esorto ed esorto tutti i credenti che hanno familiari non convertiti di pregare per loro affinché Iddio li salvi, fino a che c’è un alito di vita, senza venir meno nella fede in Dio.

    Mi piace

  3. 18 novembre 2018 14:24

    Io credo in Gesù Cristo e sarò dalvato

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

No Temas Sino Habla

Entonces él Señor dijo de noche en visión á Pablo: No temas, sino habla, y no calles: Porque yo estoy contigo, y ninguno te podrá hacer mal (Hechos 18:9-10)

Blog di Aldo Prendi

Per la diffusione e la difesa delle dottrine bibliche

Acordai-vos

Tocai a trombeta em Sião, e dai o alarma no meu santo monte.

Egli è altresì scritto...

Blog di Nicola Iannazzo

Destatevi

"Suonate la tromba in Sion e date l'allarme sul mio santo monte" (Gioele 2:1)

Il Buon Deposito

Dottrine della Bibbia

La Massoneria Smascherata

"non v'è niente di nascosto che non abbia ad essere scoperto" (Matteo 10:26)

Listen to the sound of the sword

«Stand in the ways and see, and ask for the old paths, where the good way is, and walk in it» (Jeremiah 6:16)

apologeticum

Siate sempre pronti a render conto della speranza che è in voi a tutti quelli che vi chiedono spiegazioni. Ma fatelo con mansuetudine e rispetto, e avendo la coscienza pulita (1 Pt 3, 15-16)

Sana Dottrina

Perché verrà il tempo che non sopporteranno la sana dottrina; ma per prurito d'udire si accumuleranno dottori secondo le loro proprie voglie e distoglieranno le orecchie dalla verità e si volgeranno alle favole.(2Timoteo 4:3-4)

La Buona Strada

Blog di Giuseppe Piredda, cristiano evangelico pentecostale trinitariano fondamentalista

He who has ears let him hear

A voice crying in the wilderness

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: