Vai al contenuto

Nahed quella notte ebbe una visione e Cristo Gesù la salvò

13 febbraio 2011

Nahed quella notte ebbe una visione e Cristo Gesù la salvò

Rivelazioni, sogni e visioniÈ finito?

Nahed non si addormentò, ma le sue domande ricevettero una risposta straordinaria.

Non aveva mai avuto una visione, ma quella notte vide se stessa in un palazzo meraviglioso. Indossava una veste lunga e argentea, e davanti a lei c’era un trono vuoto circondato da anziani vestiti di bianco e con una corona sul capo.

A un tratto, qualcuno entrò nel palazzo e tutti cominciarono all’unisono ad adorarLo. Nahed lo seguì con gli occhi mentre si avvicinava al trono e ci si sedeva.

Il suo volto era dolce e i Suoi occhi più splendenti del sole. Nahed si mise a sedere ai suoi piedi, immobile. Interiormente tremava dalla paura, ma non riusciva a distogliere lo sguardo da Lui. Desiderava amarLo e adorarLo con tutto il cuore e una pace profonda la invase.

A un tratto Egli cominciò a parlare: “è finito Nahed?”

Come sapeva il suo nome? Aveva troppa paura per fare domande.

“Sì… è finito”, mormorò capace appena di pronunciare quelle parole.

Raccolse tutte le sue forze e Lo guardò di sfuggita un’altra volta per darsi un contegno.

“Ne sei certa, Nahed? le chiese.

“Sì, ne sono certa”, rispose lei.

Con la stessa voce calma continuò: “Allora non è più necessario che mi occupi della faccenda?”

“No, non è più necessario che te ne occupi”, gli assicurò.

“È finito”.

“Non avere paura. Guardami”.

Ciò che vide era indescrivibile. Tanto amore, tanto splendore, tanto fulgore!

La visione sparì lasciando Nahed impaurita. Si sentì debole e confusa. Svegliò i suoi familiari e li supplicò di aiutarla a capire ciò che aveva visto. I figli e il marito diedero varie risposte, ma nessuna di esse la soddisfece.

Per due o tre giorni chiese a tutti i cristiani che conosceva a scuola che cosa pensavano della visione. “Chi era?” chiese ripetutamente.

La sua segretaria Mary non era molto sicura, ma le mostrò alcune figure di persone. Su una era raffigurato Cristo. Somigliava un po’ alla Persona che aveva visto, ma l’uomo nella sua visione era molto più maestoso.

Infine descrisse la sua esperienza a un insegnante cristiano della scuola. Lui si inclinò indietro sulla sedia, sorrise ed esclamò: “Grazie Signore! Vuoi veramente sapere chi è stato Nahed? È stato Gesù!”

A dire il vero lei l’aveva già intuito, ma adesso ne era finalmente convinta. Scoppiò in lacrime e pianse per parecchio tempo.

In seguito Mary organizzò in segreto un incontro fra Nahed e un leader cristiano e le procurò una Bibbia. Ma dove avrebbe potuta leggerla senza correre rischi? Certamente non a casa con il marito e i figli presenti. Anche il suo ufficio a scuola, frequentato da tante persone, non era un luogo adatto.

Allora si ricordò del suo appartamento; l’aveva potuto prendere in affitto con i soldi che aveva ereditato dopo la morte di suo padre. A un tratto capì che quell’appartamento era la risposta di Dio al suo bisogno. Già da anni si era allontanata da suo marito e i figli erano ormai adulti e indipendenti.

Perciò nessuno si oppose alla sua decisione di lasciare la casa. Nahed fece le valige e cominciò una nuova vita come cristiana.

Ora aveva l’opportunità di andare ogni mattina presto in chiesa e di incontrare chi poteva darle insegnamenti riguardo la sua nuova fede. Cresceva in grazia, mentre Dio le cambiava il cuore.

A scuola le cose andarono avanti ancora per un anno, ma tutti notarono che Nahed era cambiata. Non esisteva più la decana prepotente, altera e arrogante di cui prima avevano tanta paura. Un giorno un suo collega chiese: “Che cos’è successo alla vecchia Nahed?”

Lei avrebbe voluto rispondere: “Quella vecchia Nahed è morta e la Nahed che sta adesso davanti a te è una figlia di Cristo!” Ma non lo disse; invece sorrise e rispose: “ora conosco Dio molto meglio e per questo sono cambiata. Ho lasciato la mia vecchia vita e voglio viverne una nuova.”

Dio continuò a parlare a Nahed attraverso visioni e sogni. In quel modo le mostrò che cosa la stava aspettando. All’inizio del 1989 Dio le insegnò in modo incisivo che Gesù aveva sofferto per lei sulla croce. Riflettendo realizzò che forse un giorno avrebbe dovuto soffrire per Lui. Pensò alle numerose prove che aveva già subito. Era stata spesso malata. Quasi non trascorreva un anno senza operazioni o incidenti. Forse Dio aveva risparmiato la sua vita per uno scopo preciso?

[Tratto da: “ma la loro gioia rimane”, di Anneke Companjen, edito da Porte Aperte, seconda edizione aprile 2009, pagg. 98 – 100]

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

No Temas Sino Habla

Entonces él Señor dijo de noche en visión á Pablo: No temas, sino habla, y no calles: Porque yo estoy contigo, y ninguno te podrá hacer mal (Hechos 18:9-10)

Blog di Aldo Prendi

Per la diffusione e la difesa delle dottrine bibliche

Acordai-vos

Tocai a trombeta em Sião, e dai o alarma no meu santo monte.

Egli è altresì scritto...

Blog di Nicola Iannazzo

Destatevi

"Suonate la tromba in Sion e date l'allarme sul mio santo monte" (Gioele 2:1)

Il Buon Deposito

Dottrine della Bibbia

La Massoneria Smascherata

"non v'è niente di nascosto che non abbia ad essere scoperto" (Matteo 10:26)

Listen to the sound of the sword

«Stand in the ways and see, and ask for the old paths, where the good way is, and walk in it» (Jeremiah 6:16)

Sana Dottrina

Perché verrà il tempo che non sopporteranno la sana dottrina; ma per prurito d'udire si accumuleranno dottori secondo le loro proprie voglie e distoglieranno le orecchie dalla verità e si volgeranno alle favole.(2Timoteo 4:3-4)

La Buona Strada

Blog di Giuseppe Piredda, cristiano evangelico pentecostale trinitariano fondamentalista

He who has ears let him hear

A voice crying in the wilderness

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: