Vai al contenuto

Pentecostali in Italia sempre più conformi al mondo

25 marzo 2011

Pentecostali in Italia sempre più conformi al mondo

Alla cerimonia di commemorazione del 67° anniversario, dell’eccidio del 1944 dei caduti delle Fosse Ardeatine, per la prima volta da quando è stata istituita questa commemorazione, ha partecipato una delegazione delle chiese evangeliche, in ricordo del credente evangelico pentecostale, Fidardo De Simoni, tra le vittime dell’eccidio nazista.

La delegazione era composta da Felice Antonio Loria, presidente delle Assemblee di Dio in Italia (ADI), Agostino Masdea pastore della Chiesa Pentecostale che si raduna in Via Giorgio de Chirico, Roma, zona Tor Sapienza, e Stefano Bogliolo pastore della Chiesa Pentecostale di Torre Angela, e coordinatore per l’Italia centrale dell’Alleanza Evangelica Italiana (AEI), e Stefania Mascitti, nipote del De Simoni.

La cerimonia si è conclusa con una prima invocazione secondo il rito cattolico, condotta del cappellano militare presso la Presidenza Della Repubblica, che ha dato lettura del Salmo 23, una seconda invocazione secondo il rito ebraico, condotta dal Rabbino Capo di Roma, Riccardo di Segni, che ha letto prima il Salmo 130, poi ha recitato l’Iscor, la preghiera della commemorazione, e a seguire il Kaddish la preghiera di consacrazione a Dio.

Ritengo questa partecipazione pentecostale a questa commemorazione pagana uno dei tanti segni attestanti che molte Chiese del Movimento Pentecostale in Italia ormai sono ben conformate al presente secolo malvagio, ed hanno sicuramente intenzione di conformarsi sempre maggiormente, per piacere agli uomini. Da questo tipo di Chiese non rimane altro che uscirsene e separarsene, perchè hanno deciso di gettarsi la Parola di Dio dietro alle spalle.

Giacinto Butindaro

[Tratto dal blog “Chi ha orecchie da udire oda”, curato da Giacinto Butindaro V.D.M.]

Dal sito: www.buonanotizia.org

Annunci
6 commenti leave one →
  1. pierluigi permalink
    25 marzo 2011 21:33

    ma per favore !!! io ci sarei andato volentieri!! sarebbe stato un onore!! cercate di finirla

    Mi piace

  2. 25 marzo 2011 21:46

    Il fatto che tu e altri ci sareste voluti andare a sentire le omelie del prete e del rabbino, non significa che biblicamente sia corretto.

    Mi piace

  3. 25 marzo 2011 23:04

    Se ci mettessimo a commemorare tutti i morti a motivo dell’evangelo, ne avremmo di cerimonie da fare.
    Inoltre, è da notare questo credente pentecostale non è morto a motivo dell’evangelo, ma per aver ospitato degli inglesi, al limite si dovrebbe commemorare come patriota, ma non come credente.
    Ecco cosa è riportato su evangelici.net:
    “ROMA – In seguito all’incontro dell’11 marzo di una delegazione AEI (Alleanza evangelica italiana) con il sindaco di Roma, Gianni Alemanno, quest’anno, per ricordare Fidardo De Simoni, una rappresentanza di cristiani evangelici ha potuto partecipare alla cerimonia di commemorazione dei caduti nell’eccidio del 24 marzo 1944 alle Fosse Ardeatine.

    Fidardo De Simoni, evangelico pentecostale, figura, infatti, tra le 335 vittime dell’eccidio nazista. Convertitosi all’Evangelo nel 1935, proprio nell’anno in cui ebbero inizio le persecuzioni contro il movimento pentecostale italiano, De Simoni era finito in carcere a Regina Coeli per aver dato ospitalità a due soldati inglesi.

    Che fosse pentecostale non fu direttamente la causa del suo arresto, se non perché, essendo un cristiano militante, agì per carità cristiana e su pressioni della moglie e di una delle figlie, ma esserlo fu certamente un’aggravante viste le disposizioni persecutorie con cui il regime fascista mise al bando il culto pentecostale con una circolare del 9 aprile 1935, a firma del sottosegretario all’interno Buffarini Guidi, controfirmata dal ministro Bocchini del governo Mussolini, che ordinava la chiusura di tutte le chiese pentecostali, affermando che il culto pentecostale era un pericolo per “l’integrità della razza”.

    Oltre a responsabili di comunità e associazioni cristiane evangeliche, della delegazione ha fatto parte Stefania Mascitti, nipote di De Simoni.

    «È importante – ha dichiarato Leonardo De Chirico, vice-presidente AEI – che gli evangelici siano consapevoli della loro storia che è anche la storia del nostro Paese, dei suoi momenti felici come dei suoi drammi. La Bibbia ci comanda non di venerare i morti, ma di ricordare quelli che ci hanno preceduto per imitarne la fede nel nostro tempo». [gp]”

    [Articolo tratto da questa pagina: http://www.evangelici.net/notizie/1301001600.html ]
    Quindi, ribadisco, la tua ira, Pierluigi, non ha motivo di esistere, e dovresti anche scusarti con me per le asserzioni fatte, io me le aspetto.

    Mi piace

  4. pierluigi permalink
    27 marzo 2011 20:02

    “ma per favore !!! io ci sarei andato volentieri!! sarebbe stato un onore!! cercate di finirla”……
    SFIDO QUALUNQUE LETTORE DI BUONA VOLONTA’ A DIMOSTRARE QUALE STATO D’IRA TRAPELA DALLA AFFERMAZIONE DI CUI SOPRA.
    IO LO CHIAMEREI DISAPPUNTO. NON CERTO IRA.
    GIUSEPPE, DAI!!!! CERTO CHE MI SCUSO CON TE!!
    TI SEI SENTITO ATTACCATO DA QUESTE PAROLE SEMPLICI!! COSA DOVREBBERO DIRE TUTTE LE PERSONE INDICATE NEL VOSTRA “BLACK LIST”? LE QUALI, SPESSO, SONO DA VOI ASPRAMENTE ADDITATE SOL PER IL FATTO DI AVER OSPITATO O APPROVATO ALCUNI MINISTRI DI DIO A VOI NON BEN ACCETTI.
    GUARDATE A VOI. GUARDA TE.
    COMUNQUE IO LE MIE SCUSE TE LE PORGO PERCHE’ MAGARI LE MIE PAROLE HANNO OFFESO LA TUA SENSIBILITA’. TI INVITO A CONSIDERARE LA SENSIBILITA’ DEGLI ALTRI.
    CIAO

    Mi piace

  5. 27 marzo 2011 23:25

    Devo dire che la tua risposta mi è piaciuta, nelle parole e nei toni, forti ma nel modo giusto, come piace a me.
    Più che altro sono rimasto male del tuo precedente commento perché lo ritenevi come qualcosa di obbligatorio da fare peri i santi, invece non è così. Tu avresti fatto bene a partecipare, ma come italiano, contro lo scempio nazista, ma non come pentecostale defraudato di una vita.
    Perché se dobbiamo COMMEMORARE tutti i morti evangelici, non ne usciremmo più. Inoltre, perché commemorare solo l’evangelico morto nelle fosse ardeatine?
    Per le scuse sono naturalmente accettate, e ti ringrazio per le tue parole, che come sempre mi fanno riflettere, anche quando non sono d’accordo, ma mi fanno sempre riflettere.
    Per quanto riguarda ciò che diciamo su tutti, beh, è una questione di giustizia, avendo cominciato nel confutare i testimoni di Geova e i cattolici romani, lungo la via ci si è accorti di tutte le FALSE dottrine che venivano insegnate in ambito evangelico, dannose quanto quelle altre, ed anche di più, quindi era doveroso far conoscere anche quelle.
    Finora non ci sono state se non timide risposte poco convincenti alle varie confutazioni, così gli interessati hanno dimostrato di non essere in grado di dimostrare di aver detto la verità.
    Per quanto riguarda la sensibilità di coloro che vengono qui elencati, ebbene bisogna tenerne conto sia dal punto di vista di quando vengono attaccati, sia dal punto di vista di quando attaccano loro taluni membri delle loro comunità, maltrattandoli e disprezzandoli.
    Chi esorta gli altri ad essere sensibile, deve esserlo a sua volta con gli altri, e per ciò che mi è venuto all’orecchio, molti di quelli qui elencati non hanno mostrato molta sensibilità verso gli altri.
    Pace a te e che Dio ti benedica.

    Mi piace

  6. pierluigi permalink
    28 marzo 2011 17:53

    ho un certo spirito patriottico caro fratello. infatti dicendo che per me sarebbe stato un onore andarci intendevo riferirmi proprio al senso di rispetto che si deve, a mio avviso, a coloro che sono state vittime della barbarie nazi-fascista.
    oltretutto sono stato alle fosse ardeatine e devo dirti che è un luogo che fa molto riflettere su quanto accaduto per mano degli allora regimi totalitari.
    Beh !! pentecostale o no, non andrei certo li per questo! davanti a delle morti così drammatiche è solo il senso di pietà a spingerci a commemorare tali caduti nella speranza, da ravvivare sempre, che tali scempi non si ripetano più.
    Pace fratello, non era mia intenzione offendere. spero che il mio intervento sia più chiaro.
    Sulle parole che spendete per gli altri sai come la penso.
    potremmo non essere d’accordo con loro ma c’è un limite. almeno, io la penso così. non pretendo che il mi modo di vedere la cosa sia quello assoluto.
    ciao !! e che Dio ti benedica!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

No Temas Sino Habla

Entonces él Señor dijo de noche en visión á Pablo: No temas, sino habla, y no calles: Porque yo estoy contigo, y ninguno te podrá hacer mal (Hechos 18:9-10)

Blog di Aldo Prendi

Per la diffusione e la difesa delle dottrine bibliche

Acordai-vos

Tocai a trombeta em Sião, e dai o alarma no meu santo monte.

Egli è altresì scritto...

Blog di Nicola Iannazzo

Destatevi

"Suonate la tromba in Sion e date l'allarme sul mio santo monte" (Gioele 2:1)

Il Buon Deposito

Dottrine della Bibbia

La Massoneria Smascherata

"non v'è niente di nascosto che non abbia ad essere scoperto" (Matteo 10:26)

Listen to the sound of the sword

«Stand in the ways and see, and ask for the old paths, where the good way is, and walk in it» (Jeremiah 6:16)

apologeticum

Siate sempre pronti a render conto della speranza che è in voi a tutti quelli che vi chiedono spiegazioni. Ma fatelo con mansuetudine e rispetto, e avendo la coscienza pulita (1 Pt 3, 15-16)

Sana Dottrina

Perché verrà il tempo che non sopporteranno la sana dottrina; ma per prurito d'udire si accumuleranno dottori secondo le loro proprie voglie e distoglieranno le orecchie dalla verità e si volgeranno alle favole.(2Timoteo 4:3-4)

La Buona Strada

Blog di Giuseppe Piredda, cristiano evangelico pentecostale trinitariano fondamentalista

He who has ears let him hear

A voice crying in the wilderness

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: