Vai al contenuto

Predicatore Pentecostale ‘Zaccardiano’ accusato di violenza sessuale su ragazza minorenne: chiesti 8 anni

1 aprile 2011

Predicatore Pentecostale ‘Zaccardiano’ accusato di violenza sessuale su ragazza minorenne: chiesti 8 anni

Il predicatore Eliseo Capriotti di cui si parla in questo articolo, e per il quale il Pubblico Ministero ha chiesto 8 anni di carcere per avere abusato di una ragazza allora minorenne, fa parte dei Pentecostali Zaccardiani. Leggi qua

TERAMO. Per la pubblica accusa è colpevole di aver abusato più volte di un’adepta, all’epoca dei fatti minorenne, e per questo va condannato ad otto anni. E’ la richiesta del pm Laura Colica per Eliseo Capriotti, il predicatore di una comunità evangelica di Teramo. Per la sentenza bisognerà attendere il 13 aprile, data in cui i giudici del collegio (presidente Giovanni Spinosa, a latere Angela Di Girolamo e Ileana Ramundo) si riuniranno in camera di consiglio.

Ieri pomeriggio parte civile, pm e difesa si sono dati battaglia in arringhe e requisitorie andate avanti per più di cinque ore. Il pubblico ministero ha ripercorso tutta la vicenda, rimarcando con forza le accuse contro l’uomo. L’avvocato di parte civile Ernesto Bucci ha chiesto anche l’invio degli atti al pm per falsa testimonianza a carico di alcuni esponenti della comunità che hanno testimoniato nel corso delle varie udienze. Gli avvocati Fabrizio Acronzio e Gennaro Lettieri, difensori dell’uomo, hanno ribadito la totale estraneità del loro assistito ai fatti.

I FATTI. I fatti, secondo l’accusa, si sarebbero verificati proprio nella sede teramana del gruppo religioso, una palazzina di via Pigliacelli, tra il 1998 e il 2002. La vittima li raccontati personalmente davanti al collegio in una drammatica udienza di qualche mese fa. La donna ha raccontato di quando, 12enne e appena guarita da un tumore, venne mandata dai genitori dai confratelli teramani. Qui più volte avrebbe subito le attenzioni particolari di Eliseo Capriotti, che un paio di volte avrebbe tentato di violentarla senza riuscirvi masturbandosi ripetutamente davanti a lei e spesso svegliandola di notte. L’accusato, secondo la vittima, l’avrebbe costretta al silenzio minacciandola in vari modi (prima «Se racconti qualcosa a qualcuno ti ammazzo», poi «Io sono un predicatore, se mi denunci non ti crede nessuno. Ti cacciamo dalla comunità e ti separiamo dalla tua famiglia»). La tensione nella ragazza era salita al punto da procurarle un’emiparesi e un ricovero in neurologia.

Poi, la svolta. La giovane riesce ad allontanarsi dalla comunità teramana, riprende gli studi in Puglia e nel 2003 sposa un confratello pugliese. Quando diventa madre, decide («perché anche mio figlio dovrà crescere nella comunità») di denunciare l’uomo che le ha fatto tutto quel male. Ne parla ai familiari, li convince ad aiutarla.

LA REGISTRAZIONE. Contatta Capriotti con una scusa, lo vede con un registratore acceso addosso e gli fa ammettere le violenze avvenute anni prima. «Prega per me, ho sbagliato», le avrebbe detto l’uomo in quel colloquio. Una registrazione diventata uno dei capisaldi dell’accusa ieri mattina in aula è stato ascoltato il perito fonico Piero Benedetti. Nel corso delle numerose udienze sono emerse tesi opposte da parte dei vari testimoni. Quelli dell’accusa hanno rievocato episodi della cui gravità all’epoca non si rendevano conto e che hanno compreso solo quando la ragazza ha deciso di raccontare le violenze che avrebbe subìto. Quelli della difesa hanno evidenziato il rapporto di affetto quasi paterno che Capriotti avrebbe avuto con la giovane e sottolineato di non essersi mai accorti che qualcosa non andava. Capriotti non si è presentato davanti ai giudici. Sono state acquisite le dichiarazioni rese al pm.

Articolo tratto da: Sito web de "Il Centro - Teramo"

6 commenti leave one →
  1. pierluigi permalink
    2 aprile 2011 00:59

    certe notizie si pubblicano almeno dopo la sentenza di primo grado! farlo ora è scorretto!! significa mettere alla berlina un individuo presunto innocente! se sarà riconosciuto colpevole allora fate i vostri commenti! se lo facessero con voi sareste contenti? allora non fate agli altri quello che non vorreste fosse fatto a voi! condannate quei fratelli che portano in giudizio altri fratelli ma voi fate peggio! non si fa così!

    "Mi piace"

  2. 2 aprile 2011 12:56

    Forse non è stato chiaro il fatto che non abbiamo fatto commenti, ma solo riportato la notizia. Quando sarà condannato faremmo i nostri commenti, se sarà assolto metteremo ugualmente la notizia e la commenteremo, ma siccome esiste la registrazione che inchioda quel pastore, dubito che ne uscirà innocente, forse l’avvocato riuscirà a far diminuire la pena, ma farà fatica a smontare l’accusa con la registrazione, se si dimostra verace e non manipolata.
    Io faccio agli altri ciò che avrei voluto che si fosse fatto a me, infatti l’utilità di questo articolo sta nel fatto di mettere in guardia TUTTE LE MAMME E I PAPA’, di non affidare COMPLETAMENTE le vite dei propri fanciulli indifesi ad altre persone, neppure se si tratta di pastori e altri uomini. Almeno devono stare in guardia ed essere attenti a tutto.
    Mi dispiace Pierluigi che una persona intelligente come te e preparata giuridicamente non abbia compreso il senso della pubblicazione di questo articolo e la gravità del fatto, forse sarà più comprensibile quando la commenteremo, quando ci sarà la sentenza. Inoltre se tu conoscessi bene la spietatezza dei pastori zaccardiani e dei danni che hanno fatto a tante vite dei credenti, ti renderesti conto che SE E’ COLPEVOLE, ed io penso che lo sia, almeno che le registrazioni non siano taroccate, ma il perito lo dirà, dico se è colpevole, si merita tutta la vergogna e l’ignominia.
    Sono veramente dispiaciuto di questo tuo intervento insensato, me lo sarei aspettato da altri ma non da te, almeno in un campo che sembrava essere la tua materia, invece, sono rimasto deluso delle tue affermazioni che a mio parere sono insensate.
    Io non ho condannato nessuno, io ho solo riportato questa notizia CHE NESSUN ALTRO canale evangelico ha piacere di riportare, ma così non è informazione, ma è propaganda.
    Ribadisco, noi abbiamo messo SOLO LA NOTIZIA RIPORTATA nei giornali, ne più ne meno, SENZA NESSUN COMMENTO, ma se vuoi sapere il mio parere, tu e gli altri, da uomo di legge in cui sono pure io, ti dico che tutto è legato alle registrazioni e al responso del perito, se conferma che le registrazioni sono veraci, a parer mio 8 ANNI SONO POCHI, io gli darei l’ergastolo. Pensa se avrebbe fatto del male a tua figlia, e alla copertura dei membri di chiesa, se non ti saresti sentito male e tradito da tutti. Beh, adesso sei riuscito a farmi commentare anche questo articolo che non avrei voluto farlo per ora, ma solo dopo la sentenza, comunque le cose da esaminare e da considerare sono queste, e soprattutto VOGLIO ESORTARE TUTTI I PADRI E LE MADRI a stare attenti ai loro figli, a seguirli in ogni cosa affincHé non accada loro nulla.
    Spero che i prossimi interventi su questo articolo siano più sensati e meno dolorosi di questo, perché mi ha fatto male, nessuna parola di biasmo contro il peccato, ma solo verso i giornalisti che riportano il fatto, verso di noi, che siamo diventati antipatici perché NON FACCIAMO PROPAGANDA ma INFORMAZIONE.

    "Mi piace"

  3. pierluigi permalink
    2 aprile 2011 13:55

    se ti sembra insensato un commento garantista come il mio allora ti invitorivisitare i principi della costituzione italiana e dare uno sguardo ai capisaldi degli ordinamenti democratici.
    Avrei fatto un commento di tal fatta anche per una persona diversa dal pastore zaccardiano e dunque anche per un non credente.
    Il tuo commento è venuto fuori comunque. Dunque avevo inteso bene lo spirito del tuo articolo.
    Da non credenti mi sarei aspettato questo post ma da credenti no. Almeno prima della sentenza.
    Il vostro post è pubblicato ad uno scopo soltanto che è il medesimo di tutti gli altri. Denigrare.
    Mi spiace ma la penso così.

    "Mi piace"

  4. 2 aprile 2011 15:44

    Mi dispiace ma la pensi male, prima di tutto perché tu hai giudicato TUTTI gli articoli di questi blog come tutti negativi, e non è assolutamente così, perchè solo una parte sono dedicati a informazione e a riprensione di scandali; la seconda cosa è che ho commentato in seguito al tuo disappunto, prematuramente sì, ma è stata una risposta che mi sono sentito di dare dopo le accuse mossemi.
    Lo scopo per cui ho pubblicato questo articolo l’ho spiegato e lo ripeto nuovamente: PER METTERE IN GUARDIA TUTTE LE MAMME E TUTTI I PAPA’, e ciò mi pare che sia una cosa buona. Ho messo in guardia anche i padri e madri cattoliche contro la pedofilia dei preti, ed ora non metterei in guardia i fratelli e le sorelle in fede contro la pedofilia che sta crescendo anche in mezzo al popolo di Dio? Certo che lo faccio, quando se ne presenta l’opportunità.
    Quante cose sappiamo che non abbiamo detto, ma ci stiamo limitando solo a FAR RIFLETTERE I SANTI su cose già PUBBLICHE, RIPETO: COSE CHE SONO GIA’ PUBBLICHE, come questi articoli (anche altri quotidiani hanno riportato la notizia, ma noi ci siamo limitati a due, mi pare che bastino).
    Per quanto riguarda il merito della sentenza, beh, i giornalisti hanno riportato una serie di informazioni utili al pronunciamento della sentenza che non lasciano scampo, io quella registrazione, se verace (questo è l’unica cosa che potrebbe far uscire INNOCENTE quel pastore) la ritengo COME UNA CONFESSIONE DI REITA’, pertanto, trattandosi non più di INDAGATO ma di IMPUTATO, ho ritenuto l’accusa fondata solidamente e del tutto inattaccabile.
    Ma c’è di più, è stato chiesta un’azione penale anche per quelle persone membre della comunità per aver FATTO FALSE DICHIARAZIONI, per non aver collaborato a far luce ma hanno operato per NASCONDERE LA VERITA’.
    Ormai manca solo la sentenza, le indagini sono chiuse, i capi d’imputazione sono stati presentati, gli elementi di prova sono emersi e taluni sono stati riportati sui quotidiani, quindi, a parer mio, e sfido chiunque a dire il contrario, CON la REGISTRAZIONE/CONFESSIONE dell’imputato, sarà certamente riconosciuto colpevole.
    Certo guardiamo alla costituzione, ma prima della costituzione viene la sapienza spirituale di cui siamo stati dotati da Dio.
    Da questo tuo secondo commento sono rimasto sbalordito dal fatto che hai voluto per forza accusarmi di DENIGRARE, ma prendendo ad esempio questo articolo dov’è la denigrazione? Qui non si tratta di maldicenza, ma di cose concrete, di informazioni riportate da articoli di giornale già pubblicati, già in mano a molti increduli che a tal motivo disprezzeranno il buon nome di Gesù Cristo.
    La medesima cosa la potrei spiegare per ogni altro post che è stato pubblicato in questo sito, tutte cose già pubbliche, talvolta mal comprese dai santi, che devono essere spiegate loro in modo semplice, e noi lo stiamo facendo.
    Sono altri i siti che denigrano, e ce ne sono tanti, che denigrano il fratello Giacinto, insultandolo in tutti le maniere, e la cosa che più mi fa ribrezzo è il fatto che SI MANTENGONO ANONIMI questi codardi. Sì, fratelli, perché c’è una GRANDISSIMA DIFFERENZA fra chi vi parla e vi dice chi è realmente, da chi vi parla e SI MANTIENE ANONIMO. I codardi sono la specie di persone che sopporto meno, quelli silenziosi, GLI YESMAN, che sono sempre pronti a difendere il pastore e l’organizzazione, anziché valutare la giustizia e la verità di ogni cosa.
    QUI, DENIGRATORI, non se ne trovano, i DENIGRATORI sono una razza di gente che troverai nei salotti di molti pastori, che MALEDICONO IL FRATELLO BUTINDARO in privato, ma in pubblico NON HANNO IL CORAGGGIO DI DIRE NIENTE.
    Eppure non sono i mezzi che mancano loro, hanno MIGLIAIA DI SITI WEB, hanno centinaia DI RADIO EVANGELICHE, RIVISTE QUINDICINALI E MENSILI, HANNO LE TELEVISIONI A LORO DISPOSIZIONE, e non RIESCONO A DIRE NULLA DI SENSATO contro le parole di Butindaro, NULLA!
    Sto parlando così perché è stato messo in discussione tutto su questo blog, ma qui non si trova la MALDICENZA E LA DENIGRAZIONE, perchè qui è TUTTO PROVATO E VERO, qui non si calunnia e non si DIFFAMA, perchè è già tutto pubblico e già a conoscenza della rete, noi esprimiamo solo il nostro pensiero.
    Mi dispiace veramente della tua imparzialità, della tua mancanza di una base minima di senso spirituale e di conoscenza biblica e di amore della verità.
    La mia coscienza in ciò che faccio qui non mi accusa di nulla, anzi, sono diversi i fratelli che ci incoraggiano a continuare.
    Quando si ricevono queste parole da una sorella: “SONO CONVERTITA DA PIU’ DI 14 ANNIA, ED HO IMPARATO PIù IN QUESTO HANNO SUL WEB CHE NEGLI ALTRI ANNI IN COMUNITA'”, il nostro cuore è ricreato, e le nostre mani si fortificano e sono un segnale che LA STRADA E’ QUESTA E BISOGNA CONTINUARE COSì.
    Dagli avversari abbiamo ricevuto solo parole prive di sostanza e di sapienza, e quando hanno provato a citare la Parola di Dio sono rimasti schiacciati dalla stessa, perchè non si può nulla contro la verità.
    Fratelli, l’ultima frase e poi termino, ma se BUTINDARO non è da Dio, se Butindaro è GOLIATH che insulta le schiere del popolo di Dio, domandatevi come mai il popolo di DIo non HA TROVATO ANCORA UN DAVIDE che lo fa tacere mostrando a tutti che BIBLICAMENTE SI SBAGLIA?
    No, vi dico, Butindaro è come Jonathan, che da solo con il suo scudiero ha dato l’assalto alle schiere dell’esercito dei FILISTEI ed ha vinto, e questi si sono dati alla fuga. Oggi, perchè FUGGONO DALLA LOTTA tutti questi pastori che vengono chiamati in causa? E quei pochi che si azzardano a rispondere non fanno altro che aggravare la loro situazione.
    Termino con le parole di Richard Baxter:
    “è l’amore per la Verità della Parola di Dio e per la chiesa che ci spinge nel fare ciò che facciamo.”
    E ancora:
    “Non possiamo tacere nel vedere come lasciate scivolare le persone verso la perdizione, mentre la chiesa è trascinata in grande pericolo e confusione!”
    Non siamo noi che stiamo prelevando i soldi ai fratelli, sono altri a farlo. Lo potete notare periodicamente quando predicano su quell’argomento e quando passano con il sacchetto per le offerte, e come vi guardano storto se voi non mettete niente. Ah, ricordatevi di non mettere le monetine, perchè questi PASTORI che non MALEDICONO e NON DENIGRANO NESSUNO vogliono solo “carta moneta”.

    VI ESORTO, FRATELLI, AD ESSERE CREDENTI E NON CREDULONI.

    "Mi piace"

  5. 13 aprile 2011 21:06

    Pace a tutti voi, fratelli nel Signore, che temete Iddio.
    Eliseo Capriotti, tanto difeso da qualcuno, è stato CONDANNATO per il misfatto commesso.
    Eccovi il link dell’articolo: https://labuonastrada.wordpress.com/2011/04/13/il-predicatore-pentecostale-%e2%80%98zaccardiano%e2%80%99-eliseo-capriotti-e-stato-condannato-a-dieci-anni-per-violenza-sessuale-su-minorenne/

    Comprendo che apprendere certe cose che vorremmo che non avvenissero mai, sopratutto in ambito evangelico, fa molto male, ma purtroppo oggi il mondo è penetrato nelle chiese evangeliche con tutta la sua malvagità portando devastazione, dolore e tristezza, e noi se chiudessimo gli occhi non lo faremmo scomparire, anzi, lo faremmo prosperare. Per quanto mi riguarda questo non posso permetterlo, per quanto è in mio potere io mi opporrò sempre al male e al dolore e agli scandali, anche se per taluni facendo così non sono simpatico, ma io devo obbedire a Colui che mi ha acquistato a caro prezzo, devo obbedire a Colui che mi darà la mia ricompensa a suo tempo, e non devo obbedire agli uomini e compiacere loro. Ringraziato sia il Signore che ha avuto pietà di noi.

    "Mi piace"

  6. 13 aprile 2011 21:22

    Qualcuno mi deve delle scuse e deve riconoscere che le mie valutazioni riguardo all’inchiesta e alla sentenza erano fondate.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...