Vai al contenuto

Altri credenti che hanno rigettato le false dottrine della Chiesa dei Fratelli

16 settembre 2011

Altri credenti che hanno rigettato le false dottrine della Chiesa dei Fratelli

Questa lettera speditami dal fratello Raimondo viene da me pubblicata con il suo consenso, nella speranza che altri credenti appartenenti alla Chiesa dei Fratelli comprendano i gravi errori dottrinali che essa diffonde. Mi riferisco in particolare alla falsa dottrina ‘una volta salvati sempre salvati’, e ai loro falsi insegnamenti sul battesimo con lo Spirito Santo, sulle lingue e sui doni spirituali.
Siamo contenti e grati a Dio per come Egli continua ad aprire la mente a dei fratelli per fargli intendere le Scritture. A Lui sia la gloria ora e in eterno.
Amen.
Giacinto Butindaro

P.s. Nella foto il conte fiorentino Piero Guicciardini (1808-1886) che è alle origini della Chiesa dei Fratelli in Italia.


Pace fratello Giacinto,
sono felice di poter comunicare con te la fede in Cristo Gesu’ e confidarti il mio passato da quando ho conosciuto il Signore e d’aver accettato Cristo nel mio cuore.
All’ inizio dell’ anno 1991, ho conosciuto Cristo tramite mia moglie. Prima di convertirmi, ero ateo, non credevo assolutamente che esistesse Dio. Ma Egli che è ricco di misericordia, il Signore ha avuto pazienza per le nostre anime!
Un bel giorno, mia moglie, mi chiese se poteva invitare il “pastore” della comunità (dell’ assemblea dei fratelli) così accettai la proposta d’invitarlo, ero curioso chi fossero gli evangelici. Il pastore venne all’invito e così nacque un bel colloquio tra noi e fu qualcosa di maraviglioso e tocco’ il mio cuore!

Dopo qualche anno di conversione, io e mia moglie, chiedemmo di battezzarci e così fu. Fu un giorno splendido. La mia testimonianza e quella di mia moglie toccarono i cuori di tutti gli invitati non credenti.
Dopo tre anni della mia conversione, il Pastore riconobbe il mio dono e mi chiese se potevo portare qualche piccolo pensiero la domenica prima della predicazione, io accettai l’invito con tanto timore di non fare errori dottrinali. Il pensiero è stato accolto da tutta l’assemblea in modo soddisfacente.
Negli anni avvenire mi diedero dei compiti piu’ impegnativi, presentare il culto domenicale quando erano assenti i… responsabili.
Dopo qualche tempo si presentarono i problemi nei miei riguardi e verso mia moglie. Il mio spirito era quasi sempre triste per via delle gelosie. Leggendo attentamente la parola compresi che quella comunità, alla quale facevo parte, aveva problemi dottrinali e cominciai ad indagare la vita del pastore chi era veramente! Dopo qualche tempo capii la sua personalità e i suoi insegnamenti dottrinali che provenivano dalla denominazione a cui faceva parte (assemblea dei fratelli). Egli era indottrinato dalla sua denominazione. Allora io e mia moglie, cominciammo a studiare con attenzione la parola e trovammo tanti errori, come: “chi è salvato non perderà mai piu’ la vita eterna anche se il fratello commette errori madornali”. Capimmo anche il passo di (1Cor 13: 1-ecc). Chiesi spiegazioni, perchè loro davano una spiegazione confusa al riguardo e per questo motivo capii che la loro dottrina non era credibile. Sappi che a quell’ epoca non avevamo una conoscenza biblica completa, ma grazie a Dio, Egli ci aiuto’ nel comprenderla. Vedevo nella comunità anche dei “riguardi personali”, Dio boccia assolutamente questo comportamento! Il nostro spirito cominciava a rattristarsi. Per noi le notti erano difficili, perchè non riuscivamo a prendere sonno, perchè il nostro cuore era turbato. Così pregammo il Signore “Gesu’ Cristo” affinché potessimo avere una risposta tangibile e così fu. Dopo qualche mese; era il mese di giugno del (2004), chiedemmo ai responsabili di riunire tutti i fedeli per comunicare a loro la nostra decisione di allontanarci. Loro ci risposero che era meglio di evitare l’ incontro con tutti i fratelli, perchè con i nostri discorsi potevamo creare confusione a tutta l’assemblea. Per via del loro comportamento decidemmo, con determinazione di allontanarci dalla loro comunità.
Dopo qualche tempo fecero una riunione a nostra insaputa e ci criticarono di aver lasciato la loro comunità, quindi i fratelli che erano in buona fede, ad un certo punto ci giravano la faccia. Questo atteggiamento non biblico duro’ per qualche anno, ferendo il nostro cuore.
Nel frattempo raccontavano bugie e su bugie nei nostri riguardi entrando nella nostra vita privata. Nel frattempo incontrammo un fratello “pentecostale” delle (ADI). Eravamo affranti e ci aiuto’ a riprendere il nostro cammino spirituale.
Dopo qualche mese andammo via per [n.d.e. perchè notammo la] mancanza di coerenza. Così decidemmo, con l’ aiuto del Signore, di seguire il Signore a casa. Nel frattempo incontrammo degli amici (cattolici) ci invitarono a casa, così parlammo della nostra fede e della la nostra conversione a Cristo. Loro, dal nostro racconto furono compunti e decisero se potevamo leggere insieme la Bibbia. Per noi fu un miracolo, Dio aveva risposto alle nostre preghiere!
Tuttora stiamo portando questo ministerio per grazia del Signore a casa di questa famiglia. Da cattolici sono diventati in quattro anni cristiani con la c maiuscola.
All’ inizio di quest’ anno sono venuti a casa nostra i responsabili della comunità precedente (assemblea dei fratelli) per chiedere perdono per cio’ che hanno fatto nei nostri riguardi. Così chiesero se potevamo, come ai vecchi tempi, di condividere insieme il culto e tutto il resto. Chiedemmo che ci dessero un po’ di tempo per decidere. Tre mesi dopo, visto che loro avevano chiesto perdono e credendo che loro avessero cambiato modo di presentare la parola, così decidemmo di rientrare nella loro comunità; era il maggio del 2011.
Ci stiamo accorgendo che in realtà non è cambiato nulla dal loro modo di studiare la parola e presentare i culti. In questi anni abbiamo acquisito esperienza biblica sulle guarigioni e il parlare in lingue. Loro sanno che noi ci crediamo, ma cercano di convincerci di riportarci al loro metodo di insegnamento biblico (errato).
Grazie a Dio, ho trovato il blog del fratello Giacinto Butindaro, per me è stato un vero miracolo perchè ho potuto verificare tutti gli scritti e le predicazioni di Giacinto che, non avevo torto quando leggevo la parola e cercavo di confutare i loro discorsi, come sto facendo attualmente.
Ci sono alcune sorelle che stanno chiedendo aiuto, perchè si sentono oppresse da questi pseudi “responsabili”. Come tu mi hai suggerito per via telefonica di allontanarci, tu hai veramente ragione Giacinto, ma voglio ancora aspettare affinché queste meravigliose sorelle possano avere fiducia in noi. Così una volta sicuri, insieme alle sorelle, possiamo decidere di allontanarci e seguire solo il Signore, non gli insegnamenti di uomini ottusi dalla loro mente carnale.
Carissimo Fratello Giacinto, ora ti saluto con tanto affetto e tante benedizioni nel Signore.

Il Signore Gesu’ Cristo benedica il tuo operato.

Raimondo

16 Settembre 2011

[Tratto dal blog “Chi ha orecchie da udire oda”, curato da Giacinto Butindaro V.D.M.]

7 commenti leave one →
  1. 16 settembre 2011 16:48

    Si, il fine di questa testimonianza è il seguente: Lasciate qualsiasi chiesa Chiesa dei fratelli Adi,ect ect rimanete in casa e prendete esempio da Giacinto Butindaro e il suo profeta Piredda…ma dai…non le publicate proprio ste testimonianze…

    "Mi piace"

  2. 16 settembre 2011 18:02

    Un giorno quando mi sentirò scriverò anche io la mia, che non differisce molto da questa.
    Per quale motivo non dovremmo pubblicare questa testimonianza? Per far piacere a voi? No, noi pubblichiamo questa ed altre testimonianze del genere per incoraggiare i fratelli e le sorelle che sono maltrattati e perseguitati anche nel vostro mezzo, perché noi sappiamo bene che ci sono, e vogliamo incoraggiare e sostenere anche loro.
    Noi cerchiamo con l’aiuto di DIo di non trascurare nesssuno!

    "Mi piace"

  3. 16 settembre 2011 19:00

    Caro Giuseppe mi devi credere vorrei a tutti costi cercare un dialogo con te,un dialogo costruttivo al fine di rispetto e amor fraterno. Ma mi rendo conto che sono sforzi vani.
    In ogni modo avremmo anche noi da scrivere lettere di testimonianze di ex pentecostali che frequentavano il vostro mivimento e ne sono usciti fuori e hanno abbandonato il presunto “dono di lingue” e si sono resi conto che era solo un linguaggio estatico.
    Quindi in tutto questo a chi va l’incoraggiamento? Io credo fermamente che tale testimonianze servono solo a demolire il popolo di Dio e non costruiscono un bel niente!

    "Mi piace"

  4. 16 settembre 2011 19:08

    Si vede che sei poco attento, di testimonianze di false lingue che riguardano i pentecostali, poi scritti e studi biblici, noi siamo stati i primi a pubblicarle e a denunciare tali falsità. Quindi, su questo aspetto, qui sfondi una porta aperta. Noi non copriamo le malefatte di nessuno.
    Rimane il fatto che qualsiasi tipo di scandali vengano compiuti, pure la Parola di Dio rimane ferma in eterno, compreso quella della promessa dello Spirito santo con la manifestazione del segno delle lingue.
    Ci sono molti falsi fratelli, ma non per questo credo che non ci siano veri fratelli.
    Ci sono false dottrine, ma non per questo credo che non ci siano quelle vere.
    Ci sono falsi ministri, ma non per questo credo che non ci siano dei veri ministri di Dio.
    Ci sono la fede finta, la carità finta, ma non per queste esiste il vero.
    La medesima cosa vale per le lingue, siccome ci sono quelle false dobbiamo rigettare tutto anche quelle vere? Mi pare che non si possa fare questo ragionamento.

    "Mi piace"

  5. 16 settembre 2011 19:43

    Infatti, il mio discorso non era fondato su l’esistenza reale delle lingue,o sul battesimo dello Spirito Santo,se non sbaglio si discuteva della testimonianza che appariva un tantino discriminatoria nei confronti del corpo di Cristo.
    Inoltre,per tale testimonianza rimane solo un luogo comune. Non direi mai che nelle chiese pentecostali c’è maldicenza mentre in quella dei Battisti non c’è,non oserei mai dire che nella chiesa dei fratelli c’è irreprensibiltà,mentre in quella Valdese c’è disordine,sono e rimangono LUOGHI COMUNI.
    Per quanto mi riguarda l’esperienza personale debba rimanere tale,se no si rischia di generalizzare e gettare fango su di un’intero movimento,e questo credo che sia poco onesto.

    "Mi piace"

  6. 16 settembre 2011 20:26

    Ma una testimonianza è chiaro che riguarda persone, fatti e cose che sono circoscritte. Tuttavia, qualora certi comportamenti, o certi insegnamenti, o certi modi di fare sono generalizzati in tutte le comunità di quel tipo, allora siamo in presenza di un sistema che è sbagliato e non di un singolo che sbaglia.
    In breve, quello che voglio dire è questo: se quello che viene raccontato in questa testimonianza è accaduto solo in quella comunità, tutti i fratelli devono stare tranquilli, ma se acadono anche in quella che frequentano, allora grazie a questa testimonianza saranno sostenuti e consolati nel loro cuore perchè anche altri stanno subendo la loro stessa persecuzione o esperienza negativa.
    Comunque sia è utile a chi legge, e chi non c’entra con tali cose non ha nulla di cui preoccuparsi, infatti non viene detto che in tutte le comunità si fa in tale maniera, però si deve sapere che in quella comunità è stato fatto così.
    In verità ti devo dire che tali cose sono avvenute anche nella comunità che ho frequentato io.

    "Mi piace"

  7. giuseppe permalink
    16 settembre 2011 21:02

    Avere il coraggio di ammettere che si conoscono poco le Scritture, che si ha fiducia più nei conduttori che nella Parola di Dio, riconoscere i propri errori dottrinali quando fratelli che hanno un vero ministerio ce lo fanno sapere per il nostro bene, questo è edificare. E’ quando si calpesta la verità che emerge dalla Parola di Dio che si demolisce, è quando si fanno dei commenti di parte che si è poco edificanti.

    Giuseppe De Ieso

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...