Vai al contenuto

Come Dio mi ha salvato e fatto uscire dalla Chiesa ‘Parola della Grazia’

10 settembre 2012

Come Dio mi ha salvato e fatto uscire dalla Chiesa ‘Parola della Grazia’

Fratelli nel Signore, voglio raccontarvi come Dio mi ha prima salvato, e poi fatto uscire dalla Chiesa ‘Parola della Grazia’ di Palermo in quanto questa Chiesa ha rigettato una parte del consiglio di Dio.
Un giorno mi venne a trovare in officina dove io lavoro un vecchio amico, il quale di tanto in tanto mi parlava del SIGNORE, che mi invitò per l’ennesima volta a partecipare ad un culto presso la comunità Parola della Grazia di Palermo che lui stesso frequentava.
In quel periodo tutto cercavo tranne ciò che lui mi proponeva, cioè il Signore, e poi già l’idea di entrare a fare parte di una Chiesa evangelica mi dava molto fastidio anche perchè ero cattolico romano di nascita e frequentavo di tanto in tanto la chiesa cattolica.
In quel periodo ero molto preso dalle cose del mondo: mi piaceva vestirmi con abiti costosi, portavo orecchini, mi ero fatto diversi tatuaggi, ero molto preso da diversi tipi di gioco anche d’azzardo, fumavo sigarette e ogni tanto anche marijuana perché ero molto preso dal modo di pensare dei rasta.
Successivamente quello stesso amico mi venne a trovare nuovamente in officina, invitandomi un sabato del maggio 2011 ad un ‘concerto cristiano’ che si svolgeva nel locale di culto della Chiesa Cristiana ‘La Parola della Grazia’.
Quella sera mi sentii confuso, anche perché vidi un modo di parlare delle cose del SIGNORE che era diverso da quello a cui ero abituato da cattolico.
La domenica successiva partecipai al mio primo culto e lì vidi per la prima volta il pastore Lirio Porrello. Dopo la parola da lui ministrata mi invitarono a fare una preghiera che loro chiamano ‘la preghiera di salvezza’. E poi mi aggregarono ad un gruppo di preghiera che loro chiamano cellula.
Dopo queste cose ancora non realizzavo niente, anche perchè continuavo a fare tutte le cose che facevo prima.
Ma piano piano iniziai a leggere la Bibbia, cosa che io non facevo mai da cattolico, e più la leggevo e più la volevo leggere, e così iniziai a togliere le cosiddette ‘immagini sacre’ dai muri e a sostituirle con dei versetti della Bibbia, ma io in effetti in quella maniera mi sentivo solo di fare una religione.
Ma un bel giorno mentre stavo appendendo un versetto meditai la frase “senza la santificazione nessuno vedrà il SIGNORE” (Ebrei 12:14), e per tutto quel giorno quella parola ‘santificazione’ mi risuonò nell’orecchio, ma credetemi non sapevo neanche il suo significato.
L’amore verso il SIGNORE cresceva giorno dopo giorno e lì ho capito che lui stava per iniziare la sua opera, sentii come un’abbraccio caloroso ineffabile, mi sentivo felice, avevo le lacrime agli occhi e il petto soffocante. Ho capito subito che il SIGNORE mi aveva salvato dai miei peccati e mi sentii rinato. Tutto questo poi mi fu confermato dalla Bibbia quando ho letto cosa diceva sulla nuova nascita: e così mi resi conto di essere nato di nuovo per la grazia di Dio.
Ho sentito quindi subito il desiderio di farmi battezzare, ma un pò per un verso un pò per un altro non veniva mai il momento, ma a DIO è piaciuto che il 1/7/2012 fossi battezzato in acqua.
E mi venne di nuovo in mente quel versetto che ‘senza la santificazione nessuno vedrà il SIGNORE’. Ma che cosa era la santificazione? Astenersi dal male. Smisi quindi di fumare. E tutti mi chiedevano: ‘Ma come hai fatto?’ Non ho giocato più, ho tolto gli orecchini, gli anelli, tutti i vizi, e rinunciando alle concupiscenze del mondo mi sentivo di piacere a DIO. Ho fatto pace con tutti quelli con cui avevo litigato; e smisi di prendere gli antidepressivi, che prendevo da cinque anni.
Iniziai ad approfondire le SACRE SCRITTURE, continuando a frequentare la Chiesa della Parola della grazia di Palermo. Facevo tutte le cose che insegnava il pastore di quella chiesa, cioè Lirio Porrello, quando un bel giorno DIO ha guidato la mia mano affinchè su Internet giungessi al sito LA NUOVA VIA, dove notai che un certo Giacinto Butindaro aveva delle predicazioni audio. E così ne ascoltai una: quella che tratta la predestinazione. Ascoltandola, ho detto a me stesso: ‘E pensare che mi avevano fatto credere che avevo fatto tutto io!’ Quando parlai poi della predestinazione con il mio ‘leader’ citandogli alcuni versetti, mi disse subito: ‘A chi frequenti?’ Io gli risposi: ‘Era solo una domanda!’
Poi quando ho ascoltato la predicazione di Giacinto sulle lingue e l’interpretazione (e in seguito come mio solito ne ho parlato al mio leader), allora lì ho capito subito senza pensarci nemmeno una seconda volta che in quella comunità c’era qualcosa che non andava, ed oltre a ciò la Chiesa andava di male in peggio. E poi quando parlavo loro di determinate cose che andavo via via imparando mi davano sempre le stesse risposte che non mi soddisfacevano e neppure convincevano.
Sentendo predicare tutto il consiglio di Dio dal fratello Giacinto, compresi che in quella comunità le seguenti cose sono sbagliate alla luce della Bibbia.

Insegnano il cosiddetto libero arbitrio, e quindi non credono alla predestinazione;
predicano la prosperità;
ordinano di dare la decima, e poi stanno continuamente a chiedere soldi, soldi, e ancora soldi (mi hanno persino domandato 5 euro nel giorno del mio battesimo con il pretesto che servivano per lavare il camice bianco!);
fanno politica;
praticano la ‘caduta a terra’ e difatti stimano e appoggiano Benny Hinn;
pregano allo SPIRITO SANTO;
permettono alla donna di insegnare;
le donne quando pregano non si coprono il capo (a proposito quando una volta ho fatto notare questo mi è stato risposto: ‘Tu vivi troppo nella carnalità’);
le donne si vestono in maniera invereconda, e si truccano;
permettono all’uomo di portare i capelli lunghi (ho visto il figlio del pastore Lirio con i capelli lunghi);
permettono ai credenti di andare al mare;
fanno commercio con le cose relative al regno di Dio;
insegnano il rapimento segreto;
parlano in lingue a comando;
insegnano che Dio non manda malattie in alcun caso;
fanno teatro;
organizzano concerti.

Una sera invitai a casa mia il mio ‘leader’ e il capocellula, e gli feci ascoltare il pastore Lirio Porrello, pastore della Chiesa ‘Parola della grazia’ di Palermo, il quale nel corso di una sua predicazione che verteva sul dono di interpretazione delle lingue, ad un certo punto disse: ‘Ora, questa mattina, noi praticheremo quello che è scritto qui, e vi insegno come fare. Allora ‘chi parla in altre lingue, preghi di potere interpretare’. Lo vogliamo praticare? Ma cosa dobbiamo fare? Parliamo tre quarti d’ora in lingue, e aspettiamo l’interpretazione? Assolutamente no. Dobbiamo fare delle brevi frasi, e ci fermiamo, aspettando l’interpretazione. E lo faremo due, tre, quattro volte, come lo Spirito Santo ci guida. Così alza le tue mani, e in questo momento ci vogliamo rivolgere al Signore, vogliamo pregare, e come ci ha insegnato la Scrittura, lo facciamo. ‘Signore, noi ti chiediamo che tu ci fai interpretare le preghiere, i canti, i ringraziamenti, tutto ciò che noi diciamo nello Spirito, parlando in altre lingue, noi ti chiediamo che nella tua grazia tu ci concedi di poter intendere e interpretare quello che noi diciamo. Ora faremo così, lo pratichiamo. Voi parlate in lingue lo stesso tempo che parlo io, dopodiché ci fermiamo tutti quanti insieme e aspettiamo che arriva l’interpretazione’.
Essi mi risposero: ‘E che cosa ha detto di male?’ e poi si misero a calunniare il fratello Giacinto.
Ma io dentro il mio cuore sentivo diversamente da loro, perchè sentivo la verità che veniva dalla parola di DIO.
Io non facevo altro quando mi era possibile di ascoltare le predicazioni di Giacinto con la Bibbia nelle mani investigando le Scritture, e costatavo la crescita e la sapienza. Nel frattempo intanto conobbi dei fratelli che mi sostenevano nella verità.
Ho quindi organizzato delle riunioni di preghiera a casa mia con alcuni fratelli della Chiesa ‘La Parola della grazia’ ed altri fratelli che non facevano parte di quella Chiesa ma i quali a differenza dei primi si attenevano solo alla Parola, ma ogni volta vedevo che più che pregare si facevano contese, perchè quelli della Parola della Grazia contrastavano la verità, e così un bel giorno decisi che non avrei più invitato a queste riunioni coloro che non sostengono la verità.
Il 19 agosto 2012 poi ho telefonato al mio leader dicendogli francamente che molte cose che si insegnano in quella comunità non sono attestate dalla Parola di DIO, e che avevo deciso di uscire e separarmi da quella Chiesa proprio per questa ragione.
Fratelli della Chiesa La Parola della grazia, che il SIGNORE che è benedetto in eterno vi possa illuminare affinchè vi mettiate ad ascoltare e mettere in pratica tutto ciò che la Parola di DIO ci insegna.

La grazia del Signore Gesù sia con voi.

Salvatore Lopes

Se vuoi contattarmi scrivimi a: salvo0767@libero.it

Annunci
8 commenti leave one →
  1. ignoto permalink
    19 dicembre 2012 00:53

    fratello caro ti posso dire soltanto una cosa ricordati se Dio non appoggerebbe il ministero della chiesa Parola della Grazia di Palermo sarebbe una chiesa sterile ,ma al contrario io vedo una chiesa k cresce giorno dopo giorno ed unta. quindi mi sa che dovresti rivedere un po quello k hai scritto ..

    Mi piace

  2. 19 dicembre 2012 13:40

    Pace a te ignoto, ti rispondo per farti sapere che la sterilità biblicamente intesa è qualche cosa che riguarda i sentimenti interiore del singolo, la sua conoscenza e discernimento del bene e del male, e la sua condotta santa. La sterilità o la fertilità, intesa come portare frutto, non è legata ad una crescita numerica del gruppo religioso.
    Quando il cristianesimo diventò religione di stato anticamente, il numero è cresciuto notevolmnente, ma la qualità dei credenti diminuì notevolmente, perché la massa era essenzialmente sterile.
    Durante le persecuzioni fisiche, il numero di cristiani che varcano la soglia dei locali di culto sono limitati, ma spiritualmente sono molto più elevati rispetto a quelli di quei paesi dove non c’è persecuzione.
    Ah, se fosse il numero ad essere segnale di verità e di benedizione di Dio, noi evangelici in Italia saremmo gli ultimi.
    Quindi, per concludere questo commento, qui, sei tu anonimo che dovresti rivedere non solo quello che hai scritto, ma tutta la tua vita e il tuo pensiero e le tue opere, perché dal tuo commento si evince che non hai quel discernimento e quella sapienza che viene da Dio, ma possiedi una sapienza ed una conoscenza inculcata dall’uomo di turno che passa attraverso il pulpito, da cui poche volte si ode la verità di Dio.
    Una Chiesa è unta quando Iddio ne benedice i membri e questi si santificano e crescono nella verità e nella conoscenza della Parola di Dio, e non quando si dedicano al divertimento e ai piaceri della vita, cercando tra le altre cose di diventare ricchi economicamente.
    Pace a te, anonimo, e spero tanto che Iddio ti faccia intendere la verità e ti risvegli dal sonno spirituale in cui sei sprofondato, seppure un giorno hai gustato la buona Parola di Dio.

    Mi piace

  3. Miriam permalink
    24 maggio 2016 22:22

    Io Non trovo alcuna edificazione in questa sua testimonianza. Puo anche non essere d’accordo ma sentenziare una chiesa in cui lei ha iniziato il suo cammino non avrà fatto gioire il nostro Padre. Stiamo attenti, il nemico è venuto x portare solo confusione e separazioni. Alzi le sue mani a Cristo e ticordi il luogo in cui il suo cuore si è arreso. Preghi se davvero crede che ci sia qualcosa che non va in quella chiesa e non semini zizzania. Dio è Amore, parli del Suo Amore questa è la Via x toccare i cuori e portarli a Gesu, l’Amore!

    Mi piace

  4. 25 maggio 2016 11:50

    Siccome è scritto che bisogna esortare con grande pazienza e sempre istruendo, mi accingo a farlo anche con te. Prima di tutto è doveroso dire che la Bibbia dice che Gesù è venuto a portare divisione, tra la luce e le tenebre, tra le pecore e le capre. La divisione che porta il diavolo è quella tra le pecore del Signore, ma non bisogna tacere il male in mezzo alla Chiesa, come anche è confermato dalla Parola di Dio, infatti in essa sono scritte sia le opere buone dei santi, ma anche quelle malvage da riprendere e non imitare. Il discorso fatto per difendere una denominazione non è biblico e mostra chiaramente interesse non sincero né amore per la verità. Ti esorto, dunque, a studiare la Bibbia e a pregare per comprenderla, perché dalle tue parole si capisce che non hai inteso diverse cose importanti, che non ti permettono di venire alla lude e di conoscere la verità che rende liberi.

    Mi piace

  5. Raimondo permalink
    17 gennaio 2017 16:10

    Lopez,stai facendo il gioco del maligno.se dici che ai ricevuto il signore,nella parola della grazia.ringrazia dio.enon combattere il corpo di cristo.vai,evangeliza e non buttare fango………..
    Mi firmo.raimondo machi

    Mi piace

  6. 17 gennaio 2017 16:23

    Lopez ha raccontato la sua testimonianza, ha detto la verità, quindi non ha fatto per niente l’opera del maligno, anzi, ha messo in guardia tante persone così sanno cosa aspetta loro se vanno in queste comunità. Di Porrello abbiamo a più riprese parlato e manifestato chi è realmente, basta fare una ricerca su questo blog o sulla rete. Riprendere le opere infruttuose delle tenebre, non è combattere contro Dio, ma lottare contro il diavolo e la menzogna. Il fango, come dici tu, lo avrebbe buttato se le cose dette fossero false e non vere.
    Purtroppo la Parola della Grazia non ha insegnamenti conformi alla verità della Parola di Dio e ci sono anche altre cose per cui bisogna guardarsi da quella comunità, basta solo pensare che Porrello ha dichiarato in una predica che Gesù sarebbe tornato nel 2033, e tutti sanno che nessuno sa né il giorno nè l’ora in cui il Signore ritornerà.

    Mi piace

  7. Maurizio permalink
    22 maggio 2018 12:29

    Cari Lopes e Piredda invece di sfoggiare un religionismo distruttivo dovreste meditare veramente sulla Scrittura e leggerla e meditarla con gli occhi della Grazia. Poichè è la Grazia l’ unica cosa che conta

    Mi piace

  8. 22 maggio 2018 17:21

    Se hai postato qui significa che sei o comunque difendi Porrello e la Parola della Grazia. Vedi noi leggiamo le sacre Scritture, tutte, dal primo all’ultimo versetto, senza tralasciare nulla, e vi leggiamo anche questo:
    «Perché sebbene camminiamo nella carne, non combattiamo secondo la carne; infatti le armi della nostra guerra non sono carnali, ma potenti nel cospetto di Dio a DISTRUGGERE le fortezze; poiché DISTRUGGIAMO i ragionamenti ed ogni altezza che si eleva contro alla conoscenza di Dio, e facciam prigione ogni pensiero traendolo all’ubbidienza di Cristo; e siam pronti a punire ogni disubbidienza, quando la vostra ubbidienza sarà completa.» (2 Corinzi 10:3-6)
    Come vedi, l’apostolo Paolo e i suoi collaboratori erano anche DISTRUTTIVI quando vi era la necessità, contro il peccato e contro la falsità e le eresie, e così pure facciamo anche noi. Ma questo non è una connotazione negativa, per i santi che vengono liberati dalla menzogna, ma è negativa solo per coloro che sono tra i seduttori e che insegnano menzogne. Infatti, Porrello insegna tante eresie, e predica molte volte per poter incassare più denaro possibile. Ad esempio ha predicato che Gesù deve venire nel 2033, e questo tutti sono che non è corretto, che nessuno lo sa.
    Vedi Maurizio, la grazia è molto importante, ed è quella che bisogna annunziare a chi ancora non conosce Dio, ma è altrettanto importante annunziare tutto il consiglio di Dio alla Chiesa affinché tutti imparino e crescano e giungano alla perfezione della fede e della condotta. Ho la sensazione dentro di me che tu abbia parlato in sincerità e non per provocare e contendere, e questo mi porta a risponderti in maniera ampia senza timore di perdere tempo. Leggi ora di cosa parlava l’apostolo Paolo quando annunziava la salvezza per grazia:
    «Or alcuni giorni dopo, Felice, venuto con Drusilla sua moglie, che era giudea, mandò a chiamar Paolo, e l’ascoltò circa la fede in Cristo Gesù. Ma ragionando Paolo di giustizia, di temperanza e del giudizio a venire, Felice, tutto spaventato, replicò: Per ora, vattene; e quando ne troverò l’opportunità, ti manderò a chiamare.» (Atti 24:24-25)
    Si legge che Paolo parlava di GIUSTIZIA, TEMPERANZA e GIUDIZIO A VENIRE. Quindi non parlava solo della grazia di Dio, ma di tutto il consiglio di Dio, come lui stesso ha detto:
    «Perciò io vi protesto quest’oggi che son netto del sangue di tutti; perché io non mi son tratto indietro dall’annunziarvi tutto il consiglio di Dio.» (Atti 20:26-27)
    Noi ci studiamo di annunziare tutto il consiglio di Dio, compreso il fatto di confutare e anche di parlare della disciplina e l’allontanamento dalla Chiesa degli eretici, peccatori impenitenti e disordinati. Rifletti bene su queste cose, perché non le trovi dove stai frequentando, e bada bene che anche queste cose fanno parte della Parola di Dio ed un credente con una buona coscienza deve badare a praticarle.
    Pace a te e che Dio ti benedica.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

No Temas Sino Habla

Entonces él Señor dijo de noche en visión á Pablo: No temas, sino habla, y no calles: Porque yo estoy contigo, y ninguno te podrá hacer mal (Hechos 18:9-10)

Blog di Aldo Prendi

Per la diffusione e la difesa delle dottrine bibliche

Acordai-vos

Tocai a trombeta em Sião, e dai o alarma no meu santo monte.

Egli è altresì scritto...

Blog di Nicola Iannazzo

Destatevi

"Suonate la tromba in Sion e date l'allarme sul mio santo monte" (Gioele 2:1)

Il Buon Deposito

Dottrine della Bibbia

La Massoneria Smascherata

"non v'è niente di nascosto che non abbia ad essere scoperto" (Matteo 10:26)

Listen to the sound of the sword

«Stand in the ways and see, and ask for the old paths, where the good way is, and walk in it» (Jeremiah 6:16)

Sana Dottrina

Perché verrà il tempo che non sopporteranno la sana dottrina; ma per prurito d'udire si accumuleranno dottori secondo le loro proprie voglie e distoglieranno le orecchie dalla verità e si volgeranno alle favole.(2Timoteo 4:3-4)

La Buona Strada

Blog di Giuseppe Piredda, cristiano evangelico pentecostale trinitariano fondamentalista

He who has ears let him hear

A voice crying in the wilderness

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: