Vai al contenuto

I pastori e predicatori massoni sono ministri di Satana

11 gennaio 2013

I pastori e predicatori massoni sono ministri di Satana

apprendista-giuramento-massoneriaDisse l’apostolo Paolo ai santi di Corinto: “Poiché cotesti tali sono dei falsi apostoli, degli operai fraudolenti, che si travestono da apostoli di Cristo.
E non c’è da maravigliarsene, perché anche Satana si traveste da angelo di luce. Non è dunque gran che se anche i suoi ministri si travestono da ministri di giustizia; la fine loro sarà secondo le loro opere” (2 Corinzi 11:13-15). Costoro desideravano un’occasione per andare contro Paolo e i suoi collaboratori, infatti sempre Paolo dice poco prima: “Ma quel che fo lo farò ancora per togliere ogni occasione a coloro che desiderano un’occasione; affinché in quello di cui si vantano siano trovati uguali a noi” (2 Corinzi 11:12), ma Paolo fu risoluto nel togliere loro ogni occasione. E che cosa avrebbe fatto ancora Paolo per togliere loro ogni occasione? Avrebbe continuato a non essere d’aggravio materialmente ai santi di Corinto, secondo che disse: “In ogni cosa mi sono astenuto e m’asterrò ancora dall’esservi d’aggravio” (2 Corinzi 11:9). Paolo aveva il diritto di mietere i beni materiali dei santi di Corinto, ma preferì non avvalersi di questo suo diritto nel Vangelo, per evitare che quegli individui che lui chiama ministri di Satana potessero dire che mentre loro non erano d’aggravio alla Chiesa di Corinto, Paolo invece lo era. Dunque quei ministri di Satana non erano d’aggravio ai Corinti, ma rimanevano pur sempre ministri di Satana. La loro era solamente una maschera, in quanto si erano travestiti da ministri di giustizia, da apostoli di Cristo. Essi in effetti erano degli operai fraudolenti cioè persone che operavano con l’inganno per danneggiare la Chiesa di Dio.
Quegli operai fraudolenti parlavano di Cristo, in quanto si erano travestiti da apostoli di Cristo, e perciò affermavano che erano stati mandati da Cristo perchè il termine greco per apostolo significa ‘mandato’, ma ciò non era vero in quanto erano dei falsi apostoli. Non erano quindi dei ministri o servitori di Cristo, perchè in realtà erano ministri o servitori di Satana. Il nome di Cristo quindi e l’appellativo di ‘apostoli di Cristo’ servì loro solo per insinuarsi nella Chiesa e trarre in inganno le anime. Questa era la loro missione, in quanto Paolo dice di costoro che essi erano ministri di Satana, e quindi servivano Satana, che vi ricordo significa ‘avversario’. Quindi da un lato costoro affermavano di essere apostoli di Cristo, ma dall’altro servivano Satana, il diavolo. E questo loro servizio a Satana era confermato dalle loro opere che erano malvagie, e non poteva essere altrimenti in quanto le opere del diavolo sono malvagie. Quindi anche loro avevano sulle labbra il nome di Gesù, ma essendo servitori di Satana non osservavano le parole di Gesù dimostrando così che non amavano colui del quale essi parlavano, perchè Gesù ha detto: “Chi non mi ama non osserva le mie parole” (Giovanni 14:24). Sì può dunque nominare il nome di Gesù, si può pure parlarne, e nello stesso tempo non amarlo.Così dunque si comportano i falsi ministri di Cristo che sono in seno alla Chiesa: da un lato parlano di Gesù e dall’altro lato operano in contrapposizione alle sue parole perchè NON SERVONO Gesù Cristo. Sono quelli che “fomentano le dissensioni e gli scandali contro l’insegnamento che avete ricevuto” e che “non servono al nostro Signor Gesù Cristo, ma al proprio ventre; e con dolce e lusinghiero parlare seducono il cuore de’ semplici” (Romani 16:17-18).Tra questi falsi ministri di Cristo, ci sono tutti quei pastori o predicatori che si dicono ministri di Cristo ma hanno giurato fedeltà alla Massoneria, in quanto con il loro giuramento hanno sostanzialmente giurato di operare contro le parole di Gesù Cristo. Ecco infatti il giuramento che presta colui che viene iniziato alla Massoneria: ‘Liberamente, spontaneamente, con pieno e profondo convincimento dell’animo, con assoluta e irremovibile volontà, alla presenza del Grande Architetto dell’Universo, prometto e giuro di non palesare giammai i segreti della Massoneria, di non far conoscere ad alcuno ciò che mi verrà svelato, sotto pena di aver tagliata la gola, strappato il cuore e la lingua, le viscere lacere, fatto il mio corpo cadavere e in pezzi, indi bruciato e ridotto in polvere, questa sparsa al vento per esecrata memoria di infamia eterna. Prometto e giuro di prestare aiuto e assistenza a tutti i fratelli liberi muratori su tutta la superficie della terra, prometto e giuro di consacrare tutta la mia esistenza al bene e al progresso della mia patria, al bene e al progresso di tutta l’umanità, prometto e giuro di adempiere ed eseguire tutte le leggi, i regolamenti e le disposizioni tutte nell’Ordine e di portare ossequio e obbedienza alla suprema autorità e a tutti quanti sono i miei superiori. Prometto e giuro di conservarmi sempre onesto, solerte e benemerito cittadino ossequiente alle leggi dello stato, amico membro della mia famiglia e massone per abbattere sempre il vizio e propugnare la virtú. Prometto e giuro di non attentare all’onore delle famiglie dei miei fratelli. Finalmente giuro di non appartenere ad alcuna società che sia in opposizione con la libera massoneria, sottoponendomi rispetto alle pene personali piú gravi e terribili’. Le parole ‘giuro di consacrare tutta la mia esistenza al bene e al progresso della mia patria, al bene e al progresso di tutta l’umanità’ significano che egli si impegnerà a promuovere nel mondo questi tre principi ‘Libertà, Uguaglianza e Fratellanza’ che sono i principi su cui si basa la Massoneria.

Per Libertà la Massoneria intende la libertà per l’uomo di fare e credere quello che vuole, per cui nessuno ha il diritto di interferire nel credo altrui andandogli a dire ‘tu sei nell’errore, perciò ravvediti’. La Massoneria dunque tramite questo principio incita gli uomini a rigettare i comandamenti di Cristo Gesù, tra cui c’è quello di predicare agli uomini IL RAVVEDIMENTO (cfr. Luca 24:47), parola che significa ‘cambiamento di mente’. Se infatti tutti sono liberi di credere e fare quello che vogliono, io non ho il diritto di andargli a comandare di cambiare modo di pensare: non vi pare? E naturalmente questa cosiddetta libertà va di pari passo con la tolleranza verso tutti coloro che insegnano cose storte e perverse agli occhi di Dio, e infatti nella Massoneria non esiste opposizione alle eresie, nessuna confutazione di esse, perchè loro ritengono che coloro che la pensano diversamente devono essere tollerati, e infatti la Massoneria accoglie tutti e tollera tutti (tolleranza di cui si vanta); tolleranza che è sostenuta anche citando le parole di Gesù “Non giudicate” (che ovviamente non hanno il significato che gli danno i massoni) perchè secondo i massoni ‘la vera tolleranza consiste non soltanto nel trattenersi dal criticare le azioni e le credenze di coloro con cui noi non siamo d’accordo; ma nel rifiutarsi di raggiungere conclusioni che altri sono necessariamente nell’errore. La tolleranza è il rifiuto di giudicare …. ‘.

Per Uguaglianza i massoni intendono che tutti gli uomini sono ugualmente sinceri e onesti nel professare il loro credo, e quindi se altri hanno differenti dottrine da quelle di Cristo e degli apostoli, sono anche loro in possesso della verità in quanto anche loro sono ugualmente intelligenti ed ugualmente ben informati. E chi sono io dunque per andare ad interferire col credo altrui? Sarei un ingiusto e un presuntuoso se lo facessi, e violerei il principio dell’uguaglianza! Il principio dunque dell’uguaglianza è strettamente collegato a quello della libertà secondo cui ognuno è libero di credere a quello che vuole ed ha il dovere di non cercare di convincere l’altro che è in errore. Anche in questo caso, la Massoneria dimostra dunque di incitare gli uomini a rigettare Cristo, in quanto Gesù ha affermato che chiunque è per la verità ascolta la Sua voce (cfr. Giovanni 18:37), per cui tutti coloro che non ascoltano la Sua voce sono nella menzogna. Ecco perchè non si possono mettere tutti i credi sullo stesso piano, in quanto l’unico vero credo è quello del Cristiano, in quanto lui ha creduto in Gesù Cristo, Colui che è LA VERITA’ (cfr. Giovanni 14:6).

Per Fratellanza i massoni intendono che tutti gli uomini sono figli di Dio e quindi fratelli: non esistono figli del diavolo quindi (anche perchè per i massoni non esiste un essere malvagio spirituale chiamato diavolo). Anche in questo caso, questo principio va a contrastare la Parola di Dio che afferma che gli uomini sono per natura figli d’ira, essendo schiavi del peccato, e diventano figli di Dio quando credono nel Signore Gesù Cristo, e che parla dell’esistenza di figli del diavolo che essa chiama ‘zizzanie’ e di cui dice che alla fine dell’età presente saranno raccolti dagli angeli del Signore Gesù e gettati nella fornace del fuoco (cfr. Matteo 13:36-42).E’ evidente dunque che quei pastori o predicatori evangelici che hanno giurato di diffondere i principi della Massoneria, vanno messi tra i ministri di Satana di cui il principe della potestà dell’aria si usa per cercare di portare i santi all’apostasia, cioè all’abbandono della fede in Gesù Cristo, e bisogna dire che fino ad ora non pochi ‘Evangelici’ hanno abbandonato la fede in Gesù Cristo proprio a motivo dell’opera diabolica di questi ministri del diavolo, che sembrano interessati a Gesù e alle sue parole, ma in realtà stanno di soppiatto operando a favore del mostro massonico.E’ dunque imperativo fratelli levare forte la propria voce contro quei ‘ministri di culto evangelici’ che sono massoni, non importa se con il grembiule o senza (quelli senza grembiule sono coloro che pur non essendosi sottoposti all’iniziazione massonica, condividono e appoggiano i suddetti principi massonici): perchè essi in effetti sono ministri di Satana, travestiti da ministri di giustizia. Non vi fate ingannare dal fatto che essi parlano di Gesù, magari arrivando a definirlo in presenza di Cristiani pure ‘la verità e la via’, perchè il significato che essi danno a queste parole è che Gesù è la verità e la via SOLO PER I CRISTIANI; per cui coloro che non sono Cristiani hanno la loro propria verità e la loro propria via – che non è Gesù – per andare a Dio, e difatti quando questi ‘evangelici’ massoni si trovano a parlare con altri massoni o in certe altre circostanze pubbliche in una maniera o nell’altra NEGANO che Gesù Cristo è LA VERITA’ E LA VIA, per cui essi sono DOPPI IN PAROLE; e non vi fate ingannare neppure dai loro discorsi o proclami sul miglioramento del mondo che essi si prefiggono compiendo opere sociali di vario genere, perchè questo cosiddetto miglioramento del mondo è solamente un pretesto da loro usato per agire indisturbati e inosservati nella Chiesa al fine di trascinare più anime possibili lontano dalla verità che è in Cristo Gesù.

Chi ha orecchi da udire, oda
Giacinto Butindaro

Leggete il libro ‘La Massoneria smascherata’

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

No Temas Sino Habla

Entonces él Señor dijo de noche en visión á Pablo: No temas, sino habla, y no calles: Porque yo estoy contigo, y ninguno te podrá hacer mal (Hechos 18:9-10)

Blog di Aldo Prendi

Per la diffusione e la difesa delle dottrine bibliche

Acordai-vos

Tocai a trombeta em Sião, e dai o alarma no meu santo monte.

Egli è altresì scritto...

Blog di Nicola Iannazzo

Destatevi

"Suonate la tromba in Sion e date l'allarme sul mio santo monte" (Gioele 2:1)

Il Buon Deposito

Dottrine della Bibbia

La Massoneria Smascherata

"non v'è niente di nascosto che non abbia ad essere scoperto" (Matteo 10:26)

Listen to the sound of the sword

«Stand in the ways and see, and ask for the old paths, where the good way is, and walk in it» (Jeremiah 6:16)

Sana Dottrina

Perché verrà il tempo che non sopporteranno la sana dottrina; ma per prurito d'udire si accumuleranno dottori secondo le loro proprie voglie e distoglieranno le orecchie dalla verità e si volgeranno alle favole.(2Timoteo 4:3-4)

La Buona Strada

Blog di Giuseppe Piredda, cristiano evangelico pentecostale trinitariano fondamentalista

He who has ears let him hear

A voice crying in the wilderness

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: