Vai al contenuto

Badate a voi stessi …

9 marzo 2014

Badate a voi stessi

«Badate a voi stessi e a tutto il gregge, in mezzo al quale lo Spirito Santo vi ha costituiti vescovi, per pascere la chiesa di Dio, la quale egli ha acquistata col proprio sangue.» (Atti 20:28)

cielo_azzurro_con_luceMi rivolgo a voi, fratelli nel Signore, che volete santificarvi e piacere a Dio in ogni cosa, avendo una buona coscienza ed una fede non finta, per esortarvi a badare a voi stessi, alla vostra mente, al vostro cuore e alla vostra condotta, affinché siate trovati irreprensibili alla venuta del nostro Signore Gesù Cristo.

Badate a voi stessi perché avete un cielo da vincere o da perdere, seppur siete stati rigenerati dalla Parola di Dio vivente e permanente.

Badate a voi stessi poiché anche voi, come tutti gli uomini, possedete una natura corrotta che tende di continuo a fare il male e a peccare. Non lasciate che tale natura vi porti a sfogare le vostre passioni carnali, i vostri desideri peccaminosi, ma siate temperati in ogni cosa, pregando con perseveranza e studiando le Scritture, perché dovete sempre tenere a mente che, seppure lo spirito è pronto, la carne è sempre debole.

Badate a voi stessi perché il nemico vi tenterà, e più avete intenzione di piacere a Dio per fare la sua volontà, più sarete il bersaglio del maligno. Se volete combattere veramente il regno delle tenebre, sappiate che il diavolo vi affronterà per cercare di fermarvi e per rallentare la vostra crescita spirituale. Sforzatevi per comprendere bene in quale maniera si sta a voi contrapponendo, resistendogli stando fermi nella fede, ed egli fuggirà da voi. Il maligno non solo può attaccarvi direttamente, ma lo fa anche di soppiatto, facendovi credere che le cose che fate o che credete piacciono a Dio, quando invece in realtà vi state allontanando da Lui. Serbatevi in comunione con lo Spirito santo del continuo, da soli, nella vostra cameretta, perché in tale maniera sarete sicuri di non essere vittima di suggestioni e di emozioni provocate dall’uomo, che è maestro nelle arti seduttrici dell’errore. Esaminate del continuo voi stessi, per mezzo delle sacre Scritture, e verificate se quello che credete, che conoscete della Parola, e se quello che pensate nella vostra mente e sentite nel vostro cuore, e se la vostra condotta siano confermate dalle sacre Scritture; nel caso qualche cosa non corrisponda a quanto è scritto nella Bibbia, sappiate che voi siete stati sedotti e dovete di nuovo riconciliarvi con Dio. State attenti, voi non siete immuni dall’apostatare dalla fede in Dio e dalla verità di Gesù Cristo. 

Badate a voi stessi perché sono molti quelli che vi osservano, credenti e non credenti, esseri visibili e non visibili, e quando cadrete nel peccato saranno tanti che lo vedranno con grave scandalo per il nome di Gesù Cristo, nostro Salvatore e Signore. Tenete conto che molti occhi vi osservano, pronti a puntarvi il dito e a scuotere la testa, se gli date occasione con le vostre parole o con la vostra condotta. Voi siete figlioli di luce, vivete dunque nella luce, conducetevi come figlioli di luce, stando lontani da tutte le opere delle tenebre. State vivendo e camminando in mezzo a tanti osservatori, quindi siate prudenti e cauti, temperati in ogni cosa, avveduti e il vostro parlare sia sempre condito con sale, e impegnatevi a vincere il male con il bene.

Badate a voi stessi perché se avete fatto conoscere il peccato ad altri, i vostri saranno ora molto più odiosi dei loro. Dovete sapere che se un peccato commesso da taluni è piccolo, diventa grande se a commetterlo siete voi che vi siete dati a giudicare il peccato di coloro che sono corrotti e sviati dalla verità. Voi che avete ricevuto una luce maggiore, il vostro peccato diventa peggiore di chi è nell’oscurità. Più avrete parlato contro il peccato, e più sarete tacciati di essere ipocriti nel momento in cui cadrete negli stessi peccati da cui avete messo in guardia gli altri. Avete proclamato agli altri di tenersi lontani dal peccato, ora badate a voi stessi per non commettere quelle cose da cui avete messo in guardia. Avete annunziato l’ira di Dio contro i peccatori impenitenti, badate dunque, che la stessa ira non cada addosso a voi. Avete denunciato con forza l’iniquità e il peccato, ma badate a non coltivarle nel vostro cuore.

Badate a voi stessi, perché avete scelto di seguire la via che mena al cielo, stretta, impervia, piena di prove e non esente da persecuzioni. Non vi scoraggiate, dunque, ma siate forti nel Signore, perché Egli ha vinto il mondo ed è stato odiato dal mondo, di conseguenza odierà anche voi, che avete fatto professione di abbandonare il mondo e tutte le sue concupiscenze. Fratelli, non amate il mondo e le cose che ne fanno parte.

Badate a voi stessi, perché anche dalla vostra condotta e dalle vostre parole dipende l’onore e la gloria del nostro Signore Gesù Cristo. Sforzatevi a non arrecare danno al buon nome del nostro Signore con la vostra condotta e con il vostro parlare. Non date ai nemici del Signore occasione di bestemmiare il suo nome. Fate in modo che la gloria vada sempre e tutta a Dio, perché noi non siamo altro che carne e polvere, non siamo nulla. Sappiate che il vostro peccato provocherà dolore in tutti quelli che vi amano, che vi stanno vicini e sugli increduli che a voi hanno guardato con speranza e fiducia.

Badate a voi stessi ed operate con diligenza e sapienza, chiedendo ogni cosa a Dio, che distribuisce i suoi doni a chi glieli domanda con cuore sincero e con fede. Adoperatevi per servire il Signore, ma fatelo con sapienza, con intelligenza spirituale, in modo conforme alla Parola di Dio, perché solo stando attaccati alla volontà di Dio e alle sacre Scritture le vostre opere avranno buona riuscita. Voi volete essere strumenti di salvezza per altri, e desiderate una cosa buona, ma badate a quello che fate, per non contraddire con le vostre opere ciò che avete detto con la vostra bocca.

Cari nel Signore, vi esorto ad amare Iddio, a temerlo, a servirlo con tutto il vostro cuore, con la vostra mente e con tutte le vostre forze, siate fedeli a Lui e armatevi del pensiero che dovete soffrire afflizioni, e a suo tempo, il Signore vi riempirà di benedizioni e donerà al vostro cuore ciò che desidera e alla fine vi donerà la vita eterna.

Giuseppe Piredda, eletto a salvezza da Dio Padre, per grazia mediante la fede in Cristo Gesù.

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

No Temas Sino Habla

Entonces él Señor dijo de noche en visión á Pablo: No temas, sino habla, y no calles: Porque yo estoy contigo, y ninguno te podrá hacer mal (Hechos 18:9-10)

Blog di Aldo Prendi

Per la diffusione e la difesa delle dottrine bibliche

Acordai-vos

Tocai a trombeta em Sião, e dai o alarma no meu santo monte.

Egli è altresì scritto...

Blog di Nicola Iannazzo

Destatevi

"Suonate la tromba in Sion e date l'allarme sul mio santo monte" (Gioele 2:1)

Il Buon Deposito

Dottrine della Bibbia

La Massoneria Smascherata

"non v'è niente di nascosto che non abbia ad essere scoperto" (Matteo 10:26)

Listen to the sound of the sword

«Stand in the ways and see, and ask for the old paths, where the good way is, and walk in it» (Jeremiah 6:16)

Sana Dottrina

Perché verrà il tempo che non sopporteranno la sana dottrina; ma per prurito d'udire si accumuleranno dottori secondo le loro proprie voglie e distoglieranno le orecchie dalla verità e si volgeranno alle favole.(2Timoteo 4:3-4)

La Buona Strada

Blog di Giuseppe Piredda, cristiano evangelico pentecostale trinitariano fondamentalista

He who has ears let him hear

A voice crying in the wilderness

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: