Vai al contenuto

Le opere infruttuose delle tenebre vanno riprese, non si può tacere di fronte al registro del peccato che si vuole far passare per buono anche in mezzo alle Chiese di Cristo

13 marzo 2014

Le opere infruttuose delle tenebre vanno riprese, non si può tacere di fronte al registro del peccato che si vuole far passare per buono anche in mezzo alle Chiese di Cristo

unioni-civiliL’apostolo Paolo ha scritto le seguenti parole agli Efesini:

«E non partecipate alle opere infruttuose delle tenebre; anzi, piuttosto riprendetele» (Efesini 5:11)

Quindi, come per gli efesini, così vale pure per noi, che non dobbiamo partecipare alle opere infruttuose delle tenebre, e dobbiamo anche RIPRENDERE il peccato. Non solo dobbiamo riprendere il peccatore, per ammonirlo ed esortarlo a ravvedersi e a chiedere perdono a Dio, affinché abbia vita e Dio non faccia scendere su di lui il suo giudizio terribile, ma dobbiamo anche parlare chiaramente senza sotterfugi e filosofie umane varie, per spiegare e rendere pubblica quale sia la posizione del Signore Iddio che sta scritta nella Bibbia a proposito dei vari fatti di attualità.

Non dobbiamo esporre, dunque, una posizione che rappresenta il nostro pensiero personale, ma tutti noi che siamo LUCE in Cristo Gesù e sale della terra dobbiamo esporre il punto di vista biblico, che è l’unico punto vero in cui non c’è nessuna ombra di errore. Se siete luce anche voi, perché mettete il moggio sulla vostra lampada? Se siete sale della terra dovete parlare, altrimenti il vostro sale non servirà a niente, diventerà insipido, e sarete buoni solo per essere calpestati da tutti. 

Ora, per far risplendere la luce della Parola di Dio, che non passerà MAI, ma è sempre attuale e sempre valida per tutte le generazioni e popoli, ho voluto raccogliere dei passi delle Scritture che fanno comprendere quale sia la posizione di Dio inverso la FORNICAZIONE e l’OMOSESSUALITA’, di cui oggi il mondo che giace nel maligno sta cercando di far apparire come cose normali, come se non fossero peccato, e lo scopo è quello di distruggere il senso vero e unico che ha la famiglia che Dio ha stabilito, secondo quanto è scritto nella Bibbia: “l’uomo lascerà suo padre e sua madre e s’unirà a sua moglie, e i due diverranno una stessa carne”. (Efesini 5:31)

Un uomo ed una donna, formano una famiglia nel senso biblico, generando dei figli.

Ora, dunque, vi mostrerò alcuni passi delle Scritture che parlano di tali peccati di cui stiamo dibattendo, perché è sorta ormai la necessità che tutti i santi esprimano personalmente la loro posizione, che può essere o con le Scritture sacre e con Dio, o con lo Stato e la Massoneria. Ma non si può stare in mezzo, accontentando entrambi, infatti Gesù ha detto: “Niuno può servire a due padroni; perché o odierà l’uno ed amerà l’altro, o si atterrà all’uno e sprezzerà l’altro. Voi non potete servire a Dio ed a Mammona” (Matteo 6:24).

Dunque, scegliete oggi chi volete servire, o il Signore o i principi MASSONICI. Ma badate bene, perché dalla scelta che farete, si deciderà il vostro futuro e la vostra eternità. E ricordatevi che non è più tempo di stare neutrali, in mezzo, senza prendere decisioni, perché è Dio stesso che ve lo chiede.

Ecco come parlano le Scritture sacre, che sono fonte di ispirazione e di guida dei veri cristiani rigenerati spiritualmente:

«Or noi sappiamo che la legge è buona, se uno l’usa legittimamente, riconoscendo che la legge è fatta non per il giusto, ma per gl’iniqui e i ribelli, per gli empî e i peccatori, per gli scellerati e gl’irreligiosi, per i percuotitori di padre e madre, per gli omicidi, per i FORNICATORI, per i SODOMITI, per i ladri d’uomini, per i bugiardi, per gli spergiuri e per ogni altra cosa contraria alla sana dottrina, secondo l’evangelo della gloria del beato Iddio, che m’è stato affidato.» (1 Timoteo 1:8-11)

«Non avrai con un uomo relazioni carnali come si hanno con una donna: è cosa abominevole.» (Levitico 18:22)

«Se uno ha con un uomo relazioni carnali come si hanno con una donna, ambedue hanno commesso cosa abominevole; dovranno esser messi a morte; il loro sangue ricadrà su loro.» (Levitico 20:13)

«Non sapete voi che gli ingiusti non erederanno il regno di Dio? Non v’illudete; né i FORNICATORI, né gl’idolatri, né gli ADULTERI, né gli effeminati, né i SODOMITI, né i ladri, né gli avari, né gli ubriachi, né gli oltraggiatori, né i rapaci erederanno il regno di Dio.» (1 Corinzi 6:9,10)

Avete dunque letto cosa dice Iddio sulla FORNICAZIONE e sulla OMOSESSUALITA’, così come anche sugli altri peccati.

Ora, scegliete da quale parte dovete stare, perché NON ESISTE UNA POSIZIONE NEUTRALE, che va bene per tutti e due, perché, anche non prendere una posizione, è pur sempre UNA TOLLERANZA VERSO IL PECCATO. Scegliete oggi chi volete servire, o Dio o il mondo con tutte le sue concupiscenze.

Che Dio abbia pietà della sua Chiesa e tiri fuori dalla Babilonia delle comunità istituzionalizzate e legate allo Stato, coloro che lo hanno realmente conosciuto e sono nati da Dio.

Giuseppe Piredda

No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...