Vai al contenuto

L’ora della potestà delle tenebre nella Chiesa sta finendo

18 maggio 2014

L’ora della potestà delle tenebre nella Chiesa sta finendo

«mentre ero ogni giorno con voi nel tempio, non mi avete mai messe le mani addosso; ma questa è l’ora vostra e la potestà delle tenebre.» (Luca 22:53)

orologio-tempoI decenni passati sono stati un tempo in cui la potestà delle tenebre, attraverso la massoneria, ha regnato e fatto ciò che ha voluto in mezzo alla Chiesa di Cristo, senza ricevere alcuna opposizione.

Eccovi alcuni principi e false credenze che la massoneria infiltrata in mezzo alle chiese è riuscita ad innestare nei cuori e nelle menti dei cristiani, in modo fino a qualche tempo fa pressoché indisturbata:

  • ha infiltrato nei pulpiti i suoi maggiordomi, per assicurarsi che venissero insegnati di soppiatto i suoi principi e non quelli scritti nella Parola di Dio, attraverso le mezze verità, con la filosofia umana e tanti titoli umani per darsi credito e usurpare quell’autorità che il ministro dell’Evangelo riceve solo da Dio, ed è per questo che costoro sono del tutto privi di autorità;
  • ha fatto scomparire dalle prediche e dalla conduzione delle chiese la disciplina e la condanna del peccato, dovuta anche al fatto che i maggiordomi della massoneria sono privi di autorità e non hanno alcun interesse nel correggere i figlioli di Dio che si trovano nell’errore, tanto per loro non è importante dove va a finire l’anima dei credenti, ma è importante che i loro soldi vadano a finire nelle loro tasche;
  • ha instillato nella mente e nel cuore dei credenti il germe del dubbio su tanti comandamenti e raccomandazioni che sono scritte nella Parola di Dio. Ecco perché tanti fratelli non credono in molti passi della Bibbia, in modo particolare, oltre a quelli che riguardano la santificazione, non credono in quelli che trattano argomenti sul soprannaturale che viene da Dio;
  • ha fatto in maniera che dal pulpito fossero insegnati i principi massonici sotto le false spoglie di principi biblici, come, ad esempio, il concetto che “siamo tutti figli di Dio”, “siamo tutti fratelli”, “non si deve giudicare nessuno”, “siamo tutti peccatori”, “bisogna evangelizzare togliendo l’invito al peccatore a ravvedersi e a credere nell’Evangelo e l’ammonizione che se non si ravvede va a finire all’inferno”, “il credente è libero di comportarsi come vuole”, “bisogna tollerare il peccatore”, “bisogna lottare per la libertà religiosa per tutti” (quindi persino per i satanisti), “bisogna fare ecumenismo con la chiesa cattolica”, e altre cose simili e tutte molto dannose per le anime dei santi;
  • ha fatto in modo che i santi e i giusti fossero in qualche maniera estromessi dalle chiese, soprattutto dai posti di governo e della predicazione, facendoli passare per ribelli, bigotti, fanatici, integralisti, fondamentalisti, talebani, e in altre maniere peggiori di queste qui descritte, attraverso le calunnie;
  • ha fatto in modo che l’attenzione dei credenti si volgesse maggiormente, se non esclusivamente, alla denominazione, al locale di culto, al pastore, anziché a Dio e a quanto è scritto nella Sua Parola.

Ma grazie siano rese a Dio, perché oggi le cose stanno cambiando, e l’ora del dominio delle tenebre massoniche nei cuori dei veri figlioli di Dio sta volgendo finalmente al termine.

Adesso è venuta l’ora del risveglio delle coscienze dei veri figlioli di Dio, è l’ora di ritornare alla Parola di Dio e ai fondamenti del cristianesimo antico, biblico, esattamente come sono scritti e insegnati nelle sacre Scritture, i quali si contrappongono ai principi massonici e alle regole esposte nei regolamenti, negli statuti, nelle intese con lo Stato, e nelle varie prassi di uso comune delle denominazioni e comunità massonizzate.

Questa è l’ora in cui il Signore Iddio si è compiaciuto di aprire gli occhi a molti dei suoi figli, per far vedere loro il reale stato in cui versa la Chiesa, e vi assicuro che non è una vista piacevole. Infatti, attraverso la Parola di Dio si vede chiaramente che le chiese denominazionali massonizzate sono piene di eresie, di falsità, d’ipocrisia, di violenza, di ruberie e amore del denaro, di disprezzo e indifferenza verso i poveri, di favoritismo verso il peccato, di tolleranza e rispetto verso i fornicatori, gli adulteri, gli omosessuali, è diventata, insomma, un ricettacolo di malvagità. I pastori venerabili non si prendono cura delle pecore, anzi, le disprezzano, si prendono cura solo di quelle persone importanti che hanno titoli e soldi, le circondano di ammirazione per motivi personali, ma i bisognosi e i senza titoli sono definiti dei “nessuno”. È chiaro che questi pastori non possono e non sono in grado di prendersi cura delle pecore del Signore, perché essi sono dei lupi rapaci, sono mercenari, sono nel libro paga della massoneria e fanno l’interesse di tale istituzione demoniaca, anziché promuovere la crescita spirituale e la conoscenza vera della Parola di Dio.

Questa è l’ora di fare delle domande chiare e pertinenti in merito alla situazione attuale della Chiesa e sulle dottrine della Bibbia che sono state o occultate o di cui è stato insegnato l’esatto contrario di quello che è scritto, sulla collusione delle denominazioni con la massoneria che si evince chiaramente dal fatto che essi predicano i principi massonici e non condannano in modo fermo e deciso la massoneria, la quale è una religione che adora Baphomet, che è il diavolo.

Questa è l’ora di pretendere delle risposte bibliche inequivocabili dai vostri pastori, basta con i sofismi e i discorsi pieni di sapienza umana che vogliono accontentare sempre tutte le parti in causa, sia quelli di una parte, sia quelli della parte contraria. Quello che è bianco, è bianco e basta, e non può essere nel contempo anche nero. Basta con il relativismo massonico sulle dottrine della Parola di Dio, col quale vi vorrebbero inculcare che se volete vedere una cosa bianca, per voi è bianca, mentre se altri la stessa cosa la vogliono vedere nera, hanno ragione anche loro contemporaneamente. Basta con questo cancro del pensiero massonico che ha distrutto e sviato molte anime dalle verità certe della Parola di Dio, perché se sta scritto che la fornicazione, l’adulterio, l’omosessualità sono peccato, questi comportamenti sono peccato e basta, non ci sono circostanze possibili in base ai luoghi e al tempo, secondo pensieri che sono di matrice massonica, non siano peccato.

Questa è anche l’ora di uscire da queste denominazioni secolarizzate e inserite nei registri delle logge massoniche. È ora ormai che le pecore del Signore si riuniscano nelle case per lodare Iddio con tutto il cuore e renderGli un culto spirituale com’è conveniente biblicamente che sia reso.

Questa è l’ora di ritornare alla “sola Scrittura” e di bruciare e gettare via lontano gli statuti e i regolamenti di enti nati per volontà della massoneria.

Questa è l’ora di ridare dignità ai fratelli semplici, ai poveri, ai bisognosi di aiuto, e coloro tra i santi che ne hanno la possibilità, hanno il preciso dovere di aiutare quelli più deboli, e il divieto di ingrassare il coccodrillo col grembiulino.

Questa è l’ora di dire basta alla costruzione di torri di Babele e di cattedrali, basta con le costruzioni di locali di culto lussuosi, i cui costi gravano sulle spalle dei poveri fratelli che con tanta fatica lavorano per sostenere la propria famiglia; non si deve partecipare a far fare la bella vita ai pastori e non si deve partecipare alle costruzioni di nuovi e più ampi locali di culto che molte volte sono del tutto inutili. Non dovete essere associati in partecipazione di queste aziende di costruzioni di locali e di accumulo di capitale immobiliare, che sfruttano la vostra carità per estorcervi del denaro.

Questa è l’ora che la Parola di Dio abbia di nuovo il primo posto nella mente e nel cuore dei credenti, e di rigettare dal proprio cuore l’etichetta della propria denominazione, che nei cuori e nelle menti di molti, ancora oggi, questa ha un’importanza superiore alla volontà di Dio che è scritta nella Bibbia.

Questa è l’ora che v’inginocchiate a pregare Iddio per chiedere perdono per non aver vegliato ed aver permesso alla massoneria di infiltrarsi nelle vostre menti e nei vostri cuori con i suoi principi che offendono l’Iddio unico e vero. Pregate che il Signore vi guidi e vi faccia sapere quale sia la sua volontà perfetta inverso voi.

Fratelli nel Signore, adesso siete inescusabili davanti a Dio, avete tantissimo materiale “gratuito” su cui riflettere per prendere le vostre decisioni, per decidere di uscire da queste comunità massonizzate per seguire e servire veramente e solamente il Signore nostro Gesù Cristo, non aspettate oltre, non perdete altro tempo, siate forti, uscite da queste denominazioni massonizzate che vi stanno uccidendo spiritualmente, che hanno la parvenza di cristianesimo, ma ne hanno rinnegato la potenza. Siate determinati, riunitevi nelle case con altri fratelli, pregate, studiate le Scritture e aspettate le direttive da Dio sul da farsi, perché di questi tempi queste sono le cose che Egli gradisce.

Credete voi che Dio vi può guidare e parlare anche a casa? Se ci credete, allora riunitevi nelle case a rendere un culto a Dio con tutto il cuore, se non ci credete, allora o la massoneria è riuscita a inculcare dentro di voi i suoi metodi e i suoi principi così in profondità che ormai non siete più in grado di discernere la verità dalla menzogna, o non siete mai nati di nuovo e non siete ancora figli di Dio e per questo non potete credere.

Pensavate voi di non soffrire a cagione del nome di Gesù Cristo e per la verità della Parola di Dio? Ebbene, vi siete sbagliati, perché i cristiani sono sempre in guerra, spiritualmente, e il maligno ha inferto un colpo molto forte contro la Chiesa in questi ultimi decenni, per renderla prigioniera, attraverso la massoneria e la presa di possesso dei pulpiti. Ma è venuta l’ora del contrattacco e di sottrarsi da questa stretta mortale del serpente antico, e questo può avvenire solamente uscendo da queste denominazioni massonizzate, per ricominciare tutto da capo.

Non dovete spaventarvi, né turbarvi dal dover ricominciare tutto da capo, perché anche il popolo d’Israele dopo che fu liberato dalla schiavitù dell’Egitto dovette ricominciare tutto da capo, ma Dio era con loro, e lo sarà anche con voi. Siate forti!

Così pure Noè, dopo il diluvio, dovette lui con la sua famiglia ricominciare tutto da capo.

E ancora il popolo d’Israele, quando tornò dalla cattività babilonese dovette ricominciare tutto da capo, ricostruire le mura di Gerusalemme e il Tempio dell’Eterno.

Nella stessa maniera che loro, voi pure dovete ricominciare tutto da capo e ricostruire tutta la vostra vita spirituale da un nuovo principio, e dovete ristabilire la vostra comunione con Dio, con sincerità e verità.

Abbiate fiducia in Dio, riponete in Lui la vostra speranza, riconoscetelo in tutte le vostre vie, e voi vedrete la gloria di Dio operare con potenza nella vostra vita, nella vostra famiglia, nella vostra casa.

Siamo diventati vostri nemici dicendovi la verità? Così non sia, perché noi amiamo i nostri fratelli che sono stati salvati dal Signore Gesù nella stessa maniera che noi, e desideriamo il loro bene, che siano liberi da ogni schiavitù del maligno, che conoscano la verità della Parola di Dio che li rende “veramente” liberi.

Non siamo di certo noi che vi abbiamo sfruttato ed estorto del denaro, ma sono ben altri i vostri nemici e sfruttatori, ma noi siamo di quelli che temono Iddio ed hanno in cuore di dire sempre la verità che il popolo di Dio deve conoscere, per a averne certamente del bene.

Dunque, fratelli nel Signore, conducetevi in modo savio davanti a Dio, per riconoscere chi sono veramente quelli che vogliono il vostro male e chi sono quelli che invece vogliono il vostro bene. Imparate a discernere il bene dal male, e ciò lo si può fare solo attraverso le Scritture, se ancora non lo avete imparato.

Cari nel Signore, guardate che nessuno vi seduca e non faccia di voi la sua preda, perché siamo in guerra, e i credenti sono la preda ambita dal maligno e dai suoi servitori.

Che Dio benedica il suo popolo e finalmente lo liberi da ogni oppressione e da ogni legame massonico.

Giuseppe Piredda

No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

No Temas Sino Habla

Entonces él Señor dijo de noche en visión á Pablo: No temas, sino habla, y no calles: Porque yo estoy contigo, y ninguno te podrá hacer mal (Hechos 18:9-10)

Blog di Aldo Prendi

Per la diffusione e la difesa delle dottrine bibliche

Acordai-vos

Tocai a trombeta em Sião, e dai o alarma no meu santo monte.

Egli è altresì scritto...

Blog di Nicola Iannazzo

Destatevi

"Suonate la tromba in Sion e date l'allarme sul mio santo monte" (Gioele 2:1)

Il Buon Deposito

Dottrine della Bibbia

Listen to the sound of the sword

«Stand in the ways and see, and ask for the old paths, where the good way is, and walk in it» (Jeremiah 6:16)

Sana Dottrina

Perché verrà il tempo che non sopporteranno la sana dottrina; ma per prurito d'udire si accumuleranno dottori secondo le loro proprie voglie e distoglieranno le orecchie dalla verità e si volgeranno alle favole.(2Timoteo 4:3-4)

La Buona Strada

Blog di Giuseppe Piredda, cristiano evangelico pentecostale trinitariano fondamentalista

He who has ears let him hear

A voice crying in the wilderness

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: