Vai al contenuto

La Messa dei preti cattolici è una bestemmia contro il sacrificio compiuto da Cristo Gesù

3 dicembre 2014

La Messa dei preti cattolici è una bestemmia contro il sacrificio compiuto da Cristo Gesù

ostia-idolatria“I cattolici dichiarano di sacrificare il vero corpo di Cristo oltre 200 mila volte al giorno in tutto il mondo a ripetizione e di continuo.

Quale bestemmia! Dicono di far scendere Cristo dal cielo ogni volta che viene svolta la messa. Questa non è la cena del Signore, così come molti protestanti sono stati portati a credere. È una malefica imitazione di Satana.

Tale imitazione satanica divenne ufficiale nel 394 d.C., non a Gerusalemme, ma nel grande tempio cattolico di Roma.”

“Satana, combinando i riti ebraici con quelli pagani sviluppò la messa cattolica, che ripete in continuazione il sacrificio di Cristo sulla croce. La cena del Signore fu sostituita da una meschina contraffazione.
Durante la messa, il prete trasforma magicamente l’ostia nel corpo, nel sangue e nella divinità di Cristo. Chi gli ha dato questo potere? Quelle persone in abito religioso del Vaticano.
Quindi, ai cattolici viene chiesto di adorare quest’ostia perché è diventata Dio in persona. In caso contrario, verranno dannati. Sembra uno scherzo? No! Sono terribilmente seri!

Concilio di Trento, canone 1, 1563: “Se qualcuno dovesse negare che il corpo e il sangue, insieme all’anima e alla divinità di nostro Signore Gesù Cristo e quindi l’intero Cristo, siano veramente, realmente e sostanzialmente contenuti nel Santissimo Sacramento dell’Eucaristia; dicendo che si tratta solo di un simbolo o una figura – che sia dannato!” (Ratificato dal Concilio Vaticano Secondo, 1963), è ancora in vigore!

In passato, milioni di persone furono uccise perché rifiutarono “la Messa” e in futuro molti ancora moriranno.
Dio aiuti i protestanti e gli ebrei quando i loro paesi diventeranno cattolici.”

[Tratto da un racconto dell’ex gesuita Alberto Rivera]

Fratelli e sorelle nel Signore, vi faccio sapere che secondo la Bibbia la messa è una bestemmia contro Gesù Cristo, secondo quanto ha detto l’ex gesuita Alberto Rivera, quindi, i santi che temono Iddio e vogliono piacere solo a Lui, non possono in alcuna maniera e per nessuna circostanza parteciparvi. Se i santi partecipano alle messe cattoliche, rendono un culto al diavolo e si rendono alleati dei bestemmiatori contro Gesù Cristo, e a suo tempo riceveranno quello che si meritano, per aver disprezzato il buon nome del Signore Gesù Cristo.

Ecco cosa sta scritto nella Parola di Dio a riguardo del sacrificio di Cristo Gesù, il quale, essendo un sacrificio PERFETTO, non deve e non può essere ripetuto in alcuna maniera. Se lo si ripete, si annulla questa perfezione, e si pecca, quindi, davanti al Signore.

«Poiché Cristo non è entrato in un santuario fatto con mano, figura del vero; ma nel cielo stesso, per comparire ora, al cospetto di Dio, per noi; e NON PER OFFRIR SE STESSO PIU’ VOLTE, come il sommo sacerdote, che entra ogni anno nel santuario con sangue non suo; ché, in questo caso, avrebbe dovuto soffrir più volte dalla fondazione del mondo; ma ora, UNA VOLTA SOLA, alla fine de’ secoli, è stato manifestato, per annullare il peccato col suo sacrificio.
E come è stabilito che gli uomini muoiano una volta sola, dopo di che viene il giudizio, così anche Cristo, dopo essere stato offerto UNA VOLTA SOLA, per portare i peccati di molti, apparirà una seconda volta, senza peccato, a quelli che l’aspettano per la loro salvezza.» (Ebrei 9:24-28)

Cari nel Signore, i cattolici romani non sono cristiani, non sono credenti e non sono nostri fratelli, perché fanno la volontà del maligno e a lui rendono il culto, adorano le statue, quindi, sono idolatri, ma non possono assolutamente essere chiamati CRISTIANI. Chi li chiama “fratelli” offende grandemente il Padre Celeste, che non ha operato in loro nessuna rigenerazione spirituale. Quando nasceranno di nuovo e abbandoneranno l’idolatria e il culto a Satana, come abbiamo fatto molti di noi credenti, allora potranno essere chiamati “fratelli”.

Cari nel Signore, gurdatevi, dunque, da tutti coloro che chiamano i cattolici romani “fratelli o cristiani”, perché errano grandemente, o per ignoranza, e in tal caso insegnategli la verità, o sbagliano per furbizia, per portare avanti un loro piano di cui fanno parte (quello del diavolo per confondere i veri santi di Dio).

Ricordatevi che i cattolici romani vanno evangelizzati, vanno esortati a ravvedersi e a credere nell’evangelo di Gesù Cristo, e come frutto del loro ravvedimento devono abbandonare la chiesa cattolica romana, i suoi culti al diavolo e alle statute, per attenersi strettamente a quanto è insegnato nelle sacre Scritture.

Che Dio abbia pietà della sua Chiesa.

Giuseppe Piredda

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

No Temas Sino Habla

Entonces él Señor dijo de noche en visión á Pablo: No temas, sino habla, y no calles: Porque yo estoy contigo, y ninguno te podrá hacer mal (Hechos 18:9-10)

Blog di Aldo Prendi

Per la diffusione e la difesa delle dottrine bibliche

Acordai-vos

Tocai a trombeta em Sião, e dai o alarma no meu santo monte.

Egli è altresì scritto...

Blog di Nicola Iannazzo

Destatevi

"Suonate la tromba in Sion e date l'allarme sul mio santo monte" (Gioele 2:1)

Il Buon Deposito

Dottrine della Bibbia

La Massoneria Smascherata

"non v'è niente di nascosto che non abbia ad essere scoperto" (Matteo 10:26)

Listen to the sound of the sword

«Stand in the ways and see, and ask for the old paths, where the good way is, and walk in it» (Jeremiah 6:16)

Sana Dottrina

Perché verrà il tempo che non sopporteranno la sana dottrina; ma per prurito d'udire si accumuleranno dottori secondo le loro proprie voglie e distoglieranno le orecchie dalla verità e si volgeranno alle favole.(2Timoteo 4:3-4)

La Buona Strada

Blog di Giuseppe Piredda, cristiano evangelico pentecostale trinitariano fondamentalista

He who has ears let him hear

A voice crying in the wilderness

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: