Skip to content

Pastore ADI Paolo Lombardo: “Per favore, vi scongiuro, non leggete quei link in internet!”

17 dicembre 2014

Pastore ADI Paolo Lombardo: “Per favore, vi scongiuro, non leggete quei link in internet!”

copertina-massoneriaLe parole del titolo sono uscite dalla bocca di Paolo Lombardo, pastore della comunità ADI di Catania, il giorno 7.12.2014 nel culto delle ore 18,00, con la quale intendeva mettere in guardia, tra gli altri, anche dalle pagine del mio blog.

Premesso ciò, fratelli e sorelle nel Signore, desidero porre alla vostra attenzione il discorso fatto dal pastore Paolo Lombardo, pronunciato in modo particolare per rispondere al libro scritto da Giacinto Butindaro dal titolo: “La Massoneria Smascherata”, in cui viene dimostrata la collusione delle ADI con la Massoneria, scaricabile gratuitamente da questo link: “La-Massoneria-Smascherata“.

A distanza di circa due anni dal momento in cui è stato pubblicato sul web il libro sopracitato, ecco che è arrivata la risposta a tale libro, risposta tanto desiderata dai fratelli membri delle ADI, che tanto amano la loro organizzazione, talvolta più di Gesù Cristo stesso, i quali pensano che la loro organizzazione sia stata ingangata ingiustamente, e quindi i loro pastori dovrebbero sentirsi il dovere di dimostrare con prove certe e con validi ragionamenti che il Butindaro si è sbagliato.

Il pastore Lombardo, abbozzando la risposta tanto reclamata, nel tentativo di confutare e di sbugiardare il libro di Butindaro, ha finito in realtà per ammettere tutto quello che ha scritto sulla storia delle ADI almeno fino al 1959, anno in cui le ADI sono state organizzate come ENTE MORALE dalla Massoneria. Seguendo attentamente il suo discorso, egli fa capire chiaramente che vi è l’ammissione che la massoneria, tramite la CIA e i fratelli americani massoni, abbia liberato le ADI dalla persecuzione della chiesa cattolica romana.

Quindi, considerate le parole del pastore Paolo Lombardo in questo comunicato che sotto ho trascritto per agevolarne la riflessione, possiamo archiviare come vero tutto ciò che sta scritto nel libro “La Massoneria Smascherata” che riguada il periodo che va dal 1947 al 1959, in quanto è stato chiaramente confermato da Lombardo.

Sentite le parole di Lombardo, ci viene da dire: “ma quando affronterà anche le argomentazioni trattate degli altri periodi di tempo, in modo che abbiamo conferma anche di tutto il resto del libro, da parte di un emimente pastore ADI”?

Il discorso pronunciato “solennemente” dal pastore Lombardo, ci insegna quale sia la maniera in cui “NON” si deve parlare per riuscire a difendere la propria denominazione, che è stata pescata in flagrante adulterio con la Massoneria, e anche per tale motivo ho voluto trascrivere il suo discorso, esempio di “non sapienza” (ahimé!).

Per comprenderne ancora di più la portata di questo discorso, bisogna anche tenere conto che la Chiesa evangelica ADI di Catania è tra le più numerose di tutta Italia, tra le più importanti, tra le più influenti in tutto l’ambiente, e a capo di questa importante comunità vi è il pastore Lombardo, dalla cui bocca dipendono i membri comunicanti di tale comunità.

Dal link al video integrale, che ho messo sotto il discorso trascritto, per sentirlo personalmente dovete andare avanti con il cursore fino al minuto 54 del video.

Edo ora, eccovi la trascrizione di quello che ha detto Lombardo:

“C’è qualcuno in questi ultimi anni, che in internet, accusa “accanitamente” le Assemblee di Dio in Italia, la nostra associazione, di fare parte alla MASSONERIA, e di adottare anche molti simboli di questa associazione segreta. Questa è soltanto una enorme “sciocchezza” e una “assurda” bugia.

Ammesso che qualcuno dei nostri fratelli italo americani, nei primi anni del nostro movimento, facessero parte dei servizi segreti americani, o anche della Cia, cosa significa? Dio li ha usati allora per aiutarci [minuto 55:18] durante le persecuzioni dovute alle leggi fasciste, e negli anni successivi per farci riconoscere come persone affidabili e come Ente Morale della nostra nazione. Perché accusarli? È come voler mettersi a discutere se alcuni nostri fratelli, allora, .. allora, fossero stati o fossero ancora fascisti o partigiani. Dopo si sono convertiti, e sono diventati dei figli di Dio.

Noi, oggi, che cosa c’entriamo in tutta questa storia?

Volete vedere che qualche giorno di questi, per turbare le anime semplici, qualcuno comincia a dire che organizziamo le rapine a mano armata? O rapimenti, o pedofilia, o ci mettiamo a spacciare droga?

Noi non abbiamo creduto nel cosiddetto Grande Architetto dei massoni, un essere in conflitto con sé stesso.

Noi non ci siamo sottoposti a riti segreti di iniziazione.

Noi non partecipiamo a riunioni strane e segrete.

Noi non siamo impegnati in iniziative umanistiche o politiche misteriose, per cambiare le condizioni sociali del mondo.

Ho letto questo, che fanno i massoni, ma non voglio e non m’interessa sapere altro. Io non conosco i massoni.

Non ne conosco neppure uno. C’era uno che veniva tanti anni fa in questa Chiesa, ma non è arrivato a battezzarsi, e non si è mai convertito all’Evangelo.

Noi [minuto 57:35] leggiamo e seguiamo la Bibbia, brano dopo brano, adoriamo l’Iddio che si rivela nelle pagine preziosissime della Sua Parola.

Questa Parola di Dio ha rigenerato le nostre vite.

Questa Parola ci ha fatto piangere sui nostri peccati, e ci ha fatto conoscere e accettare il Salvatore Gesù che ci ha ormai lavati con il Suo preziosissimo sangue.

Alcune volte cadiamo, in qualche errore umano, ci mancherebbe.

Il Signore, però, che ci ha salvati per grazia [minuto 58:30], ci perdona, ci aiuta, e ci porta avanti ogni giorno, con l’aiuto dello Spirito santo.

Il nostro Dio è il Padre di Gesù Cristo, che si fa conoscere nelle Scritture, nelle Scritture, e nel creato.

La nostra iniziazione, è quando Dio ci converte e tutti, chiunque lo vuole, può assistere ai nostri battesimi. Le nostre riunioni di culto sono aperte e accessibili a tutti.

Evangelizziamo all’aperto, per le strade, nelle piazze, sotto le tende, e tutti possono sapere quello che predichiamo.

L’accusatore dei fratelli, fa il suo lavoro sporco da sempre, dicendo: “che invece è un lavoro spirituale”.

Noi non accusiamo nessuno, cerchiamo di fare conoscere soltanto la Buona Notizia di Cristo.

Noi non siamo massoni e non ne conosciamo nessuno in mezzo a noi.

Noi siamo cristiani per grazia, senza pretese di infallibilità, che hanno invece, queste persone che accusano, e si dicono di essere “perfettissimi”, e nella dottrina e nella morale.

Il nostro Consiglio Nazionale ha scelto di tacere e pregare in merito a queste accuse continue e pesanti contro di noi, aspettando che sia il Signore a farci giustizia, e io sono d’accordo.

Qui, nella nostra Chiesa, ho voluto leggere localmente questa comunicazione, per tranquillizzare alcune anime semplici e genuine che sono turbate.

State tranquilli, siamo imperfetti, ma siamo “puliti”!

Siamo imperfetti, ma siamo “puliti”!

Siamo salvati, apparteniamo per grazia a Cristo, che ci ha perdonati [minuto 01:01:19], e se perseveriamo, Egli ci porterà presto nella Sua Gloria.

Per favore, vi scongiuro, non leggete quei link in internet! Non abboccate a quelle falsità e soprattutto nessuno, dico nessuno, cerchi di rispondere e controbattere.

Quelle persone sono tanto diaboliche, che riescono a coinvolgervi e a distruggervi.

Il Signore vuole la nostra benedizione, nella sincerità della fede, nella verità biblica più piena [minuto 01:02:04], e nell’autentica comunione fraterna in seno alle nostre comunità e con chi promuove soltanto l’edificazione.

E io vi invito a questo punto, a pregare per i nostri nemici. Ha ordinato questo Gesù? Di pregare per i nemici? […]

… noi sappiamo … ogni nemico, ogni avversità, ogni ostacolo, Signore, che cerca di portare avanti l’opera Tua, sarà allontanata nel nome di Gesù …”

Qui trovate lo stralcio del video di cui ho riportato la trascrizione:

Il video è stato tratto da: http://www.livestream.com/adicatania/video?clipId=pla_35ca4b91-e1b2-493a-814f-aa10d96c02f7

Cari nel Signore, potrei commentare e fare le mie considerazioni su diverse cose che ha letto Lombardo da un foglietto che aveva in mano, e che vi ho sopra trascritto, e che avete potuto udire con le vostre orecchie, ma ritengo che non ce ne sia poi tanto bisogno, in quanto siete intelligenti da capire da voi stessi il significato delle parole e di tutto il discorso che ha pronunciato con tono solenne, ma vuoto quanto a sostanza; vuoto quanto al tentativo di voler inculcare nella mente dei fratelli il fatto che il libro “La Massoneria Smascherata” non sia vero, in quanto non ha portato nessuna prova e nessun documento. In un tribunale, e noi prediligiamo il tribunale della gente del mondo, davanti a tale tribunale dei membri del Corpo di Cristo, se si muove un’accusa con tanto di prove documentate, se chi si deve difendere dice soltanto che “le accuse sono sciocchezze”, e che non vogliono rispondere a tali accuse, allora si dimostra chiaramente di non avere argomentazioni a proprio sostegno, e di essere privi completamente di prove che possano confutare quanto è stato scritto nel libro di Butindaro.

Quindi, in assenza di difesa, le accuse risultano vere, e se le accuse sono vere, e finora non è stato smentito niente con documenti e prove alla mano, allora bisogna domandarsi chi sono le vittime in tutta questa matassa di fili, di burattini e di burattinai? Chi sono le vittime?

Noi siamo gli accusatori, i pastori delle ADI sono gli accusati. Quale parte hanno in tutta questa sceneggiata i membri spettatori e finanziatori delle ADI?

Ancora non lo avete capito? E come capirete tutte le altre cose? Siete voi, fratelli membri delle ADI, coloro che sono le vittime di tutto quel sistema intessuto dalla Massoneria, voi siete le prede, il vostro portafoglio, le vostre anime sono la preda di questa organizzazione che possiamo chiamare paramassonica, senza timore di esagerare.

Eppure sono convinto che in mezzo alle ADI ci siano dei veri fratelli in Cristo, e credo che siano anche tanti, ma rimango meravigliato da questa lunga attesa di costoro, non comprendo cosa stiano aspettando a riprendersi la loro vita in Cristo e a rendere un vero culto spirituale rivolto a Dio, a Dio soltanto?

Non è di certo rifiutandovi di leggere e di documentarvi su quanto si dice e si scrive sulle ADI che i problemi si risolveranno. Mettere la testa sotto la sabbia, chiudere gli occhi per non vedere la realtà, non la fa diventare di certo migliore. La vostra inerzia, fratelli nel Signore membri delle ADI, ci fa capire che forse vi mancano le forze, o il coraggio, o la determinazione, o semplicemente non avete voglia di combattere per la verità, non volete riprendervi ciò che vi appartiene di diritto, che vi è stato tolto, cioè: la spiritualità di una vita in Cristo e di un culto semplice fatto a Dio.

Nella mia vita spirituale ho incontrato tanti fratelli delle ADI, con diversi ho instaurato un buon rapporto, perchè sono sinceri; con altri non ho instaurato nessun tipo di rapporto, perché a loro interessa solo quello che dicono i loro pastori; con altri ancora mi sono scontrato duramente, perché ci sono credenti che per loro è sempre duro accettare di far parte di qualcosa da tanti anni che non è di Cristo, che non è voluto da Cristo, la cui struttura organizzativa gerarchica nulla ha a che fare con la Bibbia.

Loro dicono che pregano per noi? Ma siamo noi che stiamo pregando per i membri delle ADI che vengano liberati dalle falsità da moltissimi anni. Ginocchia e faccia a terra, a gridare che “Dio liberi i suoi figli dal laccio dell’uccellatore!” Quante volte le ho gridate queste parole a Dio? Moltissime volte, e lo continuerò a fare e non sono certamente l’unico. E chi ancora non lo sta facendo, adesso sa che lo deve fare.

C’è forse impurità e peccato nel mio cuore, nel voler vedere i membri delle ADI felici, rendendo un culto veramente a Dio nelle loro case? Sto forse desiderando che si perdano? Li stiamo forse spogliando dei loro beni? Stiamo forse desiderando i loro beni? No, noi desideriamo il loro BENE, quello soltanto, il loro bene spirituale, affinché siano benedetti grandemente da Dio in ogni cosa.

Entriamo per un attimo nel merito della questione massoneria-ADI, voi non avete ancora letto l’articolo che riguarda l’elogio dei massoni a favore di Toppi, in cui lo hanno chiamato “fratello”, e lo hanno elogiato per aver portato avanti i principi massonici per moltissimi anni? Se non lo avete letto vi consiglio di leggerlo, e comprenderete anche voi che Lombardo non ha parlato secondo verità. [Eccovi l’articolo: Nota biografica su Francesco Toppi su gruppo Facebook a favore della Massoneria]

Inoltre, concedetemi una piccola considerazione sulla preghiera che è stata fatta di cui ho trascritto una piccola parte, nella quale ha voluto far intendere che ‘NOI SIAMO IL LORO OSTACOLO CHE PORTIAMO AVANTI L’OPERA DI Gesù’. In questo noi crediamo che lo Spirito santo gli abbia aperto la bocca per pregare correttamente, similmente come accadde a Balaam quando fu incaricato da Balak di maledire Israele (se non conoscete la storia andate a leggerla).

Iddio libererà i suoi figlioli dal laccio dell’uccellatore.

A Dio siano la gloria, l’onore e la lode, nei secoli dei secoli. Amen!

Giuseppe Piredda

Annunci
3 commenti leave one →
  1. Franco permalink
    29 aprile 2015 05:19

    Sono sorpreso dalla distrazione del Lombardo nell’uso delle parole. Potrebbe certo capitare a me che non sono un predicatore, ma a chi abitualmente arringa le folle no. Leggo nella trascrizione

    “..Perché accusarli? È come voler mettersi a discutere se alcuni nostri fratelli, allora, .. allora, fossero stati o fossero ancora fascisti o partigiani. Dopo si sono convertiti, e sono diventati dei figli di Dio.”

    Trovo incompatibile con l’esperienza della trasformazione per nuova nascita, certe ideologie politiche, o la stessa simpatia nutrita per determinati leaders politici, specie quelli con dimostrata amoralità. Questo un pastore non dovrebbe farselo sfuggire. Spero che il Lombardo mi possa leggere e riflettere bene su questo punto.

    Ma riguardo a un’altra sua dichiarazione, poco prima dice

    “..Ammesso che qualcuno dei nostri fratelli italo americani, nei primi anni del nostro movimento, facessero parte dei servizi segreti americani, o anche della Cia, cosa significa? Dio li ha usati allora per aiutarci [minuto 55:18] durante le persecuzioni dovute alle leggi fasciste, e negli anni successivi per farci riconoscere come persone affidabili e come Ente Morale della nostra nazione.”

    Tralascia un particolare, importante perno delle accuse mosse contro le adi. Detti confratelli erano massoni a vari livelli. E’ su questo che non avrebbe dovuto glissare. Ma capisco che c’è molto imbarazzo per una questione, come quella delle cause legali promosse dalle adi, che non è facile da gestire ne tantomeno da spiegare. Ad oggi, i ministri di culto che sono stati interpellati sulla questione, non hanno saputo dare spiegazioni. Ma hanno solo saputo offendere, accusare di falsità, usando lo stesso sistema di minacce e anatemi che venivano messi in atto dai parroci di paese, i quali vedendo minacciata la loro potestà sulle anime a causa dell’annuncio dell’evangelo, minacciavano di scomunica coloro che si disponevano ad ascoltare la testimonianza degli evangelici (quelli veri) e a dare spazio alla verità.

    Mi piace

  2. leonardo permalink
    2 gennaio 2017 11:37

    Perciò, o uomo, chiunque tu sii che giudichi, sei inescusabile; perché nel giudicare gli altri, tu condanni te stesso; poiché tu che giudichi, fai le medesime cose.

    Mi piace

  3. 2 gennaio 2017 14:16

    Appunto, dice FAI LE MEDESIME COSE, e sono questi che non possono giudicare. Ed è anche logico, un ladro non può dire ad un altro ladro che non va bene rubare, prima deve fare pulizia nella sua vita e solo dopo potrà dire agli altri ladri che non devono rubare.
    Questo per rispondere e spiegare quel passo, che viene, purtroppo, spiegato e creduto nella maniera sbagliata da molti, ed è proprio nella maniera sbagliata che lo presentano quel passo di Romani 2:1, per TAPPARE LA BOCCA a tutti coloro che vogliono parlare contro l’empietà e l’ingiustizia.
    In verità i giudizi si possono anzi si devono dare obbligatoriamente. Citerò solo qualche passaggio che dimostra che si può giudicare, con giusto giudizio naturalmente e non basandosi sull’apparenza, come ha comandato Gesù con queste parole: «Non giudicate secondo l’apparenza, ma giudicate con giusto giudizio.» (Giovanni 7:24)
    «Parlino due o tre profeti, e gli altri giudichino» (1 Corinzi 14:29)
    Ma voi lo sapete che i santi giudicheranno il mondo? Non lo sapete, perché se lo sapeste non parlereste nella maniera con cui parlate e questo dimostra che quelli che vi ammaestrano VI STANNO MENTENDO, e voi siete caduti vittime delle loro seduzioni, come il diavolo sedusse Eva.
    «Non sapete voi che i santi giudicheranno il mondo? E se il mondo è giudicato da voi, siete voi indegni di giudicar delle cose minime? Non sapete voi che giudicheremo gli angeli? Quanto più possiamo giudicare delle cose di questa vita! Quando dunque avete da giudicar di cose di questa vita, costituitene giudici quelli che sono i meno stimati nella chiesa. Io dico questo per farvi vergogna. Così non v’è egli tra voi neppure un savio che sia capace di pronunziare un giudizio fra un fratello e l’altro?7 (1 Corinzi 6:2-5)
    Abbiamo anche scritto diversi articoli che dimostrano chiaramente che si può e si deve giudicare, nella maniera corretta naturalmente, e vi metto qui il link di alcuni scritti:
    Uno dei danni che ha provocato la falsa dottrina del “non giudicare”;
    I santi possono, anzi, devono giudicare con giusto giudizio.

    Purtroppo chi parla contro il GIUDICARE o è stato sedotto o è malvagio di suo. Ravvediti e svegliati, dunque, o tu che dormi e Cristo di inonderà di luce facendoti capire la verità.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

No Temas Sino Habla

Entonces él Señor dijo de noche en visión á Pablo: No temas, sino habla, y no calles: Porque yo estoy contigo, y ninguno te podrá hacer mal (Hechos 18:9-10)

Blog di Aldo Prendi

Per la diffusione e la difesa delle dottrine bibliche

Acordai-vos

Tocai a trombeta em Sião, e dai o alarma no meu santo monte.

Egli è altresì scritto...

Blog di Nicola Iannazzo

Destatevi

"Suonate la tromba in Sion e date l'allarme sul mio santo monte" (Gioele 2:1)

Il Buon Deposito

Dottrine della Bibbia

La Massoneria Smascherata

"non v'è niente di nascosto che non abbia ad essere scoperto" (Matteo 10:26)

SALVATI per GRAZIA

Blog Di Giuseppe Palamara

La verità rende liberi!

Sito di attualità e informazione cristiana

Listen to the sound of the sword

«Stand in the ways and see, and ask for the old paths, where the good way is, and walk in it» (Jeremiah 6:16)

Non tollero Jezabel

Il blog di Gian Michele Tinnirello

Sana Dottrina

Perché verrà il tempo che non sopporteranno la sana dottrina; ma per prurito d'udire si accumuleranno dottori secondo le loro proprie voglie e distoglieranno le orecchie dalla verità e si volgeranno alle favole.(2Timoteo 4:3-4)

La Buona Strada

Blog di Giuseppe Piredda, cristiano evangelico pentecostale trinitariano fondamentalista

He who has ears let him hear

A voice crying in the wilderness

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: