Skip to content

Pensieri …

9 febbraio 2015

Pensieri …

sole-nuvoleGESÙ RIPRENDE E CASTIGA

«Tutti quelli che amo, io li riprendo e li castigo; abbi dunque zelo e ravvediti» (Apocalisse 3:19). Queste sono parole che Gesù Cristo il Figlio di Dio rivolse all’angelo della Chiesa di Laodicea. Per cui Gesù riprende e castiga quelli che sono da Lui amati. Non farti sedurre dunque da coloro che sostengono che Gesù non castiga nessuno: essi mentono contro la verità.

MOLTE TRIBOLAZIONI

Fratelli, vi ricordo che «dobbiamo entrare nel regno di Dio attraverso molte tribolazioni» (Atti 14:22). State dunque saldi nel Signore, non essendo per nulla spaventati dagli avversarî.

LO STESSO EVANGELO

Paolo predicò l’Evangelo che aveva ricevuto per rivelazione di Gesù Cristo (1 Corinzi 15:1-11; Galati 1:11.12), e molti credettero in esso. E’ lo stesso Evangelo nel quale anche noi abbiamo creduto e mediante il quale siamo salvati. Riteniamolo dunque fino alla fine. “Se alcuno vi annunzia un vangelo diverso da quello che avete ricevuto, sia anatema” (Galati 1:9).

SUL PASSAGGIO DEL CESTINO DELLE OFFERTE

Il passaggio delle cestino delle offerte è una delle pratiche non bibliche più diffuse nelle Chiese, che è una forma di accattonaggio. E difatti nè Gesù e neppure gli apostoli la praticarono.

E’ MOLTO DISPREZZATA

Quanto è disprezzata anche da tanti sedicenti Cristiani la sapienza data da Dio al nostro caro fratello Paolo da Tarso! 

IL VERO DIO FA TREMARE LA TERRA PER LA SUA IRA

«Ascoltate la parola che l’Eterno vi rivolge, o casa d’Israele! Così parla l’Eterno: Non imparate a camminare nella via delle nazioni, e non abbiate paura de’ segni del cielo, perché sono le nazioni quelle che ne hanno paura. Poiché i costumi dei popoli sono vanità; giacché si taglia un albero nella foresta e le mani dell’operaio lo lavorano con l’ascia; lo si adorna d’argento e d’oro, lo si fissa con chiodi e coi martelli perché non si muova. Cotesti dèi son come pali in un orto di cocomeri, e non parlano; bisogna portarli, perché non posson camminare. Non li temete! perché non possono fare alcun male, e non è in loro potere di far del bene. Non v’è alcuno pari a te, o Eterno; tu sei grande, e grande in potenza è il tuo nome. Chi non ti temerebbe, o re delle nazioni? Poiché questo t’è dovuto; giacché fra tutti i savi delle nazioni e in tutti i loro regni non v’è alcuno pari a te. Ma costoro tutti insieme sono stupidi e insensati; non è che una dottrina di vanità; non è altro che legno; argento battuto in lastre portato da Tarsis, oro venuto da Ufaz, opera di scultore e di man d’orefice; son vestiti di porpora e di scarlatto, son tutti lavoro d’abili artefici. MA L’ETERNO È IL VERO DIO, EGLI È L’IDDIO VIVENTE, E IL RE ETERNO; PER L’IRA SUA TREMA LA TERRA, E LE NAZIONI NON POSSON REGGERE DINANZI AL SUO SDEGNO. Così direte loro: ‘Gli dèi che non han fatto i cieli e la terra, scompariranno di sulla terra e di sotto il cielo’. Egli, con la sua potenza, ha fatto la terra; con la sua sapienza ha stabilito fermamente il mondo; con la sua intelligenza ha disteso i cieli. Quando fa udire la sua voce v’è un rumor d’acque nel cielo; ei fa salire i vapori dalle estremità della terra, fa guizzare i lampi per la pioggia e trae il vento dai suoi serbatoi; ogni uomo allora diventa stupido, privo di conoscenza; ogni orafo ha vergogna delle sue immagini scolpite; perché le sue immagini fuse sono una menzogna, e non v’è soffio vitale in loro. Sono vanità, lavoro d’inganno; nel giorno del castigo, periranno. A loro non somiglia Colui ch’è la parte di Giacobbe; perché Egli è quel che ha formato tutte le cose, e Israele è la tribù della sua eredità. Il suo nome è l’Eterno degli eserciti» (Geremia 10:1-16).
Voglio che notiate che la Scrittura dichiara che il vero Dio fa tremare la terra per la Sua ira e le nazioni non possono reggere dinnanzi al Suo sdegno. Quindi se qualcuno vi dice che Dio non fa tremare la terra per la Sua ira, sappiate che il Dio di cui costui vi parla non è il vero Dio. Guardatevi da lui.
Chi ha orecchi da udire, oda

DISPREZZANO DIO

Coloro che sprezzano i comandamenti dati dagli apostoli per la grazia del Signor Gesù, sprezzano l’Iddio vivente e vero (1 Tessalonicesi 4:8). E coloro che Lo sprezzano saranno da Lui avviliti (1 Samuele 2:30). Nessuno si illuda dunque.

DIO È TREMENDO

L’Iddio vivente e vero è tremendo. SiamoGli riconoscenti, e offriamoGli un culto accettevole, con riverenza e timore! Chi ha orecchi da udire, oda

HA GUIDATO I NOSTRI PASSI

Benedetto sia l’Iddio e Padre del nostro Signore Gesù Cristo per avere guidato i nostri passi verso la via della pace

NELLE FIAMME

Chi è senza Cristo, quando muore va nelle fiamme dell’ADES.

PAROLE MENZOGNERE

Fino ad ora contro la sovranità di Dio gli insensati e gli ignoranti hanno scritto e detto fiumi di parole, che si sono dimostrate menzognere. Dio infatti continua ad esercitare la Sua sovranità e a fare quindi misericordia a chi vuole Lui e a indurire chi vuole Lui. I santi dicano quindi: «Dio regna e metterà ad effetto tutta la Sua volontà». A Lui sia la gloria in Cristo Gesù ora e in eterno. Amen

VASI DI MISERICORDIA

Per la grazia di Dio siamo dei vasi di misericordia che Dio aveva già innanzi preparati per la gloria. A Dio sia la gloria in Cristo Gesù ora e in eterno. Amen

… ALLA SUA MERAVIGLIOSA LUCE

Benedetto sia l’Iddio e Padre del nostro Signore Gesù Cristo per averci chiamati dalle tenebre alla Sua maravigliosa luce.

SCELTI DA CRISTO

I Cristiani sono persone scelte da Cristo di mezzo al mondo, perciò il mondo li odia (Giovanni 15:19).

PER AVERCI PREDESTINATI

Grazie siano rese a Dio Padre per averci “predestinati ad essere adottati, per mezzo di Gesù Cristo, come suoi figliuoli, secondo il beneplacito della sua volontà: a lode della gloria della sua grazia, la quale Egli ci ha largita nell’amato suo” (Efesini 1:5-6).

STATE SALDI

Fratelli, state saldi nella fede nel Figliuolo di Dio

FELICE …

Sono felice e grato a Dio di far parte dell’Israele di Dio (Galati 6:16).

DONNE DIVERSE

Le donnicciuole cariche di peccati, agitate da varie cupidigie, che imparan sempre e non possono mai pervenire alla conoscenza della verità, amano sentirsi dire: ‘Non dovete coprirvi il capo con un velo quando pregate o profetizzate; potete mettervi gioielli addosso; potete truccarvi a vostro piacimento; e poi vestitevi come vi pare e piace, perché voi siete libere!’. Le sante donne speranti in Dio invece detestano questo messaggio distruttivo e amano sentirsi esortare alla santificazione, perché conoscono la verità e vogliono piacere a Dio con tutta la loro condotta.

RIPRENDERLE

Noi non dobbiamo partecipare alle opere infruttuose delle tenebre, anzi, piuttosto dobbiamo riprenderle (Efesini 5:11)

CIRCOSTANZE

Dio ci guida anche tramite le circostanze. Lo abbiamo sperimentato e lo continuiamo a sperimentare. A Lui sia la gloria ora e in eterno. Amen

UN CUORE NUOVO

Grazie siano rese a Dio in Cristo Gesù per averci dato un cuore nuovo.

CITTADINANZA CELESTE

La nostra cittadinanza è nei cieli, per questo non abbiamo l’animo alle cose della terra.

LA BUONA NOVELLA

Nella pienezza dei tempi, Dio ha mandato nel mondo il Suo Figliuolo Gesù Cristo per compiere la propiziazione dei nostri peccati. Egli infatti morì sulla croce per i nostri peccati, e il terzo giorno risuscitò dai morti a cagione della nostra giustificazione. Chi crede in Lui riceve la remissione dei peccati.

CON CARITÀ

Fratelli tutte le cose vostre siano fatte con carità, che è il vincolo della perfezione.

NON CONFIDARE NELLA VANITÀ

Chi confida nella vanità si illude, perché avrà la vanità per ricompensa (cfr. Giobbe 15:31)

PER LA VITA ETERNA

Ringraziato sia Dio per averci donato la vita eterna in Cristo Gesù, nostro Signore.

AZIONI DI GRAZIE

Studiatevi, fratelli, di abbondare in azioni di grazie all’Iddio e Padre del nostro Signore Gesù Cristo. Egli ha fatto cose grandi per noi.

LE SUE VIRTÙ

Ricordati, fratello, che sei un figliuolo di luce, e quindi hai il dovere di proclamare le virtù di Colui che ti ha chiamato dalle tenebre alla Sua maravigliosa luce.

AFFOGANO LA PAROLA

Quando le cure mondane e l’inganno delle ricchezze e le cupidigie delle altre cose, penetrano nei credenti, affogano la Parola, e così essa riesce infruttuosa (cfr. Marco 4:19).

IL MIO CUORE ESULTÒ

Il giorno che scoprii il proponimento dell’elezione di Dio il mio cuore esultò nel Signore, ed ha continuato ad esultare fino ad ora. A Dio sia la gloria in Cristo Gesù ora e in eterno. Amen

MANTIENITI UMILE

La conoscenza che Dio ti ha donato, non usarla mai per innalzarti sui fratelli, ma usala sempre per servire i fratelli affinché essi crescano nella conoscenza. Mantieniti umile nel cospetto di Dio, per essere da Lui innalzato a Suo tempo. Se invece ti insuperbirai in cuore tuo, sappi che Dio ti resisterà abbassandoti e quando Dio abbassa qualcuno è tremendo come lo è quando innalza qualcuno.

CHE LO SI SAPPIA

Chi fa del male alla Chiesa non è colui che confuta le eresie di perdizione, ma colui che le introduce di soppiatto in mezzo ai santi.

CI RENDE FERMI

Ringraziato sia Dio che ci rende fermi in Cristo.

SAPPI CHE …

Sappi che se sei diventato amico del mondo, sei diventato nemico di Dio (Giacomo 4:4), e quindi hai bisogno di riconciliarti con Dio. «Riconciliati dunque con Dio; avrai pace» (Giobbe 22:21)

DIO LI ODIA

Il fatto che gli empi quando muoiono vengono fatti scendere da Dio all’inferno (Salmo 9:17) conferma che Dio non li ama ma li odia, come dice la Scrittura (Salmo 5:5; 11:5).

LA VITA

Chi ha il Figlio di Dio ha la vita (1 Giovanni 5:12), perchè Gesù Cristo è LA VITA (Giovanni 14:16)

PER LA SUA FEDELTÀ E BONTÀ

Benedetto sia l’Iddio e Padre del nostro Signore Gesù Cristo per la Sua fedeltà e bontà che manifesta del continuo verso di noi.

GLI PIACE ILLUDERSI

A molti piace fare quello che la Parola di Dio ordina di non fare. La Parola dice: “Non v’illudete; né i fornicatori, né gl’idolatri, né gli adulteri, né gli effeminati, né i sodomiti, né i ladri, né gli avari, né gli ubriachi, né gli oltraggiatori, né i rapaci erederanno il regno di Dio.” (1 Corinzi 6:9-10)? Ma loro si illudono.

COME DELLE PROSTITUTE

Molte Chiese evangeliche sono come delle prostitute, che si vendono agli uomini in cambio di denaro e favori. In mezzo ad esse c’è lo stesso spirito di prostituzione che c’è nella Chiesa Cattolica Romana. Il nostro desiderio e la nostra preghiera a Dio quindi è che i fratelli che sono caduti nel laccio di queste Chiese siano affrancati da Dio e riacquistino la libertà che hanno perduto. Molti comunque sono stati già affrancati, e per questo siamo grati a Dio.

COSA INTENDONO DIRE

Ho potuto appurare questo nel corso del tempo: che quando alcuni ti accusano di non avere amore, in realtà vogliono dire che tu non hai alcun amore verso i peccati di cui loro sono schiavi!

CELEBRIAMOLO

Fratelli nel Signore, celebriamo l’Iddio e Padre del nostro Signore Gesù Cristo, perch’Egli è buono, perché la Sua benignità dura in eterno.

ACCUSE FALSE

Quando si trasmettono ai santi i comandamenti che Cristo ci ha dato tramite gli apostoli, si ricevono tante accuse false: una di queste è quella di essere dei legalisti, ossia persone che predicano che la salvezza è per opere. In questa mia predicazione confuto questa accusa.

SANTIFICAZIONE

Come Colui che ci ha chiamati è santo, anche noi dobbiamo essere santi in tutta la nostra condotta; poiché sta scritto: Siate santi, perché io son santo (1 Pietro 1:15). La santificazione è importante, e difatti è scritto che senza di essa nessuno vedrà il Signore (Ebrei 12:14).

IL TUO CORPO

Fratello, ricordati sempre che il tuo corpo è il tempio dello Spirito Santo, e che tu non appartieni a te stesso perchè sei stato comprato a prezzo (1 Corinzi 6:19).

UN ORDINE

Gesù ha detto: “Perdonate, e vi sarà perdonato” (Luca 6:37). E’ dunque un ordine quello di perdonare chi si pente e ci chiede di perdonarlo.

PERSONE TRISTI

Si vedono tante persone ridere, ma il loro cuore è triste, perchè sono senza Cristo. Dice bene la Sapienza: “Anche ridendo, il cuore può esser triste” (Proverbi 14:13).
HA CURA DI NOI

Ringraziato sia Dio nel nome di Gesù Cristo perchè si prende sempre cura di noi. Egli è fedele.

QUANTA ARROGANZA

A sentire parlare molti, Dio anzichè dargli ordini prende ordini da loro! Quanta arroganza! Ma a suo tempo Dio farà trovare loro il salario della loro condotta.

CI HA APERTO IL CUORE

Affinché il peccatore creda e sia salvato, è indispensabile che Dio gli apra il cuore per renderlo attento all’Evangelo della grazia che gli viene annunziato (cfr. Atti 16:14). Noi dunque, ben sapendo ciò, siamo in obbligo di ringraziare Dio per averci a suo tempo aperto il cuore. Egli ci ha fatto forza, e ci ha vinto!

NON TI FARE SEDURRE

Non ti fare sedurre dalla Chiesa che si prostituisce con il mondo: rigetta il suo parlare dolce e lusinghiero. Ricordati infatti che Dio non lascia impunito né colui che seduce e neppure colui che si fa sedurre.

PROPRIETÀ DI DIO

La Chiesa è di proprietà di Dio, e non di coloro che sono preposti da Dio per pascerla (cfr. Atti 20:28).

NON TUTTI CREDONO

Come mai non tutti coloro che ascoltano il Vangelo, credono in esso? Perchè non a tutti è dato di credere, ma soltanto a coloro che sono ordinati a vita eterna (cfr. Atti 13:48)

L’AMORE È DA DIO

L’apostolo Pietro ci comanda: “Amatevi l’un l’altro di cuore, intensamente” (1 Pietro 1:22). Per cui, come dice l’apostolo Giovanni: “Diletti, amiamoci gli uni gli altri; perché l’amore è da Dio, e chiunque ama è nato da Dio e conosce Iddio” (1 Giovanni 4:7).

AFFINCHÈ CI LIBERI

Fratelli nel Signore, preghiamo Dio affinchè ci liberi dagli uomini malvagi e molesti, di cui una parte sono in mezzo alle Chiese travestiti da Cristiani, perchè non tutti hanno la fede.

LA PARTE DEGLI IDOLATRI

La parte degli idolatri – tra cui ci sono i Cattolici Romani – sarà nello stagno ardente di fuoco e di zolfo (Apocalisse 21:8) dove saranno tormentati per l’eternità, per questo noi li esortiamo a ravvedersi e convertirsi dagli idoli muti a Dio e credere nel Vangelo di Cristo: per scampare a questa orribile fine che li aspetta.

SIAMO FELICI NEL SAPERE CHE …

Siamo felici nel sapere che il Signore Gesù Cristo sarà con noi sino alla fine (Matteo 28:20), e che ci confermerà sino alla fine, onde siamo irreprensibili nel giorno del nostro Signor Gesù Cristo (1 Corinzi 1:8). A Lui sia la gloria ora e in eterno.

CON OGNI UMILTÀ

Fratelli, conduciamoci con ogni umiltà, perché Dio ci comanda di essere umili (Efesini 4:2; 1 Pietro 3:8; 5:5).

SOLO GRATUITAMENTE

Quante cose che non si possono comprare con i soldi, ma si possono solo ricevere gratuitamente da Dio!

CROCIFISSI CON CRISTO

Ricordiamoci sempre che siamo stati crocifissi con Cristo, affinchè morti al peccato vivessimo per la giustizia.

TI RINGRAZIO

Padre nostro che sei nei cieli, quando penso che mentre camminavo nelle tenebre e stavo andando all’inferno, il tuo occhio vigilava su di me e la Tua mano mi aiutava e proteggeva e Tu mi stavi attirando a Cristo per salvarmi, mi viene da piangere. Quanto è grande la Tua bontà che hai manifestato verso di me in Cristo Gesù mentre ero ancora un peccatore! Non meritavo proprio niente da Te, ma Tu hai voluto donarmi questa così grande salvezza che è costata il sangue prezioso del Tuo Figliuolo Gesù. TI RINGRAZIO DUNQUE NEL NOME DI GESU’ CRISTO.

CHIEDIAMO …

Chiediamo a Dio di essere ripieni della profonda conoscenza della Sua volontà in ogni sapienza e intelligenza spirituale, affinché camminiamo in modo degno del Signore per piacergli in ogni cosa, portando frutto in ogni opera buona e crescendo nella conoscenza di Dio (cfr. Colossesi 1:9-10)

NON SONO NATI DI NUOVO

Sono molti oggi quelli che si definiscono Cristiani ma non lo sono, perché non sono affatto delle nuove creature, in quanto ancora morti nei loro falli e nelle loro trasgressioni; in altre parole, perché non sono nati di nuovo.
CIÒ CHE LI TURBA, INDIGNA E RATTRISTA

Quello che turba, indigna e rattrista tanti «pastori» non è vedere le anime peccare ma santificarsi, non è vederle tiepide ma ferventi, non è vederle allontanarsi dal Signore ma tornare al Signore, non è vederle dormire ma risvegliate. La ragione? Perché essi non servono il Signore Gesù Cristo, ma il loro ventre.

NEL SUO GRANDE AMORE

Dio nel Suo grande amore ci ha dato di esser chiamati figliuoli di Dio (1 Giovanni 3:1): a noi che eravamo per natura figliuoli d’ira come gli altri (Efesini 2:3). Per questo Lo lodiamo e ringraziamo.

LA TUA IGNORANZA, LA LORO FORZA

Sappi che la tua ignoranza è la forza dei falsi ministri di Cristo che si sono infiltrati in mezzo alla Chiesa, che sfruttano proprio l’ignoranza dei credenti per prenderli al laccio. Quindi non essere ignorante.

IL SUO PROPONIMENTO

A coloro che Dio ha eletti a salvezza fin dal principio, Dio a suo tempo farà abbandonare la via della perdizione e li metterà sulla via della salvezza perché manderà ad effetto il Suo proponimento per loro che è quello di salvarli. Ricordatevi a tale proposito di Saulo da Tarso.

NON SONO NOSTRI FRATELLI

I falsi dottori non sono nostri fratelli, perchè sono figliuoli di maledizione (2 Pietro 2:14), a cui è riserbata la caligine delle tenebre (2 Pietro 2:17)

SI DEVONO RAVVEDERE E CONVERTIRE

Gli uomini si devono ravvedere (ossia devono cambiare modo di pensare) e convertire (Atti 3:19), perché sono nemici di Dio nella loro mente e nelle loro opere malvage (Colossesi 1:21). Ecco perché l’apostolo Paolo disse davanti al re Agrippa: “Prima a que’ di Damasco, poi a Gerusalemme e per tutto il paese della Giudea e ai Gentili, ho annunziato che si ravveggano e si convertano a Dio, facendo opere degne del ravvedimento” (Atti 26:20). Non gli si può dunque annunciare un messaggio diverso da quello apostolico. Nessuno vi inganni.

PER AVERCI DATO DI CREDERE

Padre nostro che sei nei cieli Ti ringraziamo per averci dato di credere nel Tuo Figliuolo Gesù Cristo affinché fossimo liberati dai nostri peccati e strappati al presente secolo malvagio.

FATTI QUESTA DOMANDA

Gesù Cristo ha detto: «Chi ama la sua vita, la perde; e chi odia la sua vita in questo mondo, la conserverà in vita eterna” (Giovanni 12:25). Esamina te stesso dunque e domandati questo: ‘Sto amando o sto odiando la mia vita?’

IMITIAMO GESÙ

Dio dice del Suo Figliuolo Gesù Cristo: “Tu hai amata la giustizia e hai odiata l’iniquità” (Ebrei 1:9). Imitiamo Gesù dunque, e non gli scellerati che invece odiano la giustizia e amano l’iniquità.

PAROLE RIVOLTE AGLI SCHERNITORI

La Parola di Dio dice agli schernitori: “Guai a voi che ora ridete, perché farete cordoglio e piangerete” (Luca 6:25). Arriverà il giorno dunque in cui essi smetteranno di ridere per sempre.

SULL’AMORE VERSO DIO

L’amore verso Dio – e a noi ci è comandato di amare Dio, secondo che è scritto: “Ama il Signore Iddio tuo con tutto il tuo cuore e con tutta l’anima tua e con tutta la mente tua” (Matteo 22:37) – si manifesta mettendo in pratica la Sua Parola, secondo che è scritto: “Perché questo è l’amor di Dio: che osserviamo i suoi comandamenti; e i suoi comandamenti non sono gravosi” (1 Giovanni 5:3). Ecco perchè l’apostolo Paolo dice ai santi di Corinto che “l’osservanza de’ comandamenti di Dio è tutto” (1 Corinzi 7:19).

ESCI DALLE ADI

Lo abbiamo appurato e dimostrato ampiamente mediante le Scritture: nelle Assemblee di Dio in Italia (ADI) adulterano, falsano e annullano la Parola di Dio, tanto è vero che ormai quando si parla con i membri delle ADI è come parlare con i Cattolici Romani o i Testimoni di Geova o i Mormoni o gli Avventisti, che contrastano sfacciatamente la verità per difendere le loro tante false dottrine. Si avverte proprio uno spirito di menzogna nelle ADI, che si camuffa molto bene da spirito della verità, che opprime e spinge coloro che sono nati da Dio a disprezzare e rigettare la Parola di Dio affinché diventino nemici di Dio. Se dunque, fratello, fai parte delle ADI, ti esorto ad uscire e separarti dalle ADI. Chi ha orecchi da udire, oda

GESÙ SI VERGOGNERÀ DI LORO

Guai a coloro che si vergognano di Cristo Gesù in mezzo a questa generazione storta e perversa: perché quando Gesù apparirà dal cielo Egli si vergognerà di loro. Gesù infatti ha detto: “Perché se uno si sarà vergognato di me e delle mie parole in questa generazione adultera e peccatrice, anche il Figliuol dell’uomo si vergognerà di lui quando sarà venuto nella gloria del Padre suo coi santi angeli” (Marco 8:38)

VITTORIOSI SUL MONDO

Noi siamo disprezzati, odiati, scherniti e perseguitati dal mondo. Non possiamo aspettarci un trattamento diverso in quanto Gesù Cristo, l’Unigenito venuto da presso al Padre, di cui siamo discepoli, subì questo trattamento dal mondo; ma Egli ha vinto il mondo, e per questo ci ha detto: “Nel mondo avrete tribolazione; ma fatevi animo, io ho vinto il mondo” (Giovanni 16:33). E in Cristo Gesù noi pure siamo vittoriosi sul mondo, secondo che è scritto: “Poiché tutto quello che è nato da Dio vince il mondo; e questa è la vittoria che ha vinto il mondo: la nostra fede. Chi è colui che vince il mondo, se non colui che crede che Gesù è il Figliuol di Dio?” (1 Giovanni 5:4-5)
Quindi, fratelli, fatevi animo, sapendo che Colui che è in noi è più grande di colui che è nel mondo.
A Dio sia la gloria in Cristo Gesù ora e in eterno. Amen

BADA A TE STESSO

Ami Dio con tutto il tuo cuore, con tutta la mente tua e con tutta l’anima tua? «Sei un fanatico, un talebano evangelico, un esagerato», ti dicono tanti sedicenti Cristiani. E sai che cosa devi fare per non essere più chiamato in questa maniera da costoro e avere il loro favore? Devi metterti ad amare il mondo e le cose che sono nel mondo per diventare amico del mondo, come loro. Non schierarti dunque dalla loro parte, perché andresti ad aumentare il numero dei nemici di Dio, perché chi vuol essere amico del mondo si rende nemico di Dio (cfr. Giacomo 4:4). Chi ha orecchi da udire, oda

IL TRIONFO È SICURO

Voglio rivolgere a chi combatte la buona guerra queste incoraggianti parole che Dio rivolse al profeta Ezechiele: «…. non aver paura di loro, né delle loro parole, giacché tu stai colle ortiche e colle spine, e abiti fra gli scorpioni; non aver paura delle loro parole, non ti sgomentare davanti a loro, poiché sono una casa ribelle» (Ezechiele 2:6). Avanti dunque, fratelli. Siate forti, non temete, non vi sgomentate. La guerra è dura, certamente, ma il trionfo in Cristo è assicurato.

DIO CI AMA

Dio ci ama, fratelli; confidiamo in Lui con tutto il cuore.

CI GUIDA

Ringraziato sia Dio per come ci guida per la via che dobbiamo seguire.

INTOPPANO

Per gli increduli, Cristo Gesù è una pietra d’inciampo, infatti, essi, essendo disubbidienti, intoppano nella Parola (la Buona Novella della pace), perché a questo sono stati destinati (cfr. 1 Pietro 2:7-8), secondo che aveva detto il profeta Isaia: “Molti tra loro inciamperanno, cadranno, saranno infranti, rimarranno nel laccio, e saranno presi” (Isaia 8:15).

PER IL SUO FIGLIUOLO

Noi viviamo per Colui che è morto e risorto per noi, cioè Gesù Cristo. E siamo grati a Dio per averci dato di vivere per il Suo Figliuolo.

TOGLIERE GLI OSTACOLI

Bisogna togliere gli ostacoli dalla via per la quale camminano i santi, quegli ostacoli che gli impostori vi hanno messo per far inciampare i santi. Noi con l’aiuto di Dio stiamo facendo anche questo.

CONFIDA IN DIO

Non confidare mai nel tuo cuore, ma confida in Dio con tutto il tuo cuore. «Beato l’uomo che confida in Lui» (Salmo 34:8).

GLI SVIATI ESISTONO

Anche oggi, come ai giorni degli apostoli, esistono coloro che si sono sviati dalla fede (1 Timoteo 6:10,21) e dalla verità (2 Timoteo 2:18).

DOV’È DUNQUE IL VANTO?

Nessuno è giustificato per le opere della legge davanti a Dio, perchè il giusto vivrà per fede (cfr. Galati 3:11). Che dice infatti la Scrittura di Abramo? “Abramo credette a Dio, e ciò gli fu messo in conto di giustizia” (Romani 4:3). Dov’è dunque il vanto? Esso è escluso per la legge della fede (cfr. Romani 3:27).

I MASSONI SONO STRUMENTI DEL DIAVOLO

Affermare, come fanno taluni nella loro stoltezza e ignoranza: ‘Non mi interessa sapere nulla della Massoneria!’, equivale ad affermare: ‘Non mi interessa sapere quello che sta compiendo o come sta operando il diavolo in mezzo alle Chiese per corromperle e distruggerle!’, e questo perché tra gli strumenti odierni usati dal diavolo per cercare di divorare i santi del Signore, ci sono i massoni che sono al suo servizio e che in mezzo alle Chiese operano travestiti da Cristiani. Chi ha orecchi da udire, oda

CONTINUIAMO A SERVIRE IL SIGNORE

Una vita spesa al servizio del Signore Gesù è una vita spesa benissimo, perché Gesù Cristo ha detto: “Là dove son io, quivi sarà anche il mio servitore; se uno mi serve, il Padre l’onorerà” (Giovanni 12:26); mentre una vita spesa al servizio del peccato è una vita spesa inutilmente, perché “il salario del peccato è la morte” (Romani 6:23). Dunque, fratelli, continuiamo a servire il Signore.

FU UBBIDIENTE

Gesù Cristo “abbassò se stesso, facendosi ubbidiente fino alla morte, e alla morte della croce” (Filippesi 2:8), per liberarci dai nostri peccati con il Suo sangue. Egli dunque è degno di ricevere la gloria e la benedizione ora e in eterno. Amen

CI AFFLIGGE

Quando Dio ci affligge lo fa per perfezionarci, affinché assieme al salmista possiamo dire: “Prima che io fossi afflitto, andavo errando; ma ora osservo la tua parola” (Salmo 119:67), ed anche: “È stato un bene per me l’essere afflitto, ond’io imparassi i tuoi statuti” (Salmo 119:71). A Lui sia la gloria in Cristo Gesù ora e in eterno. Amen

QUANDO CONSIDERI CHE …

Quando consideri che l’Iddio che i cieli e i cieli dei cieli non posson contenere (che è il solo vero Dio) si prende cura di te, non puoi che essere preso da un senso di grande meraviglia e di sincera gratitudine verso di Lui. A Dio sia la gloria in Cristo Gesù ora e in eterno. Amen

TE LO FANNO CAPIRE

Lo pensano, ma non te lo dicono chiaramente, ma te lo fanno però capire: l’apostolo Paolo era arrogante e presuntuoso. Sono dei seduttori di menti e cianciatori, guardatevi da essi.

IL DESIDERIO DI QUELLI CHE TEMONO DIO

Dio adempie il desiderio di quelli che lo temono (Salmo 145:19), e non quello degli empi, perchè il desiderio degli empi perirà (Salmo 112:10).

VINO TAGLIATO CON ACQUA

Guardatevi da coloro che negli otri nuovi vogliono mettere un vino tagliato con acqua anziché il vino nuovo.

PER LE COSE NECESSARIE AL CORPO

Grazie siano rese a Dio Padre in Cristo Gesù perché ci dà il cibo necessario al nostro sostentamento e i vestiti necessari per coprirci.

LA CINTURA DELLA VERITÀ

Chi mette la cintura della verità intorno ai suoi fianchi camminerà sicuro.

NON SPRECARE IL TUO TEMPO

Non sprecare il tuo tempo correndo dietro le vanità bugiarde, ma impiegalo facendo la volontà di Dio, perché “chi fa la volontà di Dio dimora in eterno” (1 Giovanni2:17)

HA I SUOI SOLDATI

Il Signore Gesù Cristo ha i Suoi soldati sulla terra che combattono in difesa del Vangelo.

TESORI AL SICURO

In cielo i ladri non sconficcano e non rubano perchè in cielo i ladri non possono entrare. I nostri tesori in cielo dunque sono al sicuro. Che consolazione grande sapere questo!

DOBBIAMO TEMERE DIO

Dio è “Colui che, dopo aver ucciso, ha potestà di gettar nella geenna” (Luca 12:5). Lo ha detto Gesù Cristo, il Figlio di Dio. Per questo dobbiamo temerLo.

SI COMPORTANO NELLA STESSA MANIERA

Luca dice: «E quando [Gesù] fu uscito di là, gli scribi e i Farisei cominciarono a incalzarlo fieramente ed a trargli di bocca risposte a molte cose; tendendogli de’ lacci, per coglier qualche parola che gli uscisse di bocca” (Luca 11:53-54). I moderni scribi e Farisei si comportano nella stessa maniera verso i servitori di Gesù Cristo.

SONO DEGLI ILLUSI

I cessazionisti – coloro che dicono che con la morte dell’ apostolo Giovanni o il completamento del canone della Bibbia, e quindi verso la fine del primo secolo dopo Cristo, sono cessate nella Chiesa le seguenti manifestazioni: lingue, profezie, predizioni di eventi futuri, visioni e sogni, e guarigioni e miracoli; e quindi i Cristiani non possono più parlare in lingue, profetizzare, predire eventi futuri, avere visioni e sogni, e guarire e compiere i miracoli come avveniva nella Chiesa primitiva descritta nel libro degli Atti – sono degli ILLUSI, perché hanno creduto in una menzogna generata dal diavolo!
CREDENDO IN LUI

Credendo nel Signore Gesù Cristo noi abbiamo ottenuto la remissione dei peccati (Atti 10:43) che Lui ha provveduto spargendo il Suo sangue sulla croce. Grazie siano rese dunque a Dio per averci dato di credere in Lui.

VESTI IMBIANCATE NEL SANGUE DELL’AGNELLO

Una sorella in Cristo mi ha raccontato che un giorno mentre si trovava seduta sul divano assieme a sua sorella che è una suora (di un ordine religioso della Chiesa Cattolica Romana) – che rifiutava di ravvedersi e credere nel Vangelo e che la contrastava a motivo della Parola di Dio – all’improvviso ebbe una visione. Si vide vestita di bianco, mentre dal cielo cadevano su di lei delle gocce di sangue. Sua sorella invece, che era al suo fianco, era vestita con i suoi consueti abiti scuri da suora, e su di lei non cadeva nessuna goccia di sangue. Dio volle confermarla nella fede in questa maniera in quel periodo. Beati coloro che hanno le loro vesti imbiancate nel sangue dell’Agnello di Dio! Beati coloro che sono cosparsi del Suo sangue! A Dio sia la gloria in Cristo Gesù ora e in eterno. Amen

PERCHÈ CI CONSOLA

Ringraziato sia Dio perché nella Sua fedeltà ci consola in mezzo alle nostre afflizioni.

CHI È RICCO IN VISTA DI DIO

Chi tesoreggia per sè non è ricco in vista di Dio (Luca 12:21): lo è invece chi fa parte dei suoi beni a coloro che sono nel bisogno perché in questa maniera si fa un tesoro nel cielo (Luca 12:33). Per questo la Parola di Dio ci dice: “E non dimenticate di esercitar la beneficenza e di far parte agli altri de’ vostri beni; perché è di tali sacrificî che Dio si compiace” (Ebrei 13:16)

FELICI NEL SAPERLO

Siamo felici nel sapere che il piano di Dio sussisterà e che Lui metterà ad effetto tutta la Sua volontà (Isaia 46:10). A Lui sia la gloria in Cristo Gesù ora e in eterno. Amen

AVVERTIAMOLI

Quanta idolatria che esiste in questa nazione! Quanti idoli e idolatri! La Chiesa Cattolica Romana insegna e pratica l’idolatria, che è in abominio a Dio! Fratelli, avvertiamo i Cattolici Romani dicendogli che agli occhi di Dio essi sono idolatri, e che quindi se non si ravvedono e non si convertono dagli idoli a Dio, e non credono nel Vangelo di Cristo, quando moriranno se ne andranno nel fuoco dell’inferno.

VALE DI PIÙ

Ricordiamoci sempre che la vita vale più del cito che mangiamo, e il corpo più dei vestiti che indossiamo (cfr. Luca 12:23).

DIO NUTRISCE I CORVI

Gesù credeva che Dio nutrisce i corvi (Luca 12:24). Per cui Egli ‘prendeva alla lettera’ queste parole del Salmista: “Egli dà la pastura al bestiame e ai piccini dei corvi che gridano” (Salmo 147:9).

L’AMORE DI DIO VERSO DI NOI

“Dio è amore”, e “in questo s’è manifestato per noi l’amor di Dio: che Dio ha mandato il suo unigenito Figliuolo nel mondo, affinché, per mezzo di lui, vivessimo” (1 Giovanni 4:9). A Lui sia la gloria in Cristo Gesù ora e in eterno. Amen

E’ COSÌ EVIDENTE …

E’ così evidente, che sorprende constatare che molti ancora non capiscono che taluni sono arrivati dove sono arrivati grazie al fatto che sono massoni o paramassoni!

VI PRESENTANO UN ALTRO GESÙ

Gesù Cristo aveva questo contro l’angelo della Chiesa di Tiatiri: che lui tollerava quella donna Jezabel, che si diceva profetessa e insegnava e seduceva i Suoi servitori perché commettessero fornicazione e mangiassero cose sacrificate agl’idoli (cfr. Apocalisse 2:20). Guardatevi dunque da tutti coloro che vi presentano un Gesù che esorta i pastori ad essere tolleranti verso coloro che in mezzo alla Chiesa contrastano la verità e seducono i figliuoli di Dio: perché essi vi presentano un altro Gesù. Chi ha orecchio ascolti ciò che lo Spirito dice alle Chiese.

NON SI PUÒ ESSERE CONTEMPORANEAMENTE AMANTI DI DIO E AMANTI DEL MONDO

Sapete cosa intendono dire molti quando affermano: «L’importante è mettere Gesù al primo posto»? Che tu basta che la domenica vai alla «casa di Dio» (così loro chiamano erroneamente il locale di culto), e partecipi alle attività della Chiesa e dai regolarmente la tua decima (pagamento della decima che però noi sappiamo non fa parte della legge di Cristo!), che poi fuori dal locale di culto puoi comportarti come i pagani che non conoscono Dio, e quindi puoi darti all’empietà, ai piaceri della vita, amare il mondo, andare dietro alle concupiscenze degli uomini! Detto in altre parole: per costoro, mettere Gesù al primo posto significa che si può essere Cristiani e nello stesso tempo continuare a fare la vita dei pagani che non conoscono Dio; si può amare sia Cristo che il mondo! Ma essi si illudono grandemente, perché la Parola dice che per il Cristiano “il vivere è Cristo” (Filippesi 1:21), perché egli vive per Cristo e non per se stesso. Le cose vecchie sono passate, sono diventate nuove (2 Corinzi 5:17). Per cui egli è deciso a bandire dalla sua vita tutto ciò che non è secondo la volontà di Dio. In realtà, coloro che pensano che si può essere sia Cristiani che amanti del mondo hanno bandito l’amore per Dio dalla loro vita, e l’hanno sostituito con l’amore per il mondo! La Scrittura infatti dice: “Non amate il mondo né le cose che sono nel mondo. Se uno ama il mondo, l’amor del Padre non è in lui” (1 Giovanni 2:15). Guardatevi e ritiratevi da costoro.

PERCHÈ SIAMO ANDATI A GESÙ

Siamo andati a Gesù perchè a Dio Padre è piaciuto darci a Gesù (Giovanni 6:37). A Dio quindi sia la gloria nei secoli dei secoli. Amen

SUL MODO DI PARLARE

Fratelli, studiamoci di avere un parlare sano, condito con sale (Colossesi 4:6), perché in questo mondo di tenebre dobbiamo essere luce anche nel parlare.

CON COLORO CHE SI ATTENGONO ALLA SANA DOTTRINA

Non ti mettere con coloro che seguono la dottrina degli apostati, ma con coloro che si attengono alla dottrina degli apostoli del Signore Gesù.

STRANIERI E PELLEGRINI

Il Cristiano si sente uno straniero e un pellegrino sulla terra, perché la sua cittadinanza è nei cieli (1 Pietro 2:11; Filippesi 3:20). Ecco perché ha l’animo alle cose di sopra, e non a quelle che sono sulla terra (Colossesi 3:2).

PER LA PACE E PER LA GUERRA

Noi siamo per la pace, perché procacciamo pace con tutti gli uomini, come dice di fare la Parola (Ebrei 12:14). Ma siamo anche per la guerra, perché combattiamo “contro i principati, contro le potestà, contro i dominatori di questo mondo di tenebre, contro le forze spirituali della malvagità, che sono ne’ luoghi celesti” (Efesini 6:12); questa infatti è la buona guerra che noi siamo chiamati a guerreggiare per ordine di Dio (1 Timoteo 6:12; 1:18).

UN MONITO PER NOI

Queste sono parole che Dio rivolse agli Israeliti migliaia di anni fa ai giorni di Mosè di cui vediamo ancora oggi l’adempimento: «L’Eterno ti disperderà fra tutti i popoli, da un’estremità della terra sino all’altra; e là servirai ad altri dèi, che né tu né i tuoi padri avete mai conosciuti: al legno e alla pietra. E fra quelle nazioni non avrai requie, e non vi sarà luogo di riposo per la pianta de’ tuoi piedi; ma l’Eterno ti darà quivi un cuor tremante, degli occhi che si spegneranno e un’anima languente. La tua vita ti starà dinanzi come sospesa; tremerai notte e giorno, e non sarai sicuro della tua esistenza. La mattina dirai: ‘Fosse pur sera!’ e la sera dirai: ‘Fosse pur mattina!’ a motivo dello spavento ond’avrai pieno il cuore, e a motivo delle cose che vedrai cogli occhi tuoi» (Deuteronomio 28:64-67). E possiamo dire che si stanno adempiendo anche queste altre parole che Dio rivolse agli Israeliti sempre ai giorni di Mosè quando disse loro che li avrebbe fatti vagare nel deserto per 40 anni per punirli per le loro iniquità: «… e saprete che cosa sia incorrere nella mia disgrazia» (Numeri 14:34). Che dunque quello che è avvenuto agli Israeliti ci serva come monito, perché Dio è un Dio geloso e vendicatore (Nahum 1:2) e non ha riguardi personali e non tiene il colpevole per innocente (Nahum 1:3). Chi ha orecchi da udire, oda

ALLA GLORIA DI DIO

Il Cristiano deve fare ogni cosa alla gloria di Dio (1 Corinzi 10:31), per cui non deve fare alcunché che possa fare bestemmiare il nome di Dio.

SONO PRIGIONIERI DEL DIAVOLO

Il diavolo seduce gli uomini affinché neghino non solo l’esistenza di Dio ma anche la sua stessa esistenza! In realtà, coloro che negano l’esistenza del diavolo sono prigionieri del diavolo, che li usa affinché facciano la sua volontà. Preghiamo Dio affinché li salvi.

LO HA VOLUTO DIO

Siamo la Chiesa dell’Iddio vivente, colonna e base della verità, perché lo ha voluto Dio. Egli infatti ci ha tirati fuori dal presente secolo malvagio secondo il beneplacito della Sua volontà. A Dio sia la gloria in Cristo Gesù ora e in eterno. Amen

PER L’UOMO E LA DONNA

“Ogni uomo che prega o profetizza a capo coperto, fa disonore al suo capo” (1 Corinzi 11:4), che è Cristo (1 Corinzi 11:3). E questo perché l’uomo è immagine e gloria di Dio (1 Corinzi 11:7). Per cui, fratello, ricordati sempre di pregare con il capo scoperto.
“Ogni donna che prega o profetizza senz’avere il capo coperto da un velo, fa disonore al suo capo” (1 Corinzi 11:5), che è l’uomo (1 Corinzi 11:3). E questo perché la donna è la gloria dell’uomo perché viene dall’uomo e fu creata a motivo dell’uomo, e quindi “deve, a motivo degli angeli, aver sul capo un segno dell’autorità da cui dipende” (1 Corinzi 11:10). Per cui, sorella, ricordati sempre di pregare con il capo coperto.

DEVE PERÒ RIMANERE SENZA MARITARSI

Se il marito non credente caccia via la moglie credente, è chiaro che questo significa che egli non consente ad abitare con lei e decide di separarsi da lei. In questo caso, la sorella non è vincolata. Ella deve però rimanere senza maritarsi.

LAPIDATO A CAGIONE DI CRISTO

Le seguenti parole furono pronunciate da un nostro fratello, ebreo di nascita, pieno di Spirito Santo, alla fine di un suo discorso fatto davanti al Sinedrio a Gerusalemme molti secoli fa:
«Gente di collo duro e incirconcisa di cuore e d’orecchi, voi contrastate sempre allo Spirito Santo; come fecero i padri vostri, così fate anche voi. Qual dei profeti non perseguitarono i padri vostri? E uccisero quelli che preannunziavano la venuta del Giusto, del quale voi ora siete stati i traditori e gli uccisori; voi, che avete ricevuto la legge promulgata dagli angeli, e non l’avete osservata» (Atti 7:51-53).
Si chiamava Stefano, e poco dopo aver terminato quel suo discorso fu cacciato fuori dalla città e lapidato.
Ricordiamoci di ciò.

GIOVANNI CALVINO INSEGNÒ UN BATTESIMO NON VALIDO

In seno alla Chiesa Riformata (che si rifà agli insegnamenti del riformatore Giovanni Calvino) il battesimo viene ministrato versando dell’acqua sul capo dei battezzandi, sia neonati che adulti.
Ma questo battesimo non è valido alla luce della Scrittura perché il battesimo va ministrato per immersione e a coloro che hanno creduto (e quindi non può essere ministrato a dei neonati). Così veniva ministrato infatti nella Chiesa primitiva, secondo che è scritto: “E Filippo prese a parlare, e cominciando da questo passo della Scrittura [Egli è stato menato all’uccisione come una pecora; e come un agnello che è muto dinanzi a colui che lo tosa, così egli non ha aperto la bocca. Nel suo abbassamento fu tolta via la sua condanna; chi descriverà la sua generazione? Poiché la sua vita è stata tolta dalla terra] gli annunziò Gesù. E cammin facendo, giunsero a una cert’acqua. E l’eunuco disse: Ecco dell’acqua; che impedisce che io sia battezzato? Filippo disse: Se tu credi con tutto il cuore, è possibile. L’eunuco rispose: Io credo che Gesù Cristo è il Figliuol di Dio. E comandò che il carro si fermasse; e discesero ambedue nell’acqua, Filippo e l’eunuco; e Filippo lo battezzò. E quando furon saliti fuori dell’acqua, lo Spirito del Signore rapì Filippo; e l’eunuco, continuando il suo cammino tutto allegro, non lo vide più” (Atti 8:35-39). Questo è il battesimo che ha istituito Cristo Gesù.
Mi rivolgo dunque a tutti coloro che hanno creduto nel Vangelo e che fanno parte di quelle Chiese che si rifanno agli insegnamenti di Calvino: «Sappiate che vi illudete nel pensare che il battesimo che avete ricevuto sia valido. Uscite e separatevi dunque dalla Chiesa di cui fate parte, e unitevi ad una Chiesa che insegna la sana dottrina e ministra il battesimo in acqua così come lo ha istituito Gesù Cristo».
Chi ha orecchi da udire, oda

GRADITI A DIO

Gli empi e i perversi di cuore sono in abominio a Dio, mentre i puri di cuore gli sono graditi. “Beati i puri di cuore – disse Gesù – perché essi vedranno Iddio” (Matteo 5:8)

SUL RUBARE

Ricordatevi, fratelli, che anche rubare al ricco per dare al povero è peccato. Nessuno vi seduca con vani ragionamenti. E ricordatevi pure che i ladri non erediteranno il Regno di Dio (1 Corinzi 6:9-10).

I GIUSTI SI AFFATICANO NEL SIGNORE ….

I giusti si affaticano nel Signore, ma sono tribolati e perseguitati, maltrattati, calunniati e scherniti a motivo di Cristo, ma quando muoiono entrano nel riposo di Dio dove sono consolati e si riposano; e alla resurrezione dei giusti ciascuno di essi riceverà il proprio premio secondo la propria fatica. “Perciò, fratelli miei diletti, state saldi, incrollabili, abbondanti sempre nell’opera del Signore, sapendo che la vostra fatica non è vana nel Signore” (1 Corinzi 15:58).

GLI EMPI SI ABBANDONANO ALL’EMPIETÀ ….

Gli empi si abbandonano all’empietà e si danno a piaceri di ogni genere, poi quando muoiono scendono nel soggiorno dei morti (Ades), dove si ritrovano in mezzo al fuoco, tormentati. Poi quando risusciteranno saranno giudicati secondo le loro opere, e saranno gettati nello stagno ardente di fuoco e di zolfo dove saranno tormentati nei secoli dei secoli. Non incamminatevi dunque, fratelli, per la via degli empi, perché essa mena alla rovina. Chi ha orecchi da udire, oda

GRADITI E GRATI

Noi dobbiamo essere sia graditi che grati a Dio.

CI PROTEGGE

Ringraziato sia Dio nel nome di Gesù Cristo perchè protegge il nostro uscire e il nostro entrare.

SULLO STRUZZO

Dio dice dello struzzo: “… la sua fatica sarà vana, ma ciò non lo turba, ché Iddio l’ha privato di sapienza, e non gli ha impartito intelligenza” (Giobbe 39:16-17). Diremo dunque a Dio: ‘Tu hai fatto male a non dare allo struzzo sapienza e a non impartirgli intelligenza’? Così non sia. Poichè Dio “fa tutto ciò che gli piace” (Salmo 135:6), e “non rende conto d’alcuno dei suoi atti” (Giobbe 33:13). Chi ha orecchi da udire, oda

COLLABORATORI

I collaboratori di Dio esortano i santi ad osservare i comandamenti del Signore, mentre i collaboratori di Satana li incitano a trasgredirli.

E’ PROIBITO METTERSI CON LE CAPRE

Le pecore del Signore non si mettono con le capre, in ubbidienza all’ordine dato dal Sommo Pastore tramite Paolo: “Non vi mettete con gl’infedeli sotto un giogo che non è per voi; perché qual comunanza v’è egli fra la giustizia e l’iniquità? O qual comunione fra la luce e le tenebre? E quale armonia fra Cristo e Beliar? O che v’è di comune tra il fedele e l’infedele? E quale accordo fra il tempio di Dio e gl’idoli? Poiché noi siamo il tempio dell’Iddio vivente, come disse Iddio: Io abiterò in mezzo a loro e camminerò fra loro; e sarò loro Dio, ed essi saranno mio popolo. Perciò Uscite di mezzo a loro e separatevene, dice il Signore, e non toccate nulla d’immondo; ed io v’accoglierò, e vi sarò per Padre e voi mi sarete per figliuoli e per figliuole, dice il Signore onnipotente” (2 Corinzi 6:14-18)

IN UBBIDIENZA ALLA PAROLA

Una donna che fa professione di pietà non si veste in maniera sconveniente, in ubbidienza alla Parola che dice: “… che le donne si adornino d’abito convenevole, con verecondia e modestia” (1 Timoteo 2:9)

CON LA MINORANZA

Preferisco essere con la minoranza che accetta la sana dottrina, che con la maggioranza che contrasta la sana dottrina.

LA MOGLIE DI UN PASTORE NON PUÒ FARSI CHIAMARE O ESSERE CHIAMATA «PASTORA»

Anche alla moglie di un pastore è vietato insegnare e usare autorità sull’uomo. Inoltre voglio dire che è assurdo – come fanno taluni – mettersi a chiamare «pastora» la moglie di un pastore, perché è come mettersi a chiamare «dottora» o «dottoressa» la moglie di un fratello che ha ricevuto il ministero di dottore attribuendole così un titolo che non le appartiene in quanto il ministero di dottore (come anche quello di pastore) non può essere ricevuto da una donna, e così via. Ma voi ve lo immaginate l’apostolo Pietro chiamare sua moglie «apostola» o esortare i santi a chiamarla così? La moglie di un pastore o quella di un dottore o di un apostolo è certamente una donna che aiuta il proprio marito in svariate maniere, sicuramente ella si affatica nel Signore, sicuramente ella fa delle rinunce per amore del Signore, e per ogni bene che compie sarà ricompensata da Dio, ma non può mettersi a insegnare in quanto la Scrittura afferma: “La donna impari in silenzio con ogni sottomissione. Poiché non permetto alla donna d’insegnare, né d’usare autorità sul marito, ma stia in silenzio. Perché Adamo fu formato il primo, e poi Eva; e Adamo non fu sedotto; ma la donna, essendo stata sedotta, cadde in trasgressione; nondimeno sarà salvata partorendo figliuoli, se persevererà nella fede, nell’amore e nella santificazione con modestia” (1 Timoteo 2:11-15). La donna dunque non può fare la pastora. Nella Bibbia l’unica donna pastora menzionata è Rachele, moglie di Giacobbe, ma ella pasturava degli animali, cioè le pecore, di suo padre (Genesi 29:9). Come anche l’unica donna di cui si dice che nella Chiesa insegnava era Jezabel, della Chiesa di Tiatiri, una donna che si diceva profetessa e insegnava e seduceva i servitori di Gesù perché commettessero fornicazione e mangiassero cose sacrificate agl’idoli (Apocalisse 2:20).
Nessuno dunque vi seduca con vani ragionamenti.
Chi ha orecchi da udire, oda

SUGLI STOLTI

Gli stolti si reputano savi proprio perché sono stolti. Fa parte della loro stoltezza.

SI ALLEANO CONTRO LA VERITÀ

Chi predica la verità vedrà tanti «Erode» e «Pilato» diventare amici e unirsi contro di lui!

CI HA RESO VITTORIOSI

Chi crede che Gesù Cristo è il Figlio di Dio ha vinto il mondo (1 Giovanni 5:5) e il principe di questo mondo cioè il diavolo (1 Giovanni 2:13). Noi dunque ringraziamo e glorifichiamo Dio per averci dato di credere nel Suo Figliuolo e reso perciò vittoriosi.

UN CAMPO NUOVO

A coloro che si trovano in un campo di spine, dico di dissodarsi un campo nuovo dove potere seminare la giustizia e la verità.

DIO CI LIBERA

Un discepolo di Cristo quando scampa alla morte o esce da una distretta non attribuisce la sua liberazione alla fortuna, ma all’Iddio vivente e vero (Salmo 68:20) nel quale egli crede, che egli ama, e del quale conosce la voce e il modo di operare. E per questo Lo ringrazia nel nome del Signore Gesù Cristo.

PREFERISCONO AFFOGARE

Stanno affogando, gli getti il «salvagente», ma lo rifiutano. Preferiscono affogare! Così si comportano molti.

UNA VITA OTTIMAMENTE SPESA

La vita vissuta senza Cristo è una vita miserabile e vana che conduce alla punizione eterna. Quella vissuta per Cristo invece è una vita meravigliosa e utile, che conduce alla gloria eterna: una vita ottimamente spesa quindi. Noi dunque siamo grati a Dio per averci dato di vivere per Cristo.

PER LE AUTORITÀ

Ricordiamoci sempre di pregare per le autorità, perchè esse sono ordinate da Dio per il nostro bene.

LO CONVERTE IN BENE

Ringraziato sia Dio perché converte in bene il male che ci viene fatto dagli uomini.

CI FA CONOSCERE LA SUA VOLONTÀ

Ringraziato sia Dio perché ci fa conoscere qual è la Sua volontà verso di noi.

ABORRITE IL RELATIVISMO DOTTRINALE E MORALE

Vi esorto fratelli ad aborrire il relativismo dottrinale e morale che – sotto la spinta dei massoni presenti nelle Chiese – si è diffuso in mezzo alle Chiese. Combattete strenuamente contro di esso con le armi della luce.

NESSUNA CONFUSIONE

«Dio non è un Dio di confusione» (1 Corinzi 14:33): le Sue opere e le Sue parole lo testimoniano abbondantemente.

ERRANO GRANDEMENTE

C’è chi nella Bibbia pensa di avere trovato il purgatorio, chi la confessione al prete, chi il «battesimo» per aspersione ministrato a bambini e adulti …. e chi le donne con il ministerio di pastore! Essi errano grandemente illudendosi.

NON È UNA FIABA

Il Vangelo non è una fiaba, ma una storia vera, perché Gesù Cristo è veramente esistito, è veramente morto per i nostri peccati, ed è veramente risuscitato il terzo giorno a cagione della nostra giustificazione, ed è veramente apparso ai Suoi discepoli. A Lui sia la gloria nei secoli dei secoli. Amen

CONTINUATE A SEMINARE GIUSTIZIA

Il tempo è abbreviato e il lavoro da fare è tanto e gli avversari sono numerosi. Ma in Cristo Gesù il successo è assicurato, e il premio certo. Siate forti, dunque, fratelli nel Signore, e continuate a seminare giustizia (Proverbi 11:18), riguardando al Signore Gesù Cristo, sapendo che alla fine del corso sarete ricevuti in gloria, nel regno celeste del Signore, dove i santi si riposano dalle loro fatiche, e poi in quel giorno otterrete il premio per tutte le vostre fatiche compiute nel Signore.

NON HANNO DISCERNIMENTO

Di chi predica con autorità e per piacere a Dio dicono che è arrogante, di chi invece usa un parlare dolce e lusinghiero per sedurre il cuore dei semplici dicono che è una persona umile e piena d’amore. Che ci si può aspettare da persone che non sanno discernere una pecora da una capra?

ASPETTALO

Il tempo passa inesorabilmente, e tu continui a pregare con fede e con un cuore integro verso Dio, ma Dio ancora non risponde alla tua preghiera. Sei tentato di pensare che Dio non ti ha ascoltato, che non bada alla tua causa, che è indignato contro di te e quindi rigetta la tua preghiera. Poi all’improvviso ti concede quello per cui lo hai pregato per tanto tempo, e che hai desiderato così tanto che ti donasse. In quel momento allora piangi, e riconosci che Egli è fedele, e allora pieghi le tue ginocchia davanti a Lui e lo ringrazi di cuore.
Fratello, la tua preghiera gli sta davanti, SAPPILO ASPETTARE, perché Dio «scorre collo sguardo tutta la terra per spiegar la sua forza a pro di quelli che hanno il cuore integro verso di lui» (2 Cronache 16:9). Egli ascolta la preghiera dei giusti (Proverbi 15:29).

FU DECRETATO DA DIO

L’Evangelo di Dio nel quale crediamo e che predichiamo era stato promesso anticamente da Dio per mezzo dei suoi profeti nelle sante Scritture (Romani 1:2). Ecco perché l’apostolo Paolo afferma che “Cristo è morto per i nostri peccati, SECONDO LE SCRITTURE; che fu seppellito; che risuscitò il terzo giorno, SECONDO LE SCRITTURE” (1 Corinzi 15:3-4). Per cui sia la morte espiatoria di Gesù Cristo che la Sua resurrezione corporale, erano stati innanzi determinate da Dio che avvenissero (Isaia 53:5; Salmo 16:10). Dio non fu colto di sorpresa dalla morte del Suo Figliuolo Gesù Cristo, perché fu Lui a decretare innanzi che Egli doveva essere dato nelle mani dei peccatori per essere crocifisso e poi resuscitare il terzo giorno, e poi nella pienezza dei tempi Egli mandò ad effetto le predizioni dei suoi profeti. E tutto questo per riconciliarci con Sé mediante la morte del Suo Figliuolo. A Dio sia la gloria in Cristo Gesù ora e in eterno. Amen

PACE E GIOIA

Quale pace e gioia profonda si sperimenta nell’accostarsi con piena fiducia all’Iddio Onnipotente, sapendo che Egli regna sulle nazioni, e che il Suo piano sussisterà! Grande è il nostro Dio. A Lui sia la gloria in Cristo Gesù ora e in eterno. Amen

LA VISTA

Ero cieco ma ora ci vedo perché Dio ha voluto donarmi la vista. A Lui sia la gloria in Cristo Gesù ora e in eterno. Amen

POCHI OPERAI

Ricordatevi, fratelli, di pregare il Signore della mèsse che spinga degli operai nella sua mèsse, perché gli operai sono pochi (Matteo 9:38).

E’ VICINA

La venuta del Signore è vicina, e quindi lo è anche la redenzione del nostro corpo. Rallegriamoci nel Signore.

OPERE MALVAGE

Le opere di Caino erano malvage (1 Giovanni 3:12), e lo sono pure le opere di coloro che si sono incamminati per la via di Caino (Giuda 11), la cui fine è la perdizione.

LUCE E TENEBRE

Dio è luce, e i Suoi figliuoli sono figliuoli di luce. I figli del diavolo invece sono tenebre, perché fanno parte di questo mondo di tenebre il cui principe è il diavolo.

IL GIUSTO E L’EMPIO

“Il lavoro del giusto serve alla vita, le entrate dell’empio servono al peccato” (Proverbi 10:16), e questo perchè il giusto cammina nella luce mentre l’empio nelle tenebre.

ARROGANTI

Quando i genitori sono arroganti insegnano ai figli con il loro esempio ad essere arroganti.

SOTTO LA LEGGE DI CRISTO

Siamo sotto la legge di Cristo (1 Corinzi 9:21), non lo dimentichiamo mai.

PERCHÈ NON SOPPORTANO LA SANA DOTTRINA

Gli impostori e i malvagi non sopportano la sana dottrina perché attenersi ad essa significa dovere rinunciare all’empietà e alle mondane concupiscenze, e loro non vogliono rinunciare a queste cose.

CI CONSOLA

Ringraziato sia Dio perchè ci consola quando siamo abbattuti.

ODORANO DI MASSONERIA

Chi entra nella Massoneria, odora di Massoneria. Ecco perché nelle Chiese Evangeliche si sente odore di Massoneria, perché ci sono tanti uomini e donne che sono entrati nella Massoneria e perciò odorano di questo odore di morte.

IL MONDO HA BISOGNO DI …

Il mondo di oggi ha bisogno di sentire parlare con franchezza di Gesù Cristo e Lui crocifisso, sapienza di Dio e potenza di Dio, esattamente come molti secoli fa il mondo di allora ne sentì parlare dagli apostoli di Cristo Gesù.

PER LA STESSA VIA

Fratelli nel Signore, “dal punto al quale siamo arrivati, continuiamo a camminare per la stessa via” (Filippesi 3:16), perché la via che stiamo percorrendo è la via santa che conduce al regno celeste del Signore.

SENZA DISCERNIMENTO

Non pochi, nella loro ignoranza e stoltezza, scambiano l’opera di Dio per l’opera di Satana, e viceversa.

NUVOLE SENZ’ACQUA

In realtà quando certi ‘predicatori’ dicono ‘siamo sotto la grazia, non sotto la legge’ intendono dire che essi sono senza legge riguardo a Dio, e quindi sono liberi riguardo alla giustizia. Infatti nei loro discorsi non ti dicono mai che non devi commettere fornicazione, che non devi commettere adulterio, che non devi rubare, che non devi amare e praticare la menzogna, che non devi amare il denaro, che non devi prostrarti davanti agli idoli (come quelli della Chiesa Cattolica Romana per esempio) e neppure servirli, che non devi ubriacarti, e così via. Non esistono questi comandamenti per loro, appunto perché essi si sentono autorizzati a peccare. E quindi essi non esortano i santi a santificarsi nel timore di Dio, aborrendo il male. Per loro infatti anche i fornicatori, gli adulteri, i ladri, i bugiardi, gli amanti del denaro, gli idolatri, gli ubriachi, e così via, saranno salvati nel regno celeste del Signore.
Costoro hanno volto in dissolutezza la grazia del nostro Dio e negano il nostro unico Padrone e Signore Gesù Cristo, come dice la Scrittura. Essi sono degli empi, “son delle macchie nelle vostre agapi quando banchettano con voi senza ritegno, pascendo se stessi; NUVOLE SENZ’ACQUA, portate qua e là dai venti; alberi d’autunno senza frutti, due volte morti, sradicati; furiose onde del mare, schiumanti la lor bruttura; stelle erranti, a cui è riserbata la caligine delle tenebre in eterno” (Giuda 12-13). Proprio così, essi sono delle nuvole senz’acqua, che quindi non possono dare acqua alla terra assetata di acqua.
Guai a loro.

COME QUEGLI EBREI OSTINATI DI CUORE

Dice la Scrittura sugli Ebrei dopo che essi entrarono nel paese che Dio aveva promesso ai loro padri e ne presero possesso: «Ma essi furon disubbidienti, si ribellarono contro di te, si gettaron la tua legge dietro le spalle, uccisero i tuoi profeti che li scongiuravano di tornare a te, e t’oltraggiarono gravemente» (Nehemia 9:26). Il comportamento di tanti che un giorno sono usciti «dalla casa di servitù» assomiglia molto al comportamento iniquo di quegli Ebrei, infatti anch’essi prendono piacere nel disubbidire a Dio, nel ribellarsi contro di Lui, nel gettarsi la legge di Cristo dietro le spalle, e per questa ragione odiano, calunniano e perseguitano coloro che li scongiurano a tornare al Signore. Ma non rimarranno impuniti, come non rimasero impuniti quegli Ebrei ostinati di cuore.

DIO PREORDINA

Gesù Cristo è l’Agnello di Dio senza macchia né difetto ben preordinato da Dio prima della fondazione del mondo, ma manifestato negli ultimi tempi per noi. E noi siamo le Sue pecore preordinate da Dio prima della fondazione del mondo a credere in Lui per avere la vita eterna. A Dio sia la gloria in Cristo Gesù ora e in eterno. Amen

COSA BISOGNA CREDERE PER ESSERE SALVATI

Credere solamente che Gesù Cristo era un uomo buono o un profeta non salva, ciò che salva è credere che Gesù Cristo è il Figlio di Dio che morì sulla croce per i nostri peccati, fu seppellito e il terzo giorno risuscitò dai morti a cagione della nostra giustificazione, perché questo è il Vangelo; potenza di Dio per la salvezza d’ogni credente

Giacinto Butindaro

No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog di Aldo Prendi

Per la diffusione e la difesa delle dottrine bibliche

Acordai-vos

Tocai a trombeta em Sião, e dai o alarma no meu santo monte.

Egli è altresì scritto...

Blog di Nicola Iannazzo

Destatevi

"Suonate la tromba in Sion e date l'allarme sul mio santo monte" (Gioele 2:1)

Il Buon Deposito

Dottrine della Bibbia

prendialdo.wordpress.com/

Il blog di Aldo Prendi

La sana doctrina bíblica

Quien tiene oídos para oír, oiga

Chiesa Evangelica Pentecostale di Augusta

Gesù disse: Io son la risurrezione e la vita; chi crede in me, anche se muoia, vivrà (cfr. Giovanni 11:25)

La Massoneria Smascherata

"non v'è niente di nascosto che non abbia ad essere scoperto" (Matteo 10:26)

SALVATI per GRAZIA

Blog Di Giuseppe Palamara

La verità rende liberi!

Sito di attualità e informazione cristiana

Listen to the sound of the sword

«Stand in the ways and see, and ask for the old paths, where the good way is, and walk in it» (Jeremiah 6:16)

Non tollero Jezabel

Il blog di Gian Michele Tinnirello

Sana Dottrina

Perché verrà il tempo che non sopporteranno la sana dottrina; ma per prurito d'udire si accumuleranno dottori secondo le loro proprie voglie e distoglieranno le orecchie dalla verità e si volgeranno alle favole.(2Timoteo 4:3-4)

La Buona Strada

Il blog di Giuseppe Piredda, cristiano evangelico pentecostale trinitariano

He who has ears let him hear

A voice crying in the wilderness

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: