Skip to content

Paolo cita Faraone per dimostrare che Dio indurisce il cuore di coloro che Egli ha stabilito di indurire

13 marzo 2015

Paolo cita Faraone per dimostrare che Dio indurisce il cuore di coloro che Egli ha stabilito di indurire

faraoneNelle sacre Scritture leggiamo queste parole di Paolo:

«Non solo; ma anche a Rebecca avvenne la medesima cosa quand’ebbe concepito da uno stesso uomo, vale a dire Isacco nostro padre, due gemelli; poiché, prima che fossero nati e che avessero fatto alcun che di bene o di male, affinché rimanesse fermo il proponimento dell’elezione di Dio, che dipende non dalle opere ma dalla volontà di colui che chiama, le fu detto: Il maggiore servirà al minore; secondo che è scritto: Ho amato Giacobbe, ma ho odiato Esaù. Che diremo dunque? V’è forse ingiustizia in Dio? Così non sia. Poiché Egli dice a Mosè: Io avrò mercé di chi avrò mercé, e avrò compassione di chi avrò compassione.
Non dipende dunque né da chi vuole né da chi corre, ma da Dio che fa misericordia.» (Romani 9:10-16)

In quelle parole noi leggiamo chiaramente che NON DIPENDE da chi VUOLE ESSERE SALVATO, ma DIPENDE solo da Dio che fa misericordia a chi vuole Lui.

Ciò che ha detto Paolo è confermato dall’apostolo Giovanni, infatti anch’egli dice che vengono salvati solo quelli che Dio ha stabilito di salvare, e non anche quelli che da loro stessi vogliono essere salvati secondo la loro volontà:

«ma a tutti quelli che l’hanno ricevuto egli ha dato il diritto di diventar figliuoli di Dio; a quelli, cioè, che credono nel suo nome; i quali non son nati da sangue, né da volontà di carne, né da volontà d’uomo, ma son nati da Dio. » (Giovanni 1:12,13)

Vedete, Giovanni dice chiaramente che LA NUOVA NASCITA NON DIPENDE DALLA VOLONTA’ DELL’UOMO, MA SOLO DALLA VOLONTA’ DI DIO.

Voglio ricordarvi che abbiamo letto in precedenza in romani che Dio ha misericordia di taluni, ma anche che INDURA chi vuole. 

Per quanto riguarda Faraone, leggiamo queste parole:

«E l’Eterno disse a Mosè: ‘Quando sarai tornato in Egitto, avrai cura di fare dinanzi a Faraone tutti i prodigi che t’ho dato potere di compiere; ma io gl’indurerò il cuore, ed egli non lascerà partire il popolo.
E tu dirai a Faraone: Così dice l’Eterno: Israele è il mio figliuolo, il mio primogenito; e io ti dico: Lascia andare il mio figliuolo, affinché mi serva; e se tu ricusi di lasciarlo andare, ecco, io ucciderò il tuo figliuolo, il tuo primogenito’.» (Esodo 4:21-23)

In questi passi leggiamo che è DIO CHE AVREBBE INDURITO FARAONE, e lo ha indurito fino alla DECIMA PIAGA, cioé fino alla morte del FIGLIOLO DI FARAONE, e solo dopo che Dio si è fatto un nome su tutta la terra a motivo delle dieci piaghe, Faraone ha lasciato andar via il popolo d’Israele. Iddio predice prima le cose che devono avvenire, perché Egli ha già pianificato le cose che devono avvenire, e a suo tempo le fa avvenire ESATTAMENTE come ha preordinato.

Si può liberamente dire che Faraone non voleva lasciare andare Israele, perché ciò è vero, in quanto così pure è scritto; ma sta altresì scritto nella Parola, che è stato IDDIO a creare quella volontà contraria dentro il cuore di Faraone, fino al momento in cui sarebbe giunto il momento stabilito da Dio che Israele fosse uscito dall’Egitto.

In tutto ciò non c’è niente di strano, magari gli uomini non comprendono le vie di Dio, secondo quanto è scritto:

«I passi dell’uomo li dirige l’Eterno; come può quindi l’uomo capir la propria via?» (Proverbi 20:24)

E ancora leggiamo queste parole:

«Il cuore del re, nella mano dell’Eterno, è come un corso d’acqua; egli lo volge dovunque gli piace. » (Proverbi 21:1)

È confermato, quindi, che Iddio volgeva dove voleva il cuore di Faraone, come anche di seguito è confermato dalle seguenti Scritture:

«E io indurerò il cuore di Faraone, e moltiplicherò i miei segni e i miei prodigi nel paese d’Egitto. E Faraone non vi darà ascolto; e io metterò la mia mano sull’Egitto, e farò uscire dal paese d’Egitto le mie schiere, il mio popolo, i figliuoli d’Israele, mediante grandi giudizi.  E gli Egiziani conosceranno che io sono l’Eterno, quando avrò steso la mia mano sull’Egitto e avrò tratto di mezzo a loro i figliuoli d’Israele’. » (Esodo 7:3-5)

Ed ora leggiamo questo passaggio, che ci fa capire che DOPO una PIAGA Faraone si era convinto, MA DIO SUBITO DOPO LO HA INDURITO DI NUOVO:

«Allora Faraone chiamò Mosè ed Aaronne e disse loro: ‘Pregate l’Eterno che allontani le rane da me e dal mio popolo, e io lascerò andare il popolo, perché offra sacrifizi all’Eterno’. E Mosè disse a Faraone: ‘Fammi l’onore di dirmi per quando io devo chiedere, nelle mie supplicazioni per te, per i tuoi servitori e per il tuo popolo, che l’Eterno distrugga le rane intorno a te e nelle tue case, e non ne rimanga se non nel fiume’.  Egli rispose: ‘Per domani’. E Mosè disse: ‘Sarà fatto come tu dici, affinché tu sappia che non v’è alcuno pari all’Eterno, ch’è il nostro Dio.  E le rane s’allontaneranno da te, dalle tue case, dai tuoi servitori e dal tuo popolo; non ne rimarrà che nel fiume’.  Mosè ed Aaronne uscirono da Faraone; e Mosè implorò l’Eterno relativamente alle rane che aveva inflitte a Faraone.  E l’Eterno fece quello che Mosè avea domandato, e le rane morirono nelle case, nei cortili e nei campi.  Le radunarono a mucchi e il paese ne fu ammorbato. Ma quando Faraone vide che v’era un po’ di respiro, si ostinò in cuor suo, e non diè ascolto a Mosè e ad Aaronne, come l’Eterno avea detto. » (Esodo 8:8-15)

Fratelli nel Signore, avete letto, dunque, che prima Faraone sotto giudizio di Dio vuole lasciar andare il popolo di Israele, ma subito dopo SI È INDURATO di nuovo.

Quindi, Faraone voleva lasciarli andare, MA IDDIO GLI HA INDURATO IL CUORE, e gli ha fatto cambiare idea, ecco perché c’è stato il cambiamento nel cuore di Faraone.

Possiamo dire che Faraone in un primo momento voleva lasciarli andar via, ma subito dopo ha cambiato idea e NON VOLEVA LASCIAR ANDAR VIA il popolo di Israele. Ora, è giusto domandarsi cosa sia successo e cosa ha fatto cambaire idea a Faraone? Ma è chiaro che è stato Iddio che ha indurito il suo cuore, perché così è scritto, e se non lo induriva fino al tempo stabilito, non avrebbe potuto compiere tutte le dieci piaghe in Egitto, compresa l’ultima, che riguardava l’istituzione della pasqua.

Ai più curiosi e più attenti lettori delle sacre Scritture non saranno sfuggite queste parole, che ricadono sempre sullo stesso soggetto come per Faraone:

«Poi mi disse: Le acque che hai vedute e sulle quali siede la meretrice, son popoli e moltitudini e nazioni e lingue.
E le dieci corna che hai vedute e la bestia odieranno la meretrice e la renderanno desolata e nuda, e mangeranno le sue carni e la consumeranno col fuoco. Poiché IDDIO HA MESSO IN CUOR LORO DI ESEGUIRE IL SUO DISEGNO E DI AVERE UN MEDESIMO PENSIERO e di dare il loro regno alla bestia finché le parole di Dio siano adempite.» (Apocalisse 17:15-17)

Cari nel Signore, ma non sono chiare quelle parole scritte da Giovanni? Non ci fanno capire che è Dio che opera nei cuori delle persone, e li fa pure essere di uno stesso pensiero, AFFINCHE’ sia adempiuto il Suo disegno? Non solo in passato, dunque, ma anche per quanto riguarda il futuro, Iddio ha lasciato scritto che è Lui che opera nei cuori delle persone e le volge dove vuole, per adempiere a tutta la Sua volontà.

Perdonatemi l’insistenza fratelli e sorelle, ma io in tutti questi passi biblici non ci vedo il libero arbitrio, ma io vedo SOLTANTO LA SOVRANITA’ DI DIO, solo ed esclusivamente LA VOLONTA’ DI DIO CHE REGNA, e fa ciò che più gli piace, e a me non dispiace per niente. E a voi perché dispiace tanto che Dio faccia quello che vuole Lui? Perché non dovrebbe fare ciò che vuole del suo creato e delle sue creature?

Iddio è forse ingiusto se fa ciò che gli piace? Ma no, perché Egli ha già stabilito quale fondamento di giustizia avrebbe usato, ed è esposto chiaramente in questi passi biblici:

«Che diremo dunque? V’è forse ingiustizia in Dio? Così non sia. Poiché Egli dice a Mosè: Io avrò mercé di chi avrò mercé, e avrò compassione di chi avrò compassione. Non dipende dunque né da chi vuole né da chi corre, ma da Dio che fa misericordia.» (Romani 9:14-16)

Tale è la giustizia di Dio, ma ci sono molti, purtroppo, che vorrebbero annullare la volontà di Dio per stabilire la loro, con tanto di giustizia umana, fallace.

O uomo, domandati chi ha deciso che tu saresti dovuto venire all’esistenza in questo periodo storico? Ebbene, se Dio ha stabilito che tu venissi all’esistenza in questo tempo, per quale motivo Iddio non dovrebbe anche aver stabilito per te il tuo destino?

Deve seguire Iddio la giustizia dell’uomo e non la Sua? Dovrà Iddio avere riguardi per gli uomini e fare ciò che piace a loro e non ciò che Lui vuole che venga fatto? È forse Iddio alle dipendenze dell’uomo, o è l’uomo che DIPENDE DA DIO?

Fratelli nel Signore, leggendo tutti questi passi, e ce ne sono tanti altri, ancora non comprendete? Riflettete attentamente, dunque, e non date riposo alle vostre membra se non comprendete bene questa dottrina, perché essa vi renderà liberi, in quanto la verità rende liberi. Ma se rimanete chiusi di mente e non intendete, allora non siete liberi, ma siete schiavi dei vostri pregiudizi e della vostra giustizia a scapito di quella di Dio.

Che Dio abbia misericorida del suo popolo e conceda a tutti i suoi figli di intendere la verità.

A Dio, che siede sul trono, siano tutta la gloria, l’onore e la lode, nei secoli dei secoli. Amen!

Giuseppe Piredda

Annunci
2 commenti leave one →
  1. Vincent permalink
    21 marzo 2015 23:37

    Iddio ha indurito il cuore di Faraone . Nessun Cristiano puo` dire che non e` vero . Io non ho mai detto che Iddio non sceglie persone per compiere un suo lavoro . Ho solamente detto, e credo anche , che Iddio non ha potuto creare due gruppi di persone , cio’e` , uno a salvezza l’altro a perdizione . Iddio ha predestinato , ha scelto, continuera` a sceglire e usare delle persone come strumento nelle Sue mani come vuole , quando vuole , e dove vuole . Ma non ha Creato due gruppi di creature . Pace a te . Vince

    Mi piace

  2. 22 marzo 2015 13:30

    Iddio è il vasaio, e gli uomini sono i vasi. Detto ciò, ecco cosa dicono le Scritture:
    «Il vasaio non ha egli potestà sull’argilla, da trarre dalla stessa massa un vaso per uso nobile, e un altro per uso ignobile? E che v’è mai da replicare se Dio, volendo mostrare la sua ira e far conoscere la sua potenza, ha sopportato con molta longanimità de’ vasi d’ira preparati per la perdizione, e se, per far conoscere le ricchezze della sua gloria verso de’ vasi di misericordia che avea già innanzi preparati per la gloria, li ha anche chiamati (parlo di noi) non soltanto fra i Giudei ma anche di fra i Gentili?» (Romani 9:21-24)
    Iddio ha fatto e fa dei vasi d’ira e dei vasi di misericordia.
    Così è scritto, che piaccia o non piaccia, ma le cose stanno proprio così, Iddio fa quello che più gli piace.
    Pace a te.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog di Aldo Prendi

Per la diffusione e la difesa delle dottrine bibliche

Acordai-vos

Tocai a trombeta em Sião, e dai o alarma no meu santo monte.

Egli è altresì scritto...

Blog di Nicola Iannazzo

Destatevi

"Suonate la tromba in Sion e date l'allarme sul mio santo monte" (Gioele 2:1)

Il Buon Deposito

Dottrine della Bibbia

prendialdo.wordpress.com/

Il blog di Aldo Prendi

La sana doctrina bíblica

Quien tiene oídos para oír, oiga

Chiesa Evangelica Pentecostale di Augusta

Gesù disse: Io son la risurrezione e la vita; chi crede in me, anche se muoia, vivrà (cfr. Giovanni 11:25)

La Massoneria Smascherata

"non v'è niente di nascosto che non abbia ad essere scoperto" (Matteo 10:26)

SALVATI per GRAZIA

Blog Di Giuseppe Palamara

La verità rende liberi!

Sito di attualità e informazione cristiana

Listen to the sound of the sword

«Stand in the ways and see, and ask for the old paths, where the good way is, and walk in it» (Jeremiah 6:16)

Non tollero Jezabel

Il blog di Gian Michele Tinnirello

Sana Dottrina

Perché verrà il tempo che non sopporteranno la sana dottrina; ma per prurito d'udire si accumuleranno dottori secondo le loro proprie voglie e distoglieranno le orecchie dalla verità e si volgeranno alle favole.(2Timoteo 4:3-4)

La Buona Strada

Blog di Giuseppe Piredda, cristiano evangelico pentecostale trinitariano fondamentalista

He who has ears let him hear

A voice crying in the wilderness

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: