Skip to content

Nel mondo c’è chi crede e chi non crede

5 gennaio 2016

Nel mondo c’è chi crede e chi non crede

fuoco_inferno«Chi crede in lui non è giudicato; chi non crede è già giudicato, perché non ha creduto nel nome dell’unigenito Figliuol di Dio.» (Giovanni 3:18)

Gesù è venuto nel mondo per offrire sé stesso, affinché chiunque crede in Lui non perisca, ma abbia vita eterna (vgs Giov. 3:16).

Le parole di Gesù sono chiare, esse DIVIDONO le persone del mondo in DUE categorie ben distinte: quelle che CREDONO e quelle che NON CREDONO in Lui.

La Verità, dunque, divide, Gesù infatti è venuto per DIVIDERE, non per UNIRE TUTTI, secondo quanto è scritto:

«Non pensate ch’io sia venuto a metter pace sulla terra; non son venuto a metter pace, ma spada. Perché son venuto a dividere il figlio da suo padre, e la figlia da sua madre, e la nuora dalla suocera; e i nemici dell’uomo saranno quelli stessi di casa sua.» (Matteo 10:34-36)

Il mondo è DIVISO IN DUE, da una parte quelli che credono e dall’altra quelli che non credono. Quelli che credono, come dice la Scrittura, NON SONO GIUDICATI, ma passano dalla morte alla vita eterna. Gli altri, cioè quelli che NON CREDONO, sono già GIUDICATI, e andranno in perdizione, saranno scaraventati prima all’inferno, poi nella morte seconda, che è lo stagno di fuoco e di zolfo.

Voglio porre alla vostra attenzione, fratelli nel Signore, che il GIUDIZIO è già stato effettuato da Dio, ed Egli non mente, non è possibile che abbia mentito, quindi il GIUDIZIO è a tutti gli effetti valido, e Dio lo porterà a compimento.

Passiamo ora ad un’analisi pratica quello che stiamo dicendo, applicando tale GIUDIZIO DI DIO, non un nostro giudizio, ma il GIUDIZIO DI DIO, alle persone del mondo.

Quelli che riconosciamo che hanno creduto, che sono stati rigenerati da Dio, che sono DIVENTATI figli di Dio, possiamo considerarli fratelli perché sono stati rigenerati dallo stesso Padre celeste, questi che hanno creduto possiamo considerarli salvati e non saranno GIUDICATI DA DIO.

Coloro, invece, che non sono nati da Dio, sono già GIUDICATI, non possiamo chiamarli fratelli, perché non hanno Dio come Padre, ma è per loro solo il CREATORE, il loro GIUDICE, ma non è loro Padre. Questi che sono GIA’ GIUDICATI da Dio, che non sono nostri fratelli, andranno all’inferno.

Se ci guardiamo attorno, vediamo che troveremo cristiani che hanno creduto, che credono che professano che Gesù è il Cristo di Dio, l’UNICA VIA DI SALVEZZA, che ha dato sé stesso in sacrificio per molti, ed ha sparso il suo sangue per purificarci la coscienza dei nostri peccati, questi, sono salvati e sono nostri fratelli.

Quelli, invece, che non credono e non confessano che Gesù è il Cristo di Dio, L’UNICA VIA DI SALVEZZA, non sono nati di nuovo e non sono salvati, dunque PERIRANNO, sono PERDUTI, e come dice la Scrittura saranno gettati all’inferno, secondo il GIUDIZIO che Dio ha già dato contro di loro (vgs Apoc. 21:8).

Nell’applicazione pratica di quanto stiamo dicendo, possiamo dire con certezza che tra questi ultimi vanno collocati i buddisti, i mussulmani, gli idolatri in genere, tra cui ci sono i cattolici romani, gli atei, i satanisti e molti altri ancora. Costoro, se non si ravvedono durante la loro vita e non Nascono da Dio, se muoiono in quello stato impenitente, saranno scaraventati all’inferno, e questo non lo diciamo noi, ma lo dice la Parola di Dio, perché il GIUDIZIO DI DIO è già stato dato.

Perciò, la salvezza dobbiamo sapere e predicare che la si può ottenere ESCLUSIVAMENTE per mezzo della fede in Cristo Gesù, e se chiaramente una persona muore senza aver mai CREDUTO in Gesù Cristo, è normale che secondo il GIUDIZIO DI DIO vada in perdizione, sia scaraventata all’inferno.

Considerato tutto ciò, un credente, un vero credente non può parlare in maniera ambigua, e dire che un mussulmano o un buddista o un ateo non sa dove va quando muore, perché ciò è una menzogna, in quanto nella Scrittura sta scritto chiaramente dove va, e la Parola diche che va all’inferno, se durante la sua vita non si è ravveduto e non ha creduto in Cristo Gesù come suo Salvatore.

Quindi, noi sappiamo, perché la Parola di Dio ce lo fa sapere, e dobbiamo parlare con conoscenza, senza mentire.

Purtroppo, però, ci sono molti oggi, che non parlano come parla la Scrittura, ma parlano adeguando le loro parole e i loro principi alla volontà della Massoneria, dimostrando con ciò, che molti sono quelli che si sono infiltrati in mezzo alla Chiesa di Dio, o molti sono quelli del popolo di Dio che sono stati sedotti dal diavolo e parlano per compiacere alla Massoneria anziché a Dio.

Diletti e fedeli nel Signore, badate dunque a come ascoltate, state attenti a quello che vi viene detto, confrontandolo con quanto ho detto in questo scritto e con la Parola di Dio, perché sono cose molto importanti, che vi aiuteranno a comprendere chi sono realmente quelli che parlano contrariamente alla Parola di Dio e quelli che, invece, parlano secondo la volontà di Dio.

Fratelli e sorelle nel Signore, esaminate ogni cosa e ritenete il bene, ricordandovi sempre quello che disse Gesù, tra le altre cose:

«Razza di vipere, come potete dir cose buone, essendo malvagi? Poiché dall’abbondanza del cuore la bocca parla.» (Matteo 12:34)

Quindi, con quello che uno dice o NON DICE, manifesta di quello che ha nel cuore.

Che Dio ci aiuti e ci preservi da tutti i nemici della Sua Parola e della Verità.

Che nessuno vi seduca con vani ragionamenti, né vi defraudi del vostro premio.

Giuseppe Piredda

No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog di Aldo Prendi

Per la diffusione e la difesa delle dottrine bibliche

Acordai-vos

Tocai a trombeta em Sião, e dai o alarma no meu santo monte.

Egli è altresì scritto...

Blog di Nicola Iannazzo

Destatevi

"Suonate la tromba in Sion e date l'allarme sul mio santo monte" (Gioele 2:1)

Il Buon Deposito

Dottrine della Bibbia

prendialdo.wordpress.com/

Il blog di Aldo Prendi

La sana doctrina bíblica

Quien tiene oídos para oír, oiga

Chiesa Evangelica Pentecostale di Augusta

Gesù disse: Io son la risurrezione e la vita; chi crede in me, anche se muoia, vivrà (cfr. Giovanni 11:25)

La Massoneria Smascherata

"non v'è niente di nascosto che non abbia ad essere scoperto" (Matteo 10:26)

SALVATI per GRAZIA

Blog Di Giuseppe Palamara

La verità rende liberi!

Sito di attualità e informazione cristiana

Listen to the sound of the sword

«Stand in the ways and see, and ask for the old paths, where the good way is, and walk in it» (Jeremiah 6:16)

Non tollero Jezabel

Il blog di Gian Michele Tinnirello

Sana Dottrina

Perché verrà il tempo che non sopporteranno la sana dottrina; ma per prurito d'udire si accumuleranno dottori secondo le loro proprie voglie e distoglieranno le orecchie dalla verità e si volgeranno alle favole.(2Timoteo 4:3-4)

La Buona Strada

Il blog di Giuseppe Piredda, cristiano evangelico pentecostale trinitariano

He who has ears let him hear

A voice crying in the wilderness

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: