Skip to content

Sotto la grazia non siamo tenuti ad osservare la legge di Mosè riguardo ai cibi impuri e neppure riguardo all’osservanza delle feste

17 gennaio 2016

Sotto la grazia non siamo tenuti ad osservare la legge di Mosè riguardo ai cibi impuri e neppure riguardo all’osservanza delle feste

cibi-sacrificati-idoli«Nessuno dunque vi giudichi quanto al mangiare o al bere, o rispetto a feste, o a novilunî o a sabati, che sono l’ombra di cose che doveano avvenire; ma il corpo è di Cristo.» (Colossesi 2:16-17)

Cari nel Signore, è chiaro che se il cristiano non è più soggetto ad osservare le FESTE stabilite da Dio con la legge di Mosè, tantomeno il cristiano è tenuto a FESTEGGIARE le ricorrenze pagane, anzi, in questo ultimo caso, si va proprio contro la volontà di Dio.

Inoltre noi cristiani non siamo più tenuti ad astenerci dal mangiare CIBI IMPURI, in quanto Gesù ha dichiarato che tutti i cibi sono PURI, perché entrano nel ventre e se ne vanno nella latrina, senza contaminare il cuore.

Cosa diversa, invece, è la questione dei CIBI SACRIFICATI AGLI IDOLI, perché da questi la Scrittura insegna che bisogna ASTENERSI, secondo quanto è scritto:

«Che dico io dunque? Che la carne sacrificata agl’idoli sia qualcosa? Che un idolo sia qualcosa? Tutt’altro; io dico che le carni che i Gentili sacrificano, le sacrificano ai demonî e non a Dio; or io non voglio che abbiate comunione coi demonî.» (1 Corinzi 10:19-20)

Dunque, chi mangia cibi sacrificati agli idoli PECCA, perché ha comunione con i demoni che sono dietro gli idoli.

Che il credente non deve mangiare cibi sacrificati agli idoli è ancora confermato da quanto è descritto al capitolo 15 dei Fatti apostolici, di cui riporto un estratto:

«Poiché è parso bene allo Spirito Santo ed a noi di non imporvi altro peso all’infuori di queste cose, che sono necessarie; cioè: che v’asteniate dalle cose sacrificate agl’idoli, dal sangue, dalle cose soffocate, e dalla fornicazione; dalle quali cose ben farete a guardarvi. State sani.» (Atti 15:28-29)

Fratelli nel Signore, vi esorto, anzi vi supplico, per il vostro bene, ad esaminare ogni cosa e di non mangiare CIBI SACRIFICATI AGLI IDOLI, per non dispiacere a Dio che ci ha salvati, e per non attirare su di voi la SUA GELOSIA ed i suoi giusti giudizi.

Inoltre, fratelli nel Signore, sappiate che dovete GUARDARVI da tutti coloro che VI INCITANO A NON SANTIFICARVI e a MANGIARE COSE SACRIFICATE AGLI IDOLI, come stiamo vedendo fare a certi NOVELLI CALVINISTI, perché Iddio vi mette alla prova attraverso costoro, per vedere se lo amate con tutto il vostro cuore. Costoro fanno come fece BALAAM, il quale ha insegnato a Balak a porre delle pietre d’inciampo al popolo di Israele per farlo PECCARE. Ecco un passo che farete bene a studiare e meditare bene, per non cadere anche voi nel peccato:

«Ma ho alcune poche cose contro di te: cioè, che tu hai quivi di quelli che professano la dottrina di Balaam, il quale INSEGNAVA A BALAC A PORRE UN INTOPPO DAVANTI AI FIGLIUOLI d’Israele, INDUCENDOLI A MANGIARE DELLE COSE SACRIFICATE AGLI IDOLI e a fornicare.» (Apocalisse 2:14)

I novelli calvinisti, nella loro astuzia, stanno ingannando molti fratelli, insegnando loro che il comandamento di non mangiare cose sacrificati agli idoli rientrano nella categoria dei cibi IMPURI, ma le cose non stanno in questa maniera come dicono costoro.

I cibi IMPURI sono indicati nella legge di Mosè, e non si potevano mangiare, ma Gesù quando è venuto in carne ha dichiarato anche questi cibi PURI. I cibi sacrificati agli idoli, invece, non possono essere mangiati in nessun caso, sia se sono cibi puri secondo la legge, sia se sono cibi impuri, perché essendo sacrificati, dedicati, nati per un idolo, una festa o altro, sono da considerare SACRIFICATI AGLI IDOLI, e chi li mangia si contamina, perché chi li mangia entra in comunione con i DEMONI che sono dietro agli idoli.

Dunque, fratelli e sorelle nel Signore, guardatevi da coloro che come BALAAM insegnano ai santi a peccare, con vari sotterfugi e filosofie umane, i quali nella loro ignoranza spingono il popolo di Dio a PECCARE, proprio come fece BALAAM, per portare la distruzione dentro il popolo di Israele.

Diletti e fedeli nel Signore, io vorrei che non vi cadesse addosso nessun giudizio di Dio, ma se v’indurite e date ratte ai cianciatori e ai seduttori di menti, allora, sappiate che i GIUDIZI DI DIO SONO GIUSTI, e non tarderanno a colpire i ribelli e i peccatori, voi saprete che ve li sarete cercati e meritati i giudizi di Dio, ed io vorrei che voi vi asteneste dal PECCARE, per non incorrere nei giusti giudizi di Dio.

Che Dio benedica il suo popolo.

Nessuno vi seduca con vani ragionamenti.

Giuseppe Piredda

No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog di Aldo Prendi

Per la diffusione e la difesa delle dottrine bibliche

Acordai-vos

Tocai a trombeta em Sião, e dai o alarma no meu santo monte.

Egli è altresì scritto...

Blog di Nicola Iannazzo

Destatevi

"Suonate la tromba in Sion e date l'allarme sul mio santo monte" (Gioele 2:1)

Il Buon Deposito

Dottrine della Bibbia

prendialdo.wordpress.com/

Il blog di Aldo Prendi

La sana doctrina bíblica

Quien tiene oídos para oír, oiga

Chiesa Evangelica Pentecostale di Augusta

Gesù disse: Io son la risurrezione e la vita; chi crede in me, anche se muoia, vivrà (cfr. Giovanni 11:25)

La Massoneria Smascherata

"non v'è niente di nascosto che non abbia ad essere scoperto" (Matteo 10:26)

SALVATI per GRAZIA

Blog Di Giuseppe Palamara

La verità rende liberi!

Sito di attualità e informazione cristiana

Listen to the sound of the sword

«Stand in the ways and see, and ask for the old paths, where the good way is, and walk in it» (Jeremiah 6:16)

Non tollero Jezabel

Il blog di Gian Michele Tinnirello

Sana Dottrina

Perché verrà il tempo che non sopporteranno la sana dottrina; ma per prurito d'udire si accumuleranno dottori secondo le loro proprie voglie e distoglieranno le orecchie dalla verità e si volgeranno alle favole.(2Timoteo 4:3-4)

La Buona Strada

Il blog di Giuseppe Piredda, cristiano evangelico pentecostale trinitariano

He who has ears let him hear

A voice crying in the wilderness

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: