Vai al contenuto

Le menzogne non vanno condivise, né rispettate, vanno solo confutate

23 gennaio 2016

Le menzogne non vanno condivise, né rispettate, vanno solo confutate

Non condivido

Il nostro caro fratello Giacinto ha giustamente detto queste parole:

«Non condivido le idee contrarie alla Parola di Dio e lotterò fino alla fine contro di esse confutandole perché sono storte e perverse»

Ha ragione a dire quelle parole, perché noi credenti non dobbiamo rispettare né tantomeno condividere delle menzogne, ma le dobbiamo confutare. Le menzogne sono originate dal diavolo, e chi è da Dio è chiamato a confutare le menzogne, a dire la verità e a distruggere tutti quei ragionamenti che si elevano contro la conoscenza della verità e di Dio.

Facciamo un esempio concreto. Come può un credente rispettare o condividere le unioni carnali tra persone dello stesso sesso, che la Bibbia chiama rapporti CONTRO NATURA, e le dichiara cose abominevoli? Il credente deve annunziare quello che è scritto nella Bibbia, non deve parlare per piacere alle persone, né tantomeno ai massoni che portano avanti il concetto di normalità dei rapporti omosessuali, cosa che biblicamente non è assolutamente così.

Un cristiano lo è perché segue Cristo Gesù, è suo discepolo, e il Maestro nella Parola di Dio dichiara appunto che l’omosessualità è peccato, e che i servitori di Dio devono esortare i peccatori a ravvedersi del loro peccato, altrimenti saranno scaraventati all’inferno.

Non c’è rispetto, né condivisione del peccato e della menzogna. Ma questo non vuole dire che gli omosessuali devono essere maltrattati o perseguitati, assolutamente no, non si può torcere loro neppure un capello, non si deve fare loro nessun male, come neppure si deve fare del male a nessun altro peccatore, siano essi omicidi o adulteri o altro ancora. Gli omosessuali vanno considerati peccatori, nella medesima maniera con cui erano considerati peccatori i sodomiti e sono stati INCENERITI dai giudizi di Dio, perché si erano dati, tra gli altri peccati, anche ai VIZI CONTRO NATURA, secondo quanto è scritto:

«Nello stesso modo Sodoma e Gomorra e le città circonvicine, essendosi abbandonate alla fornicazione nella stessa maniera di costoro ed essendo andate dietro a vizî contro natura, sono poste come un esempio, portando la pena d’un fuoco eterno.» (Giuda 1:7)

Il vero cristiano, dunque, non rispetta e non condivide i VIZI CONTRO NATURA, ricordandosi però di non provare nessun pregiudizio né alcun odio contro nessuno, ma deve necessariamente dire la verità al suo prossimo, sempre.

Nessuno vi seduca con vani ragionamenti.

Giuseppe Piredda

6 commenti leave one →
  1. 23 gennaio 2016 15:01

    vergogna dottore soltanto Dio c’è vergognatevi profondamente a dire dottore della parola di Dio!

    "Mi piace"

  2. 23 gennaio 2016 17:05

    Pace a te. Evidentemente qualcosa ti turba profondamente. Ti faccio sapere che le tue parole mostrano due cose, una è l’ignoranza della Parola di Dio, perché non la conosci e non sai che Dio ha stabilito il dono di ministerio di dottore, e la seconda è il profondo astio che mostri gridando alla vergogna, quando è tutto conforme alla Parola di Dio, ed ora lo dimosterò.
    Sta scritto:
    «Ed è lui [Gesù] che ha dato gli uni, come apostoli; gli altri, come profeti; gli altri, come evangelisti; gli altri, come pastori e dottori, per il perfezionamento dei santi, per l’opera del ministerio, per la edificazione del corpo di Cristo, finché tutti siamo arrivati all’unità della fede e della piena conoscenza del Figliuol di Dio, allo stato d’uomini fatti, all’altezza della statura perfetta di Cristo; affinché non siamo più de’ bambini, sballottati e portati qua e là da ogni vento di dottrina, per la frode degli uomini, per l’astuzia loro nelle arti seduttrici dell’errore, ma che, seguitando verità in carità, noi cresciamo in ogni cosa verso colui che è il capo, cioè Cristo.» (Efesini 4:11-15)
    Come si legge, è Gesù che distribuisce i doni di ministerio, tra cui c’è quello di dottore.
    Ad esempio, l’apostolo Paolo era dottore, oltre che apostolo:
    «Non aver dunque vergogna della testimonianza del Signor nostro, né di me che sono in catene per lui; ma soffri anche tu per l’Evangelo, sorretto dalla potenza di Dio; il quale ci ha salvati e ci ha rivolto una santa chiamata, non secondo le nostre opere, ma secondo il proprio proponimento e la grazia che ci è stata fatta in Cristo Gesù avanti i secoli, ma che è stata ora manifestata coll’apparizione del Salvator nostro Cristo Gesù, il quale ha distrutto la morte e ha prodotto in luce la vita e l’immortalità mediante l’Evangelo, in vista del quale io sono stato costituito banditore e apostolo e dottore.» (2 Timoteo 1:8-11)
    Ora la conclusione del discorso è questo, ma per quale motivo parli se non conosci le Scritture? Studia prima, per bene, e dopo potrai intervenire a correggere gli altri.
    Ringraziato sia Iddio che ha dato dei doni agli uomini, tra cui il ministerio di dottore.

    "Mi piace"

  3. 7 ottobre 2018 11:30

    Caro Giuseppe, voi cristiani dovreste aiutare a controllare il problema del porno gratuito che non ha verifica di età. Questo problema è il guaio della terra e di tantissimi problemi. Questo è il guaio che corrompe i cristiani. Per il momento il Digital Economy Act che sta essendo rinforzato dalla U.K. ed anche dalla TV ABC, non riesce ad essere messo in atto. Ovviamente questo accade perchè se gli europei non lo mettono loro stessi in atto, si ritrovano con della gente perversa che fanno i giornalisti e che mettono in dubbio la sicurezza dei dati privati. Non esiste mettere in dubbio la sicurezza dei dati per chi fa delinquenza e non si cura che i bambini vedano il porno. Chi si preoccupa della sicurezza dei dati sono gay, sono unioni di gente poco buona e perversa. Milioni di utenti non andranno più a cercare porno in rete se veramente si preoccupano dei loro dati e sarà molto meglio. Il porno, secondo me, causa anche stupro di donne dato che se le donne vanno in rete e si preoccupano solo di loro stesse tentando di rinforzare la legge senza combattere il porno, avviene che qualcuno le percepisce come diavole e finiscono male. Può succedere che donne che vanno in rete cercano solo pedofili ed anche loro sono a rischio di stupro. Dunque diventa una brutta catena di gente in rete con la doppia faccia e diventa una porno-politica che ha come simbolo anche Schwartzenegger ed altri attori. Diventa politica fallimentare.
    Saluti.

    "Mi piace"

  4. 7 ottobre 2018 13:31

    Naturalmente noi siamo contro il porno e tutto ciò che ha a che fare con impurità sessuale, a cominciare dal guardare o farsi guardare nudi o seminudi. Per il resto, sappiamo che il mondo è corrotto oltre modo, e i santi credenti devono risplendere in questo mondo di tenebre, condannando questa immondizia. Per quanto riguarda i dati personali privati, è bene che nella navigazione tutti stiano attenti a quello che fanno, alle cose a cui rispondono e abbiano anche dei buoni antivirus sul pc e sul cellulare, che impedisca il furto dei dati.
    Tutti gli uomnii devono imparare a stare attenti, ad essere prudenti e a non farsi rubare i dati personali quando navigano, a mio parere ci sarebbe la necessità di istruire le persone già a scuola per proteggere i propri dati e la propria privacy.
    Pace a te e che Dio ti benedica.

    "Mi piace"

  5. Stella permalink
    8 ottobre 2018 02:00

    che ne pensi del fatto che anche il femminismo è contrario al porno?
    non pensi che sia paradossale?

    comunque non è vero che il porno fa aumentare gli stupri, come ha detto Roberto.
    In posti dove il porno neanche esiste (esempio: paesi islamici) le donne sono violentate e uccise in ugual modo.
    In Arabia Saudita non girano donne mezze nude, eppure non lo definirei un posto dove le donne vivono bene…

    quindi non è il porno ad aumentare la violenza, ma l’indole dell’uomo maschio che a volte non si trattiene e si sente potente ad aggredire una donna sfogando il piacere sessuale (anche perché può usare la maggior forza fisica che le donne non hanno e penso che anche questo faccia sentire onnipotenti i maschi)
    gli stupri ci sarebbero anche se da domani venisse proibito il porno.

    penso che i maschi dovrebbero farsi un esame di coscienza, chiedendosi se vale la pena, per avere un banale orgasmo di qualche secondo, rovinare la vita ad una donna che porterà il trauma a vita, avendone un danno. La sensazione che ho è che molto spesso un uomo che molesta una donna lo fa perché è egoista e cinico ed antepone la sua gratificazione sessuale al rispetto degli altri, per cui il suo piacere viene giudicato “più necessario” della vita altrui

    sarebbe interessante leggere testimonianze di ex stupratori che si sono convertiti a Cristo, per capire bene cosa passava per la loro testa quando erano schiavi del peccato.

    vero però che oggigiorno stanno aumentando le donne che visionano un certo tipo di porno perché non hanno piacere sessuale nella realtà e quindi si rifugiano in un mondo di fantasie erotiche (che non è detto vadano poi a provare nella realtà, anche perché vige ancora lo stigma dato contro le donne che pubblicamente fanno atti sessuali, vedi il caso di quella ragazza che mesi fa si è suicidata dopo che erano stati diffusi video pornografici che lei aveva fatto ma senza l’intento di renderli pubblici). per esempio, il fenomeno delle “cinquanta sfumature” è pornografia pensata per le donne (e scritta da una donna).
    La cosa orribile, però, è che tale pornografia presenta la donna in questione come una schiava servizievole e volenterosa ad un uomo che si comporta da padrone (ci sono scene di lui che la picchia o la fustiga)
    anche qui, le donne in questione dovrebbero chiedersi cosa le spinge ad una simile cosa ributtante, esattamente come un uomo che abbia desideri di stupro dovrebbe chiedersi perché sente questa esigenza di fare del male alle donne.
    Sarebbe interessante leggere testimonianze di conversione di donne che sono guarite dal peccato di pornografia, per capire bene questo problema

    "Mi piace"

  6. 8 ottobre 2018 05:57

    Le persone senza Cristo sono malvagie nel loro cuore, sia donne che uomini. Noi come cristiani siamo contrari ad ogni violenza di qualsiasi genere sia contro gli uomini che contro le donne.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...