Skip to content

Molti errano grandemente nel ritenere che Gesù non ha condannato l’omosessualità

18 febbraio 2016

Molti errano grandemente nel ritenere che Gesù non ha condannato l’omosessualità

fuoco_inferno_thumb.jpgGesù Cristo è la Parola di Dio, e nella Parola di Dio è condannata l’omosessualità in diversi passaggi in relazione a diverse epoche storiche.
Nel principio, prima che venga data la legge di Dio a Mosè, a cagione anche del peccato dei VIZI CONTRO NATURA degli uomini, l’Eterno ha distrutto Sodoma, Gomorra e le città circonvicine, lasciando un ricordo e una testimonianza indelebile in tutte le nazioni e in tutte le epoche della fine che faranno coloro che si daranno a praticare il medesimo peccato di sodomìa, condannato da Dio. A conferma di questo, ancora oggi gli omosessuali sono chiamati SODOMITI, appunto con un chiaro riferimento al giudizio di Dio sceso sopra le città di Sodoma e di Gomorra a cagione dei vizi contro natura.
Tale condanna del peccato di sodomìa viene confermata anche nella legge che Dio ha dato a Mosè sul monte Sinai.
E anche sotto il periodo della grazia tale tipo di peccato viene condannato da Gesù e dagli apostoli.
Quindi, ERRANO GRANDEMENTE tutti coloro che dicono che Gesù non ha condannato l’omosessualità, in quanto Gesù è la Parola di Dio e la Parola del Nuovo Testamento condanna l’omosessualità come pure hanno fatto le altre parti della Scrittura, e lo fa con queste parole:

«Perciò Iddio li ha abbandonati a passioni infami: poiché le loro femmine hanno mutato l’USO NATURALE in quello che è CONTRO NATURA, e SIMILMENTE ANCHE I MASCHI, lasciando l’USO NATURALE DELLA DONNA, si sono infiammati nella loro libidine GLI UNI PER GLI ALTRI, COMMETTENDO UOMINI CON UOMINI cose turpi, e ricevendo in loro stessi la condegna mercede del proprio traviamento.» (Romani 1:26-27)

«Non sapete voi che gli ingiusti non erederanno il regno di Dio? Non v’illudete; né i fornicatori, né gl’idolatri, né gli adulteri, né gli effeminati, né i SODOMITI, né i ladri, né gli avari, né gli ubriachi, né gli oltraggiatori, né i rapaci erederanno il regno di Dio.» (1 Corinzi 6:9-10)

Anche l’apostolo Giuda conferma nella sua lettera che i sodomiti commettevano peccati CONTRO NATURA:

«Nello stesso modo Sodoma e Gomorra e le città circonvicine, essendosi abbandonate alla fornicazione nella stessa maniera di costoro ED ESSENDO ANDATE DIETRO A VIZI CONTRO NATURA, sono poste come un esempio, portando la pena d’un fuoco eterno.» (Giuda 1:7)

Dunque, da quei passi citati si comprende chiaramente che l’omosessualità è condannata da Dio anche nel Nuovo Patto, anche sotto la grazia, senza che sia stata lasciata alcuna ombra di dubbio. Pertanto, non può essere tollerato uno che si dica cristiano e che si dia a pratiche omosessuali, perché questi va ammonito ed esortato a ravvedersi e ad abbandonare il suo peccato e, nel caso non si ravveda, deve essere mandato via dalla Chiesa. Tale disciplina deve essere messa in pratica anche verso altre persone che praticano altri diversi tipi di peccato, non solo nei confronti degli omosessuali, quindi non vi è nell’applicazione della disciplina in Chiesa nessun riguardo personale nei confronti degli omosessuali, e costoro è del tutto inutile che gridino all’odio e alla discriminazioen contro la diversità, perché per i credenti gli omosessuali sono peccatori da tenere lontano dalla Chiesa nella stessa maniera con cui bisogna fare con gli adulteri ed i fornicatori eterosessuali. Nessuna forma di omofobia, dunque, nessun odio particolare contro gli omosessuali, anzi, né a loro né a nessun peccatore i credenti possono fare dei torti, schernirli né tanto meno torcere loro un capello, ma bisogna pregare Iddio affinché conceda loro di ravvedersi.
Tutto ciò che abbiamo detto, benché sia già sufficiente per far capire ad un cristiano credente che l’omosessualità è peccato, pure vogliamo aggiungere a conferma di quello che stiamo dicendo anche le parole pronunciate da Gesù, il Cristo di Dio, che è la manifestazione dell’amore di Dio Padre per il mondo, perché anche l’Agnello di Dio che toglie il peccato del mondo ha condannato l’omosessualità, infatti ha detto:

«E se alcuno non vi riceve né ascolta le vostre parole, uscendo da quella casa o da quella città, scotete la polvere da’ vostri piedi. In verità io vi dico che il paese di Sodoma e di Gomorra, NEL GIORNO DEL GIUDIZIO, sarà trattato CON MENO RIGORE di quella città.» (Matteo 10:14-15)

Come abbiamo visto, le parole di Gesù fanno capire chiaramente che gli abitanti di Sodoma e di Gomorra il giorno del giudizio FINALE subiranno una condanna RIGOROSA a motivo del loro peccato, e dopo saranno gettati nello stagno di fuoco di zolfo per la punizione eterna. E le Sue parole fanno comprendere che Egli è in comune accordo con i giudizi di Dio inviati contro tali città, pertanto Gesù essendo d’accordo che i VIZI CONTRO CONTRO NATURA siano meritevoli di punizione da parte di Dio, riconosce tali comportamenti come peccaminosi, come sempre sono stati ritenuti da Dio e dalla Parola di Dio. Errano, dunque, coloro che dicono che Gesù non ha condannato l’omosessualità. Gesù è amore ed è misericordioso, ma verso coloro che si pentono del loro peccato e lo abbandonano, perchè se un peccatore non abbandona il suo peccato e non si ravvede, sarà da Lui condannato all’inferno e poi allo stagno di fuoco e di zolfo.
Dimostrato ciò, ora sapete che coloro che dicono che Gesù non ha menzionato gli omosessuali e non li ha condannati, hanno mentito spudoratamente, per giustificare il loro peccato. A motivo di quanto è scritto nella Parola di Dio, ogni cristiano non può tollerare né rispettare tali peccati, ma li deve riprovare, privatamente e pubblicamente, affinché i peccatori sia omosessuali che gli altri, si vergognino e giungano a ravvedersi per avere la vita.
Cari nel Signore, guardatevi dunque da tutti coloro che parlano in difesa del peccato, di qualsiasi peccato, e state lontano da costoro, perché il loro parlare non è da parte di Dio, ma dal diavolo, che è il nemico delle anime nostre.
Che nessuno vi seduca con vani ragionamenti.
Giuseppe Piredda.
Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog di Aldo Prendi

Per la diffusione e la difesa delle dottrine bibliche

Acordai-vos

Tocai a trombeta em Sião, e dai o alarma no meu santo monte.

Egli è altresì scritto...

Blog di Nicola Iannazzo

Destatevi

"Suonate la tromba in Sion e date l'allarme sul mio santo monte" (Gioele 2:1)

Il Buon Deposito

Dottrine della Bibbia

prendialdo.wordpress.com/

Il blog di Aldo Prendi

La sana doctrina bíblica

Quien tiene oídos para oír, oiga

Chiesa Evangelica Pentecostale di Augusta

Gesù disse: Io son la risurrezione e la vita; chi crede in me, anche se muoia, vivrà (cfr. Giovanni 11:25)

La Massoneria Smascherata

"non v'è niente di nascosto che non abbia ad essere scoperto" (Matteo 10:26)

SALVATI per GRAZIA

Blog Di Giuseppe Palamara

La verità rende liberi!

Sito di attualità e informazione cristiana

Listen to the sound of the sword

«Stand in the ways and see, and ask for the old paths, where the good way is, and walk in it» (Jeremiah 6:16)

Non tollero Jezabel

Il blog di Gian Michele Tinnirello

Sana Dottrina

Perché verrà il tempo che non sopporteranno la sana dottrina; ma per prurito d'udire si accumuleranno dottori secondo le loro proprie voglie e distoglieranno le orecchie dalla verità e si volgeranno alle favole.(2Timoteo 4:3-4)

La Buona Strada

Blog di Giuseppe Piredda, cristiano evangelico pentecostale trinitariano fondamentalista

He who has ears let him hear

A voice crying in the wilderness

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: