Skip to content

Messaggio di evangelizzazione rivolto agli Ebrei

25 maggio 2016

Messaggio di evangelizzazione rivolto agli Ebrei

ebrei-roma

Gesù il Nazareno è il Messia che Dio aveva promesso ab antico per bocca dei suoi profeti di mandare nel mondo per salvare gli uomini dai loro peccati. In Lui dunque si sono adempiute le dichiarazioni dei profeti. Gli abitanti di Gerusalemme e i loro capi infatti, disconobbero sia Lui che le parole dei profeti, e lo condannarono, adempiendo così quello che era stato del Messia. Essi chiesero a Ponzio Pilato, il governatore della Giudea, che Gesù fosse fatto morire, nonostante Gesù non avesse fatto nulla che fosse degno di morte. E così, essi lo uccisero per mano di uomini malvagi, inchiodandolo sulla croce. Tutto questo avvenne per il determinato consiglio di Dio e per la Sua prescienza, perché Gesù doveva essere “trafitto a motivo delle nostre trasgressioni, fiaccato a motivo delle nostre iniquità”, come aveva detto il profeta Isaia (Isaia 53:5). Ma l’Iddio di Abramo, di Isacco e di Giacobbe, lo risuscitò dai morti il terzo giorno, e così si adempì quello che aveva detto Davide del Messia: “Tu non lascerai l’anima mia nell’Ades, e non permetterai che il tuo Santo vegga la corruzione” (Atti 2:27; cfr. Salmo 16:10). Dopo essere risuscitato dai morti, Gesù apparve ai suoi discepoli per diversi giorni, dopodiché fu assunto in cielo alla destra di Dio, come è scritto nei Salmi: “L’Eterno ha detto al mio Signore: Siedi alla mia destra finché io abbia fatto de’ tuoi nemici lo sgabello dei tuoi piedi” (Salmo 110:1).

Vi annuncio dunque che chiunque crede in Gesù viene giustificato di tutte le cose, delle quali voi non potete essere giustificati per la legge di Mosè, perché la legge non fu data ai vostri padri per giustificare l’uomo ma per dare all’uomo la conoscenza del peccato. Dunque, non illudetevi, perché l’uomo viene giustificato soltanto mediante la fede in Gesù Cristo, senza le opere della legge, secondo che dice Dio tramite il profeta: “Il giusto vivrà per la sua fede” (Habacuc 2:4). Sappiate che Gesù è il termine della legge, per essere giustizia ad ognuno che crede (cfr. Romani 10:4)

Ravvedetevi dunque e credete che Gesù è il Messia, affinché otteniate la remissione dei peccati, altrimenti l’ira di Dio resterà sopra di voi e morirete nei vostri peccati andando nel fuoco dello Sheol, in attesa del giorno del giudizio quando poi risusciterete in resurrezione di condanna per essere giudicati da Dio e gettati nella Geenna (il fuoco eterno) dove sarete tormentati per l’eternità.

Giacinto Butindaro

[Tratto dal blog “Chi ha orecchie da udire oda”, amministrato da Giacinto Butindaro]

No comments yet

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog di Aldo Prendi

Per la diffusione e la difesa delle dottrine bibliche

Acordai-vos

Tocai a trombeta em Sião, e dai o alarma no meu santo monte.

Egli è altresì scritto...

Blog di Nicola Iannazzo

Destatevi

"Suonate la tromba in Sion e date l'allarme sul mio santo monte" (Gioele 2:1)

Il Buon Deposito

Dottrine della Bibbia

prendialdo.wordpress.com/

Il blog di Aldo Prendi

La sana doctrina bíblica

Quien tiene oídos para oír, oiga

Chiesa Evangelica Pentecostale di Augusta

Gesù disse: Io son la risurrezione e la vita; chi crede in me, anche se muoia, vivrà (cfr. Giovanni 11:25)

La Massoneria Smascherata

"non v'è niente di nascosto che non abbia ad essere scoperto" (Matteo 10:26)

SALVATI per GRAZIA

Blog Di Giuseppe Palamara

La verità rende liberi!

Sito di attualità e informazione cristiana

Listen to the sound of the sword

«Stand in the ways and see, and ask for the old paths, where the good way is, and walk in it» (Jeremiah 6:16)

Non tollero Jezabel

Il blog di Gian Michele Tinnirello

Sana Dottrina

Perché verrà il tempo che non sopporteranno la sana dottrina; ma per prurito d'udire si accumuleranno dottori secondo le loro proprie voglie e distoglieranno le orecchie dalla verità e si volgeranno alle favole.(2Timoteo 4:3-4)

La Buona Strada

Il blog di Giuseppe Piredda, cristiano evangelico pentecostale trinitariano

He who has ears let him hear

A voice crying in the wilderness

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: