Skip to content

Chi sei e dove stai andando

30 maggio 2016

Chi sei e dove stai andando

chi-sei-dove-vai

Due delle domande che ti sei sovente fatto sono «Chi sono?» e «Dove sto andando?» per cui voglio fornirti le risposte.

«Chi sono?» Sei una creatura di Dio, il Padre dal quale sono tutte le cose (1 Corinzi 8:6), ma sei sotto il peccato (Romani 3:9) a cagione del peccato entrato nel mondo per mezzo del primo uomo (Romani 5:12), e quindi sei schiavo del peccato (Tito 3:3). In quanto peccatore infatti, sei schiavo del peccato (chi commette il peccato, è schiavo del peccato – Giovanni 8:34), e quindi morto nei tuoi peccati (Efesini 2:1), perché il salario del peccato è la morte (Romani 6:23); e sei perciò un nemico di Dio nella tua mente e nelle tue opere malvagie (Colossesi 1:21): l’ira di Dio è sopra di te, sei un figliuolo d’ira (Giovanni 3:36; Efesini 2:3). In altre parole, sei sotto la condanna di Dio (Romani 5:18).

«Dove sto andando?» Stai andando all’inferno (in greco Ades), che è un luogo di tormento in cui scendono le anime di tutti coloro che muoiono nei loro peccati, e dove arde un fuoco non attizzato da mano d’uomo (Luca 16:19-31). E poi nel giorno del giudizio, quando Dio giudicherà gli uomini con giustizia, risusciterai in resurrezione di condanna per essere giudicato da Dio secondo le tue opere e sarai allora gettato anima e corpo in un altro luogo di tormento che si chiama stagno ardente di fuoco e di zolfo, dove sarai tormentato nei secoli dei secoli (Apocalisse 21:8; 20:12-15)

Dopo averti dato le risposte a queste tue domande, voglio annunciarti la Buona Novella relativa al regno di Dio e al nome di Gesù Cristo (Atti 8:12).

Il Padre, che è il Creatore di tutte le cose, nella pienezza dei tempi nel suo grande amore ha mandato nel mondo il Suo diletto Figliuolo, il cui nome è Gesù Cristo, per essere la propiziazione per i nostri peccati (1 Giovanni 4:10); Egli dunque, che era il Santo e il Giusto (Atti 3:14), morì per i nostri peccati, portando i nostri peccati nel suo corpo sulla croce (1 Corinzi 15:3; 1 Pietro 2:24), e risuscitò il terzo giorno a cagione della nostra giustificazione (1 Corinzi 15:4; Romani 4:25).

Coloro dunque che credono in Lui vengono liberati dai loro peccati (Apocalisse 1:5; Tito 3:5), ricevono la remissione dei peccati (Atti 10:43; 1 Giovanni 2:12), e quindi vengono giustificati (Atti 13:39; Romani 5:1) e riconciliati con Dio (Romani 5:10; 2 Corinzi 5:18; Colossesi 1:22). Essi vengono vivificati con Cristo (Efesini 2:5), e diventano figliuoli di Dio (Giovanni 1:12; 1 Pietro 1:23). Ed oltre ciò, essi ricevono la vita eterna (Giovanni 3:36; 1 Giovanni 5:13), che è il dono di Dio in Cristo (Romani 6:23). Per essi dunque che sono in Cristo non v’è più alcuna condanna (Romani 8:1). Essi sono sulla via della salvezza (1 Corinzi 1:18), e quindi quando muoiono nel Signore vengono salvati dal Signore nel Suo regno celeste, dove si riposano dalle loro fatiche (2 Timoteo 4:18; Apocalisse 14:13). Quando poi essi risorgeranno in resurrezione di vita, il che avverrà all’apparizione di Cristo dal cielo, essi, assieme a tutti i santi che saranno trovati viventi, otterranno un corpo glorioso come quello di Gesù Cristo (Filippesi 3:20-21; 1 Corinzi 15:51-54), e tutti assieme verranno rapiti sulle nuvole, a incontrare il Signore nell’aria; e così saranno sempre col Signore (1 Tessalonicesi 4:17).

Dunque, ti esorto a ravvederti e a credere nel Signore Gesù Cristo, affinché tu riceva la remissione dei peccati e la vita eterna.

Giacinto Butindaro

[Tratto dal blog “Chi ha orecchie da udire oda”, amministrato da Giacinto Butindaro]

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog di Aldo Prendi

Per la diffusione e la difesa delle dottrine bibliche

Acordai-vos

Tocai a trombeta em Sião, e dai o alarma no meu santo monte.

Egli è altresì scritto...

Blog di Nicola Iannazzo

Destatevi

"Suonate la tromba in Sion e date l'allarme sul mio santo monte" (Gioele 2:1)

Il Buon Deposito

Dottrine della Bibbia

La sana doctrina bíblica

Quien tiene oídos para oír, oiga

Chiesa Evangelica Pentecostale di Augusta

Gesù disse: Io son la risurrezione e la vita; chi crede in me, anche se muoia, vivrà (cfr. Giovanni 11:25)

La Massoneria Smascherata

"non v'è niente di nascosto che non abbia ad essere scoperto" (Matteo 10:26)

SALVATI per GRAZIA

Blog Di Giuseppe Palamara

La verità rende liberi!

Sito di attualità e informazione cristiana

Listen to the sound of the sword

«Stand in the ways and see, and ask for the old paths, where the good way is, and walk in it» (Jeremiah 6:16)

Non tollero Jezabel

Il blog di Gian Michele Tinnirello

Sana Dottrina

Perché verrà il tempo che non sopporteranno la sana dottrina; ma per prurito d'udire si accumuleranno dottori secondo le loro proprie voglie e distoglieranno le orecchie dalla verità e si volgeranno alle favole.(2Timoteo 4:3-4)

La Buona Strada

Blog di Giuseppe Piredda, cristiano evangelico pentecostale trinitariano fondamentalista

He who has ears let him hear

A voice crying in the wilderness

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: