Vai al contenuto

In difesa della formula Trinitariana del battesimo in acqua

3 giugno 2016

In difesa della formula Trinitariana del battesimo in acqua

Matteo-immersioneCi sono persone del versante dottrinale antitrinitariano che, non potendo rispondere né spiegare il passo scritto in Matteo 28:19 che dice:

«Andate dunque, ammaestrate tutti i popoli, battezzandoli nel nome del Padre e del Figliuolo e dello Spirito Santo, insegnando loro d’osservar tutte quante le cose che v’ho comandate. Ed ecco, io sono con voi tutti i giorni, sino alla fine dell’età presente.» (Matteo 28:19-20 – Riveduta Luzzi),

vanno in giro dicendo che in origine non c’era e che è stato aggiunto successivamente per giustificare la formula trinitariana del battesimo in acqua.

Gli antitrinitariani, non trovando altro di meglio da dire per annullare quel passaggio biblico FONDAMENTALE per la formula battesimale, hanno avuto l’infelice pensiero di dire che “riferimenti antichi non contengono la formula trinitaria di Matteo 28:19”.

Noi ascoltiamo attentamente e facciamo il nostro ragionamento su questa loro affermazione, e prendiamo la versione della Bibbia “Nuova Riveduta” (nella foto sotto) e leggiamo il passo con le note che vi sono scritte. Parlo di note, perché questa versione ha come caratteristica interessante queste cose che riporto dalla Prefazione alla pagina VI:

“L’APPARATO DI NOTE TESTUALI. In questa nuova edizione della Nuova Riveduta si è ritenuto utile dare al lettore la possibilità di poter verificare in prima persona quante, quali e di che genere siano effettivamente le varianti del Nuovo Testamento di cui spesso si sente parlare e discutere. È stato quindi necessario un lungo e accurato lavoro di collazione tra le tre principali fonti disponibili del testo greco del Nuovo Testamento: il Textus Receptus, il testo Nestle-Aland e il Testo Maggioritario […] NA=Neste-Aland; TR=Textus Receptus; M=Testo Maggioritario.”


matteo28-19

Quindi, leggendo Matteo 28:19 da tale Bibbia e considerando le note, si può vedere che NON CI SONO NOTE che ci facciano capire che neppure in una delle TRE FONTI PRINCIPALI del testo greco potesse mancare qualcosa di quel passo biblico, ma noi vediamo la perfetta esistenza di tali parole in tutti e tre i TESTI ANTICHI GRECI.

Pertanto, fratelli nel Signore, non fatevi INGANNARE dai cianciatori e i seduttori di menti, tra cui ci sono gli ANTITRINITARIANI, e attenetevi strettamente a quello che è scritto nella Parola, e per quanto riguarda quel passo, non c’è nessun problema dal greco, era scritto in tutti e tre i TESTI GRECI, perciò sono arrivati a noi in italiano esattamente come erano indicati nel greco.

Considerato quanto già sopra esposto, è doveroso aggiungere che il passo che ho già riportato sopra, della traduzione della Riveduta Luzzi, ma anche se si leggono altre versioni, come la Diodati, 1641 e anche quella moderna, il passo è sempre riportato nella medesima maniera.

Cari nel Signore, badate a voi stessi e badate a quello che leggete, e badate che nessuno vi seduca con vani ragionamenti (perché i discorsi che non sono vani devono essere supportati da validi ragionamenti e da prove certe).

Giuseppe Piredda

No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...