Vai al contenuto

Le ADI sono entrate a far parte della religione unica mondiale

29 settembre 2016

Le ADI sono entrate a far parte della religione unica mondiale

Le ADI (Assemblee di Dio in Italia) sono entrate a far parte della religione unica mondiale. Si sono unite infatti alla Chiesa Cattolica Romana nell’affermare la menzogna che tutti gli uomini sono figli di Dio, ossia il principio massonico della fratellanza universale.

Francesco, il capo della Chiesa Cattolica Romana, il 24 marzo 2016 ha affermato: «Tutti noi, insieme, musulmani, indi, cattolici, copti, evangelici, ma fratelli, figli dello stesso Dio» ed anche: “Voi, noi, tutti insieme, diverse religioni, diverse culture, ma figli dello stesso Padre, fratelli» (https://youtu.be/tIrKvh4CQW0), quindi tutti gli uomini, non importa quello che credono, sono figli di Dio e vanno considerati tutti fratelli.

Elio Varricchione, «pastore» della Chiesa ADI di Milano, durante una sua predicazione dal titolo «Non temere di esser troppo generoso» del 4 settembre 2016 ha affermato: «Ora teniamo conto anche che il nostro prossimo ci è fratello, noi siamo più chiamati a considerare fratelli coloro che sono figli di Dio, ed è corretto, non fa una grinza, coloro che hanno conosciuto Gesù, lo hanno accettato nel cuore, sono diventati siamo diventati figli di Dio, siamo diventati fratelli. Ma fratelli e sorelle, coloro che ancora non hanno fatto questa esperienza sono comunque creature di Dio, e sono nostri fratelli, ancora forse non di fede, ma non vogliamo creare troppe separazioni, tirare su troppe barriere, tra coloro che hanno creduto, e coloro, permettetemi di dire, che non hanno ancora creduto, e che spero presto diventino nostri fratelli, anche in quanto essere figli di Dio, e se sono tali, se li consideriamo fratelli, ecco che diventerà ancora più normale essere generosi» (http://www.adimilano.it/multimedia/SermoneAudio.aspx?id=845&tipo=SermoneAudio#/player1?catid=0&trackid=0). Come potete vedere, dunque, tramite un parlare ambiguo e contradditorio, Elio Varricchione ha affermato la stessa cosa di Francesco, e cioè che tutti gli uomini, a prescindere il loro credo, sono tutti figli di Dio, e quindi tutti fratelli. Ecco perché noi Cristiani, secondo lui, dobbiamo chiamare fratelli anche i Mussulmani, i Buddisti, gli Induisti, gli Scintoisti, e tutti coloro che non credono che Gesù è il Cristo di Dio. Questa dottrina delle ADI viene ribadita sul sito delle ADI dove viene affermato che si può accettare l’affermazione che tutti gli uomini sono figli di Dio, «se s’intende che tutti gli uomini hanno la stessa origine» (http://www.assembleedidio.org/_chiese/cagliari/meditazioni/Figli%20di%20Dio.pdf)

Ma questo è in aperto contrasto con quello che dice la Parola di Dio che ci dice che sono figli di Dio solo coloro che credono nel nome del Figliuolo di Dio (Giovanni 1:12), gli altri sono figli d’ira (Efesini 2:3) e figli del diavolo (Matteo 13:38; 1 Giovanni 3:10). Quindi coloro che sono del mondo non sono nostri fratelli.

Dunque, fratelli, le ADI ormai fanno parte della religione unica mondiale, che la Massoneria sta creando in vista del nuovo ordine mondiale.

Uscite e separatevi dalle ADI dunque.

METTETEVI IN SALVO!

Chi ha orecchi da udire, oda

Giacinto Butindaro

[Tratto dal blog “Chi ha orecchie da udire oda” amministrato da Giacinto Butindaro]

 

2 commenti leave one →
  1. Daniela Baccarini permalink
    1 ottobre 2016 12:42

    Un pastore ADI non è TUTTE LE CHIESE ADI.
    Se fosse così direbbero tutti le stesse cose.

    "Mi piace"

  2. 1 ottobre 2016 12:46

    Certamente non si può fare di tutta un’erba un fascio, infatti ci sono grandi lotte intestine nelle ADI, quelli a pro dei massoni contro quelli che sono contrari. Tuttavia, per ora la linea ufficiale, la dottrina, la tolleranza del peccato nelle comunità, è per la maggiore improntata ai principi massonici che portano verso la religione mondiale. Domanda chiaramente al tuo pastore che condanni LA MASSONERIA PUBBLICAMENTE, e ti accorgerai dalla sua risposta chi sia realmente costui. Basta che la condanni anche dal pulpito, con forza, senza ipocrisia. Se pure è vero che non tutti sono a pro massoni, pure rimane il problema che ognuno deve essere certo del pastore che sta seguendo e da cui sta imparando. Pace Daniela e che Dio ti benedica.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...