Vai al contenuto

Henry H. Ness, il rappresentante delle ADI: la fine orribile che ha fatto

23 ottobre 2016

Henry H. Ness, il rappresentante delle ADI: la fine orribile che ha fatto

pio-xii-henry-ness

Come abbiamo visto, il pastore Henry H. Ness, appartenente alle Assemblee di Dio USA, era colluso con la Massoneria e con la CIA e si diede da fare affinché le Chiese Pentecostali in Italia uscissero dalla persecuzione, e in vista di ciò spinse le Chiese a darsi un’organizzazione di tipo gerarchico e perciò a dotarsi di uno Statuto che annullava la Parola di Dio e contrastava e contristava lo Spirito Santo e – quale autorevole rappresentante delle Assemblee di Dio – fece alleare le ADI con il Vaticano che è un nemico della croce di Cristo. Henry H. Ness trascinò quindi le Chiese a calpestare la Parola dell’Iddio vivente. Su un tale uomo ribelle quindi non poteva che abbattersi il giudizio di Dio. E il giudizio venne, infatti Henry Ness ebbe un orribile ed incurabile tumore al cervello, ma non morì di quel tumore, ma morì uccidendosi.

Questo è quanto racconta Glen D. Cole (1933-2012) – che è stato pastore del Trinity Life Center di Sacramento (California), e Sovrintendente del Distretto del Nord California-Nevada delle Assemblee di Dio dal 1997-2003 – in questo articolo dal titolo When Someone Takes His Own Life ossia ‘Quando qualcuno si toglie la propria vita’. Ecco le sue parole: ‘Ricordo la morte-suicida del Dottor Henry Ness, il fondatore del Northwest College e il pastore del Calvary Temple di Seattle per anni. Un grande uomo di Dio, nei suoi ultimi anni egli ebbe un orribile tumore al cervello che non potè essere curato. Dei terribili mal di testa lo spinsero alla medicazione, ecc. Un giorno entrò nel suo ufficio, prese una pistola e la fece finita’ (http://121tools.com/Suicide/when-someone-takes-his-own-life.htmlI remember the suicide-death of Dr. Henry Ness, founder of Northwest College and pastor of Calvary Temple in Seattle for years. A great man of God, in his later years he had a horrible brain tumor that could not be cured. Terrible headaches drove him to medication, etc. One day he stepped into his office and took a gun and ended it all.).

Peraltro, vi ricordo che la Bibbia dice che un credente se si ammazza si rende colpevole di un omicidio, in questo caso però non uccide il suo prossimo ma se stesso cosa questa che egli non può fare perché solo Dio ha il diritto di togliergli la vita, e degli omicidi la Scrittura dice che non entreranno per le porte della Nuova Gerusalemme secondo che è scritto:

Beati coloro che lavano le loro vesti per aver diritto all’albero della vita e per entrare per le porte nella città! Fuori i cani, gli stregoni, i fornicatori, gli omicidi, gli idolatri e chiunque ama e pratica la menzogna” (Apocalisse 22:14-15).

La loro parte quindi sarà lo stagno ardente di fuoco e di zolfo che è la morte seconda (cfr. Apocalisse 21:8). Tra coloro che nella Bibbia fecero questa brutta fine, ci fu pure Giuda Iscariota, il traditore, secondo che è scritto:

“Allora Giuda, che l’avea tradito, vedendo che Gesù era stato condannato, si pentì, e riportò i trenta sicli d’argento ai capi sacerdoti ed agli anziani, dicendo: Ho peccato, tradendo il sangue innocente. Ma essi dissero: Che c’importa? Pensaci tu. Ed egli, lanciati i sicli nel tempio, s’allontanò e andò ad impiccarsi” (Matteo 27:3-5).

Che dire? Questo deve servire di severo monito a tutti quelli che nelle ADI, e non solo nelle ADI, pensano di potersi ribellare alla Parola di Dio inducendo altri a farlo e poi rimanere impuniti.

Peraltro, tra i personaggi fondamentali che furono coinvolti nella storia delle ADI in quel periodo, c’è stato un altro suicida: Giacomo Rosapepe, il legale delle ADI che presentò il ricorso delle ADI al Consiglio di Stato contro il Ministero dell’Interno, che si uccise nel 1978 (cfr. http://www.bibelotlibri.it/dettaglio.php?sorgente=stessoargomento&pag=1&libro=62657).

Certo che queste morti di questi due uomini che hanno avuto un ruolo chiave nella nascita delle ADI fanno riflettere molto … il savio di cuore.

[Tratto dal libro di Giacinto Butindaro,”La Massoneria Smascherata”, Vol. 2, Roma 2012, pag. 195]

No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...