Skip to content

Ubbidite ai vostri conduttori, ma nel Signore

25 ottobre 2016

Ubbidite ai vostri conduttori, ma nel Signore

sottomissione-dioLa Parola di Dio esorta i credenti a sottomettersi ai conduttori della comunità locale, ma sempre le sacre Scritture ci fanno anche capire che questo comando non è da osservare sempre in ogni caso, ma solo dentro i limiti che la Parola indica.

Sta scritto:

«Ubbidite ai vostri conduttori e sottomettetevi a loro, perché essi vegliano per le vostre anime, come chi ha da renderne conto; affinché facciano questo con allegrezza e non sospirando; perché ciò non vi sarebbe d’alcun utile.» (Ebrei 13:17)

Non poteva mancare nella Bibbia questa esortazione rivolta alla Chiesa. Tuttavia questo passaggio è stato utilizzato impropriamente da tutti quei conduttori che sono corrotti e sviati di fede. Questi citano quel passo per fare in modo che tutti i membri della loro comunità siano sottomessi a lui in ogni circostanza.

Perciò, cari nel Signore, ho voluto, con questo scritto, darvi uno stmolo per studiare e per pregare Iddio affinché vi dia la sapienza e l’intelligenza necessaria per sapere cosa fare quanto vi troverete in questa situazione di dubbio se sottomettervi o no a pastori e conduttori corrotti e sviati.

È vero che è scritto che tutti i membri di Chiesa devono stare sottomessi ai conduttori, tuttavia sempre le Scritture ci fanno sapere quali caratteristiche i conduttori devono avere per sottomettersi a loro con tutto il cuore:

– se sono stati costituiti dallo Spirito santo (Atti 20:28 e Efesini 4:11,12), non per titoli di studio o per raccomandazione paterna o familiare;

– se il conduttore è irreprensibile, marito di UNA SOLA moglie, sobrio, assennato, costumato, ospitale, atto ad insegnare, non dedito al vino. Se non è VIOLENTO, se è mite, non è LITIGIOSO, non AMA IL DENARO e non è CUPIDO di disonesto GUADAGNO, che dimostri di saper governare bene la propria famiglia e tenga in sottomissione e in tutta riverenza i suoi figli. Se non è novizio, se ha una BUONA TESTIMONIANZA da QUELLI DI FUORI, non deve essere ARROGANTE, ma umile. Deve essere ospitale, amante del bene, giusto, SANTO, moderato nella soddisfazione dei propri bisogni, cioé temperato in ogni cosa, ATTACCATO ALLA FEDEL PAROLA e non attaccato alle tradizioni degli uomini e della sua denominazione. Deve essere capace di ESORTARE nella sana dottrina (quindi la deve prima conoscere) e pure deve essere capace di CONVINCERE I CONTRADDITORI (1 Timoteo 3:1-7; Tito 1:6-9).

Ricordatevi, fratelli nel Signore, che i conduttori che peccano vanno RIPRESI davanti a TUTTI, secondo quanto è ordinato in 1 Timoteo 5:20. Ai conduttori che vivono nel peccato non ci si può sottomettere per non seguire il loro sviamento.

I conduttori non devono pascere il gregge sforzatamente, né per un VIL GUADAGNO, e neppure SIGNOREGGIANDO il gregge (1 Pietro 5:1-4), perché a tali conduttori che si conducono come la Bibbia condanna, la Chiesa non deve sottomettersi.

Per fare un esempio scritto nella Bibbia, ricordatevi che non bisogna SOTTOMETTERSI a conduttori come Diotrefe:

«Ho scritto qualcosa alla chiesa; ma Diotrefe che cerca d’avere il primato fra loro, non ci riceve. Perciò, se vengo, io ricorderò le opere che fa, cianciando contro di noi con male parole; e non contento di questo, non solo non riceve egli stesso i fratelli, ma a quelli che vorrebbero riceverli impedisce di farlo, e li caccia fuor della chiesa. Diletto non imitare il male, ma il bene. Chi fa il bene è da Dio; chi fa il male non ha veduto Iddio.» (3 Giovanni 1:9-11)

E ancora, non ci si deve sottomettere neppure a quei conduttori che TOLLERANO il peccato dentro la Chiesa, e neppure a quelli che permettono alle false dottrine di diffondersi tra i membri, perché Gesù è contro di loro (Apocalisse 2:14-16; 2:20-21).

La Chiesa è chiamata anche ad esprimere dei giudizi e a fare le sue valutazioni sui conduttori, secondo quanto è scritto:

«Gli anziani che tengon bene la presidenza, siano reputati degni di doppio onore, specialmente quelli che faticano nella predicazione e nell’insegnamento; poiché la Scrittura dice: Non metter la museruola al bue che trebbia; e l’operaio è degno della sua mercede.» (1 Timoteo 5:17-18)

Avete letto, dunque, che i credenti devono valutare se i conduttori tengono bene la presidenza, e se la governano bene possono anche considerare il fatto che essi siano degni di ricevere le loro offerte. Ma se non ne sono degni, se non si conducono come piace al Signore, se non governano bene secondo le esigenze del gregge, ma badando solo al proprio ventre, allora NON SONO DEGNI DI RICEVERE NESSUNA OFFERTA dai fedeli, e voi farete bene a non sottomettervi e a non dare loro neppure un centesimo. Questo serve anche affinché i conduttori si impegnino e facciano le cose come devono essere fatte, non superficialmente, almeno quelli sinceri.

Cari nel Signore, è doveroso ricordarvi che PRIMA di TUTTO bisogna sottomettersi a Dio e ai suoi comandamenti, poi, se ne sono degni e presentano le caratteristiche indicate nella Bibbia, ci si deve sottomettere anche ai CONDUTTORI; ma se non presentano tali caratteristiche, allora, per il bene della vostra anima, non vi dovete sottomettere agli uomini seduttori e sviati di cuore e di mente, per non incamminarvi nelle vie della malvagità e della perdizione della vostra anima assieme a loro.

Che nessuno vi seduca con vani ragionamenti.

Giuseppe Piredda

No comments yet

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog di Aldo Prendi

Per la diffusione e la difesa delle dottrine bibliche

Acordai-vos

Tocai a trombeta em Sião, e dai o alarma no meu santo monte.

Egli è altresì scritto...

Blog di Nicola Iannazzo

Destatevi

"Suonate la tromba in Sion e date l'allarme sul mio santo monte" (Gioele 2:1)

Il Buon Deposito

Dottrine della Bibbia

prendialdo.wordpress.com/

Il blog di Aldo Prendi

La sana doctrina bíblica

Quien tiene oídos para oír, oiga

Chiesa Evangelica Pentecostale di Augusta

Gesù disse: Io son la risurrezione e la vita; chi crede in me, anche se muoia, vivrà (cfr. Giovanni 11:25)

La Massoneria Smascherata

"non v'è niente di nascosto che non abbia ad essere scoperto" (Matteo 10:26)

SALVATI per GRAZIA

Blog Di Giuseppe Palamara

La verità rende liberi!

Sito di attualità e informazione cristiana

Listen to the sound of the sword

«Stand in the ways and see, and ask for the old paths, where the good way is, and walk in it» (Jeremiah 6:16)

Non tollero Jezabel

Il blog di Gian Michele Tinnirello

Sana Dottrina

Perché verrà il tempo che non sopporteranno la sana dottrina; ma per prurito d'udire si accumuleranno dottori secondo le loro proprie voglie e distoglieranno le orecchie dalla verità e si volgeranno alle favole.(2Timoteo 4:3-4)

La Buona Strada

Il blog di Giuseppe Piredda, cristiano evangelico pentecostale trinitariano

He who has ears let him hear

A voice crying in the wilderness

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: