Skip to content

Le sacre Scritture esortano a non fare da garanti

11 novembre 2016

Le sacre Scritture esortano a non fare da garanti

spezzare-catene

Da diversi anni c’è l’usanza anche nell’ambiente evangelico di comprare o costruire locali maestosi e lussureggianti. Naturalmente per acquistare tali locali c’è bisogno di molto denaro, che proviene dai fratelli membri di tale denominazione o Chiesa locale. In taluni casi i dirigenti di queste comunità chiedono ai membri di fare da garanti per poter usufruire di un prestito bancario per l’acquisto di questi locali lussuosi e giganteschi.

Spero che i fratelli che hanno fatto da garanti per il loro pastore, o per una organizzazione, sappiano cosa sia e cosa potrebbe succedere in caso in cui i debiti non possano più essere pagati.

Vediamo dal punto di vista bancario chi è il garante e cosa significa fare da garante:

Definizione di base di “garante di un prestito”: Il garante è colui che durante la richiesta di un finanziamento aiuta con le proprie capacità reddituali un terzo soggetto. Si parla spesso di firma del garante, ed è proprio con la firma che egli prende parte al finanziamento, proprio come se fosse stato egli stesso a richiedere il prestito. Ma chi decide di fare da garante per un prestito deve calcolare tutte le possibili conseguenze. Solitamente lo si fa per aiutare un parente, magari un figlio, un genitore o un fratello o una sorella ma è possibile che lo si faccia anche per aiutare un caro amico di cui ci si fida pienamente. La fiducia in questo caso è fondamentale in quanto nel caso in cui il richiedente non dovesse rispettare il contratto stipulato con la banca, ovvero non dovesse onorare il proprio debito, sarà compito del garante occuparsi del rimborso.

Ora leggiamo cosa dicono le Scritture sacre a riguardo del fare da garanti:

«Figliuol mio, se ti sei reso garante per il tuo prossimo, se ti sei impegnato per un estraneo, sei còlto nel laccio dalle parole della tua bocca, sei preso dalle parole della tua bocca. Fa’ questo, figliuol mio; disimpegnati, perché sei caduto in mano del tuo prossimo. Va’, gettati ai suoi piedi, insisti, non dar sonno ai tuoi occhi né sopore alle tue palpebre; disimpegnati come il cavriolo di man del cacciatore, come l’uccello di mano dell’uccellatore.» (Proverbi 6:1-5)

Sappiamo che ci sono fratelli che hanno fatto da garanti per poter acquistare locali di culto MOLTO COSTOSI, lussuosi, maestosi, che riempiono di ORGOGLIO i possessori.

Se un credente si è reso garante per un tale acquisto, egli è caduto in trappola, è stato preso al laccio. Inoltre, si ricordi quel tale che la Scrittura esorta a non fare da garanti, per essere libero. Chi ha fatto da garante ed è stato preso al laccio dall’uomo, deve disimpegnarsi, per ritornare libero, in quanto è diventato prigioniero del suo prossimo per cui garantisce con i propri beni. Il garante vive nella paura che il suo prossimo non riesca o non voglia più pagare.

Dico a voi, che vi siete fatti garanti per il vostro prossimo, state attenti, perché siete stati presi in una rete, ed ora per tornare liberi dovrete lottare e liberarvi di quelle catene di paura che vi tengono prigionieri. Pertanto, voi che avete fatto da garanti per l’acquisto di una torre di Babele, la Parola di Dio vi esorta a fare di tutto per liberarvi da quel laccio che vi tiene prigionieri. Ricordatevi che i santi devono essere liberi da questi tipi di legami mondani. Battetevi dunque, combattete strenuamente per liberarvi dai lacci che vi siete fatti mettere addosso.

Badate dunque come ascoltate, e che nessuno vi seduca con vani ragionamenti.

Giuseppe Piredda

No comments yet

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog di Aldo Prendi

Per la diffusione e la difesa delle dottrine bibliche

Acordai-vos

Tocai a trombeta em Sião, e dai o alarma no meu santo monte.

Egli è altresì scritto...

Blog di Nicola Iannazzo

Destatevi

"Suonate la tromba in Sion e date l'allarme sul mio santo monte" (Gioele 2:1)

Il Buon Deposito

Dottrine della Bibbia

prendialdo.wordpress.com/

Il blog di Aldo Prendi

La sana doctrina bíblica

Quien tiene oídos para oír, oiga

Chiesa Evangelica Pentecostale di Augusta

Gesù disse: Io son la risurrezione e la vita; chi crede in me, anche se muoia, vivrà (cfr. Giovanni 11:25)

La Massoneria Smascherata

"non v'è niente di nascosto che non abbia ad essere scoperto" (Matteo 10:26)

SALVATI per GRAZIA

Blog Di Giuseppe Palamara

La verità rende liberi!

Sito di attualità e informazione cristiana

Listen to the sound of the sword

«Stand in the ways and see, and ask for the old paths, where the good way is, and walk in it» (Jeremiah 6:16)

Non tollero Jezabel

Il blog di Gian Michele Tinnirello

Sana Dottrina

Perché verrà il tempo che non sopporteranno la sana dottrina; ma per prurito d'udire si accumuleranno dottori secondo le loro proprie voglie e distoglieranno le orecchie dalla verità e si volgeranno alle favole.(2Timoteo 4:3-4)

La Buona Strada

Il blog di Giuseppe Piredda, cristiano evangelico pentecostale trinitariano

He who has ears let him hear

A voice crying in the wilderness

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: