Skip to content

L’Eterno volge i cuori degli uomini verso la direzione che più gli piace

27 dicembre 2016

L’Eterno volge i cuori degli uomini verso la direzione che più gli piace

cuore-re-dio

Tutti i credenti sanno che Dio è potente e può fare ciò che vuole; ma ciò che non tutti credono è il fatto che Dio può agire nei cuori delle persone per farli volgere come a Lui piace e, anche per quanto riguarda la salvezza, è Dio che opera nel cuore dell’uomo perduto e lo salva.

Ecco cosa troviamo scritto nel libro dei proverbi che conferma quanto ho detto sopra:

«Il cuore del re, nella mano dell’Eterno, è come un corso d’acqua; egli lo volge dovunque gli piace. » (Proverbi 21:1)

«I passi dell’uomo li dirige l’Eterno; come può quindi l’uomo capir la propria via?» (Proverbi 20:24)

«Il cuor dell’uomo medita la sua via, ma l’Eterno dirige i suoi passi.» (Proverbi 16:9)

Quindi, da tali versetti, ma non sono i soli, si comprende che i passi dell’uomo li dirige l’Eterno e li volge verso la direzione che Egli vuole, compresi i re e tutti gli uomini potenti della terra (cfr Apocalisse 17:12-18).

Detto ciò, prendiamo ora in considerazione il Faraone d’Egitto, quello dei tempi in cui il popolo d’Israele uscì dall’Egitto. Nel libro dei Salmi leggiamo queste parole:

«Allora Israele venne in Egitto, e Giacobbe soggiornò nel paese di Cham. Iddio fece moltiplicar grandemente il suo popolo, e lo rese più potente dei suoi avversari. Poi voltò il cuor loro perché odiassero il suo popolo, e macchinassero frodi contro i suoi servitori.» (Salmo 105°:23-25)

In un primo tempo il cuore di Faraone e tutto il popolo d’Egitto era a favore del popolo d’Israele, ma venne un altro Faraone diversi secoli dopo, il cui cuore non era più a favore di Israele e, dal passo dei Salmi che abbiamo letto sopra, comprendiamo che fu proprio il Signore a VOLTARE il cuor loro affinché odiassero Israele. Così è scritto, che piaccia o no ad alcuni, così è scritto e così bisogna credere, perché questo dice la Parola di Dio.

Anche l’apostolo Paolo, avendo studiato tutto il racconto riportato nel libro della legge di Mosè, che riguarda Faraone e l’uscita dall’Egitto del popolo di Israele, nella sua epistola scritta ai Romani cita Faraone di quel periodo in questo modo:

«Poiché Egli dice a Mosè: Io avrò mercé di chi avrò mercé, e avrò compassione di chi avrò compassione. Non dipende dunque né da chi vuole né da chi corre, ma da Dio che fa misericordia. Poiché la Scrittura dice a Faraone: Appunto per questo io t’ho suscitato: per mostrare in te la mia potenza, e perché il mio nome sia pubblicato per tutta la terra. Così dunque Egli fa misericordia a chi vuole, e indura chi vuole.» (Romani 9:15-18)

Paolo, l’apostolo e dottore dei gentili è giunto a tale conclusione, studiando e riflettendo sul racconto dell’uscita del popolo di Israele dall’Egitto, sulla condotta e sulla volontà di Faraone, in particolare notiamo che egli è giunto alla conclusione definitiva che la salvezza non dipende né da chi vuole né da chi corre, ma DIPENDE solamente da Dio, che fa misericordia a chi vuole, e persino Egli agisce nell’indurare il cuore di coloro che Iddio non vuole che siano salvati. Questo perché è Dio che tramite il suo Spirito santo agisce nei cuori degli uomini, per formare la loro volontà, volgendola nella direzione che Egli vuole.

Anche Giovanni, parlando della nuova nascita, esprime il medesimo concetto sulla salvezza che ci ha fatto sapere Paolo. Ecco cos’ha scritto Giovanni:

«ma a tutti quelli che l’hanno ricevuto egli ha dato il diritto di diventar figliuoli di Dio; a quelli, cioè, che credono nel suo nome; i quali non son nati da sangue, né da volontà di carne, né da volontà d’uomo, ma son nati da Dio.» (Giovanni 1:12-13)

Quindi, è confermato che non si nasce di nuovo e non si diventa figlioli di Dio per volontà d’uomo, ma SOLTANTO per la esclusiva VOLONTA’ di Dio.

Per taluni, purtroppo, che non si fidano di Dio e preferiscono credere che la salvezza dipenda da loro stessi, i passi summenzionati e la conclusione del ragionamento a cui si è giunti, pare che manifesti un’enorme ingiustizia, una cosa sbagliata, addirittura chi crede nella predestinazione viene additato da costoro come posseduti dai demoni, sono stati sedotti dal diavolo. Eppure, noi leggiamo molti passaggi biblici scritti nella Bibbia che fanno capire che Dio salva chi vuole Lui.

Iddio, nella sua sapienza e nella sua ONNIPOTENZA, sapeva che degli uomini insensati si sarebbero ribellati al proponimento dell’elezione di Dio, e Paolo ce lo fa sapere con queste parole:

«Tu allora mi dirai: Perché si lagna Egli ancora? Poiché chi può resistere alla sua volontà? Piuttosto, o uomo, chi sei tu che replichi a Dio? La cosa formata dirà essa a colui che la formò: Perché mi facesti così? Il vasaio non ha egli potestà sull’argilla, da trarre dalla stessa massa un vaso per uso nobile, e un altro per uso ignobile? E che v’è mai da replicare se Dio, volendo mostrare la sua ira e far conoscere la sua potenza, ha sopportato con molta longanimità de’ vasi d’ira preparati per la perdizione, e se, per far conoscere le ricchezze della sua gloria verso de’ vasi di misericordia che avea già innanzi preparati per la gloria» (Romani 9:19-23)

Il Formatore, il VASAIO è l’Eterno, l’Iddio d’Abramo, d’Isacco e di Giacobbe, Colui che ha tratto il popolo d’Israele dall’Egitto, Colui che ha mandato sulla terra il Suo Diletto Figliolo per morire per i nostri peccati e rendere giusti i molti, per mezzo dello spargimento del suo sangue; Egli, l’Eterno (YHWH) è Colui che regna, che è SOVRANO sopra tutto il suo creato, compresi gli uomini, ed è Lui che volge i cuori delle persone nella direzione che vuole.

Non vi piace questo discorso? Ebbene, vi dirò di più, considerato il peccato di Adamo e di Eva, vi posso assicurare, per quanto si comprende leggendo le sacre Scritture, che se la salvezza degli uomini non dipendesse SOLO da Dio, ma dipendesse anche dagli uomini, NESSUN uomo si salverebbe e non riuscirebbe neppure a perseverare nella fede sino alla fine.

Pertanto, siamo in obbligo di ringraziare Iddio che ci ha salvati, perché nessun uomo da sè stesso con le sue sole forze sarebbe mai riuscito a nascere di nuovo o a piacere a Dio in qualche modo. Nessuno ci sarebbe riuscito (cfr Romani 3:9-18).

Ringraziato sia Iddio per aver avuto misericordia di noi e per aver mandato il Suo Figliolo a morire sulla croce per purificarci dai nostri peccati. A Dio siano la gloria, l’onore e la lode, nei secoli dei secoli. Amen!

Chi ha orecchio ascolti ciò che è scritto nella Parola di Dio.

Giuseppe Piredda

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog di Aldo Prendi

Per la diffusione e la difesa delle dottrine bibliche

Acordai-vos

Tocai a trombeta em Sião, e dai o alarma no meu santo monte.

Egli è altresì scritto...

Blog di Nicola Iannazzo

Destatevi

"Suonate la tromba in Sion e date l'allarme sul mio santo monte" (Gioele 2:1)

Il Buon Deposito

Dottrine della Bibbia

prendialdo.wordpress.com/

Il blog di Aldo Prendi

La sana doctrina bíblica

Quien tiene oídos para oír, oiga

Chiesa Evangelica Pentecostale di Augusta

Gesù disse: Io son la risurrezione e la vita; chi crede in me, anche se muoia, vivrà (cfr. Giovanni 11:25)

La Massoneria Smascherata

"non v'è niente di nascosto che non abbia ad essere scoperto" (Matteo 10:26)

SALVATI per GRAZIA

Blog Di Giuseppe Palamara

La verità rende liberi!

Sito di attualità e informazione cristiana

Listen to the sound of the sword

«Stand in the ways and see, and ask for the old paths, where the good way is, and walk in it» (Jeremiah 6:16)

Non tollero Jezabel

Il blog di Gian Michele Tinnirello

Sana Dottrina

Perché verrà il tempo che non sopporteranno la sana dottrina; ma per prurito d'udire si accumuleranno dottori secondo le loro proprie voglie e distoglieranno le orecchie dalla verità e si volgeranno alle favole.(2Timoteo 4:3-4)

La Buona Strada

Blog di Giuseppe Piredda, cristiano evangelico pentecostale trinitariano fondamentalista

He who has ears let him hear

A voice crying in the wilderness

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: