Vai al contenuto

La fede che fa superare ogni difficoltà: affrontarle pregando!

23 maggio 2017

La fede che fa superare ogni difficoltà: affrontarle pregando!

george-muller“La sua morte [n.d.r. di George Muller], sebbene avvenuta a tarda età, produsse una grande commozione in tutto il mondo. Le energie spirituali generate dalla sua vita di fiducia aveva raggiunto i confini della terra. Al di là del mare, dal levante al ponente giunse un palpito di partecipazione. Le persone furono toccate quando la notizia venne trasmessa mediante telegrafo e via cavo di paese in paese. L’umanità, con la sua morte, subì un’enorme perdita.

La catena d’oro di preghiera che la vita di fede di Muller aveva tessuto alla fine si spezzò. Secondo le sue stime, Dio aveva risposto a decine di migliaia di preghiere da lui innalzate, molte migliaia furono esaudite nello stesso giorno in cui vennero elevate, spesso prima che Muller si alzasse dalle ginocchia. Alcune risposte impiegarono decenni a giungere. Ecco un esempio: “Nel novembre 1844 ho iniziato a pregare per la conversione di cinque persone. Ho pregato ogni giorno senza interruzione, sia che fossi in salute o meno, per terra o per mare, qualunque fosse la pressione dei miei impegni. Passarono diciotto mesi prima che il primo dei cinque si convertisse. Ringraziai Dio e pregai per gli altri. Trascorsero cinque anni e il secondo si convertì. Ringraziai Dio per il secondo e continuai per gli altri tre. Giorno dopo giorno continuai a pregare per loro, e dopo sei anni si convertì il terzo. Ringraziai Dio per il terzo e continuai per gli altri due. Questi due sono rimasti inconvertiti. L’uomo al quale Dio nella ricchezza della Sua grazia ha concesso decine di migliaia risposte alle sue preghiere nella stessa ora o giorno nella quale furono innalzate, prega giorno dopo giorno da quasi trentasei anni per queste persone, eppure non si sono convertite. Ma spero in Dio, continuo a pregare e aspetto la risposta. Non sono ancora convertite, ma lo saranno”.

Questa era la fede che gli faceva superare ogni difficoltà. Egli affrontava le emergenze pregando e al momento opportuno Dio provvedeva, qualunque fosse il bisogno.

Quelle preghiere? Vi chiederete. Nel 1897 quei due uomini, figli di un amico di gioventù di Muller non erano convertiti, malgrado egli avesse supplicato Dio quotidianamente per cinquantadue anni. Dopo la sua morte Dio li condusse all’ovile! Questa era la fede trionfante di Muller, qualunque fosse la difficoltà. Se Dio rispondeva immediatamente alle preghiere, Lo ringraziava. Altrimenti continuava ad importunare il Signore fino a quando non arrivava la risposta. Quella voce di preghiera ora taceva.

[Uno stralcio dal libro edificante dal titolo “George  Muller”, di  Basil Miller, ADI-MEDIA, edizione italiana 1997, pagg. da 158 a 159]

No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...