Vai al contenuto

Giuramenti dei gradi massonici: giuramento di 9° grado (cavaliere eletto dei nove)

5 giugno 2017

Giuramenti dei gradi massonici: giuramento di 9° grado (cavaliere eletto dei nove)

squadra-compasso-massoneria.pngDall’esame del file pdf in cui sono riportati degli allegati alla Relazione della Commissione Parlamentare d’inchiesta sulla Loggia P2, ho voluto estrapolare, pubblicare e diffondere, affinché tutti giungano a sapere cosa sia realmente la massoneria, i giuramenti di alcuni gradi della gerarchia massonica, quelli che finora ho trovato.

Dal punto di vista cristiano, tali giuramenti sono da ritenersi ripugnanti e da cui ogni buon cristiano che ha conosciuto il Signore Gesù Cristo deve starsene ben lontano e, non solo, ogni cristiano ha il dovere di avvisare tutti coloro che gli stanno intorno affinché giungano a conoscere questo grande nemico del cristianesimo che cerca di agire in maniera INVISIBILE infiltrandosi in mezzo alle Chiese e cercando qualche anima debole da divorare, ingannandola e uccidendola con il proprio veleno mortifero, mascherando il proprio proponimento e le proprie intenzioni dietro a false rappresentazioni della realtà e con argomenti filosofici e artificiosamente composti, ma privi di quella potenza e luce della verità che promanano solo dalla Bibbia, che è la Parola di Dio.

Eccovi, ora, due dei giuramenti che riguardano il 9° grado (cavaliere eletto dei nove).

Tra le altre cose, si comprende chiaramente che un uomo si lega sempre più con questi giuramenti e diventa sempre più schiavo dei propri superiori di grado e del diavolo sopra tutti.


A.˙.U.˙.T.˙.O.˙.S.˙.A.˙.G.˙.

Ordo ab Chao

L.˙.U.˙.F.˙.               T.˙.U.˙.P.˙.

SUPREMO CONSIGLIO

DEI SOVRANI GRANDI ISPETTORI GENERALI DEL 33° ED ULTIMO GRADO

DEL RITO SCOZZESE ANTICO ED ACCETTATO DELLA LIBERA MURATORIA

PER LA GIURISDIZIONE MASSONICA D’ITALIA

GIURAMENTO DEL 9° GRADO

Io … (nome e cognome) ... giuro sulla fede di Uomo d’onore, di onesto e di massone, alla presenza del Grande Architetto dell’Universo, ai piedi della più alta Potenza del Mondo e di questa augusta Assemblea, di giammai rivelare ad alcun profano né ad alcun Massone di Grado inferiore, i segreti della dignità conferitami di Cavaliere Eletto.

Giuro che mi manterrò fedele agli obblighi assunti e che sacrificherò ai Mani di Hiram ogni spergiuro (1).

Giuro di difendere il Rito, i suoi Capi ed i singoli Componenti, miei fratelli, con tutti i mezzi (2) di cui ora ed in avvenire possa disporre.

Giuro di obbedire senza esitazione e dissenso agli ordini che mi verranno trasmessi dal Sovrano Tribunale dei 31 e dal Supremo Consiglio dei 33 del Rito Scozzese Antico ed Accettato (3).

Consento, se avessi la disgrazia e la vergogna di mancare al mio giuramento, di essere io stesso immolato: che i miei occhi siano privati della luce con un ferro rovente, che il mio corpo sia esecrato dai Figli della Vedova.

LO GIURO!

Or. di Bologna 29 giugno 1979 A.D.

…………………………..

 

[Giuramento di nono grado tratto dagli allegati alla relazione della Commissione Parlamentare d’inchiesta sulla loggia massonica P2, doc. XXIII, n. 2-quater/2/V, Vol. II, Tomo V, Roma 1984, pag. 119 (vgs foto sotto)]

(1) Voglio che notiate come vengono minacciati gli stessi membri componenti della massoneria, i quali non sono liberi di entrare e uscire quando vogliono, ma vivono nella paura di essere considerati spergiuri in qualche modo, per non essere sacrificati come dice il loro giuramento. Anche da tutto ciò si capisce che i massoni si definiscono falsamente “LIBERI muratori”, perché in realtà sono schiavi che costruiscono il tempio del potere dei loro superiori da cui ciecamente dipendono, a motivo dei loro giuramenti prestati, senz’avere alcuna possibilità di dissentire in niente.

(2) In questa parte del giuramento comprendiamo che per difendere la massoneria e i loro fratelli che fanno parte di essa, gli “schiavi muratori” bisogna che siano pronti a tutto e con ogni mezzo, nessuno escluso. Quindi, con quel giuramento, anche quelli illeciti si possono ritenere validi per raggiungere il proprio scopo massonico? Badate bene o voi aspiranti massoni, valutate bene quello che dovete fare, perché se entrate a far parte della massoneria, voi diverrete schiavi con sempre minore libertà in proporzione ai giuramenti che presterete a favore dei vostri superiori di grado.

(3) Quest’altra parte del giuramento richiede una obbedienza assoluta e senza discutere agli ordini dei superiori, qualsiasi cosa essi possano domandare, chi giura deve obbligatoriamente obbedire, senza esitare e senza mostrare alcun dissenso per nessuna ragione. Considerato che i massoni sono tutti uomini del dubbio, su quali certezze di giudizio baseranno i loro ordini che non possono essere discussi in alcuna maniera dagli inferiori? Questa parte del giuramento la ritengo una grande contrddizione interna alla massoneria, oltre che un grande pericolo nei confronti di chi si espone a divenire sempre più schiavo degli uomini superiori di grado. Obbedienza cieca e assoluta, non è sintomo di libertà alcuna, ma piuttosto di dispostismo assoluto. Che ipocrisia che dimostrano i massoni, dalla parte ufficiale e pubblica, dicono di essere contro ogni assolutismo e dispotismo di qualsiasi genere, e dall’altra loro sono organizzati nel più duro e dogmatico dispotismo assoluto.

Ora mi rivolgo a voi, massoni, sulla base di quanto detto finora, non occupatevi dei dogmi religiosi, giusti o sbagliati che siano, perché nel vostro interno, nel cuore stesso della vostra massoneria, costituita dai giuramenti, sono presenti dei dogmi e degli assolutismi ciechi e irremovibili di obbedienza assoluta ai vostri superiori, che non si trovano di simili in nessuna religione, almeno nei confronti di altri uomini. Sono le sette che si strutturano in questa maniera, quindi, possiamo dire, da quello che si può leggere dai giuramenti, che la massoneria è una setta, in quanto ne presenta le caratteristiche, tra cui la perdita della individualità personale per fare spazio solo alla volontà di chi comanda.

Io che credo in Cristo Gesù, o promesso e desidero ubbidire con tutte le mie forze a tutto quello che Gesù mi ordina di fare, senza riserve e senza dissentire in cosa alcuna. Ma a darmi degli oridni nel mio caso è Dio stesso, che non può fallire ed è giusto e santo, a differenza degli uomini mortali, compresi i massoni di alto grado, i quali sono fallaci e ingiusti esattamente come lo sono tutti gli altri uomini profani e non, anzi, la Bibbia dice che lo sono ancor di più, visto la loro mancanza di luce e di verità considerato che sono degli anticristi nemici dell’unico e vero Dio, YHWH, che era, che è e che deve venire.

Qualche massone a cagione di queste parole potrebbe già gridare all’odio e al pregiudizio, ma le cose non stanno così, perché io voglio dire queste cose a tutti gli uomini, ai massoni compresi, per far loro comprendere in quale guaio si sono cacciati o intendono cacciarsi se giurano nella massoneria, visto che nessuno glielo dirà mai con cuore sincero e con amore, lo faccio io per cercare di salvare la loro anima e preservare la loro vita e la loro libertà. Prima di fare qualcosa, documentatevi attentamente, e non solo con i documenti e le fonti che vi vengono presentate dai vostri cooptatori.

Schiavi muratori, uscite dalla massoneria, fatte di tutto per uscirvene e liberarvi dai lacci che vi tengono prigionieri, dei primi e di tutti i gradi, affinché diventiate liberi, perché è solo la verità che può rendervi liberi, e vi ricordo che la verità è solo Cristo Gesù, l’unica via di salvezza delle anime (cfr Giovanni 8:32).


Ed eccovi, di seguito, un altro giuramento, sempre del IX grado massonico, leggermente diverso dal precedente, ma nella sostanza non cambia:

A.˙.U.˙.T.˙.O.˙.S.˙.A.˙.G.˙.

UNIONEM TOLERANTIAM PROSPERITATEM

DEUS MEUMQUE JUS        ORDO AB CHAO

SUPREMO CONSIGLIO

DEI SOVRANI GRANDI ISPETTORI GENERALI

DEL TRENTATREESIMO ED ULTIMO GRADO

DEL RITO SCOZZESE ANTICO ED ACCETTATO

DELLA LIBERA MURATORIA

PER LA GIURISDIZIONE MASSONICA

D’ITALIA

GIURAMENTO DEI CAVALIERI ELETTI DEL IX° GRADO

Io …(nome e cognome).. rinnovo e confermo gli obblighi dei Gradi Simbolici e nel Grado di Maestro Segreto. Sul mio onore e sulla ma coscenza,

GIURO di difendere i principi Massonici e Fratelli che per essi patiscono danno o persecuzione,

GIURO di obbedire senza esitanza, con fermo animo e fervida volontà ai Decreti di questa Camera, del Capitolo dei Rosa Croce e dei Supremi Poteri del Rito per il sacro carattere di Cavaliere del IX° Grado,

GIURO di combattere con tutte le mie forze morali e materiali i nemici della Massoneria e di perseguire senza tregua e condannare con giusto giudizio ed a giusta pena gli spergiuri ed i traditori del Rito (4).

Data 24 giugno 1969        Firma (leggibile)

[Giuramento di nono grado tratto dagli allegati alla relazione della Commissione Parlamentare d’inchiesta sulla loggia massonica P2, doc. XXIII, n. 2-quater/2/V, Vol. II, Tomo V, Roma 1984, pag. 389 (vgs foto sotto)]


(4) Qui avete potuto notare che i massoni giurano di combattere con tutte le proprie forze i nemici della massoneria. Se combattono i nemici della massoneria, allora gli uomini non sono liberi di professare quello che vogliono, e questo è una limitazione di libertà.

Per quanto riguarda i massoni, abbiamo già dimostrato nei commenti delle note precedenti che sono schiavi e non liberi, come falsamente vogliono convincere sè stessi prima e poi gli altri, pretendendo che neppure i profani siano liberi di credere quello che vogliono, quindi vanno combattuti per indirizzarli dove vuole la massoneria. È difendere libertà di ogni individuo questo modo di agire dei massoni? Non mi sembra, anzi, questo è una dimostrazione chiara di dispotismo assoluto. Poi, in questa parte il giuramento continua con cose che riguardano il PERSEGUIRE e il CONDANNARE gli spergiuri e i traditori del rito. Quindi, c’è da domandarsi, per quale motivo i massoni vanno in giro dicendo che non si deve giudicare nessuno, né tantomeno condannare le persone? Se ce l’hanno scritto nei loro giuramenti che loro per primi devono giudicare e condannare, com’è possibile che si applichino ad imporre il divieto agli altri?

Eccovi dimostrato, dunque, altri segnali di ipocrisia e di spirito farisaico, perché gli schiavi muratori giurano una cosa e vogliono imporre il contrario agli altri. Si comprende, quindi, perché i loro giuramenti non venivano fatti conoscere alla massa, per non mostrare al mondo la loro ipocrisia e falsità.

Non c’è cumulo maggiore di contraddizioni se non nella massoneria, dogmi, pregiudizi, giudizi di condanna, minacce, privazione della libertà di operare e di un pensare tale da non poter dissentire in cosa alcuna dai loro superiori. Ma di quale libertà i massoni ci vengono a parlare a noi che crediamo in Gesù Cristo come unica via di salvezza? Essi sono i primi ad essere schiavi dei loro riti e dei loro giuramenti fatti verso i loro superiori, e si permettono di voler insegnare la libertà agli altri.

Giuseppe Piredda

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

No Temas Sino Habla

Entonces él Señor dijo de noche en visión á Pablo: No temas, sino habla, y no calles: Porque yo estoy contigo, y ninguno te podrá hacer mal (Hechos 18:9-10)

Blog di Aldo Prendi

Per la diffusione e la difesa delle dottrine bibliche

Acordai-vos

Tocai a trombeta em Sião, e dai o alarma no meu santo monte.

Egli è altresì scritto...

Blog di Nicola Iannazzo

Destatevi

"Suonate la tromba in Sion e date l'allarme sul mio santo monte" (Gioele 2:1)

Il Buon Deposito

Dottrine della Bibbia

La Massoneria Smascherata

"non v'è niente di nascosto che non abbia ad essere scoperto" (Matteo 10:26)

Listen to the sound of the sword

«Stand in the ways and see, and ask for the old paths, where the good way is, and walk in it» (Jeremiah 6:16)

apologeticum

Siate sempre pronti a render conto della speranza che è in voi a tutti quelli che vi chiedono spiegazioni. Ma fatelo con mansuetudine e rispetto, e avendo la coscienza pulita (1 Pt 3, 15-16)

Sana Dottrina

Perché verrà il tempo che non sopporteranno la sana dottrina; ma per prurito d'udire si accumuleranno dottori secondo le loro proprie voglie e distoglieranno le orecchie dalla verità e si volgeranno alle favole.(2Timoteo 4:3-4)

La Buona Strada

Blog di Giuseppe Piredda, cristiano evangelico pentecostale trinitariano fondamentalista

He who has ears let him hear

A voice crying in the wilderness

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: