Skip to content

Il peccato ti toglie la gioia della salvezza e la volontà di fare il bene

24 luglio 2018

Il peccato ti toglie la gioia della salvezza e la volontà di fare il bene

mancanza-gioia-salvezza

Davide, il re d’Israele, dopo aver commesso i peccati di adulterio e di omicidio, una volta che Iddio gli ha mandato un profeta a riprenderlo (cfr 2 Samuele capitoli 11 e 12), si è pentito ed ha scritto dei salmi, ispirato dallo Spirito santo, tra i quali il 51°, che ci fanno comprendere quale sia stata la sua condizione spirituale e di coscienza interiore.

In quel salmo, tra le altre, Davide dice queste parole:

«Rendimi la gioia della tua salvezza e fa’ che uno spirito volonteroso mi sostenga» (Salmo 51:12)

Dalle parole di Davide comprendiamo che, a causa del peccato commesso, Davide aveva, prima di tutto, perduto la gioia della salvezza che aveva prima di peccare e, inoltre, tra le conseguenze negative in cui è precipitato dopo aver peccato, vi è quella di perdere il sostegno della volontà che viene dal proprio spirito, che, nel caso del credente, agisce insieme allo Spirito di Dio (cfr Romani 8:16).

Da ciò si comprende che il credente che pecca, perde prima di tutto quella gioia e quella pace interiore che ha cominciato a sentire nel suo cuore a partire dal momento che il Signore lo ha rigenerato spiritualmente e lo ha purificato da tutti i peccati (cfr Giacomo 1:18). Inoltre, con quello stato d’animo privo di pace e di gioia, che ha lasciato il posto all’angoscia e alla tribolazione (cfr Romani 2:9), si aggiunge anche il fatto che in tale stato d’animo non si ha la forza né la voglia di compiere delle opere, talvolta neppure quelle normali che si compiono giornalmente, e se la situazione spirituale si protrae per diverso tempo, anche il credente che ha peccato può cadere nella depressione, mostro terribile che sta colpendo molte persone tra i pagani che non conoscono Iddio, ma che è in grado di colpire anche i credenti che si ribellano a ciò che è comandato da Dio ed è scritto nella Parola di Dio. La diffusione di quel male anche sopra le anime dei credenti, è causato dalle false dottrine e i cattivi consigli che vengono dati da certi predicatori delle comunità organizzate umanamente, e molti di coloro che gli danno retta rimangono vittime delle conseguenze delle eresie assimilate.

Dunque, fratelli e sorelle nel Signore, dovete sapere che più vi inoltrate nel sentiero del peccato, più sarà difficile trovare le forze per rialzarsi ed abbandonarlo. Pertanto, vegliate in preghiera e nello studio della Parola di Dio, affinché non cadiate in tentazione, e per avere sempre una buona coscienza e uno spirito volenteroso che vi sostenga nelle attività di tutti i giorni, soprattutto nel servire Iddio.

Cari nel Signore, se vi trovate nella situazione più o meno grave in cui si trovò Davide, dovete pregare come fece lui, il cui modo lo si può leggere nei salmi 32° e 51°, affinché Iddio, che è misericordioso, abbia pietà anche di voi e vi ristabilisca, donandovi di nuovo la gioia della salvezza e restituendovi anche tutte le forze spirituali, per continuare a vivere tutti i giorni in maniera normale, ponendo attenzione a santificarvi e a servire il Signore Iddio con tutto il cuore. Ricordatevi che Iddio non tiene il colpevole per innocente, quindi sappiate che se peccate voi ne pagherete le conseguenze (cfr Nahum 1:3).

Nessuno vi seduca con vani ragionamenti.

Giuseppe Piredda

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

No Temas Sino Habla

Entonces él Señor dijo de noche en visión á Pablo: No temas, sino habla, y no calles: Porque yo estoy contigo, y ninguno te podrá hacer mal (Hechos 18:9-10)

Blog di Aldo Prendi

Per la diffusione e la difesa delle dottrine bibliche

Acordai-vos

Tocai a trombeta em Sião, e dai o alarma no meu santo monte.

Egli è altresì scritto...

Blog di Nicola Iannazzo

Destatevi

"Suonate la tromba in Sion e date l'allarme sul mio santo monte" (Gioele 2:1)

Il Buon Deposito

Dottrine della Bibbia

La Massoneria Smascherata

"non v'è niente di nascosto che non abbia ad essere scoperto" (Matteo 10:26)

Listen to the sound of the sword

«Stand in the ways and see, and ask for the old paths, where the good way is, and walk in it» (Jeremiah 6:16)

Non tollero Jezabel

Il blog di Gian Michele Tinnirello

Sana Dottrina

Perché verrà il tempo che non sopporteranno la sana dottrina; ma per prurito d'udire si accumuleranno dottori secondo le loro proprie voglie e distoglieranno le orecchie dalla verità e si volgeranno alle favole.(2Timoteo 4:3-4)

La Buona Strada

Blog di Giuseppe Piredda, cristiano evangelico pentecostale trinitariano fondamentalista

He who has ears let him hear

A voice crying in the wilderness

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: