Vai al contenuto

La forma mentis dei massoni secondo George Orwell

27 luglio 2018

La forma mentis dei massoni secondo George Orwell

1984-George-Orwell

Ecco come Orwell nel suo libro 1984 definisce la forma mentis dei massoni:

“il bipensiero implica la capacità di accogliere simultaneamente nella propria mente due opinioni tra loro contrastanti, accettandole entrambe”.

Infatti, i massoni sono uomini del dubbio che mal sopportano chi esprime un pensiero unico ritenendolo assolutamente vero, come, invece, fanno i cristiani fondamentalisti i quali si attengono strettamente a tutto ciò che è scritto nella Bibbia, loro unico fondamento di vita, perché è la Parola di Dio.

La mente massonica, quindi, soffre della grave patologia del bipensiero. Per farvi capire meglio cosa esso sia, prendiamo ad esempio un palloncino totalmente di colore bianco; se lo guarda una persona e dice che è bianco, poi lo guarda un’altra persone e dice che è nero, secondo i massoni e il loro BIPENSIERO hanno ragione tutti  e due, nessuno ha torto. Ma questo va contro uno dei principi cardine della logica, che dice che su due tesi contrapposte solo una deve avere per forza di cose ragione, perché è impossibile essendo contrarie l’una all’altra che abbiano ragione entrambe.

Per farvi ancor meglio rendere conto dell’assurdità della cosa, pensate ai semafori, i colori sono per convenzione quelli che tutti conosciamo, e non possono assolutamente essere modificati da ogni singolo automobilista che passa al semaforo, altrimenti ci sarebbe solo il caos agli incroci. Ecco, i massoni vogliono appunto il caos in tutta la società, quindi ognuno ha il diritto di vedere il colore del semaforo che vuole, e tutti hanno ragione nello stesso momento. È una cosa assurda il relativismo massonico, che porta solo il caos e basta. Noi cristiani fondamentalisti, invece, siamo per l’ordine e quando un palloncino è bianco, diciamo che è bianco e quando è nero diciamo che è nero, così pure è per quanto riguarda ciò che è bene e ciò che è male, perché il caos che vogliono portare i massoni servitori del diavolo consiste appunto in questo, nel portare avanti una strategia per chiamare il bene male e il male bene. Guai a costoro, secondo quanto è scritto:

«Guai a quelli che chiaman bene il male, e male il bene, che mutan le tenebre in luce e la luce in tenebre, che mutan l’amaro in dolce e il dolce in amaro!» (Isaia 5:20)

Cari nel Signore, badate bene che stare vicini ai massoni non ci si guadagna nulla davanti a Dio, solo il caos e il disordine spirituale, quindi guardatevi dai massoni, mettete tutti alla prova e se vedete che qualcuno ha la forma mentis massonica, fuggite da costui, soprattutto se sale nei pulpiti delle Chiese cristiante evangeliche.

Nessuno vi seduca con i vani ragionamenti del BIPENSIERO massonico.

Che Dio benedica il suo popolo e lo preservi da ogni male.

Giuseppe Piredda

No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...