Vai al contenuto

Gli apostoli devono manifestare i segni e prodigi del loro ministerio

22 febbraio 2019

Gli apostoli devono manifestare i segni e prodigi del loro ministerio

segni-apostolo

L’apostolo Paolo, in merito al suo ministerio ha scritto ai santi della Galazia queste parole:

«Paolo, apostolo (non dagli uomini né per mezzo d’alcun uomo, ma per mezzo di Gesù Cristo e di Dio Padre che l’ha risuscitato dai morti)» (Galati 1:1)

Paolo, quindi, dichiara di non aver ricevuto il suo ministerio dagli uomini e non se l’è preso da sé stesso e non si è fatto chiamare “apostolo” per sua volontà, ma tale ministerio gli è stato donato da Gesù Cristo, com’è scritto nel passo sopra citato.

Siccome anche Paolo ai suoi tempi veniva attaccato e ritenuto come mendace, benché fosse in realtà verace, cioè era un vero apostolo costituito da Dio, egli, per difendersi e dimostrare concretamente con segni e prove certe a conferma del suo ministerio, contro i suoi accusatori ai santi di Corinto ha scritto queste parole:

«Certo, i segni dell’apostolo sono stati manifestati in atto fra voi nella perseveranza a tutta prova, nei miracoli, nei prodigî ed opere potenti» (2 Cor 12:12)

Quindi, Paolo ha richiamato alla mente dei Corinzi i segni del suo ministerio che si sono manifestati in mezzo a loro, a conferma della veracità del suo ministerio ricevuto da Gesù Cristo per volontà di Dio. Quindi, siccome i segni potenti che si sono manifestati per le mani di Paolo sono la testimonianza che Dio ha aggiunto alle predicazioni di Paolo (vgs Ebrei 2:4), i Corinzi non potevano assolutamente credere alle accuse contro di lui di essere un falso apostolo, che certi nemici della Croce e della verità avanzarono contro di lui. I segni dell’apostolo, pertanto, testimoniavano della veracità del ministerio di apostolo ricevuto da Paolo, e questo perché è Dio stesso ad aggiungere la sua testimonianza a quella dei veri ministri.

Cari nel Signore, dovete prendere atto che di questi tempi stiamo assistendo al proliferare di uomini che si fanno chiamare con il titolo di “apostolo”, i quali non sono stati stabiliti da Dio, pertanto non si manifestano in loro i segni del ministerio di “apostolo”, perché Dio non aggiunge la sua testimonianza ai mendaci, quindi tutti costoro sono dei falsi apostoli, dei nemici dalla verità da cui i santi si devono guardare e tenersi lontani.

Dunque, deve risultare chiaro a tutti che in assenza delle manifestazioni di segni e prodigi evidenti, che sono la testimonianza di Dio che confermano il ministerio, coloro che si fanno chiamare apostoli in realtà sono “falsi apostoli”, quindi sono bugiardi e non servono Iddio, ma il loro proprio ventre. Ogni ministerio porta in sé la manifestazione di determinati segni, senza i quali si è in presenza di un falso ministro.

Fratelli nel Signore, considerate queste cose, mettete alla prova gli spiriti, in modo da distinguere i veri ministri da quelli falsi, affinché non siate sedotti con vani ragionamenti e non vi sviate dalla via della verità.

Giuseppe Piredda

No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

No Temas Sino Habla

Entonces él Señor dijo de noche en visión á Pablo: No temas, sino habla, y no calles: Porque yo estoy contigo, y ninguno te podrá hacer mal (Hechos 18:9-10)

Blog di Aldo Prendi

Per la diffusione e la difesa delle dottrine bibliche

Acordai-vos

Tocai a trombeta em Sião, e dai o alarma no meu santo monte.

Egli è altresì scritto...

Blog di Nicola Iannazzo

Destatevi

"Suonate la tromba in Sion e date l'allarme sul mio santo monte" (Gioele 2:1)

Il Buon Deposito

Dottrine della Bibbia

Listen to the sound of the sword

«Stand in the ways and see, and ask for the old paths, where the good way is, and walk in it» (Jeremiah 6:16)

Sana Dottrina

Perché verrà il tempo che non sopporteranno la sana dottrina; ma per prurito d'udire si accumuleranno dottori secondo le loro proprie voglie e distoglieranno le orecchie dalla verità e si volgeranno alle favole.(2Timoteo 4:3-4)

La Buona Strada

Blog di Giuseppe Piredda, cristiano evangelico pentecostale trinitariano fondamentalista

He who has ears let him hear

A voice crying in the wilderness

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: