Vai al contenuto

Gesù esorta i peccatori a ravvedersi e a non peccare più

21 marzo 2019

Gesù esorta i peccatori a ravvedersi e a non peccare più

peccato-punizione-peggiore

Molti covano nel loro cuore un concetto distorto di amore, pensano che i peccatori vanno accettati e amati così come sono. Le cose non stanno così, perché Gesù esorta i peccatori a ravvedersi e ad abbandonare il peccato, perché il perseverare nel peccato porterà delle conseguenze nella vita di chi lo commette, e alla fine, sarà gettato all’inferno per essere lì tormentato giorno e notte.

La Parola di Dio ci fa sapere che Gesù ci comanda di AMARE il nostro prossimo, ma ci ordina anche di ESORTARE, RIPRENDERE E SGRIDARE coloro che peccano, affinché si ravvedano e ricevano il perdono dei loro peccati e vivano felici e pieni della gioia del Signore.

Noi tutto ciò lo facciamo, infatti esortiamo i PERDUTI A RAVVEDERSI E AD ABBANDONARE IL PECCATO, qualsiasi peccato, senza distinzioni di sorta e senza pregiudizio alcuno; purtroppo molti si rifiutano di capire che dire la verità verso chi sta sbagliando e si trova nella via della perdizione vuole dire amarlo, provare compassione per lui e desiderare che Dio abbia pietà di lui; perché mentire non è una manifestazione di amore, infatti AMORE E VERITA’ vanno insieme e sono inseparabili. La menzogna è inganno, e non ha amore in sé.

Ora, partendo dal punto fermo che Gesù è l’esempio perfetto di amore, vediamo come vi faccio leggere alcune cose che ha detto Gesù e che tutti farebbero bene a ricordarsi:

«Di poi Gesù lo trovò nel tempio, e gli disse: Ecco, tu sei guarito; non peccar più, che non t’accada di peggio.» (Giovanni 5:14)

Gesù con quelle parole ci fa capire che lo storpio era in quello stato a causa del suo peccato che ha commesso, e gli sarebbe successo di peggio se AVREBBE CONTINUATO a peccare e non avrebbe cessato dal peccare.

Tali parole pronunciate da Gesù Cristo, ci fanno forse capire che Egli ama le persone peccatrici così come sono e non vuole che cambino vita? Non mi pare si possa giungere ad una risposta affermativa a tale domanda, visto che esortò con minaccia quello storpio che fu guarito.

Poi Gesù disse queste parole al ministro della Chiesa di Tiatiri:

«Ma ho questo contro a te: che tu tolleri quella donna Jezabel, che si dice profetessa e insegna e seduce i miei servitori perché commettano fornicazione e mangino cose sacrificate agl’idoli. E io le ho dato tempo per ravvedersi, ed ella non vuol ravvedersi della sua fornicazione. Ecco, io getto lei sopra un letto di dolore, e quelli che commettono adulterio con lei in una gran tribolazione, se non si ravvedono delle opere d’essa. E metterò a morte i suoi figliuoli; e tutte le chiese conosceranno che io son colui che investigo le reni ed i cuori; e darò a ciascun di voi secondo le opere vostre.» (Apocalisse 2:20-23)

Mi pare sia chiaro che tali parole siano forti e che siano contrarie al peccato, e denotano UNA FORTE PUNIZIONE per coloro che non si ravvedono dei loro peccati e non li abbandonano. Alla luce di queste parole che abbiamo appena citato, appare chiaro che dire che Gesù non vuole il cambiamento di vita dei peccatori è una MENZOGNA!

Poi Gesù stesso disse anche queste parole a Giovanni:

«Io son l’Alfa e l’Omega, il primo e l’ultimo, il principio e la fine. Beati coloro che lavano le loro vesti per aver diritto all’albero della vita e per entrare per le porte nella città! Fuori i cani, gli stregoni, i fornicatori, gli omicidi, gli idolatri e chiunque ama e pratica la menzogna. Io Gesù ho mandato il mio angelo per attestarvi queste cose in seno alle chiese. Io son la radice e la progenie di Davide, la lucente stella mattutina.» (Apocalisse 22:13-16)

Tali persone elencate in quel passo saranno gettate prima all’inferno e poi nel FUOCO ETERNO.

Quindi, dopo aver letto alcune parole pronunciate da Gesù in merito alla condizione dei peccatori, pare chiaro che chi esorta le persone a non vivere nel peccato altrimenti soffriranno pene eterne continue, mostrano amore nei loro confronti volendo il loro bene sia su questa terra che per quella futura, a differenza di coloro che dicono ai peccatori di fare quello che vogliono e tralasciano di dire loro quale sarà la loro fine se non abbandonano il loro peccato.

Si potrebbero citare e discutere su tante altri passi della Scrittura del Signore nostro Gesù Cristo, ma sono certo che questi già bastano per coloro che desiderano riflettere bene sulla loro condotta della vita attuale e della fine che faranno se non si ravvedono e non credono nell’Evangelo, abbandonando il peccato.

Che Dio abbia pietà dei peccatori e doni loro di ravvedersi e di credere nell’Evangelo per avere salva la loro anima, e sia riempita di pace e di gioia.

Giuseppe Piredda

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

No Temas Sino Habla

Entonces él Señor dijo de noche en visión á Pablo: No temas, sino habla, y no calles: Porque yo estoy contigo, y ninguno te podrá hacer mal (Hechos 18:9-10)

Blog di Aldo Prendi

Per la diffusione e la difesa delle dottrine bibliche

Acordai-vos

Tocai a trombeta em Sião, e dai o alarma no meu santo monte.

Egli è altresì scritto...

Blog di Nicola Iannazzo

Destatevi

"Suonate la tromba in Sion e date l'allarme sul mio santo monte" (Gioele 2:1)

Il Buon Deposito

Dottrine della Bibbia

La Massoneria Smascherata

"non v'è niente di nascosto che non abbia ad essere scoperto" (Matteo 10:26)

Listen to the sound of the sword

«Stand in the ways and see, and ask for the old paths, where the good way is, and walk in it» (Jeremiah 6:16)

apologeticum

Siate sempre pronti a render conto della speranza che è in voi a tutti quelli che vi chiedono spiegazioni. Ma fatelo con mansuetudine e rispetto, e avendo la coscienza pulita (1 Pt 3, 15-16)

Sana Dottrina

Perché verrà il tempo che non sopporteranno la sana dottrina; ma per prurito d'udire si accumuleranno dottori secondo le loro proprie voglie e distoglieranno le orecchie dalla verità e si volgeranno alle favole.(2Timoteo 4:3-4)

La Buona Strada

Blog di Giuseppe Piredda, cristiano evangelico pentecostale trinitariano fondamentalista

He who has ears let him hear

A voice crying in the wilderness

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: