Vai al contenuto

TESTIMONIANZA SULLA PRATICA ORRIBILE DELLA INFIBULAZIONE (amputazione dei genitali femminili)

12 aprile 2019

TESTIMONIANZA SULLA PRATICA ORRIBILE DELLA INFIBULAZIONE (amputazione dei genitali femminili)

AMPUTAZIONE-GENITALI-FEMMINILI

Alle bambine viene lasciato un forellino per le la minzione e per le mestruazioni, che se sono grumose e non possono fuoriuscire provocando la morte. Quando di sposeranno, il marito taglierà con un coltello la parte offesa per procedere all’accoppiamento.

“Poi toccò a me. Ormai ero terrorizzata.
– Quando avremo tolto questo “kintir” (clitoride) tu e tua sorella sarete pure.- Dalle parole della nonna e degli strani gesti che faceva con la mano, sembrava che quell’orribile kintir, il mio clitoride, dovesse un giorno crescere fino a penzolarmi tra le gambe. Mi afferrò e mi bloccò la parte superiore del corpo… Altre due donne mi tennero le gambe divaricate. L’uomo che era un cinconcisore tradizionale appartenente al clan dei fabbri, prese un paio di forbici. Con l’altra mano afferrò quel punto misterioso e cominciò a tirare…Vidi le forbici scendere tra le mie gambe e l’uomo tagliò piccole labbra e clitoride. Sentii il rumore, come un macellaio che rifila il grasso da un pezzo di carne. Un dolore lancinante, indescrivibile e urlai in maniera quasi disumana. Poi vennero i punti: il lungo ago spuntato spinto goffamente nelle mie grandi labbra sanguinanti, le mie grida piene di orrore… Terminata la sutura l’uomo spezzò il filo con i denti… Ricordo le urla strazianti di Haweya, anche se era più piccola, aveva quattro anni, scalciò più di me per cercare di liberarsi dalla presa della nonna, ma servì solo a procurarlo brutti tagli sulle gambe di cui portò le cicatrici tutta la vita.

Mi addormentai, credo, perché solo molto più tardi mi resi conto che le mie gambe erano state legate insieme, per impedire i movimenti e facilitare la cicatrizzazione (dato che c’è stata una perdita di sostanza, clitoride e piccole labbra, le gambe legate insieme permettono la cicatrizzazione, ma la cicatrizzazione avviene in retrazione. Non c’è più tutto il tessuto necessario perché le gambe possano essere divaricate completamente. Nessuna farà più la spaccata. Anche dare un calcio a un pallone può essere impossibile, come andare a cavallo o, nei casi più gravi, nuotare a rana. Nei casi più gravi, dove infezioni riducono ulteriormente il tessuto, le donne non possono più divaricare le gambe per accovacciarsi e urinare e, dove non esistono water, devono urinare dalla posizione in piedi con l’orina che scola tra le gambe, scola un filino alla volta, una goccia alla volta).

Era buio e mi scoppiava la vescica, ma sentivo troppo male per fare pipì. Il dolore acuto era ancora lì e le mie gambe erano coperte di sangue. Sudavo ed ero scossa dai brividi. Soltanto il giorno dopo la nonna mi convinse a orinare almeno un pochino. Oramai mi faceva male tutto. Finché ero rimasta sdraiata immobile il dolore aveva continuato a martellare penosamente, ma quando urinai la fitta fu acuta come nel momento in cui mi avevano tagliata. Impiegammo circa due settimane a riprenderci. La nonna accorreva al primo gemito angosciato. Dopo la tortura di ogni minzione ci lavava con cura la ferita con acqua tiepida e la tamponava con un liquido violaceo, poi ci legava di nuovo le gambe e ci raccomandava di restare assolutamente ferme o ci saremmo lacerate e allora avrebbe dovuto chiamare quell’uomo a cucirci di nuovo.

Lui venne dopo una settimana per esaminarci. Haweya doveva essere ricucita. Si era lacerata urinando e lottando con la nonna… L’uomo ritornò a togliere il filo dalla mia ferita. Ancora una volta furono atroci dolori per estrarre i punti usò una pinzetta. Li strappò bruscamente mentre di nuovo la nonna e altre due donne mi tenevano ferma. Ma dopo questo anche se avevo una ruvida spessa cicatrice tra le gambe che faceva male se mi muovevo troppo, almeno non fui più costretta a restare sdraiata tutto il giorno con le gambe legate. Haweya dovette attendere un’altra settimana e ci vollero quattro donne per tenerla ferma… Non dimenticherò mai il panico sul suo viso e nella sua voce… Da allora non fu più la stessa… aveva incubi orribili. La mia sorellina un tempo allegra e giocosa cambiò. A volte si limitava a fissare il vuoto per ore. (svilupperà una psicosi)… cominciammo a bagnare il letto dopo l’infibulazione.”

(Ayaan Hirsi Ali – Human Rights Activist)

Tratto da: https://www.facebook.com/esercitodidocenti/


Io sono contro l’aborto, contro il razzismo, contro l’omosessualità, contro l’adulterio, contro la fornicazione, contro l’omicidio, contro OGNI TIPO DI VIOLENZA sia fisica che verbale, e sono anche contro questa pratica ORRIBILE DELLA MUTILAZIONE GENITALE, contro la INFIBULAZIONE.

Tale pratica è una cosa orribile, una tortura che lascia il segno tutta la vita, sia nel corpo che nella mente; è una cosa mostruosa, disumana, che manifesta un odio verso le donne indefinibile e, purtroppo, come si sente ogni tanto dai media, accade che QUALCHE BAMBINA MUORE a causa di tale pratica.

Mi domando, perché MOLTI fanno tanta confusione contro la produzione e la vendita di pellicce di animali; contro le torture degli animali da laboratorio? Badate bene, si può anche essere d’accordo con tali manifestazioni e opposizioni pacifiche, MA COME MAI NON SENTO MAI MANIFESTARE E PARLARE CONTRO QUESTA PRATICA ORRIBILE, CHE SI FA ANCHE QUI IN ITALIA E NELL’OCCIDENTE IN GENERE? Per quale motivo?

Tutti tacciono su questa cosa, perché non si deve sapere, nessuno deve sapere. No, io mi oppongo a questo silenzio, e faccio quello che mi è possibile, divulgo tale informazione, con i miei mezzi, secono le mie possibilità. Voi fate altrettanto! Nono volete condividere questo, andate direttamente alla fonte e condividete quello almeno, MA FATELO, perché questa pratica deve essere conosciuta, nei minimi dettagli dell’atrocità, perché è una cosa terribile e TUTTI devono sapere BENE quanto è veramente ORRIBILE per chi subisce tale MUTILAZIONE.

Purtroppo, per l’argomento di cui si tratta, ho ritenuto che questo post, lo descriva nel modo migliore, nella maniera più scientifica e pura moralmente possibile, considerando anche la delicatezza e la specificità della cosa, sperando che possa creare moralmente meno scandalo possibile, ma l’informazione in qualche modo bisogna darla, e bisogna farsi capire bene, senza che ci siano dubbi.

Ritengo necessario far conoscere anche questa cosa ORRIBILE, questa MUTILAZIONE che viene perpetrata contro le DONNE o per religione o per altri motivi, ma va condannata e aborrita.

Iddio ha chiesto fedeltà all’uomo e alla donna, ma non ha ordinato queste cose malvagie e dolorose, queste torture, che sono anche molto rischiose sia per la vita delle bambine, che dal punto di vista psicologica, dal cui trauma NON SI RIPRENDONO PIU’, come anche viene ben spiegato nella testimonianza trascitta sopra.

Continuate pure a gridare di non uccidere agnelli a Pasqua, difendete quello che volete voi che manifestate e vi agitate in tutti i modi possibili, ma così vi state coprendo di ridicolo perché voi DIFENDETE IL MOSCERINO, ma fate MORIRE il CAMMELLO. Operate in modo savio, prima salvete il CAMMELLO, poi pensate al MOSCERINO. Certe lotte sociali non hanno senso, di fronte a cose come quelle testimoniate dall’autrice e  VITTIMA.

Chi ha orecchie da udire oda, chi ha la bocca parli e chi ha le mani scriva.

Giuseppe Piredda

 

Annunci
4 commenti leave one →
  1. Laura permalink
    12 aprile 2019 18:39

    Intanto da non cristiana, mi fa piacere che tu, che sei cristiano, condanni questa cosa. Almeno su questo la pensiamo uguale.

    Veramente, la pratica serve a negare il piacere sessuale femminile alle donne. Serve a renderle frigide, insomma. A monte, c’è l’idea (che era tipica anche di certo cristianesimo del passato) che la donna sia più lussuriosa ed insaziabile sessualmente e quindi “sia adultera”, andando a ricercare la compagnia maschile per motivi sessuali.

    Poi, c’è anche l’idea, tipicamente maschile e che serve a lusingare l’ego maschile, che una donna “per bene” sia solo la donna vergine, ovverossia la donna che ha “quella parte corporea” sigillata; lusinga l’ego maschile di certi uomini pensarsi “i primi che la deflorano”.

    Non è vero che non se ne parla, ne parliamo eccome noi femministe, atei, e anche persone che condannano l’islam. la pratica non è islamica, ma animista-africana, eppure è stata inglobata anche nell’islam (maometto infatti l’approva in un hadith, anche se dice di non “tagliare troppo”)

    In Italia anche se probabilmente alcune bambine figli di immigrati la subiscono (non tanto qui, ma vengono riportate nei paesi di origine e lì “operate”) va resa illegale.
    Dipendesse da me io renderei illegale su minori anche le mutilazioni genitali maschili, promosse da ebrei e anche islamici, ma quelle “non si può metterle in dubbio”, sennò succede il finimondo. Tuttavia la circoncisione è meno grave dell’infibulazione (non toglie il piacere sessuale ai maschi). dipendesse da me la renderei legale solo per chi se la vuole fare, a 18 anni. Ma non sono io a fare leggi in Italia.

    Ultimo appunto, poi non ti disturbo più: d’accordo che sei cristiano integralista e condanni l’omosessualità perché la bibbia ti dice di fare così, ma mettere sullo stesso piano omosessualità e mutilazioni genitali femminili, come scrivi nell’articolo, è davvero fuori luogo e di pessimo gusto. l’omosessualità è un orientamento sessuale che hanno alcune persone e non è “una violenza” (le persone sono attratte le une dalle altre ed è consenziente) non implica mutilazioni. la mutilazione genitale femminile è un crimine patriarcale che si spiega con l’idea che la femmina sia proprietà del maschio. per giunta anche nel cristianesimo la femmina “ha l’obbligo di obbedire e stare sottomessa” come ripetete citato paolo a corinzi ed efesini. proprio per questo motivo anche il cristianesimo rientra nelle religioni patriarcali. d’altraparte islam ed ebraismo e cristianesimo hanno la stessa radice… non potevano che vedere la donna come inferiore all’uomo tutte e tre…

    semplicemente voi cristiani non praticate la mutilazione perché nella bibbia non è scritta.
    se fosse stata scritta, l’avreste praticata e difesa anche voi.
    Ora non te la prendere, ma sappiamo entrambi che è così, perché di cose gravi che voi cristiani approvate solo perché nella bibbia sta scritto che sono giuste, ce ne sono.

    Non sono solo islamici e animisti africani a legittimare cose contrarie ai DIRITTI UMANI. voi stessi infatti negate i diritti alla donna. La vedete come un essere di serie B, sottoposta al marito e utile solo per fare figli. Lo sappiamo entrambi… certamente, almeno rispetto a musulmani e simili evitate di mutilarle le vostre mogli. eppure se fosse stato scritto e lo avesse detto paolo… allora lo avreste fatto. Vero?

    voi cristiani integralisti rifiutate anche il concetto di democrazia, libertà di religione e fratellanza.

    Per cui, mi fa piacere vedere che ti scagli contro questo orrore patriarcale della mutilazione dei genitali femminili, resta il fatto che però se fosse stata approvata dalla vostra bibbia cristiana, l’avreste praticata anche voi e difesa.

    Comunque, se non altro hai fatto un articolo per condannarla. è già qualcosa.

    Mi piace

  2. 12 aprile 2019 19:57

    Mi fa piacere che tu abbia notato che noi credenti fondamentalisti, cioé che ci atteniamo strettamente ai fondamenti della Bibbia, condanniamo questa pratica che è malvagia e dannosa per le donne. I cristiani sono contro anche alla circoncisione, come tu hai detto.
    Per quanto riguarda la donna, ti faccio sapere che non c’è nessuna inferiorità nella Bibbia come genere, come viene salvato l’uomo per fede nella stessa maniera viene salvata la donna. Per quanto riguarda il rapporto in famiglia tra marito e mogli, Iddio che ha fatto l’uno e l’altro ha stabilito che la donna sia sottomessa al marito, ma sottomessa non vuole dire schiava, perché la sottomissione trova il limite “nelle cose del Signore”, quindi la sottomissione non può essere vista in maniera assoluta su tutto indistintamente. All’uomo è comandato di avere pazienza con la moglie, di amarla e di morire per lei, come Gesù che è lo sposo della Chiesa è morto appunto per essa. Tutti quanti, che ci piaccia oppure no siamo sottoposti a qualcuno: i figli sono sottomessi ai genitori, i lavoratori al loro datore di lavoro, tutti siamo sottomessi alle autorità costituite da Dio, i giovani agli anziani, e alla fine tutti quanti siamo anche sottomessi a Dio. Quindi, come una donna è sottomessa al proprio datore di lavoro, e scatta velocemente quando le dice di fare un certo lavoro, non capisco perché ci sia qualcosa di strano se la donna deve stare sottomessa al marito, ma non come schiava, ma nelle cose del Signore.
    Ti faccio notare, inoltre, che il cristianesimo che trovi scritto nella Bibbia, non fa alcun male a nessuno, né uomo né donna, quindi alludere per forza di cose per equiparare il cristiano ad altri malvagi che avrebbero avuto piacere a fare del male alle donne, è un pretesto per gettare ombre sui cristiani, infatti hai fatto solo allusioni, ma non hai potuto portare niente di concreto contro la Bibbia.
    Puoi certamente parlare contro la malvagità di taluni che chiamandosi cristiani commettono cose turpi contro le donne, ma ciò non è assolutamente avvalorato dalla Bibbia, perché il VERO cristiano non torce neppure un capello a nessuno, né uomo né donna. Il cristiano ama anche il suo nemico e prega per quelli che lo perseguitano porgendo addirittura l’altra guancia. Il cristianesimo biblico, quello che vero, è soprattutto fatto di amore e di misericordia, ma ogni cosa va fatta con ordine e ognuno deve stare al suo posto, in attesa di entrare nel regno celeste.
    Non ho visto un gran che di pubblicità da parte di associazioni e persone varie contro l’infibulazione, ho visto e saputo di più che molti si scagliano contro il cristianesimo, ma contro la pratica orribile della infibulazione ne ho sentito parlare pochissimo, anzi quasi mai. Il buonismo a favore delle pratiche straniere infatti sembra aver turato la bocca a molti, che si scagliano contro il cristianesimo, ma poco contro le mutilazioni dei genitali femminili.
    Non capisco perché ti ha infastidito questo mio breve elenco di cose con cui non sono d’accordo: “Io sono contro l’aborto, contro il razzismo, contro l’omosessualità, contro l’adulterio, contro la fornicazione, contro l’omicidio, contro OGNI TIPO DI VIOLENZA sia fisica che verbale, e sono anche contro questa pratica ORRIBILE DELLA MUTILAZIONE GENITALE, contro la INFIBULAZIONE.” Quando dico che sono CONTRO OGNI VIOLENZA, è una cosa a sè stante, non ho detto che la sodomìa è violenza, ma va bene, già che non hai usato epiteti sconci sono già contento, ma certo deve essere stato difficile per te trattenerti, anche perché non sarebbe passato il commento.
    Per quanto riguarda le donne DEFLORATE, ebbene nella Bibbia, quindi il cristianesimo, impone che sia l’uomo che la donna arrivino al matrimonio VERGINI, ciò che si dice per la donna vale anche per l’uomo. Questo perché la Parola di Dio è giusta, e non fa alcuna ingiustizia né tratta diversamente l’uomo dalla donna. Pertanto, sia la donna cristiana, sia gli uomini cristiani, preferiscono che il loro partner sia illibato, e su questo non ci vedeo nulla di male, anche perché è comandato da Dio, e se un cristiano vuole obbedire a Dio, è bene che si mantenga puro e dopo il matrimonio è bene che abbia rapporti solo con il coniuge. I veri cristiani, se si convertono giovani, si mantengono puri fino al matrimonio e ne sono contenti, e Dio li benedice grandemente. Vedo piuttosto sofferenza spirituale e depressione in quelle persone che hanno una vita sessuale promiscua a varia, e questo perché Iddio ha stabilito, sopra coloro che fanno il male che scenda la tribolazione e l’angoscia, ed ecco perché non dormono tranquilli la notte e sono angosciati e depressi.
    Ad esempio, sono certo che tu non viva una vita felice, in pace, serena nell’animo, perché senza la pace di Cristo e senza essere riconciliati con Dio non si può vivere una vita serena e pacifica. Per vivere una vita serena e pacifica devi ravvederti e credere nell’Evangelo, il Signore avrà misericordia di te e ti purificherà da ogni peccato, e la tua anima sarà pulita e leggera, sarai un’altra persona spiritualmente, qualcosa che non hai mai provato e che nel profondo dell’anima tua vorresti, che molti vogliono. Ma avere pace devi inginocchiarti davanti al Signore Gesù Cristo e credere che Lui è il SIGNORE, ed Egli ne è degno, perché anche per te il Signore è SCESO SULLA TERRA per SALIRE sulla croce e morire per perdonarti dai tuoi peccati. Ti devi sottomettere a Colui che ha dato la sua vita per te. SOTTOMETTERE, una voce del verbo che tu hai voluto cancellare dalla tua vita, eppure tu sarai certamente sottomessa a qualcun essere umano, che tu lo voglia oppure no, ma non ti vuoi sottomettere all’Iddio della Bibbia, che ha mandato il Suo Filgiolo a morire sulla croce anche per te. Io quando mi inginocchio davanti al Signore Gesù Cristo che mi ha salvato, non mi sento umiliato, ma mi sento innalzato fino al cielo, pieno di pace e di serenità, pieno di gioia e di amore verso il prossimo. Senza Cristo Gesù non c’è amore per il prossimo, quello che fanno le persone è solo dare un senso alla propria vita o per altro, ma non per amore.
    Spero che tu consideri le cose che ti ho detto dal punto di vista della Bibbia in raporto al tuo stato d’animo, e vedrai che leggendo la Bibbia ti farà da specchio, essa ti dirà ESATTAMENTE QUELLO CHE SEI, e ti farà sapere cosa fare per migliorarti e vivere una vita felice e serena.

    Mi piace

  3. Laura permalink
    17 aprile 2019 03:49

    Famoso sito di Atei che da sempre parla di infibulazione:
    https://blog.uaar.it/tag/infibulazione/

    Famose femministe:
    https://ilricciocornoschiattoso.wordpress.com/2012/09/04/turismo-dellinfibulazione/

    Mi limito solo a due link, ovviamente ci sono centinaia di altri atei\femministe che parlano di infibulazioni e più in generale di violenze commesse da fanatici religiosi (inclusi i cristiani:https://ecointernazionale.com/2019/03/18/il-suprematista-bianco-che-odia-i-musulmani/ )

    Noi femministe e atei ne parliamo eccome. da sempre.
    proprio perché non siamo “religiosi osservanti”

    Mi piace

  4. 18 aprile 2019 19:22

    Beh, ne parlate voi atei e ne parliamo anche noi religiosi, come anche parliamo contro OGNI TIPO DI VIOLENZA, compreso gli aborti e altro ancora. Ho scritto anche contro la VIOLENZA dei buddisti contro i mussulmani. Io sono contro la violenza, contro ogni tipo di violenza, come quelle citate, perché i cristiani che vogliono assomigliare a Gesù Cristo veramente, devono essere contro ogni violenza. Sono meravigliato, che voi atei ne siate meravigliati di ciò che vi dico.
    Solo una cosa, mi sembra che l’ateismo comunista abbia portato tanta violenza e morte, ciò a dimostrazione del fatto che non è la religione cristiana ad essere violenta, bensì è il genere umano che è violento, anzi molto violento e assassino, sia dal punto di vista maschile che femminile. Quello femminile poi raggiunge l’apice della violenza con l’ABORTO, non c’è cosa peggiore di UNA MADRE che UCCIDE suo figlio, e lo chiama DIRITTO DI LIBERTA’. Tutti quei bambini UCCISI non sarebbero d’accordo con le donne femministe, proprio per niente. Ecco, quel tipo di VIOLENZA contro esseri viventi INDIFESI, è la COSA PEGGIORE, anche se viene chiamato DIRITTO, perchè un diritto se lo è veramente non toglie mai la vita né lo spazio vitale ad altri esseri viventi, soprattutto UMANI.
    La differenza tra me cristiano ed una femminista, è che io sono contro OGNI VIOLENZA, sia perpetrata contro le donne, sia contro gli uomini, sia contro i bambini a partire dal momento della generazione, mentre la femministe sono contro la violenza verso sè stesse. Egoismo, è solo egoismo quello delle femministe. Le donne femministe hanno le mani piene di sangue per gli aborti e nel difenderlo, poi il cattivo sarebbero i cristiani che si attengono a quanto è scritto nella Bibbia, in cui è scritto che la donna deve essere soggetta all’uomo NEL SIGNORE. Bella roba, bella ipocrisia, grande malvagità. Fate la conta dei morti che hanno fatto gli ATEI in nome del proprio ateismo e delle proprie idee. Non solo le femministe devono ravvedersi e credere nell’Evangelo, ma devono proprio aprire la loro mente e il loro cuore alla bontà e all’altruismo, cosa che non hanno assolutamente. Poi, è doveroso registrare anche questo, già da come parlano le femministe sono aggressive, si avverte la violenza in loro, si avverte che non sono serene nel loro cuore, e non mi meraviglio che debbano ricorrere ai tranquillanti per dormire la notte. Non me ne voglia, ma lei non è serena, vuole sembrarlo, ma non lo è.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

No Temas Sino Habla

Entonces él Señor dijo de noche en visión á Pablo: No temas, sino habla, y no calles: Porque yo estoy contigo, y ninguno te podrá hacer mal (Hechos 18:9-10)

Blog di Aldo Prendi

Per la diffusione e la difesa delle dottrine bibliche

Acordai-vos

Tocai a trombeta em Sião, e dai o alarma no meu santo monte.

Egli è altresì scritto...

Blog di Nicola Iannazzo

Destatevi

"Suonate la tromba in Sion e date l'allarme sul mio santo monte" (Gioele 2:1)

Il Buon Deposito

Dottrine della Bibbia

La Massoneria Smascherata

"non v'è niente di nascosto che non abbia ad essere scoperto" (Matteo 10:26)

Listen to the sound of the sword

«Stand in the ways and see, and ask for the old paths, where the good way is, and walk in it» (Jeremiah 6:16)

Sana Dottrina

Perché verrà il tempo che non sopporteranno la sana dottrina; ma per prurito d'udire si accumuleranno dottori secondo le loro proprie voglie e distoglieranno le orecchie dalla verità e si volgeranno alle favole.(2Timoteo 4:3-4)

La Buona Strada

Blog di Giuseppe Piredda, cristiano evangelico pentecostale trinitariano fondamentalista

He who has ears let him hear

A voice crying in the wilderness

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: