Vai al contenuto

Gesù scelse dodici apostoli, tra i quali Giuda Iscariot

5 luglio 2019

Gesù scelse dodici apostoli, tra i quali Giuda Iscariot

In riferimento alla scelta dei dodici apostoli, Marco ha scritto:

«Poi Gesù salì sul monte e chiamò a sé quei ch’egli stesso volle, ed essi andarono a lui. E ne costituì dodici per tenerli con sé e per mandarli a predicare con la potestà di cacciare i demonî. Costituì dunque i dodici, cioè: Simone, al quale mise nome Pietro; e Giacomo di Zebedeo e Giovanni fratello di Giacomo, ai quali pose nome Boanerges, che vuol dire figliuoli del tuono; e Andrea e Filippo e Bartolommeo e Matteo e Toma e Giacomo di Alfeo e Taddeo e Simone il Cananeo e Giuda Iscariot, quello che poi lo tradì.» (Marco 3:13-19)

Cari nel Signore, voglio che poniate mente al fatto che tra i dodici scelti c’era anche Giuda Iscariot, quello che poi ha venduto e fatto arrestare Gesù. Anche Giuda fu scelto dal Signore Gesù Cristo per predicare ed egli ricevette l’autorità di cacciare i demoni, nello stesso modo con cui la ricevettero gli altri undici. Da tenere presente il fatto che Gesù più volte ha mostrato di conoscere ciò che le persone pensavano ed avevano nel cuore, perché Egli era anche Dio, benché in carne simile alla nostra (Gesù è Dio, lo è sempre stato e lo sarà sempre), quindi avrebbe potuto sapere che Giuda, se non fosse stato convertito e non avesse creduto in Gesù Cristo come gli altri undici, in realtà era un figliolo del diavolo e non doveva essere scelto né usato per predicare e cacciare i demoni. Il fatto principale è che Gesù non si sbagliò, non scelse un figlio del diavolo per predicare e cacciare i demoni, perché in quel momento in cui fu scelto Giuda era credente nella stessa maniera in cui lo erano gli altri undici. C’è da ricordare che soltanto tempo dopo Giuda si è sviato, ed è diventato nemico e traditore di Gesù Cristo, lo ha venduto e fatto arrestare per del denaro.

La scelta di Giuda come apostolo è una pietra di inciampo per tutti coloro che credono alla falsa dottrina “una volta salvati sempre salvati”, o comunque che non credono che la salvezza si può perdere. Infatti, nella Parola di Dio inciampano tutti coloro che non sono nella verità, ma sono nella menzogna. Coloro che hanno creduto e accettato tale eresia, per giustificare la loro falsa dottrina a cui non vogliono rinunciare, perché gli fa comodo e per la vita che conducono non proprio alla luce del Signore e della Parola di Dio, dico, per giustificare la loro falsa credenza che la salvezza non si può perdere, arrivano a dire che Giuda non si è mai convertito, quindi fanno passare Gesù che è Dio, il Messia e il profeta, per uno che non ha saputo scegliere ed ha dato la potestà di predicare e cacciare demoni a qualcuno che non era credente. Secondo loro Gesù ha sbagliato, ha scelto un figliolo del diavolo per cacciare i demoni.

Ciò è assolutamente impossibile, perché la realtà è che Giuda quando fu scelto era un vero credente alla pari degli altri undici, solo che più tardi si è sviato, egli ha creduto per un tempo, poi è diventato nemico della verità e di Gesù Cristo ed è andato al suo luogo. Ciò non deve meravigliarvi, perché Gesù ha detto anche queste parole, quando ha spiegato la parabola del seminatore, tra le altre:

«E quelli sulla roccia son coloro i quali, quando hanno udito la Parola, la ricevono con allegrezza; ma costoro non hanno radice, CREDONO PER UN TEMPO, e quando viene la prova, SI TRAGGONO INDIETRO.» (Luca 8:13)

L’apostolo Paolo ammette la possibilità che si possa rinnegare Cristo, e lo dice con queste parole:

«Certa è questa parola: che se muoiamo con lui, con lui anche vivremo; se abbiam costanza nella prova, con lui altresì regneremo; SE LO RINNEGHEREMO, anch’egli ci rinnegherà; se siamo infedeli, egli rimane fedele, perché non può rinnegare se stesso.» (2 Timoteo 2:11-13)

Ci sono anche altri passi che dimostrano che un credente che si trae indietro non sarà salvato, per ora vi è sufficiente quanto riportato in questo breve articolo, affinché voi riflettiate e chiediate a Dio di farvi intendere la verità, per non essere sedotti e per non rimanere illusi ed essere rigettati PIENI DI VERGOGNA al ritorno del Signore.

Nessuno vi seduca con vani ragionamenti.

Giuseppe Piredda

No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...