Vai al contenuto

Chi può essere battezzato in acqua?

27 luglio 2019

Chi può essere battezzato in acqua?

Luca ha scritto queste parole:

«E l’eunuco disse: Ecco dell’acqua, che impedisce che io non sia battezzato? E Filippo disse: Se tu credi con tutto il cuore, egli è lecito. Ed egli, rispondendo, disse: Io credo che Gesù Cristo è il Figliuol di Dio. E comandò che il carro si fermasse; ed amendue, Filippo e l’eunuco, disceser nell’acqua; e Filippo lo battezzò» (Atti 8:36-38 Diodati)

Quindi, da tali parole si capisce che in acqua possono essere battezzati solo quelli che che hanno creduto con tutto il cuore che Gesù di Nazaret è il Cristo di Dio, l’unica via di salvezza. Possono essere battezzati solo quelli che sono stati salvati e sono nati da Dio. Chi non è realmente nato da Dio non può essere battezzato.

Considerato ciò, i servi del Signore devono, pertanto, prima di procedere a battezzare in acqua, accertarsi diligentemente se coloro che vogliono essere battezzati in acqua siano realmente salvati e presentino una testimonianza convincente di conversione e frutti degni del ravvedimento. Filippo prima di battezzare l’eunuco gli ha fatto delle domande precise e la risposta datagli lo ha convinto ed ha proceduto immediatamente a battezzarlo. Da considerare anche il fatto per quanto riguarda l’eunuco, che è lui che con forza ha richiesto di essere battezzato, e non è stato convinto da Filippo.

Tale ragionamento è utile anche per comprendere che i battesimi ministrati ai neonati sono inutili, contrari a quanto insegnano le Scritture, perché i neonati non possono rendere testimonianza di conversione, in quanto ancora incapaci di intendere e di volere. Badate bene, che ciò che riguarda il battesimo degli infanti non vi deve trasportare con la mente solo a riferirvi a quanto succede in ambito cattolico, perché anche in certi ambiti evangelici riformati viene praticato il pedobattesimo. Dunque, fratelli nel Signore, guardatevi da costoro, ammoniteli ed esortateli severamente a considerare attentamente quanto viene insegnato nelle Scritture, e soprattutto bisogna considerare DOVE nelle Scritture è presente un battesimo di neonati. Se non si trovano, allora errano grandemente quei riformati che battezzano i neonati. Se non intendono cose così basilari, come intenderanno le altre?

Nessuno vi seduca con vani ragionamenti.

Giuseppe Piredda

No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...