Vai al contenuto

Paolo Castellina mi ha scritto

17 settembre 2019

Paolo Castellina mi ha scritto

Oggi (14 Settembre 2019) il pastore protestante calvinista (in pensione) Paolo Castellina mi ha scritto in privato in merito al mio post «Sullo scontro tra Paolo Castellina e Giancarlo Rinaldi», e voglio rendervi partecipi (con la sua autorizzazione) di quello che mi ha scritto. Lo considero infatti molto importante. Ecco dunque quello che mi ha scritto:

————————————

«Caro Giacinto, mi menzioni nel tuo sito. Vorrei fare solo alcune precisazioni. Sentiti libero di pubblicarle se nella loro integrità. Vorrei che si potesse dire che io sono un pastore evangelico riformato oggi …felicemente in pensione. Non ho più formalmente una comunità di cui prendermi cura ma continuo ad avere contatti con molti cristiani che seguo pastoralmente e fraternamente a distanza e continuo a gestire diversi miei siti web in cui raccolgo e continuo ad aumentare materiali che riflettono la fede evangelica riformata classica e dei quali molti usufruiscono. La mia fede cristiana è impostata all’insegnamento delle confessioni di fede della Riforma del XVI secolo in comunione con molti cristiani e chiese che continuano a portarla avanti in tutto il mondo. Amo quest’approccio alla fede cristiana, lo ritengo biblicamente corretto e fedele e non lo scambierei o comprometterei con nulla al mondo. Esito a chiamarli “calvinismo” perché Calvino (come Lutero) non volevano che il loro nome fosse usato per definire ciò che ritenevano essere soltanto fede cristiana coerente. Diciamo semmai che io rifletto la tradizione o scuola calvinista e che spero di esserne coerente. Per questo continuo a diffonderne la conoscenza e ringrazio Dio che essa porta molti buoni e comprovati frutti. Per quanto riguarda la Massoneria, io non ho e non voglio averne nulla a che fare. Essa ha dei presupposti filosofici lontani dalla fede cristiana biblica e, quando si riferisce ad essa, lo fa in modo distorto, pretestuoso e malefico (nonostante la sua pretesa di rispettabilità). Indubbiamente la M. si è infiltrata e si infiltra nelle chiese più che altro a livello ideologico, andando a braccetto con l’umanismo religioso oggi imperante. Sicuramente di tutto questo io sono nemico. Credo però che il nemico sia molto più vasto de “la Massoneria”, essendo questa solo un aspetto (e neanche il più significativo) dell’ideologia umanista che oggi pervade molte chiese. Rispondere al Rinaldi o ad altri di quella fatta, spesso non ne vale la pena perché sono dei maestri di retorica e sanno bene come giustificarsi e prendere per il naso la gente disavveduta. Per il resto delle questioni trattate non voglio avere neanche a che fare con il pentecostalismo o carismaticismo di qualunque fatta, che non mi appartiene e lo vedo in contraddizione con la fede che professo. Questo, però, non mi impedisce di apprezzare alcune tue battaglie e trovarne altre non condivisibili. Mi astengo però dall’entrare ora nei particolari… Ogni bene nel Signore. P.»

Giacinto Butindaro

[Tratto dal blog “Chi ha orecchie da udire oda”, amministrato da Giacinto Butindaro]


Articoli correlati:

Sullo scontro tra Paolo Castellina e Giancarlo Rinaldi

No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...