Vai al contenuto

Per salvaguardare la dottrina e la buona reputazione, nella chiesa bisogna applicare la disciplina

4 ottobre 2019

Per salvaguardare la dottrina e la buona reputazione, nella chiesa bisogna applicare la disciplina

Anche nelle comunità che sono state fondate e seguite dall’apostolo Paolo c’erano dei problemi disciplinari, dei credenti ribelli che non si conducevano secondo gli insegnamenti di Gesù e degli apostoli.

Le Scritture ci ammaestrano anche come bisogna fare quando la ribellione mette in pericolo i credenti della Chiesa. Ecco cosa dice Paolo:

«E se qualcuno non ubbidisce a quel che diciamo in questa epistola, notatelo quel tale, e non abbiate relazione con lui, affinché si vergogni. Però non lo tenete per nemico, ma ammonitelo come fratello» (2 Tessalonicesi 3:14-15)

Gli uomini ribelli dopo che vengono ammoniti e non vogliono ravvedersi devono essere, purtroppo, allontanati dalla Chiesa dei santi, affinché riflettano bene e giungano a vergognarsi e a ravvedersi per poter poi essere prontamente reintegrati nei banchi della Chiesa. Da considerare che coloro che sono credenti e sono messi in ammonizione nel Signore, non sono nemici e non bisogna trattarli come nemici, ma bisogna considerarli come fratelli da recuperare.

Paolo scrisse anche ai Corinzi queste parole dello stesso tenore delle precedenti:

«V’ho scritto nella mia epistola di non mischiarvi coi fornicatori; non del tutto però coi fornicatori di questo mondo, o con gli avari e i rapaci, e con gl’idolatri; perché altrimenti dovreste uscire dal mondo; ma quel che v’ho scritto è di non mischiarvi con alcuno che, chiamandosi fratello, sia un fornicatore, o un avaro, o un idolatra, o un oltraggiatore, o un ubriacone, o un rapace; con un tale non dovete neppur mangiare. Poiché, ho io forse da giudicar que’ di fuori? Non giudicate voi quelli di dentro? Que’ di fuori li giudica Iddio. Togliete il malvagio di mezzo a voi stessi» (1 Corinzi 5:9-13)

Da notare che nel caso dei Tessalonicesi i ribelli erano disordinati, non volevano lavorare quindi erano di aggravio per gli altri, mentre i ribelli di Corinto erano rei di peccati gravi a tal punto da essere definiti malvagi.

Se i conduttori si trovano davanti a casi simili, devono sapere che bisogna cercare di recuperarli, anche cacciandoli via dalla comunità, qualora non vogliono ravvedersi. Tali uomini ribelli possono contaminare anche gli altri fratelli della Chiesa, se non vengono allontanati prontamente. I conduttori errano grandemente se non applicano la disciplina quando vi è la necessità, perché una tale omissione porterà alla contaminazione di altri fratelli e il danno si farà peggiore, si allargherà sempre di più.

Togliere di mezzo il malvagio serve per salvaguardare gli altri fratelli della Chiesa. Se non si toglie di mezzo, non si dimostra di essere buoni e pazienti, ma solo insensati, perché si assisterà all’allargarsi del problema ad altri e il danno diventa sempre peggiore. Una pecora malata va isolata per preservare le altre. Naturalmente tutte le cose si devono riferire a cose importanti e non a cose minime. C’è dunque bisogno di una attenta valutazione della questione che sorge, e con la sapienza che Dio dona a chi governa la comunità, si prenderà la giusta decisione.

La conduzione della Chiesa è demandata agli anziani, tra i quali vi fa parte il pastore, e le decisioni disciplinari è bene che siano discusse tutti insieme e siano prese di comune accordo. Poi si dovrà spiegare tutto alla Chiesa, per capire esattamente quello che è successo (cfr Matteo 18:17,18) e affinché comprendano che la disciplina e l’isolamento deve essere messo in atto da ogni singolo credente, altrimenti il tentativo di salvaguardare i santi dalle contaminazioni dei ribelli non riesce.

Chi applica la disciplina, deve mostrare di avere autorità da Dio e non deve agire con riguardi personali e simpatie, ma con giustizia, come Dio lo spingerà a fare, e sempre in maniera conforme alle sacre Scritture.

Tutte le cose esposte sulla disciplina valgono anche per gli anziani, non ne sono esenti. Quindi, se sono gli anziani a ribellarsi alla Parola di Dio, a peccare, vanno anch’essi ripresi, affinché si vergognino del male fatto e ritornino in sé stessi.

So bene che applicare la disciplina nella Chiesa non è facile, né si fa volentieri, tuttavia essa fa parte integrante del governo della Chiesa, e chi non la mette in pratica, non fa tutto quello che Dio gli comanda di fare per guidare la Chiesa.

Nessuno vi seduca con vani ragionamenti.

Giuseppe Piredda

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

No Temas Sino Habla

Entonces él Señor dijo de noche en visión á Pablo: No temas, sino habla, y no calles: Porque yo estoy contigo, y ninguno te podrá hacer mal (Hechos 18:9-10)

Blog di Aldo Prendi

Per la diffusione e la difesa delle dottrine bibliche

Acordai-vos

Tocai a trombeta em Sião, e dai o alarma no meu santo monte.

Egli è altresì scritto...

Blog di Nicola Iannazzo

Destatevi

"Suonate la tromba in Sion e date l'allarme sul mio santo monte" (Gioele 2:1)

Il Buon Deposito

Dottrine della Bibbia

La Massoneria Smascherata

"non v'è niente di nascosto che non abbia ad essere scoperto" (Matteo 10:26)

Listen to the sound of the sword

«Stand in the ways and see, and ask for the old paths, where the good way is, and walk in it» (Jeremiah 6:16)

Sana Dottrina

Perché verrà il tempo che non sopporteranno la sana dottrina; ma per prurito d'udire si accumuleranno dottori secondo le loro proprie voglie e distoglieranno le orecchie dalla verità e si volgeranno alle favole.(2Timoteo 4:3-4)

La Buona Strada

Blog di Giuseppe Piredda, cristiano evangelico pentecostale trinitariano fondamentalista

He who has ears let him hear

A voice crying in the wilderness

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: