Vai al contenuto

Anch’io mi prostro davanti al Signore Gesù Cristo

6 gennaio 2020

Anch’io mi prostro davanti al Signore Gesù Cristo

Venite, adoriamo, inginocchiamoci davanti all'Eterno che ci ha fattoUna delle guarigioni compiute da Gesù fu quella del cieco nato, raccontata da Giovanni. E di questo racconto mi ha sempre profondamente colpito la parte finale, che dice:

«Gesù udì che l’avean cacciato fuori; e trovatolo gli disse: Credi tu nel Figliuol di Dio? Colui rispose: E chi è egli, Signore, perché io creda in lui? Gesù gli disse: Tu l’hai già veduto; e quei che parla teco, è lui. Ed egli disse: Signore, io credo. E gli si prostrò dinanzi” (Giovanni 9:35-38).

Quell’uomo guarito da Gesù, disprezzato e cacciato via dai Giudei, a cagione del nome di Gesù Cristo, quando Gesù gli chiese se credesse nel Figliuolo di Dio, volle sapere chi era il Figliuolo di Dio in cui credere, e quando Gesù gli disse che era lui il Figlio di Dio, esclamò subito “SIGNORE, IO CREDO”, e gli si prostrò davanti! Sì, anch’io che ho creduto nel Figlio di Dio, mi prostro davanti a Lui. Egli infatti – come dice Paolo – “è l’immagine dell’invisibile Iddio, il primogenito d’ogni creatura; poiché in lui sono state create tutte le cose che sono nei cieli e sulla terra; le visibili e le invisibili; siano troni, siano signorie, siano principati, siano potestà; tutte le cose sono state create per mezzo di lui e in vista di lui; ed egli è avanti ogni cosa, e tutte le cose sussistono in lui” (Colossesi 1:15-17). Ed Egli mi ha amato ed ha dato se stesso per me, affinché io fossi giustificato e riconciliato con Dio.

Sì, proprio Lui, Colui nel quale il Padre si compiacque di fare abitare tutta la pienezza della Deità, abbassò se stesso, facendosi ubbidiente fino alla morte, e alla morte della croce, portando nel suo corpo i miei peccati. Ma il terzo giorno Dio lo risuscitò dai morti, e dopo che apparve ai Suoi discepoli per diversi giorni, fu assunto in cielo alla destra di Dio, dove angeli, principati e potenze gli son sottoposti! E là dove è, tutti gli angeli di Dio lo adorano! Egli è Dio benedetto in eterno, sì Egli è il mio Signore e il mio Dio.

A Lui siano la gloria e l’imperio nei secoli dei secoli. Amen. Chiunque dunque crede che Gesù è il Figlio di Dio, non si vergogni del Suo nome, non si vergogni di prostrarsi davanti a Lui!

Giacinto Butindaro

[Tratto dal blog “Chi ha orecchie da udire oda”, amministrato da Giacinto Butindaro]

No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...