Vai al contenuto

Cose difficili da fare col cuore

7 gennaio 2020

Cose difficili da fare col cuore

Ci sono cose difficili per il credente da praticare, come questa:

«benedite quelli che vi maledicono,
pregate per quelli che v’oltraggiano»
(Luca 6:28)

Quando subiamo un torto da qualcuno o si viene oltraggiati, la prima reazione naturale e spontanea è quella di provare ostilità e, talvolta, anche odio nei confronti di quella persona che ci ha fatto del male.

Ma il nostro Signore Gesù Cristo ci ordina, e non è una facoltà, di cercare il bene di quella persona che ci ha fatto del male, benedicendolo, pregando per lui e desiderando che Dio lo benedica e non gli imputi il peccato che ha commesso, come fece Stefano verso coloro che lo hanno ucciso (cfr Atti 7:54-60). In altre parole bibliche, ci viene comandato di vincere il male con il bene (cfr Romani 12:21).

Ricordo che quando ero incredulo, vedendo un evangelico con la Bibbia in mano che evangelizzava, mi scagliai contro di lui insultandolo e aggredendolo verbalmente. Ma lo feci perché la mia coscienza mi accusava di peccato, e se quel fratello ha pregato per me e mi ha sopportato con pazienza, ha potuto vedere che a suo tempo ha portato frutto, perché un anno dopo circa il Signore Gesù Cristo mi ha salvato, mi ha fatto nascere di nuovo.

Con quel fratello poi siamo diventati anche amici stretti.

Quindi, cari nel Signore, se vi oltraggiano per il nome di Gesù Cristo, ricordatevi di avere pietà di loro, perché il problema in realtà è loro, non vostro, perché sono loro che sono perduti, che stanno andando all’inferno e la loro coscienza glielo attesta.

Cari nel Signore, badate a voi stessi, badate dunque a non far crescere e sviluppare dentro di voi alcun sentimento negativo, perché ciò avvelenerà la vostra anima, impedendovi di avere la comunione con Dio; ciò è proprio l’obiettivo che si prefigge il diavolo, cioè quello di farvi perdere la comunione con Dio.

Nessuno vi seduca con vani ragionamenti.

Giuseppe Piredda

No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

No Temas Sino Habla

Entonces él Señor dijo de noche en visión á Pablo: No temas, sino habla, y no calles: Porque yo estoy contigo, y ninguno te podrá hacer mal (Hechos 18:9-10)

Blog di Aldo Prendi

Per la diffusione e la difesa delle dottrine bibliche

Acordai-vos

Tocai a trombeta em Sião, e dai o alarma no meu santo monte.

Egli è altresì scritto...

Blog di Nicola Iannazzo

Destatevi

"Suonate la tromba in Sion e date l'allarme sul mio santo monte" (Gioele 2:1)

Il Buon Deposito

Dottrine della Bibbia

Listen to the sound of the sword

«Stand in the ways and see, and ask for the old paths, where the good way is, and walk in it» (Jeremiah 6:16)

Sana Dottrina

Perché verrà il tempo che non sopporteranno la sana dottrina; ma per prurito d'udire si accumuleranno dottori secondo le loro proprie voglie e distoglieranno le orecchie dalla verità e si volgeranno alle favole.(2Timoteo 4:3-4)

La Buona Strada

Blog di Giuseppe Piredda, cristiano evangelico pentecostale trinitariano fondamentalista

He who has ears let him hear

A voice crying in the wilderness

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: