Vai al contenuto

Epidemia coronavirus e piaga delle locuste: flagelli contro i malvagi, prove per i credenti

25 febbraio 2020

EPIDEMIA #CORONAVIRUS E PIAGA DELLE #LOCUSTE: FLAGELLI CONTRO I MALVAGI, PROVE PER I CREDENTI

Nelle sacre Scritture leggiamo queste parole:

«Quando il paese sarà invaso dalla carestia o dalla PESTE, dalla ruggine o dal carbone, dalle LOCUSTE o dai bruci, quando il nemico assedierà il tuo popolo nel suo paese, nelle sue città, quando scoppierà qualsivoglia flagello o epidemia, ogni preghiera, ogni supplicazione che ti sarà rivolta da un individuo o dall’intero tuo popolo d’Israele, allorché ciascuno avrà riconosciuta la sua piaga e il suo dolore e stenderà le sue mani verso questa casa, tu esaudiscila dal cielo, dal luogo della tua dimora, e perdona; rendi a ciascuno secondo le sue vie, tu che conosci il cuore d’ognuno; – poiché tu solo conosci il cuore dei figliuoli degli uomini; – affinché essi ti temano e camminino nelle tue vie tutto il tempo che vivranno nel paese che tu desti ai padri nostri!» (2 Cronache 6:28-31)

Stiamo assistendo ai tempi d’oggi ad un aumento vertiginoso del peccato e anche della persecuzione contro i cristiani, quelli veri intendo, di conseguenza contro i malvagi avviene quello che Dio ha annunziato da tempo, su di loro cadono i suoi giusti giudizi.

Ora, anche i credenti si trovano in mezzo a questi giudizi tremendi di Dio, e per loro è una prova DI FEDE, e se questi si fanno prendere dalla paura di morire e di essere colpiti da quei giudizi di Dio, significa che la carità che è in loro non è perfetta, e nella loro coscienza alberga l’apprensione di castigo, per la loro condotta sccellerata e per tutte quelle cose mondane e peccaminose a cui non riescono a rinunciare, per dare tutta la gloria a Dio e per dare buona testimonianza al mondo.

Cari nel Signore, non siate come gli increduli che hanno il cuore malvagio, i quali non hanno speranza e tremano dalla paura per la loro vita quando sentono parlare di pestilenze e di flagelli; voi avete conosciuto il Signore Gesù Cristo, avete lo Spirito santo che alberga dentro di voi, quindi non siete come quelli che non conoscono Iddio, e non dovete temere i giudizi del Padre celeste.

Avviene oggi come ai tempi di Mosè che portò fuori dall’Egitto il popolo d’Israele, sappiate che allora il popolo di Dio era protetto e le piaghe d’Egitto non lo hanno colpito; quindi, neppure oggi il popolo di Dio sarà scalfitto dalle PESTILENZE e dai suoi giudizi. Fratelli nel Signore, NON TEMETE DUNQUE, almeno che non stiate vivendo una vita nel peccato, allora, voi siete come i non credenti, e l’ira di Dio è sopra di voi e fate bene a temere, a tremare a suoi giudizi, perché se perseverante nella vostra condotta scellerata, voi non scamperete ai giudizi di Dio, come non scamperanno gli increduli.

Dobbiamo, tuttavia, ricordare sempre, che il Signore era ed è misericordioso, pertanto farete bene ad esaminare voi stessi, provvedendo a mettervi a posto con Lui, riconciliandovi con Dio, chiedendogli perdono e abbandonando le vostre vie malvagie, solo così voi troverete riposo alle anime vostre.

Badate dunque a come ascoltate, perché se vi rifiutate di ascoltare le correzioni del Signore, se chiudete l’orecchio a quello che Dio vuole dirvi, se v’indurate contro la vostra coscienza e contro Dio, sappiate che certamente l’ira di Dio cadrà su voi, a suo tempo, e siete passibili di essere colpiti dai GIUDIZI DI DIO, come coloro che non conoscono Iddio. Non illudetevi, Iddio ricompensa i malvagi delle loro opere, e i credenti disubbidienti e ribelli non scamperanno di certo neppure loro ai giusti giudizi di Dio, anzi, sappiate che coloro che sono nati di nuovo hanno MAGGIORE COLPA, perché hanno conosciuto il SANTO, hanno conosciuto la verità, ma non obbediscono ai santi comandamenti del Signore Iddio. Ravvedetevi, dunque, abbandonate le vostre vie malvagie, chiedete perdono a Dio, ed il sangue di Gesù Cristo vi purificherà da ogni peccato e voi sarete riconciliati con Lui.

Zone della terra che Iddio ha colpito con il flagello delle locuste.
Vi rammento che quelle sono zone dove la Chiesa di Cristo Gesù è fortemente perseguitata, come evidenzia la cartina seguente:

Fonte della cartina: “Porte Aperte”

Nessuno vi seduca con vani ragionamenti.

Giuseppe Piredda

One Comment leave one →
  1. Giovan battista permalink
    25 febbraio 2020 13:20

    Preghiamo come fece Mosè con i serpenti numeri 21:1-9

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

No Temas Sino Habla

Entonces él Señor dijo de noche en visión á Pablo: No temas, sino habla, y no calles: Porque yo estoy contigo, y ninguno te podrá hacer mal (Hechos 18:9-10)

Blog di Aldo Prendi

Per la diffusione e la difesa delle dottrine bibliche

Acordai-vos

Tocai a trombeta em Sião, e dai o alarma no meu santo monte.

Egli è altresì scritto...

Blog di Nicola Iannazzo

Destatevi

"Suonate la tromba in Sion e date l'allarme sul mio santo monte" (Gioele 2:1)

Il Buon Deposito

Dottrine della Bibbia

Listen to the sound of the sword

«Stand in the ways and see, and ask for the old paths, where the good way is, and walk in it» (Jeremiah 6:16)

Sana Dottrina

Perché verrà il tempo che non sopporteranno la sana dottrina; ma per prurito d'udire si accumuleranno dottori secondo le loro proprie voglie e distoglieranno le orecchie dalla verità e si volgeranno alle favole.(2Timoteo 4:3-4)

La Buona Strada

Blog di Giuseppe Piredda, cristiano evangelico pentecostale trinitariano fondamentalista

He who has ears let him hear

A voice crying in the wilderness

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: