Vai al contenuto

Stai attento, sii sempre pronto, perché non sai quando il Signore deciderà di farti dipartire dal corpo

18 aprile 2020

Stai attento, sii sempre pronto, perché non sai quando il Signore deciderà di farti dipartire dal corpo

Gesù raccontò, tra le altre, questa parabola:

«badate e guardatevi da ogni avarizia; perché non è dall’abbondanza de’ beni che uno possiede, ch’egli ha la sua vita. E disse loro questa parabola: La campagna d’un certo uomo ricco fruttò copiosamente; ed egli ragionava così fra se medesimo:

Che farò, poiché non ho dove riporre i miei raccolti? E disse: Questo farò: demolirò i miei granai e ne fabbricherò dei più vasti, e vi raccoglierò tutto il mio grano e i miei beni, e dirò all’anima mia: Anima, tu hai molti beni riposti per molti anni; riposati, mangia, bevi, godi.

Ma Dio gli disse: Stolto, questa notte stessa l’anima tua ti sarà ridomandata; e quel che hai preparato, di chi sarà? Così è di chi tesoreggia per sé, e non è ricco in vista di Dio.» (Luca 12:15-21)

Se uno è povero, deve ringraziare Iddio per la vita che ha.

Se uno è ricco di beni, deve ringraziare Iddio per quello che ha e per la sua vita.

Alla fine, entrambi, povero e ricco dovranno dipartirsi dal corpo e i beni che uno ha non gli serviranno a nulla, non li potrà scambiare per il paradiso.

Quindi, sia il povero che il ricco, devono essere a posto con Dio, devono essersi ravveduti ed aver creduto nell’Evangelo, per poter entrare nella vera vita, altrimenti, sia il ricco che il povero, saranno gettati all’inferno.

Giudicate voi il rischio che state correndo e se vale la pena di cercare di conciliarsi con Dio prima che Egli vi rivolga queste parole:

”Stolto, la tua anima questa notte ti sarà ridomandata”.

Qualsiasi cosa uno sia diventato in questa vita terrena, e qualsiasi quantità di ricchezza possieda, se non è a posto con Dio o non è pronto per entrare nella porta dell’eternità in vista di Dio, non gli servirà a nulla, non potrà barattare la sua anima con le sue ricchezze materiali.

Badate dunque, in mezzo a tutte le faccende della vostra vita, di non scordarvi la cosa più importante: il pensiero dell’eternità che Dio ha messo dentro ciascun uomo e ciascuna donna, affinché cercasse Iddio per giungere a conoscere come ottenere la vita eterna.

Quindi, tu che ti domandi: che devo fare per essere salvato? Ebbene, sappi che è scritto nella Parola di Dio che devi ravvederti e credere nell’Evangelo di Gesù Cristo. Non ti è richiesto di frustarti, né di salire le scale con le ginocchia a terra, neppure confessarti dal prete, baciare statue, fare processioni, fare donazioni, aiutare gli altri; ma ti è richiesto di riconoscerti peccatore davanti a Dio e bisognoso di misericordia e credere con tutto il cuore e confessandolo con la bocca che Gesù Cristo è il Signore, ed è morto per i nostri peccati, ed il terzo giorno è risuscitato per la nostra giustificazione; se col cuore avrai creduto ciò e con la bocca avrai fatto confessione (cfr Romani 10:9), e ti sarà stato dato da Dio mediante lo Spirito santo di nascere di nuovo e diventare così Figliolo di Dio (cfr Giovanni 1:12,13 e 3:3,5), erede della vita eterna, sarai salvato.

Oh uomo, sii savio e considera queste cose, non dare requie ai tuoi occhi e al tuo corpo, finché non avrai incontrato Iddio personalmente e non sarai salvato.

Niente religioni, niente rituali, niente soldi, per ottenere la salvezza, ma Iddio vuole tutto il tuo cuore, non pratiche inutili che non giovano a nulla.

Che Dio abbia misericordia di coloro che Lo cercano con tutto il cuore.

Giuseppe Piredda

No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...